Torna al blog

UNA FAVOLA A LIETO FINE

La commozione di Juric a fine partita è un po’ un cerchio che si chiude. La sensazione che questo match con il passato abbia chiuso un piccolo grande ciclo.

E’ stato il periodo più bello del Verona di Setti. La scelta dell’allenatore croato, ha dato vita a una favola bellissima. Sono stati tre anni meravigliosi, intensi, commoventi. Juric, D’Amico, Tudor, i preparatori, i medici, lo staff tecnico, la comunicazione guidata da Andrea Anselmi e naturalmente il presidente Setti hanno costruito qualcosa di magico, non scontato, difficilmente ripetibile.

Caratteri forti, passionali, che si sono incastrati perfettamente con la città, le sue ambizioni, le sue aspirazioni e che hanno creato squadre destinate alla storia. Le passioni “bruciano” dentro, lo ha detto Juric, lo hanno fatto capire le sue lacrime, soprattutto chi lavora senza tregua per colmare l’evidente gap con le altre.

Fuoco che probabilmente ha bruciato e sta bruciando anche Tony D’Amico, l’uomo che dopo Juric ha dato continuità e che probabilmente lascerà, non per avidità ma per incapacità a continuare a regalare la sua vita all’Hellas, così come ha fatto sino ad oggi.

Va così, finisce una favola, non l’Hellas Verona. Con pazienza toccherà ora a Setti ricominciare un nuovo ciclo partendo dalle persone giuste, dando fiducia ai suoi collaboratori più capaci, con il patrimonio di esperienza e finanziario che questi tre anni ci lasciano.

Comunque andrà è stato un successo, chiunque verrà dovrà essere un uomo Hellas, testardo, orgoglioso, di cuore, onesto, duro ma pronto a farci commuovere e a commuoversi. Come chi si appresta a salutare e a portarci sempre nel proprio cuore. E’ stato bellissimo e comunque grazie per le emozioni che ci avete regalato.

255 commenti - 5.699 visite Commenta

Hellasebasta

Chiunque verrà, in qualunque ruolo dirigenziale e anche le new entries nella nuova rosa, credo proprio si sentiranno sulle spalle una grande responsabilità; non far rimpiangere tutte i pezzi preziosi che se ne vanno sarà davvero un’impresa ardua. In bocca al lupo a tutti costoro, mi auguro solo che al di là di ogni cosa si calino nello spirito che da 3 anni aleggia in casa Hellas.

Rispondi
Luca

Condivido totalmente Gianluca : è finito un ciclo. Nessun colpevole, bisogna solo essere felici per questo hellas e ringraziare tutti i protagonisti di questo triennio fantastico! Godiamoci la trasferta con la Lazio nella speranza di conservare quel nono posto che lo meritiamo sicuramente più del Torino. Anche se oggi juric ha vinto alla grande su tudor : le seconde palle erano tutte loro… Abbiamo Setti!!! Per quel che si dica, sa il fatto suo, e sicuramente ha già le idee chiare sul futuro. Non ci sarà tudor con un nuovo Ds. Brucia ancora la partenza di juric e non farà lo stesso errore. Margiotta, Cataldi, Bocchetti, Veloso (rinnovo non certo per far parte della rosa ma con incarico diverso). Ho fiducia nel presidente per un hellas competitivo con volti nuovi! GRAZIE A TUTTI PER QUESTO TRIENNIO MERAVIGLIOSO!!

Rispondi
Claudio

Vigo, tutto bello, ma si vive sempre alla giornata. Per carità fiducia a Setti, ma l’anno prossimo mi sa tanto che vedremo qualche altra scommessa, che se fa male si va in B, se va bene parte per altri lidi appena finita la stagione

Rispondi
ak47

E’ la nostra storia, passeranno i giocator,il “presidente”, l’allenator ma il Verona resterà per sempre… peccato perchè questi potevano restare ancora un po!

Rispondi
cristiano

Certo che qua da noi nella nostra storia appena qualcosa comincia a girare per il verso giusto , immancabilmente qualcosa va storto.. non è mai possibile proseguire verso un direzione .. ogni volta un inghippo , una volta il problema è presidente poi l’allenatore poi il ds ma perché???? Se tutti dicono che la piazza è la migliore per lavorare.. che i giocatori rinascono .. che la tifoseria è là più passionale.. come mai non si riesce a consolidare un progetto???? Si sta sempre sul vago sul chi vala’ sul vedremo….

Rispondi
Alberto

Premesso che non mi permetto di mettere in dubbio la sincerità della commozione di Juric, quando in generale un giocatore, un allenatore e via dicendo…se ne va per guadagnare di più, generalmente spende belle parole. A meno che ci siano stati contrasti particolari…e talvolta nemmeno in quel caso. Credo questo succeda anche nel nostro piccolo, nel mondo del lavoro. Non dico falsità, ma buon senso. Opinione mia.

Rispondi
Martino

Va ben tuto, ma a maggio 2022 i le sa anca le piere che a Juric era stata offerta una cifra non dissimile da quella che prende a Torino.

Rispondi
auzzaider

Ricordo benissimo l’insperata vittoria interna con il Foggia utile per entrare nei play off e da lì in poi una bellissima cavalcata fino alla splendida giornata di ieri, tre anni che sono volati via molto velocemente in cui è successo di tutto in campo e fuori. Ora però è giusto guardare avanti perchè cambieranno i giocatori il presidente l’allenator ma il Verona resterà per sempre nel mio cuor!

Rispondi
Leo

Certo è che il doppio cambio allenatore/DS è davvero tosto, speriamo che setti ci veda dentro bene

Rispondi
claudio

Io penso che Tudor bravissimo a raccogliere il lavoro di Juric adesso può anche tornare ad allenare dal suo divano di casa da dove era stato preso visto che questo fenomeno nemmeno ieri ultima giornata di campionato si è degnato di salutare la sua tifoseria!cosi come tutte le altre partite in casa o in trasferta! questo fenomeno dovrebbe ricordarsi che senza la passione dei tifosi che pagano e fanno girare il carrozzone calcio ,lui sarebbe a fare operaio a 1200 euro al mese,quindi rispetto per i tifosi!

Rispondi
Martino

Questo è vero, lo vedo un po’ sconnesso, ma penso che faccia parte del carattere. È un buon allenatore, non un grande tecnico. Penso che Italiano valga due volte Tudor.

Rispondi
bruno

credo che il prossimo anno sarà diverso, ma sono contento di questi 3, mi sono divertito molto, cosa che non provavo da molto tempo, poi bisogna aspettare il mercato in generale mi sembra che tutti vogliono i nostri calciatori,anzi mi sembra dai giornali e dalle notizie che escono da verona calcio e altro ,che vogliono anche i raccatapalle be vedremo,sempre Forza Hellas.

Rispondi
Vedhellas

Vado controcorrente, le lacrime di juric mi hanno dato fastidio, è ancora sotto di noi di 2 punti mi sembra, e a torino non gli hanno costruito niente, bremer è gia venduto, belotti non fa più niente, pobega è prestito secco, etc etc. Non vedo nessuna programmazione, che non mi dicano che cairo programma qualcosa, vive anche lui alla giornata, se gli offrono 20 ml belotti è già via. Se d amico va via, amen, può darsi ne arrivi uno migliore, setti x me ormai come esperienza è una garanzia, può darsi anche che ad agosto l hellas sia già venduto, quindi ogni discorso è superfluo.

Rispondi
Pietro

Per come la vedo io, se qualcuno ha anche solo un dubbio tra stare a Verona e cambiare aria, che vada pure. Resta chi ci tiene davvero e per gli altri non verserò una lacrima. Per quanto riguarda Juric, le opzioni sono due: o se n’è andato perché voleva più soldi (scelta comprensibile, ma non chiedetemi di idolatrarlo allora) o perché voleva semplicemente cambiare aria ed evidentemente a Verona stava bene ma non così bene da sposare davvero il progetto, e anche in questo caso non mi si chieda di idolatrarlo. Comunque sia andata è uno che ha abbandonato la nave. Questo vuol dire che sia stato un pessimo allenatore? Assolutamente no, anzi. Lo stesso discorso si applica a D’amico ed eventualmente a Tudor.

Rispondi
Sergio

Hai ragione chi vuole andare contratto o non contratto che vada, tutti utili nessuno indispensabile. Se a Tony va bene andare a fare il secondo che vada…e grazie per quello che hai fatto. ,perche se Sartori è andato è perché non aveva più la possibilità di fare quello che voleva ma era filtrato dalla nuova dirigenza. Stessa cosa per Tudor. Altra cosa che mi dà fastidio è questo continua intromissione da parte dei procuratori sulle varie ed eventuali vendite o interessamento per i loro assistiti….un esempio è Casale testa completamente persa è non concentrato da un paio di giornate è cambiato completamente…. Caprari altro esempio anche ieri altro passaggio centrale a metà campo nel nulla, e ieri ci è andata bene non come domenica scorsa che ci siamo presi il pareggio. Troppo distratti tutti secondo me….

Rispondi
Vedhellas

Daccordo con te, Sergio, ieri come impegno molto sottotono, casale gia col milan perdeva colpi, ieri si perdeva anche senza leao da marcare, caprari ha ciabattato un tiro che non è da lui, certo, si può sbagliare, ma c è errore ed errore. Barak sta fuori perchè deve essere venduto, vedremo con la lazio, bremer già da una settimana ha finito il campionato, quindi, alla fine, tutti fanno uguale, preservano i migliori da vendere, ed i procuratori in questo sono maestri nel convincerli

Rispondi
ziga

Ma ghe un progetto qua a Verona?…
Comunque se si pareggiava con il Torino saremmo arrivati 9° matematicamente. Ora rischiamo di arrivare 11° e di essere sorpassati dal Torino e dal Sassuolo.

Rispondi
Raycharles68

Il progetto è il business: conti a posto, investimenti limitati, entry livelli per la categoria: prendi a poco gente che non può chiedere la luna, vendi a cifre medie appena girano bene e miri a mantenere la categoria creando utili…..se non ci riesci, azzeri e ci riprovi dal basso. Chiaro che se costituisce un entro level, appena chiunque cresce un po vuole uscire. Detto questo, niente di male…ma la passione è l’appartenenza che porta qualcuno a fare sacrifici per permettersi di seguire l’Hellas è solo dei tifosi, non certo degli addetti ai lavori….. almeno finché dura, perché prima o poi a forza di trattare il calcio solo come prodotto e i tifosi come clienti, qualcuno cliente ci diventerà davvero e magari sceglierà la concorrenza! Born to tribular….

Rispondi
stefano56

D’accordissimo con questi ultimi due interventi. Di Verona, dell’Hellas, della Storia non gliene frega niente a nessuno. Qui ci si rilancia, ci si cura, ci si mette in vetrina e poi, eventualmente, si piange. Verona solo punto di partenza. Il calcio è questo e sinceramente mi fa schifo. Casale vada dove vuole, idem Barak ( come va l’unghia?), caprari , simeone e soprattutto tudor ( sarebbe opportuno scegliere un allenatore italiano finalmente!)

Rispondi
Martino

Un po’ di coerenza da parte di quelli che mi danno del sognatore da anni DC! Quando scrivete voi sembra che i nostri tesserati debbano rimanere per affetto, stima nei confronti dei tifosi, per il lago, per il salado e per l’onore di far parte di una provinciale di lusso…quando digo mi che il calcio è soprattutto passione, sentimento e sintonia con il modo di essere della piazza, mi prendo del visionario. La verità è che bisogna AUMENTARE SENSIBILMENTE IL MONTE INGAGGI per poter trattenere un attaccante che va in doppia cifra, un difensore da 7 costante in pagella, un centrocampista box to box di caratura europea. Questo è l’esborso decisivo, non i 9 milioni buttati per Paparela, che comunque a me non dispiace come riserva sulla trequarti. Per quanto riguarda invece dirigenti e allenatori i fattori da prendere in considerazione sono completamente diversi.

Rispondi
Vedhellas

E a torino ghelo?? El sassuolo el vende facilmente raspadori, scamacca, defrel, boga l è sà venduo, el genoa l è in b, se te me disi chi l è a livello nostro economicamente che gà un progetto, te pago do bire. Juric l è sta tolto col le pese nel dedrio che no le volea nesun, certo, l a fato ben, ma ghera anca i sugadori, capiso andar al milan, o napoli, o squadre prima fascia, ma nar da verona a torino l ho visto sempre come un dispetto alla società, un tradimento

Rispondi
Alberto

Bisogna essere onesti ed ammettere che anche se ci fosse parità di ingaggio, se uno ha la possibilità di andare in una “big” (e questo non è il caso del toro e quindi di Juric, parlo quindi sempre in generale) i giocatori/allenatori optano per la big. Noi ragioniamo da tifosi, loro no. E nemmeno se fossero tifosi/veronesi de soca… Poi se vogliamo continuare a pensare che uno debba rimanere qua perché “ghe i Butei” continuate a farlo…

Rispondi
Vedhellas

Dai su, non raccontiamoci le barzellette, juric si era gia trovato con cairo al ristorante a metà neanche girone di ritorno, bruttissimo tra l altro, e poi viene qui a piangere. Una regola bisognerebbe rivedere, e cioè che se hai un contratto lo rispetti o paghi una penale, e questo x legge, adesso i contratti sono peggio della carta igenica, i giocatori come gli allenatori sono pagati profumatamente x fare bene, se un dirigente qualsiasi super pagato toppa, lo mandano sulle ortighe, nel calcio invece diventano tutti eroi

Rispondi
ziga

Mi so che in questi anni el Sassuolo la tegnudo Berardi e il Torino Belotti… per noi sarebbe fantascienza.

Rispondi
Vedhellas

Belotti gli ha messo la clausola rescissoria, pero, ai tempi, se gli davano 50 ml lo impacchettava subito e lo spediva.

Rispondi
Martino

Io penso che a parità d’ingaggio con un club piccolo o medio potremmo serenamente trattenere quelli che da noi fanno bene. Da un po’ di giorni danno il cholito prossimo a la vuelta per Valencia…ebbene, il Valencia attuale è paragonabile alla Fiorentina da noi…ogni tanto entra nelle coppe europee e ci esce alla velocità della luce. Perché un nostro giocatore dovrebbe decidere di muoversi da qua per navigare a metà classifica con una squadra in cui dovrebbe sputare sangue per essere titolare? Lo sapete quanto prende Barak qui?? 500.000 euro, che per un operaio sono 2/3 vite lavorative, ma per uno dei 5 migliori centrocampisti della Serie A sono ridicoli. Ora qualcuno mi dica per quale motivo non gli si offre 1 milione prima di lasciarlo andare…Se arriva il Sassuolo e gli offre 1 milione, i piastrellisti emiliani hanno la possibilità di portarci via uno dei nostri “top player”…il Sassuolo!!! Non l’Atalanta o il Tottenham.

