Torna al blog

ZAKI LIBERO, TRAGEDIA FINITA

Ad ascoltare i titoli di tutti i tg nazionale, e poi a leggere la prime pagine dei quotidiani, avresti dedotto che la tragedia che angosciava le famiglie, gli italiani in genere, non era il lavoro, lo stipendio né la salute. La tragedia erano i 22 mesi passati in carcere dallo studente egiziano Patrick Zaki. Libero lui, fine della tragedia.

Ora chiaro che va criticato e condannato un regime autoritario che mette in carcere chi osa scrivere o dire qualcosa contro il regime stesso.

Ma quanti ce ne sono di Zaki con tutti i regimo autoritari e dittatoriali al Mondo? Sono milioni, non solo incarcerati, ma anche torturati e uccisi. Ma non ne parliamo, non li conosciamo, perchè non hanno studiato all’università di Bologna. In sintesi dei tanti altri trattati peggio di Zaki ce ne freghiamo.

Ma c’è di ben peggio. Come ha spiegato il grande Federico Rampini ce ne freghiamo anche se viene ammazzato da un razzista nero un nostro ricercatore che aveva il torto di essere bianco.

Rampini spiega che l’assassino del nostro Davide Giri appartiene a una feroce gang di razzisti neri che aggrediscono e ammazzano i bianchi. Condannato ma poi scarcerato perché nero.

Gli stessi media americani, a partire dal New York Times , non parlano di questo feroce omicidio razzista. Perché il politicamente corretto impone di dare grande e scandalizzato risalto se è un bianco ad uccidere un nero. Ma se accade viceversa la regola è il silenzio, minimizzare.

Esempio, ricorda sempre Rampini, l’omicidio dell’afroamericano George Floyd da aperte di un agente di polizia bianco, avvenuto a Minneapolis nel maggio 2020.

Quei pagliacci dei calciatori continuano ad inginocchiarsi in memoria di Floyd (naturalmente oltre a destinare gran parte dei loro emolumenti alla lotta al razzismo…) Mi domando se per quanti anni adesso si inginocchieranno in memoria di Davide Giri…

104 commenti - 1.757 visite Commenta

marco.com

Medice cura te ipsum.
Giornalista, guardati allo specchio.
Di Rampini prendi solo quando critica la sinistra o prendi tutto ?
Quanto Rampini ha criticato quanto parlava di Trump?
Quanta rilevanza ha dato a quando Rampini ha denunciato che la destra americana era NO MASK?
Risposte ovvie.

Poi, se lei giornalista, ad ogni inizio della SUA trasmissione, vuole inginocchiarsi per Davide Giri, lo faccia. Sarebbe un esempio concreto, non concorda?
Io non capisco quelli che dicono “ma perché gli ALTRI non fanno questo o quello”, fatelo e basta. Cito ancora l’esempio della campagna contro Fini: quando ha voluto il “mainstream di destra” si è messo in moto e ha ottenuto il risultato desiderato.
Fatelo anche adesso, chi ve lo impedisce?

Rispondi
Mario56

11.40
Gaton
Vedi che Zwirner è in piena sintonia col tuo sentire?
Certo che attribuire un movente razzista e non di strada a NY con certezza assoluta, ad un paio di giorni dal fatto , sconcerta e probabilmente solo le lenti colorate di parte con cui Zwirner e Gaton vedono la realtà può spiegare questo post.
Rampini o Rampelli che siano.

Rispondi
Mario56

16.19
Questi destri sono ridicoli.
In pratica si lamentano perché non hanno martiri e se li avessero NESSUNO LI CAGA.
Ma questa è una loro incapacità comunicativa.
Ps
Veneto ormai in giallo
Ringraziamo i Veneti

Rispondi
marco.com

VERGOGNA A ZWIRNER ed anche ai rappresentanti di destra che NON HANNO AVUTO IL CORAGGIO di difendere la rappresentante del PD , quando ha lasciato parlare SENZA CONTESTARE quel telespettatore che l’ha accusata di cose che non aveva detto e concetti che non aveva espresso.
Zwirner cavalca l’ignoranza , contestami questa cosa sig. Gaton.

Rispondi
Dark Angel

Un’analisi di un qualunquismo incredibile. Zwriner campione mondiale di benaltrismo, e nel cambiare sempre argomento invece di restare focalizzato su un tema. Un po’ come i 5 Stelle dei “bei tempi”, che quando si parlava della Raggi criticavano dicendo: “E allora Sala? E allora il Pd”?
Sinceramente, trovo davvero squallido fare il Bastian Contrario di fronte a una bella notizia. Zaki è libero. Dovrebbe vergognarsi per aver usato questa vicenda per fare polemica su cose che non c’entrano niente.

Ps. Visto che non riesce mai a fare un’analisi senza cadere nel benaltrismo, applico il suo stesso metodo e le pongo un quesito polemico. Mesi fa fece un post su una sentenza di assoluzione di Nicola Cosentino, approfittandone per lacrimare saliva sulla persecuzione politica subita dall’ex parlamentare del Pdl e sulla mancanza di garantismo in Italia. Tenendo presente che Cosentino era già all’epoca un pregiudicato, nel frattempo è arrivata una condanna a 10 anni in appello per concorso esterno in associazione mafiosa. La notizia le era sfuggita per caso? Non ho visto suoi post al riguardo.
Saluti.

Rispondi
martello carlo

Non so quale parte in commedia stiano recitando, certo questa volta alla cagnara rossa ci si sono messi pure i media berlusconiani: evidentemente l’aspirazione alla corona gli fa fare ( a B. )cose inimmaginabili un tempo. Lui ha molto fiuto e quindi ha capito che accodarsi alle cagnare rosse è congruente con le sue aspirazioni.
Questo comportamento è di un provincialismo di cui solo noi siamo capaci: ZAKI ha detto grazie in ITALIANO ( come non avesse abitato a Bologna per anni )….. voglio tornare in Italia ( che onore ) e così, esaltati da cotanto roconoscimento, da parte di un egiziano lo abbiamo adottato e incensato per giorni sui maggiori giornali paesani.
L’Egitto non è esattamente il paradiso della democrazia, tant’è che quando sbarchi all’aeroporto del CAIRO sei accolto dall’esercito a fucili mitragliatori spianati. Il regime si tiene in piedi per miracolo contro i FRATELLI MUSULMANI: credo che essere uno studente universitario non sia esattamente l’ospite più auspicabile.
Ciò che fa più rabbia è, ripeto èla superficialità ed il provincialismo nel trattare una cosa che probabilmente è molto ma molto più seria e complessa.
Collegamenti REGENI/ZAKI? Certo che tutte queste vicende, probabilmente hanno contribuito a far saltare lo sfruttamento del più grande giacimento mondiale di gas al largo dell’EGITTO scoperto dall’ENI. Qualcuno in alto loco l’ha paragonato all’omicidio MATTEI ad opera della MAFIA su commissione straniera.
La liberazione di ZAKI può essere legato ad un accordo di mediazione/compromesso su questo affare?

Rispondi
martello carlo

11:07
Che con ZAKI si sia esagerato, e non da ora, mi sembra più che evidente anche perché il 99% della gente non sa perché sia stato messo in gattabuia ed il restante 1% pensa che la causa sia la difesa dei COPTI ( cosa evidentemente in contrasto con gli interessi di AL SISI che ha nei cristiani, da sempre ben accetti in Egitto, una sponda nei confronti dei FRATELLI MUSULMANI ). Evidentemente c’è qualcosa di più grosso dietro, ma anche non fosse, questa autentica cagnara giornalistica, dimostra la potenza di certa lobby informativa di distrarci dalle cose ben più importanti , come ben detto da ZWIRNER.
Evidentemente questo paese denuclearizzato è anche decerebrato se segue queste vicende invece di pensare all’enorme speculazione che c’è sotto l’aumento delle bollette di gas e luce ed all’inflazione in generale che il governo intende risolvere con un miliardo in più.
Sono contento per ZAKI, vorrei saperne di più oltre al fatto che fa parte di una ONG, come molti saranno contenti per la grazia concessa da MATTARELLA al bombarolo altoatesino OBERLEITER, ma finiamola oppure andiamo a fondo della questione.
TU NE SAI QUALCOSA…. E DI REGENI?

