Torna al blog

ECCO PERCHE’ SETTI RISCHIA DI PERDERE IL DIRETTORE SPORTIVO CHE LUI STESSO HA CREATO

Parliamo di Hongla. E’ un brocco? O come ha fatto vedere a Cagliari un signor giocatore? Lo togliamo dalla colonnina degli acquisti sbagliati in cui è stato messo dopo tre giornate? Parto da lui per arrivare lontano. Hongla è un buon, forse ottimo giocatore che andava aspettato. Grazie a dio il Verona è oggi un circolo virtuoso che permette a tutti di valorizzarsi. Un gruppo meraviglioso di giocatori che ha l’unica colpa di averci fatto finire gli aggettivi celebrativi.

Hongla è un esempio. Un esempio di come si è lavorato in questi anni a Verona e di cosa è stato costruito. Dietro questo miracolo c’è senza dubbio Tony D’Amico di cui abbiamo elogiato la straordinaria maturazione. D’Amico a sua volta è un’invenzione di Maurizio Setti che nel momento peggiore della sua gestione, forse anche mosso dalla disperazione, gli ha consegnato le chiavi della società.

Vado subito al sodo: oggi sarebbe una follia perdere questo equilibrio vincente, faticosamente conquistato in questi anni. Ed è folle creare ancora una volta il dualismo tra Setti e un suo collaboratore. Siamo ormai tormentati da questa morsa. Da anni a Verona convivono sempre due partiti. Pro e contro il presidente, pro o contro l’allenatore. Visione distorta che ci ha portato a idolatrare alcuni personaggi più della squadra stessa. Assurdo.

Io credo che Tony D’Amico se ne andrà. Setti vuol essere come Socrate e bere fino in fondo la cicuta per dimostrare di avere ragione. L’unico indispensabile, dice il presidente, qui dentro sono io. Si dimentica di quando ha scelto Gardini, Grosso e Bigon. In verità accanto a straordinarie intuizioni Setti ha preso anche clamorose tranvate.

Juric e D’Amico sono le persone che gli hanno cambiato la vita. E lui ha cambiato la loro. Sembra assurdo che oggi non si riesca a trovare un punto di intesa con il direttore sportivo che lo stesso Setti ha creato dal nulla.

Cosa chiede D’Amico? Semplicemente che il settore tecnico e non quello finanziario sia al vertice della società. Non chiede la luna, ma sa anche che il calcio è materia bastarda e che ogni anno non puoi fare le nozze con i fichi secchi. E’ stufo di dover battagliare per ogni acquisto e che sia dato per scontato il suo lavoro. Non ti può andare sempre bene e Tony ha anche questa dote: sapere esattamente quali sono i suoi limiti e che fino ad oggi tutto ha funzionato a meraviglia ma che improvvisamente, basta anche un solo alito di vento, per cambiare i destini e le fortune.

Setti non vuole mollare su questo punto. Preferisce che ci sia una regola (spendere il meno possibile) e poi semmai derogare. I conti sono saldamenti in mano a Simona Gioè e da lei bisogna passare. Senza se e senza ma. I due settori, diciamo così, a volte vanno in frizione e Setti in questo momento non può o non vuole fare una sintesi.

Per una volta spero che a vincere l’Hellas Verona e che questa meravigliosa favola continui a vivere.

61 commenti - 3.721 visite Commenta

Guinness

Alcuni pensieri strettamente personali…

“Idolatrare alcuni personaggi più della squadra stessa” … Frase piena di significato per tutti…

Grosso a dir il vero lo ha scelto per la maggior parte D’Amico, così come Di Francesco… Setti ha scelto Aglietti, juric e Tudor. Quindi i due lavorano bene insieme correggendo assieme gli errori e fortificando le buone situazioni.

Rispondi
Antonio

Ma è possibile che anche ad una cosa che ancora non è successa si dia già la colpa a Setti?