Rispondi
Vedhellas

Dopo una vita che critichi società e setti, non hai ancora capito la gestione di questo presidente e perchè non è qui x mettere radici, anzi. Puoi parlare settimane, ma la società è sua, e finora i risultati gli danno ragione. Se ti aspetti che trattenga barak o casale, di fronte a 20 o 25 ml, ancora , ripeto, non hai capito niente. Un giocatore con 1 ml di ingaggio, come il nullafacente tornato a spalato, a busta paga, fatti due conti cosa costa, tra contributi e resto, poi capisci perchè noi, con l atalanta, siamo i meno peggio. Il bilancio conta eccome, vai a chiederlo a campedelli

Rispondi
Martino

Proprio perché ho capito perfettamente come ragione settorello sin dalla cessione di Jorginho a gennaio 2014 desidero che tolga il disturbo. Mi dà molto fastidio pensare che stiamo overperformando da 3 anni, affidandoci al fiuto di D’Amico che ha sempre magicamente trovato giocatori con caratteristiche tecniche e motivazioni giuste per fare bene qui. I vari Berardi, Belotti, divenuti bandiere, noi ce li dobbiamo scordare perché un carpigiano deve guadagnare i milioni giocando a football manager. Ma anche un Acerbi…5 anni al Sassuolo e in nazionale dal 2015. Un Benassi…3 stagioni piene col Torino. Djuricic…quarto anno al Sassuolo. Rogerio…quinto anno al Sassuolo. Sensi…3 anni pieni al Sassuolo. Peluso…al Sassuolo dal 2014 dopo aver vinto lo scudetto con i ladroni e giocando anche parecchio. Ferrari…quarto anno al Sassuolo. Come vedi il divario è imbarazzante. Il discorso poi che gli Squinzi sono miliardari non vale nulla per quanto riguarda gli investimenti nel club, perché il Fair-play finanziario impone un tetto di spesa molto basso che non può essere sforato.

Rispondi
NIKe

Certo, dopo un campionato del genere, venir superati in classifica da Torino e Sassuolo, che si sono dimostrati inferiori a noi, ed hanno recuperato punti nelle ultime giornate, quando tutte le squadre hanno mollato gli ormeggi mi girano di molto e non poco

Guinness

Un veloso 3 anni pieni e rinnovo. Un silvestri 4 anni pieni. Un zaccagni 5 anni pieni. Un Gunter 3 anni pieni. Un dawidovitz 4 anni pieni. Un faraoni 3 anni e mezzo pieni. Un lazovic 3 anni pieni… Dai su… Fa il serio

Giulio

Incapacità di regalare la propria vita all’Hellas…
..ma che discorso è, un DS emerito sconosciuto alla prima esperienza, dovrebbe essere grato per quello che Setti gli ha permesso di fare,non vuole restare,peggio per lui, arriverà un altro speriamo altrettanto bravo.
Passeranno i giocatori,il presidente, l’allenator… … figuriamoci un DS, io sarei molto più preoccupato se cambiasse la proprietà.

Rispondi
ziga

Che poi Barak, Simeone, Caprari sono buoni giocatori (quasi un lusso per Hellas) ma non certo da Top club: nessuno di questi 3. Forse solo Tamezè potrebbe esserlo.
Paparela lasemelo andar via par carità: col calcio el centra poco o niente. A rimorchio Gunter…

Rispondi
Vedhellas

Qua ti dò ragione, lasagna a 9 ml strapagato, ha una progressione che pochi hanno, ma non segna mai, neanche prima del resto. Gunter fa sempre un tempo perchè a rischio espulsione. Io guarderei alle retrocesse, johnsen e aramu per esempio, sono buoni giocatori che da noi renderebbero bene

Rispondi
Mir/=\ko

Johnsen e Aramu? Con quali soldi? Meglio la sconosciuta scommessa Polacca che costa poco o pochissimo.

Rispondi
Mir/=\ko

3 anni nei quali, a dispetto delle consuete “nozze con i fichi secchi”, si sono ottenuti risultati straordinari, ben oltre ogni più rosea aspettativa, grazie ad una serie di combinazioni favorevoli difficilmente ripetibili. Va anche detto che sono stati 3 anni nei quali, purtroppo, il livello del monte ingaggi è cambiato poco o nulla e ciò non è rassicurante in caso di mutamento degli attuali assetti tecnici e societari… Come ha già sottolineato qualcuno prima di me, alzare il monte ingaggi rappresenta realmente l’unica strada per provare ad invertire la rotta di una politica societaria che non ha un reale progetto di consolidamento! Trattenere qualche gioiello continua ad apparire una missione impossibile per questo presidente.

Rispondi
Sergio

Lascia stare l’ingaggio, i calciatori sono pedine dei procuratori che guadagnano cifre astronomiche sulle vendite di questi personaggi ed hanno tutto l’interesse a proporli ad altri club.

Rispondi
Martino

Seto quante olte il procuratore di Berardi ha tentato di portarlo al Milan e alla Roma? Ogni anno. E l’estate scorsa dopo gli Europei ha provato a ingaggiare un braccio di ferro con la società del Sassuolo, ma gli è andata male. Varda che Setti no le mia sfigà…poarin che el cata tuti lu i procuratori spietati

Rispondi
Martino

Per non parlare di quanti giocatori di categoria riesce o è riuscito a trattenere il Torino da anni…Lukic, Bremer, Rincon, Ansaldi, De Silvestri, Sirigu, Izzo, Ola Aina…tutti almeno 3 stagioni. Nel Verona gli unici che sono rimasto da almeno 3 stagioni sono quella disgrazia di Gunter, Dawidowicz che ha imparato a giocare a pallone lo scorso anno, Veloso che ha giocato solo la prima stagione e poi Lazovic e Faraoni…stop. Notate la differenza?

Rispondi
Vedhellas

Infatti l anno scorso erano praticamente quasi retrocessi, e questanno sono sotto di 2 punti

Rispondi
Martino

Intanto hanno creato uno zoccolo duro per 10 anni da quando sono tornati in Serie A, entrando addirittura in Europa League 2 stagioni fa. Averghene!

Rispondi
Vedhellas

Me tegno l hellas con setti, tudor, e forse sartori, ti va pure a torino dal croato piangente

Rispondi
Martino

Mi me tegno il Verona, ti va pure a Carpi par basar la pantofola del to paron, o el retrobotega se piase piasè.

Martino

I tifosi del Torino, come anche quelli del Genoa, sono convinti di essere supporters di una big che dovrà per forza ritornare ai fasti del pre Superga o dei campionati a 5 squadre sborade della Repubblica Cisalpina. Noi siamo più pragmatici…vogliamo solo tenere qualcuno dei nostri calciatori più forti anche dopo la stagione della consacrazione. Figuriamoci se a un presidente del Verona chiedo di entrare stabilmente nelle coppe europee.

Sergio

Già…. Faraoni il quale ha detto una cosa sensata e intelligente….. meglio essere la testa di un topo… che la coda di un leone……

Rispondi
Mir/=\ko

Juric se n’è andato per questo! Non esiste un progetto legato alla rosa. Basta una stagione particolarmente positiva e il giocatore che si è messo in luce diventa automaticamente una plusvalenza da mettere a bilancio. Qualche ipocrita sostiene che è così ovunque, ma mente sapendo di mentire. Gli esempi fatti da Martino qui sopra sono evidenti. Per non parlare di un certo Tonali che se fosse cresciuto nelle giovanili del Verona di Setti, avrebbe forse indossato la maglia della prima squadra per 6 mesi!!!

Rispondi
Vedhellas

È tornato Mirko, gloria a Mirko, dove sito stà tutto sto tempo??? Te sito fato na birretta con setti?? Scherso dai….ah, varda che jonhsen nol costa mia un sproposito..

Rispondi
Pietro

“Qualche ipocrita sostiene che è così ovunque, ma mente sapendo di mentire”

E poi citi come esempio Tonali, che non mi risulta che il Brescia abbia trattenuto con sé per più di una stagione in A

Rispondi
Guinness

Il Toro minimo perderà Pobega per fine prestito secco, Belotti a parametro zero, venderà Bremer, non riscatterà Brekalo perché costa troppo e lui vuole giocare in chempionz… Dai su fa il serio…

Rispondi
Martino

Tonali, 3 stagioni consecutive nel Brescia con mezza serie a di alta classifica su di lui. Casale, da incognita a punto di forza, messo sul mercato dopo 4 mesi in prima squadra e sfumata la cessione alla Lazio l’ultimo giorno. Notare la differenza

Rispondi
Martino

Comunque adesso vediamo se smobilita o se invece inizia un nuovo ciclo tecnico confermando quasi tutta la rosa attuale. D’Amico e Tudor da quello che ho capito sono già sicuri di partire, così come Barak e probabilmente Simeone. Vedaren ben

Rispondi
Martino

Tratta i calciatori esclusivamente come degli asset finanziari da cedere appena si tocca il valore storico più elevato e poi fa i discorsi sul club/famiglia alla cantina de Arcè….ma voi lo capite che non si può essere più stronzi di così??

Rispondi
Vedhellas

Va tranquillo, tra poco verrá il fondo ” amore gialloblu”, un fondo cinese che ti porterà tanto cuore e romanticismo, sono piu che convinto che ad agosto l hellas sarà già venduto, così finirá il lamento

Rispondi
Martino

Piuttosto di una tale dose di falsità e di pateticità come quella a cui abbiamo assistito assuefatti in questi anni, me va ben anca Mr. Chao che in videochiamata esulta a grido di “Fozza Valona!”

Rispondi
Vedhellas

So gia anche il nome del fondo cinese, la ” zugomi ozzugati investment ltd”, vuto metar quei quatro spandimer…a da carpi, dai….

Rispondi
Tex67

Penso che sia da cialtroni voler fare passare l’idea che contano solo i soldi e che tutti i calciatori siano uguali. Mezzucci di tifosi (ammesso che lo siano) che hanno come unico fine il difendere l’operato di una proprietà che pensa solo a fare plusvalenze. Dietro ogni calciatore c’è un uomo. Voler furbescamente appiattire tutto il genere umano per fare la marchetta quotidiana a Settorello lo trovo squallido. Certo, se tu mi vai a prendere solo calciatori che credono esclusivamente nel Dio danaro, è conseguenziale che questi, una volta disputato un buon campionato se ne vogliano andare in club che pagano di più o che, come minimo, sia più blasonato. Ma l’errore (se di errore si può parlare..) sta’ a monte. Basilare cercare prima le qualità umane e poi, offrire loro un progetto valido. E qui casca l’asino. A Verona non c’è nessun progetto. Se non quello di arraffare quanto più possibile. Chi cacchio vuoi che rimanga all’Hellas, dove i calciatori sono considerati solo delle plusvalenze? E per quale motivo, poi dovrebbero rimanere? Solo per fare arricchire il carpigiano? Nell’articolo si parla di “ambizioni” della città. Scopro ora che, a livello sportivo, Verona ha delle ambizioni. Sono altresì curioso di vedere, quest’anno, quale sarà per i soliti lacchè, il numero minimo di cessioni effettuabili dalla proprietà, per poter “rientrare dalle spese”….
La Verona pallonara è già pronta a ripartire da zero, altro che “ambizioni della città”!
Chi fa’ bene ogni anno viene cacciato: deve rimanere solo Lui. Qui non si sostiene più l’Hellas, ma un individuo, colpito da megalomania. Che tristezza. Mi è capitato di leggere che qualcuno abbia messo in dubbio la veridicità dell’emozione di Juric nell’intervista. Rabbrividisco pensando da quale pulpito giunga la predica: da presunti tifosi che da anni si bevono senza problema alcuno le più grandi panzanate di colui che dette il nome di “balle spaziali” alla società Lussemburghese controllante il nostro Hellas. Abbiate un po’ di dignità…. Comunque, Juric 1 Settese f.c. ZERO.

Rispondi
Sergio

Bene allora se invece di aver preso che so Simeone… Caprari…. Barak, ti avrebbero preso Bruseghin… Cappotti…. e Fasolo….dal castion…. non attaccati ai skei….. ma tanto attaccati ai colori gialloblù…. che avresti detto??? I tuoi discorsi nel calcio di questi ultimi anni non regge…. altro che progetto

Rispondi
Tizio58

Alcune riflessioni:
Giocatori: secondo te i giocatori moderni hanno i coglioni di gestirsi? No tutti a caccia del miglior ladro (procuratore) sulla piazza, e questo naturalmente gli tritta il cervello x i suoi sporchi comodi, ricordati dei vari Zigoni, Luppi che bracci di ferro con Garonzi.
Società: indicami una societa a capo un presidente che sa la storia, i colori ecc. cioè un presidente tifoso. L’ultimo x me è Percassi che però anche lui dopo anni de incassi x piazzamenti e plusvalenze ha venduto.
Plusvalenze: specialmente nelle società medio piccole coma la nostra anche ai tempi dei presidenti tifosi il meglio che usciva ogni anno veniva messo sul mercato, dunque penso che sia cambiato poco a parte i prezzi.
Il risultato delle mie riflessioni è che trovi pochissimi giocatori o presidenti che mettono al primo posto la squadra, ma sicuramente al primo posto il proprio portafoglio.
X finire è meglio che ci godiamo piu possibile quanto di meglio riusciamo a vedere, poi commenti positivi o negativi si possono esprimere, ma non essere ossesionati.

Rispondi
Leo

Comunque butei va ben tuto, ma cercate di evitare multi nick assurdi e cloni inverosimili dai… 🙂
Sensa far nomi era?

Rispondi
Martino

Domanda pure a Vighini se quelli che ti stanno sui coglioni sono il medesimo utente. Io invece so per certo che alcuni di voi appeasers utilizzano altri nickname per offendere…un volto “istituzionale” e un altro da leoncino da tastiera.

Rispondi
Leo

Cosa intendi con ‘Io invece so per certo che alcuni di voi appeasers utilizzano altri nickname per offendere’?
Usando il voi mi tiri dentro: di grazia, mi puoi dimostrare quanto sostieni? O è un attacco gratuito figlio di un brutto lunedì mattina?
Grazie.

Se veramente il caro Vighini facesse pulizia dei doppioni qui rimaniamo la metà secca….

Rispondi
Martino

Vieni collocato tra la schiera degli eccessivamente accomodanti così come io vengo collocato tra i ciodi rognosi anti-societari. Questo è il senso del voi. Dubito che tu personalmente ti serva di altri nickname per sfogarti, ma qualcuno degli utenti con cui condividi molte idee sicuramente ha una doppia faccia. Risolto il fraintendimento. Non so se pensiate che io scriva con la bava alla bocca, ma sono sereno come un neonato dopo la poppata. Se riuscissi a inserire qualche smile potrei risultare scanzonato, visto che tale sono caratterialmente, ma i miei messaggi con gli smile non vengono pubblicati.

Rispondi
Leo

Ah, ok: ora è chiaro.
Potrò scrivere anche monade a nastro ma lo faccio unicamente dal mio caro, vecchio nick.
Sarebbe ora si facesse una bella pulizia, magari citando chi usa multi nick (non penso ci siano problemi di privacy o altro…. potrei però sbagliare).
Dai Vigo, metti un pò di pepe e pubblicaaaaa! Stringiiiii!

