Torna al blog

TEMPO SCADUTO. ADESSO NON SI SCHERZA PIU’

La prima cosa che voglio dire è che considero Cioffi il minore responsabile di questa situazione. Le attenuanti nei suoi confronti sono talmente tante e pesanti che non si può tirargli ora la croce addosso.

Gabriele è un ragazzo d’oro e un bravo tecnico che sta affrontando una specie di scalata dell’Everest senza ossigeno. Ha dovuto affrontare troppi ostacoli fino ad oggi per poter essere giudicato senza condizionamenti.

Non si concede un attacco da 40 gol e svariati assist in maniera indolore. Ma ancora di più: la squadra è stata costruita tardi, senza un chiaro progetto, prima per il 3-4-2-1, poi per il 3-5-2, infine di nuovo per il 3-4-2-1, in una girandola di operazioni che ci hanno fatto venire il mal di testa per tutta l’estate.

Cioffi ha cercato con pazienza la via migliore, cercando nei giovani nuove energie ma al contempo cercando di non perdere per strada gli uomini che hanno fatto le fortune del Verona negli ultimi tre anni. E così Lazovic, Günter, Tameze solo per fare tre nomi che hanno rischiato di non giocare per il Verona il primo settembre, devono essere recuperati alla causa, lavorando sulla testa ancora prima che sulle gambe. Ma parallelamente bisogna fare punti (obiettivo primario) migliorando il gioco, mettendo tutti nelle condizioni di poterlo fare. Non è facile con giocatori che hanno saltato la preparazione e non hanno partecipato al pre-campionato. Verdi e Hrustic, gli ultimi arrivato sono l’emblema di un Verona che è stato un cantiere fino a questa domenica. La sconfitta di Firenze è un passo indietro evidente.

Il Verona ha deluso proprio quando ci si aspettava un nuovo salto di qualità. Lo ha fatto sia dal punto di vista della proposta di gioco, sia a livello morale dove la squadra appare smarrita in certi frangenti come se rigettasse il lavoro settimanale o peggio ancora non fosse convinta. Ora però le attenuanti stanno per finire. Davanti ci sono 15 giorni di lavoro, l’occasione di recuperare giocatori importanti e in cui Cioffi deve trovare a tutti i costi un’identità tattica a questa squadra.

Non si scherza più insomma. Anche perchè guardando alla classifica non c’è più tempo per scherzare. L’allegra inconscienza del “tanto tre peggio di noi le troviamo” che alberga anche in società, purtroppo, sbatte contro la realtà del campionato.

Il Verona dovrà sudare, soffrire e lottare come mai ha fatto negli ultimi tre anni per riuscire a salvarsi anche in questo campionato. Ci sono avversari più attrezzati (Monza) e altri che lottano col coltello (Cremonese, Lecce) e perdere altri punti significherebbe arrivare in quella partita che “valgono doppio” con l’acqua alla gola e un solo risultato possibile. La possibile condizione per ogni squadra, un terno al lotto da cui può uscire qualsiasi scenario. Anche il peggiore. Meglio continuare a ricordarlo a chi crede che sia solo una fastidiosa formalità da espletare.

143 commenti - 5.516 visite Commenta

Mir/=\ko

Troppe partenze eccellenti e troppe scommesse a basso e bassissimo costo fatte arrivare un po’ a casaccio e senza alcun progetto da una società che appare in disarmo… Tra queste scommesse quelle che pesano di più sono il DS e l’allenatore. Complimenti presidente Setti, il tuo capolavoro sta dando i suoi frutti. Ma a te cosa importa??? La serie B è uno scenario che è stato ampiamente preventivato, visto il mercato allucinante a cui abbiamo assistito!!!

Rispondi
PIETRO ZANETTI

Vighini, a parte che da una settimana all’altra cambia parere, a parte che sembra il cugino di Cioffi tanto lo difende, a parte che gunter è stato un danno primario anche l’anno scorso, (dati oggettivi, non chiacchere come le sue), a parte tutto, ma se ne intende un pochino di calcio?

Rispondi
Martino

Gunter ci ha fatto perdere 9 o 10 punti nella scorsa stagione per errori individuali. Annoverarlo tra gli uomini che hanno fatto le nostre fortune non mi sembra affatto giusto. Ho ancora negli occhi la sua prestazione scandalosa contro i suoi ex compagni di squadra del Genoa nel 2020, quando si è fatto infinocchiare a ripetizione per salvarli, condannando il Lecce. Queste cose non le dimentico.

Rispondi
Papo

Il piano è chiaro, a gennaio venderà Ilic e Tameze e tutto sarà compiuto…se metti obbligo di riscatto di Caprari in caso di salvezza del Monza ti conviene lottare o regalare punti ? Pensi che Lazio ,Napoli e Fiorentina ti diano quello pattuito o visto che c’è un diritto chiederanno uno sconto che verrà accettato dal fama’de schei! Tutto programmato …ingozzati con i tuoi 3.8 milioni. E come risposta ci verrà data( all’Arena):’ Dopotutto i bilanci sono apposto e la serie B è un bel campionato’.

Rispondi
franco gobbetti

DIREI CHE HA LE IDEE ABBASTANZA CHIARE. LA CROCE DEVE AVERLA TUTTA IL PRESSIDENTE E IL DIRETTORE SPORTIVO CHE STANNO INFANGANDO IL NOME HELLAS

Rispondi
Martino

Si…mia tanto…non troppi mesi fa aveva scritto un post intitolato “Setti è un benefattore e vi spiego perché”

Rispondi
stefano56

La penso come Mirko. Ma continuo a non capire le modalità delle vendite. Il rischio del boomerang di tutti quelli senza obbligo è assai consistente. Setti è stato un uomo fortunato. Sempre e immeritatamente. Astuto forse, ma non intelligente. Fortunato, ripeto. Ma la fortuna è mutevole e credo che il vento sia cambiato. A me non importa, perché se è vero che questo ricadrà sulla mia squadra è altrettanto vero che il mio presidente, indipendentemente dai suoi mezzi, deve essere soprattutto chi ama la squadra e i suoi risultati sportivi.

Rispondi
Raycharles68

Direi che Setti è coerente: l’obiettivo economico è prioritario. Contenere i costi prima cosa: hai uno dei monti ingaggi più bassi della categoria e se qualcuno vuole guadagnare di più può farlo lontano da Verona (parole del presidente, mi sembra…anche perché a Verona c’è già lui che guadagna tanto e si comincerebbe a stare stretti). È chiaro che per come va il mondo pallonaro oggi, qualsiasi giocatore che fa un buon filotto di prestazioni bussa per l’adeguamento, quindi quelli che fanno una buona stagione l’anno dopo li devi vendere e sei costretto a farlo alle condizioni del mercato in quel momento….credo che un discorso simile (una richiesta ritenuta esosa) sia stata anche alla base della cessione di Udogie e anche di Silvestri. E vedrai Coppola l’anno prossimo (se riprende lo standard prima di Firenze). Il monte ingaggi è il nodo gordiano: a questo livello ogni anno chi si è messo in luce andrà a guadagnare di più altrove e arriveranno scommesse che non possono chiedere la luna…finché vinci le scommesse ti salvi e fai mercato, quando (fisiologicamente) le perdi, retrocedi e re$etti….questo è il giro con il carpigiano: chi pensa a progetti di crescita e consolidamento guardi altrove.

Rispondi
El_Tia

Sosta nazionali? Che capita a pennello? Ma se perdiamo: Ilic, Lazo, Dawidowicz, Hrustic, Coppola e Terraciano più altri che mi sarò dimenticato sicuramente. Cosa vuoi lavorare? Cioffi: “l’avevamo preparata diversamente”. Ma se ogni partita giochiamo a sbalonare a caso sugli attaccanti. Cioffi aveva l’alibi del mercato prima, adesso che scusa gli concediamo? Dai su, Di Francesco era stato cacciato per molto meno. Cioffi non verrà esonerato come Pecchia perché la società ha preventivato la possibilità di retrocedere. Se non capiterà sarà un altra botta di cool del magliaro.

Rispondi
Papo

Uno che fa giocare questo Lasagna per 7 partite non capisce un c…o di calcio…
Doveva sin dal ritiro Caprari o non caprari continuare sulla linea dello scorso anno questo è il problema principale per l’allenatore…dopo c’è il problema del Santo da Carpi, facesse adesso un intervista….tutto calcolato nei minimi termini….

Rispondi
Papo

Ma per dire che meritavamo il pareggio che tipo di problemi ha montipo? Abbiamo giocato contro una squadra che è durata 40 minuti dopo per il restante 50 Min erano senza fiato…Grandi parate bel voto ma sul primo gol te ciapa’ sono caro El me montipo!!!

Rispondi
Stefano

Montipò colpevole sul gol. Per la terza volta in questo campionato. Me ne frego di tutte le parate che fa dopo!! MALISSIMO. A me pare quasi che i giocatori non credano nell’allenatore. E come ho detto anche dopo la samp., c’è sempre la sensazione che così non si vada da nessuna parte. Siamo l’unica squadra in serie A dopo la juve, a non avere un gioco. Siamo la peggiore squadra della serie A sotto tutti i punti di vista. Non cedo come rimanere in categoria. Mai negli ultimi 4 anni ho visto l’hellas approcciarsi così male alle partite (se non quando già salvi). Qui centrano l’allenatore, le motivazioni e il credere in quello che si fa. Non vedo appigli. Saremo, SIAMO, molto scarsi, ma anche in serie C le squadre hanno una identità e un gioco.. Lasagna basta. Maledetto quel giorno lasagna+montipò per Silvestri. Cioffi avrà le prossime due settimane, in cui tra l’altro gli mancheranno un sacco di giocatori. POi le scusanti saranno finite anche per lui. Dopo il 3 ottobre, cioè dopo la sconfitta con l’udinese, saremo penultimi.

Rispondi
Antonio

Suggerimento per Cioffi…. Montipo Davidowich (Cabal) Gunther Hien Faraoni Tameze Veloso (Ilic) Lazovic Verdi
Rustich Henry…. resto giocatori riserve obbligatorie!

