Torna al blog

PRENDETE LA DECISIONE GIUSTA

Con Cioffi o senza Cioffi? Come andrà avanti il Verona? La decisione giusta, adesso spetta a loro. A Maurizio Setti e Francesco Marroccu. Loro hanno creato questa situazione, loro devono sbrogliare la matassa. Hanno preso un allenatore giovane che andava protetto e che andava messo nelle migliori condizioni di lavorare. L’hanno fatto? Ognuno avrà le sue idee in proposito. Ma qui c’è poco da scherzare e da barare. Se chi comanda ritiene che la squadra sia all’altezza e che la colpa sia di Cioffi, allora non c’è tempo da perdere. L’allenatore va esonerato subito, così come fece Tony D’Amico con Di Francesco. Se invece vanno riconosciute delle attenuanti a Cioffi, tipo avergli smantellato la squadra, fatto il mercato in ritardo, dato giocatori fuori condizione, allora al tecnico va concesso del tempo.

Non abbiamo da parte nostra gli strumenti per capire fino in fondo quali sono le responsabilità dell’allenatore e fin dove i suoi limiti. Ci limitiamo a quello che vediamo durante le partite (che non è bello).

Il Verona è ancora un’indistinta compagine che lamenta problemi d’identità evidenti. Davanti alla superiorità dell’Udinese, almeno nel primo tempo, dava l’idea di poter fare del male ad ogni ripartenza. Calati uomini fondamentali come Veloso e Doig, con alcune incongruenze come Piccoli, nel secondo tempo è praticamente sparito dal campo. Ha preso gol al 92′ e questo fa malissimo. Ma per onestà va detto che poteva prenderne almeno tre/quattro in precedenza. Qualche progresso davanti al nulla di Firenze c’è stato ma è troppo poco.

Bisogna poi capire se la squadra è ancora con l’allenatore. O se c’è mai stata. Quel dietro-front sul sistema di gioco accettato da Cioffi probabilmente è il peccato originale che sta segnando questa stagione. Il gruppo storico ricerca sempre il gioco “alla Juric” e rigetta qualsiasi altra proposta. Cioffi per salvare la panchina ha accettato il compromesso ma nel momento stesso in cui lo ha accettato ha indebolito la sua figura. E la società ha assistito a tutto questo senza imporre, o da una parte o dall’altra, la sua visione.

Problemi che chiunque arrivasse, nel caso Cioffi dovesse saltare, si ritroverà in mano come una bomba inesplosa. A questo proposito vedere Paulo Sousa in tribuna al Bentegodi, uomo vicino al potente Busardò, principale consigliere di Setti, non è stato francamente un bello spettacolo. Una delegittimazione di Cioffi che è già da tempo sulla graticola, con voci incontrollate, molte delle quali provenienti dalla pancia della società. Il Verona pare debolissimo in questo senso, in balia di pettegolezzi strumentali addirittura innescati dagli avversari (come l’Udinese…), procuratori, intermediari, venti malefici e adesso pure in crisi di punti e risultati, un’aggravante che inquina ogni giudizio.

E quindi torniamo al punto: Setti e Marroccu devono prendere la decisione giusta. Quella che tolga ogni alibi sulla squadra e sull’allenatore che loro, non certo noi o i tifosi, avevano scelto per salvare il Verona. Quello che ora, o forse fin dall’inizio, ha più di tutti il cerino in mano.

146 commenti - 4.753 visite Commenta

mattia

Cioffi ha detto :Passo avanti? Ma passo avanti di cosa che non abbiamo fatto un tiro in porta eccetto il Gol di Doig. per puro caso!!! Ma dove volemo andar?
Gentilmente e se ha cuore come ha detto questa squadra , che si dimetta ma subito.
Poi a forza di dire ci vuole calma a novembre siamo gia in B come con Pecchia.
Penso che neache con Salvioni , e con Cagni facevamo cosi tanto schifo.
Come la marcia ben la squadra del verona come la marcia ben.

Rispondi
Mir/=\ko

Classifica corretta, rispecchia perfettamente la politica societaria. Serie B che questa società ha ampiamente preventivato, inutile girarci intorno, con un mercato confusionario e strapieno di belle speranze con una qualità “acerba” o addirittura assente. Dopo 4 anni di serie A piuttosto fortunosi, molti nodi stanno venendo al pettine. Ieri sera c’era un club in campo che ha saputo trattenere in rosa i vari Beto, Deulofeu e Udogie, opposto ad un’altro che ha venduto quasi tutto il vendibile… Risultato corretto!! E comunque il tesseramento “low cost” di un allenatore come Cioffi, con soli 6 mesi di serie A, lo ha voluto il signor presidente. Diciamo che per ridurre il Verona dell’anno scorso a questi livelli, di mosse sbagliate in società ne sono state messe in fila parecchie…

Rispondi
ak47

Questo Verona è il peggiore dopo quello di Pecchia in A. Manca troppa quelità davanti dietro ed in mezzo e per contro giovani promesse ma troppo promesse. Neanche se venisse Carletto (Ancellotti) se ne esce. Gli unici da esonerare sono il Laido ed il suo tirapiedi non l’onesto Cioffi ingannato perchè serio ed è disgustoso aver visto Paulo Sousa ieri sera allo stadio.
p.s.
caro Laido ti auguro che i soldi che ti sei intascato facendo il male del Verona ti servano per pagarti il funerale

Rispondi
RobyVR

Ciofeca ormai pèrso indipendentemente dal fato che la squadra la sia l’espression de un presidente scaltro solo a imboscar schei e un DS da serie minori. Domandeghe adesso se el sa pentio de aver molà Udine par el circo Barnum de via Olanda.

Rispondi
Kilgore

Il peccato originale è sempre quello di far andar via ogni allenatore valido e giocatore con un minimo di plusvalenza che passa per Verona e ripartire ogni volta da zero con scommesse. Sembra che la fortuna del prenditore sia in esaurimento o , piu’ probabilmente , un bel paracadute a questo punto fa sempre gola.

Rispondi
Papo

Onoreremo alla grande i 120anni di storia del Verona…come? Andando in B signor Maurizio Setti?

Rispondi
alex85

Nessun allenatore riesce a trasformare un ronzino in un purosangue e vincere qualche corsa, la rosa del Verona è composta da 20 ronzini su 25. La difesa già debole lo scorso anno è stata ulteriormente peggiorata cedendo un titolare e prendendo una scartina del campionato tedesco. Cioffi avrà qualche colpa ma è l’ultimo responsabile, l’autentico responsabile è il camiciaio di Carpi che si prende uno stipendio 6 volte superiore al giocatore più pagato, il monte stipendi del verona è il più basso o il penultimo della serie A e il mercato è stato basato sul cedere a qualunque prezzo chi aveva un ingaggio alto (Simeone) o a cui avrebbe dovuto aumentare lo stipendio (Caprari, Barak, Casale). Non è comunque credibile che il mercato si sia chiuso in passivo pur avendo venduto 4 titolari e 5 – 6 giocatori di secondo piano: qualcosa non quadra altrimenti conveniva non far niente e proseguire con la squadra dello scorso anno inserendo un difensore valido.

Rispondi
pipphellas

non è che ogni scommessa si possa vincere…a volte la si prende in quel posto. Questa stagione odora proprio di quello.
Cioffi andava esonerato due settimane fa in modo da dare una chance al nuovo di preparare qualcosa di dignitoso. Dopo aver perso 7 partite per capire che Lasagna/Milito è un insulto al calcio ora si intravede lo spettro di Piccoli…non ho parole. Siamo onesti..l’Udinese ci ha massacrati dall’inizio all fine. Tra l’altro fisicamente siamo stati nettamente inferiori per almeno un tempo…quindi delle due l’una…o si correva alla c*zzo oppure la forma è scadente. Ritengo la prima sia la più papabile. Gruppo unito, si è in crescita…mmm..non suona per niente bene. Errare umano est..perseverare..

Rispondi
Papo

A qualcuno va bene così…. abbassare monte ingaggi giocatori…vendere tutto e a chi dice le colpa dei giocatori guardate deulofeu che voleva andare ma non è arrivata l’offerta giusta …qua con le formule fatte quando saremmo retrocessi ci daranno la metà di quello pattuito! Setti non fa il bene del Verona.

Rispondi
Lumi

All’Hellas l’offerta è sempre quella giusta. Anzi talvolta vanno via prima che arrivi l’offerta.

Rispondi
Papo

Cioè abbiamo venduto 2 milioni Silvestri perché non voleva alzare l’ingaggio e preso un portiere che fa de media 2 cappelle a partita però El fa delle belle parate…ma un portiere del genere non può giocare in serie A ed è già dall’anno scorso che è cosi

Rispondi
Martino

E Vitacchio gli sta dando 7 a ogni partita….un portiere italiano che trasmette questa insicurezza l’ho visto raramente. Berardi avrà meno doti atletiche, ma da quello che si è visto ha una concentrazione notevole e sa dirigere il reparto. Io premierei maggiormente questo ragazzo.

Rispondi
alex85

Non occorreva essere indovini o grandi esperti di calcio per intuire che andava posto rimedio ad una difesa che aveva subito 59 gol, ed invece è stata ulteriormente indebolita, e che cedere 3 giocatori che avevano segnato oltre 40 gol prendendone 3 che avevano di poco superato 10 gol segnati fra tutti 3 avrebbe portato diritti in serie B. Incolpare il povero Cioffi che ha subito un calciomercato delinquenziale è solo non voler vedere la situazione nella giusta realtà e voler giustificare un presidente che dal Verona calcio ha portato via tutte le risorse possibili.

Rispondi
Adler

Concordo in tutto.
@VIGO basta co sta menata del gioco alla juric ….basta! Ha rotto i coioni…non funziona piu xche non hai piu gli uomini per farlo. E juric qua e juric là che coioni! Qualcuno ce la fa a parlare del verona di oggi senza nominare juric?
Cmq la classifica rispecchia fedelmente la squadra e quello che sarà il nostro campionato. Anche arrivasse in panchina Superman.
Forza Hellas

Rispondi
pipphellas

sottoscrivo col sangue per quel che riguarda Juric…vaccadi se la rotto i maroni sta storia. Nemmeno fosse Ancelotti. Se proprio vogliamo ricordarlo, allora ricordiamoci pure che è stato lui a chiedere Lasagna/Milito per 10 mln €.
Detto questo, secondo me in termini di organico ce la si può giocare con 6-7 squadre (samp, cremonese, spezia, empoli, salernitana, lecce, bologna). Tuttavia serve esperienze, trovare la quadra, decidere la formazione ufficiale e schierare quella. E iniziare a tirare in porta…leggasi, creare una manovra offensiva degna di tale nome. Non palla lunga ad Henry sperando nella botta di c*lo.
P.S. Rispetto cmq per Vighini che quantomeno non banna come l’amico intellettuale dell’altro forum, senza fare nomi, Barana.

