30
giu 2021
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 98 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.657

SOCCORSO ALPINO PER I 5 STELLE

 

Dubito possa esserci un futuro, non dico radioso ma nemmeno confortante, per i 5 stelle: Perché l’errore fatale al movimento è stato compiuto e non è rimediabile, né da Grillo né da Conte; L’errore irrimediabile fu di entrare nel sistema.

Mi pare innegabile che l’enorme popolarità raggiunta era legata al famoso vaffa di Beppe Grillo: mandiamoli tutti a casa questi politici corrotti, il sistema va rivoluzionato partendo dall’uno vale uno…

Dopo il grande successo alle politiche cosa decide Grillo? Non più di rivoluzionare il sistema ma di entrarci così com’è; di mettere i 5 Stelle al governo del Paese: che così emerge nella prassi l’assurdità dell’uno vale uno, l’assenza di professionalità politica: emblematico di caso di Toninelli ministro…

Inoltre il vastissimo consenso del movimento dipendeva dal fatto che aveva raccolto voti a destra e a manca. E alla fine Grillo decide di schierarlo solo a manca, cioè con un’alleanza stabile col Pd. Chiaro che tanti elettori pentastellati non hanno condiviso la scelta. Prima entrare nel sistema, poi schierarsi a sinistra, risultato: inevitabile crollo dei consensi.

Non sto a discutere la competenza o meno di Giuseppe Conte; ma l’incompetenza politica ed elettorale di Beppe Grillo, nella successiva gestione del movimento da lui fondato, mi sembra evidente.

Grillo ha portato il movimento 5 Stelle nel precipizio. E ora per salvarlo non credo che basti tornare con Casaleggio né far votare gli iscritti. Forse nemmeno il Soccorso alpino riuscirebbe nell’impresa…

1.657 VISUALIZZAZIONI

98 risposte a “SOCCORSO ALPINO PER I 5 STELLE”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    @Simone 9 luglio 2021 alle 01:41

    CINE, tutto CINE si usava dire un tempo quando qualcosa veniva ingigantita rispetto alla realtà ed alla sua importanza valoriale. Per dirla in altre parole siamo plagiati nei costumi e nei comportamenti dallo STAR SYSTEM HOLLYWOODIANO che non è certamente un ambiente in cui prevalgano i bisogni reali della gente e la normalità sessuale, abbondantemente avvolta da fumi di tutti i tipi.
    Il protagonismo LGBTQ è certamente influenzato da questa razza SETTARIA miliardaria, da cui è nato un movimento come #METOO che ha prodotto una reazione mondiale a catena di dimensioni nucleari, il tutto su comportamenti poco, diciamo, corretti di corruttori ricattatori e di profittatrici carrieriste (poco) pentite a volte ricattatrici pure loro.
    Devo comunque darti ragione, non quando, nemmeno molto velatamente, mi accusi di scarsa empatia, di cui dispongo in misura forse superiore alla tua, visto che sono maggiormente attento di te verso classi più bisognose e meno lobbystiche, ma quando dici che mettere in piedi una nuova legge ( come non ve ne fossero già troppe ) per proteggere dall’umiliazione una non ben determinata categoria di persone è talmente ovvia da essere RIDICOLA ( DRAMMATICAMENTE RIDICOLA.) ….. I GAY come gli EBREI, gli zingari e i testimoni di Geova.
    C’è un grosso potere dietro che gonfia l’affare: la PEDOFILIA.
    INSOMMA, LI VOGLIAMO LASCIAR CRESCERE TRANQUILLI I BAMBINI O DOBBIAMO SPORCARLI CON LE NOSTRE IDEE DA GRANDI PIU’ O MENO A POSTO CON LA TESTA? LI VOGLIAMOLASCIAR MATURARE CON IL LORO PISELLINO E LA LORO FESSURINA O LI VOGLIAMO INDIRIZZARE VERSO CIO’ DI CUI CERTI ADULTI SENTONO UN DISPERATO; INCONFESSABILE BISOGNO, MAGARI IMBOTTENDOLI DI ESTROGENI?
    VOGLIAMO ESSERE GIUDICATI NEI TRIBUNALI PER LOTTARE CONTRO UNA SOCIETA IN PROSPETTIVA COSI’ DEPRAVATA?
    Che gli LGBT facciano quello che vogliono, a me non me ne frega un bel CAXXO come dice FELTRI, che vengano pure protetti poverini, ma consentire loro di legiferare a livello educativo e contro visioni contrarie alla loro a discrezione dei tribunali, questo proprio NO.

    • Simone scrive:

      Tra l’altro i gay, così come i sinti, i rom e i testimoni di Geova, furono anch’essi colpiti dal regime nazista e non solo. Il fatto che tra di loro ci furono meno vittime (comunque qualche centinaio di migliaio per categoria) fu per il semplice fatto che, non proviamo a fare finta di non capire, gli omosessuali non dichiarati erano (e sono, seppur in misura minore ora) la stragrande maggioranza rispetto a quelli dichiarati, a differenza degli ebrei per esempio. E Ovviamente i non dichiarati dovevano fare delle vite di merda. Ma dubito che ora siano così felici (come è ovvio che le mancate denunce sono molto ma molto superiori alle denunce). Se vogliamo essere intellettualmente onesti.

      • martello carlo scrive:

        Non è che gli ebrei dichiarassero di esserlo.
        Comunque vedo che ostinatamente ti stai arrampicando sugli specchi: il mio concetto era facilmente comprensibile: si trattava di eccidi/genocidi.
        Non mi sembra il caso degli LGBTQRS: hanno sempre la possibilità di andare a piangere dalla mammina anche se non passa la ZAN.

        • Simone scrive:

          Continui a far finta di non capire: i gay erano dichiarati “subumani”, e quelli che venivano scoperti venivano uccisi o gli veniva fatta passare una vita d’inferno (a meno che non fossero dei privilegiati di Hitler..). I gay non dichiarati erano la maggioranza. Non è un concetto difficile da capire. Diciamo che non lo accetti e facciamo prima, no?

          • Simone scrive:

            Che ha legge sia inutile, come già detto, sono sostanzialmente d’accordo, ma se è vero come tu stesso hai ammesso, leggendo l’intervento chiarificatore di Silvestro rivolto a Gaton, secondo cui l’aggravante è per gli uni e non per gli altri… la copre per l’appunto senza l’aggravante. Quindi per me o l’aggravante si estende a tutti o la si toglie a tutti. Oppure si fa un bel interventino sul concetto di legittima difesa. Anche se capisco sarebbe molto pericolosa perché potrebbe innescare delle spirali degne di un Far West. Una volta, in giovanissima età, assistii ad un fatto: un ragazzo un po’ più grande di me che si sapeva essere omosessuale, subì delle umiliazioni davvero intollerabili da parte di un gruppo di ragazzi (che conoscevo perché giocavano a calcio con me): uno lo prese da dietro e un altro tirò fuori il pisello per provocarlo e appunto umiliarlo. Non racconterò cosa feci io poi in sua difesa ma questo per dire che certi comportamenti esistono e credo che gridino vendetta per qualsiasi essere umano degno di tale nome.

