21
mag 2021
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 125 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.483

LA SVOLTA DI ENRICO LETTA

 

Per non so per quanto tempo la sinistra diceva che bisogna ripartire la ricchezza: prendere ai ricchi e dare ai poveri. Poi prese atto dell’esperienza comunista: con lo statalismo incapace di produrre ricchezza, tanto in Unione sovietica quanto in Cina si ripartiva solo miseria e carestia.

La sinistra ne prese atto e divenne moderna: pensiamo anzitutto a produrre ricchezza, a creare posti di lavoro, ciò che fa anzitutto l’imprenditoria privata, e poi ci occuperemo di ridistribuirla anche ai lavoratori.

Archiviata la pura ridistribuzione. Adesso però da Parigi è arrivato “L’Enrico stai sereno” che rilancia l’archeologia di sinistra. Non dice che bisogna creare posti di lavoro per i giovani ma serve tassare l’eredità dei ricchi per dare loro l’aiutino; una sorta di mini reddito di cittadinanza che, come noto, è un grande stimolo al fancazzismo.

Draghi l’ha subito atterrato osservando che, con la gravissima crisi economica in corso, dobbiamo pensare anzitutto a dare soldi, non certo a toglierli con le tasse.

Lui, Enrico Letta che, appena arrivato, ha utilizzato due donne del Pd per farsi bello nominandole capogruppo a Camera e Senato; cioè più o meno al nulla. Avesse voluto dare l’esempio avrebbe dovuto dire: compagni non chiamate me alla segreteria nazionale ma metteteci la Serracchiani che, con i risultati ottenuti da presidente del Friuli (facendocelo perdere) lo merita sicuramente…

Gli elettori di centrodestra ce l’hanno con Mattarella che sarebbe un presidente della Repubblica filo dem. Dimenticano che è stato lui a imporre la svolta al Pd che rischia di essere fatale. Tutto il partito attorno a Zingaretti voleva infatti il Conte ter. Ma Mattarella diede l’incarico a Draghi, Zingaretti si dimise, ed è arrivato questo nuovo sorprendente segretario nazionale…

Enrico Letta che non riesce nemmeno ad essere spiritoso. Al Corriere ha dichiarato che, da quando dovette dare il campanello di premier a Renzi, lui colleziona sempre campanelli…Una battuta degna di Totò…Se non sai nemmeno essere spiritoso (ma solo rancoroso con Renzi) come pensi di poter guidare lo storico partito della sinistra italiana?…

 

 

2.483 VISUALIZZAZIONI

125 risposte a “LA SVOLTA DI ENRICO LETTA”

Invia commento
  1. Mario56 scrive:

    Vaccini
    Peggio del Veneto fanno solo
    Sardegna
    provincia di Trento
    Calabria e
    Sicilia
    In Veneto i vaccinati completi sono il 19,2% contro la media nazionale del 21%

    • Gatón scrive:

      Che regione di merda!

      • Mario56 scrive:

        I dati sono questi, Gaton,
        poi se di MERDA o CHIACCHIERE DA SBRUFFONI,
        propendo più per la seconda.
        Ricordo che Zaia diceva che il potenziale del Veneto era di 100 mila vaccini giorno, come minimo.
        La realtà è che riusciamo ad arrivare a 30/40 mila quando va bene.
        La regione in testa è il piccolo Molise governato dal centrodestra.
        Benissimo anche la Liguria di Toti.
        Devo dire che persino la vituperata Lombardia sta facendo meglio del Veneto. Una bella raddrizzata del generale Figliuolo ci voleva.

        • martello carlo scrive:

          E che azzo, ti ha detto che il Veneto è una regione di merda, cosa vuoi ancora?
          Sei in crisi da fine lockdown?
          Non ti basta? Dicci quale regione vuoi sia la migliore e te lo ammettiamo… OK?

          PS: Bettini è d’accordo con SALVINI sul referendum EH EH…

    1. martello carlo scrive:

      @ Silvestro 29 maggio 2021 alle 10:01

      Mi spiace di aver ritardato tanto nel risponderti in quanto unico post a parlare di soluzione dei (tantissimi ) problemi esplosi in capo alla magistratura ed agli effetti aberranti che stanno emergendo nella gestione della giustizia e della politica.
      I tuoi rilievi sulle commistioni tra politica e magistratura con le porte girevoli è senz’altro un mattone della riforma ormai indilazionabile che, a mio modestissimo parere ha però bisogno di partire dalle FONDAMENTA.
      Prendila come la fiera delle idee, aperta da chi dà una prioritaria importanza alla giustizia come base di ogni democrazia che possa definirsi veramente tale.
      Andiamo random:
      - selezione degli aspiranti magistrato anche sulla base di un esame PSICO ATTITUDINALE, da ripetersi periodicamente, esattamente come è prescritto dei dottori in PSICHIATRIA.
      - non solo “no” alla porte girevoli ma semplicemente a qualsiasi tipo di porta: magistrati e politici devono avere VITE PARALLELE ( non alla MORO )
      - divieto di associazione di stampo politico
      - separazione delle carriere
      - ristrutturazione dell’ANM che preveda l’ingresso degli avvocati, non solo in termini di presenza ma anche di partecipazione attiva nelle votazioni relative alle sanzioni ai magistrati
      - elezione dei componenti del CSM ad estrazione con rimodulazione della composizione, conferendo un maggior peso alla società civile
      - responsabilità civile e penale
      - trasparenza: accesso al pubblico alle riunioni CSM come avviene in Parlamento o libero accesso ai documenti delle riunioni.
      E’ di vitale importanza inoltre un riesame delle normative che consenta di impedire la fuga delle notizie e in ogni caso di superare l’ipocrisia che in nome della sacra libertà di stampache ne tollera la pubblicazione, il tutto senza peraltro limitare effettivamente il diritto alla conoscenza ed all’informazione di fatti di interesse collettivo per superare la gogna mediatica conseguente a certi rapporti privilegiati procure/stampa mediante dichiarazioni ufficiali erga omnes da parte dell’autorità giudiziaria coi tempi e modalità LEGALIZZATE.

      • Silvestro scrive:

        La conclusione è piuttosto semplice: se è tutto cosi chiaro perché una riforma seria non è mai stata affrontata concretamente. Come ho già scritto perché questa situazione fa comodo a tutte le parti politiche: dalla commistione non necessariamente criminale tra magistrati e politici alle lungaggini dei processi soprattutto quando riguardano figure pubbliche elette.

        Ci sono poi me modalità ed i tempi di realizzazione. E quindi parliamo della informatizzazione delle fasi dibattimentali, delle modifiche procedurali necessarie, delle modalità di accesso agli atti digitalizzati (e quindi alla diffusione illecita degli stessi), ma soprattutto ai tempi necessari ed alle priorità per la loro realizzazione.

        Per fare un esempio concreto sulle difficoltà, mentre il Ministro Cartabia oggi sta solo cercando di raccogliere e mediare su alcuni principi prima di metterci mano, Salvini che fa parte della maggioranza di governo, appoggia la raccolta delle firme per i referendum radicali sula giustizia che per modalità e contenuti percorrono strade diverse.

        • martello carlo scrive:

          Beh, parlare di “commistione non necessariamente criminale tra magistrati e politici”, non è un buon inizio per una discussione costruttiva, comunque, la riforma CASTELLI è legge ( delega ) sin dal 2005 ), nonostante sia stata annacquata abbondantemente dalle interferenze di CIAMPI con 2 rinvii alle Camere, una da ritenere perfettamente legittima circa le possibili interferenze del guardasigilli sugli indirizzi generale della giustizia, mentre quello riguardante la separazione delle carriere lo è stato molto meno, anzi è stato una vera e propria indebita interferenza, tanté che appena tornata al potere, la sinistra l’ha definitivamente cassata per merito del MASTELLA poco prima che entrasse in vigore.
          Oggi la necessità di separare le carriere è trasversale e riconosciuta perfettamente in linea con la Costituzione dal momento che questa prevede l’assoluta TERZIETA’ del giudice.
          Forse hai ragione sull’interesse di certi personaggi di lasciare le cose come stanno, come del resto conferma l’atteggiamento forcaiolo di certi partiti: SALVINI e i RADICALI queste cose la sanno benissimo ed è per questo che hanno messo in campo il REFERENDUM.

      • Mario56 scrive:

        Hai dimenticato un’altra condizione:
        raccomandazione di Berlusconi che attesti l’integrità psico fisica e politica del magistrato verso la sua parte politica.
        Quindi avremmo una magistratura ancella del potere, specialmente di una determinata sponda.
        Di efficienza e tempi lunghi del processo non ne parli?
        Probabilmente il TIRARLA PER LE LUNGHE FA COMODO!

        • martello carlo scrive:

          Quella dell’integrità psicofisica per giudicare BERLUSCONI l’hai detta tu…. che sia chiaro!
          Quanto alla eccessiva durata dei processi, è evidente che essa è fortemente aumentata per la ricerca di reati inesistenti commessi dal MAGNIFICO che ha mobilitato metà magistratura per 30 anni…. e ancora non è finita, visto che si vuol fare il RUBY TER ( o sbaglio? )
          EPPOI, non si stanno inseguendo a tutt’oggi altri teoremi politici nei riguardi di SALVINI, della LEGA e a tutti coloro che possono battere la sinistra con il voto?
          Tu ancora non hai capito che la magistratura fa parte della BUROCRAZIA e quindi le durate dei processi sono come quelle degli ITER.
          Mi sto convincendo che la riforma dalle fondamenta non basti: bisogna PRIVATIZZARE TUTTO. :-)
          PS: ti do due titoli in prima pagina del riformista di:
          - “Cartabia, ferma quei Pm giapponesi che vogliono torturare MANNINO e MORI”
          - ” I colpevoli del disastro ILVA – TARANTO? Magistratura e governo LETTA”,
          Tutta roba molto incoraggiante….

      1. Mario56 scrive:

        @ martello 17.01
        Non medioevo
        dati di oggi
        Veneto
        peggio di Puglia, Campania, Abruzzo, Molise
        riusciamo a far peggio della Lombardia, il che francamente è il colmo.
        Zaia tante chiacchiere…

        1. Mario56 scrive:

          @ gaton
          del MANUTENTARE non me ne frega proprio niente… guardiamo Salvini e Meloni allora? O i congiuntivi di Zaia? loro nemmeno il 2 politico raggiungono…
          ma tu vuoi sviare , come sempre l’attenzione, dal impaccio in cui sei caduto
          Silvestro, da buon gatto, ha giocato con te, come avrebbe fatto col topo.