Rispondi
Silvestro

Ore 14:25
Francamente non capisco il motivo di tanto stupore, di tanto scandalo sulle vicende egiziane.
E’ una cosa del tutto ordinaria:
L’opinione pubblica, i media e la stampa sono sempre intervenuti quando uno Stato con i propri apparati più o meno segreti mette a tacere in maniera tragica / violenta le voci di opposizione che tendono a ostacolare o denunciare aspetti meno democratici dell’attività governativa.
Noi, appunto, ci siamo mobilitati per le vicende Zaky / Regeni, perchè ci riguardano da vicino, ma un clamore internazionale si è verificato anche con la morte di Aleksander Litvinenko avvelenato da plutonio, con la reclusione di Aleksej Navalny, contro cui l’Europa intera ha emesso sanzioni economiche, con l’omicidio di Jamal Khashoggi: Tutti casi di cui non ce ne fregava una bella minchia.

Anche il caso George Floyd si può collocare in questa casistica: Un rappresentante dello Stato per un intervento di normale amministrazione, ferma un cittadino che paga con una banconota falsa, lo immobilizza a terra per 8 minuti con il ginocchio sul collo e trasforma un semplice fermo per accertamenti in un omicidio. Il tutto ripreso con un cellulare dove il fermato implora perché non riesce a respirare.
Se fosse stato un poliziotto nero che soffoca in questo modo un bianco Zwirner cosa avrebbe detto.

Rispondi
marco.com

avrebbe detto che l’Occidente è senza spina dorsale, che la nostra cultura ormai è in piena decadenza, che per essere allineati al politically correct noi bianchi occidentali ormai ci facciamo mettere sotto i piedi da tutti, che il razzismo è quello dei negri (perché negro si può dire e non deve essere considerata un’offesa) nei confronti dei bianchi, che la sinistra si inginocchia ai negri, che non difendiamo le nostre radici giudaico-cristiane, che siamo diventati degli smidollati, che che che che
fa parte del Pensiero Unico della Destra, quella che preferisce abbracciare la irrazionalità piuttosto che la razionalità, quella di Descartes, di Voltaire ecc.ecc.
La vergogna, come ho scritto in altro luogo, a cui Gaton non ha risposto, è non aver difeso la rappresentante del PD che ha detto una cosa lasciando che il telespettatore la insultasse accusandola di tutti i luoghi comuni sopra riportati

Rispondi
Mario56

21.41
Gaton
Per esempio di non condannare l’occhiolino ai no vax di salvini meloni.
Di non condannare la VERITÀ di Belpietro e Borgonovo …

Rispondi
Gatón

8.35
Marco
Non ce n’è bisogno, lo fai già tu per tutti.
Per me è sufficiente non sostenere le loro posizioni come facevi tu con Zingaretti quando negava la cinesità della pandemia.
Te ne sei mai vergognato ?

Rispondi
marco.com

Sei totalmente fuori strada.
Faccio il gaton: dove hai mai trovato che io abbia scritto esplicitamente o anche implicitamente che abbia sostenuto la posizione di appoggio della cinesita’ . Semmai, dissi che il comportamento della Cina, stra-xolpevole, era da ricondurre alla real politik.
Ricordare la storia di Zingaretti che è durata pochissimo e che era inserita in un contesto in cui la pandemia era temuta (come dal sottoscritto, il primo del blog ad invitare ad utilizzare le mascherine) e non ancora conclamata , con la costante e perdurante opposizione a vaccini e misure del governo italiano di gran parte della destra è negare la realtà e tu lo fai

Rispondi
Gatón

11.44
Scusami Marco, hai ragione.
Ho sbagliato ad indirizzare la risposta che era per l’ultimo commento di Mario.
Il caffè non aveva ancora compiuto il suo effetto ed ho scambiato il suo nome col tuo.

marco.com

Non mi pare di aver detto che devi vergognarti
Ho detto che Zwirner e compagnia si dovevano vergognare a lasciar passare i discorsi imbecilli di certi telespettatori. A te , semmai, ho chiesto se sei d’accordo con me sia nei confronti di Zwirner e compagnia sia nei confronti di quei telespettatori lasciati liberi di dire cazzate.
Ovviamente puoi non rispondere ma se rispondi sempre con esempi contrari, si capisce benissimo che eviti largomento e giri la frittata proprio tu che accusi gli altri di farlo

Rispondi
Gatón

16.36
Infatti, fa parte degli effetti collaterali dell’astinenza da caffeina.
Diciamo che di solito il nostro Parón de casa richiama all’ordine se chi interviene non si comporta educatamente e commenta se l’intervento, a parer suo, era fuori luogo.

Rispondi
martello carlo

10:18
Come dice giustamente SILVESTRO, francamente non si capisce il il motivo di tanto stupore, di tanto scandalo sulle vicende egiziane.
APPUNTO, e allora perché tanta cagnara…. tanto che un APPUNTO lo fa su LIBERO FILIPPO FACCI del quale mi permetto di riportare qualche acuta osservazione: “…poi ZAKI ha aperto bocca a margine delle 3000 interviste…. e si è visto che non parla una parola di italiano… tutti di sale, ma guai a dirlo: …”uno di noi”, candele alle finestre, cittadinanze onorarie, meriti speciali richiesti al governo…ZAKI “il bolognese affamato di conoscenza”, borsa di studio, “sempre teso alla condivisione”, il master nella “SUA” Bologna ( anche se non è chiaro in che lingua )……… poi capisci che l’unica cosa che conta è che abbiamo liberato un detenuto per un reato di opinione anche se è accaduto in Egitto con un detenuto egiziano. ANDREA COSTANTINO e MARCO ZENNARO, accusati di reati indefiniti, detenuti negli EMIRATI ARABI e SUDAN sono solo italiani e non egiziani.”
CHE PAESELLO PROVINCIALE

Rispondi
Silvestro

ore 11:10
Ma allora non hai capito niente.
Se non è coinvolto un personaggio importante, se non c’è una comunità che si mobilita, se non ci sono manifestazioni, se non ci sono i social che si organizzano, ai media non interessa, non fa notizia; l’episodio, qualsiasi episodio, rimane nella cronaca ordinaria citato magari in terza o quarta pagina.
Lamentarsi che gli altri se ne fregano è ridicolo, infantile. Se a te o a Filippo Facci interessano ANDREA COSTANTINO e MARCO ZENNARO, vi mobilitate, organizzate manifestazioni, pubblicate interviste con i loro parenti ed amici, mettete in piedi dei sit-in, attivate dei falsi profili su facebook con migliaia di like.
SALVINI NON VI HA INSEGNATO NIENTE?

Rispondi
Gatón

11.50
Hai ragione Silvestro.
No social, no news.
Ricordo bene che l’efferata uccisione di Desirée Mariottini, perpetrata nella notte tra il giovedì e il venerdì, è stata tenuta nascosta dai tg fino al lunedì, quando ormai la notizia non era più contenibile sul web.

Rispondi
martello carlo

BRAO, così le CAGNARE, sarebbero doppie.
A destra ci sono persone concrete, le cagnare le lasciamo ai branchi di cani, appunto, come gli scioperi oceanici mangia e bevi dei fancazzisti.
Sei talmente abituato a girare tu la frittata che non puoi nemmeno immaginare che possano essere gli altri a farlo, ergo sei tu che non hai capito una minchia. 🙁

Rispondi
Silvestro

ore: 14:15 – Gaton – Martello

come ho già detto, piagnucolare perché GLI ALTRI non fanno quello che vorreste voi è intollerabile soprattutto perché non siete più dei bambini capricciosi. La soluzione è impegnarsi in prima persona e attivare tutte le iniziative che vi consentono la prima pagina dei notiziari.
A New York dal 1 gennaio al 9 dicembre 2021 sono stati commessi 443 omicidi, più di uno al giorno. Zwirner ed il “grande Federico Rampini” sanno dirci quanti di questi sono stati trascurati o finiti in prima pagina?.
C’è un grande bisogno di crescere almeno un pò, anche per Zwirner e Rampini.

