Torna al blog

MARROCCU, UNA BRAVA PERSONA ALLA PROVA PIU’ DIFFICILE DELLA SUA VITA

In molti mi hanno chiesto che cosa pensassi di Francesco Marroccu, quale fosse la mia prima impressione.

Dico subito, che ovviamente, le mie valutazioni sono personali, superficiali e non supportate da nessun fatto concreto. Sono appunto, solo delle impressioni, a pelle, frutto di una conferenza stampa e di una breve chiacchierata successiva.

Marroccu mi è sembrato innanzi tutto una brava persona. Cosa non scontata nè banale. Un tipo gentile, ma non mellifluo. Temevo fosse il classico lupo travestito da agnello, invece il suo sorriso, non di convenienza, è stato sincero e frutto di uno stato d’animo che evidentemente è sereno e appagato dal fatto di essere venuto a lavorare a Verona.

In conferenza stampa ha detto tutto quello che c’era da dire. Mi è piaciuto quando ha parlato dei giocatori incedibili perchè in quel momento si è già assunto delle responsabilità con la piazza. Vuol dire che ha parlato con Setti e che dunque si è esposto senza problemi. Ha ribadito più volte che il Verona non smobilita, ha detto che le cessioni si fermeranno non appena sarà messo in sicurezza il conto economico.

Inoltre m’è parso il classico dirigente che sa di giocarsi la carta più importante della vita. Setti che è bravissimo nel’armeggiare con queste motivazioni lo deve aver scelto anche per questo motivo. Marroccu m’è parso un “pacificatore”, lontano dall’adrenalinico Tony D’Amico, in perenne tensione, tra squadra, allenatore e presidente.

E’ conscio che qui ha tutto da perdere e nulla da guadagnare, ma la sfida gli piace e sotto sotto è convinto di fare bene, perché gli è comunque “scappato” che lavorerà “per continuare a mantenere il Verona dalla parte sinistra della classifica” prima di ricordare che la salvezza resta l’obiettivo più importante.

Credo che sia un ds dialogante che cercherà nelle difficoltà di spiegare il suo punto di vista. Spero abbia la capacità di reggere i momenti no che ci saranno inevitabilmente, senza perdere di vista la rotta. Studiandone un po’ i precedenti, ad esempio, spero sia meno in imbarazzo di quando a Brescia fu costretto a fare i salti mortali per spiegare perché Lopez non sarebbe arrivato, con Inzaghi già esonerato e poi reintegrato. Ma là aveva a che fare con Cellino e qui con Setti. E questo dovrebbe agevolarlo.

Non serve nemmeno dirlo: ma sarà anche fondamentale che Marroccu sia un ombrello protettivo per Cioffi, uno scudo. A Cioffi, da quanto ho saputo, non fa difetto la personalità. E’ tipo frizzantino, uno che non le manda a dire se c’è necessità. Non come Juric, ma nemmeno come Tudor. Un cavallino di razza, insomma che però va pilotato al meglio, vista la poca esperienza di un campionato infido come la serie A.

139 commenti - 4.212 visite Commenta

Maurizio

Io credo che Marroccu e Cioffi rappresentino bene la terra in cui sono nati. La Sardegna calma, distaccata, ma rocciosa, non scalfibile. La Toscana spumeggiante, vulcanica, ma sincera e diretta.
Ad maiora

Rispondi
Pietro

“lontano dall’adrenalinico Tony D’Amico, in perenne tensione, tra squadra, allenatore e presidente”
Partiamo già con il revisionismo? Avevo capito che l’ottimo rapporto Setti-D’Amico-Tudor/Juric fosse la chiave del successo del Verona! Comunque per il resto condivido, mi è sembrata una brava persona, speriamo mantenga le promesse fatte. Su Cioffi sono molto ottimista e mi aspetto molto. L’unica cosa su cui non sono molto d’accordo con il direttore è sul fatto che la squadra già così sia ottima, secondo me così è molto buona ma non ottima, soprattutto per quanto riguarda le seconde linee.

Rispondi

Non è un giudizio di merito, è un dato oggettivo. Grazie a quell’atteggiamento il Verona ha fatto tre anni straordinari.

Rispondi
Mir/=\ko

Carboni e Ranocchia due obiettivi del Verona… Peccato che si tratti di giovani di belle speranze solo omonimi di quelli ben più quotati che il Monza di Berlusconi ha prelevato rispettivamente da Cagliari e Inter!

Rispondi
Mingon Federico

Buona sera, per quanto riguarda Marroccu ho le stesse impressioni di Vighini. Sì volta pagina con nuovo DS e nuovo Mister. Personalmente sono contento si sia puntato su un italiano emergente. Sostengo che un’annata come la scorsa sia quasi irripetibile. Quando mai una squadra che subisce tantissimi gol, trova tre tenori in doppia cifra e da’ filo da torcere a tutti? Io non ho ricordi…e seguo l’Hellas dal 1975…ripartiamo con immutata fiducia. Rinnovo cordialità

Rispondi
Ak47

La prima impressione è che l’affare l’ha fatto lui scappando da Cellino. I casi sono due. O si è venduto bene e in realtà è mafusco o è serio e allora caschiamo bene il mercato ce lo dirà presto

Rispondi
Gianluca P.

Sono d’accordo, anche a me ha fatto una buonissima impressione.. Unica cosa negativa leggo di un paio di trattative in entrata con la formula del prestito secco e non va bene..

Rispondi
NIKE

Sono ancora molto scettico su di lui in quanto proviene dalla scuola di Cellino-Preziosi, può darsi che col tempo si sia forgiato e capito la lezione. Prima di giudicare voglio vedere le prime mosse di mercato e se gli cresca il naso come Pinocchio

Rispondi
Leo panzer

Guarda che D’Amico non è affatto come lo descrivi tu…adrenalinico? Solo perché si è incazzato peraltro giustamente con l’insopportabile cricca che da anni ci fracassa i maroni a Telenuovo?

Rispondi
Martino

Ma tu passi a fustigare chiunque da HellasLive ai blog di Tggialloblu? Maria Signor che astio che gaví…na roba folle.

Rispondi
Martino

Poi fra l’altro D’Amico 1) non si era incazzato giustamente, visto che, con lo scempio a cui stavamo assistendo con Grosso, le critiche erano sacrosante, considerando anche il fatto che il nostro DS non voleva esonerarlo; 2) I toni di D’Amico furono da film western. Cose di questo tipo me le posso aspettare da qualche calciatore menagramo o qualche tecnico sanguigno, ma un dirigente deve tenere un profilo diverso.

Rispondi
bardamu

Spero solo che l’affermazione sull’incedibilità di Caprari e Tameze non sia “voce dal sen fuggita”.
Sì, la prima impressione sulla persona è buona, ma vale poco. Ci ricordiamo, vero Vigo, l’ottima impressione che ci fece il gran capitan? Nel mondo del balòn essere brave persone non basta, starei per aggiungere persino un “anzi”, ma mi fermo.
Come ha già scritto qualcuno sarà un anno durissimo, comunque. Difficile ripetersi là davanti, l’importante sarebbe non ripetersi dietro. Con i gol presi l’anno scorso è dura per chiunque salvarsi. Speriamo che Cioffi curi bene la “fase difensiva”.

Rispondi
Martino

Anche Fusco si presentò benissimo. Da brao legale napoletan era un grande affabulatore…ma, struca struca, l’ha inculà anche il presidentissimo. Non mi esprimerò sul DS prima della fine del mercato. Tameze e Caprari sono incedibili anche per offerte che superano i 20 milioni? Ne dubito.