Rispondi
pipphellas

par quei come ti…
è quasi illegale anche solo provare a risponderti…scavete na busa valà

Martino

Infatti…si può chiamare anche gioco arrembante, gioco offensivo, gioco aggressivo…o anche solo gioco, dal momento che non vedo uno schema sborado da maggio!!!!

Rispondi
RobyVR

No son cèrto quel che scusa Seti ma o a Ciofeca i g’ha contà un saco de bale oppure l’ha acetá el ris-cio de alenar na squadra derelita messa in piè da un DS bon solo de contar bale che l’ha ricevuo mandato da un notorio magnaschei. Questo par dir che el mandante l’é Seti, l’esecutore Marrosco ma Ciofeca no l’è mia obligà a restar al so posto.

Rispondi
ak47

La verità gente che è anche colpa nostra. il laido in 10 anni ci ha lobotomizzati. stiamo digerendo porcate di ogni tipo. ricordo che dopo una sconfitta ad avellino per 6 a 0 volarono uova e monetine all’allenamento, si è vero, all’antistadio, adesso forse qualche vaffa allo stadio e striscioni dalla dubbia ironia. Probabilmente noi generazione scudetto siamo invecchiati e la rabbia viene meno ed i ns. eredi prima vengono le birre, meglio se pagate, e poi il Verona, il laido l’ha capito e ci passa sopra, Amen

Rispondi
Papo

Abbiamo fatto punti con tutte le squadre che sono messe come o peggio di noi appena il livello si alza facciamo la figura di ieri sera…un tiro in 90 minuti

Rispondi
alex85

Importante avere i bilanci a posto (?????) e riempire le tasche del magliaro di Carpi poi non importa retrocedere, serie B e C va tutto bene. Vedhellas e Hellas 1971 cosa avranno ancora il coraggio di dire e continueranno a difendere l’operato di Setti ? si fa fatica a pensare che dietro di loro non si celi qualche prezzolato di Setti.

Rispondi
Papo

E secondo me visto i precedenti di Barak e Caprari Faraoni non gioca perché nel n rinnova il contratto…io non mi fido più di questi che vedono solo soldi e basta..falla adesso l’intervista se hai palle ma seria no preparata con domandine preconfezionate!!!

Rispondi
Ruspa62-2.0

I numeri parlano chiaro, 5 partite perse su 8, terzo peggior attacco, seconda peggior difesa.
Dietro questo disastro c’è la responsabilità gigantesca di un presidente che non ha mai avuto un metodo nella gestione della Società e della squadra, se non quello di portare a casa dei soldi, (anche pochi visto come vende), basta ricordare che il suo compenso personale è largamente superiore a quello che percepisce qualsiasi giocatore della rosa.
E da qualche mese, purtroppo, è coadiuvato in questo da uno dei peggiori ds che abbia mai visto a livello di serie A.
Dopo tre anni nei quali il ds precedente aveva costruito, assieme a due allenatori azzeccatissimi, una squadra con una propria identità, si è smantellato il modo di giocare della stessa e l’intero reparto avanzato, rimpiazzandolo con giocatori da media serie B.
Ma l’errore più grosso è stato affidarla ad un mister giovane, senza esperienza, che è stato travolto dal disastroso mercato di svendite, (fatte anche male dal punto di vista finanziario). Cioffi è sicuramente persona seria, ma totalmente inadeguata al compito, ricorda sempre più quanto vissuto nell’anno di catapecchia.
Ieri l’Udinese ha evidenziato in modo lampante cosa vuol dire saper dare una continuità tecnica nel tempo, cambiare poco ogni anno, vendendo bene, (non solo per le cifre ma anche come nel caso di Udogie, riuscendo ad ottenere la disponibilità del giocatore ceduto per un altro anno).
E’ quello che fanno anche altre Società, sia squadre forti, (soprattutto all’estero), sia realtà più vicine alla dimensione del Verona, (la stessa Udinese, il Sassuolo, l’Atalanta).
Finchè la logica di ogni mercato sarà vendere in fretta e a qualsiasi cifra tutto quello che si può e poi raccattare nell’ultimo giorno gli scarti low cost disponibili, i risultati potranno essere solo questi.
Purtroppo visto che il presidente non si può esonerare, (magari vendesse e se ne andasse), e sicuramente non manderà via il ds e che i giocatori almeno fino a gennaio saranno questi, l’unico tentativo che si può fare è cambiare l’allenatore. Non so se il presidente lo farà mai, (tornando all’esempio di catapecchia fu tenuto per tutto il campionato), ma nel caso, tra i nomi fatti il più adatto mi sembrerebbe Andreazzoli, è abituato alla lotta per la salvezza e a gestire squadre senza tanta qualità come purtroppo è il Verona attuale.
Sempre in attesa di una nuova proprietà, FORZA HELLAS!!!

Rispondi
RobyVR

Ciofeca el va cambià sicuramente, sui risultati de un novo alenador g’ho dei forti dubi. La squadra l’è sta costruia sensa criterio, tolendo quel che rivava un po’ a caso, sensa progeto specifico. Però l’è giusto proar quel che se pol proar in sto momento qua. Non so se el Spilorcio da Carpi el voja butar ia altri schei par el terso alenador a paga.

Rispondi
Gnanfo

Col sennò de poi però bisogna anca dir che i aquìsti ad cazzum pol esser un non aiuto del Ciofeca…nel senso, questo l’è rivá da 3 mesi e gho ancora da capìr che c@asso de idea de zugo chel gha…El laido e sò compare isolano i ze andà de sicuro sul velluto co uno cussì che no sà gnanca se la poénta freda la fa carità…spessore zero, ciacoléta tanta par mi.

Rispondi
Andrea ANGELOFAGN

Voto Andreazzoli anche io
Sousa non può prendere un Hellas così , non serve fioretto ma spada per non andare in B

Rispondi
Malatosano

Domenico Tedesco quello del Lipsia? Sarebbe una scommessa intrigante, di quel tipo di allenatore libero c’è anche Paolo Vanoli.

Rispondi
Nicola75

Senza entrare nel merito di cose già dette e ridette (setti, ds, società, svendite, plusvalenze e paracaduti), ma limitandomi a commentare lo squallido spettacolo andato in scena ieri (l’udinese ha strameritato la vittoria e solo per c…o il passivo non è stato più pesante), direi che cambiare adesso allenatore è l’unica cosa che si potrebbe fare (a patto che non venga un ballardini..in quanto sia chiaro, se ne deve venire uno più economico e con idee retrograde meglio resti cioffi), ma sono altrettanto convinto che la squadra sia così scarsa e male costruita, che anche il cambio non porterà ad un miglioramento.
Ragazzi, la squadra è scarsa, manca qualità (anche un minimo), giocatori demotivati e allenatore che in balia degli eventi.
Come diceva qualcuno, nemmeno un ancelotti o un klopp o un guardiola, potrebbero fare miracoli con questa rosa. Non solo non si tira in porta, ma nemmeno si riesce arrivare nei pressi dell’area (il gol di doig, molto bello nell’esecuzione è nato da una pura casualità).
Evitando ulteriori commenti su lasagna..ed anche su henry (che gioca solo sui eventuali traversoni, che comunque non arrivano), ritenete che piccoli e djuric possano essere definiti come due attaccanti di massima serie?!?Giustamente si punta il dito sulla difesa colabrodo, ma anche l’attacco è inesistente, per non parlare di un centrocampo con gente fuori fase (sia mentalmente sia fisicamente).
Lo scorso anno avevi tre giocatori davanti che sopperivano alle lacune difensive, ma soprattutto avevi un gioco ed una identità che quest’anno mai si è vista.

Rispondi
cristiano

Direi che il mio proverbiale ottimismo sta venendo messo a dura prova, purtroppo pur presi a pallonate nel secondo tempo solo un episodio maldestramente gestito dall’arbitro ci ha condannati. Darei come limite massimo a Cioffi la prossima con la Salernitana , squadra che farà parte del mini torneo al quale quest’anno dovremo partecipare per salvarci. Nella malaugurata ipotesi dovessimo non fare punti, via.

Rispondi
ziga

Quindi noi si voleva partire quest’anno, con la presunzione tipica degli stolti, e con lo sfregamento di mani di “Mauriziotremilioni” con Lasagna/Levandoski (sette partite ci ha messo Cioffi per capire che non sa giocare a calcio) e Hongla titolari assieme a due primavera cioè Coppola che comunque per me non è male e Terraciano che comunque è meglio di Depaoli, altro grande acquisto di questo sfavillante mercato. In difesa, il nostro punto debole l’anno scorso, abbiamo tenuto Gunter il difensore più strasso di tutta la Serie A e venduto Casale l’unico forte, ma non per tutti dato che non sapeva marcare Leao… A centrocampo abbiamo poi oltre a Tamezè, Ilic che non ha mai convinto e infatti lè ancora qua e Veloso che era finito come giocatore l’anno scorso. Se si fa male Henry ci rimane solo Kallon che era riverva nel Genoa l’anno scorso… perché se Piccoli lè questo ghe da metterse le mani nei cavei, Djuric lè un panchinaro. Gli unici in questa squdra che possono essere considerati titolari fissi in Serie A sono Tamezè, Henry, Faraoni, Lazovic (che va a giornate), Verdi, Doig. In più c’è l’inesperto Cioffi…

Rispondi
Tex67

Ziga:
Non cambierei una virgola a quanto da te scritto. Realista, lucido e privo di condizionamenti.

Rispondi
Ero Tuto Mi

Noto che abbiamo parecchi professionisti del “senno di poi” o del “io l’avevo detto”: dal momento che incolpare mercato e società non serve per risolvere il problema presente e siccome non si può cambiare presidente e DS ne rifare la campagna acquisti l’unico tentativo da fare per non retrocedere è cambiare allenatore. NB le visioni strategiche di Cioffi hanno solo una valenza teorica. In pratica NON funzionano. A mio parere questa rosa è da salvezza tranquilla.