Rispondi
Mir/=\ko

Chissà cosa sta pensando il buon Cioffi nel vedere una super Udinese ai vertici della classifica. Quell’Udinese che lui ha snobbato per buttarsi tra le braccia di un presidente che gli ha interamente venduto l’unico reparto che ha funzionato meravigliosamente l’anno precedente. Quello stesso presidente che ha imbottito la rosa di ventenni senza un briciolo di esperienza del nostro campionato di serie A! Una società che persevera in certe scelte come quella di riproporre Depaoli in rosa, non può che raccogliere risultati come questi.

Rispondi
Giampietro

Condivido poco o quasi nulla di questo scritto, si parla sempre del povero Cioffi che deve fare i miracoli, che è il meno responsabile di questa situazione, del cantiere aperto. Non si dice invece che il tecnico ha grosse responsabilità perché la squadra è palesemente smarrita, nessuna qualità nel gioco, per carità nessuno nega sia un ragazzo d’oro ma purtroppo non ha la fondamentale qualità che dovrebbe avere per allenare questa squadra, parlo dell’esperienza che francamente non ritengo sufficiente per dipanare la matassa che si fa sempre piu intricata.

Rispondi
Bruno

C’è poco da fare Vighini cerca il salvagente, noi facciamo la formazione, c’è bisogno di una scossa forte ci sono 15 giorni di fermo campionato ,cambio allenatore subito puoi se va bene ok altrimenti si va a remengo come oggi pomeriggio, per me non va bene sia chiaro né la prima ipotesi né la seconda ma stiamo facendo schifo senza un po’ di ritegno c’è qualche germe come ha detto quel bavoso di Sarri.

Rispondi
Davide

Riconosco e sono d’accordo con quello che scrivi ma penso che Cioffi proprio per questo non sia il mister giusto. Serve uno con più carattere ed esperienza in A. Poi magari valutiamo l’udinese seconda in classifica con più o meno la stessa rosa dello scorso anno in cui con Cioffi si salvò…farei anche questo tipo di analisi. Domanda Doig oggi dev’era?

Rispondi
alex85

Se hai 6 difensori uno più lento ed impacciato dell’altro cosa vuoi fare? puoi alternarli o far giocare sempre gli stessi il risultato non cambierà. Se non hai nessuno che sa tirare in porta da fuori area cosa vuoi fare ? Purtroppo per lo ……. di Carpi e per certi tifosi i nuovi acquisti sono tutti campioni solo perchè sono venuti a Verona e non sono nemmeno giovani di belle speranze perchè i brocchi restano brocchi ovunque vadano. Vighini basta alimentare speranze il destino cioè la B è già segnato

Rispondi
Luca

Cioffi bollito ! Nessuna idea di gioco! Uno che cambia 5 giocatori vuol dire tirare a casaccio ! Subito esonero !

Rispondi
Brunoconlasciarpadell'83

Il gioco del Verona è inutilmente dispendioso fisicamente. Per di più non è efficace perché non si arriva più al tiro, non si arriva mai al cross dal fondo e alcuni ruoli chiave vengono ignorati. I ragazzi sono allenati ma non hanno schemi chiari. Oggi speravo di vedere un gioco diverso con il trequartista in campo, e invece spesso veniva ignorato nella costruzione della manovra d’attacco. Perché?

Rispondi
Guido

Un’altra delusione: difesa in affanno quasi tutto il primo tempo, non riusciamo a fare tre passaggi di fila, attacco sterile. E poi i singoli: Gunther e Lasagna in questo momento non meritano di essere titolari. Allenatore: in confusione totale; oggi abbiamo resuscitato una squadra di cadaveri, che però almeno per mezz’ora ci hanno messo l’anima

Rispondi
peter

secondo me la colpa principale è di $etti
che ha distrutto una squadra fantastica, e ha scelto Cioffi allenatore mediocre

Rispondi
Celtico

Quindi Vigo mi vuoi dire che Cioffi poveretto è esente da ogni colpa?mi spiace ma non sono assolutamente d’accordo.peraltro all 1 settembre si è detto molto soddisfatto del mercato.Gli posso dare l alibi di qualche giocatore fuori forma ma francamente se dopo 7 giornate la squadra non ha un minimo di identità,le colpe le ha eccome!!!anche oggi nessuna mossa,cambi fatti a caso e zero tiri in porta..sono convinto che abbiamo una squadra scarsa ma non così scarsa come si è visto in queste settimane…serve un tecnico”ignorante”…sono certo che possiamo salvarci.su Setti sorvolo.

Rispondi
Jes

Io l’ho già detto più volte Cioffi via.
Per me ha fatto in queste partite una montagna di errori.
Domanda x Vighini (so già che non risponderà): e di chi sarebbe la colpa del cambiamento di modulo se non dell allenatore??

Rispondi
hellasmastiff

a questo punto ok per ballardini uno che sa come salvare le squadre e che ha già allenato gli ex genoani veloso lazo gunter kallon e altri…… sperem da subito……🟨🟦

Rispondi
Claudio vangalegna

Oggi mi sembrava di vedere la squadra di Grosso. Passaggi sbagliati o troppo lunghi o troppo corti, neanche le cose elementari hanno saputo fare. Troppi errori, nessun gioco e mi chiedo: ma gli errori li vediamo solo noi tifosi e chi sta ai bordi del campo non vede nulla.

Rispondi
Mingon Federico

Buonasera, il continuare a ripetere che ci siamo indeboliti, cosa assolutamente vera, non ci aiuterà a raddrizzare la barca . Nel contempo ti stanno mancando 3 pilastri 3 della scorsa stagione. Per chi non se n’è accorto parlo di Faraoni (uno dei giocatori più completi visti a Verona in entrambi le fasi) Tameze (cosa gli sta succedendo?) e Lazovic (gli giovano i cambiamenti di ruolo???). Poi c’è un problema di conduzione: è possibile che dopo 7 giornate non si veda un’idea di gioco? Ad esempio se vuoi sfruttare Henry devi crossare e quanti cross degni di tale nome avete visto? Certo se ne vedi pochi con Doig, figurati con De Paoli!!!
E poi in una squadra povera tecnicamente vi sorprende che l’unica occasione vera è un filtrante di Verdi con scatto di Kallon? Senza togliere le grosse responsabilità della Società e pur essendo un conservativo, a mio parere il Mister va sostituito.
Rinnovo cordialità

Rispondi
Adler

Parlando di tattica il nostro problema è la fase difensiva con 13 gol subiti. I numeri non mentono. Davanti abbiamo gli stessi gol del toro che è nono in classifivkca . La difesa a 3 questa squadra non la regge x me. Si deve difendere a 4 con doig terzino sx come giocava in scozia . Il 442 potrebbe essere piu congeniale a questa rosa . A cc lazovic a sx poi 3 centrali avrotazione che ci sono : ilic veloso e tameze. Faraoni a dx davanti henry e piccoli o verdi quando sarà pronto. Speriamo che in questa pausa cioffi trovi il modo x sistemare la difesa. I nostri problemi sono al 80% li. Forza hellas

Rispondi
Martino

Difendiamo a 5…si chiamerà anche difesa a 3, ma in fase di non possesso gli esterni si abbassano sulla linea per comporre un reparto a 5 e consentire ai difensori di riempire l’area. La verità è che quasi tutti i gol subiti sono causati da errori individuali osceni, da terza categoria. Manca esperienza e manca anche fiducia, cosa più importante. Mettici oltretutto che il centrocampo è ormai inesistente da diverso tempo e in ogni caso non abbiamo un vero incontrista…Tameze l’ho visto vincere contrasti a ripetizione solo l’anno scorso, ma nell’ultima stagione di Juric era piuttosto mollo nei contrasti…non è il suo ruolo quello di interditore. Quindi si ritorna sempre all’annosso problema…la rosa del Verona viene costruita perennemente alla cazzo perché si mette sempre in conto una retrocessione dignitosa. Bastava tenere solo una delle decine di cessioni eccellenti per ogni anno…Amrabat, Silvestri, Casale… già così staremmo parlando di una squadra in cui c’è un incontrista cazzuto, un portiere che para e un difensore che sa marcare.

Rispondi
Adler

Si a difesa schierata gli esterni si abbassano e fanno i 5 ma nelle ripartenze ieri per esempio ti trovavi ikone che va all’ 1vs2 con coppola che era braccetto di sx. Lo salta e va in porta e son cazzi amarognoli. Con una linea a 4 questo problema non lo hai. E in piu tutti i giocatori giocano nel loro ruolo.
Mah…vedremo qcs cioffi deve inventarsi….i problemi in difesa son di gran lunga piu importanti. Davanti basta togliere quel ridolino di lasagna e gia sei di un altro livello. Cioffi sistema la difesaaaaaaa !!!!!
Forza Hellas

Rispondi
Tex67

Noto con piacere che erano in molti a Verona a credere che Settorello potesse sfornare miracoli in serie “A” a ripetizione, in scioltezza, cosi….. a pesce di fuori.. Chiunque, sano di mente, avrebbe capito che dopo aver cambiato direttore sportivo, allenatore, cinque giocatori (di cui 3 avevano procurato un bottino di 40 goal e numerosi assist nella stagione scorsa) per l’Hellas sarebbe stata una stagione di “lacrime e sangue”, per dirla alla Fornero.
A questo aggiungiamo che i Lazovic e i Faraoni hanno le batterie scariche dopo svariati anni ad alti livelli e che i signori Tameze ed Ilic hanno altro per la testa. In questo marasma, sono stati inseriti dei giocatori nuovi che probabilmente avranno un futuro, ma non un presente, vuoi per inesperienza (Cabal) o per motivi fisici (Hrustic e Verdi). Nel frattempo teniamoci stretto il centrale difensivo Hien che pochi anni fa’ faceva l’attaccante… Prima di muovere processi a Cioffi, vi chiedo se oggi contro la Viola abbiate visto qualcuno tra le nostre fila che a livello tecnico attualmente possa giocare in “A”. Forse Verdi, che dopo due settimane che è qui, deve ancora acquisire uno straccio di forma accettabile. Poi ci chiediamo perché qualcuno abbia avuto una carriera inferiore alle sue possibilità. Premesso questo, che dovrebbe fare Cioffi? Vorrei vedere Guardiola con una squadra con un così basso livello tecnico. Vi rammento comunque che due allenatori buoni ce li avevamo. Qualcuno li ha fatti scappare a gambe levate… Tenetevi Cioffi, ora. Mi permetto di fare un’osservazione a Vighini, senza livore e senza acredine: poco tempo fa’ ho assistito con piacere ad una tua diretta su facebook, ove, rispondendo ad una domanda di un tifoso, dicevi di non preoccuparsi per la salvezza che comunque 3 squadre più scarse del Verona c’erano. Ora indichi invece la società dell’Hellas come proprietaria intellettuale di questo pensiero. Nessuno ha ormai dubbi su come la pensi Settorello. Però in effetti qualche dubbio su come la pensi Vighini effettivamente viene.. Poi ci sta’ tutto, per carità: sei un giornalista e fai il tuo lavoro. Capisco benissimo.