Rispondi
roberto

ma scusate , Marroccu viene da piazze come Vangadizza, Engazzà e Tombazosana? Mi sembra che abbia lavorato in squadre comunque blasonate…

Rispondi
Vedhellas

Tanto qualsiasi ds fosse venuto, la critica sarebbe stata sempre dietro l angolo. Se ti ha detto, davanti a tutti, che caprari e tameze sono incedibili, vorrà dir qualcosa, uno di esperienza non si espone così, col rischio de far figure de m…ma qua no la cambiarà mai, forse no i se rende conto che el blason nol conta più un caxo, conta se sei a posto e puoi pagare

Rispondi
Enrico Marchesini

Pian … ci sta anche che per creare un’asta al rialzo piuttosto che al ribasso abbia detto così . Se dici che due giocatori sono incedibili Napoli e Inter probabilmente nn lanciano più le monetine come a fare l’elemosina . Marketing , strategia . Comunque sia : di certo nn vogliono svendere ; questo significa che il Verona naviga in buone acque e nn servono più di 15 /20 Milioni per tenere l’esercizio in ordine anche quest anno. Il che significa che si può puntare a fare un’altra bella annata in cui i valori di certi giocatori possa no crescere ancora e poterli cedere magari l’anno dopo. Io la vedo così

Rispondi
maxforhellas

Spero tu abbia ragione. Il DS ha fatto intendere esattamente quello che scrivi, ma il presidente negli ultimi 15 giorni aveva fatto dichiarazioni diverse, facendo pensare a una smobilitazione preoccupante. Onestamente sono molto confuso…

Rispondi
Enrico Marchesini

Setti non ha mai parlato di smobilitazione . Smobilitazione è una parola usata da alcuni utenti di questo blog imboccati dal padrone di casa in un momento storico in cui la società sta peraltro attendendo pienamente a quanto promesso cioè “ consolidamento “ nella massima serie . Sinceramente se venissero venduti uno due o tre giocatori, a me che nn mi affeziono a nessuno sinceramente nn cambia molto ( se sostituiti intelligentemente da altri giocatori di qualità ). Ho sempre pensato che la forza di questa squadra sia nel gruppo e non nei singoli, i vari gioielli di cui nn ci vogliamo separare a loro tempo erano “ barak ci elo ?!? Simeone nol segna gnanca a porta uda, Tameze quello che costava manco e meno forte de ciprien che invese i la tolto a Parma , casale scarto dell Empoli in serie B”, a cui è stato passato il testimone da Lazovic ( dato come venduto a chiunque per anni , faraoni dato per venduto ogni estate a Roma Lazio e Atalanta e prima di loro tutta la squadra che sembrava dovesse trasferirsi a Torino per essere allenata da Juric.

Rispondi
Sergio

Bravo Enrico…. qui tutti memoria corta…. oppure è malafede

Vedhellas

Guarda, non mi risulta che uno per creare un asta al rialzo debba dichiarare che due giocatori sono incedibili. Sull asta al rialzo, quella si crea prima di tutto se hai 3 o 4 società interessate, e per secondo se sanno, al ribasso, che hai bisogno di vendere, come il cagliari, allora ti sfruttano. Spero comunque che questo ds non accetti offerte del caxo da lazio o napoli, ma si guardi anche all estero, in premier soprattutto, 15 ml per simeone sarebbero buttarlo via, questo mi preoccupa di più, stesso discorso barak, o casale

Rispondi
Mir/=\ko

Probabilmente siamo di fronte a quello che diventerà in futuro, uno dei più forti centrocampisti d’Europa (???), ma io Ilic lo cederei senza grossi patemi d’animo. Certamente ha enormi margini di miglioramento, ma per far fronte all’equilibrio di bilancio, se dovessi cedere per forza qualcuno, Ilic sarebbe proprio il primo della lista. Al momento non credo che Marroccu avrà difficoltà a trovare in giro per il mondo un giocatore che possa garantire prestazioni analoghe a quelle di Ilic, se non addirittura migliori per qualità e soprattutto costanza di rendimento …

Rispondi
Vedhellas

Cioffi, anche se in serie b, ha avuto diversi anni di esperienza in inghilterra, questo potrebbe portare anche qualcosa di nuovo sulla vendita, non solo sull acquisto. Se c è una cosa, quella si, che cambierei della società, e che dovremmo guardare di piu all estero, anche come scambio giocatori, fossilizzarsi sempre con gli stessi è deleterio, se mi danno 15 per barak al tottenham, più una contropartita valida, non e che devo prendermi le ciofeche di lotito o quel del nabule, con ingaggi da far schifo, come borini, che el volea 2,5, e infatti en do elo borini???

Rispondi
Mir/=\ko

Chapeau! D’accordo con te su tutta la linea. Forse però ci sono sinergie particolari tra il nostro Setti ed altri dirigenti Italici (Lotito e ADL su tutti!) che noi non conosciamo, ma che paiono piuttosto evidenti e radicate ormai da tempo…. E utili al Verona, alla fine della fiera.

Rispondi
Hellas1971

Tameze quello che costa manco e molto meno forte di ciprien che invece è andato al Parma dove hanno un progetto è una delle tante chicche del grande Mirko

Rispondi
Vedhellas

Credo si vedano già certe strategie, mi sembra che tempo fa si parlasse di tenere sutalo, adesso invece non hanno esercitato il riscatto, né con sutalo, nè con depaoli. Quindi credo alla fine della fiera, potrebbero restare sia magnani che lovato, ma servirebbe sempre un vice faraoni, pol esar comunque davidone ristabilito

Rispondi
Vedhellas

So che è dell atalanta, intendevo che poteva tornare qui, a quello che dicevano

Martino

Confermo, non ero entusiasta di Tameze. Che Cipriani fosse più forte però non era una mia opinione, ma della stampa sportiva francese. Le altre rimostranze invece non sono farina del mio sacco. Su el cholito avevo evitato accuratamente di esprimermi perché sapevo perfettamente che ha dei picchi altissimi come dei baratri profondissimi. Barak l’ho sempre considerato buono. Casale speravo che lo tenesse già Juric 2 anni fa e forse Fenomeno, se ricorda, potrà confermare. Dovresti aver capito che non sono una specie di macchietta…non critico qualsiasi cosa a prescindere.

Rispondi
Hellas1971

Mirko Mirko, era lui quello che sosteneva che avessimo preso Tameze perché era quello che costava meno…e più scarso…Martino è sanguigno, tende a dare sentenze dopo poco tempo ma sui giocatori in genere ci prende

Rispondi
Martino

Io una plusvalenza, seppur non ragguardevole, la farei immediatamente cedendo Gunter in Turchia dove aveva richieste. Dite quello che volete, ma per me non è un buon difensore. Anche in impostazione non è che si veda questa grande abilità che lui stesso di attribuisce. Forse con la marcatura a zona il suo rendimento migliorerebbe, ma non rischierei. Fosse per me la difesa dell’anno prossimo avrebbe i seguenti interpreti (considerando esclusivamente gli elementi in rosa) da destra a sinistra: Dawidowicz, Coppola, Casale

Rispondi
Mir/=\ko

No no, cosa c’entra il buon Martino? Sono stato proprio io a dire tutto questo su Cyprien e non me lo rimangio assolutamente! Dovrei farlo? Wylsn Cyprien, in quel momento, era uno dei centrocampisti più interessanti del campionato Francese e dava buone garanzie anche per quello Italiano. Così come Thomas Henry (che questo pozzo di scienza che risponde al nome di “Hellas1971” manco sapeva chi fosse!) si era distinto per vena realizzativa nel campionato Belga e dissi che lo avrei visto molto bene nella nostra serie A, magari in gialloblù!
Quanto a Tameze’ perché non citi anche cosa dissi dopo aver letto i commenti di molti tifosi Atalantini, rammaricati dalla sua cessione!?? Una persona corretta dovrebbe riportare anche i commenti che allora feci relativamente alle qualità messe in mostra da Tameze’ con la maglia della Dea e che a mio avviso avrebbero potuto offrire buone garanzie. Io poi, auspicavo l’ingaggio di entrambi, uno come fantasista e l’altro come mediano di rottura se ben ricordi… Ma evidentemente a te fa comodo soffermarti sulle “chicche” che ti fanno comodo e che ti fanno sentire “il ganzo del blog”. Quelli come te hanno sempre la ragione facile di chi pontifica a posteriori. Divertiti che per te sono iniziate le vacanze, compiti non ne devi fare e tra poco fai merenda… Ciao caro.

Rispondi
Martino

Ringrazio anche te per l’attributo “buon”. Ancò semo tuti lord e duchi, sono commosso. Comunque anch’io li per li ero incazzato perché la società aveva optato per Tameze dopo aver trattato anche per Cyprien, ma , come hai detto giustamente, tra i due Cyprien era il più talentuoso. Ovviamente i nostri giudizi si basano su quello che vediamo in campo e dai filmati. Non possiamo sapere quali siano i risvolti personali, le lacune, le pecche caratteriali e tutto ciò che riguarda i moti dell’animo umano, ma chi sceglie i calciatori per professione ha la possibilità di indagare anche questi aspetti importantissimi. Dembelè sembrava il futuro pluri pallone d’oro in grado di infrangere altri record, invece si è rivelato un talentuosissimo ragazzo problematico. C’est la vie…n’est ce pas?

