Torna al blog

LAVORO DI CITTADINANZA

 

Luciano Fontana ha scritto che il nome giusto l’ha trovato il ministro della Lega Giorgetti: lavoro di cittadinanza, non reddito di cittadinanza. Ma adesso, aggiunge il direttore del Corriere, bisogna passare dalle parole ai fatti: cioè riuscire a trasformare quell’obbrobrio del reddito di cittadinanza in lavoro di cittadinanza. Impresa non da poco.

Non si tratta di negare la necessità di un reddito di povertà, strumento indispensabile che esiste in tutti i Paesi europei.

Ma – scrive Fontana – “E’ ormai evidente a tutti, anche ai suoi più accesi sostenitori, che il reddito di cittadinanza, misura simbolo dell’era grillina, non ha funzionato. Non ha abolito la povertà (come avventatamente si sbandierò da un balcone governativo) né tanto meno ha assolto alla sua funzione fondamentale: aiutare i disoccupati a fronteggiare i mesi senza salario e prepararli a trovare un altro lavoro. Sono fallite totalmente quelle “politiche attive” che esaminano il mercato del lavoro, studiano le competenze, formano i nuovi lavoratori e li mettono in contatto con l’azienda che vuole assumere”

“Tutto questo – prosegue Luciano Fontana – non è nemmeno iniziato e la speranza che il tema venga affrontato efficacemente con navigator e centri per l’occupazione burocratici e inefficienti è un’utopia”.

In sostanza col reddito di cittadinanza hai solo erogato sussidi a pioggia, anche a tanti che non avevano i requisiti, facendoli restare sul divano e senza tornare al lavoro.

“Perché – spiega sempre Fontana – il lavoro non si crea con i sussidi elargiti dallo Stato ma con la produzione, la crescita, l’innovazione messe in moto da tutti gli imprenditori, grandi e piccoli. Le aziende devono sicuramente essere coinvolte in questo processo”.

In sintesi i soldi non bisognava darli ai disoccupati, ma alle aziende, agli imprenditori che – piaccia o no e con tutti i controlli che servono – sono gli unici a creare posti di lavoro.

Ma qui apriti cielo: Landini, i sindacati, accetteranno mai di dare soldi a quegli sporchi padroni che sfruttano gli operai?…

Questo l’ostacolo difficile da sormontare per arrivare ad un lavoro di cittadinanza di fatto e non solo all’annuncio di Giorgetti.

 

36 commenti - 872 visite Commenta

Mario56

Questo provvedimento, assieme all’altro PROVVEDIMENTO BANDIERA DI QUOTA CENTO, indicano chiaramente che non possiamo più affidare il Paese al POPULISMO BECERO di Grillo e Salvini.
Però al tempo molti commentatori politici e molti giornalisti
ESALTAVANO IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO e la SCONFITTA DELLA SINISTRA RESPONSABILE, vista come SERVI DELLA UE, DEI POTERI FORTI, insomma un PD contro il popolo stufo di MONTI, FORNERO, REI …
… Qui nel blog ci sono ancora questi personaggi che ora osannano DRAGHI, l’uomo più lontano possibile dal BECERO POPULISMO, SOVRANISMO SALVINI GRILLO MELONI.
Non lo dobbiamo dimenticare.

Ps
Nonostante sia iniziato ieri BIANCO & NERO ancora un post di Zwirner.
Vedremo quanto dura.

Rispondi
Silvestro

La prima segnalazione è che, come il suo solito Zwirner, riporta frasi del direttore del Corriere, come dire non è una responsabilità sua.
Ma non è necessario essere degli acuti giornalisti per dare un minimo di contesto a queste considerazioni. Quota 100 e Reddito di cittadinanza sono il prodotto, anzi l’eredità disastrosa di quel governo là, dove l’uno ha approvato l’iniziativa dell’altro, per tutti motivi che hai citato.
Se non si parte da qui come può Zwrirner per primo pensare di fare una informazione che assomiglia ad una lettura corretta dei fatti (e dico lettura non valutazione) trascurando ogni implicazione economica.

GIORGETTI, fra l’altro, non viene da Marte, questi provvedimenti a suo tempo li ha approvati anche lui.