Martino

Ma no monate a nastro dai, qualche monata fisiologica, come la scrivo anch’io.

Hellasebasta

Ma lo sai che credo proprio di quotarti in pieno? Faceva proprio così fatica venire a fare un salutino all’ultima in casa dopo che per un anno la curva si è sgolata per incitare, sopportare e far sentire la vicinanza sempre nelle buone e cattive partite?

Rispondi
Solohellas

Juric buon allenatore per quello che ha dimostrato….come uomo non lo conosco….ma per come si è comportato….parliamone. Nel calcio manca chiarezza….se ci fosse, addio trasmissioni sportive giornali e polemiche social. È tutto e solo business…chi crede ancora ai sentimentalismi passati ,alla non importanza dei soldi ,alla non influenza di certi personaggi ambigui…..credo sia fuori strada. Contratti milionari, ambizioni ….fanno parte del dna umano. È il modo…o meglio il non sapere che istiga pensieri nefasti a tutti. Quanto sarebbe bello se tutti i presidenti una volta al mese facessero un reporter con una bella conferenza. Dire chi vuole andare chi rinnova chi rompe le palle….etc etc….ma sarebbe un’utopia….sarebbe controproducente per tutto quel mondo. Quindi assorbiamoci titoloni slogan e prese per il c…. Tanto il circo continua e i perculati imperterriti e convinti credono ad un mondo fatto di “persone”che inevitabilmente e umanamente pensano ai loro interessi. Le critiche ci stanno tutte….e le risposte non ci saranno mai….forse sarebbe il caso di imporre delle regole per salvare quello che è rimasto del calcio, del tifo….prima che il baraccone per fare solo soldi venga omologato a vita. Buona giornata a tutti. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Martino

Altro campanello d’allarme che dovrebbe tenere le orecchie di tutti i gialloblù dritte come quelle di un dobermann…non vi siete accorti che, da quando siamo tornati in Serie A, il mercato in entrata lo fanno di concerto DS e tecnico, mentre quello in uscita è appannaggio esclusivo del ganassa? Ha trattato personalmente tutte le cessioni. Quantomeno irrituale tutto ciò…

Rispondi
Leo

L’irritualità a dirla tutta non mi preoccupa.
Quel che mi spaventa, come scritto sopra, è il doppio cambio Mister/DS: se lo sbagli rischi un disastro. Potendo scegliere: meglio semmai sbagliare un allenatore: il DS però non lo puoi cannare perchè è veramente fondamentale, soprattutto per chi ha budget risicati come il nostro.

Rispondi
Martino

Allora bisognerebbe andare senza titubanza su Sartori, se avesse ancora qualche cartuccia da sparare. Procacciatori che viaggiano a botte di culo come Marroccu o Capozucca ci farebbero malissimo…

Rispondi
Solohellas

Beh…..la risposta è semplice….uno è il presidente l’altro un dipendente. Non ho mai osannato Setti sia ben chiaro….ma se la baracca affonda ….il dipendente cambia casacca ….il presidente si prende(giustamente) tutte le feci di stampa ,tv,social e tifosi. È evidente che non farà mai campagne acquisti di centinaia di milioni ma allo stesso tempo da qualche anno ad oggi , non si può dire che ha lavorato male. Lo criticherei di sicuro se il suo lavoro fosse sbagliato….piaccia o non piaccia….chi vince ha sempre ragione. Pure io vorrei un presidente col portafoglio gonfio e che spenda…..magari un giorno arriverà…per il momento se vogliamo vedere la serie A a Verona le alternative non ci sono. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Hellas1971

Ma chi continua a contestare questa società e a dare del venduto a chi non la pensa nello stesso modo nel ventennio prima di Setti dov’era? Cos’è che lo rendeva così felice da disprezzare questo decennio? Che progetti c’erano prima di Setti?

Rispondi
Martino

Per quel che riguarda il me stesso tifoso, ti posso dire che se sei del ’71 podarea esar to fiol. Negli anni ’90 vivevo il calcio con la gioia e l’ingenuità di un bambino. Nonostante fossero trascorsi 12 anni dallo scudetto, vedevo quei tempi quasi sospesi nell’eternità, come dei miti. Mi bastava esultare per i gol di Cammarata o di De Vitis. Negli anni 2000 le docce gelate, gli improperi, la rabbia, l’orgoglio, la compattezza, l’acquisizione definitiva da parte mia della nostra identità…a fine anni 2000 festeggiavo una settimana per la tripletta di Selva all’Andria. Poco prima dell’arrivo del giostrar si iniziava a ventilare l’ipotesi dell’azionariato popolare e dello stadio di proprietà. Dal 2014 sento che la mia passione è ostaggio di un torbido megalomane che ha imbroccato 5 annate su 10 dalla promozione del 2013, inframezzate da parentesi e vicende grottesche. Ora, adesso, in questo preciso istante, non mi lamento di Setti, ormai più defilato rispetto agli esordi, ma della ricerca ossessiva della plusvalenza a discapito di una crescita più vigorosa. Abbiamo il freno a mano tirato e giochiamo d’azzardo ogni anno. Paradossalmente sono più soddisfatto della primavera, anche se desidero una maggior penetrazione nel nostro territorio d’elezione, il Triveneto…troppi buoni prospetti finiscono nel Padova, nel Cittadella, nel Vicenza, nel Pordenone.

Rispondi
Hellas1971

Mai come in questi anni sono usciti giocatori di valore dalla Primavera, siamo forse una delle prime squadre in Italia in quanto a giocatori che dalla Primavera finiscono in prima squadra e te ne esci con i prospetti che finiscono al Padova, Cittadella, Vicenza e Pordenone…sei incorreggibile, battaglia persa.
Dal mio punto di vista su 10 campionati ne hanno cannato cannato uno, quello in Serie A con Pecchia, però de gustibus…tutti palati fini qui

Rispondi
Martino

Quello con Pecchia non è un campionato cannato, ma un abominio e un marchio d’infamia indelebile per colui che ha preso in giro migliaia di supporters del Verona. Per quanto riguarda il primo discorso, penso di essere stato piuttosto chiaro…sono soddisfatto della Primavera, ma preferirei che gli scout presidiassero maggiormente il raggio di 80 km attorno al nostro capoluogo, perché sono sfuggiti ai nostri radar diversi buoni giocatori a km 0 in questi anni. Uno di questi è Luca Moro, un altro poteva essere Cristante. È un approfondimento rispetto alla mera constatazione che la primavera sta funzionando. Il famigerato “modello Atalanta” parte proprio dai tentacoli di Zingonia che si estendono su tutto il territorio lombardo e arrivano prima di quelli di Milan e Inter. Ad ogni modo, vorrei ricordarti che attualmente in prima squadra trova spazio il solo Casale…bene, ma non eccellente.

Rispondi
Hellas1971

Io me li ricordo gli articoli di quel tempo, c’era perfino chi ha fatto un topic dal titolo “sta nascendo il Verona più tecnico di sempre” e c’era gente che lodava il lavoro di Fusco…poi, come sempre, è il campo che emette la sua sentenza ma a posteriori boni tutti….

Martino

Chi non capisce una sega di pallone credeva che Fares e Valoti fossero dei campioncini. Io ricordo che a gennaio hanno deciso di retrocedere anziché provare a salvarsi…via i migliori ossia Bessa, Pazzini, Zuculini, Caceres, dentro ossi come Aaron, Matos o Petkovic che non segnava da due anni. Ricordo anche che Cerci era rimasto 10 giorni alle Maldive anziché fare riabilitazione, ma l’assuefazione alla miseria ci ha fatto scurlar le spalle a tutti quanti. Quella squadra era una Cassanata, un castello di figurine panini che veniva giù con un peto.

stefano 50/60

Se avete letto stamane sul giornale parrocchiale cittadino l articolo del super iper decano dei giornalisti sportivi locali, quello che nasconde sotto la camicia un banjo senza manico ed ha lunghi favoriti color fumo di londra, capirete che, almeno dall’ articolo, la società sta per essere ceduta assieme a diciotto slash diciannove membri della rosa oltre, beninteso, gran parte dello staff tecnico….propendo, come leggo qui dai Vostri post, che è arrivata l’ ora anche per noi dell’ Hellas di assistere, o schifeggiare, ad un calcio preda di tutto tranne che della fede per la maglia, che io conserverò comunque finchè campo e oltre….senza ciò preferisco altri tipi di passioni che, per amor della correttezza, qui non esplico anche se son certo che l’ avrete già capito…e anche condiviso…..detto questo non m illudevo che la cosa potesse ciontinuare su questi binari….magari conquisteremo ancora qualche splendida salvezza, anche lottando all ultima giornata, o magari berremo l amaro calice ricominiciando dal basso chissà…..vedo che più di qualcuno di Voi ha recepito bene d esser ostaggio di procuratori ed affini…..di allenatori silenti e lacrimanti, mi ricorda la fornero perbacco, o di giocatori che dopo aver toccato decentemente il pallone un pò di volte ammette con fare dottorale che non sa che farà l anno prossimo….la cosa che mi pare, ma sbaglierò, più probabile è che dopo le ammissioni sul dream team virgiliano il carpigiano cederà il Verona…se arriva come pare l offerta di cui si ventila cederà l Hellas di sicuro….deciderà lui poi se cederla coi fuoriclasse ( che in altre squadre vedranno ogni giorno il conto in banca più pingue ma il campo in foto o dalla panca, o dalla tribuna ) o senza……dopo molti anni tribolati ma sempre in mia presenza, come cita Hellas71, mi son divertito dal primo istante in cui è arrivato il Mandorla a Verona…qualche nube con pecchia in A, ma qui la colpa non era sua, e qualche altra con grosso…ma poi abbiam gustato campionati appassionanti….il futuro ? non lo scriverà certo la tifoseria….quella scriverà di sicuro altre pagine storiche di attaccamento lla maglia….ma lo scriveranno altri….abbiamo sempre la scelta di esserci o no…io ci sarò….e chi vuole andare vada, possibilmente tacendo, preferisco, e senza lacrime, mi fanno schifo certe lacrime…..qui a Verona abbiamo mille difetti, ma l ipocrisia la lasciamo ai ruffiani…..

Rispondi
Martino

Massa comodo scaricar ogni responsabilità sui procuratori Stefano. Chi vuole fare soprattutto calcio e moderatamente business mette al proprio posto i procuratori. Non tutti sono dei super manager come il fu Raiola o Mendes.

Rispondi
Martino

Per quanto riguarda le affermazioni di Setti sui futuri allori del Mantoa…me son sbregà dalle risate. 8 anni fa prospettava il modello Borussia Dortmund qui da noi…domani ventilerà il modello RB Lipsia dai magna nebia. È fattuale. È nella sua natura di ganassa.

Rispondi
ziga

Ma perchè quei del Napoli non gai mia vergogna de essere tra le prime 4? Se ricordeli mia che anni fa i era in serie C… podarea mia bastarghe de salvarse? Non si ripetono il mantra come facciamo noi: “Ricordiamoci dove eravamo”? E la Fiorentina ela quella che zugava in serie D? E adesso i vol addirittura andar in Europa… mai contenti!! “Ricordiamoci dove eravamo”; E el Sassuolo fin agli anni duemila chi casso erelo? Non certo un club calcistico serio. In sostanza concordo con l’esempio di Martino che ha detto che i tifosi del Genoa e del Torino pensano di essere tifosi di una big; noi invece… di una squadretta di provincia. Loro pensano troppo in grande noi troppo in piccolo…

Rispondi
Salta Sul Carro

Certo che, prendere ad esempio propio il Napoli e i loro tifosi (Napoli che tra l’altro, e’ in A da oltre 15 anni consecutivi…) vuol dire non aver capito proprio niente.
Per la cronaca, la Fiorentina e’ in A da 18 anni, noi invece da 3, e il Sassuolo apparteneva a uno dei 10 uomini piu’ ricchi di d’Italia, Setti credo non sia neanche tra i primi 500…sempre per dire cosa hai capito…
Puoi sempre abbonarti allo stadio “Maradona”, e godere assieme ai napoletani e alla loro mentalita’, nell’arrivare ogni anno fra i primi 6…

Rispondi
ziga

Eccolo li salta sul carro: tristo, ma tristo come quei della squadretta della diga. Guarda che sei tu che dai importanza ai ai napoletani , musso!! Altro dei “tifosetti”

Rispondi
Martino

Per travisare un discorso semplice e lineare come quello di Ziga bisogna proprio essere in malafede…Come ho già ricordato in un mio commento precedente, i miliardi degli Squinzi non valgono un cazzo se se hai in mano un club che fattura cifre modeste per il calcio. Cercati cos’è il Fair play finanziario e quali sono i parametri ai quali attenersi per evitare sanzioni ed esclusioni dai tornei nazionali e continentali.

Rispondi
Martino

I miliardi degli Squinzi sono serviti invece per finanziare il Mapei Stadium, ma nel calcio possono entrare solo come sponsor e sono comunque vincolati ad alcuni tipi di investimenti. Non possono essere utilizzati tutti per il mercato, altrimenti il Sassuolo potrebbe serenamente competere con le romane, con la Talanta o con la Fiorentina.

Rispondi
Salta sul carro

… non leggo i tuoi commenti, sono troppi e troppo lunghi, mi sono solo soffermato sulla cazzata immonda che ha scritto sto qua sopra. Paragonare il Verona a Napoli, Firenze, Sassuolo, vuol dire non avere idea di cosa si sta parlando.
Guardati i bilanci passati del Sassuolo, guardati cosa investiva Squinzi (soprattutto quando aveva come DS un certo Bonatti, che in un solo anno qua a Verona ha fatto quasi più danni di Cannella…), e poi rifletti. Comunque, se Verona vi fa schifo, al Maradona posti ghi n’e’….

Rispondi
Martino

Bon, me son fermà all’esordio del to comento e ricambio la cortesia. Non leggo i tuoi commenti perché non ne ho voglia. Per la cronaca…non scrivevo da due settimane. Se no qua sembra che io monopolizzi sempre il blog.

Rispondi
ziga

Brao brao leggi i bilanci… ahahah; el parla del sassuolo con na riverenza che gnanca el Real Madrid… tifosi 2.0

Rispondi
Hellas1971

Il Verona esiste da molto prima di Setti, anno di fondazione 1903, togliamo gli ultimi dieci anni tristi, vergognosi, infami, di ladrocinio e di tutto quello che volete voi. Rimangono a spanne 110 dieci anni. Guardiamo quanti campionati di Serie A sono stati fatti in questi 110 anni e che risultati sono stati ottenuti e poi facciamo pure i confronti con tutte le altre squadre d’Italia…

Rispondi
Hellas1971

Per te Setti fa schifo e va bene, togli gli ultimi dieci anni e dimmi se il Verona come potenzialità espresse nei precedenti 110 anni di vita può competere con tutte quelle squadre che sono sopra di noi o nei dintorni. Potrebbe competere con il Sassuolo pardon con la Mapei per il resto la vedo dura. Voi volete da Setti quello che il Verona, tolta quella magica parentesi degli anni ottanta, non è mai stato e mai sarà, Setti o non Setti.