Rispondi
Mir/=\ko

Caro Martino, Hellas1971 è il classico provocatore, utilissimo a questo blog per smuovere un po’ gli animi quando c’è quiete… Fa il suo mestiere che evidentemente lo gratifica e lo fa anche bene. Per carità, accetto le critiche, anche perché spesso ho cannato i miei giudizi su alcuni giocatori. Ad esempio potrei fare un mea culpa anche su un certo Rolando Vieira, sul quale mi ero invece espresso entusiasticamente, visto il suo straordinario curriculum nei campionati Inglesi. Purtroppo non lo abbiamo praticamente mai avuto a disposizione e quindi di lui, resta solo il bel curriculum Britannico! Ci sono effettivamente molte variabili che possono condizionare il rendimento di un giocatore. La Samp con Vieira aveva piazzato un colpo straordinario e l’anno successivo bene aveva fatto D’Amico a credere nella consacrazione di questo talento in gialloblù. Purtroppo è stato un fallimento per tutti, ma non per chi critica a prescindere senza mai esporsi. Hellas1971 ama sbizzarrirsi con critiche beffarde ma fatica tremendamente a riconoscere la ragione a chi ha invece azzeccato un pronostico… Ad esempio, ero forse l’unico qui sul blog ad invitare i tifosi ad avere una certa fiducia sullo sconosciuto RAHMANI. Ehhh, behhh, ma questo particolare, così come altri, è meglio non citarlo. Meglio parlare del costo del cartellino di Cyprien, ovviamente!!! Miserie, Martino, miserie…

Rispondi
Hellas1971

Oh là, finalmente il grande Mirko reagisce…il problema non è Cyprien o Henry ma il fatto che continui imperterrito a criticare sempre tutto, che le altre società son sempre quelle brave e lungimiranti e continui ad andare avanti con questa musica anche se i fatti ti stanno continulamente smentendo alla grande…ma contento te…

P.s se poi vuoi anche rispondermi alla domanda che ti feci su quali società per te ci sono state a Verona meglio di questa facciamo bingo…

Rispondi
Mir/=\ko

Devo rispondere ad una domanda la cui risposta è una ovvietà? Setti, dopo gli anni dello scudetto, è senza dubbio il Presidente che ha portato il Verona più in alto! Lo dicono i numeri. Vogliamo parlare del settore giovanile? Sotto la conduzione di Setti, il Verona ha espresso il miglior settore giovanile della sua storia! Ed è chiaro che questo è frutto di investimenti e non di sola fortuna! Posso tuttavia sperare in qualcosa che abbia maggiore forza economica, per questa tifoseria e per questa città stupenda e conosciuta in tutto il mondo?

Rispondi
Hellas1971

Se dopo aver speso 12 milioni per Simeone lo rivendono a 20 e ne spendono 8 per Henry a livello di bilancio è la stessa cosa?

Rispondi
Martino

A me pare che il cholito abbia legato tantissimo con noi tifosi, con alcuni dirigenti, con i suoi compagni, con la città, intesa proprio in senso urbanistico. Gli sembra di non poter augurarsi di meglio. Sappiamo bene cosa può dare Simeone quando si sente a suo agio. A questo punto non so quando abbia senso privarci di lui. Si ritorna al solito refrain…dobbiamo aspettare di vendere Barak. Le plusvalenze di Barak e Ilic sarebbero presumibilmente sufficienti per tenere in piedi il Verona. Abbiamo già i sostituti…Tochi Chukwuani e Praszelik assieme Cancellieri. Completiamo il reparto con Aramu. Henry lasemolo a una delle neopromosse.

Rispondi
Martino

*quanto
Ribadisco che sbaglia ancora tanto davanti al portiere, ma sono comunque occasioni che crea lui col suo movimento

Rispondi
Vedhellas

Henry ha 27 anni, è diverso come giocatore da simeone, ma è uno che i suoi gol li fa sempre, e se partisse a 20 il cholito, credo setti farebbe un riscatto a 5 o 5,5 per henry, quindi con la plusvalenza di simeone ci guadagneresti anche, ma sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. Serve prendere un centrocampista di quelli forti, e un trequartista per sostituire barak, tchiqwuani, o come el se ciama, retsos, e il polacco devono abituarsi al nostro campionato. Gunter plusvalenze non ne fai, hai speso 4, e 4 ti danno in turchia, secondo me, meglio tenerlo. Alla fine della fiera, ci saranno gunter e magnani, dawidovicz, faraoni, e torni alla difesa di 2 anni fa

Rispondi
Hellas1971

Anche tu non conosci come funzionano le plusvalenze, non consideri l’ammortamento…guenter è qui da qualche anno quindi il suo valore residuo non sono 4 milioni ma molto meno….

Rispondi
RobyVR

Me sa che el poro Marochun el se pentarà presto de aver fato dei nomi de incedibili…. conossendo el plusvalentista basso padano g’ho idea che el durara poco

Rispondi
Marko86

Concordo anch’io che un sacrificabile potrebbe essere Ilic. Se veramente si riuscisse a prendere 18/20 milioni lo darei via senza neanche pensarci. Diventerà sicuramente fortissimo, però per ora tutto questo potenziale si è solo intravisto…e sinceramente mi prendo i soldi subito piuttosto che aspettare un’esplosione che non potrebbe mai arrivare. Poi altri 18/20 milioni per Barak e una decina per Casale e saremmo più che a posto. Mi terrei Simeone (è vero ha un ingaggio alto, ma santo dio un attaccante che segna ci può stare) e gli 8 milioni di Henry piuttsto li spendo per trovarmi un esterno forte.

Rispondi
ziga

Ilic via anche a 10-12 milioni par mi. Gunter lè strasso, come Lasagna e Hongla: i fa più danni che altro.
P.s.: Anch’io reputavo Cyprien più forte di Tamezè almeno a vedere i filmati. Se dopo sono taroccati non so… Qua sembra che ghe sia gente che sapeva già A QUEL TEMPO che Tamezè era più forte di Cyprien… Boh i dovarea far gli osservatori de mestier.

Rispondi
Hellas1971

Il calcio ziga non è una scienza esatta ed è molto difficile indovinare tutto, col senno di poi iè boni tutti ma il succo del discorso è un altro, se tu scrivi secondo me cyprien è più forte di tameze è un’opinione tua, legittima che difficilmente poi qualcuno ti rinfaccia, se però scrivi che è una società di pezzenti incapaci che invece di prendere quello forte del nizza prende quello scarso perché costa meno poi magari qualcuno se lo ricorda soprattutto se poi non soddisfatto continui a criticare ogni cosa

Rispondi
Vedhellas

El calcio no l è mai sta scienza esatta par fortuna, tameze quado l è vegnuo l era considerà come el tri de cope con briscola bastoni, barak quasi, no voria che tra nove mesi hogla l e diventa forte e incedibile, certo è che con tameze el pol imparar tanto. Gunter nol sara un femomeno, ma gnanca straso come i le fa, se guarda sempre le capele, quando i te fa boni interventi, noi conta un caxo. Lasagna l è sta strapagà, 9 ml iè tanti, ma come potenziale l è gran forte, se stano el va meio, femo i corni de infortuni, e come testa el va meio, penso che sia uno che pol saltarte l omo sempre, è il nostro chiesa. M à impresionà l argentin in video, caxo, da quel che se vede l e forte, el discorso l è che i le vede anca ialtri. Par riasumar, dopo iè tuti strasi o fenomeni, anca montipò, i là crocefisso a iosa, trovemene uno meio, l aseno de donnarumma l à ciocá con la giornalista che ghe ricordava quanto l è mona coi piè, nol vorea gnanca gratis, solo spocchia e soldi persi dal milan

Rispondi
NIKE

Confido molto nella nostra Primavera in cui vi sono vari elementi che già possono far comodo alla prima squadra. A proposito caro Vighini mi aspettavo da te un blog sulla Primavera e un giudizio sui vari giovani dopo il campionato strepitoso che hanno fatto

hellesso

Non credo che Setti sia cosi insemenio. Ovvero Simeone dovrebbe privarsene per almeno 25 milioni viste le cifre per certi cadenassi che gira. Vendendo a 25 Simeone magari ci si puo’ evitare quqlche altra uscita. Poi bisognera’ capire anche cosa’ vorra’ fare Simeone da grande. La moglie mi sembra veramente innamorta della citta’ e non penso che appena sposati voglia trasferirsi all’estero. Poi il denaro sistema tutto e te fa passar anche el fatto de vivar in una citta’ smarsa come Birmingham. Poi e’ per carita’ fossi mi el ciolito preferisco giocar titolare in una squadra media come il Verona ed esser la stella che andar alla Juve a far el quarto attaccante. Anche perche’ andiamo a vedere i numeri..questo e’ il vero e primo anno che Simeone ha fatto bene in A e va per i 27 anni. Quindi se el vol restar bene..se invece el pensa de poder far numeri in Champions, grazie de tutto e in bocca al lupo.