Rispondi
Mario56

L’atteggiamento più vergognoso di questi provvedimenti, che ci da anche l’idea di quanto siano stati e sono tuttora FACILONI, per usare un eufemismo, i due partiti dello sciagurato GOVERNO DEL CAMBIAMENTO,
è quello di disconoscersi reciprocamente i due provvedimenti bandiera.
Se si parla del REDDITO DI CITTADINANZA la Lega da la colpa ai grillini
se si parla di QUOTA CENTO avviene l’inverso.

Rispondi
marco.com

Bellissima idea.
Chi sono le imprese a cui diamo l’incarico del lavoro di cittadinanza?
Come lo misuriamo ?
Diamo soldi a imprenditori di tutti i tipi, anche quelli improvvisati?

Sono solo domande. E non sono tendenziose.
Però mi faccia capire dir-Zwirner

Rispondi
Mario56

Ma della FLAT TAX
nessuno ne parla?
E LA SECESSIONE?
ED IL FEDERALISMO FISCALE
e tutte le palle della Lega, che ormai non ci ricordiamo nemmeno più?
In attesa che Zwirner ci indichi le aziende che creano reddito di cittadinanza…
… magari telenuovo retenord?

Rispondi
martello carlo

Questi 2 qui sotto sono di sinistra, contigui con la sinistra cattolica che è ancor peggio, questi due qui sotto avrebbero voluto un’Italia TITINA, di modo che avrebbero anticipato minimo di 45 anni il disastro italiano in cui siamo confinati ora e magari non saremmo manco in quella che diventata la loro chiesa sconsacrata: L’UE DELL’EURO chiesa costruita da loro dopo aver eliminato la concorrenza per via giudiziaria ( avviso garanzia G8 NAPOLI ) nonostante da unico partito superstite con la loro GIOIOSA MACCHINA DA GUERRA avessero preso una gran bella cannonata in faccia.
Finiva così l’era dello sviluppo e del miracolo italiano: i manettari ( futuri compagni degli antiparlamentari coll’apriscatole ) ci avevano messo il cambio fisso ai polsi, cioè a combattere in un’arena con la palla al piede contro una delle più grandi potenze economiche del mondo, per giunta falsificando il bilancio.
Ripercorrere la strada dal 2001 al 2011 è un problema giudiziario che ha impedito a governi legittimi di fare il proprio lavoro, in mezzo a due crisi mondiali e alla lotta con la GERMANIA della MERKEL ( ex DDR, non so se mi spiego ) che alla fine con il concorso degli anti italiani per eccellenza, ci ha imposto il governo di quel GENIO DI MONTI e della FORNERO: lezioni, compiti a casa, matite blu e rosse, distruzione del mercato immobiliare , settore trainante di tutta l’economia, distruzione dei nostri interessi nel Mediterraneo con il bombardamento alla LIBIA per fare un piacere alla CLINTON e soprattutto alla FRANCIA e alla TOTAL, austerità a destra e a manca da parte dei SERVI BECERI di un aborto chiamato UE ( e come non poteva essere tale visto che l’anno creato loro ), servi cui mancava persino il mandato popolare.
Ora queste irresponsabili manettari ventennali, pretendevano che non ci fosse una reazione popolare ( loro la chiamano sprezzantemente POPULISTA da proletari traditori non ancora emancipati ) e che si continuasse a ingrassare il surplus commerciale tedesco, rispettassimo il 3% al millesimo e tutte le amenità fatte apposta dalla Germania per mettere in crisi le banche italiane, mentre loro si mantenevano le SPARKASSEN al di fuori di tutte le regole, con lo spettro della catastrofe mondiale DEUTSCHE BAMK, insomma che continuassimo a BACIARE LE MANI a tutta l’UE.
Invece è stata l’UE che ha DOVUTO CAMBIARE sulla spinta di questi movimenti diciamo pure populisti, ma lecitamente incazzati al punto giusto.
La pandemia ha fatto il resto arrivando finalmente dove voleva TREMONTI GIA’ DAL 2003, cioè i bond comunitari
Ora sono arrivati i miliardi, il patto di stabilità è sospeso, la UE come ha dimostrato la crisi afgana ha dato ragione ai populisti: l’Europa NON ESISTE, è un ABORTO, e aborti sono tutti coloro che l’hanno seguita, osannata e difesa e dovrà essere ricostruita da da ZERO.
Il fatto che ci sia DRAGHI al Governo mi dà la fiducia necessaria per credere ancora in un’unione però ricostruita da un punto di partenza diverso, quello dei padri fondatori.

