25
mar 2019
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 21 Commenti
VISUALIZZAZIONI

956

SALVINI RE D’ITALIA

Come cantava tanti anni fa Enzo Jannacci: “Ho visto un Re!”. E credo che dovrebbe vederlo chiunque non neghi una realtà per quanto possa risultargli spiacevole: Matteo Salvini è il Re d’Italia. Anzi, il primo Re d’Italia. Perché nessun leader politico prima di lui era mai riuscito a riunificare il Paese con il consenso, con il voto.

Se ci pensate ha dell’incredibile che la Lega – che fino a ieri si chiamava Lega Nord e irrideva ai terroni – oggi con lui alla guida prenda più del 19% del voto dei terroni della Basilicata; ad un pelo da diventare il primo partito dato che il tracollo dei 5 Stelle si è fermato appena sopra il 20%. Dovunque si voti la Lega di Salvini sbanca.

Lui, da politico scafato, punta sul Pd e dice: “7 a 0!”. Certo il Pd in Basilicata tutto è fuorchè risorto; ma la debacle ripetuta e al momento irreversibile è quella dei grillini. Tant’è che è subito scoppiata la rivolta al loro interno.

Degli alleati di governo Salvini non parla, perché gli andrebbe alla grande continuare con loro e proseguire così di successo in successo. Ma i primi che hanno interesse a mollare questo governo giallo-verde sono proprio i 5 Stelle se non vogliono precipitare nel baratro dell’inconsistenza elettorale.

Paradosso della politica. Chi invece tifa perché questo governo non cada è il Pd, che così può puntare (e sperare) di monopolizzare il voto di tutta l’opposizione. Mentre, se i 5 Stelle mollassero il governo e passassero all’apposizione, il Pd si ritroverebbe con un temibile concorrente. Elementare Watson.

Ultima notazione. Non è chiaro che senso abbia continuare a parlare di centrodestra. Quando anche la Basilicata conferma che Forza Italia e Fratelli d’Italia sono massimo un ruotino di scorta della Papamobile del nuovo Re d’Italia.

956 VISUALIZZAZIONI

21 risposte a “SALVINI RE D’ITALIA”

Invia commento
  1. Silvestro scrive:

    Ma certo SALVINI RE D’ITALIA. Gli altri tutti ROSICONI.

     - Capacità di interpretazione del buon senso …
     - Riesumazione dell’orgoglio, della coscienza nazionale …
    - Politica critica quindi delle deviazioni monetario/finanziarie …
    - Politica finanziaria finalizzata al rilancio produttivo …
    …….
    “chi non è d’accordo si deve candidare….” è lo slogan

    RISULTATI?

    https://www.corriere.it/economia/finanza/19_marzo_27/italia-ferma-confindustria-azzera-stime-pil-2019-pensioni-quota-100-peso-fiducia-02d7b6e6-5075-11e9-bc24-e0a60cf19132.shtml

    LIKE LIKE LIKE

    • Ciccio Fedele scrive:

      Ritorno dopo una pausa dovuta al lavoro…Trovo purtroppo un Silverstro fermo sui soliti punti…
      C’e’ da domandarsi caro Silvestro cosa non abbia fatto negli ultimi anni la sinistra italiana per finire nel baratro del dimenticatoio… Cosa non abbia capito degli italiani e della loro pancia…Troppo facile dare sempre contro a qualcuno (oggi visto che Salvini e’ imprendibile ve la prendete con i deboli 5ms) e vi scagliate sui dati del movimento… Ha perso punti ha perso credibilita’…. se questo e’ vero per i m5s a maggior ragione DATI inconfutabili alla mano lo e’ di piu’ per il fu PDS.

      Quindi alla fine la domande che ti faccio io e’… ma nei circoli della sinistra di che cazzo parlate?
      Del razzismo di salvini? della pace del mondo? della famiglia che si riunisce a Verona?

      off topic che stronzata e’ il convegno sulla famiglia ?

      • martello carlo scrive:

        Avevi cominciato bene ma quel “che stronzata e’ il convegno sulla famiglia ? ” mi fa porre una domanda: perché non vai anche tu nei circoli della sinistra a parlare di cazzate?

    1. Silvestro scrive:

      Ciccio Fedele (28 marzo 2019 alle 09:40)

      Non vorrei sbagliarmi ma ti dirò che lo sospettavo.
      Colgo nelle tue parole una qualche responsabilità della sinistra per non aver offerto una alternativa credibile a questo governo. Che in questa area politica si scontrino più voci tutte autoreferenziali su quale sia la soluzione più credibile non è una novità; si protrae da tempo e dubito che a breve possa cambiare.