Rispondi
Hellas1971

Caro Mirko, se far notare a chi sono anni che continua a criticare imperterrito ogni cosa e dispensare “ottimismo” a profusione che le sue profezie catastrofiche non sono proprio azzeccatissime significa essere un provocatore allora sì, sono un provocatore…che poi a ben vedere, visto come stanno andando le cose, il vero provocatore qui dentro sei tu…

Rispondi
Martino

Beh, insomma, qui avrei io qualcosa da obbiettare. Spesso non scrivi commenti molto concilianti. Le chicche del grande Mirko, come le hai chiamate, sono sue legittime opinioni da tifoso. No te pol mia tratar da sempioti gente che no te conossi miga. Io posso accettare l’ironia e volte anche un sottile sarcasmo perché ho 20 anni meno di voi e perché ormai discutiamo di calcio qui da un bel po’ di tempo, ma non è che tutti debbano accettare un confronto così sbilanciato, con 3/4 utenti sempre pronti a darti del mona fra le righe o esplicitamente. Dopo una vita che scrivo qui improvvisamente sono passato per malmostoso perché non accetto che mi si dica che non capisco un cazzo, che sono tifoso di una strisciata, che non sono nemmeno veronese, che utilizzo 10 nickname diversi. A ben guardare, chi scomensia ad alzare i toni sono quasi sempre gli utenti che si dicono pienamente soddisfatti dell’operato di questa società, riconoscendo almeno che le capacità comunicative sono imbarazzanti.

Rispondi
Enrico Marchesini

Eh no Martino , zio canaja, dire di Tameze che la società la fa angossa perché la prende uno scarto dell Atalanta che è la copia sbiadita del campione Ciprien semplicemente perché el costa de manco e dire la stessa cosa di ogni operazione in entrata dell HELLAS da barak a montipo passando per caprari lasagna ecc ecc vuol dire solo MALAFEDE. Porta pazienza ma devi cominciare ad aprire gli occhi ed essere un po’ più onesto che nn sei più un ragazzino.

Rispondi
Martino

Non difendo Mirko per cameratismo, visto che le nostre opinioni a volte convergono, ma sinceramente, chiunque esprima opinioni poco lusinghiere sulle nostre operazioni in entrata non mi fa un dispetto. Non ho l’istinto di etichettarlo, dargli nomignoli o semplicemente fustigarlo perché dice che Tameze è uno scarto dell’Atalanta. Anche Mirko è molto meno macchiettistico di come volete farlo passare. A volte ha espresso preventivamente giudizi positivi, perciò non è a senso unico. Sinceramente a me viene istintivo scontrarmi con chi palesemente considera il calcio solo un business e mi chiede di svegliarmi perché vorrei una società che non si piegasse totalmente a questa logica. Mi viene da cioccare con chi dice che abbiamo gia un piede e mezzo in Serie B. Mi viene da cioccare con chi pensa che se non sei mai stato abbonato alla Sud non puoi esprimerti sul Verona. La prepotenza, la mancanza totale di empatia e la tentazione perenne di mordere il freno ai sogni dei tifosi mi fanno incazzare, non certo la critica o l’elogio delle operazioni di calciomercato.

Rispondi
hellasmastiff

siamo partiti con simeone kalinic lasagna e stepinsky ripartire oggi con il cholito henry lasagna e piccoli sarebbe tanta roba……..

Rispondi
Vedhellas

Credo che le capacità comunicative di certi utenti siano fino ad ora suffragate dai fatti, trovare certi utenti che sostengono di essere perseguitati, quando invece sono loro che pilotano le discussioni a loro uso e consumo, lo trovo di un aridità mentale che lascia sconcertati. Gente che non sa di conti, non sa di bilanci, che avalla ragionamenti privi di qualsiasi fondamento, tipo che hanno chiuso negozi i cui muri erano proprietà di setti, ma neanche chiusi, falliti e in mano ad un tribunale, lo trovo di uno squallore desolante. Un conto è criticare con dei fatti in mano, un conto è fare una campagna, anche verso altri utenti, definiti con disprezzo ” ragionieri”, solo per rabbia, x astio, perchè non hanno altro a cui attaccarsi, perchè la società va bene. Certi utenti non attaccano sonofak47, chiedendogli spiegazioni, ma attaccano la gente onesta, che onestamente esprime un parere. E poi fanno anche le vittime, chiedendo a vighini di controllare gli onesti. Se poi parliamo di giocatori, a gennaio dovevano partire tutti, non è successo, ma questo naturalmente non lo dicono, l onestà intellettuale non esiste più, solo dei voltagabbana che come le betoneghe vecchio stampo, devono sempre e solo criticare. E no digo altro, parchè la vena si sta ingrossando, purtroppo

Rispondi
Vedhellas

Non è che si deve sempre difendere setti a spada tratta, ma vorrei fare una riflessione sul lacrimatoio da spalato, che ci ha lasciati un anno fa, definito qui un fenomeno, ma che è arrivato sotto di noi in campionato. Nel torino c è un opera di smobilitazione impressionante. Belotti vuole andare via a tutti i costi, zaza ha chiesto 1 ml di buonuscita x liberarsi, bremer sarà venduto sicuramente , prestiti con obbligo che dovranno essere onorati. Adesso parlano del ritorno di Piatek, che con ballardini giocava, quando poi arrivò juric fu relegato in panchina e non giocava mai. E allora mi chiedo, precisando che non me ne frega un caxo nè di lui nè di cairo, ma come mai adesso piatek gli va bene e al genoa no. Che consolidamento sta facendo cairo, l udinese, il cagliari il genoa, lo spezia, il sassuolo. Lo dico perchè gli altri sembrano fenomeni, ma alla fine della fiera sono contento di questo presidente, che sta facendo bene, alla faccia di chi critica sempre e comunque

Rispondi
Martino

Ed ecco che si ricomincia con le accuse. Ma è pazzesco, voi proprio non ce la fate a stare sereni. Tutto è iniziato con il dileggio a Mirko e si deve sempre chiudere con accuse, stavolta più velate, al sottoscritto. Le fazioni non le ho create io. Qualcuno ha iniziato 8 anni fa a darmi del renso quando ero incazzato per la cessione di Jorginho a gennaio 2014…da lì è stato un crescendo esponenziale di offese a chiunque si azzardasse a muovere una critica nei confronti della società. Contrapposizioni del genere non ci sono mai state a Verona, sono emerse solo con l’arrivo di Setti. Ognuno è sempre stato libero di criticare ragionevolmente, di esprimere la propria opinione. Perché quando utilizzo toni poco lusinghieri nei confronti di setti ci sono utenti che si inalberano come se avessi sputato sui nostri colori?? Questo rimarrà sempre un mistero per me. E badate bene, ribadisco UTENTI, perché nella vita di tutti i giorni nessun mio affine di tifo si è mai permesso di dirmi che se critico Setti perché tratta la cessione di Casale a gennaio significa che sono in malafede. Capite che l’equazione: critica per la cessione = malafede, è qualcosa che esiste solo nella mente di 3/4 utenti qui??

Rispondi
Martino

Invece il disprezzo nei confronti del tecnico che ha avviato, assieme all’ex DS, questo ciclo positivo per il Verona, dovrebbe essere considerata un’opinione saggia e moderata. Capite che no ghe semo mia? Capite che non è possibile continuare in questo modo? Ci sono almeno una dozzina di utenti che devono continuamente giustificare e argomentare la più piccola stronzata che scrivono perché puntualmente arrivano i soliti 3/4 a manganellare e rivoltare tutti come dei calzini. Dopo ci si chiede perché questi spazi di discussione abbiano perso utenti.

Rispondi
Enrico Marchesini

Io la lacrima sula viso di spalato lo disprezzo a livello umano perché ha creato il presupposto per farsi bello con L’Hellas etichettando come scarsi i giocatori ( solo veloso e bessa da A ) e fin dall inizio facendo la vittima per aprirsi una voragine da cui scappare dando la colpa ad altri della sua fuga , quando invece stava solo tradendo il popolo gialloblù per la sua ambizione ( e presunzione : è andato in una squadra più scarsa e con meno sicurezza ). A me questo lato nn piace e me lo fa disprezzare . Identica cosa farei con setti qualora tradisse ma mia fiducia . A setti però riconoscerei che per dieci anni ci ha messo faccia schei e i risultati sono comunque stati raggiunti sotto la sua gestione . Sarebbe disprezzo ma con qualche attenuante.