Rispondi
Guinness

Esatto… Tra l’altro, se a D’Amico vien proposto un contratto più vantaggioso… Cosa può fare se non accettare? Un pó come tutti noi, se ci dovessero offrire contratto di lavoro più vantaggiosi…

Rispondi
Antonio

Ovviamente, ma a parte questo: veniamo da 3 campionati di serie A con salvezze tranquille facendo un calcio che mezza Italia ci invidia, il primo anno è stato merito di Juric, il secondo anche, il terzo quasi perché Tudor ha semplicemente continuato su quanto seminato da Juric, e ci siamo accorti che abbiamo un signor DS (perché fino all’anno scorso si scriveva che prendeva semplicemente i giocatori suggeriti da Juric…).
Quando marcivamo in C e B dicevano: avere una società come il Chievo che è stabile in A da 10 anni (con campionati dignitosi senza nessun obiettivo che non fosse il mantenimento della categoria). Adesso nel giro di 3 anni si ambisce ad essere la nuova atalanta senza considerare che Setti non è Percassi (che non lo dico io è uno dei 30 uomini più ricchi d’Italia). Io veramente non so più cosa pensare di Telenuovo, speriamo l’anno prossimo di salvarci all’ultima giornata così il nostro campionato avrà un senso fino alla fine.

Rispondi
Luca Preziosilli

Oh Vigo..ma un un po’ di ottimismo mai eh?! Sempre a cercare “tafazziane” elucubrazioni…ma godersi il momento no?! Mah….

Rispondi
Giovanni

Tifo Hellas da quando nel 1968 a Ferrara vincemmo lo spareggio con il Padova gol di Bonatti … questo Hellas è bellissimo però ogni anno bisogna ripartire con una nuova scommessa…. peccato non poter confermare i migliori giocatori anzi fare un ulteriore passo in avanti. Comunque bravo Setti e bravo D’Amico !!!

Rispondi
Hellas Verona forever

A mio avviso Setti ha ben chiaro un concetto… non si devono fare passi più lunghi della gamba. Il livello o l’asticella deve essere alzato gradualmente e progressivamente con pazienza. Pure i suoi collaboratori devono comprendere e credere in ciò ed avere pazienza. Altrimenti si rischia di mandare all’aria tutto. Pertanto, devono accettare di sposare un progetto a medio/lungo termine. Il Verona deve mirare a tenere progressivamente sempre per più tempo qualche giocatore promettente e di qualità che garantisca di alzare il livello qualitativo della squadra e accettare di venderne qualcun altro, assieme a qualche giovane. Riuscendo a comperare giocatori con qualità sempre più promettenti e superiori, magari mai sbocciati (vd. Caprari e Simeone). Coltivando con un abile scouting il settore giovanile che deve diventare uno zoccolo duro di ricambi e in prospettiva di guadagno. Solo in questo modo si può sopravvivere in questa serie A. Non si può volere tutto subito, altrimenti si fa la fine del Cagliari che ha speso follie, rischiando, per ora, di retrocedere. Bruciandosi. Sempre e solo Forza HELLAS !!! /=\

Rispondi
Daniele fasoli

Posso dire la mia? Ma scusate avete già dato per scontato che d’amico se ne va ma chi l’ha detto? Ma ve l’hanno detto gli angeli? Diamo le notizie quando sono sicure e che cavolo ha un contratto da rispettare o no. Finitela di dare notizie infondate allora potrei dire anch’io che conosco tizio Caio e sempronio e mi hanno riferito che d’amico rimane

Rispondi
Gioska

Io,fossi in Tony D’Amico ci penserei su un pochino,perchè è vero che è gran parte del successo che ha oggi l’Hellas,ma chi è a Verona,deve fare attenzione ad andarsene,perchè è quasi sempre successo che quando vanno in altre realtà,non sono più quelli di prima. Setti non è un uomo di calcio,è un imprenditore e proprio per questo pondera molto bene il da farsi. Appena venuto al Verona,non piaceva a tanti,anzi,quasi a nessuno,però poi,si è visto che cosa ha fatto e, sbagli a parte,da un Verona per terra ce lo ritroviamo quasi in zona coppe. Non male,direi.

Rispondi
Leo

Setti Rau$$!
Vogliamo un presidente oligarca, petroliere, pien de Zeta e veronese de soca.

Gavì el bontempo voialtri.