Rispondi
Vedhellas

Ci sono 2 fazioni qui, che non andranno mai daccordo. La prima è dei cosiddetti romantici, che oltre alla spocchia di definirsi i veri tifosi dell hellas, credono di essere loro i presidenti della societa, e non sanno che se uno ci rimette, perde del suo, non vanno i cari e veri tifosi a rifondere le perdite. L Altra, di cui io faccio parte, e che conosco cosa vuol dire avere un azienda, con rischio annesso, e quali siano tutti i costi, perchè ne ho avuto esperienza x 20 anni, che invece appoggiano setti, dato che, come squadra di fascia media, sta tenendo i bilanci in ordine, a parte debiti contratti, di cui si vedrà, e la squadra, anche cambiando pedine, sta facendo molto bene. Un vero tifoso non vuole il fallimento, come il povero Arvedi, per amore dei tifosi, la differenza sta tutta qui. Chi vive sulle nuvole può starci, qui siamo sulla terra, e senza il dio denaro non vai da nessuna parte. Per il capitolo ds, petrachi non vuole?? Amen, un calcio in qlo e basta..damico va via????? Amen, se ne vada, qualcuno lo si trova sempre, sono convinto magari possa venire anche sartori. I giocatori vanno e vengono, ho piena fiducia in questa società, anche vendesse barak, simeone, tameze, casale, gunter, lasagna etc etc..questo è quanto, il resto discorsi malinconici di un hellas che non esiste più

Rispondi
ziga

Prima della “magica parentesi degli anni 80” (per me è stata grande anche quella quasi completa degli anni 70′) potevamo competere come potenzialità con le squadre che lottavano per lo scudetto o per la Coppa Uefa? NO!! … quindi perchè precluderci a priori la possibilità di sognare ancora anche se: il calcio non è più lo stesso… i procuratori…i conti a posto… giocatori mercenari… e bla bla bla
P.s. 3 Finali di Coppa Italia! Inezie… vuto metter el Sassuolo? Gli unici tifosi che ridimensionano all’inverosimile la squadra per cui tifano.

Rispondi
Vedhellas

A te non ti si preclude niente, puoi sognare finchè vuoi, l ambiente calcio ormai, volenti o nolenti, è questo. C è da dire anche che il fondo 777, o se setti vende, chi ci sarà, avrà un 25 ml o giù di lì se va in b, quindi hanno già le spalle coperte, una roflessione x cambiar discorso

Rispondi
Hellas1971

Perché il calcio non è più quello di allora, il Verona ha vinto uno scudetto con 15 giocatori, gli stranieri permessi erano solo due per squadra, quei fantastici eroi oggi sarebbero tutti nelle rose da 25 e più giocatori delle strisciate.
Oggi, volenti o nolenti per competere ad altissimo livello servono proprietà con tanti denari, Setti non ha ovviamente queste potenzialità ma mica è colpa sua se nessuna Mapei, nessun Commisso o nessun Percassi ha mai acquistato il Verona. E di occasioni per prendere il Verona a poco ce ne sono state infinite prime di Setti.
E se un magnate oggi volesse il Verona i 120 o 150 milioni che vuole Setti li caga in un secondo.
Io non ridimensiono nulla, penso razionalmente che oltre il nono o decimo posto sia complicatissimo andare per una realtà che ad oggi grandi capitali non li ha mai attirati.
Felice di essere smentito domani. Se poi mi dite che volete la veronesità e l’attaccamento alla maglia a prescindere dalla categoria posso anche essere d’accordo ma allora non parliamo di Europa, consolidamento o altro.
Dimmi Setti mi sta sulle belle, lo odio, chiunque venga al suo posto mi farà felice e non ho nulla da “contestarti” ma criticare Setti sull’aspetto sportivo mi sembra una cagata pazzesca.

Rispondi
Leo

Non capisco Sartori, che va dall’Atalanta al…. Bologna?! Che cambio oh, paura.

Per quel che riguarda noi: non mi dispiacerebbe Accardi piuttosto che Petrachi. Non mi piace Marroccu.

Rispondi
Martino

Ci può stare, se pensi che Sabatini è andato a Salerno…
Comunque Marroccu sarebbe una pedata de ponta negli zebedei. A quel punto li preferirei veder promosso Margiotta…mestierante per mestierante l’è mejo tegnarse quel che conosse xa l’ambiente

Rispondi
ziga

No va ben la memoria corta…Guarda che la spocchia l’avete avuta sempre voi; “noi” si criticava certe scelte della società; “voi” in risposta subito ad offendere sul personale… Sempre stato così, finchè ci siamo rotti i cogxxoni ed abbiamo iniziato a rispondere. Il punto è che i pretoriani di setti non accettano assolutamente nessuna critica sulla società (setti), vedono subito rosso: è sempre colpa dei giocatori, degli allenatori, dei procuratori, dei direttori sportivi, dei tifosi. Uno solo non viene mai toccato perché l’è innocente come un butin sulla cuna… strano era, dato che lè proprio quel che comanda. E non è nemmeno vero che ci si lamenta a prescindere: Quando se$$i ha esonerato Di Francesco ho sottolineato la positività della mossa e l’esborso che ha dovuto fare.

Rispondi
Salta sul carro

Allo stadio ghe solo Butei e basta, bastava essere allo stadio domenica e vedere come è stata accolta la squadra.
Qua, nel regno della tastiera Over 60, “noi”… “voi”… tanta acidità, e nemici immaginari contro cui combattere.
Ma una sana partia a bocce?

Rispondi
Vedhellas

Allora secondo te, chi viene qui e fa un discorso, e, vedi il caso mio, è stato allo stadio x 40 anni, ma ora non può, deve chiedere il permesso a te o ai ” butei” de quindesani, che magari i ghe va da du, quindi diventiamo da tastiera perche abbiamo 60 anni. E quando segnava un pareggio magrin con l atalanta, e se scatenava la guerra, ti erito in prima linea?? Dai, femo un ragionamento serio x piacere

Rispondi
stefano 50/60

Ciao Saltasulcarro…sensa rabiarse tra de noialtri ah che nò lè mai el caso…….come ghè veci, come mi, che no rompe mai i coioni e se limita a dir la sua, ghè veci che iè sempre malmostosi lo so……. ghè dei buteloti che iè adorabili, ma ghè nè anca, e te lo sotoscrivo, che iè stupidi ..come quel che mè capità in sto campionato, nei arcovoli, imbriago come nà piopa …..dopo se dise ah ….per cui vedi, c’è di tutto…..non per questo però il tifoso attempato è meno valido di quello rampante….paga il biglietto o l abbonamento…va anch esso in trasferta….e vede se la proprietà lavora bene o no…e la critica….ma applaude la squadra…..poi, personalmente, a me da parecchio fastidio che qualche giocatore, tramite chi l assiste, facia dichiarazioni di incertezza…se hai voglia di andare buon viaggio..ne verranno altri……ma sostengo sempre la squadra, non i giocatori o altro..ma la maglia, e chi l indossa deve comportarsi in modo irreprensibile, a partire da chi è proprietario..che ha fatto bene ma ha anche giocato a poker sulla nostra pelle….perciò non faccio sconti, tranne, ripeto, alla maglia..quella è al primo e unico posto….fosse portata anche sul più modesto dei campetti….

Rispondi
Vedhellas

Caro Stefano, il passato per loro conta solo quando c è da contestare la società, tu puoi essere andato 100 anni allo stadio, ma se adesso sei a casa sul divano perchè non hai piu voglia di prenderti un cubo de porfido sul cranio, sei passato, sei un tastierista,un lecca della società. Questo è il loro modo di ragionare, come quelli che scrivono che basta aumentare gli ingaggi x trattenere i giocatori. Non gli sono bastate le panzane e i pianti greci di juric, non hanno ancora capito che se tameze va al napoli è perche va bene al giocatore andarci, perchè gli danno il triplo, che vol dir sei volte, tasse comprese. Perchè d amico, pur avendo un contratto, va via??? Se setti gli aumentasse percentuale provvigioni e stipendio, lo stesso se ne andrebbe, quindi tutti discorsi campati per aria senza senso

Rispondi
Martino

Come ho già detto e come dovrebbe suggerire una banalissima deduzione logica, per dirigenti e allenatori non basta aumentare l’ingaggio, ma si deve prendere in considerazione progettualità, deleghe, budget, flessibilità nell’operare e un’infinità di altri aspetti. Questa società è quella che mandò via Maietta nonostante fosse stato l’unico a offrire un minimo di affidabilità nell’annata 2013/2014…parole di Mimmo, non invenzioni di Martino. Voi continuate a credere alle favole.

stefano 50/60

Vedhellas buongiorno……Ti dirò….vado ancora allo stadio, in trasferta un pò meno perchè, giustamente come sostieni, la probabilità di trovarsi nei casini è alta, e comunque se vado in trasferta vado nel settore ospiti perchè quelli che vanno nei settori dei locali cosa vuoi, per me rimangono come quelli che attraversano le strisce senza guardare perchè tanto HANNO LA PRECEDENZA e finiscono con la ragione invalidi o morti….detto ciò posso dirTi di aver vissuto molte ere calcistiche e, incredibilmente, ora che la qualità dei giocatori, di moltissimi, è quella dei wrestler tatuati hanno ingaggi e protettori di lusso……ho detto qui più e più volte, molte sul blog di Fioravanti, che simpatie o antipatie a parte il lavoro di questa proprietà è stato positivo nei risultati….alivello comunicativo meglio lasciar perdere, ho avuto conferme sul fatto MASCETTI da far accapponare la pelle, e a livello bilancio dieci con lodi tenendo ben presente però l’ anno di pecchia in A….venduto per incassare in fretta i soldi del paracadute che arrivano ben prima di quelli delle tv, amen…e anche dopo l esonero del Griso beh, se non è zuppa è pan bagnato…..ora le voci di cessione a non si sa a chi corrono….probabile che 4 o 5 dei nostri migliori giocatori vadano altrove e si ricomincia anche con un nuovo d.s.
posso dirtelo ? e chi cazzo se ne frega…io andrò col mio abbonamento e sarà quel che Dio vorà…….per me l Hellas è un bagaglio che ho nel cuore e senza esso il calcio mi romperebbe non poco i coglioni….in generale eh…..vedere gente in campo che per la moda del momento calcia la palla ai tremila all ora perchè forse l avversario sbaglia e tu vai in porta non è che mi entusiasmi…come non m entusiasma l ambiente…i tatuaggi….le dichiarazioni del cazzo pre confezionate….ma l Hellas è una faccenda che racchiude gran parte della mia vita, per cui……ho visto giocare fenomeni veri, uomini autentici, ho visto partite incredibili…..ora in A arrivano parecchi ronzini, forzuti, pieni di troie, tatuati, ma in quanto a talento non assomigliano a certi giocatori neannche quando pisciano se permetti….se poi, come giustamente sostieni, vanno a nabule perchè li gli danno san gennaro ricoperto d oro buon viaggio…il campo però lo vedranno quando c’è da diserbare perchè in quelle società sai come va vero ? basta che Ti faccio uno dei mille e mille esemopi…pessina, quanta panca fa ma
quanto forte è sto ragazzo ?
misteri…..
ps.se vien el fondo, no de cafè spero, staremo a vedar…..anca parchè fra poco o el vende el virgilio, o el Verona……vorà dir che ndarò ancora al menti a sperar de tor par el cul i magnagati……famme saver cossa te pensi de stè mè putanade…grassie

ziga

E qui chiudo… Come bacino d’utenza di tifosi è più importante quello dell’Hellas o del Sassuolo? Hellas son sicuro che ci sarà anche tra 50 anni (eh si anche senza setti se pol andar avanti lo stesso) il Sassuolo non penso proprio… non ha tradizione calcistica. Loro dipendono in tutto e per tutto da Squinzi, noi esisteremo anche senza Se$$i. Se Il Sassuolo fallisce saranno in 300 a vederlo in Serie D; se l’Hellas fallisce saremo in 10000 comunque. E una squadra non puoi tenerla in Serie D con 10000 tifosi…

Rispondi
Hellas1971

Ma su questo nessuno ti contraddice, noi esisteremo sempre ma finché la Mapei butta dentro sotto forma di sponsorizzazione 22 milioni all’anno è dura arrivare sempre davanti al Sassuolo. Il Verona andrà avanti sicuramente anche senza Setti, su questo non ci piove. I risultati che sta ottenendo Setti e parlo di tutti questi dieci anni però non sono facilmente replicabili ed è la storia che dice questo. Tutte le altre considerazioni su Setti, la sua trasparenza, la sua simpatia e la sua totale assenza di empatia nessuno le discute ma sminuire l’aspetto sportivo perché “sta sulle balle” non ha senso.

Rispondi
Tizio58

Comunque qua è giusto discutere, è giusto sognare, è giusto chiedere una continuità, è giustochiedere rispetto x il passato, ma PURTROPPO chi guadagna o ci rimette le sempre uno e questo stai sicuro che non puo portare avanti una società di calcio con i nostri 180 euro di abbonamento ma deve guardare oltre, e SFIDO chiunque di voi se aveste la possibilità di essere in quel posto a immeter soldi di tasca vostra x far felice i tifosi fareste alla stessa maniera dei presidenti attuali e quando non incluso solo Setti e il Verona ma la maggior parte delle società

Rispondi
Tizio58

Dimenticavo ho visto che MARTINO ha deto che erano due settimane che non scriveva forse appare solo quando il Verona perde???!!!!!

Rispondi
Martino

E se scrivo dopo una vittoria o dopo un pareggio come è capitato molto più spesso? Che polemica è mai questa? Scrivo quando ho tempo e quando ho voglia. Fra l’altro mai ho scritto per tirar luame contro la squadra dopo un gara combattuta, nonostante la sconfitta.

Rispondi
Martino

Io davvero non capisco se qualcuno finga di essere stordito dal primo caldo, se io e altri “sognatori” scriviamo in modo incomprensibile o se si faccia di tutto per travisare i discorsi in modo sistematico tenendosi la verità e la ragione nelle scarsele. Vardí che no l’è mia un contest de polemisti, no semo mia dalla suocera coi baffi per picarne col catetere come Sgarbi e Mughini.
Si chiede a Setti di aumentare il monte ingaggi di 4 milioni per trattenere chi ha già dimostrato di avere i piedi buoni e le palle quadrate, magari provando un paio di buone scommesse sul mercato come è stato fatto fino ad ora. È questa la famigerata continuità di cui parliamo. Ma davvero credete che non abbiamo la forza economica per offrire 1 milione netto a Barak?!?? Allora mi spiace, ma risulta evidente chi viaggia ad alta quota fra nuvole e chi invece ha capito alla perfezione la politica dell’affarista che ci sta regalando gioie in questo triennio. Tameze è un altro che prende 500mila netti all’anno…ripeto la formuletta…ma davvero credete che non disponga della cifra per proporgli un rinnovo a 1 milione netto??? Se la risposta di qualche ingenuotto dovesse essere “Certo che non li ha”, lo spernacchio in anticipo e gli rispondo che in tal caso potrebbe decurtarsi l’onorario visto che PRENDE PIÙ DELL’AMMINISTRATORE DELEGATO DEL MILAN, porca e po straputana. Vi ricordo che ci siamo liberati di ingaggi pesanti come quello di Kalinic o anche di Magnani, che non si sa come mai prendesse 600mila euro a stagione.

