Torna al blog

NO VAX FIGLI DEL SESSANTOTTO

Si può essere sconcertati, sdegnati, per questa manifestazioni dei no green pass, che poi sono manifestazioni no-vax. Come avrete saputo sono arrivati anche ad aggredire una nostra troupe guidata dalla collega Marzia Pretolani.

Ma, in ogni caso, bisogna interrogarsi, sull’origine che è chiara: questi sono i figli del Sessantotto. Ci meravigliamo che non ascoltino gli scienziati? Noi sessantottini, confesso che c’ero anch’io, non ascoltavamo i professori: volevamo decidere noi cosa e come andava insegnato a scuola.

Abbiamo occupato le università per ottenere il voto politico agli esami, a prescindere dal conoscere le materie. Voto politico che fu il preludio all’attuale tutti promossi. Il nome corretto oggi non è pubblica istruzione, ma pubblica distruzione di ogni cultura, di ogni merito.

Una volta le famiglie mandavano i figli a ripetizioni private dai professori, perché c’era il rischio concreto della bocciatura. Oggi le ripetizioni private non esistono più perché la parola d‘ordine è diventata appunto il tutti promossi.

Ne deriva il crollo delle professionalità a tutti i livelli.

Perché le vaste e ripetute manifestazioni no-vax non ci sono negli altri Paesi europei? Perché in nessun altro Paese il Sessantotto durò anni come da noi.

Si può uscirne, si possono rieducare i no-vax? Sarebbe come credere che è possibile una rieducazione, il ritorno della pubblica istruzione, dopo i danni irreparabili del Sessantotto nostrano.

27 commenti - 813 visite Commenta

marco.com

Zwirner, lei è un pazzo. TSO.
Il ’68 c’entra solo nella sua mente deformata dalla vecchiaia ed all’ancoraggio dei suoi 20 anni.

Non è un caso che : il giornale “La Verità”, i giornalisti di certa destra becera, tutti i suoi ospiti de Il Rosso e il Nero siano decisamente schierati a giustificare i no green pass.

Belpietro figlio del ’68 ? TSO.

Rispondi
Mario56

Ennesima figura di m … di Zwirner. Vede il 68 dappertutto.
Ma Zwirner, sveglia. Non vedi che take baraonda è portata avanti da LA VERITÀ, Salvini e Fratelli d’Italia.
Vergognati. Sbagliarsi può succedere. Ma un giornalista non dovrebbe dire menzogne sapendo di farlo. Sei in malafede.
Siamo arrivati al ridicolo.

Rispondi
marco.com

precisazione: “tutti i suoi ospiti di destra, in particolare di quelli di Fratelli d’Italia ……”

Rispondi
martello carlo

Figli del ’68 significa essere un po’ cretinetti, pecore da branco, gente che sta bene confusa nella massa, che appena scoppia un petardo viene calpestata fisicamente oltre che mentalmente; sono figli del ’68 a loro modo anche i GRETINI e probabilmente anche molti virologi, cui i no vax non credono perché ritengono, in molti casi a ragione, figli a loro volta del 6 politico e la bolscevizzazione delle università e della scuola GRAMSCIANA, cui manca solo ,l’opera dei MASSONI LGBTQ per completare l’opera.
ZWIRNER quindi ha ragione, avendo fatto un esame di coscienza: sono tutti frutto di manipolazioni culturali alla MARCUSE o BORDIGA sia gli scienziati incompetenti che chi li contesta.
Comunque non non so se sia meglio essere un figlio del ’68 o il figlio di un ’69 come certi commentatori fissati ed OSSESSIONATI.
Io non sono figlio né dell’uno né dell’altro e questo mi sembra evidente dal mio modo indipendente di ragionare.
Ancora una volta SILVESTRO dimostra la sua superiore capacità di analisi di una situazione complessa qual’è quella dei NO VAX nel suo ultimo post del precedente topic, cui non ho fatto in tempo a rispondere.