Rispondi
NIKE

Non capisco perché quando si scrive un’articolo si dà già tutto per scontato lanciando titoli e notizie ad effetto. D’Amico è ancora del Verona e credo che vi resterà, infatti sta già programmando il futuro dell’ Hellas con una serie di colpi già messi a segno in questi mesi, inoltre è sempre in giro a visionare i prossimi avversari per cui lo vedo ancora molto ben saldo nel progetto Verona

Rispondi
Alberto

Miserie Mazzarri….solita storia e polemica italiota…chi non ha obiettivi deve cmq onorare gli impegni nel rispetto del calcio e di tante altre retoriche…si ma con i miei avversari, con me deve essere “comprensivo” e scansarsi. Miserie

Rispondi
Hellas1971

Il maestro per eccellenza nel creare da anni dualismi tra Setti ed un suo collaboratore che bacchetta chi crea dualismi? Paradossale direi.
Ma D’Amico è lo stesso che avete perculato per anni perché non parla mai, perché il mercato lo fa juric e perché ha speso tre milioni per davidowicz? Quasi quasi rimpiango la terza maglia nera bellissima che smagra….

Rispondi
Roberto

Io credo che Setti stia gestendo il Verona nel miglior modo possibile. Prima è giusto curare la parte economica e di conseguenza il resto viene di conseguenza. Porto un esempio se alla fine del mese non ti arriva lo stipendio come si reagisce?

Rispondi
Salta sul carro

Quello che non capisco è perché non si riesca a godersi il momento presente, e ci sia questa necessità di iniziare sempre a fasciarsi la testa…
E se non e’ D’Amico, bisogna preoccuparsi per Tudor, e se non è Tudor, sarà mezza squadra che verrà venduta, e se non sarà mezza squadra che verrà venduta , sarà la probabile cessione agli americani… ma basta (tra l’altro, D’Amico, nonostante gli evidenti meriti, mai nominato da questa testata fino allo scorso anno…).
Finito lo scorso campionato, sembrava non dovessimo sopravvivere alla partenza del Colonnello “tuttomeritosuo”, Ivan Juric… e invece abbiamo 52 punti a 3 giornate dalla fine… sembrava che uno come Zaccagni sarebbe stato insostituibile, e invece è arrivato Caprari che ha fatto addirittura meglio.
D’Amico se ne andrà? Aspettiamo e vediamo cosa succederà prima di tutto, e poi, dov’è scritto che non arrivi uno come lui, se non addirittura più bravo?

A forza di scrivere articoli di squadrette che adesso militano in terza categoria, state acquisendo la loro mentalità.
Godetevi il momento.

Rispondi
Jes

Tirar in ballo questo, dopo una prestazione come quella di oggi, con tutto quello di buono che cè da parlare anche no dai…….
Perchè fare Tafazzi in questo momento?

Rispondi
Leo panzer

Ma quante ne sa Ciccio Vighini…fidati che per l’ennesima volta farai una figura di cioccolata.

Rispondi
Paolo

Io tifo hellas fin da piccolo. Oggi ho 54 anni. Quindi penso di poter dire qualcosa in merito al fatto che D’Amico potrebbe andarsene ec ec. A parte che D’Amico è ancora a Verona sta bene a Verona e finché è a Verona i nostri giornalisti possono scrivere tutto e il contrario di tutto. Ma D’Amico è ancora dell’Hellas. Ma veniamo al mio pensiero. Il calcio è uno sport che chi ottiene i risultati in prima linea sono l’allenatore( tudor) e i nostri meravigliosi giocatori. Loro vanno in campo e mettono anima e cuore per mettere on pratica ciò che ha insegnato loro l’allenatore. Nel caso di Tudor: cercare sempre di vincere. Sono loro insomma che in primis fanno grande il Verona e no D’Amico, il quale indubbiamente ha la sua importanza e nessuno può metterlo in dubbio. Ma alla fine chi va in campo a correre e spolmonarsi e chi dalla panchina gli incita sono loro: giocatori e allenatore. Ai tempi dello scudetto chi si prese i meriti di quella gloriosa impresa? Chiampan? Non mi sembra. Furono Bagnoli portato in braccio e lanciato in aria dai suoi guerrieri che lo amavano e seguivano. E viceversa. Concludo da dove sono partito: D’Amico è importante per il Verona come lo è Setti e tanti altri che lavorano dietro le quinte. Ma se D’Amico resta sono felice se invece se ne va’ pazienza. L’importante è che chi arriva a sostituirlo faccia bene il suo lavoro. Che non è quello di andare in campo a giocare. Anzi chi esalta il direttore sportivo come fosse l’artefice dei successi di una squadra mi sembra che faccia un grosso torto per non dire mancanza di rispetto a coloro che invece devono sempre essere i primi a prendersi i giusti meriti di un successo: i giocatori e chi li allena. TUDOR E I RAGAZZI CON LA MAGLIA GIALLOBLU’.

