Torna al blog

CASE DI RIPOSO E CANILI

Abbiamo dedicato una puntata di Rosso & Nero ad un tema drammatico: quello degli anziani. Drammatico non solo perché sono in balìa dei delinquenti, ma forse ancora più drammatico perché i figli li abbandonano con qualunque pretesto li mettono in casa di riposo: perché vecchi, perché malati, perché non c’è posto in casa.

Faremo il raffronto con i cani: tanti li fanno dormire anche sul letto. Allora, se proprio non hai posto, il genitore anziano potrai farlo dormire in camera tua?

L’eurodeputato Sergio Berlato ha ricordato una cosa fondamentale: i nonni sono un tesoro, una biblioteca di vita, anche se non sono laureati, anche se hanno fatto solo la terza elementare. Tante cose hanno, avrebbero, da insegnare anche ai nipoti. Nipoti che invece sono abbandonati dai genitori, al pari dei nonni. Ed è questa la prima ragione del dilagare delle baby gang.

E’ stato anche osservato che ad esempio in Sicilia ci sono poche case di riposo perché è considerata una vergogna non dedicarsi ai genitori tenendoli a casa.

Ma la cosa più vergognosa è che trattiamo i cani meglio dei nonni. Dopo che il cane ti ha fatto compagnia, scodinzolando per tutta la vita, non ti sogni di metterlo in canile perché è vecchio. E nemmeno perché è malato, lo porti dal veterinario o lo fai venire a casa.

Ed invece è questo il primo pretesto per mandare i nonni in casa di riposo: perché sono vecchi, perché sono malati.

Speriamo che la Pasqua ci faccia rinsavire, comprendendo quanto è prezioso tenerci a casa gli anziani, i nostri nonni…

56 commenti - 1.281 visite Commenta

El grinta

Vorrei chiedere a monsieur Zwirner se ormai nonno. Forse si. Ma diciamo che dipende da famiglia a famiglia. Vero per i cani. Ma non dimentichiamo che un buon cane ha la sua valenza ed è compagno di vita con gioie e dolori.
Sono d’accordo però col discorso di fondo. Per quanto ci hanno dato e per cosa rappresentano, i nostri vecchi dobbiamo tenerli cari.

Rispondi
Silvestro

ore 17:50
Non vedo grande interesse ne entusiasmo per questo topic.
Zwirner tra l’altro ci propone il confronto con il nostro cane; ma se è vecchio e malato lo porti dal veterinario e lo fai sopprimere.

Rispondi
Luciano

Ho letto il suo blog ! Devo dire che per evidenziare un problema che in alcuni casi è veritiero, lei ha usato un termine di paragone che definire infelice é un eufemismo ! Mi meraviglio che una persona che si ritiene portatrice di saggezza. Parli dell’ affetto che tante persone ( purtoppo non tutte) nutrono per gli animali come se questo fosse uno sfizio o una colpa. Direi che avrebbe anzi dovuto elogiare chi ama e difende gli animali, gli unici esseri del creato senza colpa! Oppure vuole arrivare a far passare il concetto che chi manda in casa di riposo i nonni e lo stesso che si tiene in casa il cane? L a prossima volta prima di fare post. di questo genere veda di riflettere , magari non voleva dire proprio quello che ha detto o ….forse si?

Rispondi
celtico

post di una retorica disarmante,da Lei non me lo aspettavo.gli animali con l’ egoismo dell’ uomo non c’entrano niente.Chi ha il pelo sullo stomaco di legare ad un palo un cane e lasciarlo la’,gettare dei gattini in un fosso,o abbandonare un cucciolo cresciuto solo perche’ il loro figlioletto si e’ stancato del giochino,probabilmente saranno gli stessi che lasciano il padre o la madre in un ospizio,ma assicurandosi di intascarsi casa e pensione..questa gente, di cui e’ pieno il mondo,pensa a se stessa e ai soldi.stop.Viceversa chi ha cura di un genitore fino alla fine dei suoi giorni,e’ probabile che abbia amore anche per gli animali.senza distinzione.Puo’ anche essere che un figlio sia “freddo” alle difficolta’ di un padre,ma in questo caso bisognerebbe anche capirne il motivo.non sempre basta diventare anziani per trasformarsi in belle persone…anzi.Mi creda chi ha un cuore,lo usera’ verso bipedi e quadrupedi di casa.con la differenza che quest ultimi non conoscono cattiveria gratuita.

Rispondi
inogniposto

gli animali non sono in competizione con i nonni (tra l’altro l’abbinata nonno-animale domestico la trovo splendida) .
In questa analisi semi-seria della figura genitoriale anziana va aggiunto che oltre che l’ovvio legame d’amore che lega figli-genitori-nonni sempre più spesso esiste un legame di bisogno: parlo degli anziani che se non diventano babysitter poco ci manca partecipando attivamente alla crescita dei pargoli, per non parlare di quelle famiglie (sono sempre di più) che dipendono dagli aiuti economici dei “vecchi” genitori per tirare avanti. Oltretutto anche in difficoltà a tenere in casa un genitore, economicamente quante famiglie possono elargire “a boca dolsa” la retta di un buon anzianato? Lo Stato cosa fa per aiutare le famiglie a non sprecare quel patrimonio che si chiama anziano? Ottimo che i genitori vivano a stretto contatto con figli e nipoti (fa bene a tutti) ma lo Stato si prodiga veramente affinché ciò avvenga? Se l’anziano è malato ed ha bisogno di cure costanti, si aiuta la famiglia adeguatamente? Non penso accada visto che VERGOGNOSAMENTE la pubblica amministrazione fa fatica persino ad aiutare chi ha un disabile da accudire (penso “all’accompagnatoria” spesso ridicola quando non offensiva e denigratoria quasi un’elemosina). Lo stato dovrebbe sugellare questo legame generazionale invece che non far nulla a parte qualche generico invito ad essere “umani”…. il problema è anche e soprattutto economico; con una politica seria di aiuto alle famiglie diminuirebbe drasticamente il numero delle persone che vanno al “ricovero”, diminuirebbe anche il numero degli anzianati e quindi dei costi di struttura… Si potrebbe/dovrebbe pensare ad assistenza domiciliare che andrebbe ad affiancare e ad aiutare le famiglie. Il problema non è tanto affettivo (certamente ci sono casi orribili) ma è soprattutto economico, di gestione e di logistica per così dire. Si aiutino le famiglie a non essere obbligate ad allontanarsi dagli anziani