          • Gatón scrive:

            Il Silvestro dei cartoni più che altro è uno sfi-gatto.
            Il sito citato, al di là del titolo reboante, in quanto ad imparzialità mi sembra il blog di Vighini…
            Ancora una volta ad arbitro si erge il raccattapalle.

            • Mario56 scrive:

              Certo che Salvini per cercare sponda in Letta sulla rimozione del blocco ai licenziamenti,
              deve essere alle ASSE!
              Tu cosa ne pensi ?

              Attendo da giorni la tua risposta sulle vaccinazioni in Veneto che corrono meno della media italiana.

              • Gatón scrive:

                Non capisco quali dati tu abbia manipolato per avallare la tua tesi.
                Se non sei contengo di Zaia puoi sempre tornare al paesello tuo.
                Se rimani qui sei comunque benvenuto.
                Semplicemente rispetta la maggioranza.

                • martello carlo scrive:

                  @ MARIO56 11:55

                  E’ un’ottima rappresentazione del casino che hai in testa.
                  Non ti rendi conto che questi dati ormai sono MEDIO EVO e che ci si può vaccinare come e quando si vuol, se si vuole?
                  Il complesso di inferiorità fattelo curare ma, come si suol dire, da uno BRAVO…

                • Mario56 scrive:

                  Guarda il Veneto è a 58.471,6
                  Tra le ultime…

                • Mario56 scrive:

                  REGIONI ▼ DOSI CONSEGNATE ▼ DOSI
                  SOMMIN. ▼ % DOSI
                  SOMMIN. ▼ PERSONE
                  VACCINATE* ▼ DOSI OGNI 100MILA AB. ▼
                  ITALIA 39.958.409 35.435.853 88.7 12.294.543 59414,8
                  Abruzzo 895.930 803.131 89.6 283.071
                  62.068,6
                  Basilicata 376.785 333.832 88.6 128.919
                  60.339,7
                  Calabria 1.225.290 1.074.292 87.7 375.689
                  56.717,5
                  Campania 3.795.575 3.382.327 89.1 1.118.735
                  59.212,9
                  Emilia-Romagna 3.006.920 2.676.003 89.0 990.034
                  59.944,7
                  Friuli Venezia Giulia 864.985 747.908 86.5 248.876
                  62.004,5
                  Lazio 3.970.182 3.427.458 86.3 1.093.743
                  59.548,9
                  Liguria 1.076.750 972.004 90.3 348.968
                  63.745,2
                  Lombardia 6.730.690 6.143.822 91.3 2.223.717
                  61.269,1
                  Marche 1.010.220 918.483 90.9 324.259
                  60.719,2
                  Molise 219.015 193.449 88.3 60.139
                  64.372,3
                  PO Bolzano 371.075 323.385 87.1 99.239
                  60.713,2
                  PO Trento 348.770 302.149 86.6 83.695
                  55.397,0
                  Piemonte 2.926.240 2.560.786 87.5 928.699
                  59.398,2
                  Puglia 2.646.505 2.399.791 90.7 806.995
                  60.703,4
                  Sardegna 1.106.790 920.806 83.2 267.565
                  57.135,4
                  Sicilia 3.042.702 2.624.299 86.2 970.765
                  53.828,6
                  Toscana 2.453.740 2.171.342 88.5 767.287
                  58.803,2
                  Umbria 585.045 532.490 91.0 177.628
                  61.194,1
                  Valle d’Aosta 87.240 75.189 86.2 26.251
                  60.134,8
                  Veneto 3.217.960 2.852.907 88.7 970.269
                  58.471,6

                • Mario56 scrive:

                  Paesello mio, caro gaton è qui, nel Veneto verde nero della Lega del mose, dei tamponi sbagliati e dei dati che ti ho linkato. Se poi tu non riesci a capire le percentuali delle dosi somministrate per 100.000 abitanti
                  è un tuo problema.
                  Guardare per credere e non credere a Zaia a prescindere.
                  Va riconosciuto tuttavia solo un merito al Veneto: la percentuale degli i over 70 anni è tra le più alte.

          1. Gatón scrive:

            Si parlava di interferenze della magistratura sulla politica.
            La mia ripresa del commento “ripristinare la legalità” va interpretata come pretendere un arbitro imparziale per una partita con la juventus.

            • Silvestro scrive:

              Trovo l’affermazione generica ed impropria.
              Bisognerebbe stabilire chi sarebbe la juventus, e se l’arbitro deve applicare regole consolidate e predefinite o se durante il campionato è consentito aggiungere nuove regole.
              Ma la grande differenza è che non esiste moviola o VAR come nel calcio dove il fallo ingrandito e rallentato è visibile e comprensibile da tutti.
              Nonostante questo però mi sembra che in queste circostanze ci sentiamo tutti arbitri o giudici.

              • Gatón scrive:

                Te la taglio sottile sottile così che anche tu la possa capire.
                La juventus sono i partiti di sinistra, PD in primis.
                L’arbitro è la Magistratura.
                L’accesso al VAR non è per tutti, ma solo per alcuni arbitri.
                Se mi dici che dai tempi di Mani Pulite l’attenzione posta sui diversi soggetti politici è stata equamente distribuita a destra e a sinistra, allora sei iuventino.

                • Silvestro scrive:

                  Anch’io te la taglio fina fina.
                  Il tuo paragone dimostra un pregiudizio di fondo per cui la magistratura è un arbitro di parte a prescindere.
                  Che l’arbitro fosse la magistratura era evidente; un po’ meno la juventus, perché la squadra più sottoposta agli arbitraggi non era il PD ma Berlusconi.
                  La squadra che ha modificato le regole del gioco, mentre giocava era sempre quella di Belusconi.
                  E non sono partite limitate ai tempi di mani pulite, ma partite modificate, rinviate, prolungate fino al 2010 (legittimo impedimento) come è elencato nel mio link (31 maggio 2021 alle 14:46) che tu non hai nemmeno guardato.

                  Ma nonostante questo gli arbitri, come tu stesso hai constatato, applicando quelle regole hanno permesso che la squadra vincesse numerose partite.
                  Ma quelli come te hanno da tempo formulato la loro sentenza senza nemmeno guardare la conclusione finale.
                  E non occorre il VAR, per capire un risultato comprensibile anche agli smemorati patologici.

                • Mario56 scrive:

                  Per capire le PUTTANATE che volevi dire lo si era capito benissimo.
                  Le premesse però del tuo sillogismo sono ERRATE quindi anche la conclusione è ERRATA.
                  Perché, ad esempio, la magistratura avrebbe dovuto dedicare la medesima attenzione in chi non stava commettendo alcun reato?
                  O tu hai notizie SEGRETE di reati che la magistratura ha lasciato perdere di Occhetto o Napolitano o Prodi …?

                  • Gatón scrive:

                    ….dai Mario…
                    Non ci credi nemmeno tu.
                    Invece, cosa ne pensi del tuo rappresentante che oggi in diretta tv ha detto “manutentare” ?
                    Dova ha studiato ?
                    Esami di gruppo e 18 politico ?

            1. Mario56 scrive:

              https://lab.gedidigital.it/gedi-visual/2021/report-vaccini-anti-covid-aggiornamento-vaccinazioni-italia/
              Le chiacchiere di Zaia …
              … ma i fatti evidenziano il Veneto nelle ultime posizioni. Peggio solo le regioni del sud: Calabria, Sicilia, Sardegna.
              Ma la narrazione della Lega è che i. Veneto è sempre primo.

              1. Mario56 scrive:

                Aldilà dei processi
                il responso su BERLUSKAISER
                l’ha anche dato il popolo italiano
                un partito che era arrivato al 30%
                è ora al 6%

                • martello carlo scrive:

                  Sul popolo italiano concordo con quanto detto da SIMONE ( anche se non lo dico ): gli manca solo la legge GENDER, ma se la merita…

                  • Mario56 scrive:

                    Il popolo italiano votò la DC e satelliti per 40 anni,
                    per poi invocare contro di loro la forca e umiliarli col lancio di monetine o invocando ll’uso della forca.
                    Il popolo italiano si fece fregare per bene dal ventennio di BERLUSKAISER e Bossi che ci portarono ad un passo dal default,
                    sempre il popolo italiano incoronò Renzi, per poi sbarazzarsene nel giro di un paio di anni.
                    Ma sempre lo stesso popolo diede il 32% al M5S, una cozzaglia informe di complottisti, per lo più impreparati persino ad amministrare un condominio.
                    Lo stesso popolo dovrebbe per gaton RIPRISTINARE LA LEGALITÀ consegnando l’Italia alle destre estreme sovraniste.
                    Vorrei fare una domanda a gaton:
                    Nel caso governasse la Meloni chi sarebbe il ministro dell’economia??

                    • Gatón scrive:

                      Ripristinare la legalità consentendo a chi raggiunge la maggioranza di governare.
                      Stop.
                      Quanto a ministro/a, certamente una persona con maggiori competenze specifiche di quante ne abbiano oggi Speranza o Di Maio nei propri dicasteri.
                      Ma mi pare di sparare sulla Croce Rossa…
                      .
                      P.s. accozzaglia.

                      • Mario56 scrive:

                        Quindi continui ad affermare che NON SIAMO NELLA LEGALITÀ?

                      • Mario56 scrive:

                        Ok
                        grazie della correzione.
                        SPERANZA, già per essere stato prudente contro gli scellerati delle destre CHE SE NE FREGAVANO DELLA SALUTE è di per se una grande competenza .
                        Il ministro dell’economia della Meloni però rimane un mistero.
                        Staremo in Europa ?
                        nel euro?
                        con Putin, Orban e Bielorussa?
                        Saremo alleati della tedesca AFD?

                1. Silvestro scrive:

                  Su BERLUSCONI, anche se tardivamente trovo però opportuno qualche precisazione documentata.

