18
mag 2021
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 55 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.225

COL GREEN PASS BOOM DI NOZZE

 

Tra i nuovi provvedimenti del governo c’è la possibilità di tornare a fare i banchetti matrimoniali col green pass. Giusto dare una possibilità di tornare a lavorare a chi organizza banchetti. Ma arduo credere che ci sarà un boom di nozze. I matrimoni religiosi sono praticamente estinti, quelli civili in caduta libera; e non perché mancano i banchetti…

Piccolo esempio a dimostrare che non bastano interventi governativi né legislativi per invertire una tendenza culturale: nella fattispecie la scelta sempre più frequente di non sposarsi.

La questione si pone anche per il tanto discusso ddl Zan. Tutti d’accordo, ovviamente, nel contrastare le discriminazioni e la violenza anche contro i gay. Ma siamo convinti di riuscirci per via legislativa?

In queste ore è arrivato un dato sconfortante sul fronte della violenza contro le donne: aumentate dell’80% le telefonate con richiesta di aiuto. Se questo è il risultato di aver inasprito le pene, introducendo il reato di femminicidio, dobbiamo concludere che non è servito a far diminuire la violenza contro le donne. Anzi.

Quindi domanda analoga si pone anche per il ddl Zan: siamo convinti che introducendolo diminuirebbe la violenza, verbale e non, contro i gay?

Penso che i comportamenti civili, tolleranti, non violenti, sia difficile indurli per via legislativa. Credo conti molto di più l’educazione e l’esempio

Di esempi ne faccio uno. Quelle coppie che iniziano a litigare davanti ai figli; e poi li usano come armi da guerra in tribunale per separazioni e divorzi. Queste coppie educano i loro figli ad essere civili e tolleranti, o ad essere aggressivi e violenti?

 

1.225 VISUALIZZAZIONI

55 risposte a “COL GREEN PASS BOOM DI NOZZE”

Invia commento
  1. Mario56 scrive:

    Scopro che il
    SEDICENTE MODESTO GATON
    è stato in realtà un
    CAMPIONE DEL MONDO!

    1. martello carlo scrive:

      Mario56 21 maggio 2021 alle 08:15
      “Se io ho i MIEI dubbi, li chiamo dubbi. Tu hai le TUE verità e debbono essere verità per tutti. “.
      Miglior risposta MAXX non ti poteva dare: Mi permetto solo di aggiungere che i suoi nobili dubbi valgono per tutte le tue misere certezze.
      Ciò detto, spero che che MAXX ritorni, magari facendo solo qualche puntatina, dal momento che ci vuole una grande dose di pazienza, ironia o di SADISMO, come nel mio caso, per sopportare o godere nel confrontarsi con un ex proletario montato sullo scragno come te.
      A me basta dire ciò che penso IO: di quello che pensi TU o quell’anacoreta di MARCO.COM che ogni tanto mette fuori lo scalpello dall’eremo per scolpire l’esito delle sue farneticazioni virtuali, non me ne fotte una pippa.
      Confrontandomi con voi mi godo solo la soddisfazione di sentirmi superiore almeno a qualcuno e confermare certe convinzioni storiche come la vostra responsabilità nell’ aver mandato al potere il fascismo.

      1. Maxx scrive:

        Volevo scrivere “buche”, ma con il casino che si fa sui generi è difficile esprimersi. Preferisci “buco” o “buca”?

        1. marco.com scrive:

          Argomenti incredibili.

          Le leggi hanno mai impedito di compiere delitti ?
          No.
          Quindi le leggi non servono.

          Sig. Zwirner, se ha qualcosa contro il DDL Zan, lo dica chiaramente, senza giri di parole.

          PS: si conferma che alla base del cambiamento della società c’è la rivoluzione sessuale degli anni ’60.
          Poi ci si può chiedere: perchè è avvenuta la rivoluzione sessuale ? Risposta: perchè la precedente cultura e società era basata sull’autoritarismo di chi deteneva il potere (privilegi di pochi contro la valle di lacrime degli altri), con la religione al suo servizio. Cause di guerre infinite, fino alle apocalissi della Prima de della Seconda Guerra mondiale, che hanno segnato profondamente l’umanità.

          Se Zwirner vuole tornare al secolo scorso, si trovi una macchina del tempo.

          PS2: se gli omosessuali sono un ramo secco dell’evoluzione, lo sono anche coloro che fanno voto di castità e coloro che non sono in grado di procreare, ad esempio le persone sterili. Poi, può partire la diatriba infinita se stiamo parlando di gusti sessuali generali o di rapporti sessuali specifici.
          Mi spiego: sono gli omosessuali in quanto tale da definire “contro natura” oppure lo sono i rapporti omosessuali ? Ma allora anche i rapporti orali, anali e manuali sono contro natura ? Anche i rapporti in periodo non fertile della donna ? Ma dove portano questi discorsi assurdi ?
          Non portano da nessuna parte, ma partono da quelli che vogliono imporre che cosa è naturale e cosa non lo è. I soliti destri, intolleranti e prevaricatori della libertà. Altro che “Libertas”, lo scudo rosso in campo blu della defunta Democrazia Cristiana.