          • martello carlo scrive:

            Forse hai perso il filo logico del discorso, che ho cominciato chiarendo che la legge Mancino è stata concepita per prevenire rigurgiti fascisti , nazisti, razzisti in generale che hanno provocato la SHOA e tutto il resto, compresi GAY, quindi a voler guardare bene la MANCINO copre anche questa frangia della popolazione, smentendo la vulgata comune dei ZANNIANI.
            ERGO LA LEGGE DI CUI PARLIAMO è COMPLETAMENTE INUTILE e PERICOLOSA perché COME ABBIAMO GIA’ DETTO IDEOLOGICA..

    • Simone scrive:

      Un conto è fare propaganda, un altro è fare informazione. La pedofilia in tutto questo non c’entra nulla, non diciamo fesserie. È del tutto evidente. Quello che semmai mi dà fastidio è l’esibizionismo. Da qualunque parte provenga. Qualunque.
      E sì, sono stra convinto che il piacere dell’umiliazione e della provocazione sia un elemento fondamentale per certi tipi di persone. Fosse per me lascerei libere reazioni (da lì Tex Willer) da parte dei soggetti umiliati. Ma la legge non lo permette…

      • martello carlo scrive:

        Propaganda, informazione, umiliazione, umiliatori sadici, protagonismo: chi, cosa, come’.
        Possibile che da progressisti emancipati, parliate ancora questo linguaggio crittografato alla democristiana per cui ti comprendi solo con SILVESTRO?
        Non concedi alla controparte nemmeno la possibilità, equivocando, di difendersi.
        Nella sostanza, continuo a vedere in te generalizzazioni delle tue esperienze personali: empatico, sensibile, permaloso, ma anche un po’ megalomane, il che ti porta spesso fuori strada.

      • Silvestro scrive:

        L’umiliazione del prossimo è certamente l’elemento più appariscente della discussione; ma è il caso di chiedersi se questa sia effetto o causa di una intolleranza culturale e storica per ogni diversità sociale che inevitabilmente si riflette sui loro diritti.
        L’esibizionismo potrebbe essere anche la richiesta di quella visibilità che altri vorrebbero circoscrivere.

        • martello carlo scrive:

          ” L’umiliazione del prossimo è certamente l’elemento più appariscente della discussione “.
          ?????????????

        • Simone scrive:

          Forse. Ma secondo me è un’azione di pura superficialità che, a sua volta in quanto provocazione, stimola in determinati soggetti l’effetto opposto alla reazione che teoricamente loro stessi dovrebbero auspicare.

    1. Silvestro scrive:

      GATON (9 luglio 2021 alle 09:39)

      CODICE PENALE – ART.604 ter. CIRCOSTANZA AGGRAVANTE
      Per i reati punibili con pena diversa da quella dell’ergastolo commessi per finalità di discriminazione o di odio etnico, nazionale, razziale o religioso, ovvero al fine di agevolare l’attività di organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi che hanno tra i loro scopi le medesime finalità la pena è aumentata fino alla metà.

      Sottolineo innanzitutto reati punibili per DISCRIMINAZIONE O DI ODIO ETNICO, NAZIONALE, RAZZIALE O RELIGIOSO, escluse quindi motivazioni di ordine transessale, gay o gender.

      Alla tua domanda risponderei si; non è mai successo con un ebreo ma con gli islamici si

      https://www.ilgiornale.it/news/roma/accoltell-crocifisso-condannato-odio-religioso-1808313.html

      citerei anche LUCA TRAINI, che a Macerata nel 2018 sparò a caso ad una comunità di neri ferendone sei. E’ stato condannato a 12 anni con l’aggravante dell’odio razziale. Se anziché agli immigrati avesse sparato ad una comunità di gay e trans, si sarebbe risparmiato qualche anno di galera.

      In pratica sarebbe molto più grave sparare a degli immigrati irregolari piuttosto che a dei cittadini italiani gay o trans.

      1. marco.com scrive:

        caro Simone, è proprio quello che tu hai indicato il vero punto di partenza: ci sono delle persone che non vogliono sentirsi umiliati. Da una parte c’è una sensibilità di persone che capiscono questo desiderio e dall’altra parte persone che non capiscono o fanno finta di non capire o addirittura si arrogano il diritto divino di umiliare o addirittura esercitare la violenza.
        Perchè sono depravati, sono malati, sono contro natura ecc. ecc. E poi parlano di diritti costituzionali e non capiscono, o non vogliono capire, il vero tema.

        1. Gatón scrive:

          La legge Zan è ridondante.
          I diritti civili sono già ampiamente garantiti e le discriminazioni rigorosamente sanzionate dalle leggi esistenti.
          A questo punto ci si deve chiedere perché si voglia una nuova legge, apparentemente non necessaria.
          La risposta per me è chiara, si vuole lasciare a qualcuno la possibilità di censurare e punire l’espressione di idee non gradite alla comunità lgbt, pur se non discriminatorie o lesive di diritti.

          • marco.com scrive:

            Come fai a dire queste cose e considerarti un galantuomo ?
            Io non ho letto il ddl Zan. Tu l’hai letto ?
            Quali sono i diritti civili richiesti dal ddl Zan che non sono già previsti dalle leggi attuali ?
            Non credo che sarai in grado di rispondere.
            Si parla di altro perchè si pensa ad altro.
            Il problema chiave – secondo me – che vuole indirizzare il ddl Zan è la lotta contro chi vuol trattare gli omosex, transgender ecc, come esseri che non dovrebbero esistere perchè anormali, innaturali.

            Invece, quello che non va – veramente -nel ddl Zan, per conto mio, è il tema del gender, magari Silvestro ce lo potrà spiegare.
            Semplicemente, per me, se una persona ha il pisello si definisce “maschio”, se la persona ha la fessurina, si definisce “femmina”. Poi una persona che nasce “maschio” e vuol farsi chiamare Annalisa anzichè Gianfranco, è un altro paio di maniche.
            Pretendere che io dica che Annalisa è femmina anche se nelle mutande ha il pisello, questo per me non va bene.
            Ma, pur non avendo esperienze dirette, ma solo per letture sui testi scientifici, ho appreso che ci sono forme border line fra pisello e fessurina. Sono casi estremi e non riguardano il problema che il ddl Zan vuole indirizzare.
            Sempre i testi scientifici, ci dicono che in tutte le nostre cellule portiamo il marchio “maschio” (cromosomi xy) e “femmina” (cromosomi xx). Ma la scienza ci dice anche che esistono altre forme di cromosomi, come xxy.

            Qui è scienza. Quando invece si vogliono usare termini come “naturale”, “normale”, qui si sconfina nella intolleranza e violenza, tipica della dx

            • martello carlo scrive:

              MIRACOLO, hai capito quello che non va e la sua inconfessabile strumentalità.

            • Gatón scrive:

              Guarda che ho scritto che i diritti civili giustamente rivendicati dalla legge Zan sono già garantiti dalle leggi oggi in vigore.
              Leggi più attentamente e rifletti prima di scrivere cose assurde.

              • Silvestro scrive:

                Per capire l’obiettivo della legge ZAN ti faccio due esempi pratici:

                Esempio uno: Se per strada incrocio un uomo con la kippah lo meno di brutto urlando “ebreo di merda”, e con un coltello gli incido sulla schiena una svastica, oltre ai reati di violenza già previsti dal codice, incorro nell’aggravante di pena prevista dalla legge Mancino (violenza per motivi religiosi).

                Esempio due: Se per per strada vedo un ragazzo gay lo meno di brutto urlando “brutto colattone meriti di morire” e gli infilo un bastone nel culo, incorro nei medesimi reati precedenti ma senza subire alcuna aggravante.