Rispondi
Nicola75

Concordo su tutto tranne che sull’ultima frase. Questa rosa non è da salvezza tranquilla e lo affermo serenamente dopo ben 8 giornate di campionato. L’unica speranza è che arrivi un tecnico capace di stimolare a dovere i giocatori e fornire un modulo adeguato alla pochezza a disposizione, perchè con cioffi proprio non si comprende come il verona dovrebbe giocare (si prendono troppi goal e si fatica ad arrivare in area di rigore, di tiri nemmeno l’ombra).

Rispondi
ziga

Ti auguro di spendere i tuoi tre milioni di compenso tutti in medicine piccolo uomo… anche quelli del futuro paracadute

Rispondi
Tex67

Una delle rarissime volte in cui si commenta un articolo privo degli interventi dei soliti lecchini prezzolati della Settese f.c. Ma chi cacchio si aspettava calcio champagne dopo tutte le cessioni eccellenti che sono state fatte? Sti’ lecchini pensavano che lo strassaro possedesse evidentemente la bacchetta magica! Così non è. Qui si riparte non da zero, ma sottozero. Dobbiamo aver pazienza, al posto di prendersela con Cioffi e farneticare, perché Settorello ha fatto tabula rasa. Questa situazione è figlia del buffone, non di Cioffi. Contro una buonissima Udinese si è giocato una gara onesta. Secca il gol preso con leggerezza nei minuti finali. A mio avviso ringraziamo comunque un portiere scarso che sul cross si è fatto trovare a metà strada (cosa che non deve mai accadere). Avrebbe potuto rimediare all’errore dei suoi compagni (il portiere serve a questo) ma pare che Montipo’ sia buono solo per sto’ Vitacchio o come caspita si chiama. Hrustic ancora fuori dagli schemi. Cabal ottimo elemento di prospettiva ma immaturo. Faraoni non ha mai giocato, speriamo sia x la caviglia.. Verdi ha buona tecnica ma ha bisogno di tempo. In questo bailamme, siamo sicuri che un Guardiola farebbe di più? Sousa lo ricordo come allenatore di ottimo impatto, però incapace di andare oltre le sue convinzioni tattiche quando le cose cominciarono ad andare male. A sto’ punto continuerei con Cioffi che non sarà chissà che cosa ma almeno è persona seria. Come forse non lo è qualcuno altro…….
Complimenti ad AK47. Visione chiara delle cose.

Rispondi
Nicola75

PER TEX 67
analisi condivisibile, ma non è la serietà di cioffi che ci permetterà di fare punti e sperare di giocarci la salvezza. Qui serve uno capace di far lavorare a dovere i cocci che abbiamo..sempre che sia sufficiente per giocarcela almeno, serietà o non serietà. Anche giampaolo è una persona seria ma non l’è bon

Rispondi
Martino

La rosa faceva pietà anche nella seconda stagione di Juric, eppure ci siamo salvati con largo anticipo, salvo poi crollare quando abbiamo raggiunto l’obbiettivo massimo desiderato dal buffone magnaschei a tradimento. Serve qualcuno con una forte identità calcistica e con uno staff atletico all’altezza della Serie A…Ranieri, Andreazzoli. È chiaro a tutti che i responsabili al 90% di questo sfacelo tecnico siano l’amministratore unico e il direttore sportivo…ma l’atteggiamento, le disposizioni tattiche, la coesione e la condizione atletica sono frutto del lavoro dell’allenatore. Evidentemente Cioffi, evidentemente offerto subito come capro espiatorio al pubblico, si è trovato gestire una situazione talmente gravosa da richiedere un altro livello di esperienza nella massima serie. Questa situazione si potrebbe ancora raddrizzare prendendo un tecnico con abilità e leadership riconosciute universalmente, che sia in grado di farsi seguire dai calciatori in brevissimo tempo, che sia in grado di farli crescere. Gli ultimatum a Cioffi sono l’ennesima farsa di un buffone che ormai è un libro aperto…delegittimando Cioffi da un mese senza agire di conseguenza lo fa lavorare male. Sappiamo perfettamente che non metterà mai 3 allenatori a libro paga.

Rispondi
Vedhellas

Cioffi va esonerato, ma subito, è 4 mesi che li allena, al netto del mercato, e non vedi un gioco, nel secondo tempo loro andavano a 1000, e noi eravamo fermi. Con tudor, nei secondi tempi avevano una gamba incredibile, questo è frutto di questo allenatore, che dopo 4 mesi ancora non capisce di tirar fuori gunter e mettere hien su beto, di mettere a dx dawidowicz, di mettere prima kallon al posto di piccoli e giocare ad una punta, questi sono errori micidiali, altrochè rosa da serie b, se faraoni e sempre fuori, lazovic viene spostato ad ogni partita, ilic si è fatto la bua, non è che è colpa della societá. L’udinese col caxo che ha tenuto lo zoccolo duro, erano tutti sul mercato, beto compreso, e se non li hanno venduti non è x scelta societaria, ma perchè non li coprivano d’oro. Via cioffi subito, dentro tedesco del lipsia, se no l’agonia qua continua. Per ultimo, a chi ci dá dei lecchini, li mando a dar via el cul in tre manosecondi, d.c, la rosa è discreta, ci si può salvare bene, basta che venga uno che li fa correre

Rispondi
Brajkovic

Tranquillo vedrai che quest’anno non esonerano il mister. Per non abituarci bene il presidente ogni tanto sfodera stagioni tipo Grosso e Pecchia.

Rispondi
Papo

Serve per azzerare ambizioni ed aspettative così può ripartire la storia da zero…siamo una neopromossa, pensiamo solo alla salvezza, il bilancio prima di tutto, i giocatori è difficile tenerli ….sempre colpa degli altri , ripeto una persona onesta non si comporta così!!!!

Rispondi
Tex67

Per Vedhellas:
Tranquillo
C’è Tuchel libero mi sembra. Il TUO presidente non avrà problemi a pagare il terzo stipendio ad un altro allenatore. E Tuchel sarà sicuramente attirato dal modello Borussia di Settorello: mica è così fesso da farsi scappare una occasione del genere!! Comunque penso anch’io che il Verona si possa salvare. Ma più che un allenatore che faccia correre i giocatori, Verona avrebbe bisogno di un una tifoseria che facesse correre il presidente, ma capisco che tu su questo non possa essere d’accordo….. Un abbraccio

Rispondi
ziga

Una delle colpe di Cioffi è stata che quando si è presentato si è messo subito a 90 nei confronti della società: “Vengono venduti Barak, Simeone ecc..? bene ne arriveranno di uguali o anche più forti”.

Rispondi
Martino

Salvo poi non avallare il mercato sino all’arrivo colpevolmente tardivo di Verdi e Hrustic. Per me non è un aziendalista remissivo… semplicemente non vuole dar l’impressione di essere un pusillanime che si lamenta preventivamente. Forse sbaglio anch’io a imputargli una preparazione atletica deficitaria per affrontare un campionato molto difficile quest’anno. In fin dei conti, Veloso sembra tornato quello del 2019…potrebbe anche essere che davvero mezza squadra ha mollato le redini perché non vogliono giocare in un club che non dà continuità al lavoro di professionisti capaci.

Rispondi
Brajkovic

oltre ad essere scarsi manca una componente che secondo me è molto importante e che spesso ti fa colmare il gap con le altre (altre intendo altre squadre che come noi si devono salvare): l’entusiasmo. Con l’entusiasmo corri di più sei più aggressivo, sei più tosto, coinvolgi l’ambiente. Invece ora abbiamo molti giocatori depressi e sfiduciati (specie di quelli della vecchia guardia) magari hanno anche ragione visto che in società sono stati capaci di smantellare ottimamente il giocattolo. Poi i vecchi hanno percepito che basta dire che vogliono più restare che vengono subito accontentati. Dove volete che andiamo in queste condizioni. Infine l’ambiente: naturalmente tutto questo si ripercuote sulla tifoseria e sugli amanti dell’Hellas che si trovano catapultati dalle stelle alle stalle in un sospiro. Si va avanti per inerzia purtroppo ma i tifosi che seguono il Verona sono sempre meno (onore al ceppo duro che non molla mai) e questo è un dato di fatto e lo si percepisce. Le nuove leve o meglio le nuove generazioni se prima su 10 otto tifavano Hellas ora è tanto se è la metà e di sfegatati che vanno alla stadio, tengono botta soprattutto i vecchi. Del resto con questa società di avventori e sanguisughe dove volete che si vada. Io dal 1976 ho fatto sempre l’abbonamento quest’anno niente mi è passata la voglia. Guardo il Verona in tv. Anche i miei amici non si spiegano il motivo di ciò. Neanche io all’inizio… ora una spiegazione la sto trovando. Grazie ai procuratori ai giocatori (come se ti sposassi con una che va con tutti) e soprattutto a Setti presidente che ha avuto e sta avendo l’abilità di spegnerci.
Scusate lo sfogo

Rispondi
Pillolo

Non vedo l’ora che cominci il campionato di plusvalenza di gennaio!
Forza presidente, sempre in forma, Viva la plusvalenza!
Forza Plusvhellas!

AlèAlèBumBumVivaVivaViva……

Rispondi
ziga

X BrajKovic: come quando fu venduto Jorgigno, crollò l’entusiamo, gli stimoli e di conseguenza i risultati. Il piccolo uomo è specialista in questo… non sono ammessi sogni.

Rispondi
hellesso

Ritengo Cioffi l’ultimo dei responsabili. Ha lasciato Udine per scegliere il progetto Verona con alte aspettative. Forse la decisione piu’ errata della sua carriera.
Sul fatto del non gioco ok e’ chiaro ma purtroppo e’ scomparsa la chiave che ci ha fatto fare campionati straordinari negli ultimi anni, l’entusiasmo. E qui le colpe sono solo ed esclusivamente di Setti.
Ora pero’ per provare a rimediare a questa situazione devi esonerare Cioffi e portare qualcuno con personalita’ per dare uno scossone. Serve un allenatore da battaglia. Gente alla Mandorla, Juric, Aglietti o Tudor. Allenatori in giacca e cravatta a Verona han sempre fatto poca strada. Gente alla Stankovic o perche’ no un De Rossi. Dubito pero’ che loro alla loro prima esperienza in Italia vogliano bruciarsi cosi. Gente che verra’ a Verona sara’ solo qualche disperato in cerca di un contratto.