          • Maxx scrive:

            Raramente provo tenerezza per chi scrive sui social; ma uno che liquida il fermento sociale degli anni ’60 con “rivoluzione sessuale” e che ci assicura che le due guerre mondiali siano dovute alla poca ginnastica da camera, non può che provocarmi quest’effetto. Avranno parecchio da fare gli storiografi per riscrivere i “casus belli” degli ultimi 5000 anni…

            Dopo quest’illuminazione, o sommo, avrei qualche altro dubbio da sciogliere.
            Riguarda i rimedi che la natura sceglie, insieme all’infertilità, per controllare le nascite quando un ambiente è troppo affollato e/o povero di risorse. Trattasi dei virus. Dobbiamo definire “soliti destri intolleranti e prevaricatori” quegli scienziati che attentano alla vita di quei minuscoli esserini simpatici, anch’essi del tutto naturali, decidendo che cosa sia o no naturale?

            Visto che in natura l’infanticidio ed il cannibalismo sono MOLTO, MOLTO, MOLTO più comuni dell’omosessualità, chiameremo “soliti destri intolleranti e prevaricatori” coloro che nei voluminosi tomi del diritto, hanno stabilito che sia reato il fatto che padri e madri ammazzino i loro “cuccioli d’uomo” e magari se ne cibino?

            Ma la chicca è in quel:
            “Complesso d inferiorità della destra
            CHE NON HA CANTANTI, ATTORI, INTELLETTUALI, ARTISTI …
            Una sterilità assoluta.”
            Volendo, si potrebbe argomentare che il cantautore italiano unanimemente riconosciuto come il più grande, tal Lucio Battisti (un po’ meglio del lamentoso Battiato?) salutasse con un pugno piuttosto aperto. Ma il problema, probabilmente, è più ampio. Da dove nasce il successo? Ho sempre pensato, forse a torto, che si misurasse nei “passaggi televisivi”. Indovini un po’ a chi riservavano le passerelle (ahimé, anche a Lucio hanno negato la scena, così come a Paolo Conte e a tutti quelli che non erano allineati…). Falso? Forse. Per farsene un’idea, provi a ricercare, ammesso che il suo pc sia liberale e non censurato, “Elio e le storie tese, concerto del primo maggio 1991″. Stranamente anche ad Elio, da quel giorno, il passaggio in Tv è stato inibito…

            • marco.com scrive:

              ciao Maxx, rispondo per la prima parte che penso sia indirizzata a me
              sulla seconda parte, quella dei cantanti, non ho detto nulla

              è chiaro che in poche righe di blog è difficile affrontare e parlare di argomenti tanto complessi, quindi no prob se mi becco del sommo e se continuerà la serie delle incomprensioni

              ad esempio, è incomprensibile per me i riferimenti che fai ai virus, infanticidi ecc. ecc.
              Dove hai mai letto che sono contrario alla scienza ed alle leggi ? boh, lasciamo perdere

              quanto alla rivoluzione sessuale, figurati se penso che la guerra fosse dovuta alla poca ginnastica da camera.
              penso che la rivoluzione sessuale che c’è stata (dici di no? per me il calo drastico delle vocazioni sacerdotali ne è un chiaro indicatore) sia dovuta al benessere diffuso che FORTUNATAMENTE si è diffuso nella popolazione. Per cui il “popolo” ha cominciato bene a pensare ai cazzi suoi piuttosto che a quelli di coloro che volevano mandarti sul fronte per la PATRIA o per valori ultraterreni di cui non se ne sentiva più la necessità.

              quindi rivoluzione sessuale come effetto non come causa
              in sintesi: non far sapere al contadino quanto è buono il formaggio con le pere, sennò ti fa la rivoluzione
              fate l’amore e non la guerra: cioè pensa ai cazzi tuoi e non a quello del padrone

              ma la domanda vera è: è irreversibile questa tendenza ? per me si

              • Maxx scrive:

                Quando trovo discussioni in cui vieni tacciato di essere tra i “soliti destri intolleranti e prevaricatori” che decidono cosa è progresso e cosa miseria umana, mi vien voglia di rispondere. Sbaglio. Dovrei subire e star zitto, che tanto non cambia nulla.
                Se avessi avuto voglia di capire, avresti capito.
                A proposito di rivoluzione sociale ’60, vicino al pacifista “Fate l’amore e non fate la guerra”, c’era un altro slogan, molto meno pacifico tipo “Power to the people”. Ma ahimé, non era di nuovissimo conio; se ne trova traccia fin nell’antichità. E, se non erro, ha anche dato la stura al regime del terrore.

                Anche le vocazioni sacerdotali non fanno molto testo, visto che il sacerdozio , fino a qualche anno fa, era perlopiù uno status sociale e, spesso, uno modo per sbarcare il lunario con poca attinenza alla castità (vedi Borgia & co).
                Ps. Il popolo pensa ai cazzi suoi sempre, non solo quando deve evitare il fronte. E spesso stabilisce delle nuove regole pensando di farlo con la propria testa. Ma se gratti un po’, troverai sempre qualcuno che ci guadagna e che col “popolo” non ha niente a che fare.

                Per quel che riguarda gli artisti, hai ragione. Aumentando la risoluzione dei pc le paroline diventano sempre più piccole e la vista non è più quella di una volta. E mi capita di fare di “ogni erba un fascio” quando trovi persone che ti insultano perché hai idee fuori dal politicamente corretto.

