03
apr 2019
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 36 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.456

CONVIVERE COI LUPI (E COI DELINQUENTI)

Nessun dubbio che questo è il governo del cambiamento. Il governo Gentiloni nel 2017 aveva infatti varato il piano per gli “abbattimenti controllati dei lupi”. Ma col cambiamento, grazie al ministro dell’ambiente Sergio Costa, è stato sostituito dal nuovo “Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia”. Basta abbatterlo, bisogna impegnarsi a conservarlo

Piano così sintetizzato: esclusa la riapertura della caccia, rimangono tutte le altre misure per permettere la convivenza tra lupi e bestiame.

Non che al bestiame pacifico, bovini e ovini, manchino i lupi feroci con i quali convivere: secondo le stime sono triplicati nelle regioni dell’arco alpino, negli Appennini siamo sopra i 1.500 esemplari. Nel nostro Veneto sono particolarmente diffusi in Lessinia e sull’Altopiano d’Asiago; e hanno cominciato a scendere in pianura.

Sulla convivenza pacifica il bestiame, sbranato dai lupi, ovviamente non può esprimersi. Lo fanno gli allevatori infuriati; solo perché non colgono lo spirito civile e “animalitario” (non più umanitario) del cambiamento.

Sergio Costa è un militare, ministro indipendente dei 5 Stelle, storicamente legato a verdi e ambientalisti. Diciamo che sulla convivenza il ministro è un po’ timido. Perché non estendere le misure dagli animali agli umani? Forse che cittadini e delinquenti non possono convivere senza bisogno della folle spesa per carceri e polizia penitenziaria? Basta varare un piano di interventi adeguati…(D’altronde le “misure alternative al carcere” non vanno già nella direzione della convivenza tra condannati e cittadini incensurati?)

Purtroppo, o per fortuna di Costa, non conviviamo più coi manicomi. La magnifica e progressiva legge Basaglia n°180 li ha aboliti nel 1978. E da allora, come possiamo quotidianamente constatare, si convive senza problemi anche con i tanti pazzi che circolano liberamente nel territorio.

1.456 VISUALIZZAZIONI

36 risposte a “CONVIVERE COI LUPI (E COI DELINQUENTI)”

Invia commento
  1. Silvestro scrive:

    A Cernobbio, non c’è dubbio, ci sono le élite della finanza e del commercio nazionale e internazionale. Al Workshop Ambrosetti per fare il check-up all’economia ci sono gli imprenditori, banchieri, finanzieri, che affollano la sala Impero di Villa d’Este, albergo extra lusso per ricconi che amano la vista lago. 
    Il verdetto sul governo gialloverde è unanime: sfiducia totale.
    Pur con tutti i limiti ed il rancore che questo club può suscitare, ci sono personaggi come Mohamed El-Erian, un signore che, come AD di Pimco, per anni ha gestito qualcosa come 2 trilioni di dollari, una montagna di denaro. Ora che è economista ed anche advisor di Allianz, il colosso assicurativo, è certo: «No, in questo momento non investirei sul debito italiano, aspetterei». Oppure, Jim O’Neill, membro della Camera dei Lord di Sua Maestà britannica ma soprattutto ex capo economista di Goldman Sachs che senza incertezze dichiara: governo italiano bocciato su tutta la linea.
     E non si vedono risposte politiche senza le quali, la prospettiva è che la recessione continuerà, e il mercato comincerà a essere preoccupato.
    Ma se non ci finanziano questi signori tanto detestati chi ci presterà i soldi. Non certo gli amici di Visegrad che, oltre a non disporre dei mezzi, come in Italia dichiarano a gran voce “prima noi”.
    LIKE LIKE LIKE

    • martello carlo scrive:

      Ah, PIMCO, uno dei migliori gestori di fondi obbligazionari: ne parli talmente bene che si vede che non ci hai mai avuto a che fare. Mohamed El-Erian sa fare benissimo gli affari ( suoi ), come pure Goldman Sachs con i subprime.
      Tutta brava gente che fa arricchire a dismisura i piccoli risparmiatori e ai quali bisogna dare tutta la fiducia che NON meritano.
      Lungi da me difendere questo governo strapieno di VITELLONI, anzi lo farei cadere subito, ma bisogna aspettare DRAGHI.
      Se invece accadesse domani, vista la perdurante, dimostrata incapacità e INAFFIDABILITA’ della sinistra, sai chi metterei all’economia e finanze di un governo BERLUSCONI? Il grande GIULIO TREMONTI.
      Ti va bene? Così la finirai di dire le solite ovvietà, per giunta supportate da vampiri finanziari.

