19
gen 2020
AUTORE giovanni.vitacchio
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 17 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.717

IL PAGELLONE DI BOLOGNA-VERONA

SILVESTRI 6 Più sfortunato che altro nel gol del vantaggio del Bologna. Il pallone deviato dalla difesa del Verona gli va a sbattere addosso, andando poi nei paraggi di Bani che, solo solo, non può far altro che segnare. Per il resto viene chiamato in causa praticamente solo in un’occasione, quando si distende sul bel tiro da fuori di Soriano. Nel secondo tempo è spettatore non pagante.

RRAHMANI 6 Sfiora il gol in due occasioni, una di testa nella quale Skorupski si supera. Gli vengono i brividi lungo la schiena quando Sansone, in area di rigore, scappa via a lui e Pessina rischiando di trovare il gol del raddoppio, negato dal palo. Per il resto, ordinaria amministrazione. Domani dovrebbe arrivare l’ufficialità del suo passaggio al Napoli in giugno. Ma non voglio avere alcun dubbio sul suo impegno per la maglia del Verona da qui alla fine.

GUNTER 6 E’ vero, nel primo tempo il Bologna ha più gamba, arriva primo sui “secondi palloni”. Ma non crea grandi pericoli per la retroguardia gialloblù. Non è costretto a fare i numeri per tenere testa a Santander e compagni. E comunque, giocando da centrale puro non dimostra alcun tentennamento.

KUMBULLA s.v.

DAWIDOWICZ (dal 25′ p.t.) 6 Non gli tremano le gambe quando è costretto a entrare a freddo per il problema all’occhio di Kumbulla. Col Bologna, all’andata, si era fatto cacciare dopo aver causato un calcio di rigore. Oggi, sarebbe successa la stessa cosa se il Var non fosse intervenuto a sconfessare la decisione errata di Ayroldi. Ma lui era sicuro della sua innocenza. La stessa sicurezza che ha messo in campo fino alla fine.

FARAONI 6 Diciamo così, è stato un bene che il Verona oggi si sia concentrato soprattutto sulla sua fascia sinistra, con Lazovic e Zaccagni in giornata. Non brillantissimo nel primo tempo, qualcosa di meglio l’ha fatta vedere nella ripresa. In tribuna c’era il ct della Nazionale, Mancini. Speriamo che torni a vederlo in un’altra occasione.

AMRABAT 6.5 La cosa incredibile del marocchino è che lo vedi praticamente in tutto il campo, senza soluzione di continuità. Un attimo lo trovi a centrocampo, cinque secondi dopo sta andando a battagliare per ottenere un calcio d’angolo. Seppur non nella sua giornata perfetta, è sempre lucido nelle giocate e nel recupero dei palloni. Io continuo a pensare che valga molto, ma molto di più dei 15 milioni di euro di valutazione fatta dal Verona. Sotto i 25, non mi siederei nemmeno al tavolo per parlarne.

VELOSO 5.5 Lo ha detto Juric in conferenza stampa post partita: Schouten è stato bravo a rovinare i piani di gioco del Verona. Effettivamente si è appiccicato a chi è incaricato alla costruzione del suddetto, ossia Veloso. Il portoghese ha faticato non poco a costruire e anche da fermo il suo piede è andato un po’ a “salve” rispetto al solito. A giochi fatti, la sua sostituzione è stata una delle chiavi nella svolta dell’Hellas.

BORINI (dal 17′ s.t.) 7.5 Quattro tiri pericolosi, un gol da attaccante puro e, soprattutto, tanta voglia. Questo ragazzo è entrato in campo con una determinazione bella da vedere per chi tifa questi colori. Ha cambiato la partita, diventando arma preziosa in più per mister Juric. Finalmente qualcuno che non sia timido verso la porta avversaria. Ha tanto da dimostrare e direi che se questo è il biglietto da visita, possiamo essere ottimisti.

LAZOVIC 7 Dalla stessa mattonella, a Ferrara, un suo assist ha restituito Pazzini al gol, e più in generale al calcio giocato. Oggi si è ripetuto, per la gioia di Borini. Il Verona è pericoloso soprattutto quando il pallone passa dai suoi piedi. Mette in mezzo almeno dieci cross potenzialmente letali e i difensori del Bologna fanno fatica a capirci qualcosa. Deliziosa la pennellata per il neo attaccante gialloblù, che ristabilisce il pari.

PESSINA 6.5 Primo tempo, così così, seppur con qualche giocata interessante. Secondo tempo molto meglio. Ha capacità di inserimento, ma soprattutto partendo da dietro, da centrocampo, dove torna che Veloso lascia il campo a Borini. Quella è la sua posizione naturale, e si vede.

ZACCAGNI 6.5 Probabilmente, l’ammonizione che arriva al 25′ del primo tempo un po’ lo condiziona. Pare più nervoso del solito. Ma col passare dei minuti si scioglie e cambia decisamente marcia. Cresce nel secondo tempo quando, in società con Lazovic, comincia a martellare il Bologna. Anticipa con un guizzo Bani che, al secondo giallo, si fa buttare fuori da Ayroldi. Anche quella, è giusto dirlo, situazione determinante per il risultato finale.

DI CARMINE 5.5 Non giocava da tempo, precisamente dalla partita col Torino dello scorso 15 dicembre. Effettivamente ha fatto fatica, si è visto poco sottoporta, nonostante il grande impegno. Bella la semi rovesciata sulla quale Skorupski si supera miracolosamente. Un po’ poco, però, per meritare la sufficienza.