                • Maxx scrive:

                  @ mario56

                  Preferisco chiamare pane al pane. Se io ho i MIEI dubbi, li chiamo dubbi. Tu hai le TUE verità e debbono essere verità per tutti.
                  Sono stato asfaltato? Non direi. Mi sono “asfaltato” da solo lasciando ai “buchi” come te l’orgoglio di essere buchi.
                  Buona vita.

                • Mario56 scrive:

                  @ maxx
                  “ per quanto riguarda Battisti … si dice ,.. anche Mogol … io non c’ero, non so…”
                  Quindi che scrivi a fare se poi NON SAI!
                  Guerre: “ io non sono un esperto…”
                  Vale lo stesso discorso…
                  Ti sei affacciato e hai fatto bene …
                  … ma ti hanno asfaltato o meglio, Marco.com e Simone hanno risposto e tu hai ammesso di non essere poi tanto preparato in materia.
                  Tuttavia non eclissarti. Mi piacerebbe che rimanessi. Discutere fa sempre bene.
                  Secondo me a grandi cantautori se è stretta la casacca della sinistra quella della destra è insopportabile al solo pensiero di indossarla. Battisti col saluto romano è una vergognosa bufala. Stava dirigendo l’orchestra.

                • Maxx scrive:

                  @ SImone

                  Lucio Battisti (Poggio Bustone, 5 marzo 1943 – Milano, 9 settembre 1998) è stato un cantautore, compositore, polistrumentista, arrangiatore e produttore … (Wikipedia)

                  A fare i pippoli alle ciliegie, a volte si risulta pesantini. Per la sparizione dalle trasmissioni TV, mi attengo al “a quanto si dice” (…anche da Mogol); io non c’ero.

                  Per quel che riguarda le guerre, passo. Non sono esperto, ma dovessi esprimere un’opinione direi che si assomigliano tutte, prima e dopo l’ancien régime. E che chi le vuole/provoca raramente/mai sta in prima linea.

                  A me, comunque, questa discussione non interessa più; ci sono entrato per sbaglio, mi fustigo per avervi partecipato ed ora mi eclisso. Ho detto più di quel che era lecito dire.

                • Simone scrive:

                  Un po’ di cose: in realtà Battisti non si può considerare proprio un cantautore. I suoi successi più significativi a livello popolare li scrisse Mogol. Poi, al pari di altri personaggi del mondo dello spettacolo ed in particolare della musica, fu lui a tirarsi fuori dal mondo della (altri nomi, Mina e Gaber stesso), semplicemente perché quel mondo non gli garbava più e perché lo sentivano troppo stretto e finto, quale effettivamente è. Elio invece all’epoca fu sicuramente messo sotto silenzio dalla TV, ma ora lo si vede più di Pippo Baudo, tra l’altro in trasmissioni che mi risultano “trash”. Un tempo un minimo di simpatia per lui la provavo, da qualche anno non più. Poi la maggior parte dei cantautori di qualità in TV c’è sempre andata poco. Un po’ per scelta, un po’ perché semplicemente con quel sistema non c’entrano nulla. Interessante e degno di essere approfondito pure il discorso sulla guerra post anni sessanta. Il discorso però è lungo, e parte a mio modo di vedere dalla rivoluzione francese, con l’abolizione della classe nobile (che era quella originariamente preposta a fare la guerra – cambiando radicalmente sistema, sono subentrati nuovi rischi rispetto al passato che c’era stato per più di un millennio fino a quel momento – che poi il cambiamento fosse ormai inevitabile è altrettanto vero ma anche qui il capitolo e le riflessioni sarebbero lunghe). Ma ne parlerò se e quando avrò più tempo.

          1. martello carlo scrive:

            Quanti sassolini nello stagno ZWIRNER, anzi direi, quanti massi nel mare magnum della frenesia sessuale del liberi tutti che va di moda fuorché dove dovrebbe.
            Matrimoni , gender, femminicidi…..
            Tutte leggi in favore delle LIBERTA’….Ma quale libertà: ogni , legge arrivati a questo livello, E’ CONTRO LA LIBERTA’.
            La legge ZAN in particolare vuol mettere il bavaglio alla libertà di espressione consegnando ai magistrati l’interpretazione di quali idee siano lecite e quali no… e considerato tutto il marcio e il discredito che sovrasta l’amministrazione della giustizia oggi, considerate anche le sollecitazioni che arrivano persino dalla CONSULTA per una veloce approvazione del ddl in questione, SIGNIFICA DARE ANCORA PIU’ POTERE A CHI LO STA ESERCITANDO MALISSIMO E SENZA CONTROLLO ALCUNO..
            La LAGNA di LGBTQ…..RSTUVZ ormai ha raggiunto un limite tale per cui bisognerebbe difendere il maschio bianco ETERO da una stura alla rabbia esistenziale in maggioranza femminile che una volta, ai tempi di FREUD si sarebbe ricondotta al complesso di castrazione.
            La falsificazione mediatica di nani e ballerine ha ricondotto il tutto a OMOFOBIA: a me non interessa ( come alla maggioranza troppo silenziosa ) in che cosa si possa trasformare un uomo o una donna: si facciano pure trapiantare anche una coda, ma non tolgano spazio alla mia libertà di critica e di espressione e soprattutto non intendano manipolare l’infanzia per fini che molti pedofili conoscono benissimo.
            Il punto di arrivo di questi fautori della legge ZAN, sono coperti dal “segreto istruttorio”, ma è chiarissimo dove vogliono arrivare: ad un allargamento delle possibilità di scelta.
            Tornando ai matrimoni, con una legge vigente che favorisce in tutto e per tutto il sesso femminile, i pazzi che ci cascheranno saranno sempre meno: è ormai chiaro che è un RITO FASULLO e IPOCRITA in cui ogni dovere e regola sono saltati, dicono in favore dei figli….. ma quando si parla del diritto dei figli di non essere il prodotto di una inseminazione artificiale o di avere un padre ed una madre, il concetto viene IBERNATO.
            Non nascono più figli, non ci si sposa più, non si può più criticare un tipo di società che ha in sé i germi dell’autodistruzione e ancora qualcuno ha il coraggio di dire che il divorzio, l’aborto, le coppie omo non hanno comportato alcun degrado nel paese……
            IERLALTRO sono sbarcati in SPAGNA 8000 magrebini, tutti tra i 13 e i 20 anni che andranno ad ingrossare le fila delle BANLIEU dove sta cominciando a esplicitarsi la SHARIA: NANI E BALLERINE, OCCHIO….