Rispondi
Zio Billy

L’unica incognita di questo campionato per il Verona rimane se arriverà 19° o 20° (lotta con la Cremonese)

Rispondi
Vedhellas

Non credo assolutamente che cioffi sia venuto qui come la vittima sacrificale, credo che anche ad udine non fosse così tanto ben visto, e neanche penso che setti gli abbia promesso chissàcosa. Uno che vede tudor partire, xchè evidentemente lo avevano informato del progetto di vendita, non è che viene qui come la verginella che non sa niente, avrá parlato prima, prendendo 500000 euro netti, tra l’altro, e rinunciando sicuramente ad uno stipendio più alto ad udine. Quindi non passiamo cioffi come il succube dei cattivoni della società, non è così, anzi, se prendiamo i giocatori della rosa, abbiamo una discreta squadra, che ripeto, può fare una salvezza tranquilla, secondo me. Ieri l udinese era la squadra peggiore che poteva capitarci, domenica la salernitana sará ancora la peggiore, perchè dopo 5 peri, in casa contro una concorrente, questi faranno la finale di champions, e quello che vedo io sono giocatori che tengono un tempo e poi si sfaldano, cioffi sta giocando con un modulo imposto dalla vecchia guardia, ma di cui capisce poco o niente, un misto di azioni manovrate e lanci lunghi che sono solo un casino calcistico. Ripeto, la perdita di tudor è stata gravissima, cioffi ha portato la pletora di gente nel suo staff, ma non hanno 90 minuti, nessuno

Rispondi
Brajkovic

Di sicuro non l’hanno convinto a venir via da Udine promettendogli che gli avrebbero venduto il trio meraviglia.
In società sono porfidi e sanguisughe.
A Juric e a Tudor gli hanno promesso che gli avrebbero fatto uno squadrone e nonostante tutto sono scappati a gambe levate. A volte succedono cose inspiegabili.

Rispondi
NIKE

Io avrei esonerato subito Cioffi si vede chiaramente che la squadra non è con lui ne è una prova il goal preso stupidamente e ingenuamente( forse voluto) al 93?

Rispondi
bardamu

Ho letto molti commentatori sostenere che la rosa che abbiamo sia da salvezza tranquilla: per quanto riguarda i titolari concordo.
Ma quando nel secondo tempo gli avversari, già più forti, ti cambiano mezza squadra e tu ti volti e vedi la panchina a tua disposizione puoi anche alzare bandiera bianca o gettare la spugna, a seconda della metafora preferita.
Cioffi per me ci sta capendo poco, la scelta di partire con Henry e Piccoli insieme è così cervellotica che nemmeno un intellettuale liberal americano te la potrebbe giustificare, ma fino ai cambi dell’udinese, de riffa o de raffa, eravamo in partita.
Comunque proviamo pure a cambiare guida tecnica ( anche se sarebbe il secondo anno consecutivo che si sbaglia allenatore… errare humanum, perseverare diabolicum ) e vediamo un po’ che succede.
Molti sostengono che, in fondo, difesa e centrocampo sono pressoché gli stessi dell’anno scorso; giustissimo, infatti anche l’anno scorso abbiamo preso una caterva di gol e senza il trio delle meraviglie là davanti saremmo retrocessi.
La “piccola” differenza di aver perso quei tre giocatori andava compresa in tutte le sue stramaledette implicazioni.
Non serviva un premio Nobel della fisica per arrivarci.
E, comunque, lasciatemelo dire: quando scegli per la terza volta in 4 anni un allenatore-scommessa il dubbio che possa anche non andarti sempre bene dovrebbe sfiorarti.

Rispondi
Brajkovic

Alla squadra e all’ambiente manca un ingrediente determinante si chiama entusiasmo. Siamo depressi e per questo dobbiamo ringraziare Setti e la società che sono stati maestri nel togliercelo. Fanno quello che vogliono razziano tutto quello che possono prendere. Io sono contro alla violenza ma una volta (era sbagliato ma era cosi) presidenti e collaboratori per molto meno dovevano stare attenti a girare per strada.

Rispondi
Mir/=\ko

Ma a questo Paulo Sousa non potevano pensarci prima in società? Vagamente il suo curriculum ricorda un po’ quello di Tudor e forse, con un allenatore delle sua esperienza, non saremmo ridotti in questa maniera indegna. Ho dato un occhio al curriculum di questo tecnico “giramondo” che ha collezionato risultati davvero ottimi un po’ ovunque, con tanto di campionati vinti e presenze nelle coppe, unitamente ad esoneri (uno addirittura poco comprensibile visti i buoni risultati ottenuti) e pure ad una dimissione volontaria che peraltro denota anche carattere. In Italia ha fatto piuttosto bene nelle due annate Fiorentine! Viene da un esonero doloroso e molto veloce con il Flamengo, ma se andate a vedere che razza di ambiente ha trovato fin dal suo arrivo, non so chi avrebbe potuto nella sua situazione fare molto meglio! Onestamente mi dà più garanzie di Cioffi…

Rispondi
Marcello

ÀAA cercasi disperatamente prestigiatore abile nel trasformare squadra di calcio di livello mediocre in team insuperabile. Viene richiesta esperienza nel settore scarsa se non nulla. Si offre compenso variabile in funzione dei risultati ottenuti. No perditempo. Citofonare Dr. Setti Via dell’asola 69, Carpi.

Rispondi
Ghost3

In mezzo a questo sfacelo societario voglio per 1 volta tentar di vedere il bicchiere mezzo pieno. Per me ieri sera la partita con l’Udinese ha dissipato molte nebbie che aleggiavano sullo stato reale dell’Hellas; con una sentenza negativa che paradossalmente ha indicato l’unica via da seguire per raggiungere la salvezza. Ma vado con ordine: La squadra, (pur con molte difficoltà), ha cominciato a giocare palla a terra riuscendo ad avvicinarsi meglio alla trequarti avversaria. E’ sembrata messa meglio in campo (vi era meno scollamento difesa attacco) ed è riuscita per più di un tempo a “bloccare” l’avversario, molto più forte, compensando con pressing e corsa le minori doti tecniche. Oggettivamente Cioffi ha “spremuto” al massimo quello che abbiamo, ottenendo il vantaggio e combattendo palla su palla. Poi ovviamente sono emersi i problemi: Questo gioco è molto dispendioso e arrivi a ¾ di partita poco lucido a ciò si aggiunga l’abisso di qualità fra Udinese e Verona (anche e soprattutto nei rincalzi in panchina) il tutto si è concretizzato nei gol che hanno contraddistinto la sfida e che riassumono la differenza oggettiva fra le 2 squadre oggi. Sono tutti di grande qualità ma, mentre quello del Verona è frutto di un colpo da cineteca di 1 giocatore (come aveva fatto anche Kallon) i 2 dell’Udinese sono frutto di un’azione e uno schema su punizione di altissima qualità. Nel 1° gol (azione di 2 passaggi velocissima e tiro in area alla playstation tipo Barcellona) non c’e’ trippa che tenga (non è colpa del portiere e non è colpa della difesa) l’avrebbe preso qualsiasi F.C. pure di alto rango. Il 2° gol è idem con patate perché il meraviglioso cross ha tagliato la difesa e il portiere (con la palla a rientrare sul 2° palo l’attaccante è sempre in vantaggio sui difensori perché la vede scendere di fronte a sé) l’unico problema era che la palla cadeva un po’ troppo alta, ma qui Bijol con un gran stacco è riuscito a insaccarla orizzontalmente senza mandarla in tribuna). Vi assicuro che anche qui portiere e difesa non possono far nulla. Riassunto: o davanti hai qualità tecniche oppure non segni gol (potrai solo bloccare per un po’ gli avversari puntando su un gol di “fortuna”). Come dicevo la partita ha avuto il merito di farci osservare la “stella” della salvezza col telescopio; cioè l’unica via per potersi salvare è aumentare più velocemente possibile il tasso tecnico dei giocatori che abbiamo altrimenti c’è ben poco da sperare. Ribadisco ancora che cambiare allenatore non sia la soluzione; per me Cioffi ieri ha fatto quanto possibile per metter la squadra in grado di lottare con l’Udinese e la difficoltà che loro hanno avuto per vincere la sfida ne è la testimonianza. Il problema semmai è come aumentare il tasso tecnico dei giocatori che abbiamo con allenamenti specifici. Faccio solo 1 esempio: Lasagna è molto veloce ma DEVE imparare a tirare in porta e a crossare altrimenti la sua velocità non serve a nulla. Se ne esce solo acquisendo qualità (soprattutto davanti per il gol); poi, ottenendo più qualità, anche nel palleggio, sarà più facile migliorare il gioco complessivo della squadra, fermo restando che va tenuto alto in tutti i modi il morale dei giocatori che nel calcio è, da sempre, la benzina per poter far bene.

Rispondi
Papo

Su Sportitalia dicono che hanno trovato l’accordo con Cioffi già dallo scorso febbraio (.marino era incazzato con Cioffi per questo)e se è così la situazione attuale è stata ampiamente premeditata….

Rispondi
Vedhellas

Visto che all’udinese adesso sono tutti fenomeni, l’anno scorso si sono salvati a fine aprile, dopo un campionato tribolato, dove, quando gotti è stato esonerato, erano sempre o quasi in zona retrocessione, prendendo la caterva di gol, quasi 80 mi sembra. Poi è arrivato il vice, che era cioffi, e hanno fatto un dodicesimo posto. Hanno venduto udogie a 18 ml, molina a 22, soppy a 9, coulibaly a 4, sono in attivo di 4 ml su cessioni/acquisti, e non gli è arrivata l’offeta giusta, se no vendevano deulofeu e beto. Bijol non lo conosceva nessuno, come altri che hanno giocato ieri, quindi che non mi parlino di zoccolo duro del caxo, se avessimo tudor in panca ieri si vinceva, i giocatori ci sono, manca la corsia a dx, se avessimo dawidovicz e faraoni in forma, ieri si vinceva, il fatto è che se perdiamo a salerno, le partite vanno avanti e perdiamo tempo x niente, fosse x me, perso x perso, richiamerei anche el mandorla, sarebbe un orgoglio x lui salvarci, grande mandorla, pecá che con setti ia begá, e verrebbe a poco

Rispondi
hydro_76

Prendere la decisione giusta? Sarebbe quella che vuoi tu, perché la decisione di tenere Cioffi non è da comunicare di domenica in domenica. Io non giudico ne la rosa , ne setti, ne cioffi. Sto giro guardo i numeri. Abbiamo trovato Napoli (perso), Bologna( pareggio in trasferta), Atalanta (sconfitta), Empoli (pareggio in trasferta), Samp (vittoria), Lazio (sconfitta), Fiorentina (sconfitta), Udinese (sconfitta).
Con le squadre che abbiamo perso sono nettamente più forti, tranne l udinese che pero è partita a razzo, vittoria con la samp da pronostico, con le dirette avversarie due pareggi in trasferta, che anni fa le considerevamo oro. Ma che risultati pensavamo di fare? Quanti punti con sto calendario 7? 10? Vincere con il napoli? Forse non dobbiamo neanche più nominarlo jurich, ci fa solo che male. Questa dimensione è la nostra solita medio bassa classifica.
Se uno come Caprari va al Monza, neo e prima volta promossa, considerandola un upgrade per la sua carriera qualcosa vaca indicare no? Con questa proprietà la dimensione rimane la solita.

