Torna al blog

IL BONUS DIVENTATO MALUS

Che il bonus sia diventato malus può stupire solo chi è convinto che non abbiamo il debito pubblico più alto d’Europa ma il credito più alto. E quindi non mancherebbe denaro pubblico da elargire a raffica…
Il ministro Giorgetti ora è intervenuto dicendo “chiudiamo i rubinetti”. Peccato che un fiume enorme di denaro sia già uscito: si calcola che con i superbonus nell’edilizia lo Stato abbia perso ben 200 miliardi!
Non solo, il sindaco di Soave ha spiegato che a guadagnarci sono stati solo i ricchi: le grande aziende, chi lo ha utilizzato per sistemarsi la seconda casa, la banche con la follia del 110%. A rimetterci le piccole aziende, la gente comune che ha dovuto sborsare soldi per restituire. Un vero disastro.
E’ limitato dare la colpa solo al governo Conte2 che varò la misura. Tutti i governi, di qualsiasi colore politico, hanno ingannato i cittadini con la falsa promessa di elargizioni a raffica.
Senza mai osare di spiegare che qualunque elargizione implica un aumento del gettito fiscale per garantire le risorse. Quindi più tasse, a chi le paga sul serio…Invece continuano anche a garantire di ridurre le tasse…
Scherzando ho detto che manca solo che ci promettano il bonus per comprare l’uovo o la colomba di Pasqua…
Finiamola di raccontare che possano esserci elargizioni di denaro pubblico per tutte le oggettive necessità che ha il cittadino in una situazione economica mai così critica come l’attuale. Senza dimenticare che i bisognosi veri, i tanti poveri, mai hanno visto un solo euro…

74 commenti - 1.378 visite Commenta

inogniposto

a proposito dell’uovo di Pasqua… Dott. Zwirner al riguardo io mi aspetto una bella proposta di Toninelli visto che, a suo dire è il vero problema italiano è il costo delle uova pasquali (oltre che del tonno)

Rispondi
Mario56

Bisogna sottolineare molto, ma MOLTO, ma MOLTO ancora che il super bonus è stato uno strumento favorito, caldeggiato, MAI CONTRASTATO, anche e SOPRATTUTTO da FORZA ITALIA, LEGA SALVINI PREMIER e FRATELLI ITALIA.
Solo Draghi fece alcune critiche e lo mandarono a casa in cinque minuti.
Col super bonus hanno fatto la festa gli imprenditori ( tutti difesi allo strenuo dalle destre).
Per essere onesti fino in fondo, Zwirner, si dovrebbero calcolare anche gli effetti positivi sul pil e sul gettito fiscale, nonché sulla riqualificazione energetica.
Si poteva fare diversamente: SICURAMENTE, si doveva cominciare a sistemare le case popolari, le scuole, gli ospedali, gli asili, gli uffici pubblici , e poi le abitazioni di chi ha basso reddito.
12:17

Rispondi
Mario56

INOGNIPOSTO ha scritto, rispondendo a marco.com:

E’ già, chi non la pensa come te ripete le cose come un pappagallo oppure non conosce la storia che è “patrimonio” di uno di terza media , tra l’altro io potrei insegnare storia e l’ho pure fatto diversi anni fa (sostituendo un professore in una scuola privata) . Mi arrendo davanti a così tanta saggezza e conoscenza…Hai ragione tu. PUTIN è IL MALE ASSOLUTO , L’OCCIDENTE ed il saltimbanco ZELENSKY non hanno alcuna responsabilità riguardo al massacro ucraino… Il figlio del Pres. USA non ha alcun interesse in Ucraina.

E’ vero. I destri, filo Putin , sembrano fatti con lo stampino: pappagalli di un pensiero unico destrorso , che argomenta sempre le stesse cotte e ricotte cose:
La nato che abbaia nel cortile, l imperialismo usa, Biden, il figlio di Biden, il Donbass, i russofoni, l’amore per Putin del popolo russo… bla, bla, bla
Ma su argomenti semplici, elementari e nemmeno da terza media NON UNA PAROLA.
Ma a scuola, quando hai insegnato storia, insegnavi ai ragazzi I CONFINI?
E la Crimea ed il Donbass non sono della Ucraina ancora con i trattati di indipendenza dalla Russia URSS?
Se è giusto che per il figlio di Biden Putin invada la nazione di altri con missili, bombardieri, razzi, distrugga ospedali, scuole, faccia vivere al freddo alla fame e al terrore milioni di persone, allora io dico che è giusto che l Austria si riprenda il lombardo veneto e il sud tirol. Una volta erano suoi. Magari con un referendum la popolazione vorrebbe staccarsi dall’Italia?
14:04

Rispondi
inogniposto

Quando mai ho scritto che sono filo-Putin? (se lo fossi non avrei problemi a dirlo) . Parli di destri faccio rilevare che la posizione della Meloni (che ho votato) è ben chiara al riguardo e non mi pare proprio sia pro-Putin.
Ho solo rilevato che:
1. Zelensky non è quell’eroe che i media occidentali dipingono (anzi, trovo che stia giocando con il destino della sua gente)
2. La relazione tra Russia e Ucraina non è la stessa di un Veneto con l’Austria
3. Non mi pare che in Alto Adige le popolazioni germanofone abbiano ricevuto lo stesso trattamento di quelle russe nei territori ucraini
4. Non mi sono inventato io la relazione tra il figlio del presidente USA e Burisma.

Il mio punto di vista in estrema sintesi è questo:
Storicamente tutte le situazioni anche le più estreme e terribili che sono accadute se lette attentamente indicano non di rado che abbiano avuto origine da comportamenti dei paesi considerati da tutti come le vittime. Non critico il non andar oltre accontentandosi delle spiegazioni “pilotate” ad arte dai media occidentali (per alcuni dei quali il pazzo Putin sarebbe dovuto morire dopo qualche mese dall’inizio della guerra) , ma per me non è sufficiente. Capisco comunque i media, sarebbe ben difficile spiegare alle masse il progressivo coinvolgimento dell’occidente in una guerra vicina ma in realtà molto lontana. Coinvolgimento che potrebbe portare a conseguenze di una gravità immane; Sinceramente a quanti frega veramente un’ucraina libera o una ucraina controllata dai Russi (a parte ovviamente il popolo ucraino). Penso che agli europei interessino di più le bollette del riscaldamento più care. Se fossi un tedesco (cosa che grazie a Dio non sono) mi domanderei chi ha distrutto il gasdotto Nord Stream , ma visto che non lo sono non me lo chiederò, rilevo solo che proprio quando i tedeschi stavano
pensando di aprirsi all’importazione di gas russo, guarda caso il gasdotto è stato distrutto .

I confini sono immodificabili solo nelle Costituzioni (nessun paese vuole auto-mutilarsi) non mi pare sia così anche per ciò che riguarda “la storia” .

Rispondi
Mario56

@ INOGNIPOSTO

Incriminata la talpa dell’Fbi che aveva accusato Biden e suo figlio Hunter: “Ha mentito sugli affari con la compagnia ucraina Burisma”
Incriminata la talpa dell’Fbi che aveva accusato Biden e suo figlio Hunter: “Ha mentito sugli affari con la compagnia ucraina Burisma”
(reuters)
Il procuratore speciale che si occupa del caso: “Alexander Smirnov ha mentito sui pagamenti di Burisma a Joe e Hunter Biden’
16 FEBBRAIO 2024 ALLE 03:43
1 MINUTI DI LETTURA

WASHINGTON – Il procuratore speciale David Weiss ha accusato un ex informatore dell’Fbi di aver mentito sugli affari del presidente Joe Biden e di suo figlio Hunter. Lo riporta il Washington Post. Secondo l’accusa, la talpa Alexander Smirnov ha fornito informazioni false nel giugno del 2020, in particolare sul fatto che la compagnia energetica ucraina Burisma pagò ad Hunter e Joe Biden 5 milioni ciascuno nel 2015 e nel 2016.