            • Gatón scrive:

              …ma cosa vai a raccontare queste cose agli ETEROFOBI che stanno monopolizzando i media…

              • martello carlo scrive:

                Scusami, non lo farò più……. anche se, a dire il vero, qui di etero ne vedo ben pochi. :-(

                • Mario56 scrive:

                  Forse l’argomentone
                  Coprifuoco alle 22 o 23 o abolizione
                  non tira voti al capitano?
                  Forse vi rendete conto di essere PATETICI col ddl Zan;
                  forse la burina vi sta fregando i voti ( con soddisfazione di gaton che è di quel partito);
                  forse nemmeno Giorgietti sopporta più Salvini
                  NON RIMANE ALLORA ALTRO CHE I SOLITI MIGRANTI,
                  COME I PALESTINESI PER GLI ISRAELIANI .
                  A proposito
                  lo sputnik che fine ha fatto?
                  e Arcuri
                  e le mascherine
                  e i banchi a rotelle
                  e Remuzzi con l’aspirina al posto della vigile attesa + Tachipirina?
                  e Conte che scippa la libertà …
                  bla, bla, bla …
                  Leghisti + fratelli d’Italia = babbaroni

                  • martello carlo scrive:

                    Mi sembra che abbiamo parlato di tutto, molte volte senza risposta. Non hai digerito bene le nostre idee illuminate, ti sei trovato spiazzato come gli intellettuali di “dde sinistra” alla FEDEZ? Ti sei risentito perché l’abbiamo scuoiato e sono rimasti solo i tatuaggi?
                    Basta che tu dica cosa vuoi e ti rispondiamo… ma non querelarci, per carità, il DDL ZAN non è ancora passato.
                    Prenditi prima un GAVISCOM, un BUSCOPAN, insomma qualche digestivo: il tuo ultimo intervento mi sa tanto di conato di vomito.

                    GUALTIERI BRUCIATO SUL ROGO DALL’AVVOCATO DEL POPOLO E DA UNA ZUCCHINA CHE SI FA PRENDERE A BACCHETTATE….. E PENSARE CHE E’ STATO FINO A IERI IL MINISTRO DELLE FINANZE IN EUROPA.
                    CHE FIGURA…. PER FORTUNA CHE ORA CI SONO DRAGHI E SALVINI.
                    EH EH

              • Mario56 scrive:

                Perché @gaton
                non esci un pochino e vai al bar, al ristorante od una pizzeria a divertirti e dare una mano a risollevare l’economia della ristorazione invece di cercare siti di ESTREMA DESTRA FILO MELONI SALVINI?
                Sei vaccinato quindi
                esci dalla rete e respira l’aria nuova della ripresa Draghi.

                • Gatón scrive:

                  Se ti senti alle corde e non sai come replicare, non necessariamente devi cambiare discorso.
                  Fedez vi va bene quando parla a favore di Zan.

                • Mario56 scrive:

                  @ gaton
                  domani c’è anche il giro d’Italia che passa per Verona. Ma il sindaco ha chiuso al pubblico.
                  A Bologna invece alcuni giorni fa era strapieno di spettatori.

                  • Gatón scrive:

                    Cazzo, Fedez è uno dei vostri guru…
                    Ma a seminare odio sarebbe la destra.
                    Se pretendi che chiuda gli occhi e, soprattutto la bocca, davanti alle vostrs contraddizioni, ti sbagli.