                  E’ ENTRATO IN POLITICA PER SALVAGUARDARE I SUOI INTERESSI?
                  Assolutamente si. Ci sono dichiarazioni di Dell’Utri: “Silvio Berlusconi è entrato in politica per difendere le sue aziende” (28 dicembre 1994).
                  C’è il rapporto con cui Mediobanca analizza ogni anno le dieci maggiori aziende italiane. Il gruppo di Berlusconi aveva nel 1992 7.140 miliardi di lire di debiti (4.475 finanziari e 2.665 commerciali), mentre il loro capitale netto ammontava a 1.053 miliardi. Era una situazione ad alto rischio di bancarotta.
                  Pezzi importanti del gruppo Fininvest (Standa, Silvio Berlusconi editore) furono praticamente ipotecati da Cariplo, Comit, Banca di Roma, Banca Nazionale de Lavoro, Montepaschi, a garanzia di eventuali insolvenze. L’annuncio poi di Franco Tatò nominato nel 1993 amministratore delegato di Fininvest risulta un vero e proprio commissariamento delle Aziende imposto dalle banche.

                  C’E’ STATO UN ACCANIMENTO GIUDIZIARIO NEI SUOI CONFRONTI?
                  Il numero dei suoi intoppi giudiziari lo confermerebbe, ma bisognerebbe anche stabilire se siano causa o effetto delle numerose leggi “ad personam” che hanno caratterizzato i suoi governi.

                  http://www.libertaegiustizia.it/2011/11/09/lelenco-delle-leggi-ad-personam/

                  Ma sarebbe anche necessario appurare quante delle numerose conclusioni prive di condanne (decorrenza dei termini, non luogo a procedere, rinvii a vario titolo, decadenza, depenalizzazioni, prescrizioni, etc) siano dovute all’applicazione di queste norme.

                  Certamente si può dedurre che :
                  >> Dato il numero elevato di magistrati coinvolti, (PM, GIP, giudici ai vari livelli) non mi sembra si possa parlare di giustizia permeata da comunisti, toghe rosse e quant’altro.
                  >> Che in ogni caso i giudici hanno applicato leggi che hanno favorito Berlusconi.
                  >> Che non si può certo parlare di denigrazione della sua immagine o limitazione del successo politico, ma semmai il contrario.
                  >> che nonostante le lamentele, le lungaggini ed i ritardi dell’azione giudiziaria sono sempre stati complici importanti del Cavaliere.
                  >> Che la tanto invocata riforma della giustizia non è mai stata nemmeno immaginata e si capisce perché.

                  1. martello carlo scrive:

                    Ah, ah, basta rievocare il vs DIAVOLO ( dal CULO FLACCIDO ) che non dormite la notte…
                    Volevo finirla ieri godendomi l’impaccio di SIMONE alla mia domanda sui 200 e passa milioni alla GDF, ma ho rinunciato per non rovinare il sonno soprattutto del raccattapalle MARIO56….. e invece mi sbagliavo…. pure MARIO56 ha capito che quando si va in profondità, si scopre che SIMONE racconta un sacco di fregnacce e che le leggende metropolitane sono nate per invidia di qualche INTERISTA o JUVENTINO nei confronti del MAGNIFICO.
                    Magari lo è anche SIMONE, nel quale noto una profonda acredine e insofferenza verso gli uomini di successo che se lo sono meritato, condensatesi come in un buco nero individuato nel migliore che per lui è il BERLUSCA.
                    MARIO56, pur non essendo né juventino né interista, confortato da altre semi balle della propaganda della sinistra contro chi è meritevole, punto di forza del nostro paese, da buon raccattapalle di chiunque gli conforta il suo odio eterodiretto, si è risollevato dalle macerie sentenziando: SIMONE 4 – GATON 0.
                    Da parte mia sono contento di aver accertato che il MAGNIFICO è stato vittima di un partito in crisi per la perdita di BERLINGUER e l’ascesa dei socialisti con CRAXI e la perdita del monopolio RAI contro cui ha reagito secondo i canoni classici del bolscevismo più becero: sputtanamento incessante e lancio di monetine ( con una pesante mano da parte americana che non hanno mai perdonato SIGONELLA ).
                    Quello che è successo dopo, non è altro che la prosecuzione di azioni interne ed esterne contrarie alla costituzione di un’Italia moderna, efficiente e meno servile nei confronti della nascente UE e degli USA dopo la caduta del MURO.
                    Questa è ormai STORIA, l’unica in grado di trarre un giudizio significativo di quell’epoca.
                    La GDF, rimettetevela nel cassetto degli arnesi da scassinatori; il risultato l’avete già ottenuto: un Paese in maceria sotto tutela se non commissariato.
                    CONTENTI?

                    • Simone scrive:

                      Non trovo strano che sulla guardia di finanza tu non abbia colto la mia risposta. La tua astuzia non mi sorprende. Sul resto ci sarebbero da fare delle analisi psicologiche sulla figura di berlusconi (e sulle figure come lui) e sull’ascendente che ha su parte del popolo italiano. Già fatte tra l’altro. Il fatto che io non cambierei la mia vita con quella di questa gente qua (da lì decade completamente pure l’acredine da invidia, che per me è un non argomento) tra l’altro è un altro punto che fai finta di non capire. Non riesci mai a sorprendere le mie aspettative c su certi argomenti. Ed ora, se permetti, fammi godere un po’ la domenica senza pretendere da te un dialogo impossibile. Ri Grazie.

                      • martello carlo scrive:

                        Resa completa, insomma: l’ho colta, l’ho colta la tua risposta sulla GDF, è una dichiarazione di impotenza, come tutta bolscevica commedia….
                        Dopo una notte insonne, hai bisogno di riposo, però fare ricerche su tutte le BUFALE STORICHE su SOCIALISMO, ESPROPRIO DI REPUBBLICA; CRAXI e BERLUSCONI, non ti sarà di aiuto.
                        Le acrobazie costano fatica mentale oltre che fisica.
                        CIAO, non invecchiare come MARIO56. :-D

                        • Simone scrive:

                          Evidentemente l’assoluzione per insufficienza di prove (non per aver accertato che il fatto non è stato commesso), per uno che si è comprato giudici, avvocati, politici (sì, ci vuol poco) e addirittura puttane (il paradosso più libidinoso) devi prenderlo come un vanto. Lo so. Come lo devono essere state le amnistie, l’è depenalizzazioni in corso d’opera, gli indulti, le prescrizioni, gli aiuti politici eccetera eccetera. Purtroppo io non sono vanitoso altrimenti potrei rischiare di diventare così.
                          P.S. Sbagliato anche qui. Ho la fortuna di dormire bene (e mi auguro di continuare ad averla. Ma ho la sfortuna di avere un compleanno di famiglia. Parto giusto ora. Ciao.

                          • martello carlo scrive:

                            Ciao, ciao, nonostante tutto è sempre piacevole e istruttivo avere un confronto con te, anzi più combattivo è e più stimolante risulta.
                            Perciò on ti scoraggiare.
                            Divertiti, nonostante che i compleanni siano delle tristi occasioni, soprattutto per il sottoscritto.

                          • Gatón scrive:

                            L’onere della prova spetta all’accusa.
                            Poi è il giudice che se vuole mantenere il fumus accusatorio assolve con la formula minima.
                            Accanimento persecutorio.

                    1. Gatón scrive:

                      Questioni amministrative.
                      Sappiamo tutti che Berlusconi è cresciuto all’ombra di Craxi.
                      Come tutti gli imprenditori aveva il suo santo in paradiso.
                      Sono profondamente deluso dalle vostre risposte, aspettavo una sentenza penale passata in giudicato .

                      • Mario56 scrive:

                        Allora se le sentenze passate in giudicato sono poche…
                        … NON VEDO TUTTO QUESTO ACCANIMENTO DELLA MAGISTRATURA …
                        … ANZI!

                        • Gatón scrive:

                          Accanimento è quando per metti sotto processo qualcuno a seguito di teoremi ideologici.
                          Efficienza è quando metti sotto processo qualcuno con in mano solide prove.
                          Ti sei dato la zappa sui piedi.

                          • Simone scrive:

                            Il fatto che senza le cose sotto riportate probabilmente non si godrebbe più la sua libertà incondizionata è sicuramente un dettaglio. Ma tant’è. Strano che l’Italia sia considerato un Paese dove si può farla franca.. Specie se all’origine di tutto si hanno dei santi (piuttosto potenti) in paradiso, tanti soldi e un pelo sullo stomaco lungo così. E tanti avvocati, con o senza laurea, al soldo o “spontanei”. Italia, Paese di santi, poeti e navigatori…

                          • Mario56 scrive:

                            La risposta te l’ha data ancora una volta Simone.
                            Le famose LEGGI SU MISURA, TESTIMONI COMPRATI, TIMORE DEI GIUDICI NEL GRATTARE TROPPO…
                            Simone 4
                            Gaton 0
                            Non sei in forma, Gaton
                            sembra di sentire i tg Mediaset…

                            • Gatón scrive:

                              Arbitro Wurtz, anzi, che dico, l’allenatore della squadra che ha segnato 4 reti.
                              Se non arrivi a capire certe cose elementari, inutile discutere con te.

                        • Simone scrive:

                          Oddio, più che altro tra modifiche ad hoc in corso della legge (depenalizzazioni), amnistie, indulti, prescrizioni, e quando va bene insufficienza di prove (chissà perché ho l’impressione che i soldini hanno aiutato parecchio…), si è salvato il “culo flaccido” parecchie volte. Però la sua entrata diretta nella politica è stata sicuramente disinteressata…

                      1. martello carlo scrive:

                        @ Simone 29 maggio 2021 alle 14:43
                        Se volete leggere la storia completa andate su: L’INCHIESTA/2 – Il Cavaliere e la favola dei 106 processi –
                        di GIUSEPPE D’AVANZO .
                        Indovinate su quale giornale? Ma su REPUBBLICA naturalmente, il giornale di DE BENEDETTI consegnatogli con un’interpretazione sul “LODO MONDADORI” che regalò al suo nemico giurato un quotidiano ( e un settimanale ) che fa parte dei giornaloni oni oni oni, terminale di tutte le fughe di notizie dalle procure ( quasi come ora “il fatto quotidiano” di TRAVAGLIO ) che tanto hanno contribuito al successo del MAGNIFICO. Naturalmente, sul giornale nessuna fuga di notizie su CARLO, che almeno a livello industriale, per ammissione unanime trasversale,ne ha combinate di tutti i colori, a cominciare dall’OLIVETTI.
                        Al di là di tutte le fregnacce imputate a BERLUSCONI senza prove ( le cui mancate condanne vengono giustificate da altrettante fregnacce ), mi piacerebbe conoscere almeno quella della corruzione alla GDF.
                        Se fosse vera, diventerei più giustizialista di te.
                        ME LA VUOI SPIEGARE, PER CORTESIA?