PAZZINI (dal 56′ s.t.) s.v.

JURIC 6.5 Nel primo tempo Mihajlovic ha vinto il duello a distanza. La mossa di Schouten su Veloso ha pagato, spegnendo il cervello del Verona. Nello spogliatoio, durante l’intervallo, ha ribaltato i suoi che sono tornati in campo con un altro spirito, quello al quale questa squadra ci ha abituato per tutto il girone d’andata. Toglie Veloso, abbassa Pessina a centrocampo, ma soprattutto butta dentro Borini che segna il gol del pareggio. Vi pare un pirla uno così? Re Mida…

1.717 VISUALIZZAZIONI

17 risposte a “IL PAGELLONE DI BOLOGNA-VERONA”

Invia commento
  1. Marko86 scrive:

    Concordo anch’io, l’insufficienza di Di Carmine è troppo severa. Ha fatto un’acrobazia fantastica che se entra è un gran gol e poi un colpo di testa a botta sicura preso miracolosamente col piede da un difensore…avesse fatto uno di quei due gol avrebbe preso 7, così si invece si prende 5,5 mah… Oltretutto si è mosso tanto per tutta la partita e ha difeso bene palla. Sicuramente almeno un 6 pieno lo meritava.

    1. Fabio scrive:

      Di Carmine cosa doveva fare più di cosi? Colpa sua se portiere e difensore hanno fatto miracoli? Dai su non facciamo i difficili ora

      • giovanni vitacchio scrive:

        Skorupski ha fatto un miracolo sull’unica vera conclusione pericolosa di Di Carmine. Per me è un po’ poco. Poi, ho sempre sottolineato il suo impegno e la sua voglia. Ma gli attaccanti si giudicano per i gol che fanno, non per i km che macinano in campo.

        • serhellas scrive:

          UN pò acerba la risposta ,Giovanni. Vero che gli attaccanti devono fare gol , ma in porta ci sono anche i portieri e che a volte fanno dei miracoli. Ieri il portiere del Bologna ne ha fatti parecchi.Nn lo si può giudicare solo perché nn ha segnato.Avanti blu.

      • Ma scrive:

        Juric ha giudicato positivamente la prova di Di Carmine dicendo che si è mosso bene ed è stato un pò sfortunato. E Juric capisce di calcio meglio di tutti noi messi insieme

      1. Gianni scrive:

        Di Carmine ha giocato una partita positiva, per me da 6,5: oltre al tiro in acrobazia, che il portiere ha parato in un modo superlativo, ricordo un bel colpo di testa salvato da un miracolo volante di un difensore e diverse sponde per i compagni. nel primo tempo è stato servito pochissimo.

        • giovanni vitacchio scrive:

          In fondo il calcio è bello perché ognuno lo vede come crede. Io rimango della mia idea. Un attaccante deve fare di più per meritarsi il 6.

        1. Ma scrive:

          Anche se è il ns gioiello, Kumbulla stavolta prende 5-5,5. L’errore sul gol di Bani è evidente, perde il duello con Santander e sfiora l’autogol tirando contro Silvestri. Chiaramente lo perdoniamo :-)

          • giovanni vitacchio scrive:

            A dire il vero, sul calcio d’angolo che porta al gol di Bani, è Di Carmine a deviare il pallone che poi va a sbattere su Silvestri. Non Kumbulla. Ma a prescindere da chi sia stato, penso che sia più sfortuna che altro…

          1. Robyz scrive:

            Concordo su tutto! In particolare sulla valutazione di Amrabat… vorrei capire chi e perché l’ha valutato 15ML.. Uno così vale quanto Barella che se non sbaglio giocava nel Cagliari mica nel Barcellona ( per chi sostiene che il valore dipende anche da chi lo vende )

            • Sick boy scrive:

              Ad Amrabat manca solo una cosa (che ha Barella):il gol. Sarebbe altrimenti davvero un calciatore da 40/50 milioni di euro.

            1. Mauro Pudin scrive:

              Silvestri invece di rinviare con concretezza, ha fatto il furbetto ed ha regalato la palla al Bologna. Da lì è nato il gol. Bisogna essere più concentrati ed evitare atteggiamenti gigioneschi! Al posto di Juric lo avrei sostituito! Così vedrai che non lo farà più !

              1. Mauro Pudin scrive:

                Finalmente un Fabio che merita, a Verona !

                1. Mauro Pudin scrive:

                  Finalmente un Fabio che merita, a Verona !

                  1. Hellas Gig scrive:

                    Partendo dal presupposto che adoro Juric e senza voler buttare assolutamente la croce addosso a Di Carmine mi chiedo: se Pazzini invece che a 10 minuti dalla fine venisse qualche volta messo dentro poco dopo l'inizio del secondo tempo, con gli innumerevoli meravigliosi cross di lazovic quanto sarebbe potuta finire in realtà la partita?
                    Certo, non c'è la controprova ma io un tentativo lo farei.

                    1. Riccardo scrive:

                      giovanni
                      È molto importante il tuo giudizio sui prossimi partenti circa il perdurare del loro impegno.
                      tienici informati

                    Rispondi a serhellas

                    Accetto i termini e condizioni del servizio

                    Accetto i termini sulla privacy

                    *