Rispondi
Mario56

Devi ringraziare proprio Monti, la Bce , la Fornero e la UE, oltre al PD serio e sempre responsabile, a costo di essere penalizzato perché non becero populista, se ogni primo del mese riscuoti la tua pensione.
Con Tremonti, Berlusconi, Bossi
staresti come in Afghanistan a far la fila per ritirare i risparmi dalla banca ormai fallita.

Rispondi
Gatón

Il tuo discorso serioso fa ridere più della mia storiella.
Tanto per pareggiare te ne racconto un’altra.

Nel secondo mistero doloroso si contempla San Procopio
Che col caxxo a periscopio
In q lava i naufraghi.

Rispondi
Silvestro

COMPLIMENTI !! vedo che sei erudito in numerosi campi del sapere.
Questa storiella immagino l’avrai raccontata anche ai tuoi nipoti; suppongo che avranno apprezzato queste autentiche perle di saggezza del nonno.

Mario56

Capezzone
si permette di scorrazzare nelle tv amiche Mediaset
SBRAITANDO FAKE NEWS AD OGNI MINUTO …
… ULTIMA FAKE:
In Germania non hanno il green pass
Non è vero. In Germania hanno il green pass che prende un altro nome ma sempre green pass è.
NON RIESCO A CAPIRE PERCHÉ QUESTI FALSARI SI PERMETTONO DI RACCONTARE BALLE DALLA MATTINA ALLA SERA, ANCHE SE FINORA CONFINATI NELLE TV SPAZZATURA.

Rispondi
marco.com

Secondo Zwirner l’ostacolo maggiore al Lavoro di Cittadinanza sono i sindacati.
Premesso che è un processo alle intenzioni, per carità (che si può capire visti certi comportamenti dei sindacati), la prima cosa da chiedere, dir. Zw è COME SI ARTICOLEREBBE QUESTO LAVORO DI CITTADINANZA ?

Ci dobbiamo aspettare un parto tipo “navigator” ?
Diamo i soldi agli hotel, ai ristoranti, alle palestre, agli artigiani ?

O li diamo alla RICERCA scientifica ?
Nel campo dei computer quantistici, la leadership è cinese.

Sicuri che non serva un indirizzo statale piuttosto che distribuire soldi a pioggia agli ambulanti ?
Perchè non sentire anche Landini ?

Che ne dite Silvestro&Mario ? Non siete un pò stufi di cercare di ribattere ai vari Borghi, Capezzone, Maglie, Belpietro ecc. ecc. che sono il peggio del peggio ?

Rispondi
Mario56

@ MARCO.COM
Purtroppo la battaglia va condotta su più fronti perché la DESTRA ITALIANA è nel suo complesso FASCIOBECERA e esistono i Borghi, i Capezzone e la Maglie ( quanti ex radicali Pannella).
Io sono perfettamente d’accordo coi tuoi argomenti.
Per Zwirner sembra che la parola impresa sia magica. Un’impresa è efficenza, posti di lavoro, progresso.
Ma è sempre così?
Abbiamo visto coi soldi a pioggia per il lockdown, a chi sono andati i soldi.
Tutti imprenditori seri, dott. Zwirner?
Non è che per caso in Italia ci sia molta improvvisazione e fiuto per i finanziamenti pubblici?
Anche la mafia è impresa?
Anche il cognato di Fontana?
Anche Grafica Veneta ed il caporalato per gli schiavi pakistani
Anche la Pivetti e le mascherine di cartone è impresa?
Ho tanti dubbi, ma spero di essere confortato.
Intanto per Zwirner i fannulloni sono solo al sud e tra i Grillini.

Rispondi
Mario56

Gatón
15 settembre 2021 alle 12:43
Il tuo discorso serioso fa ridere più della mia storiella.
Tanto per pareggiare te ne racconto un’altra.

Nel secondo mistero doloroso si contempla San Procopio
Che col caxxo a periscopio
In q lava i naufraghi.

Dovresti vergognarti @ GATON di queste “ saggezze” nazional padane.
Credo che il nostro ospite Zwirner non apprezzi la VOLGARITÀ RAZZISTA XENOFOBA.
Ma ieri l’altro ci ha pensato il Papa a sistemarvi per le feste, voi destroidi .
Vi ha detto MENO CROCIFISSI E ROSARI, MENO SIMBOLI E PIÙ CUORE. APRITE IL VOSTRO CUORE CON CHI SOFFRE ( migranti) e non impugnate il crocifisso.
Ora gaton
DOVRESTI VERGOGNARTI!