In fin dei conti la prevalenza attiva nei social e a cascata nei notiziari non è certo della sinistra.
Salvini é l’esempio più concreto: Non ci sono frittate da rigirare; sono circostanze precise e documentate.

Rispondi
Gatón

16.32
Silvestro, QUANTI dei 443 assassinati erano brillanti studenti italiani ?
Lo fai al salto o col piatto ?
Da quanto ne sei esperto opterei per il primo modo.

Rispondi
martello carlo

@Silvestro Dicembre 11th, 2021 ore: 14:15

17:40
“La soluzione è impegnarsi in prima persona e attivare tutte le iniziative che vi consentono la prima pagina dei notiziari”, come gli AGNELLI, DE BENEDETTI dici?
Sull’occupazione dei social, non so da dove tu tragga certe conclusioni, evidentemente hai un rapporto privilegiato col CENSIS, ma quando SGARBI dice che “l’intellettuale deve stare sui social altrimenti vince FEDEZ” mi dà l’impressione che sia proprio la sinistra che partecipa alle cagnare; se poi ci aggiungi la FERRAGNI …… Poveri PROGRESSISTI, che compagni…..
Comunque è interessante questo concetto che ha esplicitato per primo MARCO.COM ( mi pare ) della destra che rinfaccia passivamente alla sinistra di essere dominante ( mi sembra che MARCO.COM rappresenti benissimo quest’ultima come inquisitore pedante e petulante dall’alto di chissà quale scranno ) e che tu stesso ribadisci; è ora che invece di scusarsi , debba imporre la propria visione e cominci a costringere gli altri a giustificarsi, che di peccati sulla coscienza ne hanno avuti e ne hanno a bizzeffe, per non parlare della DEMAGOGIA PSEUDO CULTURALE di cui sono i depositari.
DA QUANTI ANNI RIESCONO A IMPORRE IL PDR?

Rispondi
Silvestro

ore 20:17
Buttarla come al solito sulla contrapposizione politica nazionale, non mi interessa.
I riferimenti ad Agnelli e De Benedetti mi lasciano del tutto indifferente anche perché sarebbe troppo facile contrapporre la massiccia presenza mediatico / giornalistica di Berlusconi.
Se con questo vuoi dire che da noi non ci sono editori apolitici sono d’accordo, ma lamentarsi addirittura della stampa di New York che parla solo marginalmente di un episodio che ci interessa in particolare, mi sembra veramente incredibile. E lo dico soprattuto per Zwirner.
Si potrebbe per contro congratularsi con le forze dell’ordine che hanno catturato rapidamente il colpevole.

Circa i social i Ferragnez politicamente contano niente; il mio punto di riferimento è Salvini che, sempre politicamente, in questi ultimi tempi, soprattutto con i social ha tratto più vantaggi di qualsiasi altro.

Rispondi
Mario56

08.49
Insomma si capisce bene che a Zwirner e Martello danno fastidio i neri che lottano contro le discriminazioni razziali, gli Egiziani che denunciano il governo del loro paese perché dittatoriale e che impedisce la libertà di espressione.
Ma volete sempre sparlare dell’Europa che ci ha salvato coi vaccini e coi soldi?
La cagnara dei contratti farlochi di astrazeneca, su cui Zwirner ed i sovranisti hanno imbastito una cretina campagna propagandistica è finita.
È finita anche la bestia. Salvino è in un angolo, Zwirner è quotidianamente smentito dai fatti. Martello blatera le sue stanche pepponate.
La politica chiama alla serietà.
La destra becera è finita.

Rispondi
marco.com

Finita? Ma quando mai.
Intanto c’è un aspetto ‘di sistema’ che non è eliminabile.
Poi c’è l’ignoranza cronica ed inguaribile così ben evidenziata da certi telespettatori che si sentono a Il Rosso e il Nero.
Poi ci sono quelli che per puntiglio neghetanno sempre l’evidenza oppure eludendo il confronto

Rispondi
Mario56

18.24
Spesso si parla di DESTRA BECERA, ma nel nostro Paese c’è una destra liberale, moderna, moderata, non populista, veramente europeista, con cui si possa dialogare o anche questa alla fine risiede nel PD.
Io , tranne frange insignificanti, nell’odierno DESTRA centro non vedo niente di promettente e rassicurante.

Rispondi
Mario56

È veramente incredibile che la destra nostrana di Zwirner si lamenti perché le mobilitazioni della società civile per i diritti umani facciano breccia nell’opinione pubblica, mentre non sfondano le battaglie delle destre.
L’unico che sfondava era la BESTIA! È ovviamente Salvini che si nutriva da quella tetta.

Rispondi
marco.com

Novax di 50 anni rifiuta di essere intubato e muore di Covid.
Questa irrazionalità è tutt’ora accarezzata da certa destra.
Non si tratta di persone singole (e io conosco un 5S che non è certo di dx e via sottilizzando) ma di esponenti politici di primo piano e di giornalisti ben visibili.
È vero, c’è anche il neo movimento di Cacciari che con quella dx non ha niente da fare. Ma sono cose un po’ diverse. Nessuna persona con scarse doti di spirito critico seguirà i discorsi filosofici ma bensì quelli di certi giornalisti

Rispondi
marco.com

E la Santa Madre Chiesa, nella sua millenaria storia, ci dice che si pecca non solo per le azioni ma anche per le omissioni.
Omissione di dire con chiarezza che certi giornalisti scherzano con il fuoco in tema di pandemia

Rispondi
Mario56

10.28
Ormai è chiaro che molti no vax SONO DEI MATTI SCATENATI DA RICOVERO IN PSICHIATRIA.
Questo ci può stare. I matti ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
Ma dei POLITICI o meglio PESEUDOPOLITICI accarezzino queste menti malate, da curare, per fini puramente ELETTORALI, non è accettabile. Questi partiti stanno giocando una partita sporca, creando pericolo per la diffusione del virus.
In pratica stanno attentando alla salute pubblica e VANNO FERMATI.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Dicembre 12th, 2021 08.49
11:10
Mi chiedo se rispondere ai tuoi intermezzi sia DIGNITOSO, come del resto occupare le prime pagine dei giornaloni per un egiziano che viene pretestuosamente imprigionato nel suo paese con la scusa delle proteste pro copti, di cui AL SISI se ne frega altamente.
Cioè ci si è interessati del NULLA, dato che di casi come il suo sono piene le patrie galere egiziane. Tra l’altro non parla manco l’italiano, come s’è visto da quelle MACCHIETTE FAZIO e LITIZZETTO che ormai fanno concorrenza a BISIO.
Che la sinistra sia anti italiana si presti ai blitz degli altri paesi, magari di stampo gollista, soprattutto in campo economico, non è una novità, tanto che la MELONI è costretta a volere un PDR PATRIOTA: il caso LIBIA è lì sotto di noi a dimostrarlo, come il caso MATTEI e la vicenda giudiziaria ENI/NIGERIA.
Che quindi tenda a stendere un sipario teatrale costruendo il caso ZAKI per nascondere la verità sul caso REGENI con cui è collegato, è perfettamente normale. La strategia di creare un conflitto con l’EGITTO da parte di gruppi interessati a sfruttare uno dei più grossi giacimenti di gas scoperti dalla nostra società, è quanto mai evidente, salvo per chi ulula alla luna, come i CANI.
Che io tolleri un dittatore è dovuto al fatto che chi pretende di imporre la democrazia in medio oriente rischia di causare altre SIRIE e altre ISIS in tutta la regione.
Ma a uno che sa scrivere solo intermezzi BECERI, ampliare l’orizzonte fa girare la testa…..