Rispondi
Martino

Due sacrificati all’altare dell’autogestione sono sufficienti per mandare avanti la baracca. Già 3 cessioni importanti inizierebbero a stonare. 4 cessioni importanti = smobilitazione.

Rispondi
Martino

Lasagna e Gunter rauss…il resto della ciurma, se è disposto a trattare un rinnovo per cifre ragionevoli, deve rimanere. Fra i sacrificabili ci metto anche Montipó che non mi ha convinto appieno.

Rispondi
Martino

Già che ci sono, siccome sono un grafomane e me ne vanto, per concludere il discorso faccio un accenno anche al mercato in entrata. Abbiamo già tanti giocatori da temprare e da inserire negli schemi questa estate: Coppola, Cancellieri, Retsos, Praczelik, Tochi Chukwuani. Se ci liberassimo solo di Gunter e Lasagna, dovremmo inserire esclusivamente un altro centrale, magari migliore del tedesco in marcatura, più un cambio dignitoso per Caprari. Mi vengono in mente N’Koulu e Aramu. Vi sembra impossibile uno scenario simile? A me no.

Rispondi
Mir/=\ko

Soluzione interna “al risparmio” per quanto riguarda il DS, con la promozione di Margiotta direttamente dal settore giovanile e cessione nell’ordine di: Barak, Tameze’, Casale, Caprari e Simeone. L’importante non è il risultato sportivo ma i guadagni. Se ti va bene e hai una grande fortuna fai tre anni ottimi e se va male fai la fine del Venezia.

Rispondi
Martino

Anziché dire a nuora perché suocera intenda vi potete rivolgere direttamente all’estensore del commento al quale vi riferite.

Rispondi
Martino

Poca fadiga darghe il triplo a Tameze…vuol dire 1,5 milioni, quelli che prende Simeone, che prendeva Pazzini, che prendeva Kalinic. A un centrocampista del genere puoi continuare a dare 500mila euro? Voglio dire…da due stagioni è il nostro miglior mediano ed è anche grazie a lui che siamo stati a ridosso della zona Europa per mesi…può continuare ad avere Tameze lo stesso ingaggio di Andrea Schiavone della Salernitana?? Cazzarola ma fate le persone serie una sola volta su questo blog! Dov’è l’offerta di rinnovo?? Perché non glie la fanno?? Perché i nostri DS non rilasciano mai una dichiarazione?? DP!!!

Rispondi
Vedhellas

I te l ha sa dito anca in turco, e nonostante, te continui a filippiche su filippiche, ad agosto te vedarè che l hellas l è venduo, l a sa dito che el tien el mantua, e se par caso i prossimi che vien i ne manda in b, te vegnarà in mente tute quele che te spari, se te ghe dè de più a tameze l è steso, el va al napoli comunque, in più te domanda anca i altri de più, l é un effetto a cascata. Me par imposibile che no te capisi ancora quanto costa un sugador a busta paga, l è incredibile

Rispondi
ziga

Giro la prospettiva: Ma scusate ma Temezè non aveva 4 anni di contratto? Quindi cosa vuol dire che vuole andar via? Comanda lui o setti? Quando fa comodo allora setti segue i capricci del giocatore? I ghe offre tre volte de più… Poteva fare a meno di firmare un quadriennale; se pensava “allora” di essere così forte poteva fare un annuale o un biennale. Giusto gratificarlo per l’incredibile miglioramento che ha fatto quest’anno ma comunque ha firmato un contratto per tot euro e quindi “se setti vuole” può rimanere qui a 500.000 euro all’anno. E non comincemo con i soliti discorsi da sboroni: chi non vol star qua che el vada pure via! Voi veder se gioca male apposta cosa succede…

Rispondi
Vedhellas

Non ti è mai balenata nella testa l idea del perchè fanno firmare quadriennali?? Donnarumma e andato via a zero, dico zero, perchè non ha rinnovato, il milan ci ha smenato 50 ml minimo, vuoi che setti faccia la stessa fine con tameze o altri?? Anche d amico ha un contratto, e come vuoi che lo trattenga?? Col bostik???

Rispondi
Martino

Quindi secondo te se rinnovi il contratto al rialzo a Tameze e Barak, devi rinnovare anche a Casale e Dawidowicz, per esempio, che hanno già rinnovato da pochi mesi?? Mai visto che un rinnovo faccia partire una catena di ricatti. Che due giocatori decisivi alzino assieme le pretese succede spesso, ma non ho mai visto tutti i titolari di una rosa chiedere un ritocco d’ingaggio perché “a Tizio danno tot, alora anca a mi”. Mi spiace ma questa è una cazzata.
A Donnarumma hanno fatto pervenire 3 offerte di rinnovo sempre più alte nel giro di 5 mesi…mi sai dire quante offerte di rinnovo hanno fatto a Tameze o a Barak?? Zero. Non puoi insistere con questa tiritera che loro vogliono assolutamente andare via da qui perché 1) Non li conosci e non conosci le loro intenzioni, 2) Non hai una prova di ciò che affermi dal momento che non gli è stata offerta una gratificazione economica adeguata alle loro prestazioni.
Ti ripeto la domanda… perché solo all’Hellas Verona il DS, chiunque sia, da anni, non si sottopone ciclicamente a quelle conferenze stampa in cui si discute sul futuro dei tesserati e della squadra??

Rispondi
Martino

E anche questo anatema che continui a ripetere del “te vedarè dopo Setti che fine che te fè” non ha alcun senso, e ora ti spiego il perché. È responsabilità dell’attuale proprietario accertarsi, attraverso commercialisti e organismi preposti, che l’acquirente possa sostenere gli investimenti e che abbia le carte in regola per gestire un club come il Verona. Se il ciuccia sigari ci lascia ad un altro tapetar come Mirzakhanian è colpa sua, non delle congiunture astrali, della sfiga o di Martino che desidera liberarsi di lui da anni. È chiaro? Lo stesso Setti ha affermato più volte che, qualora dovesse cedere il Verona, sarebbe sua premura lasciarlo a qualcuno che abbia una maggiore forza finanziaria.

Rispondi
Martino

Again…stiamo parlando di quel personaggio che era andato a Milano con la figlia per vendere Kumbulla a Marotta, ma che poi si è visto sfumare l’operazione perché il ragazzo ha voluto fortemente rimanere a Verona fino al termine della stagione. Ma ancora parlate? Ancora credete che la gestione di settorello abbia vagamente qualcosa a che fare con lo sport? Siete tifosi o manichini per il crash test??

Rispondi
Vedhellas

Vai a chiederlo a damico xchè non ti spiega niente, magari è in linea con la società. È una pura balla che chi vende deve accertarsi di qualcosa, di cosa dovrebbe accertarsi??? Di mantenere il verona in a, di accontentare te o la piazza, di mantenere una continuita di bilanci a posto?? Vende e basta, o vuoi che vada a controllare l operato del possibile acquirente??? Vivi su un altro pianeta, su questo non ho dubbi. Al caro juric dava più del torino, ma è andato lo stesso, il lacrima da spalato. Quelli come te, che credono che arrivi il salvatore, ripeto, non sono ai confini della realtà, ma fuori proprio

Rispondi
Vedhellas

Contesti montipò che ha fatto meglio di silvestri, criticavi su zaccagni, e caprari è andato meglio, e andato il centrale alla samp, e anche lì critiche, ma gioca sempre ferrari e qui non si è sentita la mancanza, addorittura contestavi perche volevi che prendesse parametri zero da 35 anni, cosi su quelli non lucra, critiche di tutto e di piu..seto cosa te digo?? Ti te si brao, te se tutto, te conosi i bilanci e le spese, fa na bela cordada e vedemo cosa te fè, vedemo se a 30 ml te lo vendi barak o te lo tien, tuti brai a parlar coi sche deialtri..i risultati parlano, solo quelli..e il prossimo risultato è una vendita

Rispondi
Martino

Montipó che ha fatto meglio di Silvestri poi è grossa, ma grossa come una casa. Silvestri è stato il nostro titolare per 3 stagioni. Per due stagioni e mezzo ha fatto il fenomeno guadagnandosi una meritatissima convocazione in nazionale. Nel girone di ritorno lo scorso anno ha avuto un calo di rendimento come il resto della squadra. Due anni e mezzo mostruosi e tu adesso mi vieni a dire che Montipó è meglio. Ma lo fai apposta a sovvertire la realtà con questa tenacia??

Rispondi
Martino

Quindi se Setti ci lasciasse a un prestanome manigoldo nullatenente non gli imputeresti nulla?? Secondo te non sarebbe suo interesse cedere a chi potrà pagare, senza dilazioni ventennali, i 100 milioni che chiede?? Ti rileggi ogni tanto? Ti rendi conto che non ha logica ciò che scrivi e che attribuisci sempre significati diversi alle parole semplici e lineari di quelli che ti sei scelto come nemici su questo blog?
Questa è la terza volta che ti scrivo la stessa cosa per quanto riguarda la vicenda Juric e, di riflesso, anche la querelle D’Amico…per dirigenti e tecnici i fattori da prendere in considerazione sono tantissimi a differenza di quelli che contano per i calciatori, ossia schei e ambiente.

Rispondi
Solohellas

Da manichino ti rispondo Sig. Martino. Un ingaggio per esempio di 1 mln….alla società costa 2…..ed è una goccia del mare. Sai cosa vuol dire bilancio? Sai cosa vuol dire fallimento? Non so se ti ricordi il signor Chiampan per tenere certi giocatori che fine ha fatto? Sul groppone ho 45 anni di stadio trasferte sciafoni e finestrini rotti….ho visto il Verona vincere e sprofondare nella m….. e per esperienza ora la società è sana e lavora bene. Tu parli di progetto ,budget, giocatori di livello….Beh anca a mi me piasaria portar fora la Belen…. Bello e giusto sognare idiota è chi si illude. Solo l’esperienza fa capire quanto di bello abbiamo oggi che non potrà o potrà essere ancora più bello domani. Poi…coi schei dei altri semo tuti siori. Aspetto con ansia i commenti sulla campagna acquisti. Sono 4 anni che sento di miracoli ,culo, giocatori scarsi,di ciclo finito….mi fermo qua…. Buona vita a tutti. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Martino

Guarda, mi sono fermato alla prima frase, cioè alla premessa…subito una grande cagata. 1 milione netto non costa 2 milioni alle società di calcio. L’aliquota è circa il 43% a cui poi si sommano altre aliquote comunali e regioni, per un totale che mediamente si aggira attorno al 50% dell’imponibile. Fate tutti i fenomeni su sto blog ma poi struca struca l’ultimo attestato che vi è stato conferito era il battesimo.

Rispondi
Salta Sul Carro

…le aliquote non vanno aggiunte sul netto, ma tolte dal lordo.
Non hai idea di cosa stai parlando…ma dai dell’ignorante agli altri.
Fenomenale.

Rispondi
Martino

Ti però te pol zontarghe 200mila euro, così, per enfatizzare. Dai che t’è googla anca ti dopo aver scritto il commento…

Salta Sul Carro

Quindi googoli perche’ non sai le cose, e poi dai degli ignoranti senza titoli agli altri? Mi pare un ragionamento lucido e lineare…
La meta’ dei commenti di questo blog saranno tuoi, scrivi in modo ossessivo compulsivo, rispondi a tutti (quindi qualcuno lo si legge per forza), litighi con tutti, e poi… dai del “bulletto da tastiera” a me?
Ma una sana partita a bocce assieme alll’altro che fa i paragoni tra noi e i napoletani, non credi ti farebbe bene?

Martino

Tu sei un altro di quelli che appena è apparso ha iniziato a comportarsi in modo scostante e irriverente con chi non santifica Setti. L’altro giorno sei anche riuscito a litigare con chi la pensa esattamente come te, quindi…perchè credi di potermi fare la morale? Ipocrita. La metà dei commenti sotto questo post saranno miei…ma dal blog io posso rimanere assente anche per mesi senza commentare, come è già accaduto spesso. Puoi gongolare quanto vuoi per il mio errore, ma ciò non toglie nulla ai miei ragionamenti precedenti. Abbiamo ancora un monte ingaggi da neopromossa quando invece ci sarebbe la forza economica per alzarlo, confermando chi ha fatto bene.

Salta sul carro

… bulletto da tastiera, ipocrita, fenomeni senza attestati, io so tutto perché ho Google e niente di meglio da fare.. . smetto quando voglio…
Che tenerezza.

Martino

Non tutti possono essere uomini d’un pezzo come te, patetico giustiziere del web.

Martino

Il tuo contributo al blog è irrilevante da sempre. Ben vengano quelli che tu definisci frustrati

Rispondi
Alberto

Ciao Martino, sono sollevato nel rendermi conto di aver di meglio da fare..
Tra l’altro il mio era un commento, ammetto si probabilmente superficiale, e buttato lì in risposta a nessuno in particolare. Non riesco a capire perché ti sei sentito chiamato in causa…boh dimmi tu.
E zo bire e cantàr anca senza partìe…

Rispondi
Martino

Forse perché sto parlando di mercato? No te pol mia lanciare una stoccata generica proprio mentre sono in totale trance agonistica…a tuo rischio e pericolo.

Rispondi
Martino

Per inciso…io e Ziga scriviamo anche fuori dalle sessioni di mercato, ma questo tel se perfettamente. Massa forte il richiamo da leoncino da tastiera.