                        • Simone scrive:

                          Dai su, te l’ho già detto che con me non funziona e che puoi cambiare soggetto. Dialogare sulla questione tra noi è assolutamente impossibile. Dai che tra non molto potrai unirti definitivamente alla folla che lo osannerà come nuovo santo al posto di Francesco d’Assisi. Affonderemo col sorriso.

                          • martello carlo scrive:

                            Non capisco tanta reticenza che rasenta l’OMERTA’. Insomma la corruzione della GDF è una cosa seria, roba da galera. Se l’avessero arrestato allora, sai quanti guai sarebbero stati risparmiati agli italiani?
                            DAI, ALMENO QUALCHE INDIZIO….

                            • Mario56 scrive:

                              Certo che con Simone non hai trovato i bonaccioni Mario56, Marco.com, Silvestro.
                              Te le ha suonate per bene.
                              Ormai la vostra miserabile difesa ad oltranza di pregiudicati risulta insopportabile.
                              Poi fate le pulci al tunisino che ruba un panino al supermercato.
                              Dovresti solo vergognarti.

                            • Simone scrive:

                              “Caro Bettino, come ti ho accennato verbalmente, Radio Fante ha annunciato che dopo la visita a Torino, Guffanti e Cabassi, la Polizia tributaria si interesserà a me… Ti ringrazio per quello che crederai sia giusto fare”. Chissà perché anche quella volta le Fiamme Gialle se ne tengono alla larga.

                              Bello ed interessato il rapporto che aveva con l’amico Craxi. Per esempio pure nel 1984, quando i pretori di Torino, Pescara e Roma sequestrano gli impianti che consentivano a Canale 5, Italia 1 e Rete 4 di trasmettere in contemporanea in tutt’Italia in barba alla legge allora vigente. Bettino ovviamente neutralizzò le ordinanze con due “decreti Berlusconi”. Reti Mediaset che hanno avuto un peso importante sull’indubbia ulteriore decadenza morale dell’italiano medio.

                              Eccetera eccetera eccetera…

                              Di indizi ce ne sono a bizzeffe. Solo che finché si giustificano, sulla base di un’evidente difesa di parte basata su una sorta di immedesimazione quasi spirituale, le cose in questo Paese non cambieranno mai. Dicesi “eterno ritorno”.

                              • Mario56 scrive:

                                @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@. GATON…
                                cosa rispondi?
                                Lo stiamo aspettando …
                                … ma silenzio …
                                …. sei stato spiazzato per bene!

                          • Gatón scrive:

                            Che sia santo no di certo.
                            Che sia stato preso di mira dopo le elezioni del 1994 altrettanto certo.p

                            • Mario56 scrive:

                              Facciamo prima a dire per quali reati non è stato indagato.
                              Tutto sommato sono stati buoni con lui. Avessi combinato tu questi reati saresti al fresco per migliaia di anni.
                              Ma ormai sono cose vecchie che tutti sanno.

                            • Simone scrive:

                              Dicesi comfort zone…

                        1. Mario56 scrive:

                          @ martello
                          Se la magistratura non avesse toccato Berlusconi e l’infinita delinquenza che si annida nella destra
                          SARESTI ANCORA CRITICO SU QUESTO POTERE?
                          Sii sincero?

                          • martello carlo scrive:

                            Quanti anni hai passato nel GULAG? Sì, hai ragione…. BERLUSCONI è il DIAVOLO!
                            ( potrebbe essere dannoso risvegliare gli zombi dal loro stato – ndr ).

                          • Gatón scrive:

                            Se Berlusconi non fosse sceso in politica vanificando la gioiosa macchina da guerra di Occhetto la magistratura lo avrebbe toccato ?

                            • Mario56 scrive:

                              Ci sono un sacco di inchieste della magistratura precedenti alla discesa in campo di Berlusconi.
                              Altra figuraccia , Gaton!

                            • Simone scrive:

                              I processi verso berlusconi con cominciarono molto prima della sua “discesa in campo”. Tanto che i “più cattivi” hanno sempre sostenuto che la scelta di entrare direttamente (perché indirettamente lo fece già) in politica ebbe lì una delle principali motivazioni.

                              • Gatón scrive:

                                …anche tu sei pregato di vitarmi almeno un processo ed il,suo esito.

                                • Simone scrive:

                                  Berlusconi viene indagato per traffico di stupefacenti, undici anni prima della nascita di Forza Italia nel 1983. È stato condannato in appello (e amnistiato) per falsa testimonianza nel 1989. Nel 1993 la procura di Torino lo indaga sul Milan e i pubblici ministeri di Milano sui bilanci di Publitalia.
                                  Le fiamme gialle hanno intascato 230 milioni di lire per chiudere gli occhi nelle verifiche fiscali di Videotime (nel 1985), Mondadori (nel 1991), Mediolanum Vita (nel 1992), tutti controlli che precedono la sua avventura politica.
                                  Accidentale anche la scoperta dei fondi esteri della Fininvest, a proposito di appoggi politici. Uno dei prestanomi di Bettino Craxi, Giorgio Tradati, consegna a Di Pietro i tabulati del conto “Northern Holding”. Li gestisce per conto di Craxi. Sul conto affluisce, senza alcun precauzione, il denaro che il gotha dell’imprenditoria nazionale versa al leader socialista.

                                  Ma al di là di tutto, davvero, pensare che ci si beva la favoletta del personaggio pulito preso di mira dalla giustizia mi sa da tentativo patetico (e interessato) di prenderci per il culo. Almeno questo risparmiatecelo. Già me lo immagino quando morirà la solfa che ci dovremo sorbire in questo senso. Come se quella cui abbiamo assistito finora non fosse bastata.

                          1. martello carlo scrive:

                            @ Simone 29 maggio 2021 alle 07:10

                            Visto il mea culpa di DI MAIO, penso che tu saresti il tipo giusto per metterti a capo dei GIUSTIZIALISTI VAFFANCULISTI ancora in circolazione.
                            Il tuo modo di pensare è molto DAVIGHIANO: fino a prova contraria ( e oltre ) sono ( gli altri ) tutti colpevoli.
                            Naturalmente chi si oppone a questo modo di pensare demenziale va difeso contro ” qualsiasi tentativo di limitarne ( della magistratura ) le possibilità di ricerca, è un atto eversivo. Punto.”.
                            Quindi, persino SILVESTRO dice puttanate quando sostiene che una delle prime cose da farsi, sarebbe opportuno evitare le SCORRIBANDA dei magistrati in politica: dentro e fuori all’infinito, fino all’eiaculazione ( che per fortuna mi sembra stia avvernendo, se Dio vuole ).
                            Tu non sei equilibrato, per cui l’indipendenza la vuoi da una sola parte che, da mani pulite in poi, si è allargata talmente tanto che persino DI PIETRO si pone interrogativo circa il proprio operato.
                            Mi spiace farne una questione personale, ma tu in questo momento probabilmente vivi un perido molto critico per cui non si può fare un discorso pacato e costruttivo.
                            Voglio buttarla sul provocatorio/faceto: io piuttosto che un innocente in galera preferisco mille ladri in libertà, di più li preferisco agli assassinii che a volte possono essere conseguenza di sentenze INVOLONTARIAMENTE sbagliate.

                            • Simone scrive:

                              Lo so di essere una mosca bianca nel conformismo italiano. È per questo che mi ritrovo sempre ad aver ragione in tempi (volutamente) non sospetti. Poi quando si tenta addirittura di interpretare in modo parziale il mio pensiero, non ne parliamo. Sull’argomento la mia serenità e lucidità infatti sono pressoché totali. Grazie ancora. Ma come avrai capito con me non attacca. Visto che non riesci a cambiare spartito, cambia pure soggetto. Questo non è un dialogo.

                            1. Silvestro scrive:

                              Le ipotesi e le teorie non mi entusiasmano perché in mancanza di riscontri tutti hanno ragione e perché nella loro forma più malata (ed in questo blog la vediamo spesso) le congetture diventano facilmente complotti e macchinazioni spesso da dimostrare.
                              La giustizia ed i magistrati sono chiamati al rispetto della legge che inevitabilmente vuol dire dare ragione a qualcuno e torto a qualcun altro. Ma se questo coinvolge una figura politica diventa subito un caso.

                              Devo constatare che le cosiddette soluzioni facili non trovano, e non hanno mia trovato applicazione perché non c’è mai un ampio consenso ma soprattutto perché toccano gli interessi di tutti partiti.
                              Già da tempo ho segnalato che la prima misura semplice e facile per un iniziale taglio netto tra giustizia e politica sarebbe quelle di evitare che un magistrato eletto politicamente possa poi tornare ad esercitare il suo ruolo. Analogamente i giudici chiamati nei dicasteri in qualità di consulenti o consiglieri tornino poi a fare il loro mestiere. Si eviterebbe una prima occasione di commistione tra politica e giustizia nata nei luoghi del potere e protratta successivamente con frequentazioni e condivisione di orientamenti ed interessi.
                              Non è mai stato fatto perché TUTTI I PARTITI PRIMA O POI APPRODANO A QUALCHE MINISTERO ED UNA FIGURA DI QUESTO TIPO FA COMODO A CHIUNQUE NEL RUOLO MINISTERIALE MA ANCHE DOPO.

                              Non sarebbe il toccasana, ma un primo ostacolo alla mescolanza di ruoli e favori che avvelenano il clima.

                              1. martello carlo scrive:

                                @ Simone 28 maggio 2021 alle 13:34

                                L’IMPRESSIONE CHE HAI TU E’ IMPRESSIONANTE.
                                Insomma tu ritieni che le uniche persone oneste siano in MAGISTRATURA….
                                AH, AH, AH….. e tanta e tale è questa tua convinzione che ” se si potessero bloccare ( i politici- ndr ) per ragioni profonde anche al di là dei limiti consentiti dalla legge, ne resterebbero meno ancora………………
                                Annamo bbene…. e io che pensavo che chi sceglie un mestiere come quello di magistrato e quindi di giudice avesse un istinto tendente al dittatoriale e di superiorità generalmente malaticcia.
                                Penso che, come per gli psichiatri e gli psicologi, i magistrati dovrebbero sottoporsi periodicamente loro stessi ad una seduta psichiatrica, tanto e tale è il loro potere, soprattutto quando si costituiscono in bande.
                                GIACOBINO: pensa alla fine che ha fatto ROBESPIERRE… e a quella di DAVIGO….