      • Silvestro scrive:

        Non riesci a fartene una ragione; lo capisco.
        Dopo anni di annunci, invettive, criminalizzazioni che proseguono ancora oggi, non riesci a rassegnarti al fatto che coloro che ci finanziano sono questi qui, ti piaccia o no. Quindi gli interessi che ci chiedono sono quelli che stabiliscono loro, secondo le loro previsioni e non quelle di Tria, Conte o Salvini.
        SONO OVVIETA’ ? CERTO, ma questo non significa che si debba far finta che non esistono insistendo con le nostre teorie e lamentazioni.
        A Cernobbio c’è andato anche il nostro Governo a cercare di spiegare, convincere.
        Non mi risulta che sia stato molto convincente.

        • marco.com scrive:

          come può uno scoglio arginare il mare ?
          come può un bau bau comprendere le ovvietà umane ?
          i gatti invece si accontentano di povere battute (un pò ripetitive peraltro)

          La legge è quella del profitto, se i soldi non ce li hai devi andare a chiederli con il cappello in mano e un pò di umiltà, invece il salvino lo spread se lo mangia a colazione
          ma l’importante è andare in tv a promettere nuovi mari e nuovi monti

      • Gatón scrive:

        Gold Man = ManiGold.

    1. Silvestro scrive:

      Sui rimborsi ai truffati dalle banche Salvini esorta Tria “Ci vuole più coraggio o faccia il panettiere”.
      Per uno che ha dimostrato grande eroismo nel fuggire dai giudici sulla vicenda Diciotti è proprio come fare il gay con il culo degli altri.

      LIKE LIKE LIKE

      • martello carlo scrive:

        Coraggio è una cosa , l’INCOSCIENZA è un’altra.
        Stefano Leo probabilmente era coraggioso, ma incosciente: come poteva sapere che Machaouat non fosse in galera per la mancata trasmissione della condanna alla procura?
        SALVINI invece penso sia cosciente di come la giustizia italiana sia un po’ ZOPPICANTE, quindi fa bene a starne il più possibile lontano.
        Credo che anche tu ne sia cosciente, quindi smettila di tirar fuori continuamente questa GAG.
        Vedrai che ti capiteranno altre occasioni: la piattaforma ROUSSEAU è stata sbugiardata; chissà che la DICIOTTI non rientri dalla finestra…..

      • Gatón scrive:

        Omofobo ?