Rispondi
NIKE

Certo che Cioffi è anche sfigato se quel pallone non entrava al 93′ pur con tutto lo strapotere udinese 1 punto lo portava a casa. Forse quel goal non è nato per caso difesa ferma e portiere imbambolato…..mi sà che remano contro

Rispondi
Herman

Porta pazienza un secondo, ma trovo folle la tua analisi dei due gol. O forse tendenziosa che è ancora peggio. Nel primo gol: tutto giusto, tocchi da PlayStation ecc ecc, ma riguardalo e vedi la posizione di Gunter (che ci costa per lo meno un gol a partita da due anni), può un difensore di serie A centrale dei tre tra l’altro (quindi quello che dirige la linea) rimanere un metro dietro rispetto a tutti gli altri e tenere tutti in gioco? Indice di disorganizzazione tattica!
Secondo gol: derivato sicuramente da un fallo inventato, nel particolare però, si sceglie di marcare a zona, e ci si dimentica di aggredire la palla che arriva sul secondo palo. É ovvio che l’udinese avrebbe provato a buttarla lì, é il limite di quel tipo di marcatura. Tanto che 2/3 vanno direttamente sul secondo palo. Ceccherini e Gunter cosa aspettavano a marcare dal momento che la zona era saltata e ti avrebbero palesemente preso alle spalle?
Qui c’è una scelta Chiara di aspettare in area per ripartire che non sta portando a nulla! Perché quel calcio é finito cinque anni fa! O si va avanti seno si retrocede

Rispondi
Fabio

Comunque non è più credibile il Signore… Presidente e Ds ignobili e sanguisughe, ma il primo anno di juric avevamo una squadra da “dignitosa retrocessione” e un attacco ancora peggiore con Stepinsky… Questo allenatore è totalmente fuori posto e non adatto a guidare una squadra di serie A, mi sembra anche a me stiano facendo come l’anno di cata- pecchia, tendendo un allenatore non capace fino alla fine, per usarlo poi come vittima sacrificale o caproespiatorio.. Se non si cambia allenatore si scende sicuro.. Ma probabilmente è ciò che vuole questa società indegna /=\ Verona vi odia magliaro, isolano e camisetta! Fora dai cojoni!!

Rispondi
Fabio

31% possesso palla 7 tiri contro 21!
E ancora teniamo questo allenatore?
Un allenatore del recente passato disse “la squadra è questa e abbiamo poche doti tecniche, dobbiamo andare al110% per fare risultato”!
A voi sembra che diano 110% quest’anno i nostri giocatori? Musi lunghi, poca grinta, un allenatore che ha le visioni e vede vittorie mancate in una partita con le star che vi ho riproposto! Non ci mette faccia e non ammette di aver fallito, ripeto se non si cambia é b sicura!

Rispondi
teo_el teo

Secondo me siamo solo noi a fare un toto-mister per il dopo Cioffi!
Sensa calsetti lo terrà forse fino a fine anno, stile Pecchia! Viceversa l’avrebbe già esonerato dopo il zero gioco di queste prime 8 giornate e se fosse convinto di avere una grande squadra!
Però inutile pure scaldarsi…per molti abbiamo fatto 8 anni di A negli ultimi 10, compralo ti el Verona, non potete parlare voi sul divano etc etc.
P.s. vedere l’udinese non smembrata dall’anno scorso e noi stravolti ed indeboliti senza motivo è un colpo al cuore

Rispondi
cristiano

caro Teo sarà anche un colpo al cuore sia per te che per me però purtroppo io ho in mente molto bene gli appelli, le richieste di aiuto, le grida di allarme che si alzavano dalla famiglia Martinelli, sappiamo bene chi fu L’UNICA persona che si presentò senza arrivare al “comprelo ti el Verona” .

Rispondi
stefano 50/60

Ho letto, con più calma di lunedì sera post partita, i Vostri commenti……..interessanti quelli di Braykovic, elvis il nome di battesimo…………………non so onestamente cosa ci sia stato di positivo, come ho letto, nella partita con udine……..siamo stati molli…fiacchi..poco reattivi…..possesso palla nel campo dei numeri negativi…..e sono ancora convinto che la rosa può, tribolando come ho scritto qui dal ritiro, metterne dietro tre…….capitolo allenatore, qui il discorso ha tante e tante di quelle ramificazioni che non so che pesci pigliare….però, visto che non si possono cambiare i giocatori, o cioffi ha la fiducia della squadra ( e qui ho forti dubbi ) o si deve cambiare…..qui poi sorge un altro bell interrogativo : a libro paga ci sono di francesco per tutto questo campionato e per altri due cioffi ( a udine lo volevano ma inizialmente anno per anno per la cronaca )……la proprietà se ne mette a bilancio un terzo ? aggiungo poi che la comunicazione della proprietà hanno preso la via della cortina di ferro, forse perchè quando comunicano il risultato è pari ad un incontro tra un indiano jivaro e un pope greco che ha fatto il voto del silenzio……..adesso il silenzio appunto è totale, gli organi di stampa sportiva locale o hanno accesso al soglio pontificio di carpi leccando chiunque e qualunque o sono informati come tom hanks in cast away……non c’è che dire, una osservazione qui sopra di Braykovic ha l amaro gusto di un calice pieno d’ aceto, cambia la società, cambia la gente, cambia il calcio…………..ma non da soli, ma perchè lo fanno cambiare quei pochi a cui non basta mia ciò che già anno……

Rispondi
Adler

Avete visto il calendario? Se facciamo 6 pt nelle prossime 7 partite è grasso che cola. Indipendentemente da chi ci sarà in panchina.
Maaaa e provare Djuric al posto di henry? A sto punto….almeno na mezzora.
Forza Hellas

Rispondi
Ruspa62-2.0

I numeri dicono sempre tutto:
Nelle formazioni iniziali dell’ultima partita il Verona aveva 6/11 dei giocatori dello scorso anno, l’Udinese 9/11, (unici nuovi Bijol e Lovric), a proposito del fatto di quanto sia importante non smantellare la squadra ogni anno.
L’Udinese è stabilmente in A dal 1995-1996.
Il Verona è terzultimo in serie A per possesso palla, (peggio solo Cremonese e Sampdoria, non a caso le uniche due squadre attualmente dietro all’Hellas in classifica), in questa statistica l’Udinese è terza.
D’accordo la Società friulana ha più mezzi finanziari del Verona, ma bisogna imparare da chi sa come si fanno le cose, (vedi anche Sassuolo ed Atalanta), cercare di adottare il loro METODO. Anche l’altra squadra veronese che era in A, (che non mi è mai stata simpatica), lavorando con buon senso ha saputo rimanerci per molti anni prima di smarrirsi.
Il problema è che nel Verona settiano non è mai esistito un metodo, o tantomeno un progetto (parola della quale si abusa inutilmente), l’unico che ha avuto per un po’ le idee chiare è stato D’Amico, andato via lui si è tornati a vivere alla giornata.
Nonostante tutto sempre FORZA HELLAS e chissà che la proprietà attuale non se ne vada al più presto.

Rispondi
Jolly Roger

Ormai ogni commento è superfluo. Ogni anno si rompe il giocattolo e… Se ti salvi bene altrimenti lauto paracadute e chissenefrega. Dubito fortemente che i nostri Bravi interverranno sull’allenatore, non vedo alcun interesse a farlo (tanto più se fossero vere le voci di cessione).
SETTI RAUS.

Rispondi
Mir/=\ko

Dai su, credete veramente che la società nella figura del suo rappresentante unico, non abbia scientemente previsto lo sfacelo imbarazzante attuale e l’epilogo più probabile che si intravede all’orizzonte? Cioffi è semplicemente funzionale all’ennesimo e caotico progetto di ridimensionamento in atto, il quale non è stato nemmeno lontanamente preso in considerazione da figure in rampa di lancio come i precedenti DS e tecnico! Le rivoluzioni in ambito calcistico sono sempre molto pericolose e non portano mai nulla di buono, a maggior ragione se fatte al netto ribasso economico… Ricordatevi che è stata vera rivoluzione in casa Hellas con un ridimensionamento che ha contribuito all’allontanamento di DS, responsabile della comunicazione, allenatore, giocatori di primo livello e soprattutto della componente principale per il raggiungimento di obiettivi vincenti: “L’ENTUSIASMO” che si era generato nell’arco dei 3 anni precedenti. Una perdita di entusiasmo alla quale hanno contribuito pure la gaffe del nuovo DS sugli incedibili e la vicenda Lazovic. Praticamente uno tsunami societario a più livelli che sta lasciando strascichi inevitabili. Tuttavia Setti vedrà la sua “azienda calcio” retrocedere mestamente come fu nel secondo anno di Pecchia senza grossi patemi d’animo, visto che avrà già ampiamente messo al sicuro bilanci societari e guadagni personali.