Rispondi
Martino

Setti ha già tradito la nostra fiducia col secondo tragico anno di Pecchia, per dirla fantozzianamente. Li si è giocato parecchi bonus. Se ne è giocati anche di più quando, durante la stessa stagione, ha chiesto in Lega un anticipo del paracadute. Poi ci sono tanti piccoli episodi disseminati che lo faranno sempre stare sul gozzo a migliaia di tifosi, indipendente da risultati sportivi. A livello umano setti è disastroso perché tratta i tifosi come una massa ebete e informe di spettatori. Juric a livello umano è sicuramente carente, ma il fatto che si sia reso conto dei propri errori e che continui a ribadire che gli manca la nostra piazza me lo rende meno inviso. Credete che sia un atteggiamento studiato per poter tornare un giorno?? Dai, siamo seri…Juric è molto meno machiavellico e molto più istintivo. Fa cazzate proprio perché è impetuoso.

Rispondi
Jes

Anche a me juric sta sulle balle x’ ha spesso sminuito i giocatori x farsi bello lui (solo 2 son da A, sono dei bambini, etc etc….) ha acuito col modo che ha scelto x andar via (devo vedermi col pres, devo decidere, la città mi piace….. 2 giorni ed aveva già firmato e traslocato al toro). La ciliegina sulla torta l’ha messa col piansotamento di quest’anno (se lo poteva risparmare….)

Rispondi
Martino

Ma ci può stare, è un’opinione comprensibile e anche in parte condivisibile. Non condivido invece la volontà addirittura di sminuirlo da punto di vista puramente professionale e di tenerlo sotto la lente di ingrandimento per sottolineare ogni suo inciampo fuori dalle mura di Verona. Non mi interessa e non lo trovo degno di noi, così come qualcuno non trova degno di noi il mio interessamento per il calciomercato e i giudizi che esprimo su alcuni trasferimenti. Dobbiamo solo saper accettare le nostre legittime opinioni come facciamo quando siamo al bar con amici e conoscenti. Il web ci priva dei nostri connotati umani, ma dobbiamo tener presente che stiamo parlando con persone, con nostri concittadini per la maggior parte, con tifosi del Verona.

Vedhellas

Vorrei che qualcuno qui, visto che parliamo sempre dell anno di pecchia, ma mi sembra anche che si sia risaliti due volte in a, cosa che altre società non hanno fatto, vorrei chiaro e tondo mi si indicasse quali società di a del nostro livello, non l inter che paga 10 ml lukaku in prestito secco, più l ingaggio, per un anno, si stia consolidando, tenendo i giocatori migliori, e per tenere intendo dichiarare invendibili, dato che anche il sassuolo mi risulta abbia sul mercato scamacca, frattesi, berardi, raspadori etc etc. È una domanda di pura matematica ragioneristica

Rispondi
Vedhellas

Juric non si e reso conto dei propri errori, il suo atteggiamento è stato uguale anche nel torino, e col ds non possono vedersi. Certi allenatori dovrebbero rendersi conto che sono pagati per allenare, e ottenere nel nostro caso la salvezza, non per fare i presidenti. Uno che arriva a torino e afferma che ha trovato il disastro totale, per come la vedo io era già a giocare a briscola con difrancesco, che peraltro per me resta persona rispettabilissima, juric no, e anche tudor mi sembra sia al palo, tanti bei discorsi e poi via. Ma tutto il male non vien per nuocere

Rispondi
Mir/=\ko

Ad essere in malafede sono quei 3 o 4 utenti “radicalmente filo societari” che continuano a dileggiare chi critica alcune operazioni di mercato, oltretutto utilizzando termini che non mi appartengono e che falsano il concetto originario da me espresso. Per loro io rappresento il tifoso anti societario per eccellenza (l’esatto contrario loro) e in tal miniera sono stato bollato, qualsiasi cosa io dica. Sottolineo peraltro “ALCUNE OPERAZIONI DI MERCATO”, e non tutte come costoro asseriscono! Ho spesso fatto i complimenti al duo Setti/D’Amico per alcune operazioni messe a segno, ma ovviamente questo non è stato rilevato… Ripeto: all’epoca io auspicavo il tesseramento sia di Cyprien che di Tameze’, sul quale mi ero espresso in maniera positiva, citando quanto riportato su alcuni blog Atalantini. Ma questo ovviamente si tralascia ad arte!!! Giocatori molto diversi Cyprien e Tameze’, uno più qualitativo e l’altro più quantitativo. Semmai criticavo il mancato tesseramento dell’ex Nizza che, guarda caso, costava più di Tameze’, da cui la mia critica alla società. Alla società, non al giocatore!!! In pratica mi espressi positivamente sia sull’operazione Barak, visto il suo curriculum sia su quella di Tameze’, ma guarda caso, i soliti lacchè del blog hanno falsato i miei concetti a loro uso e consumo “utilizzando il termine scarso sia per Barak che per Tameze'” che proprio non ho mai utilizzato. Semmai è il contrario.

Rispondi
Hellas1971

Ok, ora abbiamo capito che sei utente equilibrato, ottimista e positivo…viva Tameze e Cyprien

Rispondi
Mir/=\ko

No, affatto, sono pessimista e spesso particolarmente critico. Ma non come mi dipingi tu! Comunque forza Hellas! Sopra ho risposto, per notizia, alla tua domanda sulle società del dopo scudetto…

Rispondi
Solohellas

Non é che forse si da una illogica importanza a uomini (ricchi) che sono bravi a parole e a fare i piangina? State sereni tanto tiferemo per sempre e fino alla fine l’Hellas, in tasca non ci viene una cippa e per lo più siamo pure perculati. Na birra e …via…..sereni….che fa pure caldo!!!Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Martino

Intendi Juric? L’ex tecnico ha una sua importanza postuma anche senza che glie lo si riconosca e senza che i tifosi glie la attribuiscano. Io personalmente non ho mai citato una sola volta Juric da quando è andato via, né positivamente né negativamente. Ho scritto solo il mio parare sulla scorta di commenti secondo me troppo ingenerosi. Per me Juric non esiste più…esiste invece la sua eredità ed è innegabile. Lo stesso Marroccu l’ha citato in almeno 3 passaggi.

Rispondi
Vedhellas

Credo che a Cairo, che non è notoriamente un ammazza allenatori, siano girate le balls non poco a vedersi uno che piange e critica a rotta di collo avendo trovato il disastro, e poi, davanti a tutti, ti spiattella che rimpiange verona, le toresele, il presidente, il ds, e con el carico da diese che setti gli dava anche di più. Ho seguito diverse partite del torino questanno, e il gioco di juric è sempre quello, ha una buona squadra, con piaca, belotti, sanabria, singo, bremer, gol beccati pochi, ma fatti anche pochi, e se ghe parte bremer, vedemo chi el trova. Qua avra portato un metodo del lavoro diverso, ma finalmente con cioffi no se dirà più che iè tuti fioletti del piangina, così finirà la tiritera da muro del pianto

Rispondi
Salta sul carro

Oltre a Magnani e Amione, rientrano a Verona anche Cetin è Stephinsnky.
Il lavoro di Marroccu non sarà per niente facile.
Tra uscite da cercare di piazzare al meglio e da sostituire poi adeguatamente, giocatori in esubero, ma comunque da provare considerando che c’è una nuova guida tecnica,, (Casale lo scorso anno rimase su esplicita richiesta di Di Francesco), con un campionato che inizierà in anticipo, e una lista con numeri limitati da presentare.
Buon lavoro Marroccu, e che Dio ce la mandi buona.
E la cosa che mi stupisce e’ che Tudor, che ha deciso di non dar continuità al l’ottimo lavoro da lui svolto nello scorso anno, non abbia ancora un contratto…

Rispondi
hellesso

Tudor le’ un poro can..secondo me l’era sicuro dopo 8 mesi fatti bene de trovar un contratto milionario da qualche sceicco per puntar alla Champions. Adesso invece le’ a pie’.
Poi e’, andato via D’Amico magari si e’ sentito un po “solo” all’interno di una nuova dirigenza e visto che nol ga bisogno del reddito de cittadinanza magari ha preferito prendersi un po di tempo e subentrare magari in qualche altra squadra.

Rispondi
stefano 50/60

Pare che sia stato fatto già il primo colpo…lo scozzese, almeno così riportano i media…..per quanto leggo qui sopra di juric e tudor beh, l unico a comportarsi in modo signorile ed educato nonostante un altro duro colpo per la sua carriera è stato difrancesco…a Verona ci piace la gente che parla poco e lavora…altri nella veste di Difra avrebbero lanciato parole al veleno…..lo stile e la signorilità non si compra..ci si nasce con e non è una questione di soldi …..juric ha lavorato bene ? beh grazie è pagato per quello….tudor se nè andato perchè vedeva grigio ? buon viaggio e grazie….io adesso sostengo il duo nuovo di zecca…..sempre bene tenr a mente che il Verona resta..il resto ? spesso è noia……puntiamo alla quinta stagione di seguito in A…..non è poco……..