Rispondi
FranzHellas

Io dico solo una cosa, anche se banale: al di là dei bilanci, al di là delle varie difficoltà che una società può incontrare, non si può ogni anno ripartire da zero: non va sempre bene. In questo senso mi associo in toto al pensiero di tutti quelli che pensano che in tutti questi anni Setti, in realtà, sia stato molto fortunato.
Non si può fare andar via, oltre a giocatori validi, soprattutto persone come Juric prima, Tudor e D’Amico poi…Qui manca totalmente um progetto!! Spiace dirlo, ma la realtà è questa. Cioffi, poveretto, pur con delle pecche sicuramente, è il meno colpevole.

Rispondi
RobyVR

Ciofeca l’è sta tolto tanto par tor uno che costava pôcô, sensa un progeto sportivo. La so pena l’é sa indrio a scontarla vedendo da ndoe el rivava e in che latrina l’è capità, l’ha creduo nel sboron da Carpi e adesso el paga pegno. Riguardo al Verona dubito che ghe sia qualcossa da far, la squadra le fata de scarsotti in abondansa, fadiga catar uno al livel de Juric che riesse nel miracolo e el piocioso bassopadano non so se el tira fora schei par el terso alenador da stipendiar

Rispondi
Vedhellas

Cioffi non ha una idea di gioco, si è visto anche oggi, la squadra non è cosi scarsa secondo me, anzi, ma questo allenatore li fa andare ai due all’ora, non si incaxa mai, neanche per un presunto fuorigioco di henry, e questa confusione e poca garra la trasmette alla squadra. Brava persona, per carità, ma non puoi continuare a spostare o tenere in panca, giocatori ad ogni partita, vedi doyg, veloso, hien, così uno non capisce più niente. Montipò se dice che meritavamo il pareggio, penso sia da ricoverare subito. Montipò, coppola, hien, dawidovicz, veloso ilic hrustic, lazovic, kallon, verdi, henry…..questa secondo me la squadra che potrebbe schierare, e che darebbe in avanti garanzie x creare diverse occasioni da gol, ma , mi spiace dirlo, serve un cambio di passo, e, spiace dirlo, di allenatore

Rispondi
Vedhellas

Se uno guarda altre squadre, hanno un gioco ben preciso, i giocatori sanno cosa fare. Se uno vede il napoli, il cinese e rahmani giocano lì, anguissa, lobotka, krava, zielinski, e gli altri, non gli cambiano ruolo ad ogni partita, e che non mi si dica che cioffi ha giocatori nuovi, a livello di serie a, se uno li fa giocare con schemi ben precisi, ripeto, sanno cosa fare , ma se tu hien lo fai giocare una volta al centro e poi a dx, doyg che e veloce lo tieni in panca, veloso anche, e tameze lo fai vagare x il campo a margherite, col caxo che questi capiscono qualcosa. E vero, gli esperimenti sono finiti, kallon e verdi devono giocare, se no in avanti non segni, doyg anche, io oggi x esempio, su sottil avrei provato cabal, che mi sembra veloce, mettere hien che sullo scatto non è un fulmine, dovaria vedarlo anca lu che uno va in difficoltà, oppure depaoli lo tenevi terzino puro, e sulla fascia tenevi terracciano, o kallon

Rispondi
NIKE

E ora che facciamo, vogliamo santificare Cioffi? Io credo che sia uno dei principali artefici di questa penosa squadra, la maggior parte dei giocatori stanno con lui da luglio e se non ha dato una vera idea di gioco è perchè nemmeno lui la tiene, non aspettiamoci miracoli da quei 3 giocatori ( solo 3 quindi niente scuse) arrivati negli ultimi giorni di mercato

Rispondi
cristiano

Diciamolo ! oppure qualcuno pensa che con l’attuale rosa non possiamo giocarcela con almeno una dozzina di squadre?

Rispondi
Martino

Una dozzina di squadre mi sembra molto, troppo ottimistico, al limite del fantasioso. Nemmeno la scorsa stagione scorso ce la potevamo giocare con 12 rose della Serie A. Quest’anno abbiamo senz’altro valori superiori rispetto a Cremonese, Lecce, Empoli, Sampdoria…siamo alla pari con Monza, Salernitana, Bologna.

Rispondi
hellasmastiff

ballardini che conosce gli ex genoani della nostra rosa o la soluzione interna vice tudor bocchetti per tornar a far il 3421 come negli anni precedenti….. cioffiout…….please🟨🟦

Rispondi
stefano56

Così si retrocede, è matematico. La società vuole questo, come credo, bene allora siamo sulla strada giusta. Tanto 12000 abbonati li ha fatti, il paracadute, il delta dei diritti televisivi, il ristoro covid e la chiusura del mercato con i soldi che gli arriveranno l’anno prossimo. Il risultato sportivo non interessa. Mai interessato. Se invece si vuole mantenere la categoria, Cioffi va esonerato subito e con lui lo staff più simile alla corte di Versailles che ad un gruppo di lavoro ( negli ultimi tre anni mai visto un Verona in queste condizioni fisiche), si va nel mercato degli svincolati e si prende una punta e un terzino marcatore. Ballardini potrebbe essere ottimo, ma anche la soluzione interna Bocchetti. In ogni caso, Cioffi via subito. Oggi.

Rispondi
Celtico

Concordo in pieno.ma non credo accadrà.qui nemmeno si prende la briga di confermarlo,solo silenzio..il Sommo da Carpi diventa loquace solo quando deve parlare con i media di altre città per offrire i giocatori come al mercato

Rispondi
Gio

Con una società che definisce il mercato con giocatori in prestito, seconde linee, e all’ ultimo momento questi sono i risultati, manca l’ approccio mentale ai giocatori. Bisogna lavorare sulla testa. Buona fortuna Cioffi.

Rispondi
pipphellas

si ha sempre la tendenza a creare alibi, giustificazioni. E mi riferisco specialmente ai nostri informatori, i media. Prendete Lasagna. Difeso per tre anni a spada tratta come fosse una specie di entità intoccabile (eh ma è un bravo ragazzo…). Ora si inizia la stessa pantomima con Cioffi (eh ma la società ha fatto casino). Vogliamo rimanere con i piedi per terra ogni tanto? Lasagna è indegno (nonostante il bannatore seriale Barana lo ritenga molto forte) e Cioffi fino ad oggi non ne ha azzeccata mezza. Si può dire almeno questo? Bon…adesso meglio trovare qualcuno che una o due idee in testa le abbia e relegare in tribuna quelli scarsi come la fame e pure quelli che vorrebbero andarsene a Gennaio.

Rispondi
bardamu

Ho sospeso il giudizio su Cioffi fino ad ora anche per alcune delle considerazioni svolte da Vighini, ma ieri alla vista della squadra schierata sono trasalito: come si fa a continuare pervicacemente a schierare il povero Coppola sulla sinistra? E che Hien non fosse in grado di marcare Sottil si è capito dopo pochi minuti. De Paoli, poi, mi spiace, ma è stato inguardabile. E Kallon andava inserito al posto di Lasagna dopo 20-25 minuti.
Per il futuro ripongo molte speranze su Verdi e Kallon, ma, soprattutto, prego per il rientro di Faraoni.
Tornando all’allenatore nelle ultime partite sembrava che la squadra fosse tornata con lui. Dopo ieri, e, soprattutto dopo le sue dichiarazioni ( nemmeno troppo velatamente ha incolpato alcuni giocatori della sconfitta ), ho grandi dubbi in proposito.

Rispondi
Vedhellas

Sono tra quelli che ha sempre sostenuto lasagna, ma ieri ha fatto una partita indegna, è incredibile come un giocatore con le sue doti di corsa non riesca una volta, dico una, a inquadrare la porta, giusto tenerlo fuori. Per il resto daccordo con te. Cioffi va esonerato subito, se aspettiamo facciamo la fine difrancesco, secondo me, a parte i giocatori, la defezione più pesante è stato tudor, adesso ti tocca l’udinese, che va a mille, mi conforta che ho visto dawidovicz tornare in forma, verdi che con un passaggio ha messo in porta kallon, vorrei vedere anche cortinovis, sempre in panca, ieri poteva schierarlo nel secondo tempo, ma questo allenatore è molle, ci serve uno da battaglia, anche perchè gli altri protestano per delle caxate immani, noi non andiamo a chiedere il var e a protestare x un gol che andava rivisto per il fuorigioco

Rispondi
Ruspa62-2.0

Vigo mi dispiace, ma mi sembra che non ci sia purtroppo una percezione reale della gravità della situazione. E’ stato smantellato l’intero reparto avanzato della squadra ed al suo posto non è stato costruito nulla. La squadra quando passa la metà campo non sa cosa fare perchè non ha proprio le capacità di attaccare e perde sistematicamente palla, (e temo che anche con un Verdi in forma le cose non possano migliorare un granchè). Non si creano occasioni da gol e tantomeno si segna. In tutto questo il presidente ed il ds sono senz’altro i maggiori responsabili, ma anche il mister ha le sue belle responsabilità. Per prima quella di non essersi dimesso dopo il mercato, la società lo ha lasciato con una rosa disastrata e credo non fosse questo che gli era stato promesso quando è stato ingaggiato. Ma la cosa che più preoccupa è che alla confusione generata dalle svendite lui ne sta aggiungendo altra con una conduzione tecnica insicura e ondivaga, (inevitabili in un allenatore senza esperienza). A guardarlo in panchina dà la una sensazione di smarrimento totale, sembra un marinaio alla deriva su una barca in mezzo alla tempesta. Stessa sensazione vista ieri negli occhi di giocatori come Lazovic, Tameze e Veloso che dovrebbero essere con Faraoni le colonne morali del gruppo. Anche la tempistica dei cambi dice tutto, perchè aspettare ad inserire Veloso e Kallon dopo dieci minuti del secondo tempo, quando avrebbero dovuto entrare già nel primo?, (anche Coppola andava sostituito molto prima). Serve un mister esperto e di personalità ed abituato a lottare per la salvezza, che prima di tutto metta a posto la difesa, non si può continuare a giocare con difensori centrali tutti lenti in maniera impressionante. L’ideale sarebbe stato Nicola, (peccato non sia libero), ma bisogna trovare una figura così. Perchè se si aspetta ancora ci ritroveremo alla sosta per i mondiali con ben pochi punti in classifica.
Sempre forza Hellas e sempre setti vendi e vattene.