                Ergo: Oggi, per lo Stato italiano, il pestaggio di un gay è molto meno grave del pestaggio di un ebreo.
                La legge Zan vuole colmare questa lacuna.

                • Gatón scrive:

                  …e se uno con la kippah mi aggredisce gridando “cristiano di merda” e mi incide una stella sulla schiena, si applica l’aggravante ?

                • Simone scrive:

                  La limitazione della libertà starebbe nel proibire il fatto che alla gente non venga permesso, aggiungendo l’aggravante, di essere umiliata? Da anarchico la reputo una cosa talmente ovvia che farci una legge mi fa ridere. Poi però pensando alla realtà (al di là dei racconti che ho sentito da persone che conosco, ricordo un paio di fatti a cui ho assistito in prima persona che mi hanno fatto letteralmente schifo, oltre che mosso una certa rabbia, forse perché ho ancora la capacità di empatizzare con chi mi sta davanti), mi viene proprio il sospetto che ci siano categorie di persone che non trovano uno scopo o un certo gusto perverso nella vita se togli loro la possibilità di umiliare il prossimo.
                  P.S. Tex Willer è il mio fumetto preferito.

                • martello carlo scrive:

                  Mi sembra giusto: la Mancino è rivolta ad evitare il ripetersi delle tragedie che hanno colpito l’umanità a causa NAZISMO e FASCISMO che trovano la loro fonte nel razzismo e nella religione.
                  Fare una legge similare per i ” DIVERSI SESSUALI ” significa innalzarli all’altezza della SHOA e questo è semplicemente RIDICOLO, per non dire OFFENSIVO almeno per un paese come l’Italia dove i GAY PRIDE ormai sono più frequenti delle manifestazioni per il mantenimento del posto di lavoro.
                  ZAN, invece di far passare per martiri i gay italiani, che sono ben lungi dall’esserlo, farebbe meglio ad andare in ARABIA SAUDITA dove sono tuttora lapidati.
                  Ma questo non è il vero problema. il problema sta nella limitazione della libertà, per cui già ora è proibito parlare di recchioni e di finocchi e nel voler sostituire il SESSO con il GENDER, il GENERE, cioè eliminare per legge membri e vagine per dare libero sfogo ai complessi da lettino di psicanalista ( nella maggioranza dei casi )… e non solo, ma si vuole portare tale disagio ed il contagio nelle scuole dell’infanzia: roba da SESSANTOTTO dove il massimo della libertà sessuale si traduceva nell’amore di gruppo praticato nelle comuni..
                  A proposito, i cosiddetti BALLETTI VERDI sono leciti o vietati?
                  Non mi ci raccapezzo più, quello che so per certo è che i soli casini aperti sono quelli cinesi.

              • Mario56 scrive:

                Quali sarebbero le leggi ora già in vigore che coprirebbero le leggi del ddl Zan?

                • Simone scrive:

                  Bene. Fermo restando che io sono dell’idea che queste faccende non si risolveranno mai con delle leggi (che al limite possono tentare, spesso invano, di indirizzare ma non hanno mai il potere di educare davvero), queste norme costituzionali hanno di fatto impedito il fatto che queste persone vengano in una certa percentuale provocate e umiliate a tal punto da ostacolargli una normale vita sociale?

                • Gatón scrive:

                  La Costiutuzione in materia di diritti.
                  La Lege Mancino in materia di discriminazione.
                  Aggiungiamoci pure la Legge Cirinnà in materia di unioni…

          1. Mario56 scrive:

            Coronavirus
            Da tre giorni i contagi tornano a salire e rapidamente. La variante delta presente ormai in tutta Europa era inevitabile che non arrivasse anche in Italia, ed in particolare nella provincia di Verona, dove solo oggi abbiamo avuto il 60% di tutti i postivi del Veneto.
            Arriverà Zaia a chiudere Verona in zona rossa?
            Fatto sta che la nostra provincia con altre cinque è sorvegliato speciale del ISS e del CTS.
            Simone dice che ne vedremo di belle a settembre. Secondo me ne vedremo di belle prima di agosto.
            Ora sono …azzi amari per i 2 milioni e mezzo di ultra sessantenni non ancora vaccinati.
            …azzi veramente amari.

            1. marco.com scrive:

              vedo e constato che con gaton è impossibile stare sul sentiero di discorsi seri e si arrocca dietro l’ideologia
              la differenza fra legge Mancino e legge Zan è chiara ed evidente, ma su questo terreno il gatto NON vuole o NON sa scendere
              cvd

              oggi una signora ha chiamato a il Rosso e il Nero, dicendo “gli omosessuali pensano solo al sesso” e un altro signore (signore?) ha detto che il ddl Zan non è igienico. Questo è il pensiero latente.

              Il signore (signore ?) è evidentemente il simbolo della dx intollerante, che c’è , eccome se c’è.
              La signora invece, ha detto una cosa da sviluppare.

              Perchè è vero che in un rapporto etero ci può essere una finalità procreativa che va oltre al puro sesso. In un rapporto omo (ma anche in un rapporto orale, anche in un rapporto anale etero) questa cosa non c’è.

              E non è una differenza marginale. Voglio dire, la questione è ineludibile ed è da qui che parte il meccanismo ideologico. Che poi due persone , adulte e consenzienti pensino solo al sesso, che male non fanno a nessuno, cosa dovrebbe importare alla signora ? Forse è invidia (questa sì, la chiamerei invidia….)

              Da qui a non voler ammettere quello che ha detto Silvestro con il suo esempio, corre tutta la differenza fra chi è tollerante è chi no, alla faccia dei galantuomini

              • Gatón scrive:

                I discorsi seri è impossibile farli con chi, come te, prende fischi per fiaschi.
                Silvestro ha spiegato che la discriminazione sulla base dell’orientamento erotico non è fa parte della legge Mancino, per cui è doveroso integrarla.
                Ero convinto che fosse già compresa.

              1. Gatón scrive:

                Mario56, non ho avuto riscontro sulle mie indicazioni circa medici e personale scolastico no-vax.
                Suppongo tu sia soddisfatto.

                • Mario56 scrive:

                  Non mi era partito il post …
                  … brevemente
                  la regione che ha il più alto tasso di no vax tra medici, infermieri e ultra sessantenni…
                  … è
                  NON LA EMILIA-ROMAGNA
                  MA IL FRIULI VENEZIA GIULIA COL 11,9% presidente Fedriga LEGA PER SALVINI
                  Comunque anche se fossero tutti in Emilia Romagna sarebbero tutti lego fascisti . Ci sono anche la purtroppo le mele marce da gettare nei letamai.

                  • Gatón scrive:

                    …non rivoltare la frittata quando ti fa comodo, si parlava di personale sanitario e addetti alla scuola.
                    Le fonti citate mi pare che non siano fascioleghiste.
                    Se ti fa comodo aggiungere gli ultrasessantenni per ottenere il risultato voluto sei tu che masturbi i dati.
                    A proposito, la Legge Zan te lo permetterebbe ?

                  • martello carlo scrive:

                    Comincio a credere che ci vorrebbe una legge per proteggere anche i quadrupedi….
                    Stamattina su OMNIBUS ho sentito la…. come si chiama … la QUATTRO PAXXE …. QUARTA PELLE… insomma , una cosa del genere, che pontificava contro ORBAN, delle giuste sanzioni UE, il RF e finocchiate simili, concludendo che c’era un pericolo in UNGHERIA.
                    Mi pare che i KOMUNISTI italiani dicessero le stesse cose per far entrare i carrarmati rossi nel ’56…
                    Chiamavate PROGRESSO anche quello, o sbaglio?