Smirnov, 43 anni, avrebbe inventato le affermazioni secondo cui il figlio del presidente degli Stati Uniti avrebbe chiesto il denaro per proteggere Burisma – nel cui consiglio d’amministrazione era all’epoca in carica – da un’indagine. Le prove di Smirnov sono state addotte dai repubblicani come prova del coinvolgimento collettivo dei Biden in un’impresa criminale, che alcuni membri del partito stanno usando come giustificazione per i tentativi, finora falliti, di impeachment del presidente Joe Biden. L’atto d’accusa del gran giurì depositato mercoledì presso la corte federale della California afferma che per almeno un decennio Smirnov ha agito come “fonte umana confidenziale” per l’Fbi, fornendo al suo responsabile informazioni da utilizzare nelle indagini criminali.

“Nonostante i ripetuti avvertimenti di fornire informazioni veritiere all’Fbi e di non fabbricare prove, l’imputato ha fornito all’Fbi informazioni false e sprezzanti su Joe e Hunter Biden”, si legge nel documento. Secondo l’accusa del procuratore Weiss, nel giugno 2020 Smirnov ha raccontato per la prima volta al suo supervisore di incontri che, a suo dire, si erano svolti quattro o cinque anni prima, durante i quali i dirigenti di Burisma avevano detto di aver assunto Hunter Biden per “proteggerci, attraverso suo padre, da ogni tipo di problema”.

DA REPUBBLICA.IT
Propaganda trumphiana alla quale abboccate.
Ma Meloni non vi ha insegnato niente?
Eppure mi pare netta la sua presa di posizione di aiuto, anche con armi dell’Ucraina di Zelensky e di nettissima condanna verso Putin.
Lascia stare Vauro o Santoro che con la sinistra democratica non hanno niente da spartire.
17:22

Rispondi
inogniposto

Hunter è veramente un uomo fortunato, è riuscito a ricevere stipendi da 50.000 dollari al mese da Burisma senza aver alcuna conoscenza/esperienza del “mondo energetico” senza conoscere l’ucraina ….
In quanto a Biden senior beh la dichiarazione / confessione che fece in un discorso pubblico nel 2018 in un evento organizzato dalla rivista Foreign Affairs (o come caspio si scrive) è da attribuirsi al suo rincoglionimento : affermò/confessò di aver fatto licenziare un magistrato ucraino (Shokin) che stava indagando su Burisma ed il figlio: “Li guardai negli occhi e dissi, io parto tra sei ore, se il procuratore non è stato licenziato, non avrete i soldi. Beh, figlio di puttana. È stato licenziato”.

Su gli ultimi due personaggi fidati che sono più vicini a te che a me 🙂

Rispondi
Silvestro

ore 18:30
IL TOPIC BONUS MALUS
Ancora una volta il Direttore casca dal pero.
Il superbonus 110% è nato con due difetti fondamentali.
>>> il 110% adottato come misura transitoria per risollevare l’economia post covid, si è rivelata subito malefico perché la % stessa, carica sulle spalle dello Stato addirittura un utile del 10% agli utilizzatori; perché priva di stimoli degli interessati ad un controllo finanziario si è favorito un generale aumento dei prezzi.
>>> E’ stato applicato senza un preventivo monitoraggio della spesa il cui risultato emerge concretamente solo a lavoro effettuato.

A questo si sono aggiunte spinte a modifiche e ampliamenti continui da ogni parte politica, per diventare anche una promessa elettorale.

https://m.youtube.com/watch?v=UMjTHRNbyz4

In termini più generali le considerazioni del topic ci stanno, ma Zwirner dimentica che i ricorso continuo a condoni, sanatorie, una diversa fiscalità delle categorie sociali, con particolare attenzione ai ceti produttivi che prevede un alleggerimento dei controlli e l’adozione di aliquote più favorevoli, (tutti provvedimenti adottati solo dalla destra) hanno proprio come risultato l’amento del debito che pagheranno figli e nipoti e/o la riduzione dei servizi essenziali.

Troppo comodo scaricare la colpa sulla ragioneria dello Stato; Giorgetti era Ministro dello sviluppo economico anche con Draghi.

Rispondi
Stefano

Ancora una voltac il giornalaio parla a vanvera
Parli invece del governo desttoidr che il prossimo anno partiremo da MENO 15 MILIARDI DI EURO dove andiamo a prenderli lo dica a giorgetta e giorgetto

Rispondi
Mario56

Loro danno la colpa A QUELLI DI PRIMA, anche se Zwirner stavolta ammette che tutti hanno usato a fini elettorali il super bonus 110%, specialmente le destre coi loro artigiani e partite iva.
Taglieranno come sempre la sanità e la scuola e le politiche per l’integrazione.
Taglieranno gli adeguamenti automatici per le pensioni, che se a un Gaton con pensione da 5000 euro potrebbe andar bene, le pensioni appena sopra la soglia, quelle delle stragrande maggioranza dei pensionati, vengono rubati soldi per finanziare gli evasori .
Infatti invece di distrarre col ramadan a Pioltello e le classi col 20% di stranieri
PARLIAMO DI STIPENDIO DEGLI ITALIANI!
09:00

Rispondi
marco.com

ore 9:20

Filo-putinisti

Inutile mettersi a dire “non sono filo putinista” e buttarla in caciara su Zelenski e su Biden jr.
I confini si di definiscono in soli due modi: in maniera consenziente e senza spargimento di sangue come avvenne fra cechi e slovacchi, oppure come epilogo di guerre, con spargimento di sangue. Oppure i confini possono essere imposti sotto minaccia, come fece l’URSS quando divise i confini fra le due Germanie.
Sono aperto a sentire da inogniposto insegnamenti diversi dalla storia.
Meloni e Salvini si dicono i più ferventi difensori degli italiani (sai che novità …).
Meloni è completamente schierata sulle posizioni espresse da Draghi, Salvini abbaia e vota le sanzioni e l’invio di armi. Il Ministro della Difesa è totalmente schierato contro l’invasione di Putin. Si chiama “INVASIONE” e per quanto Zelenski possa essere antipatico (non stiamo parlando di comici, c’è chi amava Grillo e chi non lo amava), INVASIONE RIMANE.
Ci vuole un paraocchi speciale per non vedere che Meloni, magari cambiando idea rispetto al passato, ritenga che il maggior interesse degli italiani è stare dalla parte degli atlantisti.
E ci vuole tantissima faccia tosta per sottacere su questo punto. Oppure fare il pappagallo di Valdegamberi o Berlato.

SUPER BONUS

Cari Mario56 e Silvestro, i vostri tentativi di tiepida difesa sono controproducenti.
Forse si può accettare che il Superbonus fosse una “cura da cavallo” per far riprendere l’edilizia. Ma non è stata interrotta o rettificata. E se il problema sono i mancati controlli, beh i controlli li doveva pensare bene e applicare bene il governo. Se non l’ha fatto, si faccia un esame di coscienza.
il 110% è un’aberrazione, ma dove mai si è visto che ti dò più soldi di quanti sono i costi?
Il PD, che ambisce ad avere un pò di cervello, cosa che non hanno i 5S, dovrebbe chiedere di applicare i controlli retro-attivamente.
Nella mia via, il furbetto di turno ha ristrutturato da zero una catapecchia, pagata da noi contribuenti, e l’ha trasformata in 4 mini-appartamenti ad uso B&B.

Corretto, invece, ricordare che nel governo precedente, Giorgetti era ministro. E allora, cosa faceva? Dormiva?
Quindi è corretto dire che l’attuale governo sta cercando il capro espiatorio dei suoi fallimenti.