                                • Simone scrive:

                                  No, ho detto che gli italiani con la legalità hanno poco a che fare. E che ciò si rispecchia logicamente in ogni settore di potere. Mi sembra molto differente. Non provare a speculare su ciò che scrivo, te l’ho già detto. E non mi piace ripetermi. Grazie.

                                  • martello carlo scrive:

                                    Non è la prima volta che pensi una cosa e ne scrivi un’altra. Si sta parlando di magistratura e da quanto scrivi gli imputati sembrano e sono i politici, mentre la magistratura a fatica la tacci di scarsa indipendenza. L’essere indipendenti non significa essere onesti, ma se lo fossero (indipendenti), loro sì che potrebbero sistemare le cose…….
                                    Indipendenti di sinistra o destra?
                                    L’ordinamento giudiziario a te non interessa e dal rullaggio, qui, spicchi il volo verso la solita isola che non c’è perché qui gli italiani si meritano ciò che hanno essendo amorali e quindi ti senti stretto in una morsa….
                                    Annamo ancora meijo……. PREGO SOR PAGANINI.

                                    • Simone scrive:

                                      Oh signor.., indipendenti da altri poteri e liberi di muoversi coerentemente e secondo la costituzione. Io che poi non ho particolare stima per questo tipo di democrazia, chiaro che andrei pure al di là delle leggi vigenti per sistemare le cose. Ma questo conta zero e me ne rendo conto. Gli italiani però sono un popolo onesto… evidentemente frequento da sempre brutti ambienti. Sarò sfortunato io e fortunato te (anche se ovviamente non lo penso proprio), che vuoi che ti dica? Il mio pensiero mi pare chiaro: siamo moralmente irrecuperabili, e qualsiasi cosa si farà in questo senso sarà un buco nell’acqua o un peggioramento della situazione. E ho paura perché come ben sai raramente mi sbaglio.

                                      • Simone scrive:

                                        La magistratura, come concetto teorico (non i magistrati, che ne sono lovvio braccio e in quanto individui vi si può trovare di tutto, quindi anche i corrotti o gli incapaci, proprio la magistratura), ha il compito in ogni Paese democratico di punire secondo la costituzione vigente chi viola la legge. E per farlo in modo indipendente deve essere staccata dagli altri poteri, altrimenti il conflitto d’interessi (con relativi risultati) sarebbe evidente prima ancora che incostituzionale. Il potere politico ha il compito di mantenere per la magistratura questo principio. Ma essendo un gioco di potere, per altro ghiotto, ed essendo in generale la nostra classe politica di livello infimo e come una buona parte degli italiani corrotta nell’animo, prima ancora che nella pratica, la tentazione di portarla a sé esiste. Qualsiasi azione atta, da qualsiasi parte provenga il tentativo, a cambiare il principio sopra espresso, come qualsiasi tentativo di limitarne le possibilità di ricerca, è un atto eversivo. Punto.
                                        P. S. Io il magistrato non lo farei mai come lavoro. In qualsiasi Paese. In Italia, tra i Paesi europei detti democratici, deve essere ancora più pesante data la mentalità storica ed attuale che ci contraddistingue a tutti i livelli.

                                      • martello carlo scrive:

                                        Vedi, si parla molto in questo periodo di “calare a terra” i progetti; io penso che calare a terra gli ideali si possa, non è un arrendersi è un accontentarsi del limite accettabile
                                        L’uomo indipendente non lo avremo mai e la costituzione non è altro che una canovaccio: la consulta altrimenti non avrebbe ragione di esistere, quindi ci dovremo accontentare di organizzare le cose in modo che l’uomo abbia meno occasioni possibili per sbagliare ( volutamente o no ).
                                        La magistratura in Italia ha un potere illimitato ed incontrollato; ha fatto e continua a fare danni incalcolabili, impunemente ed è il problema principale del Paese.
                                        Urge “calare a terra” una riforma radicale che parta dagli errori che ormai sono emersi in modo esplosivo, e non poteva essere altrimenti, AMARA o meno: si può fare, e molto, per renderla più giusta e meno manipolabile.
                                        Non ci vorrebbe poi molto, mi sembra che molte idee siano trasversali e logiche, ma ci vuole la consapevolezza e la volontà di tutti , senza voli pindarici: C’EST LA VIE……….

                                1. Mario56 scrive:

                                  Stasera ho ascoltato a Piazza Pulita l’intervista all’avvocato Amara, quello della pseudo loggia Ungheria.
                                  Mieli in particolare lo ha incalzato e costui, in evidente stato di vergognoso imbarazzo , si è dimostrato per intero quello che è:
                                  UN FALSARIO AL SOLDO DELLE DESTRE!

                                  Bugiardo, bugiardo, falso!
                                  E il CSM dovrebbe perdere tempo a difendersi da questo bugiardo, calunniatore, creatore di bufale?
                                  Un delinquente che dovrebbe tornare in galera da dove viene. Contraddizioni a rotta di collo, balbettava, mi vergognavo di ascoltarlo.

                                  • martello carlo scrive:

                                    Come sei sempliciotto:: AMARA al soldo delle destre, poveracce, come se esistessero interessi economici o geopolitici di destra da difendere, dal momento che la destra è la sinistra.
                                    Povere vittime discriminate, siete più lagnosi di LUXURIA, nonostante dal 1990 abbiate soccorso rosso che fa e disfa, governi compresi e dal presidente della repubblica al vicepresidente del CSM siano tutti della cosiddetta sinistra.
                                    Capisco che tu difenda il MEDIEVO in campo giudiziario: di favori ne avete avuti a iosa ed anche apertamente, con dichiarazioni pubbliche con cui cert magistrati si sono arrogati il diritto di influenzare le scelte di governo ed i governi, ma sostenere che il CSM debba perdere tempo solo per inciuci, invece di ristrutturare una situazione di strapotere vergognoso, irresponsabile e orientato politicamente, è da MAFIOSI.
                                    AMARA, può essere ciò che tu dici, anche perché è delle tue parti, ma questo non cambia la situazione: il CSM e la magistratura, com’è gestita attualmente fa schifo. Se a te piace, fai schifo pure tu.

                                    • Mario56 scrive:

                                      Mettiamola giù meglio:
                                      Amara sta facendo gli interessi delle destre che vogliono cambiare la magistratura PER SOTTOMETTERLA AL POTERE ESECUTIVO…
                                      dal momento che sono convinti di vincere le elezioni ed andare al governo.

                                      • martello carlo scrive:

                                        Mettiamola giù per terra e ricostruiamola. Questo va fatto perché probabilmente hai ragione tu: AMARA è una vipera, ma nel covo ci sguazza…….
                                        Io voglio una giustizia cui venga tolta ogni discrezionalità e si attenga alle leggi giuste o sbagliate che siano: ai politici questo compito: per far questo BISOGNA RIPRISTINARE L’IMMUNITA’ che è la base di ogni democrazia.
                                        Se così fosse stato, oggi chi ha falsificato il bilancio per entrare nell’EURO, sarebbe ancora dietro le sbarre.

                                      • Gatón scrive:

                                        Mettiamola giù meglio ancora.
                                        Il pd sta governando da oltre vent’anni senza che nessuno l’abbia votato, e tutto questo grazie alla magistratura.

                                        • Mario56 scrive:

                                          Ancora con sta solfa?
                                          Pensavo che solo Wallace potesse arrivare a queste idiozie.
                                          Il PD governa in coalizioni, come aveva fatto Berlusconi, Salvini, Bossi, Fini.
                                          Quindi se ci sono i numeri in parlamento, Gaton contento o no, si governa.
                                          Nel 2018 Salvini con il 17% andò a fare il ministro degli interni.
                                          La ( burina) nei vari governi Berlusconi aveva fatto il ministro della gioventù ( cioè niente ) con neanche il 10% dei voti.
                                          Gaton, te la cavi meglio con gli aeroplanini!

                                        • Simone scrive:

                                          L’impressione che ho io è che se la magistratura indipendente potesse fare il suo lavoro al meglio a 360 gradi, dei politici italiani attuali non ne resterebbero tantissimi in circolazione. E se si potessero bloccare per ragioni profonde anche al di là dei limiti consentiti dalla legge, ne resterebbero meno ancora. A destra e a sinistra. Ma poi se parli con la gente comune, capisci che se facessimo sparire la classe politica dirigente attuale, verrebbe sostituita con individui altrettanto amorali. Ecco perché l’italiano medio si merita tutto quello che accade. Girano le balle, e parecchio, a chi viene pet forza di cose preso dentro questa morsa frustrante pur non ritenendosi tale.

                                  1. Silvestro scrive:

                                    GATON (26 maggio 2021 alle 10:56)

                                    Sull’onda di questi ragionamenti allora sarebbe il caso di chiedersi perché – Valdis Dombrovskis vice presidente della commissione europea – dovrebbe consentire che l’Europa intera si faccia garante di un debito di 200 mld al Paese Italia che da 20 anni, nonostante assicurazioni e garanzie aumenta
                                    continuamente il proprio debito senza affrontarne le cause.

                                    Un ricatto?, immigrati in cambio del prestito?, non sarebbe una novità.
                                    Nessuno mai porrà il problema in termini cosi espliciti; ma la politica, ovunque, è proprio questa: metti sul tavolo i tuoi argomenti più convincenti, spesso tra loro scollegati, e cerchi di trarne i maggiori vantaggi con qualche compromesso.

                                    Non vedo forti argomenti a nostro favore soprattutto in questo periodo.