Rispondi
Mario56

Ecco! Condivido abbastanza INOGNIPOSTO quello che hai scritto.
Assistenza anziani da parte del sistema pubblico molto scarso. Le adi ( assistenza domiciliare integrata) sono poche, difficile da ottenere come pure un servizio infermieristico decente.
Non parliamo poi delle famiglie che lavorano e che non potrebbero permettersi il lusso di permessi, se non pochi giorni di L 104, magari con anziani dementi e pericolosi a se stessi se lasciati soli anche pochi minuti. Al momento il miglior compromesso sono le badanti che riescono a tenere l’anziano nella sua casa con una decente assistenza.
Naturalmente non tutti in futuro specialmente potranno permetterselo. In Germania ci sono assicurazioni pubbliche e private per tutti i lavoratori che garantiscono la badante quando sarà necessario al lavoratore pensionato.
Da noi invece si pensa ai RAVE, a proibire la carne coltivata, ad esaltare il vino come alimento naturale non alcolico ( Lollobrigida), ad elogiare le gesta della Meloni, al ponte sullo stretto e al pericolo del ramadan, bandierine, bandiere , bandiere, e siamo qui con una sanità allo sbando.
11:31

Rispondi
inogniposto

Sinceramente quante sono le famiglie che possono permettersi una badante? Il costo di una badante è sopportabile solo se l’anziano ha più figli quindi il costo risulta condiviso-spartito tra più persone.

Il mio è un discorso non “moralista”, nel senso che penso che coloro che si disinteressano dei genitori siano vergognosi casi isolati, il mio è un approccio economico; leggendo la “curva demografica” italiana si capisce che i 2 problemi siano:
l’aumento degli anziani e il calo marcato delle nascite…. I dati si possono leggere in due maniere: o imputando questi eventi all’egoismo delle ultime generazioni , oppure al fatto che una famiglia ragionevolmente non è in grado di “far fronte ai costi…. Una volta si faceva figli sapendo che di li a qualche anno avrebbero portato a casa soldi, i costi erano per lo più di mantenimento (cibo, vestiti , poca scolarità) oggi questo non basta più…. Una volta con la terza media (quindi anni) andavi in banca oggi per andarci ti serve una laurea quando non un master (24 / 26 anni in media).
In questo quadro brilla per la sua ASSENZA lo Stato. Non faccio questione di colore del governo, perchè fino ad ora nessuno ci ha messo mano seriamente. Prima o dopo però arriverà il momento perchè , neri bianchi o rosa o rossi siano i governi, è ovvio che il banco salterà. Anche la persona più stupida capisce che la corda prima o dopo si spezza.

Rispondi
El grinta

Si. Concordo anche da parte mia con inogniposto, che è andato sul pratico. Il discorso della PA purtroppo è semplice e va sui conti. Finché ricevi una pensione, con quella ci devi fare quasi tutto. Qualche agevolazione qua e là,
ma aiuti veri a persone bisognose poco niente. L’esempio in caso di disabilità, è l’amara realtà. O questo o quel governo, conta poca. Assistenza vera solo a chi può permettersi badanti in casa. Gli stessi criteri e giudizi di una parte della medicina legale, spesso tendono a concedere meno invalidità possibili, per questione di soldi. Per me.
Allo stesso tempo i nonni, fanno da salvadanaio per le generazioni più giovani….

Rispondi
inogniposto

El grinta ciao, sono andato sul pratico proprio perchè penso che chi se ne frega dei propri genitori fortunatamente è un vergognoso caso ISOLATO, non sono isolate invece le difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese. Purtroppo i buoni propositi spesso si scontrano con una realtà difficile

Rispondi
martello carlo

Il problema è sempre lo stesso che si ripropone con diverse facce: dalla denatalità, alla crisi della famiglia, all’accudimento degli anziani.
Ora va di moda l’ideologia WOKE, il CANCEL CULTURE che deviando dalle buone intenzioni iniziali, hanno assunto valori dogmatici intolleranti contro chi non è proiettato verso le ” moderne sensibilità ” e i diritti civili delle minoranze.
Questo per cercare di spiegare, almeno in parte, la metamorfosi sociale per cui si è passati dai nonni come indispensabili ai figli, ai nipoti, alla società intera della quale, per un certo periodo sono stati incensati come perni di saggezza e di sostentamento economico.
Oggi che le pensioni si sono svalutate e la WOKE ne contesta la validità e giustificabilità, la situazione si è capovolta e prevale l’egoismo dei DIRITTI INDIVIDUALI, per cui uno si sveglia la mattina sentendosi donna, può mandare in galera chi gli dà del LUI anziché del LEI come succederà con l’approvazione della legge sul GENDER in approvazione in SCOZIA, come denuncia la ROWLING.
Signori miei questo è il PROGRESSISMO, l’INTEGRAZIONISMO imposti che in realtà portano alla divisione tra giovani e anziani, uomini e donne, persone normali e antifascisti, famiglie normali e allargate, gente normale e gente LGBTQ e ……. l’ideologia potrebba farci continuare all’infinito.
Direte che sono fissato, visto che spesso ripropongo questi argomenti, per la verità poco seguito, ma finché non capiremo che trattare la denatalità, la crisi della famiglia, il problema dell’assistenza agli anziani come fossero problemi a sè stanti, separati e non accomunati da una cultura imposta da minoranze prepotenti ( vedi situazione nelle università ) non riusciremo a cavare un ragno dal buco. 😎
19:28