                1. martello carlo scrive:

                  ….. Però,, pensandoci un po’, non mi dispiacerebbe passare gli ultimi anni da donna…. anche perché probabilmente allungherei la mia esistenza di qualche annetto, eppoi con la ZAN finalmente potremmo definire il SESSO DEGLI ANGELI

                  1. marco.com scrive:

                    mi è capitato al coffee-time di vedere un pezzetto di Il rosso nero
                    si parlava di DDL Zan e tutti erano d’accordo nel dire che il tema è divisivo perchè ideologico

                    Ideologico perchè ? (p.s. auguri al grosso gatto, padre nobile del blog, si può dire ?

                    • Gatón scrive:

                      Ho gia riferito che mio nonno materno è caduto sull’Isonzo e le sue spoglie sono tumulate nel sacrario di Oslavia.
                      Quanto al nonno di cui porto il cognome era bracciante agricolo alla Bertacchina, e diceva che l’uomo più furbo è il galantuomo.
                      Questa la mia nobiltà, di cui vado orgoglioso.
                      Grazie per gli auguri.

                      • marco.com scrive:

                        purtroppo “galantuomo” è un termine soggettivo
                        sfido chiunque, a parte qualche caso raro conclamato, a dichiararsi “non galantuomo”
                        inoltre è nota la capacità umana di auto-convincimento e di auto-assoluzione

                        torno alla domanda, cosa c’è di ideologico nel dibattito sul ddl Zan e perchè riesce a radicalizzare le posizioni classiche destra-sinistra ? Non mi piacciono le spiegazioni di Silvestro, mi sembrano limitate alle apparenze dei giochini politici.

                        Di sicuro è ideologica la posizione della Chiesa: il sesso è lecito nell’ambito di un progetto procreativo. Gli atti omosex, forzatamente fuori da un progetto procreativo, sono peccati mortali e quindi non possono essere accettati. Questa è la posizione di fondo, non la paura della perdita di libertà. Il vescovo di Verona, Zenti, è arrivato a dire che il ddl Zan introduce limitazioni della libertà come la Gestapo. Ha citato proprio la Gestapo. Si può arrivare ad una mistificazione così grave, così odiosa se non per il motivo che ho indicato?
                        Perchè la dx accarezza queste posizioni ? Quanta ipocrisia c’è dietro alle posizioni della dx?

                        Qui, non stiamo parlando di economia, dove la verità è impossibile da trovare. Stiamo parlando di etica del rispetto umano.

                        • Gatón scrive:

                          In contrapposizione a “furbo” il significato di galantuomo è univoco.

                        • martello carlo scrive:

                          La posizione di SILVESTRO rispecchia esattamente la realtà, anche se alla fine difende l’art. 4 di cui probabilmente non ci capisce nulla pure lui ed è talmente vago da porci il cappio al collo della interpretazioni dei TRIBUNALI.
                          Qui non si tratta di essere omofobi o contro forme strane di sessualità: questa è la solita strumentalizzazione bolscevica per arrivare allo scopo travestito da ideologia per ottenere il superamento di barriere inconfessabili tutt’ora in pieno delirio da ” ETICA DEL RISPETTO UMANO ” che è soggettiva come l’etica del galantuomo.
                          Cose inconfessabili, ma perfettamente accettate da altre religioni cui ho accennato nel mio intervento, sul quale è calato dal suo buco il solito silenzio aracnideo dell’anacoreta del blog che ho interpretato ( pro domo mea ) come, sotto sotto, ” chi tace acconsente “.
                          Non è l’unico silenzio cui ci ha abituato questo progressismo straccione che critica ORBAN, ma tollera, anzi gli è molto vicino il pensiero islamico, mentre si tira in ballo da provinciali la CHIESA ( cattolica ) ideologica, quando persino FRANCESCO, a proposito di GAY ha affermato ” chi sono io per giudicare “.
                          Mistificazione da bugiardi spudorati che l’ accettazione esclusiva del sesso procreativo da parte della Chiesa abbia origini esclusivamente ideologiche, essendo comune a tutte le società progredite ancora in possesso di un minimo di capacità razionali….. ma il MARCO COMMERCIALE è già avanti pensando alle provette e tutta l’amore tecnologicamente assistito….
                          A proposito della religione cattolica voglio aggiungere una mia personalissima considerazione: se per certi versi è così restrittiva nei confronti del sesso e di certe deviazione è perché conosce benissimo ed è severa con se stessa le motivazioni che spingono le persone a intraprendere la strada religiosa, strada che spesso non riescono a seguire fino in fondo, come si evince da tutti gli scandali e i processi che le riguardano.
                          Ecco i più fanatici sostenitori della ZAN, con questi scandali hanno molto in comune….
                          Io non sono omofobo, anche se non nego il fastidio per certi orientamenti, ma uomini e donne, maschi e femmine ESISTONO; non sarà certo l’esempio di LUXXURIA ad invogliare la gente a cambiare AUTONOMAMENTE opinione, quindi la legge ZAN deve passare così com’è: INDOTTRINAMENTO FIN DALLA PIU TENERA ETA e TRIBUNALI PER CHI NON CI STA.

                        • Mario56 scrive:

                          Io penso @ Marco.com
                          che la destra, in Italia val la pena ricordare che abbiamo una destra di derivazione fascista, abbia sempre abbracciato i valori più retrivi della chiesa cattolica esclusivamente per accalappiare voti da un elettorato tradizionalista che è ancora maggioranza nel paese.
                          Quindi ideologia per fare contrapposizione politica per raschiare voti dal barile ex DC.
                          Che poi la destra sia VERAMENTE TRADIZIONALISTA dubito fortemente, basta vedere la vita sessuale DISSOLUTA DI SILVIO, E I NUMEROSI DIVORZI DI TANTI LORO LEADER.
                          per non parlare degli omosessuali che governano l’Ungheria che scappano coi piselli fuori rincorsosi dalla polizia belga ai festini gay in piena pandemia del marzo dell’anno scorso.

                    • Silvestro scrive:

                      A giudicare dalle dichiarazioni pubbliche sul ddl Zan la legge contro l’omofobia è diventata la prima priorità di tutti i partiti italiani. Ma molto difficilmente verrà approvata, perché quello che importa alle forze politiche in questa partita non è la migliore tutela possibile per i cittadini lgbt+, ma differenziarsi e posizionare le proprie bandierine all’interno di un’alleanza che li mette tutti variamente in difficoltà con i propri elettori di riferimento per la grande ammucchiata nel governo.

                      E’ meno imbarazzante sostenere che si tratta di un problema ideologico (liberamente interpretabile) anziché riconoscere che la legge rappresenta l’asticella di tolleranza dello Stato sulla diversità del mondo lgbt+.

                      L’omotransfobia non può mai essere usata per censurare «LA LIBERA ESPRESSIONE DI CONVINCIMENTI OD OPINIONI NONCHE’ CONDOTTE LEGITTIME RICONDUCIBILI AL PLURALISMO DELLE IDEE O ALLA LIBERTA’ DELLE SCELTE, PURCHE’ NON IDONEE A DETERMINARE IL CONCRETO PERICOLO DEL COMPIMENTO DI ATTI DISCRIMINATORI O VIOLENTI”. (ART.4)
                      Non credo sia necessario essere dei giuristi per capire che il testo, non offre spazi a molte interpretazioni.