Rispondi
marco.com

Nell’aggressione alla giornalista di Telenuovo , i manifestanti parlano di dittatura, di servi, di venduti al sistema….È una amplificazione degli argomenti di Casa Pound, di Forza Nuova. Messaggi ambiguamente coccolati e coltivati dalla destra becera. Belpietro, Maglie, Capezzone, Borgonovo, Elisabetta Gardini, quasi tutta Fratelli d’italia…
Chi accosta questo al ’68 è da TSO

Rispondi
marco.com

Oggi gli USA riaprono al turismo ma pretendono il Green Pass.
L’Austria applica il lockdown ai non vaccinati. La Danimarca copia l’Italia per il Green Pass.
Ma Fratelli d’italia, noti discendenti del ’68, sono contrari al Green Pass e neanche tanto sotto sotto soffiano sul fuoco dei no greenpass
Un altro discendente del ’68 evidentemente è anche quel pelato che viene spesso invitato da Zwirner

Rispondi
re teo

Lei é completamente fuuori di testa.
Ma di tanto, anche!

Nei suoi ragionamenti, se tanto mi da tanto, lei sarebbe capace di mandare al rogo sulla pubblica piazza anche Galileo Galilei, Copernico e tanti altri illustri personaggi, che hanno fatto progredire la Scienza. Si, con la “S” maiuscola, e non quella pappgallata da virostar, giornalisti prezzolati et simili, che pontificano da scrivanie, spacciando per proprie veline comandate,

Rispondi
Mario56

Chi sarebbero i VIROSTAR?
Finora io ho sentito Crisanti, Galli, Bassetti, Viola e hanno sempre avuto ragione.
IL SESSANTOTTINO PROF ZANGRILLO NOOOO, INVECE.
HA SBAGLIATO. MA NON RIENTRA TRA I VIROSTAR, MA TRA I DIPENDENTI DI BERLUSCONI.

Rispondi
Silvestro

Abbiamo dedicato settimane di discussioni su questo argomento, cercando anche di capire i contrari ma senza risultati. Ma da quello che leggo, per giustificare questa contestazione, nessuno dei no vax ha cercato di banalizzarla come una ordinaria incomprensione tra generazioni.
Se poi vogliamo dirla tutta mi sembra che gli istigatori più autorevoli, gli affabulatori siano quelli della età di ZWIRNER, della nostra età, cioè gli stessi sessantottini che con slogan diversi animavano le proteste di allora e che oggi grazie alla posizione sociale acquisita ottengono quella visibilità mediatica e social che avvelena il confronto.
La vaccinazione ormai appartiene al sistema; chi a vario titolo si schiera contro la vaccinazione si schiera contro il sistema. E trovo francamente infame l’atteggiamento di chi, proprio con l’attuale sistema si è arricchito ed ha acquisito una posizione sociale, oggi la usi per schierarsi contro.
Ma se è vero che società sempre più competitiva porta a considerare gli altri principalmente come concorrenti e non come simili verso cui essere solidali e altruistici, soprattutto nei momenti di difficoltà, è altrettanto vero che nonostante la percentuale di vaccinati da noi sia di molto superiore agli altri Stati, le protese sono amplificate dai paraculo, dagli ipocriti, che sono tanti, che si vaccinano (ma spesso non lo dichiarano), e poi appoggiano e usano comprensione per i contrari, con motivazioni ridicole.

Ma intanto ci sono nuove emergenze ben più impegnative: sono quelle legate al clima. Li si ci sono i giovanissimi a protestare e non per il voto politico, ma per la preoccupazione di quale sarà il mondo in cui loro vivranno tra 30 anni. Sono I NIPOPITINI DI ZWIRNER, che il nonno, dal suo pulpito ha già sbeffeggiato e ridicolizzato. Ma a quelli come lui cosa gliene frega!!!.