Rispondi
Vedhellas

Intanto, cominciamo col dire che quello che offende sei tu e non gli altri, ma tu sei maestro nell imbrogliare le carte. Sei anche maestro nel non capire o fare finta di non capire. Ho detto, e ripeto, che se una società mette sul piatto 150 ml x prendere l hellas, ed è gente che paga, setti incassa e va a mantova, non va certo a controllare cosa faranno o non faranno, o tu cosa vuoi??che gli faccia firmare una garanzia di serie a a vita?? Per secondo, dici fesserie, un giocatore con un netto da 1 ml di euro, costa alla società più di 1,8 ml, e questo non lo dico io, ma chi cura i bilanci delle società, quindi non è il 43%, ma l 80%. Per ultimo, che tu ci sia qui o no, interessa poco, ti ricordo, parlando di quanto si è destinato setti, che longega, in collegamento dal pedavena, affermò tempo fa che poteva x lui anche destinarsi 10 ml se l hellas andava bene, e nessuno in studio lo ha contestato, quindi, secondo te, siamo tutti manichini che l ultimo titolo lo abbiamo avuto col battesimo, longega compreso

Rispondi
Martino

1) Appena sei comparso sul blog, Andrea, hai iniziato ad attaccarla parecchio alta. Se mi dai fra le righe ripetutamente del visionario e del frustrato anziché discutere senza tirare in ballo la persona, non aspettarti poi che io porga l’altra guancia. Da li l’offesa del “bagattino” e tutto ciò che ne è conseguito. Di insulti anche pesanti me ne hai scritti senza remissione. Non sei migliore di me e non puoi permetterti di dare lezioncine. Il mio rispetto l’hai perso appena sei apparso, perché hai un modo di porti irritante e furtivamente offensivo.
2) Quello che “dici e ripeti” l’hai scritto solo nel commento a cui sto rispondendo. Qualcuno che deve vendere a caro prezzo si informa sempre sulla solvibilità dell’acquirente. Se qualcuno può permettersi di pagare 100 milioni e Setti se ne accerta, come è ovvio, probabilmente ha una forza finanziaria che fa impallidire il tuo beniamino, perciò, questo si che lo ripeto, il tuo anatema del buio dopo Setti mi sembra quasi una tua recondita speranza per poi poter venire su questo blog a rintracciarlo al tuo acerrimo nemico Martino, a Ziga, a Tex e a tutti quelli con cui hai cioccato… perché, intendiamoci, hai cioccato con parecchi utenti…
3) Visto che sei così informato sul fisco dei calciatori, tenendo per buono ciò che mi dici, due rinnovi a Barak e Tameze a 1 milione netto ciascuno, contando anche gli 800mila di tasse, farebbe 1 milione in più di stipendi + 1,6 milioni in più di tasse. 2,6milioni. Non possiamo ancora alzare il monte ingaggi dopo tre anni di Serie A?? Allora Setti si tagli il suo onorario sproporzionato, mostruoso, dissennato, così possiamo progredire un minimo.
4) Io qui ci sono quando ho voglia di esserci e non cerco affatto la tua approvazione e quella di nessun altro. Scrivo su tggialloblu da 11 anni e continuerò a farlo anche dopo che tu ti sarai stancato.
5) Longega è una brava persona, ma non è infallibile e non prendo per oro colato una sua boutade fatta sull’onda dell’entusiasmo.

Rispondi
Martino

Andrea, è inutile star qua ad intestardirci per spiegare le nostre ragioni. Io non riesco a capire le tue e viceversa. O meglio, capisco perfettamente la tua soddisfazione per quanto è stato fatto negli ultimi 3 anni, ma io ritengo che la gestione di questo presidente sia puntinata di schifezze al punto da non riuscire ad apprezzare nemmeno quello che di buono ha fatto, perché sicuramente ha qualche merito. Non so se il futuro ci riserverà una proprietà molto più ricca, più trasparente e corretta nella comunicazione, o se dovrò rimpiangere questo presidente. So solo che noi ci saremo sempre e che sicuramente non vale la pena accapigliarci fra di noi. Sono sinceramente dispiaciuto per averti offeso qualche settimana fa e spero che tu serba meno rancore di me. Chiedo scusa anche al paron de casa, perché probabilmente con la mia animosità avrò allontanato involontariamente qualche utente dal blog.

Rispondi
Vedhellas

Mettiamo i puntini sulle i, perchè mi sembra che tu faccia solo confusione. Cominciamo col dire che ho scritto PUBBLICAMENTE QUI, e non come certi che appaiono e scompaiono, che ho dovuto cambiarmi il nick perchè un altro, e l ho detto anche a lui, scriveva con un nick uguale al mio, guarda caso, è comparso proprio questionando con te ed il tuo amico TEX. Solo un caso???? Non credo. Per secondo, tu hai offeso a dx e a manca, essere qui da 11 anni non ti dá nessuna autorizzazione, anzi, dovresti insegnare, e inveci ne spari talmente tante che ormai non si contano piu. Per terzo, studia prima di scrivere a vanvera, ripeto, le hai toppate tutte, dai giocatori, ai bilanci, ai fallimenti che non ci sono. Perchè non ci parli del dissequestro dei 6 ml?.. setti può destinarsi ciò che vuole, la società e sua, e lui è amministratore unico, a bologna si destinano 800000 euro, ma quanti sono??? 4 ??? 5 ???? Setti ha fatto molta esperienza, non è come il sindaco che l ha smenata un anno, e poi i messicani erano una bufala colossale, se vende, su un affare simile, ci sono fior di avvocati e commercialisti che curano la vendita, quindi si presume che non siano tutti come il cinese dell inter. Per ultimo, se damico o tudor vanno via, meglio x loro, si cambia, questa è la filosofia di setti, e questa è la mia, la riprova, senza juric abbiamo fatto meglio, quindi tienti le tue idee, ma non scrivere cavolate, i tuoi romanzi hanno stancato. Intanto hanno preso piccoli per liberare damico, sembra, quindi anche lì setti ha fatto bene, piccoli è un buonissimo prospetto

Rispondi
Martino

Ti ripeto, partiamo da due visioni inconciliabili, perciò è inutile continuare a battibeccare. Che io le abbia toppate tutte è qualcosa che continui a ripetere perché non accetti che possa esistere il mio punto di vista, quello di Tex, di Mirko, di Ziga, di Papo e di migliaia di altri tifosi del Verona. Per quanto riguarda il tuo vecchio nickname, ti invito a leggere sotto i post di Vighini di 3 o 4 anni fa, in cui vedrai spesso commenti di un altro Andrea, assieme ai miei commenti e a quelli di Tex67. Ci possa sputtanare l’admin Vighini se siamo la stessa persona. I miei romanzi avranno stancato te e chi la pensa come te, così come io non riesco più a leggerti senza avere i conati. Ti ho chiesto tante volte di evitarmi, mai hai messo in atto una persecuzione sino a farmi sbottare. Potrò apprendere da te qualcosa riguardo gli oneri fiscali, ma sicuramente per via di comportamento e atteggiamento non hai nulla da insegnare. Ora ti chiedo per l’ennesima volta di eliminarmi dal tuo orizzonte visivo, assicurandoti che verresti ricambiato con enorme gaudio. Io continuerò a scrivere, ti piacciano i miei romanzi o meno…come se tu poi fossi telegrafico. L’ipocrisia è la tua cifra. Evitiamoci in pace…addio Andrea ex butel in pensione.

Rispondi
Solohellas

Sig. Martino….io non ho assolutamente offeso. Tu invece con arroganza e prepotenza dai consigli delucidazioni ed elargisci offese senza motivazione. Sarà che il mio ultimo attestato sia il battesimo…..purtroppo non tutti possono essere intelligenti ed avere le pareti piene di titoli….aggiornati ovviamente. Gestire una società non equivale giocare a football manager…… Buona vita a tutti. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Hellas1971

D’Amico è il DS del Verona da 4 anni. Per tre anni e mezzo è stato deriso e considerato un incapace da quasi tutti, tifosi e stampa locale in primis. Adesso sembra che D’Amico sia il Maradona dei DS e che senza di lui non esisterà più il Verona. Che cose buffe.

Rispondi
Solohellas

Hai ragione H71. Sinceramente non credo sia una mancanza della società, probabilmente può essere un discorso economico,una crescita professionale. Il buon Tony sa perfettamente la dimensione Hellas e se ha fatto questa scelta….faccio i migliori auguri. La cosa strana è che il sig. Sartori , fino a qualche mese fa desiderato da tutti i grossi club, vada via …a quanto dice la stampa …a Bologna. Bravo Tony o scemo Sartori? Resterà una risposta indefinita. Purtroppo a Verona santificano solo chi fa le valigie…sputano addosso a chi arriva….per poi rivoltare le carte. Non mi sorprenderei che il giorno che se ne andrà pure Setti(anche domani per me se arrivasse di meglio)….affiorano le vedove lacrimanti. Vedremo un po’ le evoluzioni. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Mir/=\ko

A mio avviso, in questi 3 anni c’è stata una straordinaria e perfetta CONCATENAZIONE DI EVENTI FAVOREVOLI e molto FORTUNOSI, che hanno generato i lusinghieri risultati sportivi che sono sotto gli occhi di tutti. Eppure, nonostante questa sintesi pressoché perfetta tra DS e guida tecnica, il “ciclo delle meraviglie,” sembra davvero al capolinea… Il Verona ha raccolto il 110% di quanto è stato seminato, inutile raccontarci tante favole! Ad abbandonare la nave per primo è stato Ivan Juric che ha preferito il modesto Torino al Verona di Setti ed ora sembra essere arrivata anche l’ora del DS. D’Amico. Perché queste partenze cicliche se qui è una sorta di paradiso in terra????? A mio avviso, accantonando per un attimo il pianeta giocatori, la motivazione che porta allenatori ed DS a cambiare destinazione a dispetto dei risultati, è legata ad un budget ancora troppo ristretto, che viene destinato sia al mercato dei cartellini, sia agli stipendi dei giocatori e questo non garantisce un consolidamento qualitativo a livello di rosa e conseguentemente la permanenza di DS e allenatori che preferiscono disporre di maggiori certezze. Purtroppo non esistono ancora punti fermi né a livello di rosa né a livello di ambizione sportiva È evidente che il persistere con la politica delle classifiche “nozze con i fichi secchi” sia in sede di mercato, sia in sede di monte ingaggi, alla lunga espone a dei rischi notevoli che possono vanificare nella stagione “sfortunata” quanto di buono è stato fatto in precedenza. Il fatto che D’Amico se ne vada è un pessimo segno, in quanto a dispetto delle plusvalenze di questi anni, non c’è ancora alcuna volontà all’orizzonte di assicurare maggiori risorse al chi opera sul mercato.

Rispondi
Hellas1971

Juric é personaggio atipico dal quale ti puoi aspettare tutto ed il contrario di tutto, gli altri se ne vanno perché ci sono almeno una decina di piazze in Italia più prestigiose di Verona. Che piaccia o meno questa è la realtà. Se Verona fosse una piazza top del calcio italiano qui Setti non sarebbe mai arrivato.

Rispondi
Franceso

Hellas1971 per tradizione da graduatoria ufficiale figc mi sembra sia 12esima che è comunque una buona posizione, poi se vuoi aumentare il blasone(che ripeto è già un buon blasone) devi continuare a migliorare i risultati.

Rispondi
Hellas1971

12esima non significa essere un top club in Italia significa essere una buonissima realtà di provincia che quando imbrocchi tutto arrivi ottavo, nono, quando le imbrocchi a metà ti salvi faticando e quando sbagli la stagione retrocedi.
Il Verona è sempre stato questo se togli quei pochi anni magici che tutti sappiamo che temo, ahimè, siano irripetibili.
Tutti vorrebbero migliorare i risultati ma arrivi ad un punto oltre il quale non vai altrimenti se fosse ipoteticamente possibile migliorare ogni anno tutti vincerebbero lo scudetto e tutti andrebbero in Europa e nessuno sarebbe in serie B o serie C. Ma la realtà è un’altra.
Il tifoso giustamente è un sognatore ma è anche irrazionale, si abitua in fretta ed in fretta non apprezza più quello che ha sognato per anni. Quando eravamo in B od in c avremmo messo cento mille firme per tornare a San Siro, all’olompico ecc, avremmo messo mille firme per vedere Toni capocannoniere con la maglia dell’Helals, avremmo messo mille firme per arrivare noni, decimi, undicesimi in serie A.
Ora abbiamo la pancia piena e un nono posto non è apprezzato perchè si vuole l’Europa,il consolidamento, i progetti e tutte ste cose qui. Poi quando arrivi in Europa non va più bene nemmeno quella.
Non vedo vie d’uscita per questi “lamenti anacronistici” daq blog.

Rispondi
Solohellas

Mirko ,accetto la tua considerazione….ognuno giustamente ha un proprio pensiero, ma minimizzare e screditare il lavoro di Tony relegandolo solo a fortuna non credo sia giusto. Non l’ho mai visto entrare in campo con collane di aglio e cornetti e spargere sale…tipo Oronzo Cana’. Ha fatto il suo lavoro ,con le risorse disponibili, secondo me molto bene. Altrimenti non sarebbe andato in un club sicuramente più ricco e ambizioso. Nonostante,e lo ribadisco, a me Setti non piace…..dire che la società in toto ha avuto solo una dose spropositata di fortuna sia illogico e di cattiva espressione. Tony in un momento up ha avuto la sua chance e come credo gran parte del genere umano l’ha colta…..successo o rimpianti dipenderanno dalla sua bravura e non dalla fortuna . Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Martino

Si trova per puro caso una formula che funziona alla perfezione, scoprendo di avere in casa il DS migliore d’Italia (così dice il premio conferitogli) e non si fa nulla per confermare 3/4 dei protagonisti nonostante non sia proibitivo, però beccarsi un onorario più alto di quello del super manager Gazidis, quello si che è irrinunciabile. Setticrazia. Siamo tutti tifosi della Settese.

Rispondi
Hellas1971

Fai la somma dell’onorario di Setti in questi 10 anni e sommali con l’onorario dei vari amministratori del Milan in questi dieci anni e poi dimmi dove pende la bilancia.

Rispondi
Martino

Certo, ma qual è stato il fatturato del Milan negli ultimi 10 anni? È sceso in Serie B il Milan negli ultimi 10 anni?

Rispondi
Hellas1971

Certo ma se Setti teneva la media del Verona nel ventennio precedente al suo di onorari ne avrebbe presi ben pochi

Rispondi
Hellas1971

Noi pensiamo di essere una squadra gloriosa perché abbiamo vinto uno Scudetto. Il Torino di scudetti ne ha vinti 7 con 5 Coppa Italia, tutti conoscono il Grande Torino,
Il Torino nella sua storia ha disputato 78 campionati in Serie A, noi 31. Ma noi consideriamo Verona una grande piazze e Torino no. Sognamo pure ma un po’ più di razionalità in certe considerazioni non guasterebbe.

Rispondi
Martino

Torino ha iniziato ad arrancare più o meno negli stessi anni del Verona, intorno al ’90. Le ragioni profonde che hanno portato Torino e prima ancora Genoa ad essere delle “big” sono uniche e irripetibili…quel contesto socio economico fa parte della storia e non potrà più tornare. Da quasi 30 anni il Veneto è in grado di attirare capitali, mentre il Piemonte si è deindustrializzato. Uno dei motivi, forse il più importante, per cui il Verona non è ancora stato acquistato da qualche grosso industriale veronese o da qualche investitore istituzionale è la zavorra della politica. Bisogna solo sperare che una delle figure testé citate decida di correre il rischio di farsi marchiare come mecenate di fassisti.