Comportamenti da stronzi

Non credo che voterò mai Meloni finché persevera in comportamenti da stronza.
Pretendere le dimissioni di qualcuno quando si è opposizione e far finta di niente quando tocca ai suoi protetti

Rispondi
Mario56

Se si è d’accordo che gli stranieri si assimilino sui valori fondamentali iscritti nella Costituzione ciò avverrà più facilmente se nelle classi la maggioranza sarà di italiani, se studieranno in modo potenziato l’italiano laddove già non lo conoscano bene, se nelle scuole si insegni approfonditamente la storia, la letteratura, l’arte, la musica italiana, se i genitori saranno coinvolti pure loro nell’apprendimento della lingua e della cultura italiana e se non vivranno in comunità separate.
È in questa direzione che noi intendiamo muoverci.

Lo ha scritto un migrante magrebino o pakistano?
Lo ha scritto un contadino della Marsica o del Sud Tirol?
Noo!
Lo ha scritto un leghista che dice PRIMA GLI ITALIANI, PRIMA L’ITALIANO A SCUOLA.
Qualcuno lo aiuti!
09:31

Rispondi
Mario56

@ MARCO
Guarda che io non ho mai difeso né caldeggiato in super bonus 110%.
Ho solo detto che se M5stelle e PD l’hanno partorito malissimo
FORZA ITALIA, LEGA SALVINI PREMIER, ma anche FRATELLI D’ITALIA l’ hanno sostenuto in tutti questi anni, finché con l’arrivo del patto di stabilità si è capito che ANDAVA TOLTO . Ma FORZA ITALIA ha fatto introdurre deroghe per favorire i suoi elettori ancora.
Quindi troppo comodo dare la colpa ai primi. I secondi l’ hanno usato e l’ha capito anche Zwirner.
Io avevo anche suggerito che per far ripartire il settore dell’edilizia venivano prima gli edifici pubblici dello stato, regioni e comuni e l’edilizia popolare.
Invece si sono sistemate le case i ricchi.
10:08

Rispondi
marco.com

12:20
Guarda Mario56 che non ti ho detto che non hai detto….
Dico che se il PD non esce dal dibattito sterile di chi è la colpa e non imbocca una exit strategy, resta invischiato e inchiappettato come e alla pecorina

Rispondi
Silvestro

ore 14:30
SUPERBONUS – MARCO – March 29th, 2024 March 29th, 2024 – ore 9:20
Non mi sembra di aver difeso il provvedimento in alcun modo. Forse ho dato per scontato una sua conoscenza più approfondita; quindi spiego.

Stiamo parlando del decreto 34/2020 entrato in vigore il 19-5-2020. Ad oggi la legge ha subito 33 modifiche (art.119 con 19 modifiche, art.121 con 14 modifiche) ed ha interessato tutti i governi. Il legislatore è intervenuto, molto spesso, non per correggere o limitare alcune storture o per introdurre nuove misure di controllo, ma per bloccare e stravolgere, tutto d’un colpo, le disposizioni vigenti. Nella bagarre sono intervenuti non solo la Ragioneria dello Stato, ma anche l’Agenzia delle Entrate e le Banche (la tassazione degli extraprofitti è stato un ulteriore ostacolo) con veti e disposizioni amministrative poi modificate e talvolta annullate che non hanno facilitato l’applicazione delle norma. Con questo approccio legislativo si è generato allarme, confusione e incertezza normativa dalle quali discende il caos che stiamo vivendo in questi giorni.

Il problema di base resta sempre lo stesso: modificare una norma in corso pone gli utenti nella situazione di avvalersi di un quadro che permette loro determinati sconti ma che poi, al momento di applicarli sono ridotti sensibilmente o cancellati.
E questo crea danni e riduce il consenso elettorale.

Se non è chiaro sono pronto a spiegare ulteriormente.

Rispondi
marco.com

ore 16:40

La spiegazione è ottima e molto utile.
Dal punto di vista politico, rimane il giudizio severamente negativo per come è stato gestito e concedo che si possa dire “nessuno escluso”.
La paternità del superbonus (19-5-2020) è del governo giallorosso e, segnatamente, di Conte e del M5S.
Da cittadino ho visto e sentito talmente tante storture che fanno incazzare molti, moltissimi cittadini come me.
E’ inevitabile, questo voglio dire, che la responsabilità maggiore è di chi ne ha la paternità.
E torno a chiedere, più esplicitamente: dal punto di vista legislativo non è possibile intervenire con dei controlli molto puntuali di come sono stati utilizzati i soldi? Nel caso banale di quello che abita nella mia via, un cittadino ignorante come me si chiede come sia possibile che nessuno “veda” che la catapecchia è diventata un B&B. Se questo venisse appurato è possibile punire il furbetto ? Se poi diciamo che, tanto, nei comuni tutti non vedono, non sentono e non parlano, ecco, così il cittadino si incazza ancora di più, perché dalle tue precisazioni, il cittadino si sente semplicemente “truffato 2 volte: dal furbetto e da chi avrebbe le possibilità di scoprire il furbetto e non lo fa”.

Sotto il profilo strettamente della comunicazione che gioca sull’emotività, il superbonus è una merdaccia che sta attaccata al governo giallo-rosso. O no?

Rispondi
martello carlo

@Mario56 March 29th, 2024 9:31
Mi sembra un concetto inattaccabile, salvo da chi puzza di sinistra persino sul WEB.
Perché non digiuni anche tu durante il RAMADAN?
Secondo te, è più facile che i musulmanini imparino meglio l’italiano in una classe a maggioranza islamica?
Senza contare che 1 musulmano vale 10 catto francescani per convinzione e condizionamenti familiari ed altrettanto vale per i misto laici ateo comunisti.
Rispetto alla SVEZIA, alla DANIMARCA ecc. siamo ancora molto indietro: prima di accorgerci che che dopo la mano ci prenderanno tutto il resto, ne devono passare di 7 OTTOBRE e CROCUS sotto i ponti.
Chi sta vincendo le mini guerre mondiali? La RUSSIA, gli USA, la CINA?
Gli USA sono già fuori combattimento, dal momento che il DISASTROSO BIDEN abbandona ISRAELE per farsi rieleggere con i voti musulmani, la RUSSIA sarebbe già sbattuta fuori dal DONBASS senza i droni SCIITI ( che presto avranno pure la bomba atomica ) e la CINA, la CINA, che l’ideologia, ( quella che alla fine la vince su tutto ) l’ha buttata nel WC per le batterie ( siamo sicuri che i petrolieri del Golfo siano rassegnati? ) si sta avviando a grandi passi verso il rincoglionimento all’europea…….
E noi come se fossimo al bar sport indaghiamo su chi siano i mandanti della strage moscovita, PUTIN compreso, dimentico di aver salvato il mondo dal CALIFFATO MONDIALE in SIRIA.
Continuiamo così, l’istinto LGBTQ sta avendo il sopravvento dimentico delle lapidazioni. 😎

Rispondi
Silvestro

ore 20:45
Marco – March 29th, 2024 – ore 16:40
mi dai la possibilià di chiarire ancora un pò il problema.
Il meccanismo utilizzato è lo stesso in vigore da anni che consiste nella detrazione fiscale per ristrutturazione edilizia da detrarre nella denuncia annuale dei redditi da ripartire in 10 anni. E’ iniziato nel 1986 (DPR 917/86) e prevedeva la detrazione del 36% della spesa. E’ stata nel tempo modificata e dal 2012 per ristrutturazione ed ecobnus la detrazione sale al 50% per un importo massimo di 96mila euro. Le 10 rate vengono detratte annualmente dalla dichiarazione dei redditi.

Con il 110% cambiamo le detrazioni massime ma si possono cumulare (isolamento termino 50mila, impianto clima 30mila, impianto fotovoltaico 48mila etc), per ogni famiglia, con variazioni se si tratta di abitazione unifamiliare o condominio. Detrazione fiscale in 4 o 10 anni.