              1. Gatón scrive:

                Non amo il copia-incolla, per una volta faccio un’eccezione.
                lo merita.
                .
                Il figlio di Liliana Segre ha postato questa riflessione: difficilmente ho letto qualcosa di più sensato. Da leggere fino in fondo, si impara molto
                “Nella mia vita mi sono schierato, e mi schiero, sempre. Non sopporto gli equidistanti, quelli che pensano di avere un punto privilegiato di osservazione, dal quale si ergono a giudici. I miei punti di osservazione, invece, sono terra terra, ed i miei non sono giudizi, non giudico mai nessuno, ma solo opinioni di uno che non conta nulla.
                Sto dalla parte di Israele, con convinzione. Non perché mi piaccia stare col più forte, perché Israele è certamente il più forte, ma perché penso che abbia ragione, perché penso che non sia una verità assoluta che il più debole abbia anche ragione. In questo caso, secondo me, il più debole ha torto marcio.
                Molti, secondo me, hanno la memoria corta, o una visione distorta dello stato dei fatti. Quando sento invocare “Due popoli, due Stati”, mi viene in mente che questo principio Israele lo accettò alla fine del 1947, riconoscendo la risoluzione ONU 188 del 29 novembre 1947. Quella risoluzione prevedeva la nascita di DUE stati. Ma furono i paesi arabi a non riconoscerla, rinunciando a far nascere lo Stato Palestinese. Perché nessuno ricorda mai che 12 ore dopo la proclamazione dello stato di Israele gli eserciti di 6 paesi confinanti cercarono di distruggerlo? Perché nessuno ricorda mai che i tentativi di distruggere militarmente Israele sono stati molteplici e che le guerre che Israele ha vinto sono sempre stati gli altri ad iniziarle?
                “Israele occupa illegalmente i territori palestinesi”, si grida ovunque. Ma posso sommessamente ricordare che quando tu dichiari guerra a qualcuno, e la perdi per giunta, capita che il vincitore occupi parte della tua terra? Noi perdemmo Istria e Dalmazia, e salvammo Trieste a stento. Posso sommessamente ricordare che, dopo una guerra, i confini si definiscono attraverso trattati di pace e che, per esempio, il trattato di Osimo è del 1975, ovverosia 30 anni dopo la fine della guerra? Posso, sempre sommessamente, ricordare che i territori che Israele ha occupato NON erano dei palestinesi ma di altri paesi? Il Sinai e Gaza erano dell’Egitto, il Golan della Siria e la Cisgiordania era della Giordania? Posso sommessamente ricordare che l’unico paese che ha firmato dei trattati di pace con Israele (cioè l’Egitto) si è visto restituire il Sinai? All’Egitto fu offerta anche la striscia di Gaza, ma non la volle.
                Posso, a voce bassa, ricordare che Gaza fu restituita all’Autorità Palestinese nel 2005? Furono lasciati campi coltivati, serre, desalinatori. Quei campi e quelle serre furono distrutte da Hamas. Sharon, il primo ministro che decise il ritiro unilaterale da Gaza, sperava nella convivenza pacifica. Il risultato qual è stato? Migliaia di missili lanciati sui civili israeliani. Sono abituato a chiamare le cose con il loro nome. Hamas è una organizzazione terroristica che tiene in ostaggio il proprio popolo ed ha come obiettivo unico i civili israeliani, indistintamente, donne, bambini, persone inermi. Non importa, purché muoiano in quantità. Io questo non l’ho mai accettato, né potrò mai accettarlo. Mi si risponde che c’è una evidente sproporzione delle forze in campo. E’ vero, lo sanno tutti che Israele ha il quarto esercito del mondo. Ma se non lo avesse avuto, oggi, semplicemente, non esisterebbe più. Lo avrebbero già distrutto in una delle tante guerre che gli hanno fatto. La guerra è la cosa più orrenda che l’uomo abbia inventato. E’ orrenda perché di mezzo ci vanno gli innocenti, i bambini, soprattutto. Una volta Golda Meir alla domanda di un giornalista, rispose che la pace tra Arabi ed Israeliani ci sarebbe stata quando gli arabi avessero imparato ad amare i propri figli più di quanto odiassero gli Israeliani. Ed era una frase tremendamente vera. Alla base di tutto c’è l’odio. Null’altro che l’odio. Israele, per molti, deve essere semplicemente distrutto, scomparire dalla faccia della terra. Ed a molti non importa che sia più forte, gli si fa la guerra ugualmente. Si preferisce il martirio inutile al dialogo, che Israele non ha mai rifiutato. Ma per dialogare bisogna essere in due, altrimenti sono parole al vento. E quando Sadat, stanco di perdere guerre, volle veramente dialogare, la pace si fece. E dura da allora. Oggi l’Egitto è uno dei più feroci nemici di Hamas.
                La soluzione del conflitto è molto più semplice di quanto appaia. Basta rispondere ad una semplice domanda: Israele ha il diritto di esistere, o no? Fino a quando la risposta sarà no, non potrà esserci pace, e nemmeno dialogo, perché non puoi sederti a parlare con chi vuole distruggerti. Ma non perché non vuoi sederti tu, ma perché l’altro non vuole sedersi con te. Oggi, i paesi arabi che riconoscono ad Israele il diritto di esistere, sono due: Egitto e Giordania. NESSUN ALTRO. Vorrà dire qualcosa che questi due paesi da 40 anni non combattono militarmente con Israele?
                Israele dunque è un paese perfetto? No, non lo è, come non lo è nessun paese su questa terra. Non voterei mai per Nethanyau. E odio i fanatici dell’estrema desta israeliana. Considero idioti quelli che guardano le esplosioni da una collinetta. Ma non si può non riconoscere che se la pace, oggi, non c’è, la colpa NON è di Israele. Israele però è un paese che ha molto da insegnarci. E’ un paese in cui un capo di stato va in carcere per molestie sessuali e non grida al complotto. E’ il paese in cui gli assassini del giovane adolescente arabo, cittadini israeliani, sono stati arrestati e messi in prigione, e lì sconteranno la stessa pena di un arabo che uccide un israeliano. E’ il paese che investe in ricerca e tecnologia, nel campo medico, visto che moltissimi farmaci salvavita sono brevetti israeliani. E’ un posto che potrebbe essere un angolo di paradiso, se solo gli si riconoscesse il diritto di esistere.
                Per quanto non mi faccia simpatia, c’è una frase di Nethaniyau che è al tempo stesso vera ma terribile. “Se gli arabi deponessero le armi, due minuti dopo ci sarebbe la pace, se Israele deponesse le armi, due minuti dopo non ci sarebbe più Israele”.
                Chiudo qui, perché comunque la guerra rimane sempre una cosa orrenda, perché ho pianto lacrime vere per quei poveri bambini uccisi sulla spiaggia o nella scuola. E non importa se la scuola è stata abbattuta da un missile di Hamas (come credo) o israeliano. Loro sono morti ed io ho pianto. Non vorrei più intervenire sull’argomento, perché comunque rimango sempre sgomento davanti ad una guerra, ma mi sentivo di scrivere queste cose perché non sono ipocrita, né ambisco a piacere a tutti. La mia bacheca è aperta sempre a tutti, anche a chi pensa in modo diametralmente opposto al mio. Rispetto tutti, tranne i razzisti. Io sono questo, e se qualcuno vorrà cancellarmi dalle proprie amicizie per le mie idee, ne prenderò atto, in alcuni casi non mi importerà molto, in altri casi invece me ne dispiacerò, ma non mi piacciono le ipocrisie, io sono questo e questo è il mio pensiero, senza equivoci, in maniera chiara.
                Shalom.”