                                    • martello carlo scrive:

                                      Questa è la politica dei lecca lecca, com’sempre stata quella di chi da sinistra non ha mai avuto la forza popolare per governare ed ha sempre trovato qualche “aiutino da fuori: ora la CCCP, ora la UE ( leggi GERMANIA ), e questa politica si è esplicata con la privatizzazione del patrimonio pubblico italiano.
                                      La storia del BRITANNIA ancorato a S. Giorgio la conoscono tutti, magari vorrei sent5ire la tua versione.
                                      A me risulta difficile immaginare che voi siate così masochisti per piacere ( qualche dubbio mi viene con la legge ZAN ); penso invece che vi siano delle gran porcate dietro commesso ai tempi di MANI PULITE, sepolte per anni e anni, a causa dell’epoca del TERRORE, che stanno venendo fuori un po’ alla volta.
                                      La scelta di entrare svenati in europa, mentendo e falsificando i bilanci, l’avete fatta voi della sinistra: dall’europa non abbiamo avuto alcuno stimolo a sanare la situazione, cosa che probabilmente avremmo fatto, come la GB, senza entrare nell’EUR che è stata la nostra morte ed il surplus commerciale tedesco uno scandalo continuo: Nel 2019 la Germania ha registrato il maggiore surplus commerciale del mondo per il 4° anno consecutivo ( IFO, esportazioni superiori di 293 miliardi di dollari alle importazioni.).
                                      L’accordo sui migranti è frutto di questo ricatto, ma penso che in voi sinistri ci sia una componente DICOTOMICA: servilismo e schiavismo.
                                      SERVILISMO COI POTENTI E SCHIAVISMO CON I DEBOLI ( i migranti ) PER FATICARE IL MENO POSSIBILE.
                                      I VENETI LI CONSIDEREREI NELLA SECONDA CATEGORIA, CIOE’ GLI SCHIAVETTI DEL MERIDIONE. MARIO DRAGHI, figlio di un PADOVANO, ha la mentalità e la cultura giusta per capire come stanno le cose in italia ed in europa: sono certo che rimedierà a questa situazione garibaldina.

                                    • Gatón scrive:

                                      Ho fatto rilevare a qualcuno l’incoerenza di chi plaude la Germania per la sua selezjone dei migranti da integrare pur sostenendo che l’Italia deve accogliere tutti.
                                      Poiché l’argomento è insostenibile è arrivato soccorso rosso a rivoltare la frittata, con argomenti altrettanto insostenibili.
                                      CHI ha governato in questi ultimi vent’anni ?
                                      Forse Berlusconi e Salvini ?

                                      • Silvestro scrive:

                                        Ho già postato a suo tempo l’andamento del debito in questi 20 anni, la crisi del 2011 etc.
                                        Ma il punto non è questo. E’ il tuo modo di ragionare col paraocchi che non funziona.
                                        A Dombrovskis & co. non gliene frega niente di chi ha governato in questi 20 anni. Quello che conta è che l’Italia oggi ha 2500 mld di debito che non c’entra con gli immigrati ma che nella discussione politica pesa eccome perché riguardano la credibilità del Paese. Berlusconi, Bossi e Salvini hanno contribuito anche loro all’incremento del debito; vai vedere i numeri.

                                        Quando hai puntualmente risposto su chi ha governato e per quanto tempo, hai risolto qualcosa?
                                        E’ forse una giustificazione per Draghi (che comunque non la pensa come te) dire “ma io non c’ero è colpa di altri”; abbiamo già visto cosa succede quando qualcuno pretende di alzare la voce, battere i pugni e rovesciare i tavoli.
                                        Quando andiamo a parlare con la commissione europea, sui migranti pensi che non ci sarà qualcuno che faccia pesare l’impegno finanziario che sostengono per aiutarci a salvare il culo?

                                        Cerca di essere serio.

                                        • martello carlo scrive:

                                          Ma non fare lo schiavista gnorri: in sostanza il sud è come quello di VIA COL VENTO, solo che al posto dei campi di cotone avete i campi di pomodoro.
                                          Quando Il ministro per le Infrastrutture Giovannini dichiarato che per i migranti i porti debbano sempre rimanere aperti e ORLANDO ( ma chi ha lo stomaco di votarlo! ) sollecita le ONG ad andare a Palermo, SALVINI viene rinviato a processo, secondo te riprovano con la Spagna dei carri armati?
                                          Finché ci sono le nostre pie donne insoddisfatte da tipi come te li vanno ad abbracciare appena sbarcano, figurati se se ne stanno a casa loro o vanno da un’altra parte: il campo qui è libero, specie con i maschietti propensi a cambiare GENDER. :-(
                                          :-D :-D

                                        • Gatón scrive:

                                          Io sono serio.
                                          Non i tuoi ragionamenti.
                                          D’accordo che non cambierebbe niente, ma potresti almeno ammettere che le responsabilità dell’odierna situazione sono proporzionate agli anni di governo.
                                          No, è colpa di Berlusconi, Bossi e Salvini…

                                          • Mario56 scrive:

                                            Mi pare che sia Silvestro che il sottoscritto abbiamo più volte scritto che il debito è avvenuto con TUTTI I GOVERNI… come pure le migrazioni…
                                            qualcuno ha tentato di metterci rimedio, ma è diventato il governo LACRIME E SANGUE
                                            o il governo fantoccio della UE , dei POTERI FORTI, DELLA MERKEL, DI MACRON …
                                            qualcuno diceva che AVREBBE BATTUTO I PUGNI SUL TAVOLO, CHE BISOGNA USCIRE DALLA UE, CHE SI DEVE PAGARE TUTTO COL RISPARMIO DEGLI ITALIANI e non farci aiutare perché poi ci colonializzano,
                                            ma siamo ancora qui col debito sempre più alto …

                                      • Mario56 scrive:

                                        Anche e soprattutto Berlusconi, Bossi, Salvini.
                                        Quanti migranti sono arrivati con loro?
                                        Sono arrivati anche con gli ALTRI …
                                        … ma Berlusconi, Bossi, Salvini ne hanno fatti arrivare una caterva ma davano da bere ai gonzi che li respingevano.

                                    1. marco.com scrive:

                                      L’Opinione del 26/5 e Rosso e il Nero del 27/5

                                      Nell’Opinione di ieri, Zwriner attaccava giornalisti e pm per le condanne mediatiche per la tragedia del Mottarone e dell’imprenditore ligure.

                                      Nel Rosso e il Nero di oggi, Zwirner si chiede del Cermìs.

                                      Allucinante esempio di grande giornalismo

                                      1. Mario56 scrive:

                                        https://torino.repubblica.it/cronaca/2021/05/26/news/funivia_del_mottarone_regione_e_comune_di_stresa_si_rimbalzano_la_proprieta_-302802015/

                                        Ma di chi è questa funivia?
                                        Del comune di Stresa o della regione Piemonte?
                                        Chi ci guadagnava alla fine?
                                        Sicuramente quelli che hanno manomesso il freno, esempio del popolo del nord produttivo contro i fancazzisti terroni che vivono del reddito di cittadinanza offerto loro dal governo Salvini Conte Di Maio.
                                        Perché manomettere se non per guadagnare soldi dalle corse.?
                                        Ora nessuno riconosce più la proprietà di quest’opera.
                                        Vergognoso rimbalzo tra regione Piemonte e comune di Stresa.
                                        Un bel biglietto da visita per i turisti!

                                        • martello carlo scrive:

                                          Per fortuna che la funivia non è in Lombardia, altrimenti avresti chiesto le dimissioni di FONTANA e della giunta regionale.
                                          TU CONTINUI A NON CAPIRE: il nord deve CORRERE per mantenere i fancazzisti del sud a reddito di cittadinanza, pensioni di invalidità fasulle, imboscati negli enti pubblici: questa cordone ombelicale va tagliato, così per sopravvivere anche al sud saranno costretti, magari a costruirsi le loro funivbie dove ci sono solo ASINI e muli.
                                          DIMMI 10 funivie funzionanti i calabria, sicilia, campania e puglia e ti darò in premio il CAFONE D’ORO.
                                          Che poi i responsabili di una tragedia del genere debbano essere condannati con INFAMIA, è del tutto DOVEROSO.
                                          All’origine di tutto nessuno può negare che il disfacimento morale ( che per me si nota anche nei cosiddetti diritti civili ) è gigantesco e che in campo economico e sociale sia MAFIOSO e la MAFIA che ha precise origini culturali e geografiche: LE TUE.
                                          BRIGANTAGGIO

                                          • Mario56 scrive:

                                            Il nord deve correre …
                                            quindi se il profitto cala TOGLIAMO I FRENI!
                                            ORA È CHIARO CHE PER UN PAIO DI ANNI MOLTISSIMI TURISTI
                                            NON ANDRANNO PIÙ IN FUNIVIA.O
                                            PROBABILMENTE ANDRANNO IN QUELLE PIÙ SICURE DELLA SVIZZERA.?

                                        • Gatón scrive:

                                          …per favore, non scrivere puttanate.
                                          E cerca di essere coerente.
                                          Se in tema di immigrazione ti va bene la politica della Germania, tanto che tu la citi quale esempio, perché noi dovremmo accogliere chiunque nel nome di una solidarietà scaricata esclusivamente sulle nostre spalle da Matrigna Europa ?

                                          • Mario56 scrive:

                                            IL FRENO BLOCCATO PER NON PERDERE TURISTI.
                                            È quello che ha detto uno dei titolari della funivia di Stresa.
                                            Allucinante!

                                          • Mario56 scrive:

                                            Nessuno ha detto che bisogna accogliere tutti. Questo lo pensi tu.
                                            Ma se qualcuno viene salvato dal mare, e non ho detto che lo vogliamo , cosa fai?
                                            Meloni: prendiamoli a cannonate
                                            Salvini: chiudiamo il mare
                                            Tu li ricacci in acqua ad annegare?
                                            Nel concreto?

                                        1. Mario56 scrive:

                                          “Sul tema dell’immigrazione il nostro atteggiamento deve essere efficace ma soprattutto umano”. Così il premier Mario Draghi al termine del Consiglio europeo a Bruxelles. Per il presidente del Consiglio “le immagini di quei bambini sono inaccettabili”. Il riferimento è alle foto diffuse da Open Arms dalla spiaggia di Zuwara, in Libia. “I primi passi sembrano dimostrare una certa consapevolezza che occorra una risposta solidale non indifferente. Per ora sappiamo che saremo da soli fino al prossimo consiglio europeo. Sta a tutti noi prepararlo bene”.
                                          Come si legge, approccio UMANITARIO
                                          CIOÈ NON SI SPARANO CANNONATE COME VUOLE LA MELONI…
                                          E NON SI INVOCA L’ESERCITO COME HA FATTO LA SPAGNA E VORREBBE LA LEGA E BOCCALONI VARI!

