Torna al blog

GLI O-SCURATI NON MANCANO CERTO

Questo scandalo senza precedenti che ha infiammato il fine settimana è la conferma che gli o-scurati mentali non mancano certo. A partire da lui.
Lo scrittore fin’ora conosciuto solo in ambito intellettuale. Adesso invece non c’è portinaia e posteggiatore anche straniero che non abbia sentito parla di Scurati. Di cosa si lamenta? Dovrebbe ringraziare gli oscurati della Rai che, censurandolo, lo hanno reso un eroe, un martire, il nuovo Matteotti dell’antifascismo.
Che poi la censura della Rai è un autentica vergogna. Scurati, infatti, aveva pronta una dichiarazione senza precedenti che avrebbe sconvolto il quadro politico: “Giorgia Meloni è una neofascista, vuole riportare il fascismo in Italia”.
Lei, la Meloni, che sa come vanno le cose ha subito pubblicato la sua dichiarazione, spera che le arrivi uno Scurati al giorno. Perchè sa che il suo consenso, la stima internazionale di cui gode, le derivano oltre che da una dimostrata capacità politica, anche da queste accuse da asilo nido del confronto politico.
Ma scusate, se Elly Schein andasse al governo diremmo che è arrivato il comunismo in Italia, che vuole portare il nostro Paese a fianco della Cina? O verrebbe criticata per le misure adottate, per il programma annunciato dal suo governo?
Se gli oscurati dell’opposizione e dell’informazione volessero nuocere alla Meloni dovrebbero proclamare che è un’antifascista senza precedenti, che Giorgia deve essere nominata subito presidente emerito dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia!
Ma sono o-scurati. Aprissero gli occhi…

66 commenti - 1.538 visite Commenta

Gatón

Esprimere una qualsivoglia opinione diversa da quelle propalate a sinistra è sufficiente per essere definiti fascisti.
Sotto questo aspetto sono fiero di esserlo.
Mandatemi pure a manganellare, DEMOCRATICAMENTE, mi raccomando !

Rispondi
inogniposto

ANPI dove gli iscritti hanno venti anni…. un poco come se io mi iscrivessi all’Associazione Reduci e Combattenti .

Il Presidente ANPI è nato nel 1949 … la sola cosa che ha fatto sui monti sono state le scampagnate a pasquetta, in compenso ha fatto la gavetta nel PCI di Milano e nella FIOM.

Rispondi
Mario56

Imbarazzante post!
Al limite dell’offesa.
Mi dica, ci dica sig. Zwirner cosa c’entra il comunismo con l’Italia?
C’è stata in Italia una dittatura comunista come in Polonia o in Germania del est?
Non mi risulta.
Invece mi risulta che nel ventennio che va dai primi anni 20 dello scorso secolo e fino alla liberazione del 25 aprile 1945 in Italia, ci sia stata una dittatura fascista e che tale ideologia non si sia mai assopita, almeno in frange minoritarie della popolazione, ed è continuata con il MSI FIAMMA TRICOLORE, con ALLEANZA NAZIONALE che con Fini prese però le distanze dal MSI e dal fascismo.
Ma cacciato Finì dal governo Berlusconi e rovinandolo con la casa di Montecarlo, i neofascisti che c’erano ancora diedero origine a FRATELLI D’ITALIA un partito che non ha mai fatto critiche al fascismo se non alle leggi razziali per essere compatibili con il sostegno ad Israele.
Quindi noi ancora non sappiamo se questo partito di estremisti che c’è al governo e’ antifascista: perché non l’ha mai dichiarato i. Sappiamo solo che molti di loro sono indagati per falso in bilancio, associazione a delinquere, rivelazione di notizie coperte dal segreto, porto abusivo d’armi da sparo, spari nel sedere a capodanno ecc. ecc.
Scurati che lei denigra e offende ha invece portato una serie di prove dí illiberalità di questo governo dalle leggi bavaglio alla stampa, al carcere per i giornalisti, al controllo psico attitudinale sui giudici, dai divieti di sciopero di Salvini a mettere in discussione il diritto di aborto per le donne, fino al blitz di usare i fondi pnrr per regalarli alle associazioni pro life di Fontana e company che fanno terrorismo sulle donne, come la Boccia Incoronata, vice direttore di Rai 1 che chiama l’aborto un delitto. Insomma col premierato Meloni vuol fare quello che non è riuscito a Salvini e Renzi: i pieni poteri.
Per fortuna abbiamo tanti Scurati e tanti galoppini ignoranti che aspettano la medaglia da una Meloni sempre più imbarazzante.
Che poi sia una grande politica lo pensa solo lei, caro Zwirner. Un bravo politico non va in Albania a regalare un miliardo di euro agli albanesi per tenere neanche 3000 migranti per 5 anni e poi loro là si tengono tutte le strutture: siamo solo degli spendaccioni coi soldi degli altri.
11:02

Rispondi
Mario56

Vale anche per gli alpini di vent’anni. Fare casino, ubriacarsi e molestare le ragazze!
11:04

Rispondi
Silvestro

ore 14:50
ZWIRNER cerca di alleggerire l’argomento buttando un pò in vacca la questione. La mia risposta è tutta nel post del topic precedente.