      1. Gatón scrive:

        Tornando all’argomento precedente, vi sembra ancora da medioevo ?
        .
        Ecco la Dichiarazione d’Intenti uscita dai lavori finali del Congresso Delle Famiglie. Si tratta di questioni di principio, seguiranno delle proposte concrete perché riteniamo che sia importante ridefinire il perimetro culturale prima di tradurre le nostre idee in azione concreta.
        DICHIARAZIONE DI VERONA — 31 MARZO 2019:
        Adottata per acclamazione nella cerimonia di chiusura del XIII Congresso Mondiale delle Famiglie.
        Verona, nobile città d’arte, di cultura e di civiltà antica e moderna, da secoli chiamata “Città dell’amore”, dall’ottobre 2018 si è proclamata “Città per la vita”; oggi è a buon titolo anche “Città della famiglia”, modello di buone pratiche politiche, economiche e sociali a favore di questa nostra umanità: perché chi ha a cuore la famiglia ha davvero a cuore il bene della persona, di ogni donna, di ogni bambino e di ogni uomo, del presente e del futuro. Di contro, a livello globale, stiamo assistendo a un tentativo ideologico di decostruzione dell’essere umano e di sconvolgimento dell’ordine naturale antropologico. Come sempre, le prime vittime di questi sconvolgimenti sono i più fragili e indifesi: innanzi tutto i bambini.
        Alla luce di tutto questo, per amore della vita, dei bambini, della famiglia e di tutti gli esseri umani:
        NOI AFFERMIAMO CHE:
        Il diritto alla vita è il primo tra tutti i diritti umani: deve essere riconosciuto e tutelato – dal concepimento alla morte naturale – a prescindere dalla qualità della vita che si prospetta.
        La famiglia è la cellula naturale e fondamentale della società e ha diritto alla protezione da parte della società stessa e dello Stato (Art. 16/3 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, DUDU).
        La famiglia è fondata sul matrimonio, unione stabile ed esclusiva tra un uomo e una donna, ambedue necessari e complementari per il loro benessere psicofisico, e per generare e educare dei figli – futuri cittadini – in modo sano e responsabile.
        La famiglia è il luogo naturale dove la persona è generata, cresce, si forma, si educa alla relazione, all’amore oblativo e alla solidarietà sociale.
        La famiglia naturale fondata sul matrimonio stabile risulta essere invariabilmente e universalmente – a livello statistico – la realtà che garantisce tanto l’essere quanto il maggior benessere dei bambini, la massima protezione dei diritti umani, e il più alto bene comune per la società intera.
        Una rinnovata alleanza tra gli uomini e donne di buona volontà è indispensabile per uscire dalla attuale crisi culturale ed economica.
        Uno sviluppo economico sostenibile non è possibile senza ribadire il legame profondo che deve esserci tra economia e morale: la tutela della persona umana deve essere preminente rispetto al perseguimento del profitto.
        Una società umana disgregata e privata dei corpi intermedi (in primis della famiglia), invece, risulta una massa di obbedienti, servili consumatori, incapaci di riconoscere le loro radici e le loro tradizioni, facilmente manipolabili e sfruttabili da chi cerca solo il profitto. Sarebbe segno della fine della civiltà millenaria che abbiamo costruito finora.
        PER TUTTI QUESTI MOTIVI, CHIEDIAMO:
        Che venga riconosciuta e tutelata l’umanità del concepito;
        Che a ogni essere umano, a prescindere dal sesso, dall’età, dalla razza, dalla religione, dallo stato di salute, dalle opinioni politiche e da ogni altra condizione personale, venga data protezione da parte della legge e della società, e sia condannata ogni ingiusta discriminazione;
        Che la vita e i diritti della madre non siano messi in opposizione alla vita e ai diritti del bambino. Entrambi dovrebbero essere protetti e lo Stato dovrebbe promuovere politiche che prevengano l’aborto e offrano alternative alla madre.
        Che coloro che lavorano per conservare e promuovere la salute fisica e mentale delle persone non siano costretti a tradire la loro coscienza o la loro fede mentre perseguono il benessere dei loro pazienti e rispondono alle loro reali esigenze.
        Che vengano tutelate tutte le famiglie, soprattutto se in difficoltà economica, in particolare le famiglie numerose e le famiglie perseguitate in cerca di rifugio in un Paese straniero;
        Che gli Stati sviluppati in Occidente e nel resto del mondo sostengano la crescita demografica, minacciata globalmente dall’ideologia neomalthusiana che, nonostante sia smentita dalla storia, ha portato in molte aree geografiche un preoccupante inverno demografico.
        RITENIAMO ALTRESÌ URGENTE E INDEROGABILE:
        il divieto internazionale di qualsiasi forma di surrogazione di maternità e del commercio o donazione di gameti, perché la donna non è un’incubatrice e il bambino non è un oggetto;
        la tutela dei reali diritti fondamentali dei bambini:
        ad avere una mamma e un papà,
        a non essere comprati né regalati come oggetti,
        a essere rispettati nella loro natura e sostenuti nello sviluppo di una sessualità integrale coerente con la loro biologia,
        alla protezione della propria innocenza dalla sessualizzazione precoce, troppo spesso imposta loro a scuola, per televisione, su internet;
        a essere difesi dalla pedopornografia e dalla pedofilia, con un’azione seria, incisiva e severa delle autorità nei confronti di chiunque tenti di abusare dei minorenni;
        la promozione del diritto delle donne di:
        vedersi offrire valide alternative all’aborto,
        vedersi offrire informazioni chiare, veritiere e complete sui rischi derivanti dalla fecondazione artificiale (per loro e per i loro bambini) e dall’aborto
        ricevere, a parità di lavoro, un salario pari a quello dei colleghi uomini,
        poter conciliare il lavoro e la maternità favorendo lunghi congedi parentali, e – per chi lo desidera – flessibilità, part time o telelavoro,
        poter scegliere di dedicarsi esclusivamente ai figli e alla famiglia, con una remunerazione adeguata al lavoro casalingo, in particolare laddove lo stipendio del coniuge non sia sufficiente per un’esistenza libera e dignitosa,
        non essere usata come oggetto di piacere, specialmente a pagamento, e quindi di veder puniti severamente gli sfruttatori e i clienti delle prostitute;
        veder combattere in modo serio ed incisivo il mercato della pornografia, che non solo mercifica e svilisce la dignità delle donne, ma inoltre istiga alla violenza e rovina le menti delle nuove generazioni;
        Che non venga imposto a tutti i cittadini, attraverso il prelievo fiscale, di contribuire alla spesa pubblica necessaria per l’aborto e per le operazioni ormonali e chirurgiche tese a modificare l’apparato sessuale degli individui;
        Un deciso e radicale contrasto alla diffusione e alla legalizzazione di ogni tipo di droga;
        Che venga difeso il fondamentale dovere e diritto dei genitori di scegliere il tipo di educazione da dare ai loro figli (art. 26 DUDU), specie riguardo la sfera sessuale-affettiva e familiare.