Rispondi
Adler

Dissento : nonostante lo scempio estivo abbiamo fatto un gol piu del sassuolo e gli stessi del toro. Il nostro dramma è la difesa la seconda peggiore della serie A. È li che bisogna rimettere in piedi la baracca.
Speriamo che cioffi ce la faccia .
Dopo la pausa c’è l’udinese in casa e poi a salerno. Se non si cambia la rotta dopo ste 2 partite allora bisognerebbe pensare ad un cambio di panchina.
Forza Hellas

Rispondi
Papo

La dichiarazione di Cioffi che dice sull’osservazione di montipo migliore in campo che la stampa deve aiutare mi sembra fuori luogo…la stampa fino ad ora ha aiutato anche troppo sia società (con interviste pianzota ad inizio stagione ) sia la squadra difendendo Cioffi e squadra…però se te fe cagar sa voto che i difenda? Ricordo che l’unica vittoria è arrivata con la squadra più messa male di questa serie A e abbiamo trovato un Atalanta e una Fiorentina abbordabili, abbiamo fatto fare la figura del Real Madrid all’Empoli tutto questo difendendo squadra e società..adesso basta ! O vinci con l’udinese o fora Dale bale

Rispondi
bardamu

La stampa dovrebbe fare appunto la stampa, mica è l’assistente dell’allenatore. Ha fatto benissimo il giornalista a fare delle domande vere. C’è da dire che Cioffi almeno è educato e non ha dato in escandescenze come certi suoi colleghi. Ma la sua frase è stata assai infelice.

Rispondi
RobyVR

Ciofeca l’avea za sbotà con arogansa qualche stimana fa, dopo i ga dito de sbasar le rece e de tegnarle basse e l’ha ubidio, ma se vede che el fa fadiga.

Rispondi
Kilgore

Parafrasando qualcuno senz’altro piu’ intelligente di me il gol del Cholito di ieri vi seppellirà…tutti voi difensori dell’indifendibile dalle basse. Ieri a Firenze ho visto una squadra già costruita per il prossimo campionato di B dall’allenatore a tre quarti di squadra .Detto ciò auguro buon paracadute a tutti

Rispondi
cristiano

Io invece ho visto solo gran confusione tra i reparti, preparazione atletica insufficiente a portare a termine 90 minuti, zero grinta , tre pilastri dello scorso anno irriconoscibili ed un Mister che trasmette la carica di un cardellino bagnato ; onestamente quello che fa Simeone al Napoli non mi interessa.

Rispondi
Kilgore

Se come alcuni pensi che era inevitabile o magari giusto che andasse via insieme a tutti gli altri , allenatore compreso , e hai a cuore piu’ le finanze del magliaro che le sorti dell’Hellas posso capire che non ti interessa cosa fa a Napoli

Rispondi
Hellas1971

Le sorti dell’Hellas Verona mi avete insegnato che sono slegate dai risultati, Setti fa schifo ora come quando la squadra giocava bene ed arrivava nona, decima…quindi che ci sia o non ci sia Simeone cosa cambia?…se oggi siete preoccupati del non gioco e della classifica significa che ieri è stato fatto un buon lavoro…ah già ma ieri era merito degli altri

Rispondi
cristiano

@Kilgore: delle finanze del magliaro mi interessa quanto il gol di Simeone al Napoli. Manca il manico mi sembra evidente, la rosa è da salvezza secondo la mia opinione.

Rispondi
Giuseppe

Ciao Gianluca ma non puoi chiedere un confronto a Setti e Marroccu? Per capire quali siano davvero le loro intenzioni, se credono davvero in quello che stanno facendo, se sono contenti del lavoro di Cioffi. Grazie.

Rispondi
RobyVR

Se alà, el Strassarol el se fa intervistar solo se le robe le va ben e par piansar el morto come l’ha za fato. Marrosco l’è inutile parlarghe, el conta solo bale.

Rispondi
inclineatutto

Porta pazienza Vighini, io posso anche essere d’accordo con te ma il tuo sentore non è che Cioffi stia troppo sparando Merda sui suoi giocatori (almeno Juric non faceva i nomi), che la società lo abbia abbandonato e che inevitabilmente alla prossima sconfitta sarà esonerato o chiederemo tutti di esonerarlo. Con giocatori più scarsi Juric era riuscito il primo anno ha dare idee precise di gioco cosa che a Cioffi non è ancora riuscito. Mi spiace, bravo ragazzo, e anche predestinato ma il tempo non è dalla sua parte.

Rispondi
Salta sul carro

Faccio solo notare che Cioffi ha lasciato Udine per venire a Verona.
Se guardiamo dove si trova adesso l’Udinese in classifica, questo potrebbe indice che l’allenatore non è in grado di intuire le potenzialità dei giocatori che ha in squadra.
Sensazione questa dopo sole 7 giornate di campionato, ovviamente è probabile che fra una decina di giornate la classifica per l’Udinese sara’ completamente diversa.

Rispondi
Giovanni

Ma sono i giocatori che poi vanno in campo…. Caprari Barak Simeone che hanno segnato oltre ,40 goals giocano in altre squadre….Casale e Cancellieri giocano nella Lazio, Tudor è primo in Francia a pari con il Psg….Setti.non riesce più di così pertanto possiamo mettere in preventivo anche una dignitosa retrocessione…..

Rispondi
Zagus

Giochiamo in 90 metri,come si può difendere,creare gioco e far filtro a centrocampo se l’attacco è a 80 metri dalla difesa???????? Caspita nemmeno gli amatori tengono una squadra così allungata.E ti credo che dopo son costretti al lancio,non c’è nessuno attorno… Cioffi,iuhhhuuuu ste cose le vede anche una talpa…

Rispondi
Martino

I reparti distanti però fanno parte dell’idea di calcio di Cioffi. Secondo lui lo schema migliore per sviluppare il gioco e quello che prevede di scavalcare semplicemente la squadra avversaria… lancio lungo sulle boe d’attacco e aggressione sulle seconde palle per rimanere oltre la metà campo avversaria. Questa sarebbe l’idea (che non mi ha mai entusiasmato). L’applicazione pratica però è la seguente…Henry di sponde ne fa pochissime perché non ha l’abilità di Toni…i centrocampisti sono molli come la diarrea e non portano aggressione sulle seconde palle…non stiamo giocando con trequartisti di ruolo, perciò quei pochi palloni che arrivano in quella zona vengono sprecati a causa del tasso tecnico ridicolo di Lasagna o della scarsa lucidità di altri interpreti adattati al ruolo…gli esterni non vengono mai innescati perché non si allargano a sufficienza visto che devono coprire anche l’interno del campo perennemente sguarnito proprio per la distanza tra i reparti. Il calcio di Cioffi era agonizzante già negli anni ’90…qualcosa che appartiene a un’altra era geologica. Gli ho dato il beneficio del dubbio per 1 mese…ora davvero mi sta sconcertando. Dobbiamo cambiare prima della sosta…dovremmo sfruttare la sosta proprio per consentire a un nuovo staff tecnico di ridare linfa a una squadra sfibrata psicologicamente e addirittura fisicamente. Andiamo la metà rispetto agli altri.

Rispondi
Gnanfo

Il bello è che continuiamo a pensare di trovarne 3 peggio di noi…io al momento vedo tutte superiori a noi, anche la Cremonese perché almeno tatticamente ha un credo ( le 4 pappine di ieri non fanno fede…)
Dimenticavo…me raccomando società, silenzio che il nemico ti ascolta…che ta cagà

Rispondi
Ero Tuto Mi

Più la rosa è scarsa più serve un allenatore con un’idea di gioco aggressiva e un carisma forte. Caratteristiche che avevano Juric e Tudor oltre che, e questa non è una colpa di Cioffi, all’accento (a mio parere….anche quello è stato utile ai precedenti mister). Per correre e pressare 90 minuti devi essere però allenato a farlo. Per convincere i giocatori a farsi un super mazzo in allenamento devi essere un bravo motivatore, avere carisma, proporre un’idea di gioco chiara (come concetti base) che si possa sviluppare indipendente dagli interpreti in campo. Devi avere una squadra corta e aggressiva, devi arrivare prima sulle seconde palle ed insegnare ai tui attaccanti e centrocampisti che quando l’avversario rinvia DEVI rientrare CORRENDO davanti all’avversario per prenderle…. etc etc: Cioffi non è adatto. (PS Allegri è molto molto peggio, se allenasse l’Hellas saremmo ultimi a zero punti…

Rispondi
Mir/=\ko

Ok, adesso le colpe sono in gran parte di Cioffi che, effettivamente, non sta dando un gioco alla squadra. Ma il “poco più che esordiente Cioffi” chi lo ha voluto sulla panchina del Verona dopo soli 6 mesi di esperienza nella massima serie? Dai su, è evidente che siamo, di fatto, tornati ai tempi di Pecchia e soprattutto di Grosso sia nella scelta della guida tecnica, sia nella politica rivoluzionaria di cessione di tutto il vendibile… Cioffi è stato scelto appositamente per le sue caratteristiche di tecnico esordiente e quindi a basso o bassissimo costo. Un tecnico straordinariamente propedeutico alla causa dello smantellamento di tutto il meglio della rosa, ossia dell’intera squadra titolare dalla trequarti in su. Cosa che nessun presidente meritevole di stare in serie A ha fatto e che nessun tecnico con un minimo di esperienza e di mercato avrebbe mai e poi mai accettato! Ma a furia di tirare la corda senza un minimo progetto, questa sta inesorabilmente per spezzarsi, perché il giochetto dello scommettere su giovani poco più che ventenni della primavera e provenienti dai più disparati campionati esteri in sostituzione di certezze messe annualmente e puntualmente in vendita al primo offerente, prima o poi doveva cominciare a scricchiolare… Purtroppo ci sarebbe voluto molto più equilibrio in sede di mercato, cosa che Setti ha dimostrato di non perseguire, ben protetto dall’eventuale paracadute, già testato in passato. Non mi rimangio quanto detto alcuni giorni fa, ossia che non è tutto da buttare, in quanto il livello dei giovani arrivati al Verona dall’estero, si è alzato e non poco. Ma contestualmente si è tornati ad abbassare in misura determinante (in negativo!) il numero di giocatori tesserati con un minimo di qualità ed esperienza nel nostro massimo campionato. Depaoli è l’esempio classico di quanto sto dicendo ed è lo specchio perfetto della partita di ieri. Una società che richiama Depaoli dopo averlo visto all’opera già lo scorso anno, non credo abbia chances concrete di salvarsi. Dovevano arrivare più giocatori alla Simone Verdi e meno scommesse a tutti i livelli. A cominciare proprio da quel tecnico che appare in disarmo come la società.