Rispondi
Gatón

…e ti pareva.
Guarda che la storiella risale agli anni ’50.
C’ era anche quella di San Vittore che col caxxo trimotore rimpatriava i reduci.
Vuoi vedere che ce l’avevano già con l’Afghanistan ?
E Sant’Ignazio che col caxxo nello spazio dirottava i missili.

Rispondi
martello carlo

Sì, dovrebbe vergognarsi, si è dimenticato di citarti nel mistero gaudioso di SAN MARIO CHE COL CAXXO SUL BINARIO DERAGLIAVA I RAPIDI : -D
Volevo stare fuori da queste goliardate, ma la tua cronaca del papa in Ungheria e Slovacchia, così raccontata meritava di essere deragliata: ti sei dimenticato una bella bacchettata all’Europa: l’UNGHERIA ha delle solide RADICI CRISTIANE……

Rispondi
Gatón

Questa per la pandemia.
Nel terzo mistero glorioso si contempla San Cirillo
Che col caxxo fatto a spillo
In q lava i microbi.

Rispondi
marco.com

vedi, gatto, non parlo per Silvestro e Mario, ma per me qualora fossi incluso fra i talebani nella tua immaginazione, il fatto che a parte quella di San Cirillo le altre non mi fanno proprio ridere.
Ma per stare nel contesto leggero e sardonico, racconto anch’io una storiella, che , guarda caso, fa ironia proprio su un tema che mi interessa, cioè quello dell’applicazione della tecnologia come veicolo e tramite per liberare l’uomo dalla fatica e dal sudore dei lavori manuali.

Un venditore di macchine agricole va a trovare un coltivatore di riso.
E dice: vedi Toni, con questa macchina potrai raccogliere in una giornata il riso che le donne che hai raccoglierebbero in dieci giorni.
Ah, bello, dice Toni. Ma, ehmmmmm, la tua macchina fa i pom…ni ?

Tornando al serioso, i becerofascioleghisti sono assai più vicini ai talebani di quelli che sorridono poco.
Basta vedere cosa pensano del ddl Zan (con tutti i caveat e distinguo del caso, beninteso)

Rispondi
Gatón

La sapevo sulla raccolta delle ciliegie…
Comunque vedere il razzismo in queste battute è proprio da fissati.
E pensare che le credevo Zan friendly…

Rispondi
martello carlo

RDC: Classifica ragionale per nucleo familiare:

Campania 255245
Sicilia 222.902
Lazio 117427
Puglia 108774
Lombardia 86865
Calabria 80070
Piemonte 49182
Sardegna 46352
Toscana 36615
E/R 34086
Veneto 26772
Abruzzo 22706
Liguria 22177
Marche 13980
Umbria 10593
Basilicata 10091
Friuli V. G. 8957
Molise 6583
Trent. A. A. 3173
V d’Aosta 866

Chissà se CANAVACCIOLO prende il reddito di cittadinanza, certo che non ha tutti i torti, visti questi numeri, nell’affermare che: ” di noi napoletani dite che siamo esagerati, fanatici, pazzi, troppo passionali, troppo legati alla tradizione, esibizionisti, quando poi ci sediamo sul divano con il reddito di cittadinanza e un bel piatto di pasta ruvida che cattura il sapore ed il piacere………allora ringraziamo il cielo per questa esagerazione STELLARE.

E’ UNO SCONCIO CHE IN CAMPANIA E NEL RESTO DEL SUD CI SIA LA QUASI TOTALITA’ DEI POVERI DI QUESTO PAESE; COSTRETTI PER GIUNTA A MANGIARSI LA PASTA RUVIDA.
MI SEMBRA CHE ABBIANO TUTTE LE RAGIONI PER CHIAGNERE E….. FOTTERE.

Rispondi
Mario56

Probabilmente
@@@ MARTELLO
per dare più spessore a queste classifiche dovresti dare anche quella dei femminicidi
VENETO 3 femminicidi in due settimane
RECORD
MA NEANCHE UNA PAROLA, SPECIALMENTE SE GLI ASSASSINI SONO ITALIANI.