Rispondi
Martino

Eh si, hai ragione. Devo smetterla di puntualizzare con quelli coi quali non c’è dialogo. Sempre lo stesso errore… è più forte di me

Rispondi
InHellasWeTrust

Parliamo di cose inconfutabili:
Il Verona è da 3 anni la squadra rivelazione del campionato
D’Amico il DS sotto gli occhi di tutti
Tudor (e Juric prima) idem
Caprari, Simeone, Barak miglior stagione di sempre
Casale, Montipo e soprattutto Tameze in crescita esponenziale…
Ora o è il momento di fare uno step per ambizioni ( che vuol dire consolidare la rosa, e aldilà di qualche sacrificio, rinforzarla alzando le spese) o smantelliamo tutto e ricominciamo da capo come al solito, sperando di azzeccarle sempre tutte.
Secondo voi cosa sceglierà setti?
Io ho già la mia risposta e da un paio d’anni confido nel mantova.

Rispondi
InHellasWeTrust

Prima di setti (82-85 a parte) non siamo mai stati così bene sportivamente e economicamente, abbiamo un’opportunità forse unica e bisogna fare una scelta. Poi io non chiedo l’Europa, ma per la prima volta di abbellire la casa senza per forza ricostruirla, perché prima o poi il geometra sbagliato lo becchi.

Rispondi
Leo

😆😆😆
Faccio ben io la sintesi :
Setti Raus$$
W Setti

Le 2 fazioni stanno combattendo con grande animosità una lotta senza quartiere, con grandi competenze in tema fiscale, giuridico, sportivo finanche sociale.
Un “disturbatore” di nome Alberto è stato prontamente ripreso dalle milizie pretoriane a difesa del verbo originale.
Si segnalano altri interventi minori da parte dei soliti cloni, utilizzati anche come claque digitale.

Dal blog è tutto.

Rispondi
Enrico Marchesini

🤣🤣🤣
Niente di nuovo quindi sul fronte occidentale. Torno a dormire allora.

Rispondi
ziga

“salta sul carro” piccolo fans de De Laurentis ghe leto con mi per caso? A bocce, gioco che non proprio mi attira, ghe zugarea solo con ti…

Rispondi
Vedhellas

Potete star qui a parlare cento anni, le posizioni non cambieranno mai. Solo una riflessione: il povero Martinelli l hellas lo ha dato a setti, non a rana, a calzedonia o altri, xchè qui dei cari veronesi tifosi, non c è n e uno che si impegna col calcio, visti i trascorsi. E non dò loro torto. Setti ha sempre detto che prima vengono i bilanci, e questo è quanto direi anche io, certa gente qui deve mettersi nella testa che l azienda hellas non ha solo ds e calciatori da pagare, ci sono un sacco di dipendenti, affitto stadio, trasferte mi sembra non siano gratis, ritiro precampionato, affitto centro sportivo con vitto e alloggio giocatori, voglio dire che qui sembra che prendere in mano una società siano solo rose e fiori, ed infatti, el nigerian, par dir, l a venduo parchè el ghe ne ciapava na brenta. Poi ci sono i soliti che continuano a battere sui 3,5 ml che si è destinato, è un compenso che può assegnarsi, e quindi???? La squadra va bene, il ds, cari i miei tifosi, va via perchè vuole lui, per ambizione, non può pretendere che setti gli destini il budget dell atalanta, il discorso che vanno via perchè non gli aumenta lo stipendio sono balle, juric avrebbe preso di piu qui, ma voleva comandare, come ha fatto a torino, piangendo x 6 mesi, ma lì ha abbassato le orecchie. Ripeto, gli uomini passano, l hellas resta, damico è gia a bergamo, promuoviamo margiotta, che può essere anche migliore, e aspettiamo a giudicare. A gennaio erano tutti venduti, ma siete stati smentiti. Il caro MARTINO, bravo a fare i conti coi schei deialtri, se chi prende l hellas topperá di brutto, sará pronto a dare la colpa a setti, perche doveva vigilare a chi darlo, o dopo la vendita, arriviamo anche a questi ragionamenti sballati e senza senso. Amen

Rispondi
Salta Sul Carro

Considerando che in tutta Verona, oltre a te, nessuno mai si sognerebbe di prendere proprio i napoletani per fare un confronto con noi…non serviva un master in sagacia per arrivarci.
Peccato non ti piacciano le bocce, perche’ secondo me, tu e il tuo collega esperto in economia googolata, potreste essere una coppia strepitosa.
Tipo Da Silva e Morante…

Rispondi
Martino

Mea culpa, non sono un tifoso commercialista come te. Mi basta il buon senso per capire che si potrebbe anche alzare de un pelo il monte ingaggi anziché mantenerlo stabile per continuare a scommettere.

Rispondi
Vedhellas

E perchè allora, a juric dava più di cairo, ed invece è andato a torino?? Continui a non capire, secondo te basta alzare gli ingaggi perchè uno resti, un ragionamento sbagliato già in partenza. Io non sono un tifoso ragioniere, ma meglio pensare ai conti, piuttosto che fallire, o no???? Tutti quelli che osannavano Arvedi, sai milioni che ha perso Arvedi?? Tu neanche lo immagini, perchè sei il prototipo del tifoso che critica a dx e a manca, senza neanche sapere il costo di una societá. L hellas ha parecchi debiti finanziari, sui 40 ml mi sembra, ha quasi 70 ml di costi l anno, e tu mi parli di ingaggi da aumentare????? Certo, apprezzo molto uno che pensa a pagare i dipendenti, piuttosto di dare 2 ml lordi a tameze

Rispondi
Salta Sul Carro

“Fate tutti i fenomeni su sto blog ma poi struca struca l’ultimo attestato che vi è stato conferito era il battesimo.”

Il problema non e’ il non esser commercialista, ma l’aver dato degli ignoranti agli altri, pur scrivendo di una cosa di cui non sai assolutamente nulla.
E’ sempre stato detto, da tutti, e su ogni media locale e nazionale, che l’ingaggio netto di un giocatore costa all’INCIRCA il doppio a una societa’ (dipende dagli scaglioni)
Ma tu riesci a scrivere che e’ una”grande cagata”, pur non sapendo niente in materia, e credendo di essere piu’ furbo di tutti.
Ed e’ sufficiente per catalogarti.
E’ facile pontificare sul come andrebbe gestita una societa’ che fattura decine e decine di milioni di euro, quando non si ha la la piu’ pallida idea di come funzioni nella realta’.
Personalmente, pero’, non lo trovo un esercizio particolarmente intelligente.
Il monte ingaggi, per dirti, e’ gia’ cresciuto progressivamente nei primi 2 anni di A, e molto probabilmente, lo sara’ anche per il terzo (inutile che googoli alla ricerca di dati che non sai interpretare…rimedieresti un’altra figura di merda, fidati).
Il problema per quelli come te, e dell’altro esperto di bocce napoletane, e’ che non sareste contenti nemmeno se fossimo arrivati 5 in classifica…perche’ a quel punto saremmo dovuti arrivare quarti e andare in champions league.
A me non interessa un cazzo di Setti o non Setti, io tifo Verona e basta, e sono contento di come sta andando il Verona, e sono stracontento di esser tornato allo stadio a tifare di nuovo assieme ai Butei.
E ho la senzazione che invece a te e ai vari lamentoni di professione, queste cose interessino meno di niente, ma che proviate soddisfazione solo nel criticare, sempre e comunque.
Non so cosa accadra’ il prossimo anno, ma prima di fasciarmi la testa, preerisco fare questo incredibile esercizio di…aspettare, vedere, e poi giudicare.
Ricordo che in B, nell’anno di Grosso, c’erano decine e decine di persone che prevedevano un imminente fallimento, con un Setti scomparso in qualche isola sperduta con il paracadute in tasca.
Com’e’ o come non e’…invece, ci apprestiamo a fare, dopo oltre 30 anni, il quarto anno consecutivo in serie A.
Bravura? Fortuna? Non lo so, e non me ne frega un cazzo, perche’ E’IL VERONA che fara’ il 4 anno in serie A, e io saro’ di nuovo la’, a vederlo ancora, comunque andra’, con o senza D’Amico, Tudor, Setti, o qualsiasi altro giocatore.
E tu invece? Se ti si bruciasse il router?
Cosa faresti?

Rispondi
Martino

Il mio atteggiamento è perfettamente calibrato e tarato sul tenore dei vostri messaggi, cazzaro multinick. Se fai capolino solo quando di tratta di screditare chi non la pensa esattamente come te, non puoi aspettarti gentili riscontri. Oltretutto con quel mio commento non ho assolutamente risposto a te, ma SoloHellas. Non hai alcun motivo per essere risentito e per continuare le tue invettive da leoncino da tastiera, perché questo sei. Il fatto che tu segua le partite da un settore piuttosto di un altro non ti dà alcun diritto di pontificare e di guardare dall’alto al basso. Su questa piattaforma sei l’ennesimo mona che ha un po’ di tempo da buttare come me. Ricordo che nell’anno di Grosso i Butei ai quali ti appelli orgogliosamente avrebbero voluto appendere per lo scroto l’amministratore unico. È proprio perché amo il Verona e non IL TUO PRESIDENTE, noto liquidatore di rose, che mi agito senza sosta quando i nodi arrivano al pettine. Tu sei un altro che non può permettersi di insegnare nulla alle altre persone, tantomeno agli altri tifosi del Verona. Il tuo fatalismo imbelle è deleterio per il Verona…per questo si sono avvicinati a noi personaggi di dubbia morale e di padre incerto molto più che in altre realtà calcistiche. Puoi agitare quanto vuoi quel mio erroraccio come fosse uno scalpo, ma non riesci a screditarmi, né ti riveli diverso rispetto a quelli che tu chiami tastieristi. “Non lo so e non me ne frega un cazzo”…allora perché stai qui a discutere? Dai bambinetto, vai al parco a giocare senza wifi allora. Ipocrita.

Rispondi
Salta Sul Carro

Ok, dai, sproloqui senza senso, e continui a offendere (ipocrita, cazzaro, multinick, bambinetto, ecc.) , dando del “leone da tastiera”a me.
Chiaro che la il tuo malcontento e tua rabbia poco hanno a che fare col Verona, col calcio e col tifo.
Il blog e’solo un mezzo. Buon per te.
Buona fortuna.

Rispondi
Martino

In che mondo vivi? Pensi di poter fare il gradasso senza conseguenze? Niente, continui ad attaccare sul personale provando addirittura a fare il “Vittorino Andreoli” telematico. Tesoro, limitati a fare autoanalisi, se mai ne fossi in grado. Commercialista-psichiatra di questa cippa di minchia.

Rispondi
Martino

Il tuo esordio è stato “non ti leggo” e poi “andate allo stadio Maradona se non vi va bene il Verona”. Ottimo biglietto da visita. Ma al di là dei commenti in calce a questo articolo, ogni volta che utilizzi questo nickname lo fai solo per indossare i panni del giustiziere, perché secondo te chi ha qualche rimostranza da fare non sarebbe degno di tifare Hellas Verona.

Rispondi
Martino

Il tetto degli stipendi lordi è rimasto tale e quale nelle ultime due stagioni. 24 milioni…ANZI, a gennaio è stato ritoccato pesantemente al ribasso per le cessioni di Kalinic e Magnani. Tanto per dire quanto tu sia informato.

Rispondi
Salta Sul Carro

Non glie la fai proprio..
Sono passati dai 27 del primo anno ai 55 milioni del secondo (dati ufficiali https://www.hellasverona.it/it/club/relazione-e-bilanci ), ma i dati vanno interpretati (non c’ho cazzi di spiegarti il perche’…arrivaci da solo, tempo da perdere ne hai).
Per quest’anno devi attendere il 30 giugno, ma considerando l’ingaggio di Simeone, Caprari, Lasagna (12 mesi), e il doppio staff tecnico da stipendiare, molto presumibilmente saranno piu’ alti dello scorso anno (ma andranno sempre interpretati)
Per te che sai…rimangono sempre 24.
Riprova, sarai piu’ fotunato.

In ogni caso…piu’ psicologo che commercialista.

Rispondi
Vedhellas

Tu pensi che siano gli ingaggi a fare la squadra forte, ma sbagli anche li, non servono ingaggi stratosferici. Il torino l anno scorso era ottavo, e ha rischiato di retrocedere, belotti 2 ml anche questanno, danno a piaca 1,5 e a singo 200000 euro, e poi vieni a trovarmi fuori lasagna a 0,7, o tameze che dovrebbero dargli il doppio x rinnovare. L atalanta spende meno della metà della lazio, ma ha avuto gli stessi risultati, se non migliori, tu come lo spieghi questo??? Il barcellona questanno ha fatto pietà mi sembra, e paga 500 ml di ingaggi, tu vuoi il fairplay, x dire, e non apprezzi uno che tiene il monte ingaggi basso e fa una buona serie a, quello che dovrebbero fare tutti!! Uno come bernardeschi a 4 ml l anno, grida pietà ai sassi, par dir..via de tuto el resto

Rispondi
Salta Sul Carro

Appunto, anche il discorso ingaggi e’ un discorso molto relativo se le cose non vengono fatte con criterio, e soprattutto se tutto non gira nel verso giusto.
Genoa e Cagliari dovrebbero avere un monte ingaggi piu’alto del nostro…una e’ gia in B, l’altra e’ all’ultima spiaggia.

Rispondi
Vedhellas

Un ultima precisazione x il caro MARTINO. la samp paga solo per candreva e quagliarella, 5 ML LORDI, non quello che pensi tu, cioe prendono 1,3 ml l uno circa netti. Quindi quando parli di monte ingaggi, È NETTO, 27 ml diventano 50 o giù di lì, indi, visto che noi ci siamo fermati al battesimo, tu ricomincia dalle tabelline, che ti fa bene. Ripeto, criticare si può tutti, diverso quando si danno notizie false x screditare il lavoro dei altri

Rispondi
Amedeo

Vesti strappate per l’addio di Juric.. Francamente mi sono divertito molto meno nelle conferenze stampa.. ma Tudor ha fatto anche meglio di Juric.
Anche se non è così semplice confrontare questo campionato con i due precedenti covidizzati.
Vesti strappate per l’addio di D’Amico..
Che poi ha sempre deciso lui su tutto..?
Ha fatto bene Juric, ha fatto bene D’Amico, ha fatto bene Margiotta, ha fatto bene Setti nel mettere nelle migliori condizioni, che può permettersi, i tre.
Un salutone a chi non si sente sicuro di poter dare il suo meglio a Verona.. E andiamo avanti.
Mi domando.. ma a Bergamo saranno più tranquilli di noi al pensiero che dopo Sartori arriverà un certo D’Amico da Verona?
Ai posteri l’ardua sentenza /=\

Rispondi
Andrea ANGELOFAGNANI

Grazie Gianluca per il commento!

E se fosse De Zerbi il mister ?
Sarebbe uno da Hellas !

Rispondi
ziga

salta sul carro hai detto: “e’ che non sareste contenti nemmeno se fossimo arrivati 5 in classifica”… certo…. alla stessa stregua che tu saresti stato contento anche fossimo arrivati 20 in classifica.