Rispondi
Mario56

Quindi, @ MARTELLO,
non lo Stato che aiuta poco gli anziani e le famiglie degli stessi, come sostiene inogniposto ed EL GRINTA,
ma la politica progressista che origina costumi dissoluti, stravaganti, femministe, gay, lgbtq, politicamente corretto, individualismo esasperato.
Colpa insomma di una certa sinistra?
Per fortuna che abbiamo Salvini e Meloni che sono il baluardo della cristianità e della ineccepibile moralità come anche il povero Silvio, il puttaniere di stato!
Con questi argini alla cultura islamica, diventeranno iman anche i sacerdoti veronesi.
07:36

Rispondi
inogniposto

io non faccio una questione di destra o sinistra o centro…. Più o meno tutti hanno ignorato o quasi questo problema che deve essere risolto anche perchè tra qualche anno (non tanti) gli anziani saranno la “categoria votante” decisamente più grande… I politici se non hanno una sensibilità “umana” tale da capire che le famiglie non vanno abbandonate, almeno dovrebbero avere l’intelligenza / cinismo di capire che nel prossimo futuro gli anziani saranno il bacino di voti più rilevante. Dal punto di vista economico penso che avere più servizi di supporto domiciliare e meno strutture (ricoveri) sia pure meno oneroso

Rispondi
Mario56

Direi che concordo.
Le cure domiciliari oltre che gravare meno come spesa di assistenza, mantengono l’anziano nella sua abitazione con grande beneficio per lo stesso che vive tra le sue cose, i suoi ricordi, ne rallenta la demenza e la qualità della vita e’ più soddisfacente.
09:41

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 4th, 2024 7:36
Non esagerare, alle mie CONSIDERAZIONI, tu opponi la certezza delle colpe dello Stato che aiuta poco gli anziani: questo problema è legato alla FAMIGLIA, come la natalità che voi di sinistra non avete certo aiutato, come la sua solidità che è l’unico aspetto che consente di assumersi in proprio l’assistenza agli anziani: già nelle famiglie tradizionali esiste una divisione tra marito e moglie circa l’accettazione in casa di un anziano ( generalmente sono favoriti gli anziani della moglie ) figurarsi nelle famiglie allargate dove gli anziani si perdono tra le more di divorzi, coniugi multipli, ecc. ecc.
La mia analisi è partita, come ho cercato di spiegare, dal ribaltamento della santificazione dei nonni allevatori di nipotini e sostentatori delle famiglie in difficoltà economica, che ora sono considerati dei vecchi il cui contributo alla società è nullo o negativo.
Pensare che ciò non sia dovuto anche al progressismo dogmatico, alla cancellazione e revisione in senso negativo del passato è difficilmente dimostrabile.
Nell’abbattimento delle statue di CRISTOFORO COLOMBO io ci vedo anche il simbolo dei nostri vecchi. 😎
9:30

Rispondi
marco.com

ore 11

Milei è un ultraliberista, uno di quelli che pensa che “il mondo è di chi ce l’ha lungo grosso, gli altri schiattassero pure”. Cioè tutto l’opposto del welfare invocato ANCHE da inigniposto e el grinta

La cosa ha dell’incredibile. Chiedere il welfare e votare Trump-Minei-Meloni-Salvini è avere le idee ben confuse. Piuttosto votate Putin, degno epigono di Stalin.

A proposito di Putin, insomma, alla fine anche Salvini a denti stretti ha dovuto dire che “con Putin le relazioni della Lega (quella per Salvini premier, non so niente della Lega di Zaia che su questo argomento glissa…) si sono interrotte con l’invasione dell’Ucraina del 24 Febbraio 2022. Eh già, dopo Meloni che dice esattamente le stesse cose di Draghi (non è che uno debba leggere Repubblica per venirlo a sapere, basta ascoltare con le proprie orecchie quello che Meloni dice in tutte le occasioni in cui le capita di parlare dell’argomento), anche Salvini capitola ….

Quanto al conservatorismo di Berlato e di Zwirner, inutili piagnistei.
L’unitàò della famiglia patriarcale era dettata dal modello economico in essere. Il modello economico di stampo para-feudale è saltato con il boom economico. Il boom economico ha fatto saltare per aria la sottomissione alla fede e alle sue gabbie sessuali.
pensare che Berato venga a parlarci di questi argomenti mi fa ridere.

Rispondi
inogniposto

sarebbe il caso di conoscere un poco di più la situazione argentina prima di emettere sentenze…

Il sistema peronista argentino ha poco a che vedere con il welfare e molto a che vedere con il clientelismo-corruzione. L’Argentina è fallita quante volte? Tre (mi pare) ? Milei sta semplicemente cercando di non arrivare ancora una volta al de-fault , con una ricetta “nuova” liberista ; può non piacere (lecito) , ma c’è una cosa evidente (a chi vuol vedere) : se L’argentina è così la colpa è di chi ha governato per decenni sbandierando il social-populismo non di uno che governa da qualche mese

Quanto a Salvini : fa ridere vedere Conte infervorarsi quando il suo partito è stato finanziato da Chavez prima e Maduro poi (appartenenti al cartel de los Soles) , che non sono di certo paladini della democrazia e delle libertà.

Rispondi
Mario56

ISRAELE
I super falchi ebreo-ortodossi sono quelli che più spingono, più incitano, la guerra totale ai Palestinesi ( Hamas è una scusa)
PERÒ
gli ebreo ortodossi sono ESENTI DAL SERVIZIO MILITARE OBBLIGATORIO,
Ma quindi questi LAZZARONI fanno la guerra col culo degli altri?
Israele: le milizie
israeliane hanno fatto un attacco chirurgico, e se ne sono vantate molto , ad una sede diplomatica iraniana a Damasco, con 11 morti ,
ma poche ore dopo uccidono diversi volontari di ong che distribuivano il cibo ai palestinesi affamati , dicendo che si sono sbagliati.
Ormai penso che non ci siano più dubbi su questo Israele in mano alle estreme destre.
15:59

Rispondi
marco.com

ore 16
dunque, è vero, della situazione argentina ne so poco
Ma quello che Milei ha dichiarato è noto: lo stato è criminale, quindi a te, inogniposto, che invochi lo stato per gli anziani, che cosa vedi in Milei (il riferimento, se non ricordo male, è a tuoi post di qualche mese fa).
Ti lamenti dell’assenza dello Stato in Italia e riponi fiducia in Milei che lo Stato lo vorrebbe abolire?
A questo mi riferisco quando ho fatto l’osservazione delle idee un tantino confuse.