La procedura si complica se il credito di imposta viene ceduto al fornitore (cioè all’impresa edile) o alla banca i quali anticipano le spese e diventano creditori dello Stato.
Quindi sinteticamente:

>>> Non c’è mai stato un monitoraggio preventivo ed è tuttora difficile prevedere quanto sia ancora lo sconto da praticare sui lavori in corso.
>>> Ci sono imprese edili che tendono ad acquisire impegni superiori alle loro capacità, allungando nel tempo gli interventi mentre il cliente non può lamentarsi più di tanto perchè i lavori sono gratuiti.
>>> Qualche difficoltà sorge anche con le banche che per vincoli di bilancio mettono a disposizione un plafond di liquidità da non sforare. Il credito rifiutato diventa un “credito incagliato” e per l’azienda è un problema.

Responsabilità giallo-rosse SI, non tanto per i controlli preventivi ma, come già detto, per il 110%. Potevano certo migliorarlo escludendo ad es. le abitazioni mono famigliari (ville e villette), le seconde case e gli immobiliaristi in generale. Peccato che sei mesi dopo il decreto, grazie a Renzi, il Conte II cadeva.

Rispondi
El grinta

Silvestro, diciamo che per il 110, molte banche tendono a non fidarsi e a bloccare i fondi da quel che mi pare di capire.
Per Marco: non è questione di essere filo putinisti o meno. La questione è che ci sono dei buchi, dei lati oscuri, dei giochi di interessi non da poco, con un investimento e business d’armi avanzate e altro ancora. È una guerra mediaticamente e politicamente molto sporca che si protrae ormai da 10 anni in realtà. Miele per una parte di affaristi e squali della politica con pochi scrupoli. Dei quali molti occidentali.
Portarla a una partita di calcio amatoriale, stai con uno o con l’altro ,distrae malignamente l’opinione pubblica dal resto.

Rispondi
Mario56

Ma quali buchi vedi, @ EL GRINTA?
La faccenda è semplicissima:
Nel 2014 Putin il macellaio, ha occupato militarmente la penisola della Crimea, territorio appartenente alla Ucraina e attraverso un referendum farsa ha tentato di far insorgere dei pagliacci filo Putin che erano in Donbass col pretesto che parlavano russo ( il russo si parla in tutti i paesi ex sovietici).
Zelensky ed i suoi predecessori hanno cercato di calmare gli animi eccitati dei separatisti che continuavano a provocare col lancio di missili verso l’’ucraina, come farebbe qualsiasi stato. L’hanno fatto anche in Spagna contro i catalani .
Ma tu che losche tresche vedi?
Se nemmeno riconosci che Putin ha invaso colpevolmente uno stato sovrano significa che in fin dei conti stai con lui e lo giustifichi.
09:53

Rispondi
Mario56

Probabilmente, da quello che capisco io, Marco.com vuole rimarcare che agli occhi della pubblica opinione ora, nonostante che col bonus hanno fatto affari soprattutto la parte elettorale delle destre, il governo meloni giorgetti ritiene responsabilità di tutti i problemi fiscali e , di bilancio, il governo Conte due ed il PD per la causa di ogni male: il 110%
E ancora una volta la sinistra rimane col cerino in mano .
@ MARCO ho interpretato male? Eventualmente correggimi.
10:00

Rispondi
marco.com

Ore 14:40
Esatto, Mario56
A volte quando la causa è persa, è consigliabile trovare una strategia d’uscita
Come le sabbie mobili: più ti agiti a restare a galla , più affondi!!

Rispondi
marco.com

ore 10:45

CONFLITTO ISRAELE-PALESTINA

Alzo bandiera bianca. Vince la linea Silvestro-Mario56.
Mi arrendo davanti alla narrazione di un povero popolo (quello palestinese) martoriato dalla ferocia disumana di Israele.

GUERRA RUSSIA-OCCIDENTE

Se ne parlo con tanto fervore è perché ritengo che questo sia il tema in assoluto più importante e critico.
Al confronto: il tema dimissioni Santanchè è una microscopica cacchetta che si inserisce nel gioco politico delle parti. Stessa cosa persino per il Superbonus, i test per i magistrati, l’affare Salis e anche per l’autonomia differenziata ed il presidenzialismo. Un pò più rilevante, ma non più di tanto, anche il tema elezioni europee. Un pochino di più per le elezioni presidenziali negli USA.

Definisco “guerra” le azioni violente volte ad imporre la propria volontà, in termine di proprietà, confini e potere.
Se non si è d’accordo su questa definizione, inutile proseguire.
In base alla definizione, l’unica guerra in atto per quanto concerne l’Ucraina è quella scatenata dalla Russia il 24 febbraio 2022. Con questa guerra, la Russia intende appropriarsi di territori che per diritto internazionale appartengono all’Ucraina.
Dal 2014, in Ucraina, si può parlare di guerra civile, fra gli ucraini-ucraini e gli ucraini-russofoni. Ci siamo, El Grinta? Se non sei d’accordo, chiarisce il perché.

Il tema che le guerre sono originati dai fabbricanti d’armi è oppio fumogeno alitato da manipolatori mentali professionisti su manipolati mentali.
Non solo la guerra c’è sempre stata, dai tempi di Caino ed Abele, ma essa è stata celebrata al massimo livello nell’ Iliade, in cui l’oggetto del contendere era la proprietà di una donna (Elena).

E ora diciamo pane al pane e vino al vino.
C’è chi la smena con la parola “pace” per significare una cosa ben precisa: “Zelenski arrenditi. Dichiarati sconfitto e cedi, oltre alla Crimea, già andata, anche le 4 regioni che vuole Putin”.
Zelenski, non puoi vincere, la Russia è troppo più forte di te ed è pronta a usare anche il nucleare pur di vincere”.
Chi deve dire queste cose a Zelenski? Per conto dell’Italia, questa cosa la deve dire il Presidente del Consiglio Meloni.
Ci siamo?
Il Presidente del Consiglio Meloni che da sempre si dichiara il miglior interprete degli interessi degli italiani, pensa invece che questo nel medio-lungo termine (e non nel breve, che è quello che interessa a inogniposto) non sia nell’interesse degli italiani.
Ci siamo?

Quindi i signori El Grinta e inogniposto, dovrebbero essere qui non ad abbaiare contro i poveri bloggisti che non la pensano come loro, ma contro Meloni e Salvini.
Cosa che, invece, non fanno. Forse a causa dell’oppio.

Rispondi
El grinta

Marco, la tua valutazione finale è assoluta retorica. Chiaro come il sole che Meloni e Salvini non possono andare contro il volere Usa e Nato. O meglio potrebbero, ma non sono disposti ad accettarne le conseguenze. Si piegano, come si piegano quasi tutti in Europa. Considerando anche il grande vantaggio di fare girare il soldo con gli armamenti. Ma questo è anche interesse tedesco e di altri. Gli Ucraini hanno in parte retto il colpo, proprio grazie a questo fattore.
Come dice qualcuno, guarda il tracciato del soldo, dove e chi va a finire e saprai una buona parte della verità. Guarda anche la vergognosa speculazione sul Gas, soprattutto nel 2022-23. Con questo non voglio dire che Putin e compagnia siano esenti da colpe.

Rispondi
Mario56

Speculazione del gas
Ma hai presente cosa significa?
Se gazprom cioè Putin ti minaccia di lasciarti al freddo, come ha fatto, di chiudere i rubinetti alla Bulgaria e Romania, come ha fatto, di portare al minimo Tarvisio, come ha fatto, di chiudere per alcuni mesi in nord stream uno, e lo ha fatto, di sabotare sempre il nord stream, e lo fatto, altroché speculazione QUI C’ERA IL TERRORE DI RESTARE SENZA GAS causa Putin e i prezzi per accaparrarsi il gas sono saliti alle stelle.
Ma la colpa è degli speculatori o di Putin, al quale tu riconosci qualche peccato veniale.
Dovresti andare a chiedere al sindaco polacco che ha svergognato Salvini, il tuo idolo, cosa pensa di Putin e degli italiani come te!
12:47.