Rispondi
Pillolo

“El Cholito” ha firmato con l’Hellas fino al 2026…….valutazione sopra i 18 milioni. Futuro in Spagna o in Inghilterra

Ottima superplusvalenza!

Grazie presidente!

Rispondi
Hellas1971

Correva l’anno 2013, dopo una lunga battaglia sportiva durata un intero campionato l’Hellas Verona di Cacia, Martinho e Jorginho arrivò secondo in campionato dietro al Sassuolo e davanti sul filo di lana al Livorno e fu promosso in serie A. Livorno che poi vince i play off e fu promosso pure lui in serie A. Era il Livorno di Paulinho Dionisi e Siligardi. il Livorno di Ceccherini, Bernardini, Emerson, Duncan, il Livorno di mister Nicola. Son passati 10 anni di progetti e lungimirante programmazione (tutti progettano tranne la nostra società) ed ieri il Livorno ha perso lo spareggio nazionale per salire dall’Eccellenza alla serie D però non smobiliteranno e ci riproveranno, queste sì che sono società serie.

Rispondi
Mir/=\ko

Hai ben citato Sassuolo e Livorno! Al posto di prendere come esempio il povero Livorno, perché il paragone non lo fai proprio con il Sassuolo? Mi pare che da allora, dalle parti di Sassuolo qualcosa di tangibile che va ben oltre i già buoni risultati sportivi, sia stato fatto… Vedasi Mapei Stadium e soprattutto Mapei Football Center. Loro hanno dietro le spalle il colosso MAPEI??? Bene, loro hanno il centro sportivo e lo stadio, noi allo stato attuale soltanto bei progetti e tante belle parole. A me interessano i fatti.

Rispondi
Salta sul carro

Non ho capito.
La differenza te la sei spiegata da solo, si chiama Mapei, un’azienda che fattura quasi 3 miliardi l’anno, e quindi? Cosa dovrebbe fare il Verona per diventare come il Sassuolo?
Ma che ragionamento e’?

Rispondi
Hellas1971

I fatti li hai sotto gli occhi da tanti anni, basta levarsi le fette di prosciutto dagli occhi…in Italia son più i Livorno o i Sassuolo?

Rispondi
RobyVR

Grassie presidente par le belisime plusvalense!
Campioni del mondo de plusvalense!
Forsa plusvalense!

Rispondi
Enrico Marchesini

Grazie si davvero . Spero che anche quest’anno siamo abbastanza per tenerci ancora in A e nei primi dieci posti della classifica così tutti i rensi che seuta a lamentarse ( come sto qua da Sora) i rosega un altro anno

Rispondi
Sergio

Non è questione di “lecca lecca” e questione di realismo…. vabbè che sognare non costa nulla

Rispondi
Vedhellas

Sito mia contento, consolidemo la società, vedemo ds novo, alenador novo, sugadori novi, seto che do bale vedar diese ani barak casale simeone..dai, largo ai giovani, squadra d assalto e bire scozzesi, che caxo te ne frega del centro sportivo, ghe l avemo in affitto, quanta gente vivela in affitto, tanta, e alora?? Questo si che è consolidamento, e i muri de via mazzini salvi, senza chiusure e registri fallimentari. Ma sa volio de più, el padoa, el pordenone???

Rispondi
Mir/=\ko

Non ho parlato io di centro sportivo…! Lo ha fatto qualcun altro. Anche il Chievo non aveva il colosso Mapei, ma a quanto mi risulta il suo presidente un centro sportivo lo aveva messo in piedi. E comunque io continuo a sperare nell’arrivo di un fondo estero che possa garantire un monte ingaggi diverso e maggiore disponibilità di spesa in sede di mercato.

Rispondi
Hellas1971

Però non ti ha detto “votatemi che farò il centro sportivo” ti ha detto “vorrei fare il centro sportivo “. Verona che, per inciso, in 120 anno si storia un centro sportivo di proprietà non ha mai avuto.

Rispondi
Salta Sul Carro

Dici il Chievo che adesso e’ finito in terza categoria?
Ma che differenza fa a te, che ci sia un centro sportivo o no?
Spiegamelo, perche’ su ste cose, veramente non ci arrivo….

Rispondi
Salta Sul Carro

Prendendo spunto dal post di Mirko, un altro passaggio che secondo me in tanti proprio non hanno capito (oltre a quello dei costi delle squadre di calcio), e’ che Setti non ha la capacita’ economica per mantenere una squadra in serie A.
Fare un paragone tra i vari Squinzi, Cairo, Percassi, Pozzo, Agnelli, ecc., e…Setti, non ha alcun senso.
Setti ha la potenzialita’ economica per mantenere, forse, una squadra nella parte destra della classifica…in serie B.
Se ci troviamo, con “l’autofinanziamento”, per il quarto anno consecutivo in serie A, e da tre anni nella parte sinistra della classifica, e’ un mezzo miracolo, e questo e’ un particolare che, secondo me, a tanti sfugge.
Ed e’ il motivo per il quale, personalmente, non riesco a pretendere di piu’ dai risultati sportivi di questa proprieta’, perche’ mi rendo conto che per andare oltre, non servirebbe solo un mezzo miracolo, ma un miracolo intero.
Gia’ 3 promozioni consecutive dalla B alla A, non credo siano mai accadute prima nella storia del Verona, e anche questo, che diamo quasi per scontato, dovrebbe invece rientrare nella categoria “mezzo miracolo” (mentre 2 retrocessioni consecutive dalla A alla B, erano gia’successe…)
Quello che non capisco e’ perche’ sta cosa, cioe’ che il Verona vada bene, paradossalmente, stia cosi’ tanto sui coglioni ad alcuni tifosi (o presunti tali…), quando invece, dovrebbe far piacere.
Perche’ lui e’ arrogante e antipatico? Ma dovete andarci in ferie assieme? Non credo, quindi, che cazzo ve ne frega? Finche’ mantiene il Verona in serie A, dov’e’ il problema?
Poi c’ e’ un ulteriore passaggio che secondo me non viene capito: se fossero reinvestite nel prossimo mercato tutte le plusvalenze che verranno realizzate (tolta ovviamente la parte necessaria per pagare i costi), nel tentativo di fare una squadra competitiva per raggiungere l’Europa…tutto bene, se l’obiettivo Europa venisse raggiunto…ma nel caso in cui le cose andassero male…sarebbe un disastro, ci sarebbe una pesantissima perdita dal punto di vista economico, che Setti, a differenza dei vari Squinzi, Cairo, ecc….non sarebbe in grado di sanare…con conseguenze disastrose per lui, ma soprattutto per il Verona.
Pero’ sarebbe bello se ste cose, fossero i media a spiegarle…invece di costruire castelli per aria, come spesso hanno fatto in passato…

Rispondi
Hellas1971

Però se nessun Squinzi, Cairo, Percassi, Agnelli ha mai acquistato il Verona mica è colpa di Setti….occasioni per prendere il Verona con “due soldi” ce ne sono state infinite

Rispondi
Hellas1971

Mirko secondo te una squadra come il Verona con più capacità di spesa, un centro sportivo ed uno stadio di proprietà arriverebbe davanti a Milan, Inter, Juventus, Napoli, Roma e Lazio?

Rispondi
Vedhellas

Mi risulta che il bottagisio sia stata una operazione per creare una plusvalenza di quasi 13 ml, di cui 1,5 messi dal comune, e cosa ha portato?? Niente. Non capisco perchè una squadra da media classifica come noi, dovrebbe x consolidarsi farsi carico di costi molto alti, e x lo stadio altissimi, che dureranno anni, e setti dovrebbe accollarsi un onere simile x cosa??? Per consolidare cosa??? Noi andiamo a vedere una partita di calcio, 35000 persone al bentegodi che assistono ad una partita dell hellas in a, quello è consolidamento. E se x caso setti vendesse, chi lo compra l hellas con fior di milioni da pagare x lo stadio e x un centro sportivo??? Vengono fatte queste considerazioni, o si parla sempre e solo tanto per parlare. Se guardiamo l udinese, adesso hanno chiesto 50 ml di risarcimento, visto che sono in guerra col comune x via della concessione di 99 anni, e questi sono casini che x fortuna setti non ha, e non avrà mai. Per me, stadio e centro sportivo, fossi presidente, mai e poi mai, e quando riavrá l udinese 50 ml dal comune, ma stemo scherzando??? E quanti avvocati pagheranno per poi domani constatare che l hanno presa nel didietro, visto che fare causa ad un comune di cittá, non di paese, è come fare causa all inps, par dir