Rispondi
Martino

Gli articoli precedenti smentiscono alla grande i vostri commenti. Allora, o siete addentro certe questioni e siete in possesso di dati diversi da quelli riportati dai giornalisti che si occupano di salary cap, oppure avete scientemente mistificato per continuare il processo di canonizzazione del “martire” da Carpi. Propendo per la seconda.
Ne avevo già discusso con Leo riguardo il tetto salariale, mostrandogli che i 24 milioni sono LORDI.

Rispondi
Martino

Io non penso che il monte ingaggi sia l’unico fattore per costruire una squadra forte. Non fatemi più ingenuo di ciò che sono. Alzare l’ingaggio a chi va in scadenza fra 1 anno e 6 mesi per fargli sposare il progetto con più convinzione anche per l’anno venturo, questo invece lo considero normalissimo. È la base del calcio professionistico dagli anni ’80. Tameze e Barak meritano più di 500.000 euro per ciò che hanno dato in questi due anni. Si vuole almeno tentare di ripartire da una base solida o si vuole scommettere su 10 nuovi profili con un nuovo DS?? Chi mi dice la seconda evidentemente non ama abbastanza il Verona, ma ama molto di più la propria routine del fine settimana e ama un settore dello stadio Bentegodi.

Rispondi
Vedhellas

Scrivi senza saper niente, vai a vederti i bilanci, è inutile che ci posti dei link senza nessun senso, a bilancio 2021 i costi totali sono circa 93 ml, di cui 39 ml per i giocatori, 4 ml per allenatore e staff tecnico, più 4 ml per i prestiti, e 5 ml circa di ammortamenti. E QUEStO NEL BILANCIO 2021. Se sommi tutto sono 47 ml x giocatori e staff, quindi in linea sui 50 con quello che ti abbiamo detto, sempre se x te bilanci verificati abbiano un qualche valore. Invece di studiare all accademia della crusca, studiati un pò di ragioneria prima di parlare

Rispondi
Martino

Brao, seita a rigirar el butin nela cuna…zonteghe anche gli stipendi dei magazzinieri adesso. Te l’hanno insegnato a ragioneria rigirar il butin nela cuna?? Link senza nessun senso?? Le analisi di calcioefinanzia vengono rilanciate dalle testate sportive nazionali. Mi spiace ma ho studiato altro nella mia vita. L’aridità della contabilità non fa per me.

Rispondi
Martino

Ma poi che cazzo vuoi che consulti il bilancio della società, se ogni volta che “Verona col cuore” lo analizza scopre delle incongruenze e ne chiede conto alla società che o non risponde o fa supercazzole per imbrogliare le carte…

Rispondi
Vedhellas

Il costo dei giocatori è quello, ed è documentato, contributi e oneri compresi. Se è di 40, piu il costo dei prestiti, quello cosa riguardelo????? I toanuali par far la carbonara??.. capiso che te rode tanto averghe torto, se ghe uno che gira el buteleto in cuna te si solo ti, na marea de filippiche par gnente

Rispondi
Vedhellas

Certo, l aridità della contabilità, ma se te dovesi tirarli fora dale scarsele ti, alora no la saria più aridità, le sarià rogne

Rispondi
Leo

Oh, e manco mal che il titolo del post l’è “UNA FAVOLA A LIETO FINE”.
Immaginatevi se non fosse a lieto fine a che punto saressimo! 😀😀😀

Credo sempre di più che molti si stiano abituando troppo bene, dimenticando chi siamo, da dove veniamo e in quale scenario stiamo vivendo.
Ma sono opinioni, per cui ognuno abbia la sua e bona: per il resto nasì tuti in mona de gusto!

Rispondi
Hellas1971

Quando Telenuovo conduceva la sua crociata contro D’Amico si scriveva e sosteneva che il mercato lo facesse juric, che a Milano a trattare con l’Inter ci andasse Setti, a Roma a trattare con Lazio e Roma ci andasse Setti, che se non si hanno grandi capitali servono uomini con capacità ed idee ed il Verona questi uomini non li aveva. Poi un bel giorno probabilmente D’Amico ha iniziato a cagare quelli di Telenuovo e D’Amico è diventato il Maradona dei Ds ovviamente sempre in contrapposizione a Setti….c’est la vie.

Rispondi
Salta sul carro

No, ma se guardi bene, quest’anno abbiamo addirittura risparmiato! Infatti su calcio e finanza (l’unico affidabile) scrivono che gli stipendi solo dei calciatori sono stati sui 37 milioni, sull’altro, che quest’anno sono solo 24! Risparmio di quasi il 40%!!! 😂😂
Ti sputtani da solo, e nemmeno te ne accorgi 👏👏👏
Non riesco a capire se sei un fenomeno da studiare dal punto di vista psicologico, oppure… cabarettistico! 🤣🤣

Rispondi
Vedhellas

Simeone e il nullafacente di kalinic, andato via senza neanche salutare, con 6 gol in quasi 2 anni, e questi di telenuovo dicevano che ha mandato a casa un campione, con risoluzione consensuale del contratto, costano solo in 2 la bellezza di 5 ml lordi, mai mossa fu più giusta di mandare a spalato kalinic, tra l altro scelto dal fenomeno da muro del pianto di juric. D amico l era un osso da brodo, adesso sembra che abbia fatto tutto lui, ma quando parlava di stereocar, allora l era el peso del peso

Rispondi
celtico

mi spiace distogliervi da questa diatriba settiani contro antisettiani,ma vorrei aprire una discussione,mi interesserebbero le vostre opinioni..:non vi pare che la Curva sud abbia perso lo smalto di un tempo?potremmo pescare tra centinaia di cori(recenti o storici)e poi si cantano sempre i soliti 5-6,vietato cantare per giocatori o mister.il che puo’ starci,ma non venitemi a dire che non si e’ mai fatto,li abbiamo dedicati a giocatori e mister ben meno meritevoli degli attuali,in passato.oramai son solo verdoni e selfie,tolto lo zoccolo duro,quello centrale,tutto il resto e’ abbastanza anonimo.vado in curva da 35 anni e vi diro’,non siamo piu’ gli stessi.il fatto che eravamo i migliori non significa che lo dobbiamo essere per partito preso in eterno.ci sono tifoserie ahime’ che sono cresciute e sono,ad oggi,diventate piu’ calde delle nostre.voi direte:i daspo,l osservatorio,ecc…certo,ma non credo sia solo li’ la questione.non so,magari e’ solo un opinione mia.

Rispondi
Leo

Sono stato 13 anni in curva, ora mi sono imborghesito in poltrone.
Confermo sostanzialmente quello che dici: mi mancano, banalmente, i “sta arrivandoooo” e vari altri, senza andare a toccare quelli “storici”.

Rispondi
marco c

concordo in toto… un’altro fattore che ha inciso per me è stato il fatto che non ci sono più quelli del direttivo che coordinano le ali, che quindi senza nessuno che le sprona o invita “caldamente” a cantare si spengono dopo poco dall’inizio

Rispondi
NIKE

Se D’Amico dovesse andare via, sembra sicuro al 90%, mi dispiacerebbe molto como tifoso del Verona e per lui in quanto non troverà l’ambiente ideale per lavorare come a Verona. Dovrà vedersela con gli americani e con il permaloso e arrogante Gasperini, inoltre la Dea si strutturerà come mega-carrozzone in cui il buon D’Amico non è abituato a lavorare. Su Marroccu suo possibile successore, spero di smentirmi. non mi piace per niente ha fatto più danni che altro a Cagliari, Genova e Brescia.

Rispondi
Alberto

Blog infuocato….sarà un’estate lunga e calda.
Rensi scatenati entrano a gamba tesa nella sessione di mercato.
La partita di domani comunque vada getterà benzina sul fuoco…se si giocherà male, sarà sintomo di “smobilitazione” e zo polemiche. Se invece si giocherà bene, allora polemiche infuocate sulla follia di smantellare “il giocattolo”, plusvalenze, e via dicendo…
This blog was born to tribular. E zo goti

Rispondi
Leo

Ambè, sicuro.
La cosa certa è che, comunque vada, ghè sarà sempre quei che cioca in modo scostumato. Mood molto veronese questo.

Rispondi
Mir/=\ko

Behhh, se Juric è ancora così legato a Verona tanto da appare a tutt’oggi piuttosto pentito di essersene andato via (… addirittura a tal punto da piagnucolare ad ogni occasione in cui gli si chiede conto di ciò!), può benissimo tornare a bussare alla porta di Setti, il quale potrebbe tranquillamente chiudere un occhio sulle vecchie sparate, a mio giudizio “sacrosante” del tecnico di Spalato e riaffidargli la panchina. Credo che l’incertezza cronica che annualmente aleggia sui programmi societari, i quali al 99% saranno nuovamente incentrati in via primaria sulle cessioni dei pezzi migliori (non meno di 3!) e in secondo luogo sull’acquisto di scommesse a basso costo, oltre alla partenza di D’Amico causerà anche quella di Tudor… Pertanto il posto in panchina per il sign. Juric non dovrebbe assolutamente mancare! A quelli che vedono delle similitudini tra i programmi di consolidamento/crescita della società Veronese e il percorso intrapreso negli anni dall’Atalanta (… l’ eccellente modello Atalanta!) consiglio lor signori di mettersi particolarmente comodi, perché di questo passo, potrebbero volerci altri 20 anni.

Rispondi
Hellas1971

Hai ragione, io provo un sacco d’invidia per società serie con proprietà forti tipo il Parma, la Spal ed il Vicenza che ha come proprietario un grande imprenditore e per di più vicentino, quanta invidia…noi invece sempre con le scommesse, senza progetti e “senza attaccanti di valore, perfino Venezia, salernitana ed Empoli hanno attacchi migliori del nostro”

Rispondi
Vedhellas

Sono 10 anni che è qia, e non hai ancora capito come lavora setti. Io juric qui un altra volta neanche morto, che stia là, noi non siamo il genoa, e neanche abbiamo parenti come lui. Intanto, visto che era un fenomeno, ieri 3 peri in casa dalla roma, e, mal che vada, abbiamo chiuso davanti di 2. Questi sono i fatti, caro MIRKO, il resto tue fantasie

Rispondi
Vedhellas

Il posto a juric non dovrebbe mancare?? Ma pensito quando te scrivi??? Era gia daccordo a metà campionato con cairo, altrochè pianti, e setti dovrebbe riprenderlo con gli onori?? Ma sio dell hellas o dell haidukko spalato????.

Rispondi
Alberto

Don’t forget i sostenitori della creatura mitologica “Difrangrecchiudor”
Ci ghe zontemo sto giro?
Bisogna cantàr

Rispondi
Vedhellas

Meio de juric de sicuro almanco nol pianse ogno du par tri, ha fatto esperienza, il risultato di questanno lo attesta

Rispondi
Mir/=\ko

Marroccu al posto di D’Amico, Pecchia al posto di Tudor, via Simeone e dentro Piccoli, via Barak e Praszelik promosso titolare al suo posto, via Tameze’ e al suo posto piena fiducia ad Hongla, via Casale e promozione di Coppola con Retsos che scalpita ai box. Direi che potrebbe essere una ipotesi…

Rispondi
Hellas1971

Potrebbe d’altronde non tutti hanno le capacità per sondare il mercato belga e prendere quel super bomber di nome Henry, non tutti hanno la fortuna di avere la dirigenza del Venezia

Rispondi
Gnanfo

Adesso te ghè c@g@‘ fora del bocàl…dai ostia va ben tutto ma rivalutare “siamo in crescita” anca no!

Rispondi
Vedhellas

Altri tempi, adesso ha portato la cremonese in a, forse no te l e mia vista. Mi, par to norma e regola, go un cesso normale, el bocal te ghe l è ti. Ho dito che piutosto de juric voria pecchia, el discorso l e tutto diverso da come te l è capio, ma daltronde qua ghe solo profesori

Mir/=\ko

Al di là della mia provocazione, che mi auguro rimarrà tale, ti consiglio di evitare di citare a sproposito giocatori come Thomas Henry, il quale ha sfiorato la doppia cifra in una squadra già retrocessa al primo anno in Italia… Giocatore costato 4 milioni a differenza dei 12 che il Verona dovrà sborsare per il riscatto di Simeone.

Rispondi
Hellas1971

Al di là di Henry tu non hai ancora capito per che squadra stai tifando, sempre tu sia veramente un tifoso del Verona.
Non è Setti che non è in grado di fare progetti per consolidare il Verona ma è il Verona che non ha le potenzialità per attirare ricche proprietà. Nella storia del Verona non c’mai stata una proprietà ricca e tu vorresti da Setti quello che non ha mai fatto nessuno, in base a quale principio?
E poi sono 10 anni che stanno ottenendo risultati sopra la media di questa squadra, sono 30 anni non uno che questa squadra non fa quattro anni a fila in serie A.
Chissà dov’eri in questi 30 anni, che film hai visto.

Rispondi
Mir/=\ko

Scusate, ma realmente fatico a capire… Chiedo pertanto lumi alle sagge menti “positiviste ad oltranza” di questo blog: per quali fottutissimi motivi permane sul Verona, “nuovamente sorpresa del campionato” (qualcuno direbbe che ciò non può esser un caso!) questo senso di incertezza nel futuro, che tocca per l’ennesima volta l’allenatore ed esteso ora pure al DS? Se questa è una società in netta e costante crescita sia strutturale che sportiva, senza buchi di bilancio, che peraltro (cosa non di poco conto!) come riportano gli addetti ai lavori, lascia operare serenamente DS ed allenatore, perché rischiamo di perdere nuovamente la guida tecnica e addirittura il DS dei miracoli, che il presidente definisce pubblicamente “un secondo figlio”? È strano tutto questo, non trovate? Juric lascia il Verona per un Torino in crisi di risultati, che gli conferisce uno stipendio inferiore e che non ha certo una situazione finanziaria rosea. Adesso abbiamo un Tudor che, a dispetto di un campionato con numeri strepitosi in cui il Verona ha divertito pubblico e staff e rilanciato lo stesso tecnico, tentenna fortemente quando si parla di rinnovo ed è da molti accreditato per un posto sulla panchina del Bologna… Ovvero nuovamente una squadra finita dietro il Verona in classifica. Perché accade questo??? Setti dice pubblicamente che cercherà di migliorare ulteriormente il suo Verona, il che significa (a casa mia!) migliorare la qualità della rosa. Troverei strano l’abbandono di un Verona che progetta addirittura per bocca del suo patron, di alzare l’asticella di un meraviglioso nono posto, da parte di DS ed allenatore…. Per non parlare del duo Cholito Simeone-Caprari! Una società che vuole crescere ancora non deve avere dubbi sulla loro conferma, indipendente dal loro ritocco di ingaggio! Se ci sono programmi certi di ulteriore crescita non ci dovrebbero essere perplessità da parte di nessuno, visto che trattasi di un Verona finito a ridosso di compagini in odore di competizioni Europee.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code