Quanto al tema Salvini: anche a me fa ridere Conte, come tutto il M5S. Ma non è un caso che Salvini fosse il vicepresidente del governo M5S-Lega : populisti uguali. Con la differenza che Salvini pensa solo a diventare premier. Conte c’è riuscito ben due volte.
Ma se oggi anche Salvini è costretto – a denti stretti – a riconoscere che è la Russia che ha invaso l’Ucraina, qualche dubbio sulla linearità dell’uomo non ti viene ?

Rispondi
Mario56

Mi sento tranquillo perché nonostante qui, il sig. Martello Carlo continua a venire a raccontare che la magistratura è una costola della sinistra , che cambia il corso della politica e dei governi ostacolando le destre,
si nota invece che anche oggi sono stati arrestati politici e amministratori del PD, smentendo le tesi del sig. martello.
Nella vicenda è anche ridicolo sentire un Gasparri che invoca SUBITO TRASPARENZA dopo aver appena assolto la Santanchè, cioè la MARCHESA DEL GRILLO.
Bene: una magistratura che non guarda in faccia a nessuno COME DICEVA IL DOTT. DAVIGO.
19:11

Rispondi
Gatón

Beh, diciamo che oggi per la sinistra, pd in particolare, non è stata una giornata entusiasmante…🤣🤣🤣

Rispondi
Mario56

Non aspetti le sentenze di terzo grado come per la MARCHESA DEL GRILLO?
Per Salvini non avrei chiesto le dimissioni: alla fine lo si considera troppo e lui ormai è solo un morto che cammina. Non meritava un voto in aula.
23:33

Rispondi
Gatón

Nessun riferimento giudiziario, io sono sempre garantista.
Parlo solo all’indegna gazzarra coi grillini.

Rispondi
El grinta

Marco, c’è niente da fare. Te come i tuoi compari, hai i paraocchi. Vai a conclusioni predeterminate. Spesso costruite da testate di parte, ma mancanti di introspezione e spirito critico personale. Voi non siete vera gente di sinistra. Non lo siete mai stati. Molto più ex democristiani e similia. Solo con dizione laica.
Va da sé che la gente che citi in abbinamento, possa essere contestabile. Ma anche con alcuni lati positivi su certi fronti. Un aiuto agli anziani bisognosi è auspicabile al di là del fronte destra-sinistra. Chi ha mai scritto che l’impegno e l’aiuto sociale, arriva ed è praticato solo a sinistra. Non è vero. Sin dal ventennio. Quindi niente assolutismi fuori contesto per cortesia.

Rispondi
Mario56

El grinta = anguilla
Intanto non si scrive TE ma TU, ma sei un mantovano?
Inoltre è comprensibile che sentirvi dopo aver elogiato un somaro della specie di MILEI, che ritiene l’intervento dello stato un crimine, sentirvi ora reclamare aiuto dalla Stato che denigrate, tra l’altro senza neanche chiedersi dove prendere le finanze.
Avete permesso ai ricchi di evadere, avete perso tempo e dato ai vostri amici le risorse del pnrr e infatti vediamo scandali, corruzione, indagini della gdf ogni giorno. Ti faccio notare che il 80% di irregolarità sul pnrr stanno avvenendo in Italia sotto il governo meloni Salvini.
Avete, non solo voi per la verità, tagliato il welfare da almeno una ventina d’anni, condonate ogni abuso edilizio e fiscale.
La coperta è corta: facciamo pagare le tasse sempre ai soliti o cerchiamo di farle pagare a chi non le ha mai pagate e poi vanno a godersi le serate nei ristoranti della Valpolicella o del Garda?
Le strade sono poche.
Sperperiamo come per il ponte sullo stretto, per la pedemontana veneta, per il mose o diamo i soldi alle case di riposo e agli ospedali?
09:34

Rispondi
Vittorino

El grinta
Bisogna riconoscere che i partiti di destra italiani non hanno mai riconosciuto il welfare, nel senso che sono per il privato.
Non è questione di lana caprina

Rispondi
inogniposto

ad essere precisi il partito della storia italiana più “a destra” era un partito per molti aspetti “socialista” .

Rispondi
Silvestro

ore 09:30
SUGLI ANZIANI
Non ho avuto tempo di seguire molto la discussione ma per quanto mi riguarda la riassumo cosi.
Confrontare la gestione degli anzinao con quella di un cane è un accostamento insulso e offensivo, perché, come ho detto, il cane malato e vecchio alla fine lo fai sopprimere.

La gestione in casa di un anziano presenta molti difficoltà che riassumo:
>>> abitazione troppo piccola, e/o con dislivelli poco agibili da persona anziana
>>> necessità di assistenza sanitaria/farmacologica e igienica costante
>>> alimentazione specifica
>>> ausili sanitari per agevolazione domestica (carrozzine, letti speciali, strumenti x flebo etc)
>>> costi da sostenere

Circostanze non sempre indispensabili, magari assenti all’inizio ma che nel tempo possono pesare. Tutte voci poi, che in genere pesano sulle figure femminili: Persone che magari lavorano, poco importa se per necessità economica, per la propria autonomia o per prestigio sociale.

Il questo quadro l’assistenza della sanità pubblica è sempre stata scarsa, e non è questione di destra o sinistra.