                                          • martello carlo scrive:

                                            Dobbiamo fare come gli inglesi a DUNQUERQUE: mobilitare tute la navi, le imbarcazioni civili e militari e fare la spola con la LIBIA e come KENNEDY con il ponte aereo per BERLINO: li vogliamo tutti qui, non possiamo discriminare tra fortunati che arrivano e sfortunati che restano in quella landa desolata africana.
                                            Son quasi tutti giovani, sostituti naturali dei giovani italiani che non trovano lavoro e si devono accontentare del reddito di cittadinanza. Letta, l’eroe dell’inclusione deve essere stato ispirato da loro quando ha pensato ai 1000 €. Che lungimiranza: non possono arrivare qui e trovarsi senza una dote.
                                            Questi sono il futuro della nostra ( si può ancora dire? ) società: ben accolti dagli abbracci e baci dalle nostre pie donne: ci penseranno loro a far riesplodere la natalità.
                                            Un modello per l’umanità: un paese islamico con la legge ZAN ben radicata nel paese. :-D :-D :-D
                                            Che ne diresti poi se per risolvere la crisi dei palestinesi, accogliessimo pure loro e lasciassimo tutto agli israeliani; MARCO .COM dice che hanno fatto del deserto un giardino…. magari li potremmo aiutare a insediarsi in LIBIA, in CIAD , in MAURITANIA, in NIGER……

                                            • Mario56 scrive:

                                              “Atteggiamento efficace , ma SOPRATTUTTO, UMANITARIO”.
                                              Che poi tu veda le nostre chiese affollate, invece che dei GATONI VENETI, da pericolosi islamisti, palestinesi imbottiti di bombe, gay, trans, drogati, debosciati da reddito di cittadinanza ,
                                              questo fa parte della vostra stupida propaganda. Una miniera di voti, specialmente nel Veneto arretrato e bacchettone.
                                              Quote, corridoi umanitari, serve gente che lavora e che risollevi il pil, come sta facendo la Germania.
                                              Casomai nella Libia libera metterei dentro tutti i leghisti a purgare un po’ come le lumache, prima di bollirle.

                                              • Gatón scrive:

                                                …non nominare il nome do Gatón invano…

                                                • Mario56 scrive:

                                                  Non voleva essere offensivo, ma ESEMPIO di appartenenza orgogliosa al Veneto.
                                                  Dovremmo anche cominciare a vedere nei migranti delle opportunità e non un peso.
                                                  La Germania ad esempio seleziona i Siriani, perché sono persone miti, che si integrano bene e molti di loro sono laureati.

                                          1. Silvestro scrive:

                                            Il contrasto all’informazione sgradita, le balle che vengono raccontate sulla mancata celebrazione della strage di Capaci, sono la prosecuzione sotto altre spoglie della grande polemica sulle esternazioni di Fedez. La libertà di espressione sta cosi a cuore alla destra che pur di contrastare il ddl Zan chiede la censura del cantante che contrasta la censura.
                                            Ed è cosi vero che la RAI i cui vertici sono l’espressione del Conte uno, ha addirittura deciso di querelare Fedez in sede penale «in relazione all’illecita diffusione dei contenuti dell’audio e alla diffamazione aggravata in danno della società e di una sua dipendente» avvenuti in occasione del concerto del Primo Maggio.
                                            Il pratica, non si tratta di insulti o di linguaggio oltraggioso; non si tratta di falsità, ma di citazioni ampiamente note (quelle si oltraggiose nei confronti dei gay), di personaggi pubblici indicati con tanto di nome e cognome.
                                            Infatti il rapper è stato denunciato per il reato di “diffamazione e danni d’immagine”.
                                            La Lega ovviamente approva.

                                            • martello carlo scrive:

                                              Definire demenziale un intervento come questo è un eufemismo: ma chi se ne frega dei tatuaggi di….come si chiama…ah…. FEDEZ, mica siamo influenzati, né DROGATI.
                                              Parlare di questa nullità significa procrastinare la sua misera esistenza di qualche mese.
                                              Quindi di censurare un povero speculatore della dabbenaggine di gente che, giovane, ha bisogno della dote LETTA, non ci interessa un bel niente, ci interessa di non essere imbavagliati da gente al di fuori della norma.

                                              • Silvestro scrive:

                                                Rivoltare-la-frittata non serve e non cambia la realtà dei fatti.
                                                LA DENUNCIA PENALE DI FEDEZ NON E’ DELLA SINISTRA è dei dirigenti RAI, quelli nominati dal Conte uno che avrebbero dovuto garantire trasparenza e libertà di espressione, in un carrozzone dominato dai partiti.
                                                E Fedez è stato querelato proprio perché non voleva essere imbavagliato da quella che tu definisci “gente normale”.

                                            1. marco.com scrive:

                                              patrimoniale or not patrimoniale, eredità e/o grandi patrimoni
                                              aspettiamo la meloni premier

                                              penso:
                                              - non può essere una patrimoniale per distribuire a pioggia, tanto per distribuire. Questa è brutta sinistra. Vecchia sinistra
                                              - non bisogna ascoltare gli Zwirner che da sempre dicono di lasciar liberi di fare gli avidi, la legge della giungla non può proseguire all’infinito, pena la fine anticipata del pianeta

                                              occorre rifondare il partito socialista

                                              1. Silvestro scrive:

                                                Le prime pagine sono di ieri, non di oggi e quindi è particolarmente difficile trovare gli argomenti .

                                                https://www.repubblica.it/politica/2021/05/23/news/il_monito_di_mattarella_fare_luce_sugli_scandali_della_giustizia-302353513/

                                                • Silvestro scrive:

                                                  https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/23/strage-di-capaci-il-presidente-della-repubblica-mattarella-o-si-sta-contro-la-mafia-o-si-e-complici-non-ci-sono-alternative/6207099/

                                                  Si può chiamare ignoranza, malafede, superficialità, o peggio.
                                                  Ma cosi, come su molti altri argomenti c’è chi ci crede; ed è questo l’aspetto più inquietante.

                                                  • martello carlo scrive:

                                                    MALAFEDE, è senza dubbio malafede la tua che neghi l’evidenza dei fatti e l’inconfutabilità di ciò che ho detto: io ho parlato di PRIME PAGINE DEI GIORNALI che sono quelli che fanno l’opinione pubblica, non di 4 righe on line di repubblica.it gratis ed il resto a pagamento, in cui non si dice un bel nulla: “Sul caso Amara e su tutte le altre polemiche che di recente hanno minato la credibilità della magistratura il Quirinale auspica inchieste sollecite che fughino dubbi e ombre. Gli strumenti per ridare prestigio all’ordine giudiziario SONO NELLA LEGGE (?), è il senso del discorso letto da Sergio Mattarella in occasione del ventinovesimo anniversario della morte di Giovanni Falcone e degli uomini della scorta.”
                                                    MATTARELLA, in realtà, ha detto che la magistratura è allo sfascio e che bisogna fare al più presto LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA: non mi sembra che sia quello che dall’etere propugna REPUBBLICA.
                                                    Il “FATTO QUOTIDIANO ti fa leggere tutto l’articolo ( sempre dall’etere ), si dilunga anche troppo: troppe parole e niente fatti, SOLO POLVERE SOTTO IL TAPPETO.
                                                    QUI, LO VOLETE CAPIRE O NO CHE LA MAGISTRATURA VA RIFORMATA IN PROFONDITA’, CIOE’ RIVOLTATA COME UN CALZINO?
                                                    Purtroppo ha ragione SALVINI: un partito che è andato al potere e ci è rimasto per meriti ” ALTRI ” non potrà mai contribuire ad una giusta riforma.

                                                    • Silvestro scrive:

                                                      Si lo so, La tua informazione libera vorrebbe che si scrivesse quello che vuoi tu e come lo vuoi tu.
                                                      Ma non è cosi, purtroppo per te.

                                                      • martello carlo scrive:

                                                        No, non è certamente così per me e il CDX, ma LO E’CERTAMENTE PER TE E I TUOI GOVERNI DI SINISTRA che governano, e moolto male frustati dalla MERKEL da decenni.
                                                        A proposito di MERKEL: è un pezzo che voglio parlare dello scandalo vaccini: campagna diffamatoria vs. ASTRAZENECA e pro BIONTECH conclusosi con un contratto voluto dalla GERMANIA per 1,8 MLD di dosi PFIZER ( ca 40 MLD di EURO ) e, forse con la morte del vaccino italiano ( tra parentesi, dov’è finito il ns. vaccino che dura 17 anni?).

                                                    • Mario56 scrive:

                                                      Ma @ martello
                                                      ho come un vago sentore che tutta questa cagnara sulla magistratura viene fatta perché avete Berlusconi e molti esponenti della destra, condannati o che stanno per esserlo. E ne avete mooooooltiiiiii!

                                                  • Mario56 scrive:

                                                    Martello
                                                    Lo fa esclusivamente in mala fede, essendo lui un militare delle destre più estreme.
                                                    Sarebbe più grave se lo facesse per ignoranza, un giornalistone, one, one
                                                    quale è, o è stato.

                                                    • martello carlo scrive:

                                                      Tu sottovaluti gli intellettuali di destra perché sono MODESTI ( nel senso che non si danno arie ).
                                                      Non ti sei ancora reso conto con chi hai a che fare….

                                                1. martello carlo scrive:

                                                  PRIME PAGINE DI OGGI: gli unici giornali che NON hanno riportato il messaggio di MATTARELLA in occasione del ricordo di FALCONE che denuncia l’attuale sfascio della MAGISTRATURA e la necessità di una sua PROFONDA RIFORMA, indovinate chi sono:
                                                  REPUBBLICA e IL FATTO QUOTIDIANO, cioè i due quotidiani che meglio rappresentano il PD e i VAFFANCULISTI.
                                                  Arrivare a concludere che tali partiti siano stati i maggiori beneficiari di questa giustizia malata è AUTOMATICO.
                                                  Per fortuna che DRAGHI c’è e considera LETTA per quello che è: uno scolaretto dispettoso, mentre per GIUSEPPI le cose non vanno proprio bene, non solo perché ha perso TRUMP, ma anche perché gli si sono prosciugate le fonti, avendo perso la delega ai servizi e pure TRAVAGLIO è in difficoltà, forse per il pensionamento di DAVIGO….

                                                  Comunque sarà dura: l’apparato è riuscito a far fuori BERLUSCONI e finché l’informazione è okkupata da cotanti editori ( basti pensare il boicottaggio del libro della MELONI ) e cotante collusioni, non è detto che il paese riesca a superare il semestre bianco e l’elezione del PDR con le riforme in tasca: di DRAGHI ce n’è uno solo e MATTARELLA ha parlato troppo tardi. Come ho detto mesi addietro, ci vorrebbe , nonostante SALVINI pensi l’esatto contrario, un prolungamento del mandato del Capo dello Stato fino alla fine della legislatura con DRAGHI al governo fino al 2023 e poi al Quirinale.
                                                  I segnali di oggi della stampa che conta ( e questo la dice tutta sulla maturità degli italiani ) sono preoccupanti.
                                                  Sapete cosa diceva di TRAVAGLIO Indro MONTANELLI?
                                                  «È un Grande Inquisitore, da far impallidire Vyšinskij, il bieco strumento delle purghe di Stalin. Non uccide nessuno. Col coltello. Usa un’arma molto più raffinata e non perseguibile penalmente: l’archivio. Immaginate il dossier che un simile segugio può aver compilato su Berlusconi, che a pranzo ha completamente dimenticato ciò che ha detto a colazione».
                                                  BRRRRR.