                • Simone scrive:

                  “E chi fu che rifiutò il piano di pace dell’ONU, risoluzione 181 del 1947? I Palestinesi! Fin da allora rifiutarono la pace sempre! Sono loro che rifiutano la pace!
                  Risposta: Menzogna e mistificazione usata a bombardamento dai difensori d’Israele. Sono i Sionisti/Israeliani che hanno sempre rifiutato i tentativi di pace, fino a oggi. La leadership Sionista visse, e sopravvive oggi, solo grazie alla strategia della tensione che loro creano provocando violenze, proprie o palestinesi, continue. Se la leadership Sionista accettasse la pace dovrebbe confrontarsi con un Paese, Israele, che essa gestisce da cani e gli israeliani li caccerebbero. Qui mi dilungo un po’, qui bisogna asfaltarli molto bene.
                  Fonti: Il Piano di pace del 1947, risoluzione ONU 181, consegnava agli ebrei il 56% delle terre quando erano la minoranza assoluta. Poi il Negev andava agli ebrei con 90.000 arabi e solo 600 ebrei residenti. Poi l’unico porto commerciale vitale, Haifa, andava agli ebrei. Poi l’86% delle terre fertili, aranceti, ulivi, e grano andava agli ebrei! Poi ai palestinesi erano negati confini con la Siria, dove vi sono le fonti di acqua. E Gerusalemme rimaneva internazionale, ma di fatto in mano ebraica. Questa è la vergognosa realtà. Come potevano i palestinesi accettare?”

                  E ancora:
                  “ Prima cosa bisogna capire che allo scoppio della guerra arabo-ebraica del 1948 già gli ebrei sionisti avevano inflitto 50 anni di atrocità, pulizia etnica e stragi ai civili palestinesi, per cui la reazione araba aveva una giustificazione pluri-decennale. Poi la tanto millantata guerra del 1948 fu una messa in scena totale, una vera bufala già organizzata affinché i sionisti vincessero, grazie ad accordi segreti fra Ben Gurion e il Re arabo della Transgiordania Abdullah. Esistono le prove che l’invito via radio di cui sopra è una bufala storica inventata dai sionisti.
                  Fonti: Il comandante delle truppe arabe era un ufficiale arabo-inglese di nome Glubb Pasha. Lasciò scritto nelle sue memorie che la guerra del 1948 fu una “Guerra Bufala” (The Phony War), perché il leader sionista Ben Gurion si era già messo d’accordo segretamente col Re della Transgiordania, Abdullah, di combattersi per finta, e alla fine spartirsi la Palestina. Abdullah controllava le uniche truppe che potevano impensierire gli ebrei, il resto erano eserciti con le pezze al sedere e armi dell’800. Gli egiziani erano per la metà Fratelli Musulmani con le ciabatte ai piedi; i libanesi non combatterono mai; i siriani erano armati ma erano 4 gatti; e gli iracheni erano sotto gli ordini del traditore Abdullah, per cui fecero nulla. Infatti dai Diari di Ben Gurion risulta che in piena guerra del ’48 egli scrisse all’esercito ebraico Hagana dicendo: “Tenete il meglio delle truppe per la Pulizia Etnica della Palestina, secondo il Piano Dalet”. E a proposito di quelle fantomatiche trasmissioni radio, esse furono smentite dalla BBC di Londra che monitorò tutte le comunicazioni nel Medioriente nel 1948 e di cui si possono trovare le trascrizioni al British Museum. In esse non vi è traccia di un singolo ordine di evacuazione da parte di alcuna radio araba dentro o fuori dalla Palestina, e al contrario, si possono leggere gli appelli ai civili palestinesi affinché rimanessero a presidiare le loro case. Nel 1948 la Pulizia Etnica sionista aveva già espulso 750.000 palestinesi, tutti civili.”

                  • Gatón scrive:

                    Più che a me dovresti rispondere al figlio della senatrice.