Rispondi
Ero Tuto Mi

Mirko non ho nulla da obiettare al tuo post….però l’unica soluzione praticabile per provare a salvarsi è cambiare Cioffi (mi sta simpatico, lo reputo più bravo di Allegri, ma non è adatto al Verona di questo momento). Gli altri problemi che elenchi ….semplicemente non sono risolvibili nel breve.
Ciao

Rispondi
Mir/=\ko

D’accordo con te e sottolineo che, probabilmente, Cioffi è molto meglio di quello che stiamo vedendo all’opera miseramente a Verona. Per come analizza ultra lucidamente e mai in maniera scontata le partite, non credo sia un perfetto sprovveduto. Tutt’altro… Ma come dice giustamente Vighini, Cioffi è semplicemente un tecnico con poca esperienza e sulla schiena del quale, una società in grande confusione e con un monte ingaggi da serie minore, ha accatastato fardelli troppo pesanti per uno come lui. O questa società lo ha fatto scientemente per trovare il “capro espiatorio” di una quanto mai probabile e ampiamente prevista capitolazione, oppure la società ha davvero toppato con una ingenuità imbarazzante della quale mi stupisco. In tutta onestà, credo che il peccato originale risieda nelle scelte opache di un DS come Marroccu e della scommessa Cioffi, che sono andate in una direzione mai così univoca: quella del bilancio nettamente a scapito del risultato sportivo. A casa mia, questo è pianificare una retrocessione, perché la serie A, certe rivoluzioni pesanti accompagnate da scommesse sempre più azzardate, non puoi non pagarle a caro prezzo. Se hai già un monte ingaggi piuttosto basso, cosa fai? Lo abbassi Ancor di più? Per questo tipo di società esiste un solo palcoscenico: la serie B.

Rispondi
Pierluigi

Va bene. Non hai soldi Setti? Ok … vendere la società non può essere una opzione percorribile? Verona merita di più … poi se non sei in grado di mantenere la squadra per 2 anni di fila fatti da parte, vendi ed incassa. È normale umiliare un team ed una città vendendo quasi tutti i migliori? Trova un acquirente affidabile, innamorato (come tu non sei) e fai le valigie.

Rispondi
Jordan

Cioffi ha una grande colpa, quella di insistere con Lasagna, già si conosceva dall’anno precedente che per fare un gol ne sbaglia 10, adesso dopo le prime due partite che hanno messo in mostra che non è ne capo ne coda si continua ad insistere e davanti non concludiamo niente.

Rispondi
Mir/=\ko

Beh, ieri di Lasagna in campo c’è n’erano almeno altri 7! Un disastro totale nel quale gli unici a salvarsi veramente, sono stati Montipo’, Veloso e il volonteroso Kallon, che non è esattamente la seconda punta di qualità che doveva fare la concorrenza a Lasagna, supplendo agli arcinoti deficit dell’ex Udinese. Quando si parla di giocatori di esperienza e qualità! Costano? Setti non li può stipendiare? Ok, non è la categoria adeguata per questo presidente. La sua dimensione è il Mantova.

Rispondi
gabriele

Sono d’accordo.
Lasagna NON può giocare in serie A, forse nemmeno in serie B: NON vede la porta e se fa un gol sarà perchè qualcuno su in cielo ha pietà per lui.
FUORI!!!!

Rispondi
Ghost3

Bene bene vedo che quanto avevo preventivato all’inizio del campionato dopo il super mercatone di $etti si sta proprio avverando: non ci sono 3 squadre inferiori a questo Hellas.
La squadra dopo il terremoto del mercato estivo risulta sfilacciata, lunga con 0 schemi e ora se ne sta andando anche il morale dopo continue sconfitte. Il punto è che ci sono oggettivi problemi MOLTO seri e cioè: 1- difendiamo solo facendo falli e beccando ammonizioni (segno di scarsezza dei giocatori) 2 – la squadra è quasi sempre troppo lunga applicando solo lanci e sperando in qualche santo che sappia controllare e poi fare da sponda per l’attaccante (cosa che non sta avvenendo anche qui forse per la scarsezza dei giocatori) 3- vi è uno scollamento tra difesa e centrocampo perenne che crea una zona vuota dove si inseriscono a go-go gli avversari facendoci spesso male 4- non giochiamo MAI palla a terra (che coi giocatori scarsi che abbiamo sarebbe più facile) perché non c’è alcun progetto di gioco nel movimento dei giocatori stessi. Ho sempre detto che le colpe di tutto ciò non sono da addebitare a Cioffi bensì alla dirigenza che ha colpevolmente distrutto la squadra/allenatore/ds (N.B.: l’anno scorso giocavamo meglio dell’Udinese!!) e che per costruire un gioco decente sia sempre stato necessario molto tempo. Ora ripeto: si può invocare qualsiasi altro allenatore ma con questa “accozzaglia” di giocatori rabberciata su alla meno peggio non vedo possibilità di salvezza. Poi se la B era l’obiettivo della gran dirigenza direi che è stato centrato in pieno ($etti prenderà pure il paracadute ma credo che la squadra subisca un notevole deprezzamento economico senza considerare che l’anno prossimo potrebbe pure rimanerci in B visti i chiari di luna a cui stiamo assistendo!).

Rispondi
stefano56

Analisi condivisibile in ogni punto. Mi permetto di aggiungerne due. a) l’allenatore ha perso lo spogliatoio; b) come dice Sarri a Roma, anche da noi ci sono almeno due virus ( due giocatori che si sono accordati con nuovi club, per gennaio.)
Cambio allenatore da prassi. Ma inutile perché la retrocessione, programmata, è certa e con l’occupazione della ventesima posizione

Rispondi
Marco

Ma per me con una squadra così se fossi Ciofi farei un scolastico 4-4-2
Montipo in porta da destra
Faraoni iehn gunter doig
A centrocampi da destra
Terraciano tameze venoso lazovic
Henry più verdi o kallon
Secondo me potrebbe risolvere molti problemini ma vedremo
Comunque forza hellas

Rispondi
Zeno

Questi personaggi mi hanno fatto passare la passione per questo sport bellissimo ogni volta che si costruisce qualcosa viene sistematicamente distrutto… Avevamo tutto bel gioco buoni allenatori il trio meraviglia la davanti un fantastico Ds…. Tutto smantellato perso per sempre….

Rispondi
Maxim

Come detto nel mio ultimo post, mi sono preso un periodo di riflessione per capire …. capire…. francamente capisco poco, certamente non ho intelligenza calcistica per farlo. E Cioffi aiuta poco in questo.
A me piace come tipo, non è mai banale o scontato in ciò che dice, ma forse in questo lo vedrei meglio al posto di Marroccu che in quello di allenatore perché poi sul campo mi pare essere meno “toscanaccio verace” e un po’ più “allegriano”, che attualmente non è proprio un bel paragone.
Ghost3 ha puntualizzato nei punti 2 e 3 ciò che più manca ai gialloblù …. in particolare il punto 3: nessuna squadra può permettersi di non avere un centrocampo di filtro e il nostro centrocampo in questo è colpevolmente peggiore della pochezza difensiva (che, come reparto, io controcorrente ritengo di per sé non così scarsa nei nomi…anche se la realtà dice il contrario)….. Tameze è irriconoscibile, Ilic checché venga spesso salvato come meno peggio è poco, ma molto poco meglio, non parliamo di chi occupa le fasce.
Finora ho fatto il Letta, cioè uno che punta il dito, ma non dà soluzioni……si scherza 😀
In realtà non saprei che dire. Siamo di fronte ad una sosta. Quindi o si cambia il timoniere adesso dando al nuovo un tempo direi adeguato a risistemare le idee oppure si va avanti così…..io, lo dico con reale dispiacere anche se ho letto (senza verificarle…alcune mi sembravano talmente piccate da essere scritte da un amante piantata :D) cose non positivissime sul curriculum di Cioffi, sarei per l’esonero.
2 allenatori a libro paga più uno nuovo…… sostenibilità settiana possibile?

Rispondi
Il Buon Osvaldo

L’andamento del nostro Hellas in questo inizio di campionato, a seguito del mercato estivo, ha qualcosa di strano. A parte l’esordio in stile armata Brancaleone fatto coi vesuviani che obbiettivamente sono molto strutturati, poi abbiamo giocato alla pari con Atalanta, Empoli e Bologna subendo ieri invece una dura lezione dalla viola. Come vanno interpretate queste “involuzioni” improvvise? Qualcosa bolle in società o nello spogliatoio? Per quanto scarsi credo che se avessimo un motivatore stile juric potremmo giocarci la salvezza mentre messi come siamo messi la faccenda si fa seria e preoccupante … Dai Verona !!!!

Rispondi
Tex67

Il pubblico di Verona è davvero fantastico. Dopo che il ladron…chiedo venia…padron ha smembrato una squadra che girava a meraviglia, per esigenze di …… bilancio (ahahahah) VIGLIACCAMENTE se la piglia con una brava persona, reo di non riuscire a ….resuscitare i morti.
Sempre a 90° con chi comanda e sempre pronti a prendersela con l’ultima ruota del carro. Cioffi deve rimanere al comando. È stato scelto dal vostro infallibile padrone, no? Dunque Cioffi sia. Fino alla fine. Come disse il Mandorlo: “SAREBBE STATO PIÙ GIUSTO RETROCEDERE TUTTI INSIEME….”
Vendutelli/prezzolati

Rispondi
Hellas1971

I pistoleri han sempre criticato a prescindere. ..che cazzo ti cambia se la squadra gira a meraviglia o fa cagare?