Rispondi
Enrico Marchesini

Se il DS canna l’allenatore però i risultati si vedono ( di francesco tre partite tre sconfitte mentalità perdente ecc ecc ). Quindi tutti importanti. Chiaro che la mentalità la da il mister e in campo corrono i giocatori che se però sono scarsi o non adatti al gioco del mister l’errore sta alla base : nella scelte tecniche del direttore sportivo .
Se va via D’Amico ( come credo ormai sia probabile ) spero arrivi qualcuno con la stessa intuizione,e spero anzi confido che anche questa volta l’intuizione geniale ce l’abbia setti nella scelta del suo nuovo DS.
Setti rauss

Rispondi
Bruno

Il campionato non è finito vediamo se riusciamo a superare il caro mandorlini a quota 54, credo che stiamo andando avanti proprio per questo,mai fatto un finale di stagione così poi si vedrà cosa ha in testa setti.

Rispondi
Gabriele

E intanto mentre voi discutete se D’Amico va o resta, mi piacerebbe che la squadra facesse un partitone a cagliari e che magari vincesse. Lo so, sarebbe l’ennesima ciliegina sulla torta e meriterebbe che si dedicasse un topic all’impresa..speren ben.

Rispondi
Amedeo

Certo che dopo una bella vittoria, sicuramente non scontata, mi sarei aspettato un articolo diverso. Magari parlare di calcio giocato? Juric aveva un contratto che non ha voluto rispettare anche davanti alla proposta di un aumento di stipendio importante. D’Amico ha un contratto in essere, vuole più soldi? Vuole provare a gestire capitali diversi? Perchè Setti per la seconda volta dovrebbe calarsi le braghe e offrire di più di quello già scritto nero su bianco su un contratto? Juric e D’Amico prima di essere stipendiati da Setti, non è che avessero una carriera trionfale. In una squadra di calcio e così in un’azienda i fuoriclasse danno il valore aggiunto. La sostanza la dà il resto della squadra, le idee chiare, gli obbiettivi precisi e condivisi da tutti. Quindi Juric pensava di meritare di più? Legittimo, quindi con le mani …ciao ciao.. D’Amico pensa di poter far meglio gestendo capitali importanti? Legittimo, quindi con i piedi..ciao ciao. Ci sono giocatori che non vorranno rinnovare, perchè pensano che il Verona sia riduttivo per la loro carriera? Legittimo, quindi con il culo ..ciao ciao.. Il tifoso può solo stare a guardare e sperare di vedere un minimo di attaccamento alla causa gialloblù. Sperando sempre di non avere proprietà che proclamano tanto e raggiungono il nulla.. Vedi i mitici 777..in 5 anni possiamo competere per i primi posti.. intanto la serie B è dietro l’angolo. Proprietà della Spal? “Se lo scudetto l’ha vinto il Verona, possiamo vincerlo anche noi, salvi in serie B alla penultima giornata. Gli esempi di proprietà inadeguate nel calcio italiano non mancano, anzi sono la maggior parte. Ad oggi la cosa più importante è che ci siamo divertiti anche a Cagliari. La felicità è un attimo, meglio godersela che farsi mille pippe sul futuro. Come è finito il ciclo degli anni ’80, finirà anche quello di Setti.

Rispondi
cristiano

ma cercate di godervi il fantastico momento ! a volte mettete una tristezza unica , sembra quasi vi auspichiate il peggio .