                    • martello carlo scrive:

                      Ideologico in quanto appartenente ad un settore politico ( fuori di testa e fanatico in questo caso ) che pretende di imporre enormi idiozie agli altri senza mediazioni e perdendo di vista lo scopo ( la scusa originaria ) per cui il progetto è iniziato, con la pretesa elettoralistica di intestarsi l’eventuale approvazione della legge.
                      Per fare un esempio pratico la legge ORBAN che esclude la propaganda omo dalle scuole, specie quelle dell’infanzia, è fortemente ideologica e divisiva, ma in questo caso perfettamente giustificata dalla convinzione che il fine ultimo di chi spinge queste teorie fuori della norma sia arrivare alla legalizzazione della pedofilia.

                      PS: a CANNES è stata premiata alla carriera JODIE FOSTER, ” personalità unica fortemente impegnata su alcune delle principali questioni del nostro tempo “.

                    1. Silvestro scrive:

                      MARCO (8 luglio 2021 alle 09:27)
                      Qui non si parla di procreazione, o delle paure e ansie dei soggetti interessati; il ddl ZAN parla solo dei diritti individuali che lo Stato riconosce loro.

                      L’ARGOMENTO E’ ESCLUSIVAMENTE DI ORDINE POLITICO.

                      Anche il tentativo di associare il mondo lgtb alla pedofilia è una associazione meschina ed ignorante che non trova alcun fondamento medico-scientifico.
                      Anzi, dalle relazioni degli psichiatri emerge che “… il pedofilo è attratto da soggetti pre-puberi, che non hanno sviluppato la sessualità, e quindi la pedofilia è una perversione che prescinde assolutamente dall’orientamento sessuale” si sottolinea che «dei 10.000 pedofili accertati che ci sono in Italia, la maggior parte ha una vita “normale”, con famiglia, e mostrano tendenze eterosessuali. La pedofilia è una perversione psichiatrica che colpisce narcisisti e antisociali…”
                      La presa di posizione UE contro le recenti norme di ORBAN confermano il disegno esclusivamente politico. Ma proprio sulla legge ungherese si possono accertare le contraddizioni. Le limitazioni imposte nella diffusione di messaggi e filmati ritenuti ‘diseducativi’, si scontra nello stesso momento con la libertà di circolazione di immagini e informazioni che si trovano quotidianamente nei social e nei network.

                      A meno che, questo non rappresenti la leva per introdurre criteri di censura più significativi.

                      • marco.com scrive:

                        e io non sono d’accordo con te e penso proprio che il tema sia ideologico prima ancora che politico

                        e pensa che non sono d’accordo neppure con il ddl Zan, perchè la definzione di gender non mi torna

                        è ideologico perchè nessuno legge o cerca di capire il ddl Zan (basta ascoltare coloro che intervengono a il Rosso e il Nero). Per fartela breve, l’approccio della dx alla Orban sugli omosex (per non parlare dei gender) è uguale uguale a quella dell’islam. E qui aggiungo anche islam=chiesa cattolica

                        • Silvestro scrive:

                          E quale sarebbe la differenza tra un approccio politico ed uno ideologico.
                          Nella limitazione dei diritti degli interessati non vedo differenze.
                          Nella soluzione possibile probabilmente si. L’approccio politico guarda prevalentemente il consenso popolare, quello ideologico/religioso ha origine soprattutto culturali e quindi più difficili da modificare. Ma il consenso popolare è spesso condizionato dall’aspetto culturale.

                          Comunque le norme UE sui diritti individuali, sottoscritte da tutti i Paesi, hanno già superato questa distinzione. E la Von der Leyen mi sembra determinata nel pretenderne il rispetto.

                      1. Simone scrive:

                        Come ho già avuto modo di dire, Johnson mi pare il leader europeo peggiore, almeno per quanto riguarda la gestione della pandemia. All’inizio puntava alla suddetta immunità di gregge, avvisando la popolazione che doveva mettere in preventivo la perdita di molti cari. Poi quando ha rischiato in prima persona e il sistema sanitario è andato in seria difficoltà (cosa che avrebbe capito per tempo chiunque), ha fatto marcia indietro (almeno la tanto criticata Svezia è stata coerente) adeguando le misure a quelle del resto dei Paesi europei dell’area occidentale. Ora con l’aumento dei contagi dovuti per lo più alla variante Delta, fa saltare qualsiasi “regola protettivo-preventiva” perché i vaccini faranno il loro dovere. Ma il pescherò del rischio che con un numero considerevole di casi possa favorire, come sempre è successo ovunque, la nascita e il proliferassi di nuove varianti sempre più resistenti ai vaccini non lo sfiora nemmeno. E guarda caso, secondo gli ultimi studi la protezione con la doppia dose del vaccino Pfizer (tra i più efficaci al momento) cala dal 94 al 64%. Ne riparleremo dopò settembre…

                        1. RobyVR scrive:

                          Inutile aggiungere che ad oggi ci sarebbe uno stabile governo 5S e Lega se non fosse stato per il fallace calcolo salviniano.
                          Condivisibile la genesi del male, ovvero l’abbraccio mortale al sistema, ma io aggiungerei pure il vendersi quotidianamente allo scellerato governo Draghi. Tant’é… tutti voti che si sparpaglieranno nel consueto teatrino tragicomico della partitocrazia italiana.

                          • martello carlo scrive:

                            ROBY VR chi…. quel ROBY VR?

                            • RobyVR scrive:

                              In carne e tastiera.

                              • martello carlo scrive:

                                Cos’hai fatto, 2 anni sabbatici o sei andato in ritiro spirituale dopo il Papeete?
                                Ti sembra il modo di ripresentarti senza la benché minima scusa e un salutino??

                                • RobyVR scrive:

                                  Hai perfettamente ragione, come al solito, mi scuso. Ti trovo sempre impeccabilmente in forma. Come tutti gli altri protagonisti. Ognuno sempre arroccato sulle proprie posizioni come due, o forse tre?, anni fa. Anche Zwirner, uguale a 20 anni fa.

                            1. martello carlo scrive:

                              @ Mario56 6 luglio 2021 alle 19:17

                              ADESSO non esagerare: ” generano incertezza in una parte dei cittadini già sprovveduta culturalmente di suo.”
                              Chissà perché tra i no vax predominano tra PROFESSORI, MEDICI, INFERMIERI….. tutta gentaglia non elevata come te.
                              Quanto al “salvare l’umanità “, ti faccio presente che per ZAN essa NON ESISTE PIU’: chiamiamola GENDERICITA’, altrimenti la MURGIA, che è la sinistra descritta nel mio ultimo post personificata, si incazza.
                              RIAPRITE I CASINI

                              • Mario56 scrive:

                                Un recente sondaggio ha messo in evidenza che i no vax o comunque quelli che hanno una visione della scienza alla Vanna Marchi, creduloni ai tarocchi e alla magia …
                                … si trovano in preponderanza tra gli elettori della Lega e di fratelli d’Italia ( cioè i fascisti).
                                Ormai perfino Bassetti è scandalizzato da certa destra cialtrona sui vaccini.

                                • Gatón scrive:

                                  Anche gli insegnanti sono fascisti ?
                                  Eppure quanti di loro hanno rifiutato il vaccino…
                                  In ogni caso se, come tu sostieni, la destra strizza l’occhio ai no vax, la sinistra senza tanti sotterfugi sostiene da sempre spacciatori, delinquenti e devastatori da centri sociali.