Rispondi
martello carlo

Silvestro il 7/11, giustamente, esprimeva considerazioni meno superficiali di quelle di ZWIRNER e da coloro che sparano stereotipi, non solo sul blog, ma specialmente sui media magari riconducendo tutto a SALVINI e al FASSISMO, avendo egli ben presente che il fenomeno trae origini ( giusto o meno ) da diverse componenti quali
” le derive radicali e complottiste, dalle ipotesi di disegni nascosti per il controllo della popolazione a quelle su una regia sotterranea dei gruppi farmaceutici “.
Sono d’accordo con lui, anche se molte di queste teorie non si sono ancora strutturate tanto da diventare esplicite almeno alla maggioranza dei NO VAX, che io preferisco definire come gruppi di persone che , per una ragione o per l’altra sentono il vento premonitore della compressione e limitazione delle libertà, vento che è GLOBALE, come il WEB.
Personalmente mi sono schierato anche violentemente contro chi, senza giustificazioni mediche non si vaccina: in questo momento bisogna prendere atto che che per uscirne al più presto non c’è che il vaccino. Senza vaccino con i tempi lunghi, corriamo il rischio vero, quello di ABITUARCI AL LOCKDOWN DELLA LIBERTA’.
Il PENSIERO UNICO che colpevolizza chiunque la pensi diversamente, arriva a ridicolizzarlo definendolo COMPLOTTISTA, come se il potere assoluto nascesse da qualcosa di diverso.
Se pensiamo a come è nata questa pandemia, dove e come è stata raccontata, nascosta, quali e quante sono state le resistenze alle indagini, la vastità del contaggio e ai disastri sociali prodotti, è facile immaginare quali pensieri possano albergare, magari inconsciamente dentro agli animi di chi manifesta..
A DAVOS se ne è parlato molto apertamente e dettagliatamente: chiamateli MASSONI, chiamateli BENEFATTORI DELL’UMANITA, chiamateli ESERCITO DELLA SALVEZZA, ma certo è che hanno definito nei minimi dettagli il GREAT RESET, il NUOVO ORDINE MONDIALE e il WASHINGTON POST ( non esattamente un giornale di destra ) ha correlato i severi provvedimenti anticovid presi dal nostro paese come una prova di verifica delle reazioni popolari. NESSUNO, tranne il giornale ” LA VERITA’ ” che in questo periodo , lo ammetto, non mi piace affatto, nessuno ne ha raccolto il messaggio, nemmeno come semplice farneticazione.
La quarta ondata, il terzo vaccino, il pass al giugno ’22, probabilmente sono necessari, ma inevitabilmente i dubbi ed i dubbiosi si ingrosseranno come la rabbia per l’inflazione e le bollette che fra poco supereranno lo stipendio medio degli italoeuropei e francamente non so se chi non ci starà potrà essere condannato come lo è ora.

Rispondi
Mario56

E qui i fassisti che assaltano la CGIL non c’entrano niente?
Io ho sempre sostenuto che una parte dei no vax sia riconducibile ad un mondo anarchico o comunque il mondo dei NO: no green papà, no vax, no tav, no tap ecc. ed il M5S era il loro riferimento.
Ma ora la deriva di questi complottisti è di evidente marchio ultradestra , Salvini e Meloni burina.
Zwirner vede ovviamente solo ciò che fa comodo lui di criticare .
È strano che per costruire un viadotto ci si affidi agli ingegneri e su un evento medico , qual è la pandemia, ognuno possa esprimere le proprie cazzate senza ascoltare gli esperti che addirittura nelle menti malate diventano dei VIROSTAR . Chi dovremmo sentire ? La burina che dice che non vaccinerà sua figlia.
In base a quali grandi studi, la sempliciotta burina decide?
Passereste voi da un ponte progettato dagli architetti Salvini e Meloni?

Rispondi
Gatón

I soli no vax che conosco personalmente sono tutti orientati a sinistra, a quel mondo cattocomunista che evidentemente si rifanno a monsignor Viganò.
L’ho ascoltato pochi minuti fa, su segnalazione di un familiare.
La prova concreta che l’imbecillità non conosce confini, tanto meno di fede politica o religiosa.

Rispondi
marco.com

Sono d’accordo che l’imbecillità non conosce confini.
E sicuramente colpisce anche me e , posso, anche te.

Dove stia la maggioranza dei no vax/no green pass , se a dx o sx, non lo sapremo mai senza un referendum scritto, che non ci sarà mai.
Ma non si può negare, proprio NON SI PUO’ NEGARE, che i giornalisti e politici, esposti sui media, piè contrari ed ambigui stanno a destra.
Esempio dell’ondivago ma sicuramente destrorso Valdegamberi a il Rosso e il Nero: è stato inchiodato perfino da Zwirner: ma LEI Valdegamberi che competenze mediche per dire che non serva vaccinare i bambini ? Rispondi io per Valdegamberi: la mia competenza viene dalla mia imbecillità.

Poi, prendiamo le persone che telefonano a Il Rosso e il Nero, quasi tutte no vax/no green pass: chiarissimamente di dx che bollano chi critica salvini e meloni semplicemente come comunisti.

E aggiungo: i toni del pelato che ha parlato ieri a il Rosso e il Nero sono o non sono un incitamento agli aggressori della giornalista di Telenuovo ? Per me sì

Gaton: come fai a negare l’evidenza ?