Rispondi
Ghost3

Fermo restando che ogni opinione è lecita e va rispettata, forse nella mia precedente analisi non si è compreso il punto focale della situazione Hellas lo chiarisco meglio a step: 1 – SE si vuole non retrocedere bisogna fare punti e in particolare VINCERE almeno alcune partite (con la tipologia di punti attuale solo pareggiando non ci si salva) 2 – Per vincere bisogna segnare goal (meglio se più di 1) 3 – Per segnare bisogna avere QUALITA’ di giocatori ALMENO dalla tre quarti in su. Ora non penso e non ho mai pensato che il nuovo “Messia” di allenatore tanto invocato (chiunque sia compreso Pep) sia in grado con la sua presenza di aumentare gli Skills dei giocatori (tipo Football Manager); credo invece che sarebbe l’ennesimo aggravio economico di una gestione societaria a dir poco allucinante. Certamente non è facendo lavorare Cioffi con la pistola alla tempia che si risolvono questi problemi per i quali scrissi già alla 2° di campionato ci vuole diverso tempo!! Il paragone del 1° gol dell’Udinese era per spiegare il concetto di qualità di gioco in attacco: l’azione si è svolta in meno di 60 secondi 2 passaggi fulminei di cui uno “geniale” perché scodellato in area a sorpresa della difesa (invocare qui la posizione dei giocatori del Verona che avrebbero dovuto attuare il fuorigioco è puro fantacalcio) il tutto terminato con un tiro rasoterra ad escludere il portiere. Ora ditemi se noi siamo in grado anche solo di pensare un’azione del genere. E come dovremmo segnare noi i gol? L’unico che ha dimostrato di poterlo fare più volte è Henry e SOLO di testa perché di piede la sua tecnica attuale equivale a quella di un difensore (e non riusciamo a servirgli 1 pallone che sia 1 di testa). Se poi il nuovo allenatore tanto invocato sia in grado di compiere il miracolo fate un po’ voi.

Rispondi
Andrea

Quest anno andiamo giù senza passare dal via
Una, squadra senza gioco, senza carattere
Giocatori demotivati, scarsi, basta vedere Lasagna.
Ma cosa serve uno così?
Non segna neanche se casca il mondo.
Difesa inconsistente, inguardabile.
Allenatore mi sembra un cane bastonato.
Mi sembra di vedere Grosso, quando faceva le interviste

Rispondi
Mauro

Voglio scrivere di un punto di vista diverso.
Lo intitolerei: Niente è quello che sembra!
Si parla di esonero di Cioffi. Di crisi. Ma va detto:
L’Hellas in 8 partite ha affrontato le prime 4 squadre in testa alla classifica.
– La prima partita persa 5a2 con il Napoli che ha appena dato una lezione storica all’Ajax.
– la seconda un pareggio 1 a1 fuori casa a Bologna (non male)
– La terza sconfitta di 1 a 0 con l’Atalanta con il primo tempo dominato dall’Hellas.
– Poi pareggio 1a1 fuori casa con Empoli. (non male anche questo direi)
– Vinto con la Samp in casa (da copione)
– Perso con la Lazio a Roma 2 a 0 giocando bene (lo hanno scritto tutti)
– Perso a Firenze 2 a 0 (vero passo falso)
– Ed eccoci alla ottava partita con L’Udinese di cui si è detto tutto e di più.

Mi sembra che per chi gioca per non retrocedere, non ci sia niente di così drammatico.

Va anche scritto che margini di miglioramento per una squadra che Cioffi sta costruendo un pò alla volta, ci sono.
Chi pensa di esonerarlo dovrebbe rileggere quello che ho scritto.
Che non è un opinione. Ma le cose come stanno.
Tutto qui.

Maurizio

Rispondi
Brajkovic

Noi abbiamo grossomodo la qualità delle squadre che si devono salvare. Il problema è che non abbiamo l’entusiasmo in primis dei giocatori e poi dell’ambiente. Siamo depressi grazie al grande operato della società in estate. Hanno fatto uno scempio sul mercato neanche il peggior pessimista avrebbe potuto prevedere quello che poi è successo. Le neo promosse vivono sulle ali dell’entusiasmo, noi esattamente il contrario. Tra l’altro non siamo partiti bene. Questo è un aspetto molto importante. Poi le tue considerazioni possono essere anche corrette ma ricorda che un ambiente depresso come il nostro nonostante la grande tifoseria può essere una zavorra non indifferente. Il nostro presidente sta veramente riuscendo a creare un ambiente depresso. Sempre meno nuovi tifosi: le nuove leve veronesi purtroppo si avvicinano sempre meno al mondo Hellas e preferiscono scegliere altre squadre.

Rispondi
Kilgore

Caro Mauro (con l’accento sulla a era..) come spesso accade il diavolo sta nei dettagli ..ma chi l’ha detto che per forza l’Hellas debba giocare per non retrocedere forever ?? non ti sfiora il dubbio che se il prenditore non avesse fatto scappare Ds, allenatore e tutti i giocatori decenti forse potremmo non accontentarci di giocare per non retrocedere?? come feto a no essar incassa’ come il 90% de quei che scrive qua , ma addirittura ottimista?? mi un idea ghe l’ho

Rispondi
bardamu

@ Mauro.
Anch’io, fino alla partita con la Viola la pensavo più o meno così. Ho scritto più volte che dovevamo scordarci di potercela giocare con tutte come è accaduto nelle ultime 3 stagioni e che il nostro campionato era con le squadre alla nostra portata, che sono più o meno 7.
Però non possiamo sperare di salvarci facendo punti solo con queste.
E con le altre, nei secondi tempi, quando vengono immesse forze fresche, dimostriamo una inferiorità imbarazzante.
Purtroppo siamo partiti male, già sul piano della “programmazione” societaria ( immissione nei ruoli di 3 centravanti prima ancora di avere capito se Simeone sarebbe stato ceduto, scelta di diesse e allenatore non adeguati, cessione del giocatore sul quale l’allenatore sperava di costruire il suo “progetto” ) e non vi abbiamo posto immediato rimedio come l’anno scorso, anche perché sarebbe stato impossibile farlo con questo direttore sportivo. Alcuni giocatori, Tameze su tutti, nelle prime partite sono apparsi “frastornati” e non hanno mostrato grande applicazione.
Aggiungiamoci l’assenza prolungata, e misteriosa, di Faraoni e l’inesperienza di Cioffi e il risultato è quello che abbiamo sotto gli occhi.
Che fare a questo punto?
Credo che la scelta di cambiare la guida tecnica, se non si ottiene una risposta molto positiva a Salerno, sia obbligata.
Speriamo che, nel caso, venga individuato il profilo giusto per far rendere al meglio una rosa che anche secondo me potrebbe fare meglio.

Cioffi ci sta mettendo del suo

Rispondi
stefano 50/60

Ciao Bar…non so se tecnicamente la rosa è così scarsa da non potersi giocare la salvezza, non riesco a capirlo ultimamente……..io ho sempre sostenuto qui che è comunque in grado di lottare per non retrocedere ma tribolando tanto….tribolando con gli avversari però, non con sè stessa come io almeno ho visto in moltissime occasioni……tribolando con se stessi vuol dire mettercela tanto o poco ma male…vuol dire correre tanto o poco ma male…vuol dire abbassare la tensione in molti momenti della partita…vuol dire non capire che con i giocatori che hai devi TU metterti al loro valore tecnico, poco o tanto che sia…..vuol dire tutto questo e tutto questo si chiama allenatore…..e in pirmis società e ds che stavolta han cagato fuori dal vaso…a furia di mettere in vetrina pezzi ottimi a prezzi da discount…a furia di recitare che siamo in rosso…a furia di comunicare poco e male e, ultimanente, di non comunicare un gran cazzo……ma ora, visto che la rosa non si può sostituire quasi in blocco, l’ unica mossa è agire con fiducia verso cioffi o sostituirlo…con chi francamente non so, ma con persona d’ esperienza che dovrà agire sulle menti delle puttane tatuate che si chiamano professionisti, puttane che differiscono dalle donne solo perchè morfologicamente differenti, ma per null’ altro……tieni però presente, già l ho detto qui, che questa mossa deve farla il ds, e hai detto un cazzo eh, e deve avvallarla chi forse ha già venduto e o chi non vuole a libro paga il terzo allenatore………..ps, ho letto in giro il nome del Griso…qui presumo di non esser distante dalla verità……non si son MAI potuti vedere…alla prima occasione buona l ha sbeffeggiato e mandato a cagare esonerandolo….e successivamente l ha di nuovo classificato come un mona, accusa alla quale il Griso gli ha detto ciò che questo pokerista è nella realtà : AVVENTURIERO….una parola, non due…..per cui eh se lo dovessimo rivedere a Verona vuol duire che ha proprio già venduto…amen

Rispondi
Tex67

Ciao Stefano. Non so’ sinceramente chi sia più “puttana”: se il giocatore tatuato di cui scrivi, oppure il tifoso Hellas che in cambio di qualche campionato in A è disposto a chiudere un occhio (anzi …tutti e due!!) e a turarsi il naso dinanzi ad ogni nefandezza commessa da questo “avventuriero”. Come canta De Gregori: è più ladro chi ruba nei supermercati o chi i supermercati li ha costruiti, rubando? Si è persa l’identità. Molti si sono trasformati in “puttane” della Settese FC solo perché sportivamente (e speriamo solo per quello….) più redditizio. Niente più valori. Niente più principi. I calciatori saranno “puttane tatuate”, ma se Atene piange, Sparta non ride..

Rispondi
stefano 50/60

Ciao Tex…ti rispondo sotto così mi trovi meglio…interesaante il Tuo post e ora vò a analizzarlo….

Rispondi
Pennabianca

Quindi tu cosa proponi di fare? stemo tuti casa quando zuga el Verona e andemo a darghe da magnar ai cigni sul lago?
Raccontaci cosa fai tu quando in campo scende l’Hellas..son proprio curioso…
Niente radio, niente Dazn?

Rispondi
Mir/=\ko

Vighini scrive: “Che fosse una stagione di sofferenza si sapeva, però non si pensava a tal punto. Il Verona subisce tanto, subisce troppo, appare fragile in difesa, debole in attacco, leggero a centrocampo…” Bene, tutto vero e dico di più: cosa fa una società che avrebbe dovuto per prima cosa RAFFORZARE UNA DIFESA GIÀ DEBOLE LO SCORSO ANNO??? Se una società vuole restare in serie A, NEI FATTI e non solo a parole, avrebbe pensato prima ad investire in difesa, più che a vendere il suo miglior difensore. Ma sono sempre più convinto che quest’anno ci sia effettivamente un progetto chiaro: “retrocedere”!