      Questo però non sposta ne giustifica minimamente responsabilità, atteggiamenti e scelte di questo governo. Travaglio è un giornalista che esprime la sua opinione ma non mi sembra cosi autorevole per contraddire da solo le previsioni economiche sul nostro Paese che vengono rilasciate unanimemente da mesi sia da personalità che da enti qualificati.

      Su Rami la questione credo che vada rovesciata.
      Il Ministro dell’Interno (non uno stronzo qualsiasi) nei social e in TV si è lasciato andare a più riprese a considerazioni azzardate dicendo tutto ed il suo contrario con valutazioni politiche che non c’entrano con il caso.
      Ma proprio perché è un Ministro e Vice Presidente del Consiglio, quando dice cazzate non si può pretendere che l’opposizione sia comprensiva e compiacente.

      Per allargare un po’ il concetto, questa sua presenza irruente e continua su social e media, è il principale veicolo del suo successo. Ma le sue contraddizioni sia personali che di governo su molti argomenti, sono anche una delle cause di valutazioni negative degli ambienti politici internazionali.

      1. marco.com scrive:

        sig. Ciccio Fedele, mi consenta:
        - di quello che parlano nei circoli quelli del pd credo che gliene freghi quello che frega a me, cioè niente
        - al potere adesso c’è salvini, una volta descritti i motivi per cui ha successo (che possono essere ritenuti sbagliati, ma che sono oggettivi, caro Silvestro, e se tu, caro Silvestro pensi che siano sbagliati tocca a te conconcerci che sono sbagliati ma non puoi disconoscerli) è assolutamente lecito anzi auspicabile, criticare e allarmarsi se ce ne sono i motivi. Questa storia ma “quelli del pd allora” è indice di “pecore senza spirito critico”. Vuoi un esempio caldo caldo ? prendi quella stucchevole storia della cittadinanza a Rami. Fin che salvini nicchiava, trovavi tutti i fan del salvini a spiegare che aveva ragione salvini per po trovarsi come ALLOCCHI quando salvini ha cambiato idea

        Le critiche di Silvestro sono assai fondate e dovrebbero preoccupare tutti, smaltita la sbornia delle vittorie elettorali: il rapporto di Confidustria dice che la situazione economica è PEGGIORATA e questo è colpa del governo attuale non del PD.

        • Ciccio Fedele scrive:

          beh a me interessa cosa dicono ai circoli del pd… capire le disfatte elettorali aiuta a prepararsi per le future elezioni.

          Le critiche iniziano da dentro, capire il perche’ il partito non va nonostante i cambi al comando degli ultimi anni deve essere il primo vero problema da risolvere visto che si e’ in una campagna elettorale permanente.
          La questione Ramy e’ stucchevole… il ragazzino ha fatto un gesto straordinario faccio fatica pero a capire il nesso con la cittadinanza…. Riccardo l’altro ragazzino che ha aiutato Ramy a compiere questo gesto meraviglioso visto che gia’ e’ cittadino italiano vorrebbe avere una BMW…Cosa facciamo non gliela vogliamo comprare? Razzisti!

          • Silvestro scrive:

            Se la Lega ha impiegato qualche anno per risalire dal 4% dovresti concedere un po’ di tempo anche alla sinistra.
            Capisco che ti interessa cosa dice l’opposizone. Magari ti mancano le sceneggiate, i toni e gli insulti di chi era minoranza nella scorsa legislatura.

            Mi risulta più difficile capire perché ti interessa solo cosa dicono nei circoli del PD e non ciò che sta facendo il governo di oggi.

            Questione Ramy stucchevole: Il Ministro dell’Interno sostiene che “la cittadinanza non è un biglietto per il Luna Park” e tu già la confondi con una BMW come premio.
            Ieri liquida la richiesta con la solita frase “se vuole lo jus soli si candidi” e meno di 24 ora dopo gli conferisce la cittadinanza affermando “«Rami sarà italiano, è come un figlio».
            Più stucchevole di cosi.