Rispondi
El grinta

Mario aka El quacchero. Le cifre a 3 euro al kg al distributore sul metano, non me le sono inventate io. Realtà per un anno buono. E le accise in buona parte mantenute, perché noi siiiiiiii che vogliamo andare incontro al fabbisogno dei nostri concittadini.. Invece si è scoperto che il costo del gas alla base, è stato solo lievemente ritoccato dai russi.
Genuflettiti e chiedi ammenda per i tuoi risibili interventi, Mario.

Rispondi
Mario56

Qui ciò che è risibile e’ solo quello che scrivi tu.
Ma cazzo , non sai che in economia e’ l’aspettativa della disponibilità o meno del bene e non la crescita reale di questo. Le paure che si hanno per un’incertezza di avere il bene. Putin lo sa bene e ha ricattato la ue che era purtroppo dipendente dal gas russo. Ora ne stiamo vedendo fuori perché il gas russo in Europa è al 10%. Compriamo tutto da Algeria, Norvegia, tap, e gnl e ringrazia Draghi di questo e chiedi scusa a tutti.
La Russia ora vende il gnl alla Cina a cifre ridicole e il pil dei tuoi amici russi è calato rispetto a prima della guerra.
Vergognati di parteggiare per assassini che stanno massacrando un popolo.
Inoltre smettila di offendermi.
16:53
Ma studia caxxo prima di scrivere alla CARLONA

Stefano

Il PIl dell’UE sarà in aumento dello 0,8 per cento, quello russo si stima del 3,6 per cento. Il gas russo passa tra gli altri attraverso India, Cina e Turchia, e noi ovviamente lo paghiamo molto più di prima. D’altronde la Russia è il Paese che ha le riserve più alte e l’Europa era cresciuta proprio grazie a questo.
I separatisti del Donbass che lanciavano missili i. Ucraina mi mancava come invenzione. Sei davvero una fonte inesauribile di fake news. Tee bevi tutte d’un fiato per ideologia. Un trinariciuto degno dei personaggi di Guareschi. D’altronde Repubblica ne è maestra. Tipo come quella del la targa bielorussa. Almeno l’avessero cambiata con Photoshop…

martello carlo

Poteva l’antimafia, al centro di alcuni scandali che ne avevano ridotto la credibilità, lasciar cadere il manico di un’attività che tanto l’aveva elevata nella scala di valori dell’aristocrazia repubblicana, soprattutto nel seguire le tracce e quindi le malefatte di S.B. e contorni?
Certamente no.
La DEA BENDATA arriva al momento giusto: FRANCESCO SCHIAVONE, detto SANDOKAN dei CASALESI dopo 23 anni ha improvvisamente deciso di pentirsi e quindi di spifferare.
I più soddisfatti saranno certamente i giornaloni, ne scommetto. TRAVAGLIO stara scaldando la penna: se fossi il Governo sarei seriamente preoccupato: non sarebbe il primo ad essere messo in crisi da pentiti ad hoc. 😎
11:05

Rispondi
Mario56

Ma senti …
@ MARTELLO
hai problemi personali con la legge, coi magistrati?
Non si capisce altrimenti la tua ossessione, patologica, per questo potere autonomo dello stato?
11:31

Rispondi
Mario56

El grinta
Inoltre Draghi aveva portato l’IVA sul gas al 5% e tolto gli oneri di sistema, tolto le accise sulla benzina e Meloni le ha rimesse.
Scusa ma prima di scrivere cagate qui FARESTI MEGLIO AD INFORMARTI .
Il qua qua qua sei tu .
16:57

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Marzo 30th, 2024 11:31
Ti va quello che sta succedendo a ILARIA SALIS?
Bene io un uomo LIBERO, DEMOCRATICO e in generale non amo le persone che si arrogano o desiderano di avere il potere di giudicare gli altri ed ho la certezza che qualcuno ha cercato di limitare e stravolgere le mie libertà i miei diritti democratici.
Aspetto ancora di essere contestato per aver detto che alcuni magistrati si ritengono in diritto e in dovere di intervenire in politica quando questa non corrisponde al loro concetto….. e questo hanno fatto in più occasioni.
Oltre alla tua risposta, attendiamo ancora quella al best seller ” il SISTEMA “.
PS: solo i servi della gleba da generazioni, non emancipati ancora, oppure gli IPOCRITI INCALLITI possono tollerare queste violazioni della giustizia e della democrazia.
😎 17:30

Rispondi
Mario56

Berlusconi è stato un delinquente. E’ stato condannato. Verdini e’ un delinquente ed è stato condannato. Dell’Utri e’ un mafioso ed è stato condannato:
Ciò non vuol dire che tutta la destra è fatta da delinquenti e mafiosi. Anzi credo che la stragrande maggioranza siano persone oneste, magari che bevono tante balle, come el grinta, ma oneste.
I magistrati sono onesti , bravi, indipendenti. Qualcuno che ha tentato di travalicare i limiti può esserci stato ma NON FACCIAMO DI OGNI ERBA UN FASCIO.
17:44

Rispondi
Mario56

@ STEFANO
Il fmi ha indicato che quell’aumento del pil russo è dovuto solo all’economia di guerra.
Quindi la Russia cresce molto meno degli altri paesi emergenti. Perché l’economia russa è da paese emergente. Inoltre il gas alla Cina e India e’ quasi regalato e non gli assicura più gli euro dorati degli europei.
Ma tu segui I SEPARATISTI FILO PUTIN DEL DONBASS e le notizie le prendi dal Cremlino.
Quindi testa sotto fette di salame come il tuo compagno el grinta. Vergognati.
Sei un compagno di Rizzo?
17:35

Rispondi
Stefano

Tranquillo, le notizie non serve prenderle dal Cremlino ma dai giornali occidentali che ne parlavano apertamente prima del febbraio 2022 e dal siti ucraini. Che si rallegrano apertamente delle loro mattanze quotidiane e decennali. Ma l’importante per i nostri governi e media è non farne menzione. Oltre che dall’Onu quando ne ha voglia. Ma tanto quella conta come il due di picche ormai. Economia di guerra a cui guarda caso proprio l’UE vuole arrivare? Ma tu lo sai poi cosa sta succedendo negli Stati Uniti con l’economia?
Il 27 marzo, il Bureau of Economic Analisys ha pubblicato i dati relativi alla posizione finanziaria netta statunitense, che misura l’andamento dei conti con l’estero. Dal rapporto emerge una situazione estremamente critica che va peggiorando di trimestre in trimestre. Si parla di un saldo negativo pari a 19,77 trilioni di dollari, frutto di 34,54 trilioni di attività letteralmente sovrastate da un ammontare di passività per 54,31 trilioni. Nell’arco di un anno, la posizione negativa degli Stati Uniti si è aggravata per oltre 3,5 trilioni di dollari. Il debito federale ha raggiunto quota 34,58 trilioni di dollari, rispetto ai circa 17 registrati nel 2014, mentre, stando ai calcoli del Congressional Budget Office, la spesa per il pagamento degli interessi dovrebbe raggiungere alla fine di quest’anno la cifra sbalorditiva di 870 miliardi di dollari, a fronte degli 822 previsti per il cruciale settore della difesa. Parliamo di tutto questo assieme a Guido Salerno Aletta, ex funzionario pubblico di alto livello con esperienze manageriali di rilievo nel settore privato, editorialista per «Milano Finanza», «Teleborsa» e «Money».
Inoltre Russia e Cina hanno quasi convertito il loro commercio bilatera in valute nazionali. E altri Paesi stanno seguendo questo esempio. Indovina chi pagherà più di altri tutto questo: inizia con la U e finisce con la E. Brutta bestia l’ottusità.