Rispondi
Maxim

Si può anche ormai dare scontato che i mali stanno a monte ….. Gli allenatori sono quasi sempre i meno colpevoli ….. ma nel contempo fare operazioni tipo, che ne so, sostituire Di Francesco con Tudor …..
Su Mandorlini hai ragione ….. ma si era alla 14a (con 6 punti e 0 vittorie), ormai i buoi erano scappati benché io ricordi bene i miracoli di Reggina (-11 penalizzazione) Chievo Crotone e Salernitana. In quel senso sì, tanto valeva continuare con lui…..
Ora non mi sembra da prezzolati (se mai fosse rivolto anche a me) ipotizzare un’altra guida tecnica.
Soprattutto perché non è il tifoso che decide ….. il tifoso espone semplicemente un parere, nel mio caso….

Rispondi
ak47

Allora devoti del laido siete contenti della squadra che vi ha messo assieme. Una squadra che soffrirà un campionato intero per salvarsi ammesso che ce la faccia, daltronde vi puzzava che gli ultimi 3 anni ci salvassimo a febbraio e adesso squallidi come il vostro laido non criticatelo ma attaccate cioffiducia il meno colpevole di questa situazione ma che sarà l’unico a pagare. andate a cag… voi e la vostra devozione per il laido. Povero Verona non meriti questo

Rispondi
Martino

È evidente che la squadra sia stata enormemente indebolita per arricchire il paron, che lo spogliatoio sia sfilacciato, che manchi unità d’intenti, che alcuni calciatori siano scontenti perché la società non ha intavolato trattative per instradare anche loro (cosa che verrà fatta alla prossima finestra di mercato)…Cioffi è stato messo li come pungiball, così come fu pungiball Pecchia. Sapevano qual’era il rischio di prendere un quasi esordiente che in tutte le conferenze estive non è mai riuscito a spiegare quali siano i principi del suo calcio. Come ho detto tante volte, palla lunga e aggressione sulle seconde palle è uno schema…uno schema che, fra l’altro, viene tipicamente utilizzato solo quando la sproporzione del tasso tecnico in campo è tale da rendere necessario un gioco fisico e arruffone…non è un principio di calcio!! Detto ciò, dopo essere risaliti a ritroso nella catena di comando e aver giustamente attribuito le responsabilità dell’attuale desolazione tecnica, etica ed emotiva al ganassa bassopadano in odor di reati finanziari….possiamo dire che sarebbe il caso di provare a uscirne cambiando tecnico al volo?? Anche Bocchetti sarea meio! Ovviamente io preferirei Andreazzoli o Ballardini, ma siccome non credo che il mentitore senza talento decida di pagare 3 tecnici, me farea nar ben anca Bocchetti che è stato allievo di Tudor. Lo spogliatoio ha bisogno di uno scossone.

Rispondi
Vedhellas

Tanto per cominciare, se ti entreranno soldi dalle cessioni sarà l’anno prossimo, questanno siamo in rosso di 10 ml. Per secondo, visto che siamo laidi, l’anno scorso eravamo già in b, come questanno, evidentemente la squadra era buona, ed è buona anche questanno secondo me, dalla in mano a tudor, e vediamo quanti punti facciamo. Terzo, il caro Cioffi ha voluto certi giocatori, come henry e djuric, non ha voluto destro, perchè fatti x il suo gioco, ma anche se tu avessi 25 brocchi, se questi brocchi corrono e rasano l’erba, e sono organizzati, qualche risultato lo porti a casa, ma qui si parla di confusione totale, di uno che anche essendoci il mercato, l’idea di gioco la deve avere, la grinta la devono avere, se uno guarda il milan, il napoli, l’udinese, questi non ti fanno toccare pallone da quanto corrono, e questo lo dà l’allenatore, non il presidente o marroccu. A quel che ne dà dei laidi, dei servitori, a parte che non capisce una minchi.a di calcio, vediamo se salta fuori se per caso riprendiamo a fare risultati e giocare, Cioffi va esonerato, ma subito, puoi prendere anche todeschi, esonerato dal lipsia, ma con esperienza, o ballardini, il povero difrancesco il suo milioncino lo becca sempre, è ora di smetterla di santificare gente che se va male e non trova squadra, devi continuare a pagarlo, allegri ormai fa caga..re, neanche li allena più, e va a prendersi i suoi 7 ml di stipendio da esonerato senza fare un caxo, questa è la verità. Per ultimo, i 33 ml che ha preso del decreto covid, sono un prestito garantito, che dovrà ridare in 8 anni, bisogna specificare dato che qui c’è gente che crede siano rimborsi tipo diritti televisivi

Rispondi
mattia

Io non voglio prendere di mira nessuno che sia chiaro, ma sinceramente e opinione personale,ma Carissimo Cioffi , se hai una squadra meno forte della scorsa stagione con caratteristiche diverse, e non dai alla squadra un’identità di gioco la colpa è solo tua e non dei giocatori.
Io sinceramente in 7 partite non ho visto e lo ripeto una sola azione da manuale del calcio.
È mai possibile che non riusciamo più ad andare sul fondo e crossare per Henry?
No perché in questo caso Henry non serve praticamente a niente, anzi insieme a lasagna giochiamo in 9.
Statisticamente Henry Tocca solamente 3-4 palloni a partita . È una cosa normale?
Crediamo seriamente che la sosta gioverà e risolvera la situazione attuale?
mezza squadra se ne andra per impegni con le proprie nazionali.

Cioffi le parole stanno zero.

Rispondi
Kilgore

“Caro” Hellas1971 è inutile che continui a tirare in ballo l’anno scorso che per carità è stato un buon anno niente da dire ma che avrebbe dovuto essere un inizio o la continuazione di un ciclo iniziato dal buon Juric che stimo molto piuttosto che l’ennesimo colpo in banca del solito noto. Ti dovrai rassegnare , non tutti i tifosi dell’Hellas pensano che questo sia il massimo possibile a cui si può aspirare , che è inevitabile che i migliori se ne vadano ogni anno perchè qui non ce li possiamo permettere e che il bilancio non è mai a posto. A Verona non c’è un progetto se non quello di aumentare continuamente le riserve auree di qualcuno e mai come quest’anno è chiarissimo , tutto lecito certo , ma per qualcuno è inaccettabile fattene una ragione. Non tutti credono alla Palombelli o a Formigli mi dispiace per te e per tutto l’impegno che ci metti .Amen

Rispondi
Hellas1971

Non ci metto nessun impegno, ho passato una ventina d’anni con squadre pietose e dove pensare di arrivare a certi livelli sembrava utopia….non so per che squadra tifassi tu allora…io lo scorso anno non lo tiro in ballo per chi sa quale motivo ma semplicemente perchè “per quelli come te” anche lo scorso anno faceva schifo quindi non vedo per voi cosa sia cambiato…ed ovviamente quando la squadra fa fatica è sempre colpa di Setti mente quando gira a meraviglia (cit.) è sempre merito di Juric o di chi per esso

Rispondi
Kilgore

Eh vedi ti mancano i vent’anni prima dove invece io c’ero e vedevo il Verona vincere lo scudetto e affacciarsi spesso in Europa . Adesso forse capisci perchè tu ti accontenti e io e tanti altri come me invece no…

Rispondi
Hellas1971

No, non mi mancano, li ho vissuti tutti ed alla grande ma se non capisci che quel calcio non esiste più è dura, abbiamo vinto uno scudetto con 16 giocatori con 2 stranieri…i fanno briegel elkjaer trivella ecc ora sarebbero tutti nelle rose da 30 giocatori delle strisciate…e comunque Setti non è arrivato dopo quei anni ma dopo anni di tristezza infinita…

Rispondi
stefano 50/60

Ho lasciato passare il lunedì perchè così ho sbollito quello che mi toccherà sbollire in molti dopo partita……gioco praticamente zero, squadra che forse rema contro la panca, giocatori che in campo non sanno quasi mai che fare, e molto altro purtroppo e contro una viola che obiettivamente è malmessa pure lei……..ora si stanno già aprendo le danze sull allenatore o sulla proprietà……..non che la rosa sia da chissà che obiettivi ma ho ancora speranza che possa ottenere qualcosa di più che l attuale miseria mostrata in campo…….questa mia tesi colpirebbe cioffi che mi pare in gran confusione pure lui……ma sulla proprietà ho già espresso più e più volte il mio pensiero per cui sono anche un pò stanco di ripetermi, questa è e finchè non sarà più chiara la situazione questa rimane………dopo la sosta degli inutili arriva l udinese per cui inutile far gli schizzinosi, forti o meno forti che siano gli avversari è necessario un cambio di rotta…spero che cioffi lavori su questo in codesto periodo anche se sarà senza i nazionali…….squadra peraltro costruita cervelloticamente e con troppe scommesse……ma visto quello che è successo negli ultimi campionati in chiave salvezza non vedo perchè dovremmo dichiararci in merda già adesso……per quanto riguarda la comunicazione della società posso tranquillizzarvi tutti, non incazzatevi e lasciate perdere, quando apre la bocca dice cose alla letta, e quando la tiene chiusa invece d aver vantaggi brancoliamo nel buio totale, e quel che è peggio la stampa sportiva locale è messa peggio di noi per cui…….

Rispondi
Vedhellas

Quando si parla di scommesse, non è che se abbiamo cambiato mezza squadra, devono essere x forza scommesse, se no qui passiamo il discorso che deve venire raspadori, e allora non sono scommesse. Hhien è uno che voleva juric al toro, e lo abbiamo preso noi, doyg è uno che ha gia giocato diverse partite nella a scozzese, henry è un buon attaccante, come djuric un discreto rincalzo, hrustic viene da una coppa europea vinta, kallon , anche se retrocesso, lo abbiamo visto che giocatore è, verdi è uno che se va in forma la differenza te la fa, quindi parlare sempre di scommesse, ormai, lascia il tempo che trova. L’ è el manego che alena che nol va, caxo, se gli altri arrivano sempre prima, l’è palese che serve una scossa. E faccio notare che difrancesco l’è stà tolto con d’amico, quindi no lè che el ds nol centrava, el centrava eccome. La perdita grossa è stata tudor, e lo vedi adesso nel marsiglia

Rispondi
Mir/=\ko

Quoto al 100%. Per me Setti ha sbagliato tipologia di allenatore e non è la prima volta! E lo ha fatto per risparmiare e soprattutto per avere un emergente aziendalista in panchina, sperando si ripetesse anche in gialloblu come nella precedente esperienza ad Udine. Ma ha sbagliato in pieno ed ora rischia di dover pagare un terzo allenatore senza avere un buon margine di riuscita! Infatti sa benissimo di avere venduto male e troppo e di aver fatto ancora peggio in sede di costruzione della rosa.