            • Ciccio Fedele scrive:

              Mi pare dalle tue parole che tu non abbia capito il perche’ del mio interesse per i circoli PD.
              Io auspico un PD coeso e combattivo non perche’ mi manchino le diatribe (per altro molto accese e presenti anche oggi su tv e giornali) ma perche’ una sinistra compatta garantisce una pluralita’ alla democrazia ed e’ necessaria. Certo se lo scontro dialettico avviene su cazzate e non su temi importanti dubito fortemente che possiate coinvolgere l’elettorato a darvi una mano.
              Non mi occupo del governo perche’ credo (e con me lo crede anche l’anticristo di Travaglio ieri ospite a la 7 ad accordi e disaccordi) che non stia facendo cosi male…La questione Rami e’ molto semplice….Salvini ha sbagliato ma voi anziche’ capire l’errore avete visto solo il cambio di pensiero…Quindi si e’ una questione stucchevole

              • marco.com scrive:

                mah , non mi ha mai convinto la storiella di quelli che si preoccupano che manca l’opposizione, che c’è bisogno di un’opposizione seria ecc, ma è un mio limite non ti preoccupare

                cos’ come è un mio limite capire che cosa è destra e che cosa è sinistra
                se applichiamo le categorie classiche: quota 100 è una misura di sinistra, il rdc è una misura di ultra sinistra, il decreto dignità è di ultra sinistra, il decreto sicurezza è di destra, le azioni del governo in tema migranti sono di destra

                favorire le partite iva a sfavore dei dipendenti è di destra ma l’aumento complessivo delle tasse che questo governo ha portato è di sinistra, il decreto sicurezza è di destra ma gli effetti che produce aumentando la clandestinità sarebbe di sinistra

                i dati economici sono negativi ma salvini parla di “gufi”, l’economia è materia troppo complicata e labile (peggio del tempo meteorologico) per poter dire qualcosa in merito

                Ma una cosa la possiamo constatare tutti: in giro NON C’E’ ottimismo. Se questo governo davvero doveva portare il cambiamento, lo ha portato in peggio. E mi riferisco all’atteggiamento generale delle persone, che poi è il vero motore dell’economia

                è innegabile che questo governo stia spendendo a debito. E’ di destra o di sinistra ? Non ce ne dovrebbe importare un fico secco se di destra o di sinistra, ma se ci fa essere ottimisti o pessimisti. personalmente non ho dubbi sulla risposta, pd o non pd

        1. Venus scrive:

          Caro Martello, non sono un Riscone ma guardo la realtà effettiva non quella propagandata.L'unica cosa che unisce il nord col Sud è la volontà giustissima di eliminare o al massimo diminuire gli extracomunitari ed in questo Salvini si è venduto benissimo in televisione . Per quanto fatto in politica del lavoro della piccola e Media industria ,di povertà, di sprechi ( compresa la Var) ecc . non ha fatto una beata mazza ma sono stati i" Vitelloni panta stellati". Quindi anche il tuo pensiero non è libero ma mooooolto condizionato .

          • martello carlo scrive:

            Considerazione fondamentale: chi è il politico più odiato, minacciato, contestato dell’attuale scenario politico?
            Ultima chicca l’uscita de “IL LIBRO NERO DELLA LEGA” di Tizian Giovanni, Vergine Stefano ed. Laterza.

            Caro (a?) VENUS, il rosicone è stata la logica reazione a quel ” fermato una barca ” che non mi sembra il massimo per chi ha rischiato la galera per fermare lo sconcio dell’immigrazione che tra l’altro ha grosse implicazione anche economiche ( l’aver ridotto al ca. il 50% le “rette ” per il mantenimento di immigrati che non ne hanno il diritto ha comportato un risparmio di 1,5 MLD ).
            Se vuoi possiamo confrontarci sulla “bellezza ” delle cose fatte dai VITELLONI compresa la VAR che non ho capito se sia la ” Value Added Reseller ” o ” Video Assistant Referee “, ma non mi sembra che vi sia unanimità di vedute tra nord e sud né sugli immigrati ( basti pensare a ORLANDO e DE MAGISTRIS che vi vedono la possibilità di sovvenzioni statali, cosa da sempre ghiotta in meridione ), né sulla politica fiscale .
            E’ chiaro che al di la di SALVINI e DI MAIO ci sono delle squadre che sono determinanti per il risultato finale ma che per quanto riguarda l’economia non mi sembrano particolarmente esaltanti: diciamo che se non ci fosse la zavorra pentastellata, le cose andrebbero ben diversamente.
            L’ora della verità scoccherà in occasione della decisione sulle AUTONOMIE.
            Il ,più grande successo di DI MAIO, finora è l’aver convinto SALVINI a conferire la cittadinanza a RAMI e ADAM.
            Ciao.

          1. Venus scrive:

            scusate gli errori ma questo telefonino mi sta rompendo.