Sono caduti anche i silenzi, parlando però d’altro.

GATON è un pò confuso e come sua abitudine divaga; ma questo topic parla di O-SCURATI e nello specifico è stato censurato proprio chi propalava argomenti di sinistra, storicamente documentati. Chi vogliamo manganellare democraticamente questa volta.

INOGNIPOSTO: Luca Castellini, uno dei capi di forza Nuova, è nato nel 1975 ma come molti associati ANPI non ha vissuto il ventennio. E’ evidente che le associazioni esprimono l’appartenenza ad una idea di libertà molto diversa. Ma anche questo non c’entra con il topic.

Rispondi
Gatón

Ancora una volta grazie per le continue perle di saggezza che continui munificamente elargire a noi poveri ignoranti.
Se non ci fossi bisognerebbe inventarti.
Come la Panda.

Rispondi
Mario56

Sei ormai a secco di argomenti. Come i fascisti al governo. Scurati vi ringrazia e anche la Bortone.

Rispondi
inogniposto

ANPI = associazione nazionale partigiani di italia … penso che l’italiano sia lingua abbastanza chiara.

Scurati non so chi sia francamente, dubito che sia stato censurato/oscurato uno che nessuno conosce , che “mediaticamente” vale zero. Penso che la Meloni abbia ben altri pensieri che non sono di certo quelli di censurare il nulla.

Se la Meloni fosse fascista Mario, tu non saresti di certo qui a scrivere, ti averebbe già bussato alla porta l’OVRA , probabilmente non esisterebbe neppure questo blog.

Legittimo criticare la Meloni, attaccarla per quello che fa o che non fa, gridare al neo-fascismo è abbastanza ridicolo (secondo me)

Rispondi
Mario56

Il fascismo inizia gradualmente. La Meloni non credo sia fascista ma credo che abbia voglia di pieni poteri: come Salvini nel 18/19, e Renzi .
Il modello è quello dell’Ungheria di Orban e della Polonia prima di Trusk. Aborto vietato, magistratura controllata dal governo, premierato ed esautorazione del Presidente della Repubblica e galera per i giornalisti sgraditi.
Guarda , ad esempio, perché non fa più le conferenze stampa?
E’ voglia di non doversi giustificare e incapacità di argomentare alla pari.
Non dimentichiamo che è un personaggio di modestissima cultura e il suo successo lo ha sempre ottenuto arringando la folla con battute populiste di estrema superficialità,
Scurati se per te è un signor nessuno, perché censurarlo?
Perché a casa mia se non lo inviti poche ore prima di un evento dopo avergli pagato già, treno e hotel, si chiama censura.
Il problema adesso è: lo ha voluto il governo o è stata una iniziativa personale dello zelante Corsini camerata della Rai che ha voluto essere più realista del Re?
09:32

Rispondi
Mario56

ANA = associazione nazionale Alpini
Come fa uno di vent’anni essere o essere stato un alpino che la naja è stata abolita?
Sono gente che si mettono un cappello degli alpini , il più delle volte per fare casino, mangiare e bere alle adunate , e importunare le ragazze, come è successo a Rimini.
09:43

Rispondi
inogniposto

per me i ventenni che hanno fatto casini con il cappello da alpini vanno opportunamente perseguiti dalla legge.

Prima o dopo dovremo stabilire cosa veramente significhi essere fascista Mario… io non vedo una Polonia fascista sinceramente… Nemmeno Orban

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 22nd, 2024 11:02

“”Scurati ha portato una serie di prove dí illiberalità di questo governo dalle leggi bavaglio alla stampa, al carcere per i giornalisti, al controllo psico attitudinale sui giudici, dai divieti di sciopero di Salvini a mettere in discussione il diritto di aborto per le donne, fino al blitz di usare i fondi pnrr per regalarli alle associazioni pro life di Fontana e company che fanno terrorismo sulle donne, come la Boccia Incoronata, vice direttore di Rai 1 che chiama l’aborto un delitto “”.

Ma quante belle robe ha fatto il Governo Meloni in soli18 mesi, ma sei sicuro? Se fosse vero bisognerebbe darle i pieni poteri subito.
Se fosse vero, avremmo sei milioni di nati in più salvati dall’omicidio dell’aborto, errori giudiziari veri e falsi a livelli accettabili, giornali più seri ed indipendenti a tutto vantaggio della democrazia e di intrighi ad alto livello.
Purtroppo i tuoi sono solo sogni da PARANOICO.
IO, RIPETO, PERO’, CI SPERO. 😎

PS: perché oltre alla dichiarazione di ANTIFASCISMO ( dal notaio, mi raccomando ), non chiedete alla MELONI di chiudere L’INPS e il CODICE ROCCO mussoliniani, visto che l’IRI ve lo siete già mangiato con PRODI e le bonifiche pontine verranno riportate allo stato brado dai compagni di Bruxelles.
Se dimentico qualcos’altro da distruggere del ventennio fatelo presente, magari con un ALTRO MINUTO DI SCURATI SU RAI 3 😎😎
19:05

Rispondi
Stefano

Ancora una volta questo giornalai di destroide a paura della verita
LA REPUBBLICA UTALIANA FONDATA SUL ANTIFASCISMO meloni ei
soci si mettono cuore in pace

Rispondi
Mario56

Basilicata
Non riescono nemmeno a vincere da soli in una regione ultra sicura :
Bardi vince MA COL VOTO DECISIVO DI CALENDA E RENZI .
Tracollo della Lega di Salvini premier ( potrebbe cambiare, ormai il premier lo farà al camposanto)
Benone FORZA ITALIA. Premiati i moderati della coalizione. Poi li magari per il clientelismo.
non sfonda FRATELLI d’ITALIA ( grossa delusione)
stabile il PD
batosta gigantesca per i grillini che pagano lo strappo di Conte col Pd.
Calenda e Renzi bene e se avessero appoggiato il candidato di sinistra la destra sarebbe stata battuta facilmente.
10:54

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 23rd, 2024 10:54
Se avessero appoggiato la sinistra sarebbero scomparsi: la tue conclusioni sono di una lungimiranza e perspicacia da becero antifascista. Impara da gli antifascisti lungimiranti come STURARI che, a forza di guardare lontano lontano, gli è venuto il collo di cigno. 😎
11:40

Rispondi
inogniposto

siamo alle solite con Salvini … contenti loro…. avranno bisogno di altre batoste prima capire che la “stagione” di Salvini è finita da un pezzo

Rispondi
Mario56

Basilicata
Calenda e Renzi terranno in scacco le destre per tutta la legislatura: infatti i soli partiti del destra- estrema destra arrivano solo al 38%
Auguri!
11:32

Rispondi
Attilio

No,perchè la legge eletterola regionale dà grandi poteri al presidente della regione,non è come in Parlamento a Roma

Rispondi
Gatón

…se il risultato non vi va bene si può sempre chiedere l’annullamento e tornare a votare dopo aver distribuito un numero sufficiente di banconote da 50 euro…

Rispondi
martello carlo

LO SCIPPO DEL 25 PRILE
Se fossi BIDEN, vieterei a qualsivoglia rappresentante USA a Roma di partecipare a qualsiasi manifestazione del 25 APRILE, ormai diventata la festa della liberazione del Paese da parte dei partigiani comunisti.
Il controsenso è evidente: come potrebbe essere stato liberato da dei comunisti STALINISTI/TITINI? La realtà è che sono stati gli americani ( assieme ad inglesi, australiani, indiani e persino MAROCCHINI a liberare l’Italia…. e ci hanno liberato DUE VOLTE, la prima dai NAZIFASCISTI e la seconda da un possibile REGIME COMUNISTA forse peggiore del primo.
Le FOIBE si sarebbero fermate al CARSO?
L’IRRICONOSCENZA verso il sacrificio di migliaia e migliaia di giovani americani che riposano a NETTUNO ormai senza un ricordo, un pensiero, anzi forse con il RISENTIMENTO e forse persino l’ODIO di qualcuno per averci consegnato un Paese democratico anziché un pese come l’UNGHERIA, la CECOSLOVACCHIA, la POLONIA, la ROMANIA, la BULGARIA sotto la cappa del SOCIALISMO REALE.
Mi sembra sia ora di finirla con questa celebrazione dell’ANPI ROSSA che fornisce spunti agli esaltati per provocare divisioni e odio nel rivangare ferite che ormai sono dimenticate e sepolte per la gran parte degli italiani. 😎
Si potrebbe sostituire magari con la festa DI FINE RAMADAN: non si sentirebbe poi tanto la differenza: sono convinto che dopodomani ci saranno solo bandiere rosse e PALESTINESI con la versione in arabo di BELLA CIAO. 😎😎
17:25

Rispondi
Mario56

Benzina a 1,990 euro
Bollette: obbligo subito di passare dal servizio tutelato al libero mercato. Salasso del 30/40% in più per famiglia. Chissà perché per i balneari ci sono proroghe alle direttive europee mentre sulle privatizzazioni delle bollette siamo i primi in Europa con la Romania. Francia, Germania, Spagna, Olanda hanno prorogato il regime di maggior tutela come tutti gli altri paesi europei.
Aumenta il debito pubblico.
Sanità allo sfascio: un anno per una radiografia .
Marchetta elettorale , mancetta, di 80/100 euro nella tredicesima UNA TANTUM !
14 condoni fiscali .
Mentre accade tutto questo i corvi stolti, Gaton e Martello appollaiati sul ramo dell’albero Italia, ridono perché dei ratti usciti dalle fogne stanno rosicchiando le radici dell’albero su cui loro sono appollaiati.
22:31

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 23rd, 2024 22:31
“Bollette: obbligo subito di passare dal servizio tutelato al libero mercato. Salasso del 30/40% in più per famiglia”.
E’ un argomento di cui non ho voluto interessarmi perché incasinato ( a leggere una bolletta mi viene l’orticaria ) e lo considero tempo perso, tanto ti fregano lo stesso.
Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un articolo ( il SOLE mi pare ) da cui ni è sembrato di capire ce la scelta è obbligatoria ed irreversibile ( ma penso sia questione di soldi per cambiare), comunque non ho approfondito ( non sopporto le imposizioni ).
Mi sembra che tu sappia tutto, mi vuoi chiarire in due parole com’è la situazione? Io attualmente sono nel LIBERO. 😎
00:20

Rispondi
Mario56

La situazione è che è vero che c’è una diretta UE che metterà fine al mercato tutelato, per passare a quello libero. Ma solo Italia e Romania finora hanno aderito mentre tutti gli altri prorogano di anni.
Il sole 24 ore ha definito il mercato libero una giungla in cui per capire una bolletta devi essere un Cingolani, tanto le fanno volutamente complicate per fregarti. Comunque da studi fatti se non si è particolarmente avveduti i più popolari distributori alzano già le bollette come minimo del 30% rispetto al mercato tutelato e con penalizzazioni se si cambia operatore prima della scadenza del contratto. Il tutto avviene quando il gas è tornato ai livelli pre guerra ucraina. Sarebbe quantomeno pretendere una bolletta chiara oppure chiedere una proroga e mantenere ancora il regime di maggior tutela per ancora qualche anno.
Ieri sera su Amazon ho comprato la versione e pub dei tre libri su M del grande Antonio Scurati: uomo dell’anno, grazie a Paolo Corsini.
09:22

Rispondi
Mario56

A proposito di Paolo Corsini, pare che non faccia il cameriere solo di Meloni ma anche di Paesi stranieri che non dovrebbero interferire sull’informazione della nostra Rai:

Rai, la telefonata del premier albanese al dirigente meloniano: Rama contesta a Corsini l’inchiesta di Report sul patto migranti
di Antonio Fraschilla
Edi Rama stringe la mano a Giorgia Meloni
Edi Rama stringe la mano a Giorgia Meloni (afp)
Il primo ministro protesta per il servizio sul ruolo di Agaci, segretario della sua presidenza del Consiglio, nella firma dell’intesa tra Roma e Tirana. La replica di Ranucci: “Confermato il nostro racconto”
24 APRILE 2024 ALLE 09:33
2 MINUTI DI LETTURA

ROMA – Un intervento diretto del premier albanese Edi Rama sul dirigente Rai Paolo Corsini. Una telefonata singolare: il capo di un governo straniero che chiama il responsabile dei programmi della televisione pubblica italiana. Un colloquio, definito dal primo ministro albanese “cordiale”, con il direttore della fascia informazione della tv di Stato, per chiedere spazio di replica dopo.
Da Repubblica.it
10:07

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 24th, 2024 9:22
Ho capito, anche tu non ne sai più di me, ma almeno io non butto là delle cose inventate o quantomeno inesatte ed approssimative per 50 €.
ARERA ha chiarito che fino al 30/6 sarà possibile passare da libero alle TUTELE GRADUALI ( che non so cosa siano )
PS: una volta tanto che siamo i primi a rispettare le direttive della SANTA MADRE EUROPA, ti lamenti….. come il grande poeta eroe macerato dall’antifassismo, futuro PREMIO NOBEL che ha trovato il MUSSOLINI dalle uova d’oro. Per me questo sofferente difensore della democrazia all’ultimo giapponese era uno perfetto sconosciuto: ma aveva fatto le stesse speculazioni su BERLUSCONI? 😎
12:45

Rispondi
Mario56

Diventiamo primi anche per i balneari.
Magari Silvestro o Marco ne sanno certamente di più.
Gaton non se ne occupa più di tanto con 6000 euro di pensione mese. Più di Scurati.
13:49

Rispondi
Gatón

L’antifascismo è la foglia di fico dietro la quale chi non ha programmi nasconde le proprie vergogne.

Rispondi
Mario56

L’ antifascismo non ha colori politici.
L antifascismo è di tutti.
L’ antifascismo è la casa. Poi i partiti la arredano come vogliono.
Chi cerca ogni pretesto contro l’ antifascismo e’ perché è fascista, come chi cerca ogni pretesto per non pagare le tasse, e’ perché è uno squallido evasore.
Inutile menarla: siete fascisti. Per voi è stato un periodo grandioso di autorevolezza nel mondo, tranne accorgervi dopo, quando le bombe degli alleati vi piovevano sulla testa ed in Grecia vi hanno umiliato a dovere, ed i partigiani vi sparavano addosso …
… CHE MUSSOLINI VI AVEVA PRESO PER IL CULO!
Che vergogna. Dare ai soldati le scarpe di cartone ed il moschetto del Risorgimento.
13:59

Rispondi
Silvestro

ore 14:15
Credo che parlare di fascismo con riferimento alle camice nere, al fez e saluto romano, sia fuorviante, e credo che quel fascismo non sia più attuale.

Quello di oggi non coincide con la nostalgia per il partito mussoliniano o col desiderio di ricostituirlo, ma con un modo di pensare e di sentire, una serie di abitudini culturali che sono ancora intorno a noi, e tra di noi.

Io sono convinto che Meloni è antifascista, ma non ha la forza politica ne il consenso elettorale per imporre a molti dei suoi accoliti un cambio di linguaggio e di atteggiamento. E questo significa che un determinato modo di pensare, di agire e giudicare è molto radicato nell’elettorato.
Questo spiega come ancora oggi simboli ed espressioni del ventennio, rappresentino una modalità nostalgica ma anche identitaria di quel periodo.

La linea di separazione è sfumata, ma democrature, autocrazie, oligarchie, sono le forme istituzionali del fascismo moderno.
Non è un caso se il riferimento di oggi è Orban.

Rispondi
Gatón

Silvestro, esattamente come la Schlein non è comunista, ma non lo dichiarerà mai per non perdere i voti della frangia estrema che sogna ancora Baffone…
Buon 25 Aprile, meno male che lo possiamo festeggiare .

Rispondi
Mario56

Ma nemmeno io sono comunista, Gaton. Ho cominciato ad avere simpatia per il PD, ora meno, quando è stata chiara la negazione del comunismo come strumento di emancipazione sociale.
Sono altri partiti che devono spiegare ancora i simboli del fascismo e della fiamma tricolore.
22:03

Rispondi
El grinta

Mario, cerchiamo di essere seri per una volta. Rimescolare il lontano passato in sto blog che grande senso ha? Non mi sembra che si parli di nostalgia del ventennio. Anche perché evidentemente nessuno l’ha vissuto, se non nel ricordo dei padri e dei nonni.
Mettiamola cosi. Sono arrivati americani in prevalenza ed alleati. E strategicamente sono partiti dalla Sicilia per risalire e cominciare a schiacciare i tedeschi dal sud Europa. Buona parte dei Paesi mediterranei hanno avuto partigiani…non solo l’Italia. La strategia di altri e un po’ la sorte, è stata la base della liberazione. Non si può negare. Indipendente da chi favorevole o contrario. Sorte, perché non si può escludere l’arrivo dei sovietici, se la guerra perdurava per svariati motivi.

Rispondi
Mario56

El grinta
Tu sei nuovo del blog e devi sapere che quando rispondo a gaton rincaro sempre la dose più del dovuto perché il soggetto spesso non merita risposte serie e mi piace provocarlo. Ma lui lo sa e fa altrettanto.
Premesso ciò sono d’accordo che senza gli alleati non avremmo mai saputo che piega avrebbe preso la storia, come nemmeno senza la guerra partigiana.
Chiaro che non possiamo tornare al balcone di piazza Venezia ma conosco molti che votano fratelli d’Italia che dicono che il fascismo, a parte la guerra, è stato un periodo di rinascita economica dell’Italia, e’ sorto l’INPS, sono state bonificate le paludi, si sono costruite città. L’Italia era un paese rispettato nel mondo. Bisogna ammetterlo che i più, non hanno capito ancora bene cosa è stato il fascismo e non occorre essere nati nel ventennio. Basta leggere e studiare bene e fidarsi della maggioranza degli storici italiani e stranieri. e ascoltare i nostri anziani.
Buon 25 aprile anche a te, el grinta.
15:17

Rispondi
Gatón

Qualcuno sostiene che se non avesse dovuto soccorrere l’alleato Benito che le stava prendendo di santa ragione in Grecia, altro che spezzare le reni, distogliendo un paio di divisioni dal fronte orientale, forse la wermacht non si sarebbe impantanata a Stalingrado e la Germania avrebbe vinto la guerra…
Allo stesso modo non instillare nei nostri “antifascisti” il dubbio che senza il fattivo aiuto delle gloriose armate partigiane gli alleati avrebbero impiegato più tempo per risalire la penisola, quel tanto che bastava per consentire l’arrivo dell’Armata Rossa…ce ne sarebbe a sufficienza per mangiarsi gli zebedei !

Rispondi
Mario56

Questa è la dimostrazione che aiutando i nostri alleati i partigiani comunisti, socialisti, liberali e cattolici hanno pure evitato l’arrivo delle truppe sovietiche e tu non avresti una pensione da 6500 euro. Saresti stato mandato in Siberia a purgare.
Perfino Mike Bongiorno era un partigiano messo anche in carcere a San Vittore. Non mi pare proprio che fosse un komunista.
Concludendo gli antifascisti furono tutti brava gente?
Assassini e delinquenti c’erano certamente anche lì. . Assassini sono quelli che hanno ucciso Ramelli o che hanno fatto giustizia sommaria coi fascisti subito dopo la liberazione. Assassini furono anche i Titini delle foibe.
Quelli che erano coi fascisti di Salò erano tutti delinquenti?
No. Qualcuno credeva in buona fede di stare dalla parte giusta ed è morto pensando di essere un patriota.
Buon 25 aprile anche a te , gaton.
19:16

Rispondi
El grinta

Cambiando discorso…. c’è qualcuno che domani mi ha invitato ad una manifestazione pro-Palestina abbinato al 25 aprile …..

……
Ma che cazzo c’entra. Indipendentemente se uno favorevole o meno..Probabilmente non ci arrivo.

Rispondi
Attilio

Entro il 30 Giugno si può chiedere di rientrare nel mercato tutelato( che costa meno di qualsiasi offerta di mercato libero) anche se si è già nel mercato libero,l’Arera ha fatto le gare nei mesi scorsi e per Verona ha vinto l’Enel Energia, e infatti io ho già fatto la domanda,la benzina la faccio all’Ewa qui in città e costa circa 1,82 ,la sanità è regionale e quella veneta è fra le migliori d’Italia

Rispondi
Silvestro

ore 09:50
Mario56 – Aprile 24th, 2024 – ore 19:16
C’è chi nelle tue parole ha colto il tentativo di mettere sullo stesso piano le violenze dell’una e dell’altra parte senza distinzioni, al punto da definirle “parole sensate”.
Ovviamente in una guerra civile ci stanno tutte le violenze e le stragi ampiamente citate, ma, cone ho già scritto, va sottolineato che IL 25 APRILE CELEBRA LA FINE DI OLTRE UN VENTENNIO DI DITTATURA FASCISTA che è l’origine della narrazione di questo periodo storico.

Le “squadracce” (termine con cui ancora ieri il Ministro Lollobrigida definisce la protesta degli studenti a Torino) nacquero nel 1919 e furono il primo nucleo dei “fasci italiani di combattimento” ovvero squadre d’azione paramilitari con lo scopo di intimidire e reprimere gli avversari politici.
Le proporzioni e la durata di questo fenomeno repressivo e violento non sono comparabili con l’azione dei partigiani.

Rispondi
Mario56

Certamente. Va visto in generale il fenomeno e non in casi particolari. Ed in generale il fascismo è stato razzismo, e’ stato contro i poveri, i lavoratori i braccianti e a favore dei ricchi agrari e industriali, il fascismo è stato violenza, terrore, convincevano le vittime con i pestaggi e l’olio di ricino e spesso con la morte o il carcere.
Mussolini esaltava la violenza come necessaria, esaltava il manganello come progresso.
Chi ancora oggi non si dichiara antifascista, significa che non rinnega questo o comunque sa bene che una parte importante del suo partito ci crede ancora.
Episodi di violenza anche da parte di minoranze di antifascisti non devono giustificare minimamente che alla fine sono tutti uguali.
I poliziotti che manganellano non significano che tutta la polizia è violenta, ma non per questo non si possono criticare e condannare.
Gaton ci marcia su questi episodi marginali di violenza di alcuni antifascisti, come per le foibe. Quasi andasse a pari con la violenza nazifascista.
No caro gaton
La storia ha condannato i fascisti come assassini , dittatori, che sono stati contro il popolo italiano. SONO STATI DALLA PARTE SBAGLIATA ,
mentre i partigiani erano dalla PARTE GIUSTA.
Se meloni non riconosce questo secondo me non dovrebbe avere la patente di guidare il paese.
E’ come sé facessimo operare un chirurgo in sala operatoria senza aver acquisito la laurea e le necessarie specializzazioni: è il minimo necessario.
10:46

Rispondi
Stefano

Ancora una volta non capisce che italia e una repubblica fondata sul ANTIFASCISMO IL camerata giornalista si metta anoma in pace
Cosa centra comunismo
Si vuole cambiare i fatti
Il fascimo in ITALIA E STA UN VENTENNIO DI CRIMINALI E DITTATURA
SI VUOLE NEGARE QUESTO?

Rispondi
Mario56

Meloni
“Ricordiamo l’avversione contro ogni totalitarismo “
MELONIIII!
Il 25 aprile in Italia si celebra la fine del regime fascista e di tutta l’ideologia fascista. Basta. Stop.
Il resto è per fare di ogni erba un fascio in modo da condannare tutti e nessuno!
12:08

Rispondi
Mario56

Se vi sono state frange di estremisti “alla Santoro” che hanno strumentalizzato il 25 aprile FESTA DELLA LIBERAZIONE DA PARTE DEGLI ALLEATI E DEI PARTIGIANI, I VERI PATRIOTI, DAL FASCISMO , aggredendo, fischiando, spingendo la stragrande maggioranza di veri antifascisti, di Ucraini, e di ebrei,
IO CONDANNO QUESTE PERSONE
Ma condanno anche Meloni che anche quest’anno non ci ha detto se ha la laurea ( antifascista) per operare questo Paese. Chi deve essere operato deve sapere se il chirurgo ha la laurea per farlo. E’ il minimo!!
E non sono problemi vecchi, caro EL GRINTA PANZER, sono problemi attuali. Oggi il fascismo è l’Ungheria di Orban, e’ Putin, e’ la Bielorussia, era la Polonia prima della sconfitta della cricca che era al potere. Fascisti sono le autocrazie, le democrature della Serbia, fascisti sono quelli che telefonano al camerata Corsini per censurare Scurati o Ranucci.
09,33

Rispondi
Silvestro

25 APRILE
A – è una festa che unisce tutti gli italiani contro tutte le dittature e per la libertà.
B – è la celebrazione per la liberazione dal fascismo.

Risposta A: E la posizione di Meloni nel suo messaggio di celebrazione.
Una comunicazione istituzionale contro ogni totalitarismo, condivisibile nel linguaggio e nelle intenzioni, che estende quei principi di libertà che devono trovare tutti uniti.
Condividere questa interpretazione significa anche confondere il fascismo in una più generica avversione ad ogni forma di totalitarismo e sopraffazione vecchia e nuova che accoglie anche proteste pro e contro israele o la Palestina, pro e contro invasioni e/o interventi armati di difesa che viviamo oggi.

Risposta B: E’ una celebrazione tutta italiana per la liberazione dalla dittatura fascista in Italia. Rispetto alla lettura precedente, la nostra storia ha avuto una sola dittatura e la festa celebra quella ricorrenza.
Il 25 aprile non può prescindere dalla memoria come ricorda Mattarella, ma soprattutto si scontra con simboli linguaggi e comportamenti anche governativi che richiamano specificatamente quel periodo. “Non rinnegare, non restaurare”: il Msi scelse questo slogan per sintetizzare il proprio rapporto con il fascismo nel suo congresso fondativo nel giugno 1948.
Le acrobazie, le gaffes, le contorsioni, e le difficoltà di molti personaggi dipendono tutte, in fondo, da questo slogan.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 26th, 2024 9:33
Quella di ieri era prevedibilissima, e mi pare di averlo ampiamente previsto: una gazzarra fomentata, organizzata e preparata accuratamente da tresche gazzettiere e dalla più fascista delle autocrazie intellettualodi di chi pretende di sostituirsi al volere popolare, esattamente come hanno fatto gli intellettualoidi durante il fascismo, plagiando menti deboli e vuote da riempire, come succede nelle facoltà universitarie frequentate dal fancazzismo parolai.
Ciò che è emerso ieri è che si sta importando la guerra, l’INTIFADA come fosse la resistenza che ha combattuto contro i nazifascisti, mentre si scorda che la PALESTINA ( il gran MUFTI’ di GERUSALEMME ) era dalla parte di HITLER e il GENOCIDIO DEGLI EBREI.
Questa alleanza mi ricorda gli anni di piombo ed è una cosa MOLTO RISCHIOSA, che SCURATI & C. dal momento che non sono certo dei LENIN, ma solo dei pantofolai chiacchieroni cui interessa molto la PECUNIA.
Le GANG di MAGREBINI stanno diventando adulte, non sono più in addestramento nelle BANLIEUES, ieri sono scese in piazza sostituendo la bandiera italiana con quella palestinese, FISCHIANDO L’INNO DI MAMELI con le loro donne velate e con le nostre, che sotto sotto amano le maniere dell’uomo forte, addobbate col KEFIAH.
IO, NON FARO’ MAI IL PAPPAGALLO dei comunisti che si sono appropriati indebitamente la liberazione dal nazifascismo dichiarando ” IO SONO ANTIFASCISTA ” dopo 80 dall’assassinio di MUSSOLINI perché diventerei come loro, mentre io sono un DEMOCRATICO contro tutte le dittature, in primo luogo contro LE TEOCRAZIE ed il COMUNISMO.
Continuate così a forza di rompere le tantanelle con l’ANTIFASCISMO: riuscirete a far votare la gente ( compresi malti astenuti del voto insofferenti delle ipocrisie del sistema derivante dal MATTARELLUM ) per VANNACCI. 😎

Rispondi
El grinta

Mario, penso di aver capito dove vuoi arrivare. Ma sappi che sono personalmente, uno dei relativamente pochi italiani ad aver vissuto in una dittatura. Per poco tempo e parecchio tempo fa, è vero. Ma giusto per farmi un’idea. Poi, ci sarà forse l’occasione di entrare nel merito specifico un giorno. Non so. Il discorso del totalitarismo odierno, ci può stare in alcuni casi e certi fattori. Ma in altri è più sfumato. Più sfuggente. Tende cmq a fare l’occhiolino a un certo capitalismo sfrenato. Che è prerogativa di molti paesi democratici (per modo di dire per me) come il nostro. Quindi difficilmente è contrario a una forma di neoliberismo senza freni. La libertà individuale invece può risentirne. Non tanto nel parlare e nel protestare qualunquista, come poteva essere 100 anni fa. Ma nell’agire. Detto questo alcuni Paesi che elenchi, hanno altre dinamiche rispetto a quello che viene descritto in occidente. Per me.

Rispondi
Mario56

MARTELLO
Sei peggio di Sangiuliano, il ministro della cultura, che ha detto che il Italia c’è stata anche la dittatura comunista?
Comunque ho capito che la liberazione non è ancora completata in questo Paese occupato.
21:53

Rispondi
Mario56

MARTELLO
Rimpiangiamo i tempi dei governi DC, quando i Rumor, i Piccoli, i Bisaglia, i Forlani, si mettevano un fazzoletto tricolore al collo e dicevano SENZA VERGOGNA di essere antifascisti.
22:30

Rispondi
Silvestro

ore 13:15
SCURATI – VANNACCI
Ci potremmo chiedere se c’è qualcosa che li accomuna. La risposta è SI.
Li accomuna la ormai consolidata teoria di marketing da tempo ripresa anche da
Zwirner ed oggetto di questo topic, secondo cui per affermare un prodotto / un personaggio l’importante è parlarne, bene o male poco importa.

Ma c’è differenze sostanziale:
SCURATI ha ottenuto una visibilità non richiesta, ma indotta proprio dalla volontà di impedire la diffusione del suo pensiero. Sorvolando sulla ridicola motivazione economica questa censura ha ottenuto, appunto, il risultato opposto. Scurati, peraltro non è nemmeno candidato alle europee.
VANNACCI viceversa è capolista nella Lega solo ed esclusivamente per dare la più ampia visibilità alle sue convinzioni e raccogliere il consenso di chi le condivide.

Quindi, per dare seguito all’opinione del Direttore, se il generale ottenesse consensi interessanti, magari dovremmo ringraziare e sostenere Meloni che non ha ancora applicato i suggerimenti del militare.

Rispondi
martello carlo

@Mario56 Aprile 26th, 2024 22:30
Io rimpiango i tempi di TOGLIATTI e le bandiere con falce e martello: ora sinistra DC e PCI si sono fusi ( anche il cervello ), creando un pateracchio senza ideali che vivacchia sulle spalle di intellettualoidi che giocano a fare gli antifascisti oppressi dalla censura e dalla tirannia, macerati dall’impotenza.
La RAI, la RAI……… la nostra mamma dalle zinne d’oro che ci forniva le pillole blu, la RAI che ci ha consentito di instaurare quel COMUNISMO STRISCIANTE ora è in mano a quella FASISTONA della MELONI ” che anche quest’anno non ci ha detto se ha la laurea ( antifascista) per operare questo Paese. ”
E chi dice che dovrebbe avere la laurea proprio in antifascismo? Non basta la laurea che le hanno conferito il popolo e il consesso internazionale; chi gliela dovrebbe dare? Quattro professori che hanno rovinato generazioni di studenti nelle Università, i pennivendoli dei giornaloni multinazionali o i vincitori dei premi letterari preconfezionati ed ESCLUSIVI.
A proposito di PENNIVENDOLI, uno di quelli che più ha attaccato la censura RAI del 25 Aprile, TRAVAGLIO, HA CHIESTO SCUSA: DOPO UN’ANALISI PIU’ ACCURATA DELLA VICENDA HA AMMESSO CH NON C’E’ STATA ALCUNA CENSURA, BENSI’ UN GRAN CASINO COMBINATO DALLA BORTONE ( involontariamente? )

https://www.open.online/2024/04/27/marco-travaglio-scurati-bortone-rai-censura/

ROBA DA TASS. 😎

Rispondi
martello carlo

@Silvestro Aprile 28th, 2024
ore 13:15
Il tuo pensiero: “SCURATI ha ottenuto una visibilità non richiesta, ” sei proprio sicuro?
Comunque sono certo che affogherà presto nel suo stesso odio. 😎
18:15

Rispondi
Silvestro

ore 20:45
MARTELLO:
Considerando che l’iniziativa è stata bocciata da personaggi autorevoli della stessa maggioranza, in effetti ero incerto se definirla un atto di censura oppure un gesto di lecchini incapaci.
Ma Meloni ha chiarito definitivamente affermando testualmente “Sarà pure propaganda pagata coi soldi del governo, ma non andava censurata”.
Il minculpop de noantri cinque giorni prima del 25 aprile.

Rispondi
Mario56

A proposito di Vannacci ( sospeso con riduzione di stipendio dal Ministro della difesa) che aveva detto che bisognava reintrodurre le classi differenziali per gli alunni handicappati,
La Russa si è sfogato contro di lui, augurandogli di non avere un figlio disabile in casa.
Centinaio ha recentemente detto che non voterà Vannacci perché suo nonno è stato ucciso dai fascisti, implicitamente ammettendo che votare Vannacci è votare il fascismo.
Cosa volete che gli porti al cinghiale padano questo ex generale che gira in vestaglia da notte?
Sarà votato da un elettorato che già votava per Salvini e farà scappare altri. Molti altri che magari andranno con Meloni o più probabilmente con Tajani.
Salvini poveretto non ne azzecca una.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code