Rispondi
marco.com

ore 17:45

in risposta a El Grinta: Anche la storia della Nato è una sniffata di oppio
Non siamo costretti ad uscire dalla Nato,
Se Meloni e Salvini volessero, lo direbbero ad altissima voce nella campagna elettorale permanente che abbiamo in Italia.
Quella che Meloni è costretta a stare nella Nato è un’enorme balla. Non so come si faccia a credere ad una cosa del genere. Ma per piacere….
In ogni caso, è una scusa bella e buona. Se l’Italia uscisse dalla Nato, gli Usa non manderebbero i carri armati come invece fa Putin senza alcun pudore, visto che trova così tanta comprensione anche da noi.
Chissà perché ci sono nazioni che fanno la fila per entrare nella Nato. La Svezia ci è appena entrata. La Svezia non ha subito alcuna invasione militare per aderire alla Nato.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Marzo 30th, 2024 17:44
E’ veramente sfiancante comunicare con un muro di gomma, anzi un muro di BERLINO.
S.B: “colpevole e condannato”, caso tipico della regola di DAVIGO che recita: “Non ci sono innocenti, ma colpevoli non ancora scoperti” che un GIUDICE FERIALE è riuscito a rendere l’eccezione che la conferma perché i giudici normali si erano rifiutati di ratificare una condanna prestabilita.
DAVIGO è la dimostrazione di quanto ci sia da fare oltre ai test per i magistrati per ridurre la strafottenza e strapotenza della magistratura politicizzata ed egocentrica.
Ancora una volta non risposto: certi magistrati ( appartenenti ad una ben determinata area, hanno diritto/dovere di fare in modo di cambiare a loro piacimento i governi liberamente eletti come hanno pubblicamente dichiarato? 😎
19:40

Rispondi
Mario56

Non vedo che ci sia una magistratura “organizzata “ in una certa area per far fuori l’avversario politico.
Io Davigo dire quello che gli metti in bocca tu non l’ho mai sentito. Forse dovrei leggere LA VERITÀ 😀😀😀😀
20:08

Rispondi
Mario56

@ martello
Vedo che è ancora in atto, anche con questo governo un delinquenziale piano di delegittimare la magistratura, baluardo importantissimo, per evitare che la criminalità si impossessi delle istituzioni e dei governi, per evitare corruzione e concussione, per permettere alle istituzioni di vivere nella legalità.
L’attacco sistematico alla magistratura è iniziato col primo grande delinquente che era Craxi, per proseguire a livelli insopportabili con Berlusconi e ora prosegue con Salvini Meloni e Nordio. I test altro non sono che un tentativo di delegittimare.
Poi i Palamara, qualche eccesso di Davigo ci stanno. Nessuno è perfetto fin per carità.
09:23

Rispondi
Gatón

…ma la Salis si era portata da casa il manganello o il mattarello ? 🤣🤣🤣
Buona Pasqua, pace a tutti !

Rispondi
Mario56

Dovresti vergognarti di queste allusioni al limite del vilipendio.
Il padre, l’avvocato della Salis, e alcuni deputati della sinistra italiana ( delle destre al governo non c’era nessuno, prima gli italiani) sono stati per tutto il tempo del processo minacciati ed aggrediti da delinquenti nazifascisti senza che la polizia muovesse un dito.
Come si può tollerare in Europa un paesuncolo come l’Ungheria, che mette in catene gli antifascisti innocenti e permette a dei violenti nazisti di far quello che vogliono.
Meloni ha detto che ha avuto modo di far presente ad Orban delle condizioni della Salis in carcere …
… ma la Meloni non la caxa nemmeno lui che è suo amico: infatti la detenuta è tornata incatenata come e peggio di prima.
E se fosse stata una MARO’?
10:50

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Marzo 31st, 2024 9:23
Un bel test attitudinale ci starebbe bene anche a te che mi pare sia a livello della pazzia giustizialista sinistra di DAVIGO, anche se non non conti una beata mazza, come si suol dire,
GOVERNO DELINQUENTE, MELONI, SALVINI e NORDIO DELINQUENTI PURE LORO.
Se fossi NORDIO manderei a casa tua una bella ispezione per vedere quali prove hai per fare delle asserzioni così gravi e categoriche: ci troverebbe certamente un WC intasato.
Per tipo come te al posto della troppo tollerante MELONI ci vorrebbe veramente anche solo qualche annetto di cura ORBAN.😎
10:48

Rispondi
Mario56

Leggi bene: ho dato del delinquente a Craxi: smentiscimi.
Ho detto che la persecuzione verso la magistratura è poi proseguita con Berlusconi che era un delinquente ma non l’ho detto, infine la delegittimazione viene portata avanti da Salvini, Meloni e Nordio cui non li ho appellati delinquenti, casomai sono solo dei cialtroni!
10:56

Rispondi
Silvestro

ore 11:15
TEST AI MAGISTRATI
Non condivido il contrasto sul test psicoattutidinale per i magistrati.
Soprattutto se, come risulta dal decreto approvato, sarà il CSM a nominare i commissari e gli esperti. Il test sarebbe lo stesso effettuato da polizia, carabinieri, vigili del fuoco, ovvero il Minnesota psicotest; un test effettuato da migliaia di persona adottato negli USA fin dal 1930 e aggiornato nel tempo. E’ una serie di semplici domande (567) a risposta multipla (vero-falso) che servono ad individuare carenze specifiche. Danno origine a scale di punteggio che con ragionevole certezza consentono di individuare patologie allo stadio iniziale quali ipocondria, isteria, schizofrenia, deviazione psicopatica etc.
In pratica qualcosa di molto diverso dagli obiettivi che implicitamente inseguivano Licio Gelli e Berlusconi.

Va peraltro sottolineato che il test non è una garanzia perchè le circostanze, l’età, le situazioni personali, cambiano nel tempo e possono innescare comportamenti anomali o pericolosi. Gli esempi non mancano.

E’ invece sbagliata (ed ignorante) la motivazioni di Nordio per giustificare questa scelta. Quando sostiene che il magistrato dovrebbe fare il test perché è il capo della polizia giudiziaria, dice una sciocchezza innanzitutto perchè non è vero che il magistrato è il loro capo, ma soprattutto perché per il medesimo principio lo dovrebbe fare il Ministro della difesa come capo militare, il Ministro dell’interno come capo della polizia e magari anche il Presidente della Repubblica come capo delle forze armate.

In definitiva è mia opinione che si tratta di una ulteriore bandierina elettorale da brandire con toni solenni ma con effetti irrilevanti.

Rispondi
marco.com

Ore 12

Auguri di serena Pasqua a tutti e che a Pasquetta il cielo sia un po’ più sereno.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Marzo 31st, 2024 10:56
L’hai detto adesso ” … con BERLUSCONI che era un DELINQUENTE ” … e ora prosegue con MELONI, SALVINI e NORDIO ( da delinquenti? )
Non hai ancora risposto, hai solo divagato declassando la faccenda alle fake di “giornalacci” come la VERITA’ e il GIORNALE di PIER SILVIO BERLUSCONI che ormai affida i suoi ascolti ad una provocatrice rossa come BIANCHINA BERLINGUER.
Alla fine, non hai ancora risposto alla mia domanda se la magistatura ha il diritto dovere di far cambiare la politica del paese sulla base deile proprie convinzioni, come è stato pubblicamente teorizzato ( e io suppongo messo in atto )? Rispondi con un SI o un NO, altrimenti finiamola qui: ho solo dimostrato che non vedi e non senti, come un MAFIOSO negando realtà denunciate su testate non credibili per uno che si disinforma solo sui giornali di ELKAN. 😎

Rispondi
Mario56

NO.
Ed infatti non l’ha fatto. La magistratura persegue i singoli individui quando commettono dei reati, come Berlusconi, Craxi, Lele Mora, Augusta Montarulli … caxxxo MARTELLO, non è colpa poi dei giudici se i delinquenti sono a destra, ma il tuo teorema che si è stato tentato di sovvertire l’indirizzo politico del Paese con le sentenze, è sbagliato e frutto di mentalità cospirazioniste.
Pensa ora, invece di tediarti con la magistratura, ai sovranisti europarlamentari come i leghisti ed i fratelli d’Italia che SE LA STANNO FACENDO SOTTO PER IL RUSSIAGATE .
Penso che ne sentiremo di belle anche tra gli ospiti a rosso e nero.
19:33

Rispondi
El grinta

Buono Pasqua a tutti, ma Silvestro preparati per domani o martedì sui test da magistrati, perché non ti piacerà.