                                  • Mario56 scrive:

                                    Io parlavo di sondaggi. Tu parli di impressioni.
                                    In % quanti insegnanti rifiutano il vaccino?
                                    Quanti medici e infermieri?

                                    Auguroni per la tua salute!
                                    Lunga vita a gaton!

                                    • Gatón scrive:

                                      Secondo quanto riportsto da il fatto quotidiano Figliuolo parla di 215 mila tra insegnanti ed operatori scolastici.
                                      Sappiamo bene che la categoria costituisce lo zoccolo duro dell’elettorato fascioleghista.

                                • martello carlo scrive:

                                  Scusa, vai a chiedere a BASSETTI se anche i trans e i gender al guado possono soffrire delle problematiche delle donne nel vaccinarsi?
                                  Quanto ai creduloni, la fiducia cieca nella scienza e negli scienziati è tipica dei creduloni e figlia dell’ignoranza, insomma dei pecoroni alla cinese: mascherine a vita.

                                  PS: ma BASSETTI ora è diventato comunista come la CARRA’?

                              1. Simone scrive:

                                L’errore più grande, il vero e principale peccato originale di Grillo è stato quello di pensare, illudersi ed illudere che i social network potessero elevare il livello intellettuale dei dibattiti. È ormai oggettivo che è vero l’esatto opposto. E gli effetti sono quelli di un’ulteriore accelerazione verso il nulla più devastante. Come si può notare continuamente. D’altronde è risaputo che ad ogni azione corrisponde una reazione. E a rimetterci prima o saranno gli stessi che ora spudoratamente ne giovano.

                                1. Mario56 scrive:

                                  https://www.larena.it/territori/citt%C3%A0/covid-aumento-anomalo-di-casi-in-12-province-d-italia-anche-verona-sorvegliata-speciale-1.8769309
                                  Imputati sembrano essere i tanti eventi che si stanno facendo a Verona: spettacoli in Arena con troppi spettatori, fiere, maratone, gare varie. Le altre città del Veneto non stanno avendo un incremento come nella nostra provincia.
                                  Occhio. Occhio!

                                  • martello carlo scrive:

                                    C’è la variante DELTA ( che a me piace chiamare INDIANA ) in circolazione, ma sembra che non debba allarmare più di tanto i vaccinati sopra i sessant’anni, né tanto meno i giovani per i quali cercherei in tutti i modi il contagio di massa, sfruttando l’immunizzazione da contagio innocuo per arrivare all’immunità di gregge, un po’ come qualcuno suggerisce di fare con coloro che sono già stati immunizzati avendo già contratto il virus e per i quali l’ulteriore vaccinazione costituirebbe un bombardamento eccessivo di anticorpi
                                    Il problema rimane i milioni di ultra sessantenni che non vogliono vaccinarsi, per i quali ormai è ora di usare sistemi più convincenti: il green passi per l’ospedale.

                                    • Mario56 scrive:

                                      Bene. Sono d’accordo.
                                      Comincio col dire che i più diffidenti verso il vaccino sono gli gli elettori della Lega e Fratelli d’Italia .
                                      Salvini, ad esempio, non solo non incita a vaccinarsi, anzi se ne guarda bene,
                                      MA LUI STESSO VA BLATERANDO ORGOGLIOSAMENTE DI NON ESSERE ANCORA VACCINATO ED È RETICENTE NEL COMUNICARE SE LO FARÀ.
                                      Cominciano da qui. Non facciamolo più entrare neanche per mangiare un panino in un bar se non ha il green pass.

                                      • martello carlo scrive:

                                        Se mi dovessero chiedere cosa penso dei sinistri/comunistoidi per prima cosa direi che è gente insoddisfatta, prima di tutto di se stessa, ossessionata e pertanto infelice.
                                        Possibile che ogni cosa la buttate in politica, possibile che il perfetto segretario del PD, sia ossessionato da SALVINI e rovini le sue giornate e le vostre svegliandosi col faccione di SALVINI davanti agli occhi?
                                        Possibile che sfruttiate persino la morte della CARRA’ per dire che lei sarebbe la prima promotrice di quello schifo di proposta di legge liberticida a nome ZAN?
                                        Da bravi beccamorti volete trascinare tutto e tutti in un bordello HOLLIVUDIANO che volete far scambiare per bisogno dell’umanità intera.
                                        Andate davanti ai cancelli delle fabbriche che stanno chiudendo a chiedere di quale gender vogliono essere……
                                        Posso dire che almeno la classe dirigente di oggi del la sinistra è contro natura, pensando a tutto fuorché ai bisogni della classe operaia?

                                        • Mario56 scrive:

                                          Non si tratta di buttarla sempre in politica, anche se tutto è politica.
                                          Si tratta di far notare che abbiamo due esponenti che accalappiano 4 elettori su 10, Salvini e Meloni che invece di remare per salvare l’umanità, come fanno tutti gli altri, stanno strizzando l’occhio ai no vax e comunque generano incertezza in una parte dei cittadini già sprovveduta culturalmente di suo.
                                          Converrai con me che un invito a vaccinarsi e dare l’esempio sarebbe assai opportuno, invece di perdere tempo a osteggiare il ddl Zan.

                                  • marco.com scrive:

                                    è la riconferma della conferma: a certa destra, che abbonda ,purtroppo, a Verona, interessa di più fare soldi invece che salvaguardare la salute.
                                    è la riconferma della conferma

                                    d’altra parte, c’è un’altra notizia che dice che i risparmi dei veneti sono aumentati e questo è molto significativo su quanto fossero elevati i profitti prima della pandemia

                                    • Gatón scrive:

                                      I miei risparmi sono aumentati perché con gli arresti domiciliari non riuscivo a spendere più di tanto.
                                      Noto comunque una certa invidia, sentimento tipico della sinistra.

                                      • Mario56 scrive:

                                        Non vedo e non sento alcuna INVIDIA sociale, Gaton.
                                        Questa probabilmente se lo pensi così intensamente, la provi solo tu!
                                        Comunque auguri per la salute!

                                        • marco.com scrive:

                                          Che c’entra l’invidia? Boh forse è un diversivo o uno strafalcione .
                                          L’osservazione riguarda che a risparmiare sia stato il vituperato ceto medio, quello del reddito fisso e garantito.
                                          Forse è avvenuta – semplicemente (e questa era il centro del discorso) – una redistribuzione provvida o improvvida del reddito.
                                          Vabbeh lasemo perdee

                                  1. martello carlo scrive:

                                    Ciao GATON, come ti va?

                                    • Mario56 scrive:

                                      Probabilmente sta bene perché già risponde al malcapitato Marco.com col dentino avvelenato di frustrazione destroide.
                                      Dovrebbe ringraziare i compagni medici ospedalieri sessantottini che gli hanno salvato la pellaccia.

                                      • Gatón scrive:

                                        Nessun sessantottino, i medici più o meno coetanei di mia figlia…
                                        Il dentino avvelenato è altrove.
                                        Se si parla di profitto non ci si può riferire a reddito fisso garantito, i due post di marco.com sono in palese contraddizione tra di loro.
                                        .
                                        Grazie Carolus Malleus, abbastanza bene. Si prosegue nel recovery plan.