        Ufficio Stampa del Congresso Mondiale delle Famiglie

        • martello carlo scrive:

          ….e tu, immagino, sia d’accordo con questa ” dichiarazione d’Intenti ” del Congresso delle famiglie, tanto da confutare il giudizio e le dichiarazione dei più grandi statisti e politici italiani, primo fra tutti GIGGINO DI MAIO.
          Non solo ma osi ancora non definirti MEDIEVALE, nel mentre non hai accettato la modernità ed il futurismo MARX/ENGELIANO che vede nell’ABOLIZIONE DELLA FAMIGLIA LA VIA PER GIUNGERE ALLA FINE DEL CAPITALISMO.
          DI più, sembri essere contro le più elementari manifestazioni della libertà sessuale, di quelle che magari vengono percepite come devianze contro natura, tipo transgender, degli omosessuali in genere e dei sostenitori delle teorie del negazionismo del GENERE.
          Evidentemente non ti sei aggiornato sulle ultime novità: il comunismo non è più quello di Stalin, e Mao, dove gli omosessuali venivano imprigionati, deportati e costretti ai lavori forzati. Ora, sotto le sue varie ali protettive e associazioni arcobaleno, magari ARCI, si proteggono e portano avanti le teorie più avanzate tra cui quelle del maggiore teorico italiano del GENDER, MARIO MELI, autore di trattati come ” COMUNISMO E DEPRAVAZIONE “ ed “ ELEMENTI DI CRITICA OMOSESSUALE “, del quale vanno estrapolate e citate alcune teorie e concetti che sono diventate più che mai attuali dopo la sua scomparsa:
          - “Il maschilismo dimostra di essere il più grave impedimento alla realizzazione della rivoluzione comunista”
          - “Gli eterosessuali maschi proletari sono corrotti: essi accettano di farsi pagare la misera moneta fallofora del sistema per tenere a freno, in cambio delle gratificazioni meschine che ne traggono, la POTENZIALITÀ RIVOLUZIONARIA TRANSESSUALE DELLE DONNE, DEI BAMBINI E DEGLI OMOSESSUALI.”
          - “Noi checche rivoluzionarie sappiamo vedere nel bambino non tanto l’Edipo, o il futuro Edipo, bensì l’essere umano potenzialmente libero. Noi, sì, possiamo amare i bambini. Possiamo DESIDERARLI EROTICAMENTE RISPONDENDO ALLA LORO VOGLIA DI EROS, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro. Per questo la pederastia è tanto duramente condannata: essa rivolge messaggi amorosi al bambino che la società invece, tramite la famiglia, traumatizza, educastra, nega, calando sul suo erotismo la griglia edipica ”
          - “NOI SODOMIZZEREMO I VOSTRI FIGLI, SIMBOLI DELLA VOSTRA MASCOLINITÀ DEBOLE, dei vostri sogni superficiali e delle vostre volgari menzogne. Li sedurremo nelle vostre scuole, nei vostri dormitori, nelle vostre palestre, nei vostri spogliatoi, nelle vostre arene, nei vostri seminari, nei vostri gruppi giovanili, nei bagni dei vostri teatri, nelle vostre caserme, nei vostri parcheggi, nei vostri club maschili, nelle vostre camere del Congresso, ovunque gli uomini sono insieme ad altri uomini.”