Rispondi
stefano 50/60

Qualche considerazione sul dibattutissimo centro sportivo, stadio di proprietà etcetc…….personalmente nutro grossi e numerosi dubbi sulla reale utilità di avere strutture che solo grandi società europee, e qualcuna italiana, possiedono con effettive ragioni e tornaconti economici. A Verona ad esempio l’ unica criticità che io vedo nel Bentegodi, come in altre piazze, è la siderale distanza tra il pubblico ed il campo da gioco. Cosa che si potrebbe risolvere con spese oculate e tempi di realizzazione altrettanto oculati. Setti tra l’ altro, correggetemi se sbaglio, sta operando per avere Peschiera, che non è malvagio eh.
Dopo alcuni tentativi ( lugagnano e o payanini ) andati male ma, credetemi l’ ho vissuto sulla mia pelle, quando si va a palazzo barbieri negli uffici tecnici edilizia privata, per spostare mezza finestra di una casupola, si comincia a vivere un incubo nel quale molti individui fanno a gara per incularti denari. Novarello Vi dice qualcosa ? il bottagisio è un centro sportivo ? Lo stadio di proprietà, che poi è una concessione novantanovennale, ha un valore reale sulla squadra ? o serve per costruirci attorno miliardi di metri cubi di attività ed abitazioni onn esattamente a costi accessibili ? ( eufemismo )…..ripeto qui, che l unico di proprietà è della iuvemerda su gentile concessione GRATUITA all italianissima famiglia FCA di grissino fassino guarda caso falce martello ? meditate………

Rispondi
Hellas1971

Se Setti non avesse mai detto “mi piacerebbe costruire un centro sportivo” del centro sportivo non sarebbe fregata mai una beata fava a nessuno…però puntualmente serve qualche refrain sul quale impuntarsi per criticare….all’inizio il problema erano i parametri zero (poi arrivò Toni), poi il paracadute, poi i prestiti, poi la mancanza di giocatori di proprietà ed ora le plusvalenze…ovo, galina e cul caldo

Rispondi
stefano 50/60

E del resto se ha comprato e strutturato una sede, che io ho visto all ‘ingresso peraltro, presumo ci tenga ad avere un luogo, senza sfarzi ma funzionale, ove più squadre del Verona di età differenti si allenino assieme ed abbiano un unico punto di riferimento…il settore giovanile in questi ultimi anni ha prodotto non poco eh…… ma da qui a ritenere indispensabile uno stadio di proprietà e o un centro sportivo che cambia i destini della società beh……pensando a novara, a ceo, e a altre realtà non dimensionate come inter iuve milan o meglio ancora barca o real ne passa di acqua sotto i ponti…..per me invece l essenzialità passa da una società snella che investe su persone valide, poi se c’è da fare un qualcosa per il centro sportivo ben venga …ripeto, Peschiera è un suo obiettivo…..per lo stadio il discorso cambia radicalmente….quando devi bussare alla porta del comune cittadino ed entra in ballo la politica allora è meglio rendersi conto che hai messo mani e piedi in un vespasiano ingorgato….almeno questo è il mio pensiero….

Rispondi
Salta sul carro

Sul discorso stadio, credo che uno stadio nuovo, col pubblico più vicino, farebbe piacere sia ai tifosi che ai giocatori (pur sapendo che in Italia, servirebbero anni per costruirne uno nuovo…).
Ma il discorso Centro sportivo invece, per i tifosi è per i giocatori, non credo cambierebbe proprio nulla.
Come scriveva sopra Hellas 1971, e’ solo una cosa su cui alcuni si sono impuntati (giornalisti in primis…)

Rispondi
stefano 50/60

Ti dico la mia sia sul centro sportivo sia sullo stadio…..con moltissimi allenamenti ormai a porte chiuse il centro sportivo è un luogo dove squadra e staff si confrontano..si allenano..e Peschiera è un obiettivo più o meno dichiarato dallo stesso setti…..per lo stadio pare, dico pare, che senza lungaggini e costi spaziali si potrebbero prendere le quattro strutture ed avvicinarle al campo..lo spazio guadagnato potrebbe esser utilizzato benissimo per altri scopi funzionali…..ho notato cos’ è successo a padua….fatta una gradinata, l euganeo è il parto di una mente malata, fatte le denunce…in conseguenza di un vecchio vizio della politica italiana che prima ti dice fai pure..e poi ti mazzola con multe e denunce…se prima di eseguire un lavoro ci fossero regole chiare da rispettare pena l abbattimento immediato allora si potrebbe creare…ma mancherebbero poi le susseguenti multe ammende sanzioni etcetc….capito il gioco ?

Salta sul carro

… anche secondo me basterebbe sistemare quello attuale. Il problema sarebbero le tempistiche (italiane) : un anno per i llavori? Significherebbe trovare una sistemazione provvisoria per un campionato. Vicenza? Brescia? Bergamo? Padova? Tutte città dove ci amano 😂😂 Purtroppo credo che la soluzione ideale sia di costruirne uno nuovo, e nel frattempo utilizzare il Bentegodi. Quindi credo per almeno i prossimi 5/6 anni… resteremo al Bentegodi. 😂

Hellas1971

Con gli allenamenti a porte aperte e l’uso massiccio degli smartphone Juric sarebbe il nuovo Germano Mosconi, pace all’anima sua…

Rispondi
Martino

Nemmeno io credo che sarebbe fondamentale avere un centro sportivo di proprietà. Sono di altro avviso riguardo lo stadio invece. Certo però che si rimane sbigottiti quando nella stessa intervista l’amministratore unico afferma sia che quest’anno in particolare si avverte la necessità di rimanere in equilibrio economico-finanziario, sia che resta vivo e attuale il progetto per un centro sportivo di proprietà. Ormai siamo abituati alle discrasie e a nessi logico consequenziali deficitari nella comunicazione di Setti con la piazza…spererei che anche lui migliorasse questo aspetto che, come insegnava Machiavelli, è il punto focale per garantirsi coesione e per attingere alla passione di tutti i tifosi. Secondo me gli investimenti migliori e più lungimiranti andrebbero fatti sul territorio, patrocinando piccole accademie nel Veneto come è stato fatto in Albania. Dovremmo fare, con le ovvie e dovute proporzioni, come il Barcellona in Catalogna…creare una fitta rete di contatti sul nostro territorio d’elezione addestrando personale nell’area tecnica, con una catena di comando chiara che culmini con Margiotta. Dovremmo setacciare in modo maniacale tutto il Triveneto, inglobare nel progetto del Verona le prospettive di carriera di tutti i ragazzini da Brescia/Mantova a Pordenone. Avremmo la forza per trainare tutto il movimento calcistico della nostra regione se solo lo volessimo.

Rispondi
Martino

In questo modo ci garantiremmo uno status dominante in un bacino molto grande, carente molto spesso di professionalità e serietà in ambito calcistico. Ci garantiremmo sicuramente, per la forza dei numeri, un serbatoio inestinguibile. Ci garantiremmo una politica che consenta di ridurre all’osso le commissioni dei procuratori. Infine, pensando alla prima squadra, ci garantiremmo un minimo di lealtà da parte di un gruppetto di calciatori che potrà legare la propria carriera a noi, al Verona. Certo, sono tutti voli pindarici, ma preferisco questa ipotesi all’esborso esorbitante per terreno e tot cubatura di cemento. Le idee e i rapporti fra le persone a volte sono più concreti del materiale edile.

Rispondi
Vedhellas

Un presidente che domani può avere una congrua offerta per l hellas, non va a barcamenarsi in investimenti che sono solo costi, e che forse riuscirebbe in 15 anni ad ammortizzarsi, anche perchè mi sembra lampante che setti non voglia mettere radici qua, ma comunque, per aggirare la norma, dovrá venire al mantua un prestanome, sempre col 51%, ma i commercialisti sono ormai specialisti in questo. Per lo stadio, credo che il bentegodi sia la nostra storia, e mi è difficile pensare ad un altra destinazione su cui, a suo tempo, Arvedi e Martinelli mai si erano accordati. Basterebbe credo che il nuovo sindaco, o vecchio, se va ancora el volpon de sboarina, presentassero un progetto di ristrutturazione per entrare anche nei finanziamenti della lega, ma siccome gli va meglio fare le rotonde a 700000 euro, allora difficile che cambi qualcosa. Invece di mettersi in casa i messicani, potrebbe il comune, ripeto, presentare un progetto per togliere la pista, spostare le tribune,e nello spazio ricavato fare dei negozi, qualche store . Credo non sarebbe difficile, ghe vol solo gente con la voia de far, invese de ciacole da betoneghe

Rispondi
Mir/=\ko

Cosa ne pensate dei nomi che circolano per il mercato in entrata? Tranne Henry sul quale non c’è solo l’hellas, non c’è nessun altro giocatore che abbia avuto un buon minutaggio nello scorso campionato di serie A! Forse i loro cartellini sono inarrivabili per il Verona? Circolano i nomi di giovani che provengono dal campionato primavera, giocatori che hanno militato in B e soprattutto stranieri di belle speranze e che costano poco. Pescare dalle rose di Cagliari, Genoa e Venezia sarebbe forse troppo dispendioso?