Rispondi
martello carlo

@Silvestro Dicembre 11th, 2021 ore 20:17
11:45
Si, volevo proprio dire che da noi non ci sono editori apolitici e aggiungo che sono finanziati da industrialoni che parteggiano ( chissà perché ) per la sinistra, non certo per BERLUSCONI ( vedi congresso di VICENZA del 2006 ).
Sta di fatto che tra un piacerino e l’altro, un processino e l’altro, da “ABBIAMO UNA BANCA ) ormai la sinistra le controlla quasi tutte, MPS su tutte dove morti e omicidi fanno la fine del caso ORLANDO in VATICANO, il che è tutto dire
Sul caso GIRI, sono abbastanza d’accordo con te per quanto riguarda la stampa americana, sulla nostra meno in quanto puzza di partigianeria politicamente corretta ( mi piace questa definizione della dittatura culturalgramsciana scolastica )
FEDEZ – FERRAGNI -POLITICA: molti esperti non la pensano esattamente come te; i giovani per te ( e per me, che però se ne rende conto ) sono come degli alieni subliminati.

Rispondi
Mario56

07.41
Ora finalmente starai più tranquillo, @@martello,
che abbiamo il tessitore, il diplomatico Salvini, uomo della Provvidenza, grande mediatore, con provata esperienza.
Sta seriamente ascoltando tutti i partiti, in uno spirito unitario, per cercare il bandolo della matassa per l’elezione del PDR.
Cerca di frenare il PATRIOTTISMO della burina e al contempo prova a far convergere il PD sul nome di un rappresentante delle destre.
La strada è irta, piena di ostacoli, di trappole. La condizione economica e politica italiana versa in condizioni da canna del gas, quindi non si può fallire.
Ma con un politico serio, navigato , con una visione unitaria del Paese come Salvini mi sento
molto tranquillo, soprattutto per la sua indubbia fede democratica.

Rispondi
Gatón

Nominare la canna del gas in questi giorni è di cattivo gusto.
Tornando al topic, dopo 22 mesi passati nelle inenarrabili galere egizie mi sarei aspettato di vederlo un po’ meno paffutello.

Rispondi
Mario56

10.45
@gaton

Allarme per una fuga di gas in centro a Verona ieri sera, poco prima della mezzanotte. La polizia locale ha chiuso al transito la zona di Ponte Navi, nel centro città, per una fuoriuscita di metano dalla rete di distribuzione. Sul posto i tecnici di Megareti e i vigili del fuoco. Tutta l’area è stata interdetta al traffico veicolare e ai pedoni per tutta la notte. Deviato sulla circonvallazione esterna il traffico.
Solo intorno alle 7.30 di questa mattina, dopo la completa riparazione del guasto alla tubatura del gas da parte dei tecnici, la circolazione è tornata alla normalità con la riapertura di San Fermo e Ponte Navi. L’amministrazione comunale fa sapere che restano alcuni metri di strada da asfaltare davanti alla chiesa di San Fermo ma che il cantiere non impedisce il transito di bus e auto.

Nella DESTRA Verona del sindaco Sboarina , non in Sicilia o Calabria.

Rispondi
marco.com

Sono stato invitato a guardare il podcast de Il Rosso e il Nero

Figura di MERDA, imbarazzante rappresentante di Fratelli d’Italia.
La idiozia più grande è l’affermazione POPULISTA di questo signore: “io sarei partito a vaccinare dall’Africa”. Ma chi sta prendendo il per il CULO questo signore ?
E’ il modo che questa POVERA destra (povera di cranio) usa per deviare i discorsi.

Anche relativamente alla proroga dello stato di emergenza, ho sentito autentiche cazzate, considerando che provengono da persone che di politica dovrebbe saperne.

e la signora che telefona: FALLIMENTO TOTALE dell’Europa. Chissà di che parte politica è …… è dal 1948 che siamo in stato di emergenza. Come dire che si stava meglio fino al 1948 …. guerra compresa, naturalmente

Vedi Mario56: dove vuoi andare con questi qui?

Rispondi
Mario56

10.40
@ Marco.com
infatti non si va da nessuna parte, quando un Gaton osserva che Zhaki in carcere non ha poi sofferto tanto visto che si è pure ingrassato.

Rispondi
Mario56

Lo so che sono particolarmente DURO DI COMPRENDONIO.
Quindi chiedo ausilio al blog.
Non ho capito esattamente chi siano I PATRIOTI che la Meloni burina vorrebbe come futuro Presidente della Repubblica ?
Berlusconi?
Uno che è stato condannato per avere frodato la sua Patria?
Uno, le cui imprese pagano le tasse in Olanda e non nella propria Patria?
O forse la parola patriota, per la urlatrice burina, non significa altro che
FASCISTA?
Inoltre…
… Mattarella non è un patriota?

Rispondi
martello carlo

@ Mario56 Dicembre 14th, 2021 07.41
19:25
Una volta tanto la metti sull’ironico e hai ragione: ridiamo per non piangere.
La situazione, dopo il tempo perso a parlare di uno dei tanti egiziani messi in galera nel suo paese, ci ritroviamo in una situazione veramente critica: nemmeno la legge sulla buona morte è passata… quindi non ci resta che soffrire.
Da DRAGHI, mi aspettavo molto di più: ci mancherebbe solo che fuggisse al QUIRINALE e saremmo veramente fottuti, dal momento che, a meno che non abbia nascosto tutto in un cilindro e lo tiri fuori come il classico coniglio all’ultimo momento, degli impegni con l’UE /PARR non ne ha portato a casa 1.: giustizia e burocrazia sono ancora lì grossi come macigni, quindi non si sa come faremo a spendere i soldi a debito, abbiamo un’inflazione che ci mangia l’aumento del PIL e non abbiamo una visione per un rilancio stabile del paese.
Come ho già detto più volte , i due che si sono accollati la responsabilità di gestire questa fase , DRAGHI appunto e MATTARELLA, dovrebbero rimanere al loro posto fino compimento della missione.
Ogni altra soluzione sarebbe fallimentare : non è immaginabile che DRAGHI cessi di essere operativo e vada a a taglaiare nastri e fare i discorsettidel 2 giugno: non c’è aòlternativa alla sua faccia in Europa e nel mondo: se SALVINI o la MELONI pensano di andare a palazzo CHIGI sono degli incoscienti, al punto in cui siamo, non dei patrioti: in Italia non entrerebbe più manco un dollaro bucato.

Rispondi
Mario56

10.35
@ martello
sono d’accordo. Con i patrioti della Meloni burina non arriverebbe nemmeno un centesimo.
Sulla legge del fine vita dignitoso e non tra dolore fisico e mentale dovresti ammettere che è un tema ostacolato principalmente dalle destre che credono così di accaparrarsi il voto dei cattolici e delle gerarchie ecclesiastiche.

Rispondi
Silvestro

ORE 20:16 – MARIO
La domanda è pertinente e ha sollevato molta curiosità.
Ma Giorgia ha un candidato nascosto per il Quirinale?.
LA RISPOSTA È NO; ed ha il significato sottinteso; che nonostante questa carenza mette le mani avanti per sottolineare che il candidato dovrà comunque avere la loro approvazione.

Ma ovviamente gli interrogativi si sprecano:
PERTINI, ex partigiano militante ed eroe dell’antifascismo, era un Presidente patriota?
MATTARELLA che rifiutò la nomina di Paolo Savona a Ministro dell’economia è un Presidente Patriota?
DRAGHI sarebbe un Presidente patriota?
su questo nome lei tergiversa, ma sarebbe piuttosto singolare definire Presidente Patriota un ex capo della BCE che lei stessa per anni ha definito uno strumento in mano a Germania e Francia.
Si può essere patrioti e antieuropeisti contemporaneamente?
Gli Interessi nazionali possono contrastare con quelli europei?

La Giorgia stessa è Patriota? Se come capo della destra conservatrice europea tifa per il ripristino delle frontiere nazionali; se solidarizza con Orban che rifiuta il rispetto della carta europea e che ha votato contro il PNRR, si può definire unattegiamento da Patriota?.