          Come vedi sei completamente fuori strada, caro GATON, le tue idee sono a livello delle mie, MARTELLO CARLO.

        1. martello carlo scrive:

          Caro ZWIRNER, il tema che lei ha posto non è molto popolare tra blogger: evidentemente non sono possessori di mandrie, galline o altri animali da pasteggio per i lupi, tanto più che finché potranno cibarsi a sbafo con gli allevatori, non si corre nemmeno il rischio di rientrare nel loro menu, anche nel caso di qualche vacanza tra i boschi.
          EPPOI, i lupi sono simpatici…e buoni come “due calzini”; i lupi cattivi sono cose da MEDIOEVO e da favolette, senza contare che sono un simbolo FRANCESCANO di fratellanza, accoglienza e integrazione: eliminiamo tutti gli steccati, i muri e diventeremo una comunità multianimalesca, il massimo per FRATOIANNI
          Chissà perché ho la sensazione che i BOVARI potrebbero correrci dietro con i forconi, anche se sono loro che invadono il territorio dei lupi e non il contrario ( WWF dixit ).
          ZWIRNER, il mio compitino in onore al topic l’ho fatto e di più non so dire, se non che mi piacerebbe che i lupi mangiassero VERDURA.

          1. Silvestro scrive:

            Ci sono argomenti troppo interessanti per essere trascurati.

            GATON: (4 aprile 2019 alle 17:20) (4 aprile 2019 alle 18:16)
            La circoncisione è una pratica antica, è citata nella bibbia, ed E’ TUTTORA DIFFUSA ANCHE IN ISRAELE, nel paese più democratico e moderno del medio oriente.
            https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/11/28/israele-elinor-contro-rabbini-mio-figlio-non.html
            E’ AMMESSA ANCHE IN ITALIA: I maschi di religione ebraica e di religione mussulmana possono essere circoncisi ad un prezzo concordato di 400 euro in regime di libera professionale.
            I PREGIUDIZI SONO DURI A MORIRE.

            - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

            MARTELLO (4 aprile 2019 alle 17:59)
            Sul bonus baby-sitter/nido premetto che sarà una svista, ma non vedo citato il veronese Lorenzo Fontana, Ministro per le politiche della Famiglia e Deus ex machina dell’intero WFC. Questo ‘dettaglio’ su baby-sitter/nido è sfuggito anche a Salvini.
            Ma ormai è frequente: mentre lui può intervenire continuamente su competenze che non sono sue (TAV, vaccini, autonomie etc) quando c’è una iniziativa imbarazzante, allora è doveroso richiamare il rispetto del ruolo di ciascuno.
            Potrebbe figurare un tantino paraculo.
            LIKE LIKE LIKE

            • Gatón scrive:

              Se la tua visione non fosse distorta dall’ideologia avresti capito che non ho contestato la circoncisione, bensì l’intervento di Bersani che la vorrebbe a carico del SSN.
              Quando imparerai dal tuo Grande Maestro Mao a distinguere la luna dal dito ?