Rispondi
Mario56

Ma aggiungerei che Valdegamberi ha pure negato che i cambiamenti climatici siano di natura umana, portando l’esempio di alcuni periodi di caldo o di freddo eccezionali avvenuti nel medioevo e portando le tesi di qualche rarissimo scienziato deficiente o in cerca di visibilità che nega quello che sta succedendo.
@ gaton
I no vax che conosco io sono e di sx e di dx. Ma i media che ne amplificano le gesta sono
TUTTI DI DESTRA, ANZI , LA VERITÀ È DI ESTREMA DESTRA AL LIMITE DELL’EVERSIONE.

Rispondi
martello carlo

@ marco.com November 10th, 2021
Tendenzialmente i comunisti sono più portati per natura ad annullarsi nell’unità della massa: lo dimostra il fatto che le posizioni a sinistra sulla politica anti covid è MONOLITICA. Non potrebbe essere diversamente, dal momento che se uno eccepisce, fa la fine di CACCIARI che se fosse stato in URSS sarebbe finito in un campo di rieducazione al PENSIERO UNICO ( a proposito, vi ricordo che oggi ricorre il 32° della caduta del MURO COMUNISTA DI BERLINO ).
Non osservo lo stesso asservimento, tipico delle persone di scadente valore, nella destra, né tra la gente comune, né tra i giornalisti e nemmeno tra i politici, bensì posizioni molto variegate.
Se dovessi paragonare a qualcuno i no vax di Trieste, direi che mi fanno pensare all’ARMATA BRANCALEONE, a cui è fin troppo facile dare degli aggressivi con gli INFILTRATI INCAPPUCCIATI tra le forze dell’ordine che come dimostrato da immagini registrate fanno i provocatori.
Quanto ai contagi di TRIESTE, incolparne solo le dimostrazioni, si dimentica che tutti i BALCANI sono impestati non solo dal covid ma anche intasati di migranti: è praticamente impossibile che il nord est non ne subiscano le conseguenze, ma tant’è……. sarà sempre colpa di FONTANA, SALVINI e MELONI.
@ MARIO56: ti avrei visto benecon la divisa dei VOPO.

Rispondi
marco.com

Mario: mi hai stimolato ad andare a vedere Valdegamberi. Un delirio da imbecillità totale. E sì che dovrebbe essere un “moderato”. Valdegamberi: destrorso e basta

Rispondi
marco.com

Fantastico quel signore che ha telefonato a Il Rosso e il Nero: io non mi vaccino perchè sto bene. Perchè devo vaccinarmi se sto bene. E poi, rivolgendosi a quello del COP26 Glasgow, si è ricolto come ad uno di sinistra, segno che il signore che ha telefonato era di destra eccome.

Non c’è partita, Gaton. Vale ancora la mia domanda, alla quale Silvestro NON ha risposto: qual è il background culturale su cui i veneti , che dovrebbero essere moderati, concreti, pragmatici, seri lavoratori, bravi padri di famiglia (lo dico perchè lo penso) quando sono toccati dai discorsi dei vaccini e dei cambiamenti climatici diventano estremisti della destra più imbecille ? Perchè anche un Gaton fa così fatica a riconoscere questa cosa così evidente ?
Silvestro: passo.

Rispondi
Gatón

Bene, se mi dici che le persono che conosco che gravitano nell’area di Rifondazione quando si comportano da no vax diventano di destra…
Non c’è partita, sono d’accordo, non pretendo di stravolgere niente, è evidente che la maggioranza è di destra.
Ma non la totalità, mi è permesso di dirlo ?
Cos’è che sull’argomento vaccini fa ragionare qualche acculturato esattamente come un becero ignorante destrorso ?
Forse se riesci a rispondere a questa domanda capirai che la risposta vale anche per la tua.

Rispondi
Gatón

Che i Veneti siano pragmatici, concreti, seri, lavoratori e moderati lo dicono le percentuali di vaccinazioni, nonché le percentuali dei voti a sinistra che, fortunatamente, non coincidono, ahivoi !