Rispondi
Mario56

09.48
Per Giorgia la burina, è almeno chiara una cosa:
nel PD non ci sono PATRIOTI, ma politici svenduti alla nemica Europa, alle banche tedesche e francesi, svenduti ai poteri forti che mantengono il globalismo a scapito del sano nazionalismo, sovranismo della chiusura delle frontiere.
La storia della sinistra italiana, invece non passa dai partigiani che ancora ragazzi hanno dato anche la vita per liberare la Patria?
Quindi grandi patrioti, come Sandro Pertini, Ferruccio Parri, Amendola, Ciampi.
Furono patrioti i fascisti che consegnarono l’Italia e gli italiani nelle mani degli aguzzini nazisti?
Alla fine la foga urlatrice della burina produce il nulla più assoluto.
I patrioti ci sono…
… ma non sono dalla sua parte.

Rispondi
Gatón

Mario, l’osservazione sul paffutello l’ho copiata da un mio coetaneo molto più a sinistra di te .

Rispondi
martello carlo

@ Mario56 Dicembre 15th, 2021 10.35
14:30
Sul fine vita, non credo che la destra sia pregiudizialmente contraria: è una misura di CIVILTA’ accettata, anzi, penso VOLUTA trasversalmente dalla maggioranza della popolazione, ma presentarla come l’ha fatto la sinistra ( dov’era se il parlamento era DESERTO ) senza un dibattito, senza che nessuno ne conosca i dettagli ( importantissimi in questo caso che si presta a molte interferenze e forzature) costituisce uno dei più alti episodi di DEMAGOGIA mai espressi dalla sinistra ( che pure di disegni di legge demagogici ne ha presentato millanta tra cui ZAN ZAN ) sembra una iniziativa fatta appositamente per farla fallire.
RESTA COMUNQUE UNA BELLA BANDIERINA DI STAMPO MORTALPROGRESSISTA. COMPLIMENTI.

Rispondi
Gatón

Mi pare che anche l’avversario sputafuoco di san Giorgio si sia espresso senza messi termini contro le critiche della ue.

Rispondi
Mario56

Salvini ieri sera da Giletti:
“ Tagliamo le tasse, tagliamo le bollette, tagliamo iva, irpef, imu, tasse, tassine e, tassone, calmieriamo tutto…
diamo soldi a tutti…
… non mettiamo le mani nelle tasche degli Italiani …”
Giletti: “ Ma i soldi da dove li prendiamo?”
Salvini: “ Emmmhhhhmmmmhhhh??”
Io ho capito che non lo sa. Nemmeno gli interessa saperlo.
@ Marco
seguo sempre meno Rosso e nero , consigliato da Simone, per preservarmi sano il fegato.
La concertazione tra Zwirner e i cani che abbaiano dei telespettatori di telenuovo è ormai insopportabile.

Rispondi
Silvestro

ore 8:48
“Se vuole Morisi può tornare a lavorare con me anche subito. È una bravissima persona massacrata sul nulla per attaccare me. I giudici hanno detto che non ha fatto nulla. La mia porta per lui è sempre aperta” Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a “Non è l’Arena” su La 7.

Nessun Problema di coerenza personale, di opportunità politica, di moralità e di immagine pubblica.
E infatti Salvini su questo è molto coerente.

Rispondi
Mario56

09.47
Sempre ieri sera a NON È L’ARENA, Salvini:” attenzione, sui vaccini ai bambini andiamo piano ehh! Coi bambini non si scherza. Quando parliamo di bambini stiamo attenti!”
Ma quindi Salvini che messaggio dai ai genitori dei bambini?
Magari a quei poveretti che ti seguono.
Stiamo dando il messaggio che la scienza e la medicina hanno scherzato finora, e non c’è stata cautela.
SALVINI è qualificato per dare consigli sui vaccini?
Lui nella sua ignoranza fa riferimento a studi di mesi fa. Lui sempre nella sua ignoranza non sa che ora ci sono milioni di bambini vaccinati e non più i 3000 bambini di Pfizer.
Ma si rende conto che dare messaggi sbagliati, implica incertezze nella campagna vaccinale col raggiungimento degli obiettivi in ritardo, e che questo causerà morti, ricoveri in ospedale, chiusure?
Salvini
ancora hai perso l’occasione per STARE ZITTO!

Rispondi
martello carlo

Mario56 Dicembre 15th, 2021 17.31
11:22
Ho letto il link controvolgia, ma non mi sembra di poter stabilire cosa sia più patriottico, se il provvedimento dell’uno o la protesta dell’altra; dipende dalla visione prevalente: fattore economico o sanitario.
Una cosa è certa: il panico che la parola PATRIOTA ha gettato nella sinistra. FRANCESCO BORGONOVO dice che ” la sinistra teme il patriota perché è il suo OPPOSTO.
SPIAZZANTE è pure per il termine spregiativo attribuito finora a chi semplicemente difende gli interessi del proprio paese ( SOVRANISTA ) dietro al quale si è nascosto chi della passività ha fatto la propria bandire cattocomunista favorevole alle frange LGBTQ che, come si sa ( almeno così dicono ) prevede sempre un PASSIVO.
In realtà noi dall’Europa l’abbiamo sempre preso grazie all’asservimento ai vari cancellieri tedeschi e presidenti francesi. Voglio vedere ora chi oserà uscire allo scoperto dichiarandosi ANTI PATRIOTA, QUINDI ANTI ITALIANO.
ELEGGIAMO MEL GIBBS COME PDR? 🙂

Rispondi
Silvestro

ore 14:24
NON SONO PER NIENTE D’ACCORDO ANZI DIREI CHE SONO DI OPINIONE OPPOSTA.
Qualche post indietro con una serie di interrogativi, ho tentato di stimolare un approfondimento per stabilire cosa si intenda per “PATRIOTA”. Tutte domande non retoriche, legate a persone e fatti concreti proprio per definire un profilo di questo termine.
TU PER PRIMO TI SEI GUARDATO BENE DAL DARE QUALCHE RISPOSTA.
Ora provo io a fare qualche considerazione. Tutto gira intorno ad una domanda precisa:
SI PUÒ ESSERE PATRIOTI E CONTEMPORANEAMENTE EUROPEISTI?
La mia risposta è positiva senza dubbi, anche se nella interpretazione comune viene vista come antitetica. L’adesione all’UE è una libera scelta di ogni Stato, approvata addirittura con referendum popolare, dove partiti e orientamenti politici sono molto più sfumati. Alla consultazione del giugno 1989 partecipò l’80% degli aventi diritto ed ebbe l’approvazione del 88% dei votanti.

Chiariti questi presupposti di legalità, Abbiamo già visto come l’interesse nazionale non si tutela battendo i pugni sul tavoli, urlando o insultando i partner europei; spero che questo non vada dimenticato.
L’interesse nazionale si afferma esclusivamente attraverso la credibilità e la serietà della classe
politica nazionale. E’ necessaria una consistente attività politica estera sostenuta da convinzioni durature e credibili. È indispensabile una solida reputazione internazionale, maturata in anni di attività e supportata da una consistente struttura economica e da una condizione finanziaria che consenta un percorso autonomo nelle scelte e negli investimenti.

Poche definizioni per concludere che il patriottismo italiano, cosi come lo,intendono coloro che lo proclamano, oggi non esiste. Ma soprattutto affinché ci venga riconosciuto, abbiamo bisogno di idee chiare, concrete, attuabili nei tempi e orientamento della spesa.

Avremmo dovuto farlo da tempo, invece ce lo siamo fatto imporre dall’UE e siamo pure contenti di ubbidire.

Rispondi
Gatón

14.50
Silvestro, se non sbaglio il referendum da te citato verteva sull’opportunità di trasformare la CE in unione politica, con mandato a redigerne la Costituzione, non di aderirvi tout court.
Mi pare che non sia la stessa cosa.
Comunque, sì, si può essere europeisti convinti e patrioti italiani allo stesso tempo.
I termini non sono antitetici, come non lo è per Italia e Veneto.