            1. martello carlo scrive:

              Beh, questo topic fa un po’ il paio con “EXIT POLL ACCECATI DALLA FEDE”.
              Qui, ZWIRNER, lei si è sbilanciato sulle sue simpatie politiche, quasi fideistiche, anche se indotte da un’ammirazione già espressa varie volte per i politici SCAFATI più che per le politiche che essi propongono ( ma spero di sbagliarmi ).
              VENUS questo problema lo pone, ma lo fa, come ha detto MARCO, da ROSICONE.
              In realtà SALVINI è un grande, a mio parere per questi motivi fondamentali:
              - Come Lei dice, “nessun leader politico prima di lui era mai riuscito a riunificare il Paese con il consenso, con il voto”. Impresa non da poco se si pensa da dove è partito: un paese profondamente diviso, spaccato addirittura dalle ultime elezioni che avevano consegnato il sud ad un movimento agli antipodi, al quale ora riesce addirittura a sostituirsi
              - Un AZZARDO coraggioso che parte da una constatazione che sfida il vecchio pensiero nordista: il paese non andrà da nessuna parte se non unito, ma con la fiducia e la volontà che sarà il SUD a seguire il NORD in una politica di buona gestione del bene pubblico della voglia di riscattarsi, del fare cose che i pentastellati non hanno la capacità, né la voglia di adottare
              - Capacità di interpretazione del buon senso comune della gente che non desidera chissà cosa, se non una classe politica che le sia vicina senza il distacco sprezzante della NOMENKLATURA di politici indottrinati da inellettualoidi sull’orlo di turbe mentali, sempre ricorrenti nei regimi comunisti e che quindi sappia risolvere i suoi problemi
              - Riesumazione dell’orgoglio, della coscienza nazionale, e dell’ordine, depressi, irrisi, distrutti da decenni di esterofilia esasperata e succube della èlite sinistra sentita come apolide appartenente alle lobby economiche ed alle loro politiche globaliste del MELTING POT europeo e mondiale
              - Politica critica quindi delle deviazioni monetario/finanziarie dagli ideali fondanti dell’UE che hanno portato ad una crisi trentennale di cui non si vede ancora la fine.
              - Politica finanziaria finalizzata al rilancio produttivo di tutti i settori, ma in particolare della piccola e media industria e della classe media
              - Porre fine all’immigrazione incontrollata finalizzata ad arricchire un terzo settore privo di ritorni positivi, quidi fonte di sprechi, parassitismi e divisioni con la distruzione del welfare e delle regole sociali e sindacali.

              Può darsi che tutto ciò sia solo un sogno, ma l’aver dato prova di coerenza, decisione e capacità di concordare un contratto di governo obbligato da situazioni oggettive ed averlo saputo gestire in modo equilibrato anche nei settori di competenza dei VITELLONI 5* evitando troppi irrimediabili danni fino al momento in cui sarà in grado di fare da solo ( ma non bisogna dimenticare l’attività e l’influenza degli altri componenti la squadra leghista ), fa ben sperare.
              Dagli esiti delle elezioni europee dipenderà gran parte del conseguimento degli obiettivi….oltre che da “incidenti di percorso” sempre in agguato.

              1. marco.com scrive:

                Questa “Opinione” nelle intenzioni del dir. zwirner deve essere dedicata esclusivamente alle celebrazioni di salvini.
                Qualsiasi commento anche un pochino critico è da considerare nel più benevolo dei casi come rosicchiamento.

                Quindi: salvinus vincit, salvinus triumphat, salvinus imperat.
                Viva salvinum.

                In modo gattonesco il dir. Zwirner chiede all’opposizione di chiedersi il perchè di tanto successo.
                Quindi parliamo dei meriti salviniani.
                Ha dimostrato e dimostra di avere le palle e questo è ovvio che piace. Piaceva anche Craxi perchè “decisionista”.
                In particolare ha dimostrato di avere le palle con le ONG. Porti chiusi ai migranti clandestini, guerra agli scafisti. Gli scafisti vengono presentati alla pubblica opinione (anche per zwirner è così) come i veri responsabili delle migrazioni. Un pò superficiale, ma molto facile da passare come messaggio (c’è un problema ? indica una causa)
                Difende i confini nazionali, come si fa a dargli torto ?

                Propugna l’orgoglio nazionale: è sempre meglio dire “noi siamo i più fighi” piuttosto che “noi siamo sfigati”. prima gli italiani è difficile da contrastare come slogan.

                Ha sdoganato “un sano egoismo contro il masochismo dei buonisti”. Il masochismo dei buonisti, oggettivamente, ha creato una melassa e cortina fumogena a protezione della microcriminalità.