Rispondi
Gatón

Siamo in Italia/Veneto, gli abitanti sono italiani/veneti nel bene e nel male.
Se andiamo a rapportare il numero dei delitti commessi da altri al numero delle presenze vedrai che le cose cambiano.
Comunque cerca di non ejaculare per la goduria, anche stamattina hai un pretesto per insultare chi ti circonda…

Rispondi
Mario56

Apri il tuo cuore
@@@ GATON
al diverso, allo straniero che ti chiede aiuto.
Non chiuderti nel tuo egoismo.
Chi sei tu per giudicare gli LGBT?
Ricorda che i tuoi nonni veneti sono stati accolti in altri continenti e hanno contribuito a far grandi quelle nazioni.

Rispondi
Gatón

Ho giudicato qualcuno ?
Sei tu che hai condannato i veneti quali brutali assassini.

martello carlo

Mario, non costringermi a dare ancora più spessore alle classifiche facendo una ricerca per regione dei femminicidi, ma visto che mi tiri per le orecchie, ho l’impressione che uno dei femminicidi più recenti e feroci in Veneto, quello di CHIARA, sia stato perpetrato da un certo EMANUELE IMPELLIZZERI, bulletto con la faccia un po’ così, le cui origini sono indubbiamente della costa orientale siciliana.
D’altronde lo dice anche CANAVACCIUOLO, parlando di napoletani fanatici, pazzi, troppo passionali…. figurarsi i siciliani….
L’Italia comunque è agli ultimi posti per questi crimini…. quindi il tema è un po’ pompato dai media che va a filoni: non ho mai visto tante case andare a fuoco come in questo periodo, mentre il problema delle morti sul lavoro ( qui siamo invece ai primi posti ) saltano fuori quando le vittime sono donne.
Ma visto che sei in vena di polemiche, nel sottolineare la predica del PAPA sui migranti in Ungheria e hai insultato i medici obiettori dell’aborto, dovresti anche aggiungere la ferma condanni di questo che si presenta come “omicidio affittando” un sicario, per non parlare della condanna delle nozze GAY….
Se vuoi possiamo continuare sui diritti civili del progresso ineluttabile: mi inviti a cena.

Rispondi
Gatón

Com’è che stamattina non trovo i commenti su Papa Francesco ?
Avrà forse detto qualcosa di non Zan friendly ?

Rispondi
Mario56

Fratelli d’Italia
chiede la grazia al Presidente Mattarella per il macellaio veneto condannato a 5 anni per tentato omicidio nei confronti di un rapinatore albanese. Fatti del 2013.
Una richiesta PROVOCATORIA,
Anche stavolta la Meloni Burina è arrivata prima di Salvini ( con la becera propaganda, ovviamente)

Ps
Come volevasi dimostrare sono bastate un paio di puntate di ROSSO & NERO per far diradare i post di Zwirner sul blog.

Rispondi
martello carlo

Ma tu ce l’hai proprio con i VENETI: è una vera ossessione, forse derivante da un complesso di inferiorità, ma più probabilmente, vista la tua compassione per i migranti e gli spostati, cosa normale forse, ma che portata al tuo livello è molto sospettosa. Guarda che lo stalking tra bambini, sia pur più terribile di quello tra adulti, è normale, quindi se fossi normale tu, questo vero e proprio ODIO infantile, dovresti averlo superato, solo che tu tanto normale non sei…….
Confidati pure, sarò muto come un pesce.

Rispondi
Gatón

Perché provocatoria ?
Era in casa sua.
VOI avete chiesto la grazia per il pluriomicida mai pentito Battisti Cesare.

Rispondi
Mario56

Dovresti spigare bene
Chi ha chiesto l’amnistia?
Quindi per te è giusto sparare ad un ladro che sta scappando via e non ti punta un’arma addosso?
Poi caricarlo ferito gravemente, in auto e abbandonarlo nei campi?
Si è comportato bene il macellaio?

Rispondi
Mario56

Probabilmente se per te buona parte della sinistra è
VAURO
FERRERO
RIZZO
mi parevano quelli.
Poi qualcuno ha pure smentito,
sei poco attendibile GATON.
Comunque sia ad un cowboy con la passione delle armi, io fossi in Mattarella la grazia gliela darei dopo 15 anni di sana cella.
Così rifletterà sul valore di un’auto e quello di una vita umana.

 

Rispondi a martello carlo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code