Credo che l’appello all’aiuto ed alla riconoscenza a nonni e genitori anziani, sia l’ultimo degli aspetti di cui lamentare la carenza

Rispondi
inogniposto

Marco.com

La situazione argentina al momento della vittoria elettorale di Milei era TRAGICA (mancava pochissimo che l’argentina andasse in bancarotta) ora, dopo qualche mese la situazione è migliorata (molta meno inflazione) ma rimane ancora a dir poco critica, mi ricordo ancora le magliette esibite durante la campagna elettorale: NO HAY PLATA (= no ghè schei) … Milei ha tagliato perchè è ovvio che dovesse farlo vista la situazione insostenibile, la gente, anche quella povera (in Italia c’è il concetto che per essere liberali bisogna essere ricchi) lo ha votato. Ma seppur “sforbiciando” non ha eliminato tutte le politiche sociali vorrei fosse chiaro.
Ma scusa da dove viene la tua idea che Milei voglia abolire lo Stato? Indicami quale liberista (anche il più convinto come Milei) sia anarchico. Semmai lo si vuole limitare ai compiti più strettamente necessari. Dire che uno stato che vive di assistenza non regge e che bisogna fare in modo che i cittadini siano economicamente autosufficienti non mi pare una eresia.

Riguardo la nostra Italia ti dico cosa è che mi fa incazzare:
mi lamento perchè lo Stato è presente dove non dovrebbe esserlo (o dovrebbe esserlo minimamente) ed è assente dove invece dovrebbe essere presente. Io non predico l’anarchia (non nego esserne attratto ma penso che per funzionare avrebbe bisogno uomini perfetti o quasi. e noi tutti siamo ben lontani dall’esserlo) , ritengo che lo stato debba esserci, e per esempio in tema di tasse , pur ritenendole spropositate, non le considero un male (ricordando a cosa servono e cioè a redristribuire meglio il reddito, per essere chiari ritengo che l’evasione sia vergognosa ).
Nei prossimi anni l’Italia dovrà rendersi conto che dovrà fare delle scelte difficili concentrando le risorse dello Stato su poche cose fondamentali come per esempio la Sanità , l’altro grosso problema da risolvere sarà il sistema pensionistico. Se non si farà nulla SECONDO ME verrà giù tutto il palco.

E’ vero che qualche mese fa ho commentato Milei ma dovresti ricordare (so che è difficile perchè scriviamo in tanti e tanto ) che non Sono mai stato tenero con Salvini, dico di più: Salvini è dannoso per la Lega e prima se ne accorgono e meglio sarà per loro.
Su Putin : tutti chi più chi meno ha leccato il sedere allo “zar”.
Rilevo che nessuno ha mai posto il problema che si candidassero e fossero eletti, anche assumendo cariche istituzionali (uno è diventato pure Presidente) persone che, in quanto organiche al PCI sapevano ed accettavano che il loro partito fosse finanziato da un paese nemico (che aveva i missili puntati anche su di noi) . Io mi chiedo per esempio cosa l’URSS chiedesse loro in cambio ma non ho mai pensato che queste persone dovessero essere bandite dalla politica, ho sempre sperato che gli italiani disposti a votarli fossero pochi , così come spero che siano pochi anche coloro che voteranno Salvini.

Sinceramentew non mi pare di avere le idee confuse, solamente io vado oltre lom schema destra-sinistra, non faccio fatica a riconoscere quando un avversario politico ha una buona idea o fa delle giuste considerazioni

Rispondi
inogniposto

Tra le proposte di legge poi divenute legge e quelle in corso di approvazione non ve n’è una dico una che abolisca lo Stato o che porti ad esso. Ciò che vuole abolire è invece la loro Banca Centrale secondo lui vero nido di lazzaroni e male di tutti i mali argentini . Ho sentito una sua intervista di qualche giorno fa, ha detto che la dollarizzazione dell’§Argentina averrà non a breve , si parla di un paio di anni perchè prima deve stabilizzare alcuni parametri macro-economici tipo (ovviamnte ) l’inflazione ancora alta sebbene molto minore rispetto al pre-Milei (tra le mie poche capacità vi è quella di parlare abbastanza bene la lingua di Milei perchè ho vissuto per molto tempo in un paese di lingua spagnola). Mi interessa vedere come si muove politicamente Milei perchè propone cose diverse e sotto molti aspetti nuove. E’ un economista che si rivolge ad un popolo di un paese grande (nei primi novecento probabilmente era il paese più ricco del mondo) ma socialmente “problematico” MI SEMBRA OVVIO CHE NON POSSA DIRIGERSI ALL’ARGENTINO MEDIO IN MANIERA “CATTEDRATICA” MA DEBBA PER FORZA DIRIGERSI A LUI IN MANIERA PER COSI’ DIRE DIVERSA (più semplice forse anche grossolanamente alcuni direbbero da populista) …. Altro “caso” da seguire è il Salvador anche se non paragonabile all’Argentina che è un paese grosso modo di 70 milioni di abitanti (ha implementato una politica di sicurezza per così dire diversa, riducendo la delinquenza in maniera “evidente”)

Rispondi
inogniposto

https://www.youtube.com/watch?v=7G6PrOj9hsk

questa era una candidata alla Presidenza del Venezuela di qualche anno fa… Ripeto Presidenza della Repubblica di un paese Presidenziale; domanda della giornalista “come controlleresti l’inflazione?” Lei non sa rispondere perchè non sa cosa sia l’inflazione, tanto da finire la risposta così: ” dame una aydadita” = dammi un aiutino” (rivolta alla giornalista) . Questa è la situazione che si trova più o meno in tutto il sud-america…. Se Milei si fosse presentato parlando da “esperto di economia” beh, non avrebbe superato neppure il primo turno

Rispondi
El Giara

@inogniposto,
scusa se mi permetto, per caso, tu sei la stessa persona che qualche tempo fa scriveva regolarmente su un altro blog di questa testata (con un altro nik), gestivi una concessionaria in Venezuela e raccontavi di grossi problemi di sicurezza? Era piacevole leggere quegli scritti, anche se parlavano di situazioni molto difficili da vivere ed il tuo modo di scrivere qui lo ricorda molto.