                    • Mario56 scrive:

                      La Senatrice dovresti menzionarla NON SOLO QUANDO TI FA COMODO, ma anche per altro …

                      • Gatón scrive:

                        Ho forse scritto qualcosa contro la sua nomina o a difesa di chi la osteggiava ?
                        O sono obbligato ad aderire al vostro “servo encomio” ?
                        Qui in ogni caso si parla del figlio e tu che ti dichiari imparzialmente equilibrato non hai mai speso una parola a favore di Israele o contro Hamas.

                    • Simone scrive:

                      Non avendo l’indirizzo, butto semi, come più o meno faccio sempre.

                1. Mario56 scrive:

                  https://www.repubblica.it/politica/2021/05/19/news/lega_salvini_fidanzata_francesca_verdini_matrimonio-301850376/
                  Niente banchetto matrimoniale nemmeno per QUESTO CAMPIONE DEL TRADIZIONALISMO STRUMENTAL CATTOLICO.
                  Certo che se persino questi non seguono più la ortodossia
                  SIAMO MESSI VERAMENTE MALE, caro Zwirner

                  Non è che per caso alla fine PARLATE AUSPICANDO UN MONDO, MA RAZZOLATE PER UN ALTRO?

                  1. Gatón scrive:

                    Non mi è mai piaciuta la musica di Battiato.
                    Mi è concesso o devo per questo finire in carcere ?

                    • Mario56 scrive:

                      Complesso d inferiorità della destra
                      CHE NON HA CANTANTI, ATTORI, INTELLETTUALI, ARTISTI …
                      Una sterilità assoluta.

                      • martello carlo scrive:

                        QUI TI DEVO DARE RAGIONE: gli artisti sono tutti, si sa, un po’ pazzi, fuori dal normale, hanno sensibilità diverse dalle menti sane; molti quando hanno uno sprazzo di lucidità, per avere l’ispirazione, si drogano o bevono a gargarozzo.
                        Diciamo che la LEGGE ZAN, è voluta e fatta soprattutto da loro e per loro: GLI SVITATI.
                        Nella destra e nel centro ( anche nella sinistra esiste il centro, ma quello è costituito principalmente da bigotti legati al martirio e alla religione che sono pari agli altri summenzionati ) crescono invece coloro i quali hanno la testa sulle spalle, cretivi concreti, geni matematici, delle scienze in tutti i settori, cioè tutti coloro che creano ricchezza e consentono agli artisti di non morire di fame ( I MECENATI )
                        EPPOI, SE PROPRIO LA VOGLIAMO DIRE TUTTA, TRA GLI ARTISTI ( SOTTO TUTTI I REGIMI, MA SOPRATTUTTO IN QUESTO ) CI SONO DEI GRAN LECCACULO.
                        Mai sentito parlare di AECI GAY? :-D :-D :-D

                        • Mario56 scrive:

                          Vorresti venir qua a dirmi che Salvini e Meloni col loro LAVORO DI FANCAZZISTI , con la TESTA SULLE SPALLE, stanno dando da mangiare al popolo ed agli artisti?
                          Non è il contrario?
                          Che chi lavora e crea ricchezza con lo spettacolo ed il genio sta mantenendo quei due ciarlatani a mangiare nutella e ghiaccioli o ad urlare nei mercati rionali.
                          Un discorso a parte lo merita invece Berlusconi.

                          • martello carlo scrive:

                            SALVINI e MELONI non sono il regime, il regime è quello dei venditori di redditi del miei cabasisi associati in responsabilità limitata con chi ha, come ormai è quasi di dominio pubblico, li ha mandati al potere e i cui pezzi verranno giudicati dalla corte internazionale dell’AIA.
                            Questi non sono mecenati, sono quelli dei banchi a rotelle, delle mascherine, dei 68 milioni di ZINGARETTI spariti nel nulla anche per il vaccino insieme di REITHERA con i contributi dell’ITALINVEST di ARCURI, dei monopattini, della vigile attesa e tachipirina dei lockdown infiniti retribuiti ai soliti noti, del governo finalizzato all’elezione del presidente alla GRILLO—– e tutto il resto per finire all’OMS. Sono quindi quelli che finanziano nani e ballerine con le nostre tasse e non con il loro lavoro…. PROPAGANDA LIVE….
                            Questi mecenati, a cominciare da FRATOIANNI e tutti i parlamentari saliti a bordo della SEA WATCH, che finanziano con i nostri soldi l’invasione dovrebbero essere a CEUTA E MELILLA a mettersi a mo’ tienammen davanti ai carri armati socialisti spagnoli e di MACRON, ma loro evidentemente la pensano come quel CACCO presente oggi al ” ROSSO e NERO”, le cui giustificazioni mi hanno fatto perdere mezza trasmissione per correre in quel posto. UNA COSA VERGOGNOSA. Nei suoi confronti il vero intellettuale è certamente mille volte CESARO.
                            FRANCAMENTE BATTIATO NON PIACEVA TROPPO NEMMENO A ME: PARLAVA TROPPO NELLE SUE CANZONI: NON ERA RAP, MA LA MUSICA NON DEVE ESSERE RELEGATA DIETRO LE QUINTE.
                            DOVEVA FARE IL LEOPARDI.

                      • Gatón scrive:

                        L’esca era invitante e tu hai abboccato come una trota.
                        Mi qualifichi negativamente per aver espresso una preferenza musicale.
                        Eppure fai parte di coloro che sentenziano che altre preferenze non devono essere pretesto per discriminazioni…
                        Coerenza, questa sconosciuta !