Rispondi
hellasmastiff

D’Amico oggi è molto preso nelle sorti della sua creatura chiamata Hellas Verona e abbandonare la nave adesso che è a tutta dritta senza alcun intoppo è follia anche per 500 mila euro in più che la banda percassi potrà offrirgli…. lui riterrà che rischiare e guadagnare di più a differenza di aver a verona tutto sotto il suo controllo dal settore giovanile a tutto il mercato a 360° sar molto più gratificante che fare il mercenario a bergamo……. per questo ritengo e spero che si troverà la linea senza far vittime e feriti tra lui e Setti e di conseguenza mister Tudor……. oggi senza di loro non saremmo ma arrivati a questo punto dove tutte le squadre della massima serie incontrando l’hellas si caga.no sotto……… ho detto tutto……

Rispondi
Leo

Fatto bene a fare un articolo sulle parole stupide di Mazzarri. Peccato siate stati gli unici… póra Italia!

Rispondi
Sergio

Io “credo” che siano discorsi buttati lì tanto per….sia in questo blog che in altre parti. Ma se Sartori se ne va dalla dea da quello che mi è parso capire è anche perché è stato affiancato da un tale per la parte gestionale del mercato. Adesso obiettivamente D’Amico ha sempre rimarcato il fatto della filiera “corta” Presidente D. S. e allenatore, sarebbe un controsenso lasciare un posto così per andare dove non sei più tu il n°1 ma sarai il n°1bis ….. ma se a lui va bene…. che sia….

Rispondi
di fiera stirpe

io non ci vedo nulla di male in quello che ha detto Mazzarri, probabilmente voleva solo elogiare la mentalità e l’atteggiamento dei nostri giocatori a differenza della mollezza con cui la sua squadra ci ha affrontati.
Godiamoci i nostri splendidi risultati senza inventarsi caxxate inutili

Rispondi
cristiano

Allora personalmente penso che il ds sia sostituibile .. quelli da confermare sono il cholito ( trovare una punta prolifica a prezzi contenuti le impossibile) e poi ha lo spirito Hellas.. caprari e tameze .. ! Barak 30 mil via .. casale 10/12 via ( ritorna dawidovic e Coppola)

Rispondi
Vedhellas

Io sono tranquillissimo, a parte che il mercato non lo fa solo d amico, x fortuna, anche setti capirà di calcio, ma sono tranquillo perchè vighini ne imbrocca talmente poche, che cannerà anche questa, puri discorsi di fantasia calcistica. Juric è andato, e siamo messi meglio, anzi, tornerebbe in stampelle qui a verona. Dare sempre la responsabilità a setti se uno va o resta, mi sembra esercizio normale qui x telenuovo, salvo poi vedere in diretta i pianti di juric che si dà dello stron..zo per essersene andato, con stipendio anche più basso a torino. D amico è giovane, tempo ne ha, qui può operare bene ed in pace, sotto ad un fondo a bergamo può diventare un mero dipendente. Per me resta, ha anche un contratto e deve riconoscenza alla società, vinci a cagliari e non trovano di meglio di parlare di disgrazie, e il detto ” gli uomini passano, ma l hellas resta” chi l ha tirato fuori??? Patetici…

Rispondi
Leo

Infatti la ciliegina sulla torta sarebbe rubare un altro scudetto agli amico strisciati…. Orgasmo.

Rispondi
Pippolodacaldiero

Mi sembra di rivedere dinamiche tipiche del mondo del lavoro. Il piccolo imprenditore lascia andare i bravi collaboratori perché gli levano luce, il grande imprenditore li valorizza e su questi crea gli step di crescita della sua azienda. Vedremo…

Rispondi
hellasmastiff

la cosa positiva è certo che orsato non arbitrerà hellas milan in quanto già avuto ieri a cagliari……

Rispondi
Solohellas

Caro Vigo…..articolo senza senso. Questi articoli “provinciali ” di certo non aiutano a crescere….anzi , servono solo a consumare tastiere. Bravo a “criticare” D’Amico, Setti, giocatori….per poi a seconda della situazione saltare sul carro, scusarsi e poi ritirare m….. Giusto scrivere se si hanno dati effettivi ….diabolico esternare proprie idee e fantasie. Vorrei far leggere a chiunque tutto quello scritto in questi ultimi 3 anni senza far sapere l’esito finale….per poi dimostrare con i fatti l’epilogo finale….e vorrei sapere cosa ne pensa delle ALTE scritture. Non credo ti dica bravo. Meditare prima di scrivere è la soluzione migliore. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
jes

Comunque non penso che D’Amico sarà contattato dall’Atalanta, se non come osservatore o spalla del DS. Questa è una società che arrivata li vuol provare a crescere e secondo voi cerca come N.1 del mercato uno relativamente nuovo (solo negli ultimi anni l’ha fatto) e che non ha contatti coi grossi calibri? Per me è prestino per lui e cercheranno qualcuno con maggior esperienza…..

Rispondi
stefano 50/60

La vittoria di sabato certifica che Tudor mantiene ciò che afferma in conferenza stampa da tempo….chiaro che se restasse sarebbe il top, magari col d.s., …in società già lo sapranno senz’ altro ma è chiaro che le offerte ai due conduttori non mancano per cui non sarà facile rivederli qui l’ anno prossimo……alla proprietà, come dico da tempo, non si può imputare nulla..stan lavorando bene da anni, poi se cambi ci saranno che cambi siano sperando che si scelgano persone capaci…il Verona andrà avanti comunque e c’è sempre la possibilità che anche la proprietà cambi….se è vero, come si mormora oramai poco velatamente, che sul piatto di setti sono arrivate offerte di un certo tipo lui venderà, il calcio è materia che da un mese all’ altro cambia come e peggio del tempo……credo, opinione mia personale, che tutti questi rumors provengano principalmente dalla permanenza di questa proprietà…..un piccolo grande desiderio, a parte il toro del linguacciuto e la lazzie all’ ulitma giornata, non è che si potrebbe far cagare lamette arrugginite dalla parte larga ai milanisti ? ed in particolare a quelli che li tifano proveniendo magari da dopo l’ ansa di lungadige attiraglio ? come facevano un tempo prima di assistere al derby col corbiolo ? non c’è due senza tre si dice……

Rispondi
Leo

E avanti con le terronate del pendolino….
@Redazione: ma veramente??? Sentite il bisogno di imitare i borbonici?

Rispondi
k.

Lasciate perdere BIRIBANTI che parla solo per dare aria alla bocca.
Non ci aspettiamo niente ma obbligatoriamente stiamo alla finestra per capire cosa succederà dopo una stagione complicata e con la cinghia tirata all’ultimo buco

Rispondi
bardamu

Incredibile decisione dell’Osservatorio che ha dato il consenso alla vendita libera dei biglietti in tutti i settori per i provenienti da fuori regione. Sarebbe cambiato poco perché di veronesi bilanisti ce ne sono forse più che di concittadini che tifano l’Hellas, ma questo Osservatorio cosa osserva? Non sa che sono anni che gli strisciati che vengono nei settori considerati “tranquilli” vengono sottoposti a vessazioni di tutti i tipi, regolarmente registrati dai giornali?
Prevedo pache in est e in ovest. Sembra che qualche furbacchione strisciato avesse anche acquistato biglietti in curva sud e ora si stia affrettando a rivenderli…
E naturalmente poi assisteremo al solito coro sui tifosi beceri del Varona.

Rispondi
Solohellas

Ma che dici…..🤣🤣🤣🤣🤣……come ha detto l’osservatorio (di sto c…..) non esistono criticità tra le 2 tifoserie…..quindi benvenuti strisciati. Poi non lamentatevi se prendete qualche pappina nel muso. Ma dico io….sono più di 40 anni che ci sono problemi…..sveglia osservatorio….sveglia questura….sveglia lega. Non sto certo sollevando violenza nella maniera più assoluta ma voi fate di tutto per alimentarla. Tanto poi i cattivi siamo sempre noi…..allora W l’ ItaGlia. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Hellasebasta

e l’assegnazione di Doveri???????????? Servo dei potenti, scopriremo domenica se è al soldo del Milan o dell’Inter. Certo che un arbitro che pochissimi turni fa ha fatto imbestialire uno stadio intero più l’allenatore della squadra di casa, che prende un turno di squalifica per un errore marchiano sull’espulsione di Ceccherini e viene rimandato nello stesso stadio……..mah!!!!!!!!!!!!

Rispondi
stefano 50/60

I cretini, altro non si può chiamarli, che fan vendere biglietti oltre al settore ospiti, che bastava, son quelli che poi ti massacreranno..perchè è chiaro che se si alza qualche stronzo a prenderti in giro dopo un gol quello becca dei sacrosanti calci in culo…come succederebbe a noi se, facciam un nome, andassimo a nabule in curva b …..due anni fa ero in est centrale e ovviamente un imbecille si alzò al gol del milanM facendo gesti di scherno….il colmo era che questo demente era con un bambino piccolo che gli ha salvato il culo perchè c’ eran già tre dei nostri a scendere i gradoni per dimostrargli che essere così coglioni fino a quel punto era malsano….non c’è nulla da fare nelle poltrone del comando ci sono degli stronzi, e non solo nel calcio…

Rispondi
bardamu

Cia Stefano. Sarò complottista ma a me certe decisioni non appaiono casuali. Vedo che anche il sindaco è preoccupato. L’ideale per i media nazionali sarebbe che a prendersi du s-ciafe fosse un tifoso rossonero di colore. Riusciremmo a scalzare dalle prime pagine persino la guerra in Ukraina.
Per quanto riguarda la partita non mi faccio illusioni. Dal Palazzo è arrivato un messaggio forte e chiaro con la designazione di Doveri, e, soprattutto, i valori e le motivazioni in campo sono assai diverse ( i giocatori non sempre hanno le stesse motivazioni dei loro sostenitori ).
Però sono certo che i nostri si impegneranno. L’hanno già dimostrato a Cagliari e mi pare che ci tengano a finire bene.
Credo che assisteremo ad una bella partita che difficilmente finirà in pareggio, anche se preferirei assistere ad una partita orribile con risultato a noi favorevole.

Rispondi
stefano 50/60

Ciao Bar….si è stata una cazzata ma ha tutte le apparenze della combine per tirarci merda…..per quant’ è della partita, stavolta credo che non sarà facile anche sa da milano sponda interM qualche avviso subliminare sarà arrivato di certo…..il milan viaggia ma in attacco fa molta fatica per cui la nostra difesa non dovrebbe aver grossi problemi….poi in mezzo e dietro hanno qualità inutile negarlo…..le ultime partite dell Hellas però, cagliari compresa, dicono che i ragazzi e Igor non molleranno nulla a nessuno….insomma, vada come vada fermo restando che fottere questi stronzi sarebbe davvero fantastico…..ho citato sopra l esempio vissuto due anni fa con quel coglione che faceva gesti sconsiderati…io gli ho riso in faccia ma ripeto che dietro di me c erano tre dei nostri che solo perchè il mona aveva xcon se un ragazzino si son un pò frenati…..a mio avviso bastava dargli la curva nord al completo,sopra in mezzo e sotto…e così si potevano controllare…l osservatorio ? uno stipendificio con denaro pubblico per dare un lavoro a gente che non sa neanche pulirsi il culo…..credo che qualche conseguenza la beccheremo…….il rimedio ? batterli ancora e soprattutto una terza volta, peccato che forse ne usufruirebbe l interM…ma no se pol averghe tuto….con questo mio ho risposto anche all’ amico Leo

Rispondi
Leo

Ovviamente non si può prendere a pugni qualcuno perchè tifa una strisciata.
Ma è altrettanto ovvio che quando sei un ospite devi saperti comportare.
Ne vedremo delle belle, preparatevi.

Rispondi
Brunoconlasciarpadell'83

Più saranno e più bello sarà guardarli andar via a testa bassa. Non c’è due senza tre.

Rispondi
Vedhellas

Vinsar sarià l apoteosi, se riusciamo a castigarli sarebbe veramente come un altro scudetto, mi vengono in mente le parole del grande Zigo a savata busatta ” MA QUESTI CHI SI CREDONO DI ESSERE, OGGI VINCIAMO NOI ! ” Oltretutto, ci Hanno messo come arbitro un disonesto, e speriamo, che reduce dal fermo del dopo napoli, sperando lo abbiano multato di brutto, e remore degli errori fatti qui, non combini le solite caxate ai nostri danni. Mettiamo casale alle costole di leao, per il resto….GRANDE HELLAS, FORZA HELLAS, METTIAMOGLIELA NEL …..

Rispondi
 

Rispondi a Luca Preziosilli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code