Rispondi
Ghost3

L’entusiasmo (o morale che sia) è sempre stato un fattore molto importante nel calcio.
Fa rendere di più i giocatori e può aiutare, qualche volta, anche a limitare il gap tecnico.
Ma per aumentare il morale BISOGNA VINCERE PARTITE cosa che noi in questo momento (per i problemi già espressi nel precedente post) non abbiamo le capacità di fare. Qui è il cane che si morde la coda; per venirne fuori bisogna in tutti i modi aumentare il livello tecnico dalla trequarti in su altrimenti saremo messi sempre peggio in classifica e sempre più demoralizzati. Poi se la B era l’obiettivo della super dirigenza fin dall’inizio di questo orrendo mercato direi che da quanto si è visto fin’ora è stato pienamente raggiunto. Amen.

Rispondi
Martino

Fossi in Cioffi mi giocherei il tutto per tutto mettendo Kallon prima punta, Lazovic trequartista sx e Verdi trequartista dx…questa sarebbe la variante con più tecnica di cui disporremmo al momento in attacco. Il problema è che se Cioffi non gioca con almeno un paracarro sta male, rinnega la sua “idea” di calcio, ossia palla a scavalcare il centrocampo e pivot d’attacco che gioca di sponda…cosa che Henry non sa fare egregiamente. Non è Toni, ma nemmeno la puttana tatuata di Scamacca. Ripeterò fino alla morte…Cioffi ultimo responsabile, ma il suo stile di gioco è stato riesumato dalle sabbie del tempo…nemmeno nella Championship scozzese giocano più in questo modo. Persino il 4 4 2 di Ranieri è avveniristico confrontandolo col gioco di Cioffi.

Rispondi
Antonio

Sono d accordo. Verdi non e’ iltrequartista al posto di Caprari? E allora perche ha giocato in un centro destra dove pesta solo I piedi degli altri? Verdi per Caprari Henry o Djuric per Simeone e Tameze per Barak. Poi e’ la squadra dell anno scorso. Ma Cioffi non vuole capire…..

Rispondi
Antonio

Perche ‘ non portar via Bruno Caneo al Padova come il Como ha fatto con Longo? Paulo Sousa non va bene, proprio come persona.Ci vuole un allenatore umile, non uno con l’ atteggiamento ” io sono bravo bello figo importante.” Paulo Sousa,Bernardini e il suo preparatore atletico, tutta gente non da questo Verona.

Rispondi
Ghost3

Molto interessante la soluzione offensiva Kallon – Lazovic – Verdi.
Il gioco con lanci lunghi e Henry pivot centrale a far da sponda con questo Verona NON è assolutamente applicabile (sempre SE si vuol vincere). Certo se non si opta per aumentare in qualsiasi modo la tecnica offensiva è B certa; se poi questa sia la scelta definitiva anche di Cioffi allora sostituendolo e, ottenendo questo cambiamento col nuovo arrivato, si potrebbe invertire la rotta. La via è quella di giocare per quanto possibile palla a terra a centrocampo (che con passaggi corti e veloci è più facile) servendo i giocatori di maggior “talento” che abbiamo sulla trequarti in questo modo possiamo far male agli avversari altrimenti saremo sempre in attesa di qualche colpo “magico” tipo quello dell’ultima gara con l’Udinese lasciando per la maggior parte del tempo palla all’avversario.

Rispondi
Ghost3

Specifico che l’unica funzione di Henry (da quanto si è visto fin’ora) è quella di finalizzatore e solo di testa perché non è attualmente in possesso di alcuna tecnica coi piedi (fatica a stoppare la palla…) ergo o abbiamo in campo chi riesce a posizionargli la palla sulla testa o Henry non serve ad una cippa (si è un bravo lottatore ma alla funzione del gol non serve!). Perciò mille volte meglio Kallon che ha il passo corto, sguscia (ha molta più tecnica di controllo palla) e se si avvicina all’area sfera al piede può rendersi molto pericoloso.

Rispondi
Ghost3

Il leit motiv è che, così come siamo messi, abbiamo poche frecce al nostro arco o le usiamo SUBITO per tentare almeno di far male all’avversario oppure la situazione sarà compromessa ancor prima della pausa mondiale con buona pace di chi, purtroppo, ha speso i soldi per l’abbonamento.

Rispondi
Skywalker

Io non sono in grado di stabilire quanto sia forte questo Kallon. Certamente è un tipo di attaccante completamente diverso da Henry, che invece ha dimostrato di saper fare i gol di testa. Ergo: avere più soluzioni offensive non è una brutta cosa. Però serve il “manico” per farle funzionare entrambe. O meglio: adattarle a seconda dell’avversario, del momento della partita, del gioco che si vuole fare, eccetera. Henry senza gente che crossa non incide. E qui è l’allenatore che decide che impronta di gioco dare alla squadra. E questa lo deve seguire. Altrimenti, nell’uno o nell’altro caso non ci siamo.
Più facile cambiare l’allenatore (bravo o meno) che la squadra, a campionato in corso.

Rispondi
Ghost3

Be’ se non ricordo male Kallon ha fatto un gol strepitoso con l’Empoli (se uno non ha controllo palla e precisione di tiro non riesce a fare) certo cambiare allenatore è l’ancora di salvezza più comune anche perché la rosa almeno fino alla pausa è fissa. Però, chi subentra, avrà molto meno tempo di Cioffi e il bazooka puntato addosso ogni domenica. Non so se in queste condizioni si possa lavorare bene. Dovrebbe azzeccare quasi tutte le scelte fin da subito mah…..

Rispondi
Martino

Come avete detto giustamente, Henry senza i cross dal fondo e dalla trequarti è nullo…per controllare un pallone deve sempre rincorrerlo dopo uno stop a dir poco difettoso. Oltretutto non è in grado di dialogare al limite dell’area con una seconda punta, come invece fa Beto, per dirne uno. A questo punto io mi chiedo… può essere Henry il nostro centravanti titolare? Un attaccante con una sola abilità che non viene sfruttata nel modo giusto perché Cioffi non prevede schemi per sfruttare adeguatamente le corsie laterali? Sinceramente, credo che persino Bogdani fosse meglio dell’Henry visto finora…almeno sapeva difendere egregiamente il pallone e servire sui piedi i centrocampisti accorrenti.

Rispondi
Ghost3

Henry può andar bene SOLO contro squadre che ti permettono di arrivare frequentemente
al cross che in questo momento vedo via molto difficile da perseguire anche con avversari del nostro rango (che di solito per compensare le lacune tecniche sono molto aggressive sul portatore di palla) perciò è evidente che continuare a schierarlo significa regalare un giocatore agli avversari (quando gli dai palla è persa…) viceversa potrebbe servire se sei in vantaggio e cerchi di far passare il tempo verso fine partita (e’ forte fisicamente ed è in grado di far salire la squadra o prender fallo). Riassumendo: non titolare ma con eventuale entrata a 25/20 minuti dalla fine (al momento francamente non vedo altri utilizzi).

Rispondi
hellasmastiff

ballardini ad oggi unico che potrà risollevarci se cioffi continua ancora a far caga.te tra preparazione atletica e formazione…….. conosce gli ex genoa e sa come poter proteggere la difesa che ad oggi è troppo scoperta quando ci attaccano in ripartenza……. è anche vero che non verrà per un solo anno ma vorrà il rinnovo automatico con il problema a libro paga di di francesco che non trova una ca..o di squadra che lo porti via dai costi societari……..

Rispondi
stefano 50/60

Eccomi Tex67…..in quanto a puttane tatuate e in quanto a quelle non tatuate, suonare via olanda per favore, mi trovi non d accordo ma di più………parli con un mona che martedì sera ha ripercorso dopo quasi 54 anni, ne avevo dodici allora, il tunnel degli spogliatoi del tempio entrando in campo dalla scaletta che non è quella di allora perchè era situata più indietro………parli con un mona, che sono io per la cronaca, che vive il calcio solo perchè esiste il Verona, come ho già detto qui più volte……parli con lo stesso mona che ha visto l ‘ Hellas quando la proprietà era di un certo di palermo…uzzo..mirzakanyan……brizzi……pastorello……de gregori dice giusto quando narra del supermercato, ma senza supermercato non c’è cibo da rubare, dunque neanche ladri, e non c’è cibo neanche per chi vuol acquistarlo…….con tutto ciò, come mi avrai letto qui, sai come la penso sull attuale proprietà ed in quanto a vendermi per qualche campionato di A pensa che non mi son neanche mai venduto per un posto di lavoro tant’è che alla mia età tiro ancora campanelli per vivere …..ho visto il Verona in A, in B…..in C……in europa…..(volutamente minuscola)……sono riuscito a sbalonar sul prato strepitoso di Piazza Cittadella con gli spalti ormai semidemoliti…..tutto ciò per dirTi che sono andato, vado e d andrò a Dio piacendo all’ Hellas in qualsiasi cazzo di categoria…..se però non c’è nessuno al ponte di comando non avremmo più questa scelta……per cui quando vado a gustarmi un paio d’ ore della squadra della mia città, l’ unica beninteso, debbo giocoforza conigare il fatto che oltre al cuore c’è anche il buco del culo……come in tutti i cazzi di momenti della vita…….poi sai Tex, se debbo bere una birra, preferisco una caraffa di prosecco freddo, me li pago..e se nò gò schei fasso anca sensa……..attendo graditissime Tue, con amicizia e……cameratismo, che nò sè sbaiemo…ps.de gregori maestro eh ma Lucio Battisti sul mio personale podio…..

Rispondi
Tex67

Ciao Stefano. Non avevo dubbi sulla tua fede. Nemmeno sulla tua intelligenza. Ecco perché ti ho scritto ed ecco perché ti rispondo. Quando posti, leggo volentieri i tuoi commenti anche perché un po’ mi ci ritrovo. Spero che sia superfluo sottolineare che il discorso delle “puttane tatuate o meno” fosse riferito ad altri. Comunque avremo occasione in futuro per confrontarci e se vorrai anche bere qualcosa (io sono più per il fermo, ma mi adeguo alle bollicine senza problemi).
Approfitto per rispondere anche a “pennabianca”: a te non ho nulla da proporre. Continua dunque a fare ciò che hai sempre fatto.
Le mie guerre le faccio da solo e se dovessi scegliere di avere dei compagni, probabilmente e con tutto il rispetto, tu non saresti fra questi. Visto che me lo hai chiesto però ti rispondo: tra dare da mangiare a Settorello e dar da mangiare ai cigni sul lago, io scelgo dar da mangiare ai cigni TUTTA LA VITA

Rispondi
Ghost3

Solo a leggere le squadre previste per la partita di domani c’è da cagarsi addosso:
la Salernitana schiera Coulibaly – Candreva – Piatek
noi Hien – Lasagna – Henry ditemi voi quante probabilità abbiamo di non uscirne
con le ossa rotte!