Rispondi
Mario56

Le religioni, oppio dei popoli, vanno comunque rispettate e non si può sentire un relativista edonista come Salvini, fare leva sui sentimenti e sulle radici cristiane del popolo italiano COME SE VI FOSSE UN DISEGNO PREORDINATO DA QUALCUNO DI SOSTITUIRLE CON L’ISLAM.
Le ragazze europee non metteranno mai il velo, tra l’altro lo mettevano in chiesa fino a pochi anni fa, e nessuno farebbe da noi il ramadan, abituati come siamo ai ristoranti della Valpolicella e del Garda.
Quindi Salvini e Martello giocano sui sentimenti popolari di non ben precisate identità nazionali, quando ad esempio l’albero di natale e babbo natale erano osteggiati perfino dal fascismo che voleva il presepe ed in ogni regione ci sono tradizioni assai diverse.
Santa Lucia nel Veneto non è nemmeno festeggiata a Rosegaferro. Quindi Salvini e Martello di che cosa stiamo parlando?
Argomenti pochi per le elezioni europee, ehhh?
Tremate ora per il Russiagate, tremate. Hanno già detto in Belgio che i sovranisti italiani se la stanno facendo sotto!
11:46

Rispondi
marco.com

ore 11:30

visto che piove, scriviamo nel blog
si fa presto a dire Buona Pasqua a tutti ma poi tutti litighiamo con tutti e così i potenti fanno le guerre. Amen. Cosi è anche se non vi pare.

Mi piacerebbe sentire da Stefano un commento sulle parole di ieri del patriarca russo Kyrill, che ha detto che l’operazione militare contro l’Ucraina è una guerra santa.
Ha usato proprio queste parole: guerra santa. Che assolve tutto, anche gli attacchi nucleari in caso qualcuno si opponga alle pretese territoriali e di confini nazionali con la Santa Madre Russia.
Stefano: è una posizione che ricorda quella di Hamas e che esclude ogni possibilità di dialogo . Quindi io dico che invece che flagellarci come Occidente per i nostri errori cerchiamo di capire come fermare la cultura devastatrice di Putin e di Hamas

Rispondi
Stefano

Guarda che l’uso del nucleare in caso di attacco all’interno dei propri confini è una peculiarità di ogni potenza nucleare. Non a caso il nucleare è chiamato e considerato il deterrente per eccellenza. Nucleare che per altro mai la Russia ad ora ha usato nonostante i costanti attacchi pure all’interno dei suoi confini storici, Belgorod in primis. Il dialogo infatti scatterebbe nel caso in cui l’Ucraina, quasi tramite esclusivamente le armi Nato, bombarda i territori russi vecchi e nuovi. Molto semplice.

Rispondi
Mario56

Sei un illuso, @ MARCO , che Stefano, che segue gli eroi filorussi del Donbass, come il vecchio Simone, faccia un esame di coscienza e dica:
Io ieri ho mangiato con la mia famiglia, o con gli amici, con la ragazza o col ragazzo al caldino, a casa o in un ristorante della Valpolicella o del Garda, tranquillo, senza paura di spari di bombardamenti di sirene, di distruzione e morte,
ma perché in Ucraina devono nascondersi nei bunker, nelle stazioni della metropolitana, al freddo, alla fame, con la casa distrutta e i figli al fronte, per colpa di un MALATO MENTALE DA RINCHIUDERE E BUTTARE LA CHIAVE CHE È PUTIN?
12:00

Rispondi
Stefano

E io sto momentaneamente rispondendo a Marco con senso logico finché mi preparo per uscire a fare Pasquetta. Capisco che tu sia solo e usi questo spazio per riempire i tuoi vuoti. Ma almeno evita di intervenire ad minchiam quando non sei interpellato.

Rispondi
Mario56

Ed in Ucraina possono andare a fare pasquetta come te?
Pensaci!
Quanto a me scrivo quello che mi pare senza offendere nessuno e non ti ho mai offeso.
Tranquillo che la mia vita privata gode di ottima salute!
Non permetterti più di venire a dire quello che hai scritto. Qui ognuno interviene liberamente.
La censura c’è dai tuoi amici del Donbass russi.
12:50

Rispondi
Stefano

Nel Donbass è da dieci anni che non possono fare Pasquetta, tranquillo. Vedo che da Repubblica il concetto dei due pesi e le due misure l’hai imparato bene.
Inutile che tenti di nascondere la tua situazione umana. Uno che scrive qui ossessivamente 24 ore su 24, una vita sociale fa oggettivamente fatica ad averla.

Rispondi
Mario56

Sul personale non ti risponderò più.
Il forum è per discutere fatti politici proposti da’ Zwirner ( pochi) e da altri ( molti).
Tu cerchi di fare attacchi personali perché sei privo di argomenti credibili.
Giorni fa una badante di un mio parente, Ucraina del Donbass mi diceva che dopo il 2014 i russi hanno tentato di scaldare gli animi alle popolazioni del Donbass , ma hanno trovato solo quattro sfigati come te che pretendevano la separazione e l annessione alla Russia avviando una guerriglia con l’aiuto militare di Mosca. Referendum farsa mai validati dalla comunità internazionale e morti tra i civili tutto questo avete fatto.
E ricordati ancora una volta che io scrivo quanto mi pare e tu non sei autorizzato a dei giudizi sul mio privato.
Per me qui l’unico sfigato che crede alla propaganda filo russa del Donbass sei tu e qualche estremista della tua specie come quel poveretto veneto i cui deliri lo hanno condotto a morire per Putin.
12:21
Ps
Sono a casa con l’influenza

Stefano

Ah certo. L’influenza ce l’hai spesso. Sul Donbass dovresti dare una ripassata ai numeri oltre che ascoltare chi ci vive davvero là. Cose che evidentemente non conosci. A proposito di argomenti. D’altronde li leggi su Repubblica. Buona guarigione.

Rispondi
El grinta

A proposito di Pasqua e Pasquetta. Qua in milioni stramangiano e si ingozzano come dei piti, da star male. Alla faccia della moderazione, dei principi anche cattolici della condivisione e nel pieno pensiero consumista, del 2 kg di carne in 2 ore a capoccia, manco fossimo tutti texani arricchiti. Un pensiero ad altre parti un po’ meno fortunate ci sta. Anche se forse è vero, che farebbero come noi.
Ripeto e la chiudo qua: la situazione del Donbass, mai veramente chiarita e da tanti anni nebulosa. Che se ne dica.
I test ai magistrati li farei anche. Ma in una certa maniera. Altro che sistema Minnesota.

Rispondi
marco.com

ore 17

@Stefano: tipica reazione di chi non sa rispondere sui fatti. Hai sentito cos’ha detto Kyrill? Parla di quello invece di accusare gli altri di leggere la Repubblica. Chi ti ha detto che leggo la Repubblica? E anche fosse? E’ meno attendibile di Radio MOsca?
Forse non hai capito che Meloni e Tajani dicono esattamente (e ovviamente con più forza e più peso) quello che tu contesti. E certamente non leggono la Repubblica. Fatti delle domande
C’era una volta su questo blog un certo Simone, quello delle perle ai porci. Oltre 1.000 posti di contradditorio. Poi è sparito. Nel frattempo mi sono letto “Il fronte russo” di Luca Steinmann. Al termine della lettura, non ho cambiato idea in nulla. Qui siamo di fronte al tentativo di Putin di ricostruire l’URSS.