                Basta e avanza, direi, per stroncare, nella nuova era della comunicazione intenettiana, a stroncare lo spirito critico, quello che ha consentito alla cultura occidentale di portare il livello più alto di benessere per la maggioranza dell’umanità.

                Adesso invito i sostenitori del salvinismi ad indicare le insidie che ci aspettano, grazie a

                • martello carlo scrive:

                  Così mi piaci: il miglior intervento che tu abbia fatto, anche se non si capisce bene le considerazioni sullo spirito critico della cultura occidentale.

                  • marco.com scrive:

                    credo che non si debba aver paura a fare ed accettare le critiche piuttosto che sdraiarsi sul vincitore

                    nel nostro caso: quelli che prima lamentavano le crescite “zero virgola” sono quelli che adesso si trovano a generare dei meno; quelli che criticavano l’aumento del deficit sono quelli che adesso lo stanno impennando; quelli che se gli presenti dei dati sull’aumento della CO2 nell’atmosfera tirano fuori la groenlandia; quelli che ce l’hanno con i terroni d’italia e non vogliono capire che rispetto agli abitanti di Amburgo noi siamo uguali ai terroni eccetera

                1. Silvestro scrive:

                  Ma Salvini come alleato preferisce Di Maio oppure Brunetta e Tajani.
                  Probabilmente la risposta più azzeccata è “vorrei ma non posso” (come per la TAV).
                  Questa situazione di alleanze variabili territoriali diverse dal quelle nazionali, e la condizione di campagna elettorale permanente gli torna comodo fintanto che può erodere consensi da una parte ed indebolire l’altra.

                  Ma a chi giova tutto questo: Non certo al Paese. Le settimane che mancano alle europee sono destinate a far crescere ulteriormente la contrapposizione a quindi ad ampliare la situazione di stallo che l’Italia sta subendo da mesi.

                  Ma dopo? quando la campagna elettorale sarà finita, quando non ci saranno più comizi da svolgere, le scelte non saranno più rinviabili. E facendo due conti, considerati gli attuali numeri della crescita e del Pil, tra una voce e l’altra per il prossimo anno, il totale delle risorse da trovare ammonta a una cifra superiore ai 30 miliardi. Ma se il governo non riesce ad accordarsi su un tunnel o su un memorandum con la Cina, è difficile immaginare cosa possa succedere di fronte a una manovra di questo tipo che impone scelte drastiche, magari impopolari.
                  Ma di questo nessuno parla nessuno si muove: oggi sono più importanti i LIKE LIKE LIKE.

                  1. Lona scrive:

                    Scusa venus… ti lamenti perché ci sono pochi o troppi extracomunitari? …dai sai benissimo che invertire il flusso di finti migranti é difficile …ma che comunque è iniziato da due mesi. Al momento per me basta e avanza per dargli fiducia. Ma non erano i sinistrati che dicevano che è impossibile fermare questa orda? Mi sembra che tra sinistri e limitrofi sia in atto un corto circuito cervellotico. Buoni festeggiamenti…..

                    1. Venus scrive:

                      Dimmi un po' Zwirner , cosa ha fatto Salvini in questo governo ,oltre che aver fermato una barca e quota 100. È il pi presente Fra i politici sulle tv ma di quello che ha detto cosa ha fatto? Tutti gli extracomunitari che ci sono in Italia e che avrebbe rimandato a casa ? È bravissimo ad infilarsi giubbotti delle forze dell'ordine e darla a bere . Di tutte le cose fatte da questo governo ( alcune veramente ottime) lui non c'entra tranne prendersi il merito e fare battutine contro gli alleati. Ma forse noi italiani ci meritiamo proprio i Salvini , Berlusconi,Renzi e compagnia .

                      1. Silvestro scrive:

                        Più che un Re sarebbe preferibile per tutti in chiaroveggente, uno che sa prevedere gli eventi futuri.

                        https://video.corriere.it/salvini-fantasma-centrodestra/99b1a166-4ee6-11e9-ad2b-d4651f1d6fda

                        1. Papo scrive:

                          perché non si parla mai di Silvio che ormai non raggiunge in nessun luogo il 10per cento? con una media del 6 per cento ormai in qualche luogo peggio della meloni? gli sconfitti oltre ai cinque stelle (che rimangono il primo partito) sono il PD e Silvio questo bisogna analizzare

                        Lascia un Commento

                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                        Accetto i termini sulla privacy

                        *