Rispondi
Mario56

Testo del quesito
Ritenete voi che si debba procedere alla trasformazione delle Comunità europee in una effettiva Unione, dotata di un Governo responsabile di fronte al Parlamento, affidando allo stesso Parlamento europeo il mandato di redigere un progetto di Costituzione europea da sottoporre direttamente alla ratifica degli organi competenti degli Stati membri della Comunità?

Il quesito mi sembra chiaro.
La UE è ampiamente legalizzata dal voto popolare.

Rispondi
Silvestro

ore 15:52
Se il riferimento è al trattato di MAASTRICHT, il voto definitivo alla Camera è avvenuto il 30-10-92 con 403 voti favorevoli, 46 contrari e 18 astenuti.
Per la cronaca la Lega ha votato a favore.

Rispondi
Mario56

È interessante che tu scriva
PER LA CRONACA LA LEGA HA VOTATO A FAVORE …
… così sgombriamo subito il campo ad altre obiezioni di legittimità di qualcuno del blog.

Rispondi
Gatón

Nessun riferimento a Maastricht in particolare, e nessun tentativo di delegittimazione.
Ho semplicemente precisato come il referendum italiano abbia espresso la volontà popolare della costituzione di una unione europea.

Rispondi
Mario56

Ancora una volta il nostro Veneto sta avendo una curva molto alta di contagi ed i decessi sono i più alti d’Italia, perfino più della Lombardia che ha quasi il doppio di abitanti.
Ritardi nella campagna terza dose?
A fine novembre ero andato a fare la terza dose alla Duca: il centro era deserto.
Guardando anche i dati ministeriali, il Veneto è agli ultimi posti in Italia sulla somministrazione terze dosi.
Ma in autunno Zaia aveva smantellato molti centri vaccinali per far ripartire le fiere. Ora i risultati si stanno vedendo.
Da lunedì BUON GIALLO A TUTTI I VENETI!

Rispondi
martello carlo

@ Silvestro Dicembre 16th, 2021 ore 14:24

11:50
“……..“PATRIOTA”. ….. definire un profilo di questo termine. TU PER PRIMO TI SEI GUARDATO BENE DAL DARE QUALCHE RISPOSTA.”
Nessuna ritrosia da parte mia, semplicemente, invece di definire il termine patriota, cosa impossibile, ho chiarito ciò che non è: un sinistrato lecca lecca dei SOVRANISTI europei per andare al potere senza voti e distruggere gli avversari che non lo sono ( lecca lecca intendo ).
In particolare ho citato la FRANCIA la quale insieme all’OLANDA ha mandato all’aria il REFERENDUM del 1989, rifiutando e affossando definitivamente con un loro referendum del 2007 il ” Trattato che adotta una Costituzione per l’Europa ” redatto nel 2003. Ora esiste quel misero surrogato che è il “Trattato di Lisbona ” entrato in vigore il 1º dicembre 2009. che nessuno conosce e nessuno ha democraticamente voluto.
Insomma l’EUROPA non esiste, esiste L’EURO, le manette che ci hanno fottuto: tutto si può dire fuorché sia un’entità che assomigli anche vagamente ad uno stato, sia pure confederato e chi ci crede o è in malafede , o ha bisogno di un profondo TSO oppure ancora un illuso: GRANDE ILLUSIONE appunto, ma un altrettanto grande ABORTO DI UN POSSIBILE PROTAGONISTAFONDAMENTALE PER IL TRAGHETTAMENTO VERSO UNA DEMOCRAZIA GLOBALE, insomma, in parole povere un FALLIMENTO.
Al termine della pandemia, o DRAGHI riuscirà a far cambiare la rotta con la sua autorità garantitagli dai potentati economici internazionali che contano, resistendo alle paturnie tedesche e al desiderio di grandeur de frappe francese, oppure è possibile che scoppi tutto, a cominciare dall’UCRAINA mentre la MURGIA è alle prese con la castrazione della virilità grammaticale ( ma non solo ).

Rispondi
Silvestro

ore 13:22
DEFINIZIONE DI PATRIOTA: ti sei tirato indietro, come no!! Non lo sai, non ci riesci, non vuoi contraddirti. Non sei chiamato a spiegare un definizione di sinistra, ma è meglio postare sbrodolate lamentandosi degli altri.
NON È PROPRIO UNA SORPRESA, MA SEMMAI UNA CONFERMA.

Rispondi
marco.com

io penso che patriota sia colui che nel merito vuole il bene del proprio prossimo
il tuo, invece, sembra il patriottismo di quelli che dicono che i panni sporchi si lavano in famiglia
Il tema è sempre quello: se tu dici di essere il migliore e poi i risultati dicono il contrario, non puoi pendertela con chi te lo evidenzia. Il vero patriota dovrebbe prendersela con quello che ha fatto fare una figura di palta

E su salvini, ha ragione da vendere Mario (mentre non abbiamo visto tue valutazioni): di chi si fida di più salvini: di Borghi o dei virologi? di Belpietro o dei primari degli ospedali della sua Lombardia?

Rispondi
Silvestro

ore 16:21
Per completare direi che il PATRIOTA è pronto a rinunce, a sacrificarsi per il bene del prossimo, non a lamentarsi perché gli altri non fanno come vorrebbe lui.
Se poi parliamo di tutelare la salute, il termine mi sembra assolutamente improprio. Gli unici PATRIOTI sono quei sanitari che sostengono turni massacranti e addirittura vengono insultati per curare quelli che sostengono che il covid non esiste.

Rispondi
martello carlo

@marco.com Dicembre 17th, 2021
16:20
“io penso che patriota sia colui che nel merito vuole il bene del proprio prossimo”: classico concetto non concetto di chi vuole fare l’intellettuale a gratis.
Dove l’hai trovata, nell’antologia delle frasi celebri inserite nel corso per posta di ” come farsi una pseudo cultura di base in 24 ore?”

Rispondi
martello carlo

@ Silvestro Dicembre 17th, 2021 ore 13:22
16:09
E va bene, mi cimenterò a tentare di darti una mia definizione, proprio perché sei tu, anche se non sarebbe giusto, essendo un concetto variabile nel tempo e soggetto a molteplici fattori ma a volte mi piace darti il fianco…
Per me un patriota è qualcuno che sente l’esistenza di una istituzione statale con dei confini, una costituzione democratica, delle regole congruenti, dei valori comuni, interessi di cui si sente partecipe e che concorre a salvaguardare e DIFENDERE nei confronti e nella relazioni con altre realtà esterne ma anche interne che non la rispettino.
Tale realtà per me viene definita come PATRIA.
Naturalmente senza ricorrere agli estremi della retorica fascista o a quella di cubana di “patria o muerte por vivir “.
Chi in nome di propri interessi o di interessi di parte non si presti alla sua difesa o faccia gli interessi di altri che vogliono imporre i propri lo definisco TRADITORE della PATRIA ( cosa successa piuttosto frequentemente anche tra le alte cariche dello stato italiano, che tu comprensibilmente non hai citato ).
Dubito ad esempio che si possano considerare patrioti molti uomini d’affari, come gli AGNELLI, nel senso che ormai si considerano cittadini del mondo ( degli affari loro ) ma non mi sento di considerarli traditori. Su DRAGHI ho dei dubbi una certa dose di patriottismo ce l’ha, ma ho la sensazione che si senta un po’ limitato da ciò, per cui…..
Infine ti dirò che una volta, tempo indietro, sentivo come patria anche l’EUROPA, ora molto meno. Un domani, quando i tempi saranno maturi, potrei considerare come patria il mondo intero, magari dopo aver scoperto l’esistenza di mondi alieni.