Rispondi
cristiano

Al netto degli insulti e delle maledizioni al padrone del vapore che , pur legittime non portano a nulla ( il proprietario deciderà di levare le ancore quando farà comodo a lui) , la soluzione ovvia per tentare di dare una scossa è la sostituzione del Mister , la squadra non è scarsa , secondo la mia modesta opinione se la gioca come organico tranquillamente con almeno 7/8 squadre di questo mediocre campionato , avrei preso la palla al balzo in questa sosta.

Rispondi
Celtico

Parlando di cose serie..ma ma Buonanotte de Belligoli e gli annunci alle casse….ela mia roba da teroni??par mi eh!!

Rispondi
Vedhellas

Vorrei fare un altra consoderazione importante, se parliamo di calcio. Qui tutti parlano di acquisti/scommesse, ma i primi che stanno tradendo la causa sono proprio i senatori. Il mercato è finito, ma tameze resta in coma come prima, faraoni è sempre fuori, e quando gioca ogni 2×3 gli danno il rosso, ceccherini ormai lo salta anca me nona in carosina, ilic bisognerebbe fargli un corso di come calciare alto, perchè calcia sempre basso, anche i corner, veloso si salva, dawidovicz fuori anche quello, lazovic ha fatto discrete partite ma davanti alla porta è cone lasagna, gunter ti fa due cose buone e la terza ti fa rigore. Se in più ci metti uno come Cioffi, che considero l’unico responsabile della sconfitta a firenze, lo vede un butin in cuna che hien non tiene sottil, allora poteva mettere hien centrale, spostare tameze su sottil, come quando avevamo pareggiato con vlahovic, con tameze e gunter raddoppiava, teneva doyg e lazovic trequartista, kallon da su subito, e casomai staffetta con verdi…queste sono cose che si vedono, altrochè staff con fradel psicologo, a lasagna ghe serve allenamento, ALLENAMENTO, sui tiri, sui calci piazzati, lo devi lanciare in allenamento e insegnargli a tirare in porta, altroche palestra o psicologo da pagar, caxo!!

Rispondi
bardamu

Vediamo di lasciar raffreddare la cocente delusione dell’ultima partita e di ragionare esaminando il percorso fino a qui fatto.
Dopo un inizio disastroso in coppa Italia e con la squadra più forte del campionato siamo riusciti a pareggiare fuori casa con una squadra sulla carta lievemente superiore a noi, abbiamo giocato alla pari il primo tempo con un’atalanta che nel secondo tempo ha cambiato volto e ci ha stesi, siamo riusciti a pareggiare fuori casa con una diretta concorrente per la salvezza e quindi ne abbiamo battuto in casa un’altra. Con la lazio infine non abbiamo proprio sbracato.
Se riguardiamo il cammino fatto sotto la luce della logica abbiamo fatto il nostro.
Come ho scritto altre volte il nostro campionato non è con le squadre della parte sinistra del tabellone; dobbiamo archiviare la sensazione che ce la possiamo giocare con tutte.
Però la convinzione di potercene mettere dietro 3 a me rimane, soprattutto se penso all’imminente innesto di Verdi e all’ingresso stabile di Kallon al posto di Verdi.
Sull’allenatore ho più di qualche dubbio. La sua lettura della partita di domenica mi ha sconcertato. Solo la società però può sapere veramente se la situazione è tale da dover richiedere un intervento immediato, così come è stato fatto correttamente l’anno scorso ( questo va riconosciuto soprattutto a setti ).
Manteniamo i nervi saldi, non tutto è perduto.
Certo che alla ripresa del campionato avremmo potuto incontrare una squadra un po’ meno ostica…

Rispondi
Leo

La sosta alle squadre in formissima, tipo Udinese, non può che far peggiorare il rendimento.
Spero…
Su Cioffi invece non ho dubbi: questo non è il suo posto. Lietissimo di sbagliarmi, ma la pausa la si poteva usare per prendere un Ballardini qualsiasi e rodare un pò.

Rispondi
Salta Sul Carro

…il problema e’ che non abbiamo solo l’Udinese come squadra ostica, abbiamo un brutto calendario fino alla pausa mondiali:

Verona Udinese
Salernitana Verona
Verona Milan
Sassuolo Verona
Verona Roma
Monza Verona
Verona Juventus
Verona Spezia

In pratica, in casa abbiamo tutte squadre, sullla carta, fuori dalla nostra portata, fino alla partita contro La Spezia, e fuori, tutte partite difficili.
Se dovesse andar male contro l’Udinese, per me devono cambiare subito, altrimenti poi son cazzi…

Rispondi
Artemio

Se dobbiamo fare intrattenimento facciamolo. Mi sembra di vedere lo stesso film la stessa trama ed il pubblico PAGANTE sbalordito. Incredulo , preso in contropiede da questo scenario inaspettato. E allora continuiamo il teatrino, alimentiamo lo con commenti, analisi, stupore. Il COVID è finito e i mercati si sono riaperti e le sue industrie ne hanno risentito. È tempo di incassare. 2 gestisce un industria che è una delle maggiori cause del cambiamento climatico e dell inquinamento globale, per non parlare dello sfruttamento umano. Da uno così che vi aspettate? Il Borussia?

Rispondi
mattia

Io invece mi domando chi è colui o colei che ha ben pensato e di ideare una maglia cosi brutta per non essere blasfemo.

Penso che a livello di marketing ne anche un giapponese, cinese , pakistano etc etc compri una maglia del genere.
Robe da matti.

Rispondi
Hellasebasta

Non c’entra nulla col calcio, ma volevo solo esternare che fin dopo le elezioni non aprirò più sto sito. Già vomito quando vedo il faccione da deretano di Setti, figurarsi quando tocca soffermarsi per svariati secondi sulle effigi da fogna dei politici. Au revoir

Rispondi
Vedhellas

Visto che le maglie verdi sono state vietate, perchè si mimetizzano col campo, ed infatti cosa farà l’avellino? Colora el campo de giallo, così i se distingue, ma fora dalle caxate, si potrebbe fare un sondaggio, che va di moda.
1) È meglio vincere a spezia per 2 a zero come l’anno scorso, con la maglia verde
2) È meglio prendere 4 peri dall’udinese, con cioffi in panchina con la maglia zelestina fescion

Rispondi
stefano 50/60

Ciao VedH…….mi hai riscontrato qui sopra, con acume debbo dire……ma se leggi il post nuovo di barana oggi capirai perchè ho sostenuto le mie tesi alle quali appunto Tu hai risposto…….è successo qualcosa, sta succedendo qualcosa in seno alla società….in che tempi avverrà il mistero di fatima non so dirtelo ma i senatori, come dici Tu, sono stati molto probabilmente presi per il culo……due nomi, faraoni e lazo…uno gioca e fa di tutto per farsi male e farsi ammonire e o espellere, parlo di un ragazzo al di sopra delle parti e a cui nulla su piano professionale si può imputare…….l altro, lazovic, sta salendo sull aereo…poi scende…poi gioca e lo fa giocare in un ruolo che nulla ha a che vedere con la sua tecnica……..il ds fa dice smentisce disfa…el paron gnanca parlarghene, si eclissa e acuisce il mistero, del resto quando apre bocca non pè che fa meglio beninteso eh…..in codesta situazione cioffi ha le sue colpe come dici Tu ? certo che ne ha come tutti, ma forse avergli detto che il culo è uguale alla bernarda non è esattamente comunicare eh, cosa questa in cui la società è al livello dei segnali di fumo fatti scorreggiando sul fuocherello….che poi cioffi sia venuto via da udine qua avanzo un pallido e timido tentativo di capire…a udine comandava la società e gli davano un anno di contratto….qua comanda carpilandia e gliene han fatto due di anni…….ah il vile denaro…..attendo Tue con piacere e Ti saluto atrettanto…..

Rispondi
Vedhellas

Vorrei precisarti che la mia risposta non era solo x te, ed infatti era anche x chi ci dà dei servi, dei laidi, ma a chi in genere analizza le cose secondo me un tanto al quintale. Della rivoluzione acquisti/cessioni ormai lo sappiamo, vorrei solo dirti che faraoni già verso la fine dello scorso campionato dava segni contrastanti, gunter veniva puntualmente cambiato perchè a rischio doppio giallo, ma io chiedo a te: il mercato è finito, e come mai tameze gioca in questo modo??ma finito il mercato, quando le menti si liberano, non doveva almeno ricominciare a giocare decentemente?? Con lazovic sulla trequarti abbiamo vinto con la samp, pur in disarmo, e pareggiato, ed infatti ha fatto discrete partite, come dicevo. Su Cioffi, penso siamo daccordo che non ha certo la garra e neanche l’esperienza di tudor o juric, penso si sia daccordo che ha dovuto totalmente cambiare la sua idea di gioco, visto che i cosiddetti senatori gli avranno detto che il suo gioco a zona mista, non lo digeriscono, perché abituati sull’uomo. Ne è uscito un ibrido che fa schifo, che non è nè uno, nè l’altro, e questo non è colpa della società, verdi e kallon, hien, doyg, hrustic, henry, lo stesso djuric, non sono delle mezze seghe messe li a caxo per andare in b, a setti conviene pagare i 500000 euro in più per l’esonero di cioffi, piuttosto che andare in b, questo è chiaro, barana la mette giù pensando all’anno di pecchia, ma la situazione, i giocatori, tutto il contesto è diverso, questo modo di pensare non mi appartiene. Ti rispondo anche su lazovic, che ha 32 anni come djuric, ed invece di andare a zero come belotti,3,5 ml li prendevi, ma non è che lo hanno fatto salire con la pistola puntata alla tempia, ci sarà stata anche la sua volontà, immagino, se no restava qua. Guardare gli altri non conta, ma l’atalanta, la tanto osannata atalanta, x via di trattare giocatori, va a vedere cosa è successo col papu gomez e tanti altri, per ultimo gasperini non fa giocare boga, e malinowski lo vuol fare andar via a tutti i costi, quindi la mosca bianca non siamo solo noi. Spero di essere stato esauriente