Rispondi
Silvestro

ore 15:40
Per dirlo in due parole i Paesi che decidono di appoggiarsi a prestiti internazionali, deve poi agire secondo le regole economiche dei finanziatori non cedere alle richieste del popolo che vota.
E’ troppo facile fare promesse prelettorali allettanti senza sapere dove poi prendere i soldi.
Ne sappiamo qualcosa noi.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 5th, 2024 10:40
MARIO56, non occorre che emigri tanto lontano per dimenticare lo sfascio del CAMPO LARGO diventato un CAMPO SANTO. Per esempio potresti andare a CAMPOBASSO, a pochi KM dalla Puglia di EMILIANO. Pochi per dimenticare? Allora ti consiglio CAMPOSANPIERO, là potrai respirare un po’ di aria pura, aria civica LEGHISTA lontano dalle tragedie greco pugliesi che tanto soffrire ti fanno.
Là, lontano dagli affanni malavitosi, ti consiglio di leggere sulla prima pagina di LIBERO l’articolo di fondo di MARIO SECHI intitolato ” il giorno dello sciacallo ” dove lo sciacallo è CONTE che, sentito l’odore del cadavere ha mollato il PD di ELLY. ” la storiaccia di BARI, i voti comprati, l’anima venduta…. gli hanno dato la scusa per abbandonarlo al suo destino di non morto”. CONTE è un maestro nella zombificazione degli alleati; un suo compagno di strada può star certo di ricevere il suo bacio della morte ……”. Lascio a te proseguire la lettura: la critica al camposanto è più che giustificata dalla realtà, ma troppo cruda anche per uno come me che considera la sinistra completamente SBARELLATA: SECHI è un fine analista politico, giustificato ma troppo crudo anche per me: dopo l’esaltazione della SARDEGNA, mi fate troppa compassione.
Certo che vi meritate per contrappasso tutto ciò che vi succede e succederà, spero anche a livello europeo da dove sono partite tutte le grane che ci ritroviamo in casa, compresa la SANITA’ che avete persino la faccia tosta di confrontare con quella dei vostri padroni tedeschi e francesi, da bravi inclusivi a senso unico. 😎
19:00

Rispondi
marco.com

ore 18:45

intanto rispondo a El Giara, poi con calma a inogniposto, perchè un pochino io con gli argentini ci ho lavorato

se io ho il paraocchi, tu El Giara sei cieco
in ogni caso, occorre intendersi con i termini
in linea generale, siamo d’accordo che la destra si caratterizza per: una visione dello Stato minimo, con minore enfasi sull’intervento pubblico in campo sociale. Si prediligono sistemi di welfare basati sulla beneficenza privata e sulla responsabilità individuale.
La sinistra, invece, si caratterizza per uno Stato più presente, con funzioni di redistribuzione del reddito anche attraverso politiche di welfare.
Se non siamo d’accordo sui fondamenti, di cosa discutiamo?
Quindi lascia stare le testate e le introspezioni e tanto meno lo spirito critico personale. Lo spirito critico è assente a destra, perché non è nel suo DNA. Vedi la prepotenza del comportamento di Santanchè, che quando era all’opposizione chiedeva le dimissione per qualsiasi peccatuccio degli altri e adesso, che tocca a lei, fa la strafottente. Ben protetta da tutti i parlamentari, che quando si tratta di proteggersi sono granitici.
Giudizi su essere ex-democristiani, non vera sinistra: luoghi comuni totalmente privi di senso critico.
Il ventennio cui fai riferimento vedeva i lavoratori funzionali a mantenere i ricchi. Altro contesto economico, lasciamo il ventennio dov’è, con i suoi difetti e i suoi pregi. Con una sola notazione: Mussolini è ricordato nel mondo come dittatore. Destra, appunto.

Rispondi
marco.com

ore 10

lunga risposta a inogniposto

Situazione argentina: non mi risulta affatto che la situazione dell’Argentina sia migliorata. In particolare non è vero che l’inflazione è calata, figurarsi quando addirittura ti spingi a dire “molta meno inflazione”. Mi citi le fonti? Quelle che ho trovato io in rete dicono l’esatto contrario

https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2024/02/14/linflazione-in-argentina-a-gennaio-e-arrivata-al-2542_51ac4543-e059-4e63-b5ee-83dd8e759c92.html#:~:text=A%20trainare%20al%20rialzo%20l,incidenza%20sull'aumento%20dell'indice

Quanto ai tagli, è ovvio che non abbia tagliato tutti i servizi sociali, ci mancherebbe. E per fortuna che non ha messo in pratica tutto quello che diceva in campagna elettorale.
Che Milei abbia detto “lo Stato è criminale” mi sembra incontrovertibile. Se poi tu riesci a girarla dicendo che Milei intendeva dire “Questo Stato (l’Argentina di oggi” è criminale”, beh, diciamo che ci potrebbe anche stare. Ma non ci credo più di tanto: se è vero che un ultra-liberista, anarco-capitalista come viene descritto, i principi a cui si ispira sono chiarissimi: via libera a chi ha voglia di fare quello che vuole e meno stato (controlli) possibili. Gara senza regole: vinca il più forte, non importa se è cattivo.
Attenzione: anarco-capitalista io non la intendo come “anarchico”.

Dici che Milei non ha tagliato nessun servizio sociale? Ecco un esempio

https://notizie.tiscali.it/esteri/articoli/proteste-ai-supermercati-in-argentina-contro-tagli-mense-00001/

Comunque, resto “laico” : se la medicina Milei funzionerà, bene, W l’Argentina e W gli argentini.

Quanto alla situazione italiana, se ne sta parlando talmente tanto anche qui in questo blog, che non replico.
Contesto il fatto “che tutti chi più chi meno ha leccato il sedere allo “zar”.
Non sono assolutamente comparabili le normali relazioni fra Stati, volte a sviluppare le relazioni commerciali, con l’ostentazione pro-Putin dei sovranisti italiani.
Questo è uno pseudo-argomento, usato nei talk show per alzare il polverone della polemica. Stessa cosa per quanto riguarda il tema dei soldi al PCI: ere geologiche diverse. Anzi, è singolare osservare che certa destra (basta guardare Telenuovo) è accondiscendente a Putin che invade l’Ucraina, così come il PCI era accondiscendente con i carri armati mandati dall’URSS in Ungheria e in Cecoslovacchia. Non ti pare strano che oggi la “sinistra” (non quella di Santoro) sia contro Putin e la destra (vedi utenti di Telenuovo) sia pro-Putin? Che spiegazione daresti?