Rispondi
Simone

A me pare che si stia parlando sostanzialmente del nulla. Di base un patriota è uno che è pronto a sacrificare se stesso per il Paese in caso di bisogno. Qui al massimo si sacrifica il Paese per mantenere i propri privilegi.
Storicamente l’italiano medio ha una mentalità feudale, quando non più o meno volutamente mafiosa, e quindi abbastanza degno di disprezzo. Tendenza aumentata progressivamente dagli anni ottanta.
Non a caso in linea di massima quelli che potremmo chiamare patrioti (data la definizione sopra) sono da ritenersi delle minoranze se non casi singoli supportati da pochi col senso della giustizia. Ma anche loro non credo credessero davvero al senso della patria inteso come sentimento comune da sviluppare. Ho da sempre l’impressione che fossero mossi da un animo ribelle che non riusciva a tollerare questa nostra mentalità quando arrivava all’estremo. Ma nel momento in cui anche questi personaggi crearono un movimento di potere, ne finivano inevitabilmente dentro gli ingranaggi. Diventando essi stessi parte del sistema.

Rispondi
Silvestro

ore 18:02
Fare il dissacratore ad ogni costo non è il caso. La discussione sul nulla nasce da una affermazione forte e perentoria della MELONI sul prossimo Presidente della Repubblica. Il profilo di questo personaggio celo dovrebbe dare lei.
Ma abbiamo autorevoli blogghisti di destra che ci possono fornire una interpretazione autentica.

Rispondi
Simone

Io ho provato a fare un’analisi storica oggettiva. Correre dietro alle sparate “slogghesche”, vuote e patetiche della Meloni non mi pare il caso. Questo intendevo nella sostanza.

Rispondi
Silvestro

ore 18:25
E’ evidente che lo stereotipo storico del Patriota oggi è fuori luogo; ma se volessimo calare il termine ai giorni nostri direi che sono Patrioti quei sanitari che in silenzio si impegnano in turni massacranti per curare quei pazienti che magari li insultano o strappano loro la mascherina perché il covid non esiste.
Sono gli stessi sanitari che solo un anno fa le autorità locali andavano davanti agli ospedali a ringraziarli con canti e fiori.

Rispondi
Simone

Io credo che lo facciano qui come lo farebbero in altri Stati. Non credo si tratti di patriottismo sinceramente.

martello carlo

11:16

Qui si sta elaborando una nuova forma di patriottismo senza PATRIA: la CGIL per esempio non è più un sindacato, bensì la patria dei lavoratori di sinistra, , così l’ANM è la patria dei magistrati riuniti politicizzati per la spartizione del CSM, oppure, ancor meglio, la patria è quella dell’invasione dei migranti, alla LUCANO per dire….
Può l’ipocrisia trasformarsi nell’amore verso il prossimo?
Da quanto emerge dalle menti più creative di questo blog, pur di fuggire ( meglio esorcizzare ) il vero patriottismo ci si inventa quello delle ASL……
😀 😀 😀

Silvestro

SIMONE – ore 21:00
CERTAMENTE!! Il patriottismo non riguarda solo l’attività nell’ambito nazionale cioè il luogo in cui sei nato e cresciuto, ma la comunità in cui vivi e lavori. Pensa agli oltre 10mila sanitari italiani che risiedono e lavorano nel Regno Unito; quello non è forse patriottismo analogo a quello nazionale?

Rispondi
Simone

Per me no perché mi sembra una questione umana più che di confini nazionali. I piani di lettura sono diversi.

Rispondi
Gatón

Considero quantomeno bizzarro che a disquisire di Patria siano i tifosi di una parte politica che fino a ieri considerava questo termine un disvalore da relegare ad ambienti fascisti.

Rispondi
Mario56

@@gaton
08.56
Ahhhhhaaa!
Quindi i partigiani del glorioso PCI che diedero la vita per la liberazione della propria patria?
I fascisti che tradirono la patria facendo scorrazzare lo straniero tedesco? E promulgando leggi razziali contro i propri cittadini?
Chi dei due era patriota ?
Chi dei due ERA UN TRADITORE?

Rispondi
Mario56

Interessante l’analisi CARNEVALESCA di MARTELLO:
Non sono patrioti gli elettori della sinistra perché sono:
servi del potere, conigli senza dignità che svendono il loro Paese ai potenti banchieri francesi e tedeschi, vittime colpevoli di un pensiero unico marxistacinese, e altri bla, bla, bla …
Caro @ martello
se a sinistra c’è tutto questo
SEI CONVINTO CHE LA TUA DESTRA DI SALVINI MELONI BERLUSCONI SIA PIENA DI CORAGGIOSI PATRIOTI, PRONTI ANCHE A RIMETTERCI DEL PROPRIO PER LA PATRIA?
Io non ne vedo personaggi simili.
Però qui il quesito non è tanto sul significato della parola patriota in se,
quanto invece sul significato che ne da la Meloni Burina a tale parola. Chi è per lei il patriota?

Rispondi
marco.com

Il signor Gaton non vuole o non è capace di spiegarci perché i principali no vax e no green pass alberghino nella destra che si definisce patriota. Stiamo parlando del vuoto

Rispondi
Mario56

11.05
Il @@ sig, Gaton è anni che tergiversa, che si arrampica sugli specchi, che non risponde, che non argomenta quello che afferma, con le sue mezze frasi, detto non detto, vedo e non vedo.
Sarebbe questo un patriota veneto, pronto ad immolarsi per Zaia e per il popolo boccalone di telenuovo/ Zwirner?
Per rispondere a Gaton, diciamo che il termine PATRIOTA è stato abusato dalle destre,
ATTRIBUENDOSENE VALORI CHE NON HANNO. Tu lo confondi col becere sovranismo, che è urlare e far finta di battere i pugni sul tavolo con la UE a scopo di puro spettacolo elettorale.

Rispondi
martello carlo

@Mario55 Dicembre 18th, 2021
11:47
Una cosa è certa: la sinistra ci ha fottuto con l’UE; conigli forse no, ma che abbia tramato con i suoi potentati per far cadere governi regolarmente eletti, certamente sì, quindi altrettanto certamente dei traditori.
Difendere gli interessi della propria patria, della propria comunità, magari migliorando l’insieme non significa immolarsi per essa nei rapporti con altre comunità.
Voglio rovinarmi: diciamo che il patriota è animato da un normale, SANO istinto egoistico, mentre il sinistro conosciuto in questi anni è un ipocrita che in nome dell’uguaglianza e della compassione ipocriti l’ha sempre messa a bottega alla patria per interessi di partito e personali fino ad impadronirsi di tutte le maggiori banche con l’aiuto dei più grossi industrialotti del paese, patrioti della globalizzazione ( tanto per fare un esempio ).

Rispondi
Mario56

Il sano egoismo dell’assessore di Sesto San Giovanni che vuol mettere sulla strada, al freddo, decine di stranieri, con legittimo titolo di abitare in un alloggio popolare ma SBATTUTI IN MEZZO ALLA STRADA per continuare la buffonata leghista del
Prima gli italiani .
È questo il vostro patriottismo.
Vergogna!
13.08 ora web

Rispondi
Silvestro

ore 13:05
Visto che non riusciamo a superare gli schieramenti di quasi un secolo fa, possiamo tranquillamente confrontarci anche con quello.
Lo scenario attuale più plausibile è quello bellico.
NOI SIAMO IN GUERRA. Combattiamo da due anni un virus, un nemico che conosciamo poco; non sappiamo da dove viene, e ce ne accorgiamo solo quando contiamo i morti.
Contro questo nemico abbiamo adottato ogni tipo di strumento sanitario conosciuto; tutti efficaci non in via definitiva, ma consapevoli che sono i soli che conosciamo. Per combattere questa guerra sono stati mobilitati tutti i cittadini con sacrifici e limitazioni personali che sono tanto più efficaci quanto estesi. Chi con motivazioni varie e pretestuose non le rispetta è un TRADITORE, perché è potenzialmente un veicolo di contagio pericoloso innanzitutto per il vicino di casa, ed i familiari stessi. Per questo va sanzionato.
In questo conflitto, non ci sono schieramenti politici che devono prevalere, identità da preservare, non ci sono diritti individuali prioritari, non ci sono confini territoriali e nemmeno tradizioni e culture da salvaguardare. C’è solo un nemico che si sconfigge rispettando le disposizioni che dopo un anno di aggiustamenti continui, numeri alla mano, danno dei risultati.