@El Grinta: ma ché, sei peggio di un’anguilla ? Cosa c’è di poco chiaro nel Donbass ? Scrivilo qui in italiano contestando che i confini fra Ucraina e Russia, sottoscritti nei trattati internazionali, assegnano il Donbass all’Ucraina. Che non significa che Putin se li prenderà con la forza e la violenza.
Si capisce che il ragionamento “Zelenski e gli ucraini se la sono andata a cercare”, ma questo non giustifica l’invasione, anche se Putin vincerà la guerra.

Rispondi
Stefano

Certo, Kyrill ha parlato di guerra santa. È un capo religioso. Non vedo cosa c’è di strano. Chi la conduce la guerra, e non è Kyrill, parla con altri termini, anche se l’aspetto religioso in Russia conta. Perché legato alla sua storia e alle sue tradizioni. Oltre che al suo avvenire e al loro modo di vedere la vita. Che non mi risultano essere fuori legge.
Repubblica è un giornale come lo sono quasi tutti gli altri. Le differenze sono talmente labili sulla questione che non ci vuole un genio per capire che è un esempio come un altro. Metti il titolo di qualsiasi altro quotidiano al posto di Repubblica e il senso non cambia.
Putin sull’URSS si è già espresso chiaramente. Da non comunista qual è ha dichiarato in tempi non sospetti grosso modo che “la caduta dell’URSS è stata una tragedia ma chi vorrebbe ripristinare quella cosa non ha capito nulla”. Ciò che vuole Putin e con lui i russi sono ben altro. E questo altro non può che essere oggettivamente minacciato da una serie di Paesi russofobi che ai suoi confini fanno parte della Nato, senza seguirne alcuni principi cardini fondamentali. Cosa che sulla Nato stessa e su chi la guida dovrebbe far porre parecchie domande. Sul Donbass c’erano degli accordi, la Russia originariamente non aveva alcuna intenzione di prenderselo. Cosa detta e ribadita recentemente proprio dallo stesso Putin. D’altronde basta guardare quanto grande è quel Paese e quante risorse ha per capire che di altri chilometri quadrati aggiuntivi non le servono. Per capire cosa è successo, basta leggere cosa hanno ammesso a proposito due ex “garanti” europei degli accordi di Minsk, ovvero Merkel e Hollande.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 1st, 2024 11:46
Mi sembri S. COLOMBINO che dall’alto della colonna minaccia TREMATE GENTE, MALA TEMPORA CURRINT: è la solita storia ci sono i magistrati di colore anche in Europa e le elezioni si avvicinano…… E’ più che certo che in qelle CASE d’AFFARI in cui si sono trasformati i palazzacci di BRUXELLES e STRASBURGO ci siano dei corrotti, ma credo siano più dalle parti delle LOBBY che da quelle di MOSCA, d’altronde ci sono dei grossi, grassi precedenti ROSSI.
Dopo le critiche che ho fatto a SALVINI, ho pensato di essere stato troppo svero, dimenticandomi di dire che dev’essere puro come san FRANCESCO dopo la conversione se la MAGISTRATURA e i GIORNALONI come REPUBBLICA che pure ha tentato in tutte le maniere di incriminarlo ( chissà quanti dossier antimafia ci sono nei faldoni ) è ancora a piede libero. Nemmeno congiurando, come risulta dal BEST SELLER “il SISTEMS” che è diventata la mia BIBBIA ci sono riusciti e trascinano stancamente una vicenda migratoria che sta diventando un boomerang che prima o poi arriverà sulla capoccia di chi l’ha promossa.
Sull’IDENTITA’ hai ragione, con gente come te, il NESSUNO del blog, l’identità non esiste: è anche troppo se riesci a scrivere abbastanza correttamente in italiano, comunque, indipendentemente dai suoi comportamenti che, oggi, mi sembra peraltro che rientrino nella più assoluta normalità difende tradizioni, anche religiose non ci vedo nulla di male, anzi è una vallo contro l’invasione islamista e che si oppone all’OPPIO DOPPIO dell’alleanza tra tra cattolicesimo e islam che va tanto di moda oggi.
D’altronde se molti votano LEGA , vuol dire che il valore delle tradizioni, compresa quella della difesa della classe operaia non è ancora sepolto da un LAICISMO che sta diventando esso stesso una religione. 😎
18:15

Rispondi
Mario56

Difendere la CRISTIANITA’ , implica almeno essere a propria volta cristiani praticanti, ossequiosi dei comandamenti, ma invece vediamo SALVINI e MELONI stare con più compagne e compagni, mettere al mondo figli da uno o da un altro, senza rispetto per il sacramento del matrimonio. Una famiglia di qua, una di là, Salvini che si fa un selfie con la sua compagna pochi secondi dopo aver soddisfatto la verga.
Con questi comportamenti hai ben poco da venire a raccontare agli italiani che l’Islam ci porta via i valori.
I valori sono stati ridicolizzati da Salvini e dalla Lega. Come il valore della Patria e della bandiera considerata un orinatoio dai leghisti.
10:47
@ El grinta detto l’anguilla:
Rispondi a MARCO!
10:48

Rispondi
Silvestro

ore 10:15
Sulle vicende medioirentali si può fare un riepilogo degli ultimi giorni:

>>> bombardata una residenza della ambasciata iraniana a Damasco. Grande soddisfazione
di Nathaniau per una operazione che ha definito “chirurgica”, trascurando che è stato palesemente violato il diritto internazionale circa la sovranità della ambasciate sul territorio straniero.
>>> Sette operatori umanitari internazionali uccisi a Gaza mentre distribuivano cibo. Un “tragico errore” è la versione ufficiale.
>>> Attacco Israeliano ad Aleppo (Siria): 42 morti: uno dei tanti sconifnamenti ma “per difesa” è la perenne versione.
>>> L’ospedale al-shifa di Gaza il più importante della striscia è stato completamente raso al suolo dopo importante operazione con oltre 400 morti fra cui numeorose esecuzioni sommarie.
>>> mettendo in fila queste notizie siamo arrivato a 32mila morti palestinesi mentre si contano oltre 100 giornalisti uccisi in quell’area.

E’ opportuno ricordare questi fatti perché con la legge appena approvata che consente al governo di Tel Aviv di espellere giornalisti ed agenzie che diffondono notizie nocive allo Stato, sarà sempre più difficile in futuro ottenere queste informazioni.

D’altra parte è interesse di Nathaniau e degli ultraortodossi che lo sostengono mantenere più a lungo possibile lo stato di guerra perchè solo cosi si può emanare leggi ed intervenire con metodi simili a quelli di Putin. Ed è una pacchia per i filo-israeliani più ostinati.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 2nd, 2024 10:48
In questo post hai riversato il meglio della confusione che hai in testa; un esempio? Tu, che sei obbligato ad essere “progressista per sentirti superiore agli altri e hai l’obbligo di essere INCLUSIVO: non importa ciò che si deve includere, fosse anche uno dei terroristi di HAMAS che hanno compiuto le atrocità del 7 Ottobre, perché si ha sempre da imparare.
Per difendere le tradizioni, non occorre essere cattolici praticanti, né per difendere la famiglia tradizionale si deve essere per l’indissolubilità del matrimonio, né per difendere le arti figurative bisogna essere dei pittori: è sufficiente non essere ICONOCLASTI.
L’ISLAM non ci porta via i valori, ci impone i suoi, a cominciare dal rifiuto di imparare la lingua italiana, il rifiuto di matrimoni tra cattolici e musulmane, esclusione le sue donne dall’integrazione.
Per difendere la tradizione poi penso sia fondamentale difenderci dai TRUST RELIGIOSI quali il già citato DOPPI OPPIO. 😎
19:47

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code