Rispondi
marco.com

Ma per favore…..
Ma per favore…
Quelli di rifondazione ovviamente non sono di sx
Parliamo di quelli che chiamano a Il rosso e il nero che rappresentano senza ombra di discussione un campione statistico più significativo della tua cerchia di conoscenze
Parliamo di salvini e meloni che guidano milioni di persone che restano tuttora ambigui
Parliamo di Tutti i partecipanti politici di dx che frequentano i talk show compreso il rosso e il nero
Ad un Feltri (dx a favore del vax e del green pass) fa fa contrappeso il so-tutto-io cacciari che di dx non è
Parliamo dello schieramento netto del giornale di belpietro che sui suoi 30000 lettori eser ita una guida e un riferimento
Questi sono i numeri importanti assai più delle tue ipotizzabile limitate conoscenze di persone
Si capisce perfettamente il substrato culturale del Valdegamberi, gironzole politico ma da ultimo presente in lista zaia con migliaia di preferenze raccolte
È lo strato culturale del conservatore che per difendere il suo conservatorismo arriva a fare limbecille : gli chiedono: lei è d’accordo nel dire che il vaccino in questo momento non ha alternative risponde bifido ‘se verrà dimostrato ‘ cioè non sa rispondere.
Oppure sul tema del green, preoccupato solo di difendere la conservazione dell’economia del suo elettorato arriva a parlare di glaciazione che si è affacciata nel 1600
Mio Dio, oh my God. È lì che abiti Gaton, e non sono le tue contorsioni di anguilla a scappare dal recinto di quelli che chiamano il rosso e il nero per dire che critica la meloni deve studiare (sottinteso: sei un komunista)

Rispondi
Gatón

Tu vorresti estendere la proprietà transitiva che recita che ove a=b e b = c risulta che a = c alla vaccinopolitica.
Se vaccinato = intelligente e intelligente = sinistro non è automatico che vaccinato = sinistro
Allo stesso modo se no vax = scemo e scemo = destro non è conseguente che no vax = destro.

Rispondi
Mario56

Lascia stare @ GATON la logica che la stiracchi inutilmente.
Rispondi:
È o non la VERITÀ giornale di Salvini e Meloni che porta avanti tesi no vax e no pass?
È la DONATO sempre presente in tv Mediaset ed è leghista no vax?
Valdegamberi che dovrebbe essere pro Zaia, moderato, non ha detto ieri che non farebbe mai vaccinare sua figlia, perché il vaccino e solo di difesa individuale e non sociale?
Lascia stare Rifondazione Comunista che non esiste nemmeno più.
Letta, Gentiloni, Repubblica, Correre hanno avuto ancora ambiguità sulle vaccinazioni?
Noooo!
Quindi pensa a quei quattro individualisti, beoni veneti e al rapporto che hanno con la scienza.
Un giorno un Hammer di nazionalità D mi disse che parlare col Veneto medio era come annullare la cultura di secoli in Europa.

Rispondi
Mario56

Perché su tv importanti e serie come LA7 fanno vedere il video di VIGANO’ limitandosi solo a ridacchiare.
Questi personaggi in Germania non troverebbero spazio neanche al bar sotto casa. Ha offeso i morti di Bergamo. Ha detto che sono stati uccisi. Da chi?
Perché un magistrato non gliene chiede conto?
E se è un MATTO deve farsi curare e non occupare la posizione che ha nella Chiesa.

Rispondi
Silvestro

Io sul covid proverei a distinguere le convinzioni personali dallo schieramento politico. Fare la conta dell’una e dell’altra parte non credo contribuisca a chiarire il contrasto.
Se teoricamente sosteniamo che i no-vax e i no-pas sono presenti nello stessa misura sia a destra che a sinistra, la grande differenza si trova nell’atteggiamento di quei partiti politici che ufficialmente, NELLE PAROLE DEI LORO STESSI LEADER, sono molto critici, se non contrari su vaccinazioni e dintorni. E questo si realizza urlando, con atteggiamenti aggressivi, estremi, criminalizzando ogni iniziativa del governo. I supporter più esagitati ovviamente infiammano e trascinano gli incerti, sapendo di trovare la comprensione, la giustificazione, nonché la visibilità che vanno proprio cercando.

Il Veneto nonostante i risultati complessivi siano soddisfacenti, risente di questo clima astioso. ZAIA insiste molto su mascherina e distanziamento, ma poco o niente sul completamento delle vaccinazioni per non urtare troppo la suscettibilità del capo.
Inoltre è ripreso quasi completamente lo slancio turistico, sia come frequenze. che come iniziative.
C’è la voglia di riavviare a pieno ritmo il lavoro e nel contempo di buttarsi alle spalle questo periodo tedioso riprendendo in pieno la vita di sempre.
Mettici le numerose manifestazioni di protesta rigorosamente senza mascherina.
Mettici infine la ripresa delle scuole, le tante leggerezze ed hai ottenuto i risultati che vediamo.
Il tutto condito da una fascia significativa di ingenui, creduloni, superficiali, presenti più nei veneti che in altri.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code