In questo quadro ci sono individui che un pò per mestiere ma molto per abnegazione personale si sacrificano in termini di rischi, tempo e dedizione per combattere questa guerra nei reparti ospedalieri e nelle corsie. Sono medici e personale sanitario di ogni Paese e che si dedica alla cura di persone contagiate senza alcuna distinzione di nazionalità religione o provenienza.
A mio avviso sono gli unici Patrioti; Possiamo chiamarli anche Eroi o in altro modo, ma non credo ci siano piani di lettura alternativi.

Rispondi
Mario56

@ martello ore 13.11 web
Sottoscrivo pienamente quello che hai scritto.
Lo dovresti far recapitare anche a Salvini Meloni che si sono, ora Salvini un po’ meno, messi coi traditori.
Ma devo darti atto di averlo sostenuto da molto tempo.

Rispondi
Gatón

13.30
Riconosciamo al Presidente uscente il merito di avere rivalutato il termine Patria.
Partenopeo, nonostante un senile revisionismo, è sempre stato troppo legato alle sue giovanili posizioni filosovietiche.
Quanto al dualismo eroe / traditore, dipende solo da chi scrive i libri di storia.
Di solito lo fanno i vincitori.

Rispondi
Mario56

@gaton ore 09.09
Se i vincitori fossero stati i fascisti e avessero scritto loro la storia come vincitori…
SAREBBERO STATI LO STESSO DEI TRADITORI DEL LORO POPOLO!

Rispondi
martello carlo

CLAP CLAP….. un bel discorso, un’idea di partenza originale, ma affermare che siano patrioti e per giunta unici è senza dubbio un finale tirato per la giacca: sono operatori, in questo momento stressati, che stanno facendo un lavoro indispensabile e delicato, come molti altri lavoratori.
A te, come a tutta la sinistra quando sentite la parola PATRIOTA, vi viene il CIMURRO, forse preferireste che patriota lo si definisse come FILO GENITORE 1……… non per niente ho accennato alla MURGIA ed alla castrazione asteriscata.
PATRIA deriva da PATER, ,richiama il concetto di famiglia e quindi di un’entità statale costruita su di essa.
Penso che la MELONI per PDR PATRIOTA si riferisse a questo, cioè ad un certo tipo di società da salvaguardare ed a un certo sviluppo di un’EUROPA FEDERALE che preservi nella diversità le proprie origini e ne favorisca perciò stesso una reale unità, non solo monetaria.
Solo un’EUROPA così potrà essere considerata una PATRIA, condizione sine qua non potremo mai contribuire alla costruzione di un nuovo assetto mondiale che finalmente potremo considerare la nostra PATRIA GLOBALE.
CLAP CLA CLAP CLAP: sono finito anch’io nel patetico fantasioso. Forse ho corso in po’ troppo come l’ONU che impone il conseguimento dell’uguaglianza di genere entro il 2030…….però ho contribuito, mi sembra, a dare una lettura meno nazionalista della PATRIA e dei PATRIOTI.
🙂

Rispondi
marco.com

@Silvestro

Medici ed operatori sanitari, sarebbero patrioti? Semmai è l’esatto contrario: sono eroi per abnegazione e passione per tutti gli esseri umani.
‘Tutti significa ‘Tutti, patrioti significa ‘non tutti, ma solo quelli della tua stessa patria che per semplicità chiamiamo Stato o Nazione’. Ma quelli che si sentono prima di tutto veneti che italiani, sono patrioti? Mi scappa da ridere

Rispondi
martello carlo

@marco.com Dicembre 19th, 2021
16:00
Dunque: siete in 3 su un aereo che sta precipitando tu, tuo figlio e un suo amico e disponi di due paracadute; uno penso lo riservi a te stesso….. l’altro a chi lo dai?
Sembra la nota barzelletta… ed invece è la vita reale, non le chiacchere da estremista buonista che sanno fare tutti, non solo i sinistrati.

Rispondi
Simone

La domanda più interessante sarebbe un’altra: se tu capissi e sapessi che tuo figlio è un irrimediabile cazzone e l’altra persona valida, sarebbe giusto dare oggettivamente il paracadute a tuo figlio? Eppure a lui lo daresti… Capisci bene che questa scelta sarebbe contro natura al di fuori di te. Quindi faresti un danno all’umanità. Quando Nietzsche scriveva “umano troppo umano”…

Rispondi
martello carlo

@ Simone Dicembre 19th, 2021
18:05
Eh EH, ho lasciato la porta aperta a tutte le possibilità, ben sapendo quanto i buonisti aggratis rifiutino la verità, cioè di essere degli ipocriti farisei ” UMANI, TROPPO UMANI “. Di spiriti liberi autentici ve ne sono ben pochi all’atto pratico…. sembra quasi una moda o meglio, CONFORMISMO.
Tornando alla barzelletta, io il paracadute l’avrei dato a mio figlio: il valido, come sono io ( ma con avi altrettanto validi ), avrebbe potuto a sua volta mettere al mondo un figlio come il mio e un nipote tale e quale…..
EPPOI VALIDO DE CHE? Avrebbe potuto essere un valido NAZISTA?

Rispondi
Simone

Se tuo figlio fosse un coglione e il suo amico no, a chi lo daresti il paracadute? Perché è chiaro che un padre lo darebbe a suo figlio a prescindere. Ma questo è un’oggettiva garanzia per il resto del mondo? Se ci pensi la domanda disegna una ipotesi di realtà piuttosto realistica…

Rispondi
Mario56

Loro, i destrorsi, i cosiddetti SOVRANISTI, come amano farsi chiamare, è chiaro che il paracadute lo danno PRIMA A SE STESSI, anche se dicono PRIMA GLI ITALIANI, ma li mentono, sapendo di mentire. Perché gli italiani sono i loro elettori verdi.
Del resto si è visto a Sesto San Giovanni dove uno scriteriato assessore leghista, ha cacciato in mezzo la strada, al freddo, famiglie che avevano vinto i concorsi per l’edilizia popolare, per far posto a gente ARRIVATA DOPO PERCHÉ AVEVA MENO TITOLI PER LA GRADUATORIA , solo perché erano stranieri, che lavorano e pagano le tasse, mentre degli italiani che hanno RUBATO LE CASE DEI MIGRANTI, non sappiamo niente. Un regalo di paracadute offerto dalla Lega, magari a dei coglioni senza voglia di lavorare, che delinquono e spacciano.
Ma la frase dell’assessore
“ QUI A SESTO GLI STRANIERI DEVONO RIGARE DRITTO “
E gli italiani di sesto possono RIGARE STORTO?
Da notare che il tutto avviene con una sentenza che dà torto alla Lega e ragione ai migranti.
Vergogna
8.04

Rispondi
martello carlo

4

Rispondi
@GATON Dicembre 20th, 2021
basta guardare gli spot e si capisce da che parte tira il vento: XXXX XXXX – toro nero imbufalito – bio si nasce, bio si cresce, bio si è – NERO SU BIANCO.
Messaggi subliminali?

Rispondi
Gatón

11.40 ciao Carolus Malleus
…anche la pubblicità è asservita al politicamente corretto.
Meglio dire corrotto.
Una volta a determinare il formato degli spot era esclusivamente il target.

Rispondi
martello carlo

@Simone Dicembre 19th, 2021
9:50
Quando ho cominciato il discorso sul paracadute, mi aspettavo 2 cose:
1 – che mi rispondesse MARCO.COM
2 – scegliesse di dare il paracadute a suo figlio ed al suo amico…… ( sai lui in teoria è un eroe )
Dal momento che sei sulla stessa linea mi aspetterei che tu salvassi il figlio coglione e il suo amico e ti buttassi nel vuoto, sfracellandoti sulla dura terra: così facendo però non ti comporteresti da PATRIOTA ( la Patria non ha bisogno di eroi ) né ti comporteresti da tale se buttassi tuo figlio coglione, infatti ogni patriota salva i coglioni suoi che poi è l’unico modo per arrivare ad avere PARACADUTI PER TUTTI. 🙂

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code