Infine, tornando all’Argentina, non ho capito la frase “Altro “caso” da seguire è il Salvador anche se non paragonabile all’Argentina che è un paese grosso modo di 70 milioni di abitanti”. L’Argentina ha sui 46 milioni di abitanti. E’ un errore (veniale) di battitura?

Rispondi
El grinta

Ciao El Giara, Marco ha fatto qualche pasticcio con i nomi ..
Gli rispondo qua:
Marco, quanto alla tua prima analisi. ti dico che siamo moooolto relativamente d’accordo. Tu metti in risalto, una visione di destra all’italiana parecchio berlusconiana o vicina a tale pensiero. Non è così: è una delle tendenze, ma non la sola. Almirante si rivolterebbe nella tomba. E anche lo stesso Fini aveva qualche altro parametro. Quindi d’accordo che quella che spesso vediamo oggi, tende alla privatizzazione di molti settori, compresa parte della sanità. Ma ricordati, che è una costola dell’americanismo sfrenato. Diversi italiani e molti europei arrivano da diverso intendimento e cultura. Quindi le 2 cose, non sono di facile coordinamento e accordo. Uno status mentale che indubbiamente influenza anche il tuo PD e soci in Italia e in Europa. Basta vedere gli ultimi anni. Non c’è nessuna vera sinistra da noi. O almeno non c’è più. Fidati. Roba per illusi e vecchie glorie, che spesso nelle loro cose, si comportano in maniera diametralmente opposta.
Esempi vostri ce n’è a iosa: nessuna vera opposizione alle forme di privatizzazione selvaggia del pubblico. Anzi immanicamenti pressoché ovunque. Le situazioni negative o gravi da segnalare nell’ Italia contemporanea, sono un’ infinità: sanità, scuola, pensioni, reali incentivi occupazionali, tasse Inps, Irpef, Inail, nessuna reale copertura lavorativa per la disoccupazione a lungo termine, nessun aiuto reale a famiglie indigenti e con veri disabili, trasporti pubblici onerosi e non alla portata di tutti, con solo sgravi per minori e anziani, accise sul carburante scandalose, acqua, luce e gas a cifre scandinave e anche oltre…. possiamo andare avanti per mesi. Solo ipocrisia e quantità di scusanti inaccettabili.
Una cosa sola te la posso dire: con gente a me ( e diversi altri) simile nel pensiero, questo Paese andrebbe in altra maniera. Includendo il debito enorme del paese e qualche aspetto forzatamente negativo.

Rispondi
Mario56

Cosa ne pensi che vogliono vendere la AGI, attualmente pubblica del eni ad Angelucci, deputato leghista e proprietario del IL GIORNALE, LIBERO nonché di una costellazione di cliniche private. Da notare che era un umile barrelliere.
Già abbiamo telemeloni e con l’agenzia agi in mano al governo e alla lega andremo a tele orban
17.43

Rispondi
Gatón

Non posso fare a meno di notare una punto d’invidia , tipica della sinistra fancazzista.

Rispondi
Vittorino

Sai bene anche tu, Gaton che in Italia è pressoché impossibile FARE SOLDI A PALATE, scalando la scala sociale.
Hai conosciuto portantini o inservienti ospedalieri diventare padroni degli ospedali di mezza Italia?
No
Al massimo un portantino diventa infermiere e questo un medico. Difficilissimo oltre, se non c’è di mezzo la politica, il sindacato e probabilmente “altro “ di poco legale .
Del resto resta ancora da capire lo scandalo San Raffaele, don Verze’ e Angelucci.
Comunque è scandaloso che il governo voglia “vendere” ad un deputato della maggioranza questa agenzia indipendente per farla diventare un megafono delle maggioranza.
Avanti verso la democrazia ungherese. Siamo sulla strada giusta!
10:19

Rispondi
Mario56

A Legnago, quindi non a Catanzaro o Trapani arrivano notizie dalla ULSS 9 SCALIGERA che il Pronto Soccorso pubblicizzato giorni fa da una casa di cura privata e ‘ senza alcuna autorizzazione sia della ulss9, sia della Regione Veneto.
Stanno indagando i NAS, riporta il quotidiano l’arena.
10:30

Rispondi
marco.com

ore 11

nella invidia dei fancazzisti della sinistra c’è del vero, oggi in particolare nei 5S

ma quanto a Telemeloni, racconto un eoisodio di 2 giorni fa, stavo facendo zapping e sento dal TG1 parlare dell’affare “Pozzolo, capodanno”. La giornalista del TG1 dedica alla notizia 10 secondi, raccontando solo qual è la linea di difesa di Pozzolo. E poi passa all’argomento successivo.
Cambio canale e vado su TG La7 e c’è Mentana che dedica 2 minuti alla notizia, raccontando in particolare che per l’accusa è accertato che a sparare sia stato Pozzolo.
Obiettivamente: non ho mai visto nei TG tanta “pravda”. Che poi non serve a niente … ma esprime sicuramente una propensione poco democratica. Tipica della destra

Rispondi
Carlo

Ecco la statura morale della sinistra: vendita di voti sia a Nord che a Sud… semplicemente vergognosi, classica faccia come il c..o ; però è più importante il “caso Pozzolo”… ahahah peggio dei comunisti di stalin; bravissimi a nascondere, vedi mass media ammanicati, le loro malefatte.

Rispondi
Carlo

Sig. Zwirner a proposito dei cani… sono ormai una piaga sociale! Ci sono più persone che cani ormai, e molte volte queste persone non li sanno gestire.

Rispondi
Mario56

Le destre, i suoi elettori e i destri del blog:
Se le inchieste riguardano gli avversari, si sostituiscono a magistrati e diventano giustizialisti.
Quando invece li riguarda ( e avviene quotidianamente) allora diventano garantisti e vedono Tortora dappertutto .
Hanno la faccia peggio del cxxo.