                                    1. martello carlo scrive:

                                      1) Elezioni del Csm; 2) responsabilità diretta dei magistrati; 3) equa valutazione dei magistrati; 4) separazione delle carriere dei magistrati;5) limiti agli abusi della custodia cautelare; 6) abolizione del decreto Severino.

                                      E’ partita finalmente la volontà popolare per una vera, sana e non autoreferenziale riforma della giustizia.
                                      L’adesione sembra oceanica, il che mi sorprende per il tradizionale disinteresse della gente per questo argomento: spero sia l’effetto di una maggior presa di coscienza generale che così non si possa più andare avanti, essendo minate le regole fondamentali della democrazia.
                                      Finalmente i RADICALI si sono uniti alla LEGA per portare avanti riforme dei diritti civili PRIMARI, una ulteriore conferma delle giuste posizioni leghiste, non solo a questo riguardo, ma anche rispetto alla legge ZAN: sul loro sito si afferma che: ” Pur essendo convinti che la repressione sessuale si superi con la liberazione sessuale e non con la repressione penale o con una imposizione culturale di Stato… le ragioni della Santa Sede per chiedere il rispetto del Concordato sono pretestuose…..”
                                      E LETTA? E’ in retroguardia cercando di raccogliere cocci ( in magistratura ) come ha fatto conte 2 per sopravvivere: CHE LEADER!!!!

                                      • Mario56 scrive:

                                        Con la cosiddetta responsabilità civile del giudice, questo poi probabilmente, specialmente in accusati con forti disponibilità economiche o politiche, avrà molta cautela, per non dire paura ad agire, mentre perseguirà più facilmente il ladro di mele che non può permettersi avvocatoni che faranno le pulci al giudice.
                                        Quindi martello e Lega con quei rincoglioniti dei radical
                                        predicate una giustizia a senso unico: forte coi deboli e debole, fifona, coi ricchi che possono mettere alla gogna il giudice disponendo di soldi e avvocatoni che te la menano per cinquant’anni con laute parcelle.
                                        Quindi @martello
                                        devi continuare a vergognati e tanto anche!

                                        • martello carlo scrive:

                                          Il poliziotto che ha ferito l’esagitato col coltellaccio dovrà nominare e pagare in proprio un difensore, quindi figura responsabile di frante al querelante, mentre nel caso del magistrato il querelante deve agire contro lo Stato, il che non è propriamente la stessa cosa, come pure l’esito del processo.
                                          Alla fine per i magistrati sempre di giudizio autoreferenziale trattasi e can….
                                          Non è più sopportabile che a fronte di fallimenti processuali, tra i quali possiamo considerare anche la carcerazione preventiva ( le statistiche parlano di ca. 1500 provvedimenti/anno ingiustificati ) non vengano presi dal CSM, né dall’ANM adeguati provvedimenti.
                                          Il problema cui tu ti aggrappi con unghie e denti riguarda l’autoreferenzialità della magistratura che è difficile da risolvere, ma va risolto: la responsabilità personale è un primo passo, anche se non definitivo.
                                          La separazione delle carriere, la riforma del CSM, della sua elezione, della valutazione dei magistrati, il divieto di associazione di stampo politico e i punti referendari nel loro complesso renderanno l’attuale impunibiltà dei magistrati un po’ meno impunibile.
                                          I tuoi esempi del ladro di mele e del riccone con gli avvocatoni dimostra che sei alla frutta come difensore dei diritti civili in fatto di processi, mentre per quanto riguarda gli LGBT, devo ammetterlo, sembri molto più avanti: non sarai mica parte in causa per caso?
                                          Non ti rispondo ” vergognati tu ” nel malaugurato caso la legge ZAN venisse approvata così com’è e magari retroattiva. :-( :-(

                                      1. marco.com scrive:

                                        Canada: 50 gradi e 200 morti
                                        Cechia: grandinata di 50 cm di grandine sul terreno

                                        Chissà se anche zwirner ….

                                        • martello carlo scrive:

                                          GATON, MARCO.COM mi ricorda che ” the show must go on “, anche per non aver speso una parola per te…..
                                          Giustamente lui si preoccupa di ben altre grandezze che hanno a che fare con i destini dell’umanità come grandine e temperature anomale, tutta colpa di ZWIRNER.
                                          Per carità, tutte cose vitali per l’umanità, ma come sottolinea spesso SIMONE, non per il pianeta che se ne frega altamente, anzi mi sembra stia reagendo molto bene contro il peggior virus esistente in natura: l’uomo ( bianco naturalmente ).
                                          Di questo atteggiamento, cioè di sfruttare ogni occasione per tirare in ballo ZWIRNER ne ho piene le tasche in quanto svilisce nel pretesto una situazione anomala che può essere grave: citare l’attualità e chiudere in due righe il problema senza approfondirlo, citare coloro che non sono certi di teorie sul clima tutte da dimostrare come coloro che se ne fregano dell’ambiente è come dare dell’OMOFOBO a chi è critico sulla legge ZAN.
                                          In realtà etero, gay, lesbiche, trans e tutti i gender di questo mondo, possono contribuire con la loro moralità o amoralità a cambiare le sorti del pianeta e comunque tutti saremo presto alle prese con l’aumento delle tariffe decise in tutti i ” G ” di questo mondo.
                                          Di questo mi piacerebbe si parlasse maggiormente, si parlasse degli sforzi che stiamo facendo sotto il profilo dei costi del lavoro e quindi della disoccupazione del costo della vita, se la mobilità elettrica sia un semplice fatto commerciale o meno, anche per sapere se le misure in fase GREEN siano più o meno efficaci e dove e come vengano impiegato i fondi derivanti da una tassazione sempre più opprimente.
                                          Devo sempre essere aggiornato da SIMONE o qualcosa può sortire pure dalle osservazioni e critiche fine a se stesse e a ZWIRNER di MARCO.COM?

                                          • Mario56 scrive:

                                            Columbia britannica
                                            500 morti per il caldo
                                            nuvole di fuoco, incendi, trombe d’aria, grandinate …
                                            … ormai il clima è cambiato in modo irreversibile
                                            Colpa di Trump e nel suo piccolo anche di Zwirner che non ha mai creduto ai cambiamenti di origine umana del clima …
                                            … anzi ha pure deriso Greta, addirittura imputandole pure una malattia neuropsichiatrica, la sindrome di Asperger per cui non era attendibile quello che diceva.
                                            Come dire … Zwirner è introverso, quindi zwirner è inattendibile.

                                            • martello carlo scrive:

                                              Se fosse colpa di TRUMP ( come mai non ci hai messo dentro BERLUSCONI e SALVINI? ) il problema dovrebbe essere risolto, visto che ora c’è BIDEN.
                                              Purtroppo così non è: gli inquinanti sono come il virus e vanno combattuti a livello globale.
                                              Se vogliamo dirla tutta, visto che io sono un convinto sostenitore delle responsabilità individuali, sarebbe molto più produttivo per la salvezza del paese creare una cultura comportamentale verde ( green per chi non capisse l’italiano ) che parlare, manifestare, ed erudire i piccini sulla legge ZAN.
                                              Ma tant’è: penso che chi passa la vita a decidere il proprio gender, e imporre questi dubbi da welfare superfluo, abbia scarsa sensibilità ecologica e potenzialmente sia un inquinatore in tutti i sensi.
                                              Forse un lato buono si può trovare anche tra gli omo: la riduzione delle nascite, ma anche questo va risolto a livello globale e non solo nell’europa dei fichetti annoiati in cerca di adrenalina.