Rispondi
Hellas1971

Smobilitazione, via tutti e solo prestiti in entrata e pure scarsi, festa finita, tutti a funghi la Domenica…aspettando i fondi, abbi fede e pazienza

Rispondi
Mir/=\ko

Carboni in prestito dall’Inter e Piccoli in prestito dall’Atalanta??? Ma non era finita l’era dei presti secchi???

Rispondi
Enrico Marchesini

Preferisci non averli ? Evidentemente le dove società proprietarie del cartellino ( Atalanta e Inter ) preferiscono non cederli con diritto di riscatto perché credono fortemente nei due calciatori Z sa femo ? Li lassemo a Juric ? O alle altre 12 medio piccole della serie A ? Facciamo rafforzare gratis la concorrenza ?

Rispondi
Hellas1971

Se prendi i parametri zero il problema sono i parametri zero, se prendi i prestiti il problema diventa i prestiti, se li compri non va bene perché poi li vendi per fare plusvalenze, in pratica qualsiasi cosa è sbagliata….

Rispondi
stefano 50/60

Personalmente mi preoccuperei molto di più per le marce regole che dominano il calcio mercato, e non solo quello, che condizionano in negativo le medio piccole e favoriscono le grandi, che son grandi solo in fatto di prepotenza ……..com’ è possibile che una società calcistica abbia sotto contratto il quadruplo di giocatori che dovrebbero comporre una rosa per i vari impegni…….leggo di prezzi su, ad esempio, pinamonti…è dell inter, non giocherà mai nell inter e parlano di cifre completamente fuori mercato….poi vanno in prestito e spesso tirano indietro la gamba……ovvio che poi per una società come la nostra fare mercato diventi complicatissimo……prezzi anche da campione per scamacca, per raspadori, per quelli dell atalanta……ma campioni non sono….all estero vanno in pochi perchè la hanno giocatori ben più completi…e dall estero vengono qua rotti a fine carriera, ribery un esempio…..per non parlare di di maria…certo è forte ma dare ingaggi come chiede ad un giocatore di 34 anni beh…ditemi Voi……vorrebbe quattro volte o più di quello che prendeva Toni qui da noi e Toni si che era un campione……..ripeto, con queste regole mantenersi in serie A sarà uno scudetto…….

Rispondi
Solohellas

Finché non cambiano le regole (utopia) ,finché non mettono un limite ai tesserati, finché ci sono club che per il mercato invernale spendono 100 mln più ingaggi,procuratori e bustarelle….finché non mettono un limite al tetto ingaggi….sarà sempre peggio. Il prospetto della (solo per il momento rimandata) superlega….fa capire il futuro del calcio. Diventerà un circo….uno spettacolo di varierà….tipo NBA. Majorettes, nani,clowns ,trampolieri e poi lo show. Spariranno le bandiere ,le sciarpe….quindi i tifosi. Sarà come andare al cinema sapendo già la trama del film…. Che tristezza !!!! Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Vedhellas

Il marcio di tutto questo mondo è che a società con debiti stratosferici si permette di fare operazioni come fossero in utile, ma se x caso una medio piccola sfora di un centimetro, sei in serie c dritto come un fuso. Quotazioni schifose, se l inter prende in prestito un anno lukaku, con una operazione che gli costerà 20 ml, se giocatori e procuratori girano a dx e sx, vedi udogie, che non voleva restare qui, e dopo un anno vuole andare all inter, questo è il marcio. Spero solo che marroccu sia uno che non cede sui prezzi , dimaria a 35 el fa la gresta con 7 ml netti di ingaggio, se il napoli vuole barak e simeone, mette sul piatto 45 ml e si parla, altrimenti vanno al discount. Su poccoli è predtito secco, su carboni dovrebbero fissare un diritto di riscatto, a quel che ho letto, risposta x mirko

Rispondi
Martino

I club della Lega di Serie A, in particolare Lecce e Cremonese, dovrebbero fare una denuncia circostanziata alla UEFA. Non è possibile che per il senescente puttaniere non valga il FPF.

Rispondi
Martino

Piccoli prestito secco molto male, soprattutto per lui. A 21 anni, col suo background, dovrebbe avere la possibilità di essere messo al centro del progetto sportivo. Da noi verrebbe per essere la terza riserva. Temo che per lui possa essere un’altra stagione buttata, mentre per noi sarà una meteora che farà qualche apparizione sbiadita. Piccoli deve essere preso a titolo definitivo per essere titolare (correndo qualche rischio), altrimenti non dovrebbe essere preso affatto. Diciamo che ci stiamo sdebitando con Tony per averci fatto fare le nozze con i fichi secchi.

Rispondi
NIKE

A proposito di Yeboah e Bosilj, due ottimi prospetti, caro Vighini mi aspettavo da te un post o un blog sulle nostre giovanili, dopo il campionato della nostra Primavera, dove militano giocatori interessanti già pronti per la prima squadra e dietro di loro vi sono altri come Cissè che seppur giovanissimo è un vero fenomeno

Rispondi
Martino

Anche Joselito, tecnica sopraffina e intelligenza tattica superiore…deve mettere su un po’ di massa muscolare

Rispondi
Pillolo

Bravo presidente, ottima tecnica,
tira ancor un po’ con Tameze e Barak e poi via altre due belle plusvalenze.

Grazie presidente

AlèAlèBumBumVivaVivaViva!

Rispondi
Hellas1971

Via tutti via tutti, dai che tra un po’ torniamo in serie B ed allora sarai felice…tien duro

Rispondi
Hellas1971

Pessina è l’esempio lampante di come non tutti i prestiti secchi vengano per nuocere, anche grazie a lui la dimensione del Verona è cambiata, se un prestito secco dà il suo contributo per fare uno step in avanti o consolidare la crescita ben venga…non abbiamo bisogno di giocatori scarsi, il resto viene dopo

Rispondi
Vedhellas

Bisognerebbe secondo me, anche essere al corrente delle clausole di un contratto, allora si potrebbe parlare. Detto che piccoli dovrebbe essere una contropartita x liberare d amico, può essere che l ingaggio si paghi a metà, che abbiano stabilito che ad un certo numero di presenze ci sia un bonus x noi, cioè, non penso che setti sia così dolso che si fa dare piccoli x rimetterci e basta. Ripeto, noi le clausole di tutti i contratti non le sappiamo, ad es i bonus sulle possibili rivendite, come va di moda adesso, i cosiddetti premi di valorizzazione. Dico solo che sentire certe quotazioni, se skriniar, gran centrale certo, ma arriveranno a 65 ml o giù di lì, io non devo dare barak a 18, o simeone a 18, o casale a 12, quello mi darebbe fastidio forte

Rispondi
Martino

Un giocatore che prenderei immediatamente è Damsgaard…di sicuro non rimane in Serie B e le sue quotazioni si sono abbassate.

Rispondi
Martino

Si, lapsus, non so perché ho sostituito il Genoa con la Samp. Forse perché mi facevano più gola i giocatori della Doria. Comunque Damsgaard quando sta bene è un gran calciatore.

Rispondi
Mir/=\ko

Behhh, con la politica dell’autofinanziamento, la serie B non è assolutamente una ipotesi da scartare nel breve termine… Se per sopravvivere in serie A, devi ogni anno vendere i tuoi migliori giocatori per racimolare qualche decina di milioni di euro (una trentina?), l’ipotesi di imbroccare una annata sfigata nella quale non crei plusvalenze così imponenti, può anche concretizzarsi. I Casale, i Barak e i Simeone non li trovi tutti gli anni! Visto che mi si ripete continuamente che nella storia centenaria del Verona, quattro anni consecutivi in serie A sono da considerarsi una sorta di felice eccezione, l’ipotesi di una B a breve termine è da mettere in conto. È il destino delle piccole società costrette a vendere i loro pezzi migliori.

Rispondi
Hellas1971

A novembre saremo già retrocessi sicuro al 100%, così poi tornerai a divertirti come in Lega Pro, abbi fede

Rispondi
Salta sul carro

Finalmente un ragionamento sensato. E non ci crederai mai, ma la storia del Verona è sempre stata questa.
Se non ti piace… ci sono le strisciate…

Rispondi
Enrico Marchesini

Ciao Grola . Si, è uno scenario possibile , ma solo nella tua mente contorta diventa addirittura auspicabile .

Rispondi
 

Rispondi a Martino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code