              • marco.com scrive:

                è in questo che consiste la tua presunta (da te) gattonaggine ?
                hai parlato di infibulazione a caso ?
                oppure il riferimento all’infibulazione voleva significare che la gente come Bersani è accondiscendente con i nemici ?
                Hai pestato una merda ma ti è impossibile ammetterlo

                • Gatón scrive:

                  …e ti ho fatto male.
                  L’infibulazione, come la circoncisione, sono pratiche riconducibili a “culture” diverse dalla nostra.
                  Bersani, anche in questo caso, si erge a paladino delle diversità , quindi il passo dalla circoncisione all’infibulazione è molto breve.
                  Visto che dobbiamo accontentare e omologare tutti, tanto vale prevedere anche tatuaggi, piercing e dilatazione dei lobi auricolari.

            • martello carlo scrive:

              Di quale iniziativa imbarazzante parli?

            1. marco.com scrive:

              C’è scritto sui giornali.
              Il Primo Ministro Conte vuole il rimborso ai presunti truffati per motivi elettorali.
              ALLOCCHI UNITI D’ITALIA applaudono

              1. marco.com scrive:

                STATO ARRETRAMENTO LAVORI

                Timeframe: 13 mesi dal Voto del Peggioramento, 10 mesi di Governo della Catastrofe Economica

                Summary: nulla di nuovo rispetto al mese precedente. L’Italia, per motivi chiaramente strutturali, ma altrettanto chiaramente per colpa grave delle politiche del governo salvini-dimaio, continua ad aumentare il suo debito.
                Il circolo vizioso “faccio debito-per pagare gli interessi faccio debito ecc.” è stato accelerato da questo sciagurato duopolio salvini-dimaio
                Lo stato di peggioramento non lo certifica solo i numeri crudi , lo conferma il mood della popolazione. Si vota nella speranza di un cambiamento ma non c’è alcun ottimismo e fiducia, vero motore dell’economia
                Quota 100 e rdc sono provvedimenti di sinistra, di tipo assistenziale fatti da personaggi che vivono su facebook

                Outlook: resta la convinzione nei cittadini, ed è un bene, che ci aiuterà la buona stella. Fa impressione comunque constatare che gli sforzi di 7 anni di governo post-disastro berlusconi-bossi siano stati gettati al vento in così poco tempo

                • martello carlo scrive:

                  Lasciando perdere ( per il momento ) lo “stato di arretramento dei lavori”, dal momento che finora per i 2 provvedimenti cardine del governo non è stato speso 1 € e quindi non possono aver prodotto né benefici, né il contrario, se non un sentiment di sfiducia, vorrei che tu mi spiegassi, cosa che ho chiesto a molti, ma senza soddisfazione, il PERCHE’ DEL DISASTRO BERLUSCONI/BOSSI.
                  GRAZIE.

                1. Gatón scrive:

                  Ieri su La7 Bersani ha sostenuto che, nel rispetto delle altrui culture, il Servizio Sanitario Nazionale dovrebbe garantire la circoncisione gratuita agli immigrati che ne facciano richiesta. A quando l’infibulazione di stato ?

                  • marco.com scrive:

                    MAI

                    Ma è molto strana questa tua osservazione.
                    Gesù è stato circonciso,no ?
                    Reminescenze di catechismo, non c’era una festa di precetto in onore della circoncisione di Gesù.

                    Hai pestato una merda.
                    L’islam e gli orrori tribali si combattono con la cultura, non proprio amata in certi ambienti destri, non queste osservazioni

                    • Gatón scrive:

                      Cosa c’entra quello che facevano duemila anni fa ?
                      Nessuna specifica festa di precetto, veniva ricordata il 1 Gennaio.
                      p.s. ti ho fatto male ?