Rispondi
Tex67

Bonazzoli/Candreva/Piatek. Tecnicamente noi tre giocatori così in avanti non li abbiamo ( li avevamo…..l’anno scorso, però!). Comunque la palla è rotonda. Mai disperare. Io Cioffiducia

Rispondi
Mir/=\ko

Il presidente non ha cercato solo di abbassare i costi, ma li ha voluti abbattere già da questa stagione, con particolare riferimento al monte ingaggi. D’altronde, per sopravvivere, una società con potenzialità da serie NETTAMENTE inferiore deve fare anche quello!!! Quindi via quelli con stipendi già elevati (Simeone) e pure quelli che per rimanere avevano comprensibile chiesto un adeguamento (Caprari) e quelli da piazzare per incassare plusvalenze anche inferiori alle aspettative… In entrata una miriade di scommesse low cost con L’UNICO vero progetto stagionale di abbassare ulteriormente il monte ingaggi e in secondo luogo di valorizzare qualche giovane nella speranza, come fu in passato, di estrarre dal cilindro giocatori come Kumbulla ed Iturbe in vista di qualche ennesima plusvalenza dorata in grado di tenere a galla la barchetta. Per la legge dei grandi numeri, qualcuno bene o male spunta sempre… E intanto sta sbocciando prepotentemente questo Scozzese Josh Doig, mentre hanno già avuto modo di mettersi in buona luce i due ex primavera Coppola e Terracciano; quindi quanto precedentemente detto si sta in minima parte già avverando… Insomma il presidente, nonostante la debacle sportiva a cui stiamo assistendo e per la quale non credo stia perdendo il sonno, ha centrato comunque i suoi obiettivi con un notevole abbattimento dei costi e con il lancio, già effettivo, di giovani che fanno intravvedere all’orizzonte sicure plusvalenze… Diciamocelo chiaramente: è una buona stagione nella quale retrocedere per abbassare ulteriormente i costi, ben protetti dal noto paracadute e per abbassare pure il valore del club in vista di una sempre più chiacchierata futura cessione. In pratica Setti, con un mercato estivo tutt’altro che casuale messo in piedi da un DS ad hoc, ha già costruito la rosa che affronterà il prossimo campionato di serie B e che si sta ridando in questa serie A in cui è puramente “di passaggio”! Perché è in cadetteria che andremo a finire, con buona pace dei tifosi e dei bilanci. Effettivamente, l’intervista di Setti da Vighini e le sue prime due scelte operative con l’ingaggio del duo “Marroccu + Cioffi” mi avevano riportato come in un deja vu, alla stagione con Fusco e Pecchia in cabina di regia. Una sensazione di “retrocessione” programmata che purtroppo non è rimasta tale …

Rispondi
Il Buon Osvaldo

Mi stupisce che nessuno chieda informazioni sul fatto che tre giocatori con all’attivo 40 gol nell’ultimo campionato siano stati frettolosamente ceduti in prestito a cifre ridicole. Barak 1,5 caprari 3 e Simeone 3,5
I riscatti poi porterebbero 12 milioni per Barak e altri 12 per caprari (comprensivi del prestito ovviamente) e meno di 15 per Simeone. E meno male.che Barak non sarebbe stato ceduto per meno di 20-25 diceva il presidentissimo … Qualcosa non torna.

Rispondi
Il Buon Osvaldo

Evidentemente sono troppi gli interessi “equivoci” che ruotano intorno a questo calcio malato per cui non vedremo mai operazioni totalmente “limpide” alla luce del sole e non c’è la volontà dall’alto di porvi rimedio …

Rispondi
Ghost3

Primo tempo solita notte fonda supremazia di tenuta palla ma davanti il nulla e alla prima giocata di qualità della Salernitana gol di Piatek (che sa come si gioca a calcio). C’è solo la classe di Verdi che predica nel deserto anche perchè Henry come sempre è un giocatore regalato agli avversari! Speriamo nel secondo tempo ma per ora stiamo sprofondando sempre più…

Rispondi
Gnanfo

Digho la mia sperando tra 45 minuti de essere irriso…
Monza fuori dalle sabbie, Salernitana rilanciata e nojaltri solita merd@ profonda DB…”lasciate ogni speranza voi che entrate” i gha scritto sul campanello in via Olanda…
Dai che ghè i mondiali in catàr…
El nervoso che gho indosso diosolo lo sa…

Rispondi
Papo

Perché Hongla non gioca più?…. adesso mettiamo sulemana ? E prima sempre hongla …. perché solo adesso che anche un ceco vedeva che era meglio di hongla,?

Rispondi
Papo

Dispiace ma non vincere contro questa salernitana.., è grave e Cioffi deve andare a casa …stiamo lottando per il pareggio ma con un altro allenatore avremmo già fatto 3 gol …basta grazie ma incapace

Rispondi
Ghost3

Oggi n-esima dimostrazione che se non hai qualità davanti non vai da nessuna parte. Abbiamo dominato fisicamente e con il possesso palla ma, a parte la giocata incredibile di Verdi (migliore dei nostri) sul palo, il resto davanti è il nulla. Djuric è la fotocopia pure peggiore di Henry (il che è tutto dire) e il gol è arrivato ancora una volta “casualmente” dopo una deviazione di un giocatore della Salernitana e una dormitona della difesa con Depaoli che ci crede si inserisce e insacca di testa (Depaoli che era estraneo al calcio fino ad oggi!). I 2 gol della Salernitana sono lì a dirci ancora una volta che davanti ci vuole tanta qualità.
Buonanotte ai sonatori.

Rispondi
Papo

Hai azzerato la passione, i sogni e le ambizioni di una intera città…..per la tua ingordigia e avidità del danaro …FAI SCHIFO!!!

Rispondi
Tex67

Papo, hai tutte le ragioni, però il pubblico di Verona lo aiuta pure sto’ porsel. Mai una ambizione, vietato sognare. Settorello può fare tutto che c’è sempre chi lo difende. E sto’ mascio naturalmente se ne approfitta.

Rispondi
RobyVR

La fortuna la iuta i audaci, la sfiga acompagna i scarsi e, grassie al Strassarol Magnaschei, la squadra l’è veramente scarsa, da na difesa da angossa a n’ataco sterile come na puntura de bromuro nel scroto.

Rispondi
Papo

Personaggi come te sono la rovina non solo del calcio …comprati la Paganese o la Cavese ingordo !

Rispondi
Martino

L’esonero dovrebbe scattare praticamente automatico da stasera. Vediamo se i due ludri e la donna dei conti metteranno fine alla precarietà cui hanno sottoposto Cioffi. Pian…ovviamente il profilo del sostituto dovrebbe essere di alto livello, dovrebbe fare la differenza. Vediamo se la feccia che si annida in via Olanda non sta già ragionando in prospettiva di una retrocessione dignitosa per abbassare pretese ed entusiasmo della società per la terza volta. Esseri spregevoli!

Rispondi
Mir/=\ko

Juric, Di Francesco e Tudor non sono riusciti a sistemare una difesa, già da almeno un triennio a dir poco scadente! Con Cioffi commettiamo gli stessi errori di sempre, con l’aggravante che una difesa già debole per la serie A negli anni scorsi nei propri singoli, è stata ulteriormente indebolita in estate, così come tutta la rosa! In questa situazione tragicomica, quale allenatore potrebbe portarci alla salvezza? Ballardini, Iachini, Paulo Sousa, Mandorlini, Andreazzoli, il già stipendiato Di Francesco…? Per me nessuno di questi, perché Setti ha talmente danneggiato la macchina che non c’è meccanico su piazza in grado di sistemarla!!!

Rispondi
Tex67

Ciao Martino. Te valo ben Bocchetti? Perché non escludo che alla fine il 💩 decida x una non decisione.

Rispondi
Mir/=\ko

Il Mantova è terzultimo in serie C! Ricordatevi che Setti, senza plusvalenze, diritti televisivi, sponsor vari e paracadute, vale esattamente il suo Mantova… È bastata un po’ di burrasca e siamo tornati quelli dei tempi di Fusco e Pecchia. Ma dove pensavate di andare? In Europa?

Rispondi
Caverzan è meglio di Pelè

Ma io mi chiedo, ma una bella inchiesta o intervista al presidente per chiarire perchè ha fatto questa svendita?
Non ritengo esattamente ortodossa questa campagna acquisti/cessioni, Vigo perchè non lo prendete per il bavero (giornalisticamente parlando) e vi fate dare le risposte????
Questa è una Caporetta e direi costruita ad arte, non posso più leggere persone che dicono che in fondo anche negli anni precedenti erano tutte scommesse. Quanta fortuna devi avere per beccarle tutti gli anni? Poi curiosamente cambia DS e le scommesse non riescono più?!
Q8 Mirko nel commento qui sopra…ineccepibile.
Saluti.

Rispondi
Ghost3

Questo presidente si rivela sempre più per quello che è: un re Merda (fratello del re Mida).
L’unico consiglio che mi sento di dargli è quello di cambiare la sua produzione dal cotone in mutande di ferro delle quali avrà bisogno da qui fino alla fine del campionato. Poi mi par di capire che pensiamo di vincere le partite semplicemente perché abbiamo più possesso palla (cosa che non avviene più dal calcio degli anni 60/70).

Rispondi
Mir/=\ko

In casa Hellas si pensa a sostituire Cioffi nientepopodimeno che con il mister della Primavera Bocchetti, fortemente tenuto in considerazione da Setti e Marroccu…. Se così fosse GAME OVER già al 10 ottobre….

Rispondi
Celtico

Si non ho capito come facciamo ad avere così tanto le pezze al sedere…considerando le entrate degli ultimi anni!misteri..

Rispondi
hydro_76

torna che lè sempre sta un bugiardo, no ghe da stupirsi dai, quante bale alo conta in 10 anni?
le che la colpa ler dei tifosi che ogni volta i parla “femo qua femo la” ma dopo i ghe porta i schei tutti gli anni e allora la gavea reson vanna marchi “gli italiani si alzano la mattina e cercano disperatamente qualcuno per farsi fregare” e qua semo esattamente cosi, anca il buon vecchio vigo in studio el sbraia, dopo quande el fa l’intervista a inizio stagion, lè molesin come un marshmallow, ricordive le interviste a pecchia.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code