                                        1. martello carlo scrive:

                                          GATON, sei sicuro che la regione Veneto abbia speso bene i 7000 €?

                                          • Gatón scrive:

                                            A dire il vero, tra degenza e interventi mi aspettavo molto di più.

                                            • martello carlo scrive:

                                              Mi dispiace, spero non sia nulla di importante, come mi pare di capire dalla tua intatta capacità di indignarti.
                                              Niente, volevo semplicemente capire cos’è successo, visto che in Mediaset ho notanto anch’io una certa regressione progressista modaiola… semplice curiosità transgender.
                                              Tienici informati.

                                              • Gatón scrive:

                                                Tiro avanti a stent…
                                                E qualcuno batte il tempo per me.

                                                • Gatón scrive:

                                                  Grazie Hammer.
                                                  A dire il vero sembra che sia stato molto fortunato ad essere ancora qui .

                                                • martello carlo scrive:

                                                  CAZZO CHE NERA…. scusa mi è venuta spontanea, e avrei aggiunto ….proprio a te, ma senza pensarci perché mi spiacerebbe anche per tutti gli altri del blog che ormai sono diventati amici anche se compagni.
                                                  E poi, nera un cazzo, sei ancora qui con le tue idee ci sarai ancora per molto, ho amici che stanno meglio di prima.
                                                  Mi raccomando, il blog non è fatto solo per le dispute e la politica: resta qui….anche solo un saluto ogni giorno.
                                                  CIAO.

                                                • Mario56 scrive:

                                                  Pacemaker
                                                  Con quello il tuo cuore vivrà per sempre.

                                          1. Gatón scrive:

                                            Quanto deve essere cialtrone un giornalista per parlare di “omicidio preterintenzionale premeditato” ?

                                            1. Simone scrive:

                                              Che sospirone di sollievo… lo si percepisce chiaramente. Come se chi non ha una capacità minimo sufficiente di lungimiranza (cioè buona parte degli italiani, nonché dei suddetti intellettuali e media) ci credesse, e quindi lo temesse davvero… Dai che la paura è quasi passata… D’altronde l’Italia non è altro che il Paese gattopardiano in cui “tutto cambia perché nulla cambi.” È ancora una volta potete rilassarvi.

                                              1. martello carlo scrive:

                                                A qualcuno sembra che il Paese sia meglio di quando sono entrati in scena i 5S, a qualcuno sembra che da quando si sono accoppiati con tutti i partiti del parlamento le cose vadano a gonfie vele verso un futuro radioso?
                                                Se c’è voluto DRAGHI per cercare di rimettere in piedi una baracca traballante, significa solo una cosa: che GRILLO non è uno che scherza, è uno che fa i fatti…. e li ottiene, forse deludendo in tal modo i suoi stessi elettori.
                                                Qui stiamo dimenticando cosa predicava GRILLO:
                                                - aprire il Parlamento come una scatola di tonno ( e lo si può fare meglio dall’interno quindi c’è entrato, l’ha fatto traballare e lo sta facendo traballare tuttora
                                                - decrescita felice: vi sembra che siamo cresciuti, pandemia a parte? Il REDDITO DI CITTADINANZA si sposa perfettamente con la decrescita e per di più è feli8ce per chi se ne sta sul divano
                                                - uno vale uno: anche questo obiettivo è stato centrato in pieno ed è perfettamente funzionale all’apertura della scatola di tonno
                                                - il regime del terrore giudiziario è a buon punto, anche se DAVIGO ha dovuto andare in pensione, ma intanto dal 2020 la prescrizione è stata abolita
                                                - l’ILVA è sul punto di diventare un allevamento di COZZE, Alitalia è tarpata ed i ritardi su tutte le grandi e piccole opere sono sotto gli occhi di tutti
                                                - sono riusciti a ridurre il numero dei parlamentari, altro colpo alla scatola e qualcosa sono riusciti a rosicchiare loro in fatto di privilegi
                                                Vado avanti?
                                                VI SEMBRA CHE SU QUESTE BASI SI POSSA AFFERMARE CHE GRILLO NON SIA UN GENIACCIO MALEDETTO ( per chi ama la democrazia ) E CHE NON ABBIA OTTENUTO TUTTO CIO’ CHE SI ERA PROPOSTO DI OTTENERE IN QUESTA FASE PRELIMINARE?
                                                QUALCUNO A SINISTRA NON HA ANCORA CAPITO CHE QUELLO FA SUL SERIO E LORO GLI DANNO UNA MANO. OPPURE SONO COME LE FUTURA MOGLI CHE SPOSANO I PEGGIORI DELINQUENTI CONVINTI CHE RIUSCIRANNO A PORTARLI SULLA RETTA VIA?

                                                1. Silvestro scrive:

                                                  Non so se sia più grave definire il topic come l’espressione di un giornalista anziano con importanti problemi di memoria, oppure se sia il solito intervento in malafede che guarda sempre le carenze degli altri dimenticando quelli di casa propria.

                                                  Quello che sta succedendo nei 5S è ciò che succede in maniera ricorrente nella politica italiana.
                                                  Sempre per partire da casa nostra si è dimenticato che TOSI, leghista doc, personaggio in forte ascesa e grandi consensi nel Veneto (alle europee 2014 prese oltre 100 mila preferenze ripeto – preferenze -) fu rapidamente espulso dalla Lega perché antitetico alla visione lombardo-centrica di Salvini.
                                                  Sempre nella Lega c’è poi l’estromissione di Bossi, il fondatore. Ma sul piano nazionale non si può dimenticare Prodi, estromesso da D’Alema (1998), che poi fu a sua volta rottamato da Renzi. Ma la Faida non finisce qui Renzi rottama il Governo Letta ma poi viene a sua volta contrastato al suo interno sempre con la complicità di D’Alema.
                                                  Ma anche in tempi meno recenti non si può trascurare l’epurazione pubblica di Fini da parte di Berlusconi.
                                                  Si dirà che le circostanze ed i tempi erano diversi, il contesto era altro, ma il risultato però fu proprio lo stesso.

                                                  I 5S oggi vivono più drammaticamente la lacerazione clamorosa di un movimento che non è mai stato unito e che vive (o nasconde) le contraddizioni dell’uno vale uno, di chi predica la democrazia orizzontate, nei fatti già dimenticata, ma che soprattutto Grillo ha sempre gestito con gli atteggiamenti di monarca assoluto. Le vicende di questi giorni lo confermano.

                                                  • marco.com scrive:

                                                    che la vista del direttore sia a senso unico è un dato assodato
                                                    d’altra parte, come potrebbe essere diversamente ?
                                                    il direttore zw è un venditore di spazi pubblicitari, sotto l’astuta veste di giornalista …

                                                    e lo dico con profondissimo rispetto: per fare i venditori occorrono grandi capacità
                                                    come grillo ….. e salvini che hanno e giocano tuttora sfruttando i mezzi di comunicazione (e non è che ci sia altro in giro, se non la dura durissima scuola, che dovrebbe essere l’incubatrice dello spirito critico, oggi ahimè diluito come una goccia di amarone nel mare di internet

                                                    e comunque: morto un papa , se ne fa un altro.
                                                    adesso è il turno della meloni, che per il direttore ha un solo grandissimo difetto: è donna, un plus che disturba assai il maschilismo del venetissimo zwirner

                                                Lascia un Commento

                                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                Accetto i termini sulla privacy

                                                *