                                                  1. Simone scrive:

                                                    La premessa doverosa è che la situazione delle casse dello Stato deve fare molto schifo. E con la nuova montagna di prestiti che stanno arrivando tenderà a peggiorare. Ma era solo questione di tempo. Prima o poi doveva capitare. Accumula accumula accumula, prima o poi il conto si presenta. Bello tra l’altro c’è in una situazione del genere, anche il nostro Paese abbia seguito la tendenza globale globalista che vede aumentare alcuni patrimoni e diminuirne altrettanto considerevolmente altri. Col consenso (e la spinta) della politica tutta, “sinistra” compresa.
                                                    La situazione mi pare tipica da pre guerra. E i vizi consolidati fanno e faranno sì che piuttosto di rimediare per quanto possibile si fini di salvaguardare lo stato sociale, si arriverà probabilmente al conflitto, per di più mascherato da termini e ragionamenti orwelliani.
                                                    Se le tasse avessero un senso che fa rima con sociale, ovvio che in una situazione del genere andrebbero tassati maggiormente i grandi patrimoni. Ma andrebbero pure prese le varie multinazionali e fatte assoggettare a tale principio (da Amazon a tutte le altre), andrebbe fatto un controllo a tappeto il più pragmatico possibile (esempio, le prostituite hanno un giro d’affari enorme, e contribuiscono zero in questi termini – e dato che il fenomeno non mi pare sia stato cancellato, se ne prenda atto e si agisca di conseguenza), per non parlare della solita evasione fiscale (specie di grandi gruppi), diretta e indiretta e del sommerso portato e sviluppato dalle varie mafie che hanno preso possesso anche di una fetta non irrilevante del nord). Eccetera eccetera eccetera. Parole al vento ovviamente.

                                                    • martello carlo scrive:

                                                      “La situazione mi pare tipica da pre guerra. E i vizi consolidati fanno e faranno sì che piuttosto di rimediare per quanto possibile si fini di salvaguardare lo stato sociale, si arriverà probabilmente al conflitto, per di più mascherato da termini e ragionamenti orwelliani”.
                                                      Credo proprio che tu abbia ragione: ti ricordi nei vecchi film del far west il 7° cavalleria assediato nel fortino , dopo aver ricacciato i pelllerossa tutto il giorno, al calar della notte c’era l’esperto cacciatore di pellicce e di “indiani” che avvisava: ” questo silenzio è molto sospetto ” e poco dopo si trovavano ondate di assalitori all’interno del forte?
                                                      La mia sensazione è proprio questa: spot inclusivi dappertutto, neri ad ogni tavolo, alla guida solo donne, solo vocine di donne e bambine stridule ma tranquillizzanti, cipria, rimmel Armani dappertutto, zinne abissali e gommoni a profusione libertà sessuale alla ZAN e poi LETTA che assicura una dote per i giovani…..
                                                      In realtà la libertà ce la stanno felicemente levando: netiquette sui social, lessico riformato, storia, tradizioni e cultura revisionate dai meccanici del politicamente STANCANTE, ponti dappertutto, banlieu intasate, mascherine a gogo protettrici dalle migliaia di varianti programmate per tutto l’anno, alla cinese……
                                                      Quanto alla libertà di andare a puttane, quella ce l’anno tolta da un pezzo, anche se sempre di utero in affitto trattasi, ma senza dote per i giovani…. come per “la solita evasione fiscale (specie di grandi gruppi), diretta e indiretta e del sommerso portato e sviluppato dalle varie mafie”
                                                      Questo sillogismo da te non me lo sarei aspettato…. ma in fondo, sì, ci speravo, visto che sei ancora uno che ragiona con la propria testa oltre gli schemi e le IPOCRISIE della politica un tanto al chilo tipico del PD in generale ma specie di quello di zucchina ( scusami quest’ultima digressione di smaccata partigianeria politica, ma mi è venuta in mente la ancor più partigiana difesa di SANCHEZ con le giustificazioni più incredibili all’intervento dell’esercito, senza chiedersi che caxxo ci fa ancora la SPAGNA IN AFRICA….
                                                      FUORI DALLE PAXXE

                                                    1. martello carlo scrive:

                                                      ZWIRNER ha AMMUTOLITO solo voi sinistri che eravate già ammutolitì di vostro: è difficile passare dal fondo di ZINGARETTI a qualcosa di più basso: ENRICO dei LETTA ha ereditato il peggio.
                                                      Non deve essere facile nemmeno per i masochisti votanti della pseudo sinistra, sopportare tutte le umiliazioni del PD ad opera di sbandati dell’ideologia del VAFFA venditori di reddito di cittadinanza (che viene elargito persino a migranti non residenti in Italia da anni) e propugna di aumentare ancora le tasse per buttarle come dice la CORTE DEI CONTI di ARCURI & C. ( si parla di 1,24 MLD !!!!! ).
                                                      L’ultima è farsi designare alla corsa al CAMPIDOGLIO per bruciarlo sul rogo del più demenziale dei compromessi il povero GUALTIERI scelto dall’AVVOCATO DEL POPOLO per far vincere la regina delle buche, proclamandone la MORTE e l’UMILIAZIONE POLITICA. Non stiamo parlando di PINCO PALLINO, bensì dell’ex MINISTRO DELL’ ECONOMIA E FINANZE che ha guidato la politica economica del Paese nel precedente governo: in quale considerazione ci potrà tenere l’Europa e il mondo intero di fronte a tanto degrado servile dell’ex PCI?
                                                      MA IL PD DI LETTA C’E’ O CI FA?….. Il DDL ZAN VA APPROVATO COSI’ COM’E?…. MA PENSI A RIAPRIRE LE CASE CHIUSE PIUTTOSTO: QUELLO SI’ CHE FRUTTEREBBE UNA BELLA DOTE PER I GIOVANI…..

                                                      • Mario56 scrive:

                                                        Ma hai parlato della iniziativa di Letta?
                                                        O fai come Zwirner che la cita nel titolo e poi nello svolgimento del suo post si scopre solo che ha un rancore col PD e basta.

                                                      • Mario56 scrive:

                                                        Una breve nota.
                                                        VA SEMPRE RICORDATO A MARTELLO 2018
                                                        CHE IL REDDITO DI CITTADINANZA È STATO UNO DEI PROVVEDIMENTI DEL COSIDDETTO GOVERNO DEL CAMBIAMENTO…
                                                        … Votato esclusivamente da LEGA SALVINI PREMIER e M5S , E MAI DA PD E SINISTRE!
                                                        L’arrivo in politica di Conte AVVOCATO DEL POPOLO è stata una scelta sempre di quella disastrosa esperienza politica che fu il peggior governo che l’Italia abbia mai avuto , sempre la sinistra era COMPLETAMENTE CONTRO QUEL GOVERNO POPULISTA, SOVRANISTA!

                                                        • martello carlo scrive:

                                                          C’è da dire che mai la LEGA è stata lo ZERBINO dei vaffanculisti come lo è il PD e comunque quella riforma, come quella sulla prescrizione erano vincolate, la prima a favorire l’occupazione e non al fancazzismo, la seconda ad una seria riforma della giustizia. Quanto a CONTE, l’ha deciso MATTARELLA.
                                                          C’è da dire che lasciare in mano ai terroni misure come quelle non si poteva avere altra conclusione specie con un ribaltamento voluto da GRILLO con il CONTE 2 ( oggi qualcuna abbina quella sciagurata decisione ai fatti di GRILLO JUNIOR )….. ma tant’è. La domanda oggi è: può una zucchina bruciare la politica economica UE sul rogo dall’avvocato del popolo?
                                                          Povero GUALTIERI, mi sembra il GREGANTI di mani pulite….
                                                          EPPOI, diciamolo,ormai siamo stufi dell’abbinata delle quote rosa con le quote giovani: LETTA, sei arrivato con questi gadget che già ne abbiamo piene le scatole, come dell’LGBT…..Q: è ora di un progressismo vero: RIAPRIAMO LE CASE CHIUSE. :-)

                                                          • Mario56 scrive:

                                                            Ahaaaahhh!
                                                            Fai ridere.
                                                            Conte l’avrebbe voluto Mattarella!
                                                            Ma va là, Conte l’avete preso voi leghisti con i grulli.
                                                            Ma ora te ne vergogni.

                                                      1. Silvestro scrive:

                                                        Lo straordinario acume giornalistico di ZWIRNER ha ammutolito l’intero blog.
                                                        Fa il grande scoop e si accorge della SVOLTA DI ENRICO LETTA al punto da farci addirittura un topic mentre non si è accorto della grande svolta di Salvini che da EUROSCETTICO, NOEURO, con una clamorosa inversione di marcia si ritrova a supportare Draghi, l’emblema dell’Europa e della moneta unica, e ad accettare i soldi di Ursula von der Leyen che non voleva e non ha votato.

                                                        L’iniziativa delle tassazione sui capitali ereditari, rientra nelle proposte generiche buttate li senza nemmeno avere l’idea di quali risultati potrebbe dare e come applicarla. Un po’ come quota 100, e flat tax applicate invece con grande risonanza che, viceversa, sappiamo bene quanto ci è costata ma che ha dato risultati deludenti rispetto a quanto annunciato, ed è insostenibile nel tempo e quindi stroncata in due parole da Draghi.

                                                        Per concludere le illuminanti riflessioni sulla condizione femminile, si potrebbe citare Lucia Bergonzoni, candidata perdente in Emilia Romagna anche se sostenuta da una forte presenza di Salvini. Perché non è stata nominata capo gruppo del Senato per la Lega. Perché non era colpa sua, perché il problema femminile non è una priorità della Lega oppure perché a Salvini le donne interessano solo quando sono in orizzontale.

                                                      Lascia un Commento

                                                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                      Accetto i termini sulla privacy

                                                      *