Rispondi
martello carlo

Constato che soccorso rosso funziona anche in questo blog: mai viste tante new entry sinistre come da quando il campo largo è stato disseminato di croci. Sembra di essere sulle prime pagine dei giornaloni.
Resta il fatto che sta venendo alla luce la questione morale a sinistra, neanche il CONTE DRACULA fosse ENRICO BERLINGUER.
PUGLIA, BARI, TORINO…. ( e la SARDEGNA? ) sono certamente solo la punta dell’iceberg dei consensi delle grandi e piccole città che sono il nerbo dei votanti “acculturati ” delle sinistre, la sottocrema del paese, che combatte l’ignoranza medievale che alligna nei paesucoli e villaggi di beceri paesani che si ostinano a votare per ” LE ” DESTRE e a lavorare.
Ho sempre creduto che ciò dipendesse dal fatto che i fancazzisti scalda cadreghe in quanto tali fossero di sinistra, ma mi sbagliavo: la Magistratura sta dimostrando che sono di destra passati a sinistra per 50€.
Ma un altro interrogativo mi rode il cervello: come mai all’improvviso saltano fuori quasi esclusivamente malavitosi commercianti di voti e di appalti oltre che di municipalizzate nelle orbite sinistrorse?
Per me i casi sono 2:
o la riforma del CSM della CARTABIA sta producendo un migliore equilibrio all’interno dei suoi 33 componenti con i 10 laici scelti dal parlamento e le quote rosa, oltre ad un sussulto di orgoglio da parte dei 20 togati
o la supremazia nel CSM rimane sempre ALLE sinistre ma spartite in mille rivoli che si azzannano tra loro per la supremazia.
Mah, forse questo paese che tanto ha dato all’ARGENTINA in termini di migranti, avrebbe bisogno nelle città di una bella sforbiciata ( o meglio motosegata ) burocratica di sinistra alla MILEI.😎
18:30

Rispondi
Mario56

Se sarà tutto dimostrato dalla magistratura dopo i tre gradi di giudizio i responsabili dovranno pagare , sia si tratti di esponenti del PD o delle DESTRE. La legge e la morale valgono per tutti.
Ma QUANTO PAGO’ BERLUSCONI IL VOTO DI DI GREGORIO PER FAR CADERE IL GOVERNO PRODI?
Non certamente 50 euro ma molto di più.
Martello, quanto pago’ esattamente Berlusconi?
19:47

Rispondi
Carlo

Schlein a proposito dell’abbandono di Conte “un’offesa alle persone perbene”… cosa vorrebbe dire, che l’altra metà sono delinquenti? Penosa dilettante…

Rispondi
Mario56

Ma una differenza va colta tra DESTRA e SINISTRA:
A sinistra gli indagati si sono dimessi tutti e dagli incarichi amministrativi e dal partito.
A DESTRA ( compreso Conte, il populista) non si dimette nessuno, nemmeno la marchesa Del Grillo, nemmeno Pozzolo e Delmastro.
Conte, perché fa tanta caciara e non ritira l’assessore regionale della Puglia dei 5 STELLE?
20:32

Rispondi
Mario56

Assalto del governo neofascista italiano ai mezzi di comunicazione:
Rai uno asservita completamente. Si vergognano anche i FI. Vespa e Giorgino i rostri.
Rai due asservito da sempre con Sangiuliano.
Rai tre con Siros Labini propaganda alla cultura della destra da D’Annunzio a Marinetti, da Guareschi al Candido: una penosa pagina ,

Mediaset e’ ovviamente la tv amica da sempre. I peggiori da Porro a Giordano a Del Debbio.
Ora vogliono anche la AGI per controllare le fonti delle notizie.
Il quotidiano El Pais ha scritto che l’Italia è sulla via dell’Ungheria.
Non è più ammesso il dissenso. Querele a tutti quelli che si oppongono alla visione del regime.
Ora le truppe cammellate della informazione governativa sono concentrate in Puglia per cercare di espugnarla da PD con la complicità di Conte il voltagabbana.
Ma in Europa Meloni ormai è rimasta da sola con la Ursula che Macron, Scholz e Trusk il nuovo triumvirato, non la vogliono più vedere.
È il piano Mattei?
E l’Albania?
Intanto i migranti continuano più di prima ad arrivare!
09:53

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 8th, 2024 9:53
La tua sponda MARCO. se l’è presa con il TG1 perché ha liquidato in 20 secondi il ” CASINO ” ( nel senso di piccolo caso ) POZZOLO perché, secondo lui doveva essere portato all’ONU. se le critiche a TELEMELONI sono queste, mi sento invogliato a sintonizzarmi sulla TV nazionale che non ho mai o quasi seguito da anni.
Il tuo qualunquismo superficiale ti porta a condensare in poche righe ( sempre negative quando riguardano la destra ) uno spettro di questioni ce dovrebbero richiedere ben altri approfondimente.
Per non cadere in una discussione infinita e fuori posto, mi limiterò ad evidenziare quanto preconcetto sia il giudizio ad esempio, uno dei migliori giornalisti d’inchiesta d’Italia, MARIO GIORDANO.
Per esemplificare, mentre c’è una discussione interminabile ed inconcludente sui problemi della sanità ed in particolare sulle liste d’attesa infinite, è andato a scovare una legge ( fantasma ) del1997 che obbliga le ASL a risarcire le visite private effettuate per sforamento dei termini prescritti nelle impegnative: una BOMBA tenuta ben sepolta dall’apparato per tutti questi anni
I tuoi tanto decantatiFLORIS, FORMIGLI, RANUCCI ecc dov’erano? 😎
22:20

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 7th, 2024 20:32
Quella delle dimissioni fieri è una ipocrisia che serva a salvare il sistema di riferimento, come ha fatto PRIMO GREGANTI a mani pulite.
Ci vuole molto ma molto più coraggio e fiducia a resistere ad attacchi spesso strumentali. 😎
21:00

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code