Rispondi
stefano 50/60

Ciao…..tutto sommato continuo a ritenere, e non per mero ottimismo, che la rosa possa giocarsi la salvezza…..tameze è un mistero ? questo è certo ma il mercato è lontano e se sperasse di rompere il cazzo se sono io il ds o la proprietà prendo provvedimenti…certo, così ci si rimette il capitale giocatore ma andare in B, questo lo sottolinei Tu più volte, è più sconveniente di tutto……come per caprari, se hai il contratto di più anni e vuoi più soldi o giochi qui o ti danneggio…danneggio anche me stesso ? allora anche qui andar in B è sempre la soluzione peggiore…seppoi le squadre come noi sono ostaggi di giocatori e procuratori allora un ds va giù nello spogliatoio e fa anche a botte, teoricamente ma non troppo, come presumo abbia fatto d amico mentre era qui…..se il problema è cioffi nomi ne circolano già…..bocchetti lo escludo non per sfiducia ma perchè privo d esperienza…di francesco sarebbe un errore perchè chi era qui con lui Ti puoi figurare…se debbo votare qualcuno voto ballardini, qui esperienza e serietà sono a prova di ogni…..e aspettare non ha gran senso per me vista la situazione e i musi che comunque si notano

Rispondi
Vedhellas

Detto che la partita con l’udinese sarà l’ultima spiaggia x Cioffi, non vorrei mai e poi mai si perdesse, ma se può servire a farlo esonerare, tutto il male non verrebbe x nuocere. Per l’allenatore, insisto su todesco, che è stato esonerato dal lipsia. Cioffi lo manderei al mantua, che sta andando male, e non scherzo, se questo accetta, almeno non lo paghi x niente, ma sono scherzi a parte, xchè non accetterà mai. Ballardini andrebbe bene.

Rispondi
paolo

Da stasera ho capito a cosa serve all’hellas per salvarsi. Lo GINGA l’arte che ha fatto vincere nel 58 il Brasile nei mondiali della Svezia. Ditelo a Setti che assuma qualcuno per insegnarlo alla squadra.

Rispondi
Skywalker

Rosa di quest’anno: metto prima gli ipotetici titolari e tra parentesi le ipotetiche riserve:
Montipò (…??)
Dawidovitz, Gunter, Ceccherini (Coppola , Hien, Cabal…)
Faraoni, Tameze, Ilic, Veloso, Lazovic (Doig, Hrustic, Terracciano…)
Henry Verdi (Lasagna, Kallon, Diuric…).
Non è una formazione ma un elenco dei nomi della rosa. Direi che, a guardarlo, quelli che non stanno tra parentesi sono tutta gente che ha una certa esperienza in A. Addirittura anche qualcuno dei “panchinari” ha esperienza pluriennale nella massima serie. Nessun fenomeno o nome di spicco, certo, però penso che siamo d’accordo nel considerare questi calciatori degli onesti mestieranti. Sarebbero tutti titolari nelle ultime 5 o 6 della serie A 21-22. Per qualcuno gli anni pesano, qualcun altro non ha mai convinto del tutto… quello che volete. Però non mi sembra una rosa paragonabile a quella di Pecchia 2017 2018 dove, a parte Pazzini (che è stato dato via a metà anno) Caceres, Romulo, forse Bessa… c’era un coacervo di gente o veramente scarsa o ancora troppo giovane ed acerba per la A.
Quest’anno la rosa è male assortita? Potrebbe…. Ma i nomi, a differenza delle passate retrocessioni con Setti, sono di maggiori garanzie. Io credo che ancora manchi l’amalgama con l’allenatore. O che la rosa (meglio i “senatori”, il “gruppo”) abbia perso feeling con la società. Spiace perché in un anno di transizione come questo, in cui si è definitivamente staccato il cordone ombelicale col ciclo aperto da Aglietti e proseguito magistralmente dai croati sotto la regia di Tony Manero, per me Setti avrebbe dovuto essere più accorto. Le dichiarazioni estive unite a certi comportamenti societari dovevano essere gestite moolto meglio. Ma credo anche che ci sia ancora tempo per puntellare la baracca.
Setti sveglia.

Rispondi
bardamu

Ringrazio Barak per la lezione impartitami. Sono un povero fesso e, nonostante decenni di esperienza e una chioma imbiancata, in questi ultimi 3 anni sono ricaduto nella tentazione di affezionarmi a qualche giocatore. Lui era uno di questi. Quando entrava per il riscaldamento e ci salutava mi si allargava il cuore.
Non accadrà mai più.

Rispondi
stefano 50/60

VEDI SOTTO BAR….E CONSIDERALO PER CIO’ CHE E’ REALMENTE, I GEMELLI LI TROVI PER STRADA QUANDO I PADRONI DEI CANI EVITANO DI CHINAR LA GOBBA PER RACCOGLIERLI

Rispondi
PAPO

che stimoli può avere un giocatore che lotta sfiorando l’ europa e dopo si sente dire che l’obbiettivo massimo è solo la salvezza in eterno….bisogna essere obiettivi e giocatori come Barak se non vedono ambizione e programmazione insieme ad un aumento di stipendio vorranno sempre andare altrove, dopo ci sono quelli come caprari che basta schei va ben anche il monza al contrario di simeone che ha rifiutato i brianzoli per giocare la coppa più ambita e come dargli torto.
Dopo io ho un dubbio che mi macina in testa…ma tutte quei diritti che diventano obblighi in caso di qualificazione champion o coppe varie (lazio e fiorentina) vittorie scudetto (Napoli) e salvezza (monza)in qualche maniera non possono falsare alcune partite ? Il Verona con queste squadre conviene vincere o perdere e quindi regalare punti per dare una mano a raggiungere gli obiettivi per poi intascare plusvalenze sicure? se questo tipo di formule vengono fatte con più squadre non si rischia di falsare il campionato? mi conviene prendere sicuramente tra simeone barak casale cancelleri e caprari 50/60 milioni o retrocedere?

Rispondi
PAPO

PRENDI IL MONZA, se retrocede ci ritorna caprari con uno stipendio da top player e zero euro in tasca. Con il Monza è meglio vincere o regalare punti? sono sempre 14 milioni par el famà da carpi

Rispondi
Salta Sul Carro

…se Caprari torna indietro verra’ stipendiato con il contratto stipulato con il Verona, e non qello del Monza.

Rispondi
Skywalker

Ottime riflessioni, che condivido, PAPO. Come può il carrozzone del calcio italiano avere credibilità con conflitti di interesse del genere? E questi sono solo quelli che possiamo intuire…. Nel “sommerso” cosa c’è in piu?

Rispondi
Salta Sul Carro

Sul discorso “obbligo di riscatto condizionato”, non lo ha di certo inventato il Verona
https://www.repubblica.it/sport/calcio/mercato/2022/09/01/news/mercato_prestiti_obbligo_riscatto_calcio-363826984/
Il discorso di fondo e’ sempre lo stesso: le squadre italiane sono stra indebitate (ma questo e’ un concetto che fatica a entrare in testa a tanti), quindi e’ solo un modo per posticipare i pagamenti (sono soldi che il Verona deve incassare, quindi sono gli altri che posticipano i pagamenti).
Per il Monza, se dovessero trovarsi a gacare la salvezza nelle ultime giornate, il quel caso il dilemma e’ piu’ che lecito: conveniene salvarsi, ma pagare una 70 di milioni di riscatti (con giocatori che ovviamente avranno reso sotto le aspettative), o salvarsi?
Personalmente, penso che nell’evenienza…saranno solo cazzi loro.
Ma non credo che questo problema riguardi il Verona: primo perche’ dal punto di vista economico conviene sicuramente stare in A, secondo, perche’ sono soldi che il Verona dovrebbe incassare e non pagare, terzo…perche’ le partite contro Fiorentina, Lazio, Monza si giocheranno entro Marzo, quando tutto sara’ ancora apertissimo…solo contro il Napoli sara’ ad Aprile, in trasferta…partita in ogni caso non alla nostra portata.

Rispondi
stefano 50/60

Riscontro Skywalker……………la tua tesi sulla rosa è corretta………per quant’ è del communication style della proprietà qui si son sprecati fiumi di clic………non credo che ormai il calcio e chi lo governa e possiede tornerà indietro……le amichevoli alla presenza dei tifosi, un certo rispetto della tradizione su simboli divise e colori, gli allenamenti in presenza, le dichiarazioni ai media e l’ accesso ai giornalisti sportivi sono stati trasformati e pressocchè annullati…la soluzione scelta è comoda e priva di rischi se ci si medita bene su un pò……….una delle cose che avrete notato è le canzoni dagli altoparlanti dello stadio a volume insopportabile, comprese quelle finali quando la curva intona cori, forse per coprirli del tutto……il mecco che narra le formazioni con tono da circo che non diverte, un copia e incolla di una pubblicità radiofonica attualmente in onda…..gli event media, pagliacciate però vendute a chi le paga, un coacervo di dichiarazioni del cazzo che non dicono appunto un cazzo………….sono tutte cose a cui attingono a piene mani tutti compreso carpi men, solo che lui quando tace è come i bambini piccoli che quando tacciono nella stanza dei giochi stan matematicamente combinando casini, e quando apre bocca riesce prodigiosamente a peggiorare la situazione…..credo, nostro malgrado, che dovremmo abituarci a questo trend perchè questo trend fa si che il calcio vada verso il clima di quei matrimoni senza gioia, senza partecipazione…………ho già detto qui più volte che mi lega al calcio solo l Hellas e da tempo ormai……….sennò sia a livello tecnico, vedi nazionale e club itaglici in coppa, sia a livello di partecipazione ed entusiasmo sfrutterei quella fetta del mio tempo libero per dedicarmi a ben altro……c’è un detto, coniato evidentemente da un mantenuto, che racconta che si cambia sempre per migliorare…..beh, si cambia SPERANDO di migliorare…….

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code