                  1. martello carlo scrive:

                    Premesso che:
                    - uno degli untori della “peste WCF” mi sembra proprio quel menagramo di DI MAIO
                    - che nella Lombardia leghista c’è già l’asilo nido gratuito
                    - che quello spostato che è ministro dello sviluppo e del lavoro, ( principale responsabile di questa misura, coerentemente alla sua avversione per la famiglia ), ha promesso (?) di inserire nel DEF misure alternative al baby bonus
                    - che quando sento la parola BONUS (introdotta da SB, fanatico di TOPOLINO e dei concorsi delle giovani marmotte), mi viene l’ORTICARIA,
                    penso che l’unica soluzione organica, semplice che non si presti a raggiri e mera propaganda politica sia il ritorno ai cari, vecchi ASSEGNI FAMIGLIARI.

                    Comunque, in ogni caso siamo ben lontani dal concetto di scambio, sostituzione e traslazione di neonati del continente nero sostenuto dalla BONINO e bandiera della sinistra oltre che delle lobby schiaviste.

                    1. marco.com scrive:

                      c’è una notizia sulla stampa: BNL (Gruppo BNP Paribas) approfitta di Quota 100: “invita” 600 dipendenti ad andarsene in pensione (poverini, magari si divertivano ancora al lavoro) e li sostituirà con 60 robot.

                      Non è certo colpa di salvino se il Machine Learning e l’ IA stanno facendo la loro strada.
                      Ma è colpa di salvino l’averci raccontato che per 600 in pensione con Quota 100 sarebbero arrivati 600 nuovi posti di lavoro.
                      Intanto i 600 nuovi poensionati di BNL passano a carico della comunità.

                      L’ OCSE dice un’ovvietà quando afferma che Quota 100 peggiorerà i conti dello Stato Italia.
                      Ma salvino fa spallucce e gli ALLOCCHI UNITI di ITALIA lo incensano

                      • martello carlo scrive:

                        SALVINI non ha detto che quota 100 obbliga i lavoratori ad andare in pensione, né ha promulgato il JOBS ACT che consente alle aziende di licenziare su quattro piedi…… eppoi, a cosa servono i SINDACATI? Forse solo per andare a fare cagnara con i TRANS e spingere i PECORONI d’Italia a far gregge coi PIDIOTI?
                        PIDIOTI che hanno affossato MPS comprando BNL per 16 (SEDICI) MILIARDI all’insaputa di MUSSARI e col consenso di MARIO DRAGHI.
                        L’OCSE ha avuto qualcosa da ridire a quel tempo?

                      • marco.com scrive:

                        Poi c’è la storia dei “risparmiatori truffati dalle banche” con cui la coppia dello STAR-SHOW-BUSINESS salvino-di maio sta mandando in onda la commedia

                        Risparmiatore è una cosa, investitore oppure imprenditore che deve conoscere i rischi di mercato, è un’altra.
                        Non voglio fare il fessacchiotto, credito in cambio di azioni non è cosa trasparentissima. Ma non ditemi che erano “poveri risparmiatori”.
                        Quindi perchè devo pagare anch’io come contribuente ?

                        La preoccupazione che l’amabile coppia dello STAR-SHOW-BUSINESS ci faccia tanto male, è seria.
                        Dai lupi in Lessinia – a volendo – qualcosa si può fare. Con lo tsunami dello spread, mica tanto

                      1. marco.com scrive:

                        MEMENTO

                        Chi usa il termine “risparmiatori truffati” vi sta truffando

                        • marco.com scrive:

                          MEMENTO 2

                          Salvino ha detto che lo spread lui lo mangia a colazione.
                          Non ha specificato che “glielo hanno fatto ingoiare”

                          E’ sempre la stessa persona che ha avuto 2 figli da 2 donne diverse, adesso se ne sta con una di 20 anni meno di lui (beato lui) ma sbandiera vangelo e rosario.

                          Capito ?

                        1. Silvestro scrive:

                          caro Zwirner
                          Ma questa non è una decisione condivisa come per la Diciotti oppure in questo caso, visto che interessa il Veneto, qualcuno del Governo può essere in disaccordo.
                          Come funziona «La scelta politica condivisa dall’intero governo».

                        Lascia un Commento

                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                        Accetto i termini sulla privacy

                        *