                        • Mario56 scrive:

                          Nessuna esca e nessun abbocco. Ho solo constatato che gli
                          ARTISTI, I MAESTRI NON VENGONO A DESTRA, perché è un mondo retrogrado, arido, conservatore, senza libertà.

                        • Mario56 scrive:

                          È un dato di fatto che dalla destra non esca alcun artista.
                          Detto questo la musica del Maestro Battiato può non piacerti. Sei perfettamente libero. Ci mancherebbe.
                          A milioni e milioni di italiani invece piace. Anche alla Meloni piace.
                          Ps) ultimatum di Biden a Israele di cessare entro 48 ore il fuoco.
                          Gli usa si stanno smarcando?
                          Sarebbe ora!

                          • Gatón scrive:

                            Che figura di merda che hai fatto.
                            Roba da autosotterrarsi per sempre.
                            Ma, oltre alla coerenza, servirebbe la dignità..

                    1. Mario56 scrive:

                      @@gaton
                      Qui da molto tempo in qua
                      LE FIGURE DI MERDA LE FAI SOLO TU!

                      • Gatón scrive:

                        Ho espresso una mia opinione, e tu sulla base di questa mi hai dequalificato.
                        Bolscevico che fa figure di merda senza nemmeno rendersene conto.

                        • Mario56 scrive:

                          Non ti ho dequalificato perché non ti piace Battiato. C’è anche troppo materiale in giro per dequalificarti senza cercare la tua repulsione per la musica del MAESTRO .
                          Ho semplicemente constatato che la destra non ha nessun artista, musicista, pittore, sculture tra le proprie fila.

                          • Gatón scrive:

                            Sarebbe bastato un “non sai cosa ti perdi”…
                            Ma una risposta del genere avrebbe richiesto delle qualità intellettive non obnubilate dall’ideologia.
                            Puoi arrampicarti sugli specchi fin che vuoi, con le tue ventose da rettile ci puoi riuscire.
                            Anche le mosche ci riescono, e sappiamo benissimo su cosa amino posarsi.

                      1. Simone scrive:

                        Da appassionato di cantautori, ammetto candidamente che pur avendo parecchi dischi di Battiato e conoscendo molte sue canzoni, non l’ho mai trovato così geniale come lo si vuol far passare. Ho l’impressione che quell’aria costruita da mistico abbia avuto un peso in tal senso sull’opinione comune che mira ad un certo conformismo. Vero anche che il suo sound non mi attira più di tanto, anzi non mi piace proprio. Al di là di alcuni brani che ho amato tipo “i treni di tozeur”, “prospettiva nevski, “l’animale” e altri, non mi è mai entrato nel cuore, nell’anima e nel cervello come altri. Anche le sue interviste le ho sempre percepite non come banali, ma a tratti certamente un po’ ovvie. A livello italiano per quelli che sono i miei gusti, De André e De Gregori a livello puramente artistico li reputo i migliori, insieme a Capossela (che però è un altro paio di maniche, oltre che di un’altra generazione- e si sente). A livello invece di stimolo intellettuale, Gaber (che si definiva di sinistra ma non della sinistra- e secondo me negli dieci/quindici anni e forse più andò pure al di là di questo concetto, elevandosi ulteriormente) per me resta tuttora inarrivabile.

                        1. Mario56 scrive:

                          Non riesco a capire perché in tutta Italia il giro d’Italia è seguito da migliaia di tifosi a bordo strada e
                          venerdì questo a Verona il nostro sindaco ha fatto un’ordinanza per tenere tutto a porte chiuse .
                          Nessuna critica. Sto solo chiedendo lumi .

                          1. Silvestro scrive:

                            https://www.ilmessaggero.it/mondo/migranti_ceuta_marocco_spagna_8000_arrivi_crisi_mai_vista_esercito_civile_18_maggio_2021-5967979.html

                            possiamo ripartire da qui e dalla foto che richiama molto quella di Alan Kurdi del settembre 2015.

                            1. Mario56 scrive:

                              Gatón
                              18 maggio 2021 alle 12:45
                              Che foste dalla parte di Hamas ne ero certo.
                              Ma non avrei mai pensato di dare la stura a tanto antisemitismo.

                              Rispondi
                              Mario56
                              18 maggio 2021 alle 13:42
                              Dovresti anche smetterla di fare il bambino.
                              Bianco o nero?
                              Acceso o spento
                              Tu ti riempi la bocca di terrorismo
                              allora i primi terroristi sono gli ebrei che stanno ammazzando perfino i bambini palestinesi…

                              Come per tante altre volte
                              TI DOVRESTI VERGOGNARE!

                              Rispondi
                              Gatón
                              18 maggio 2021 alle 14:07
                              Hamas è il cancro.
                              I bambini sono purtroppo gli effetti collaterali indesiderati della chemioterapia.

                              Rispondi

                              Riporto qui una discussione del post precedente
                              PER ADDITARE A PUBBLICA VERGOGNA IL PENSIERO DI GATON.

                              • Gatón scrive:

                                Se per pubblica intendi della parte tua scrivi pure pubica.
                                Quanto al bianco o nero, acceso o spento, TU hai scritto UNA parola a favore di Israele e critica verso Hamas ?

                            Lascia un Commento

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *