Torna al blog

HOUSTON, ABBIAMO UN PROBLEMA

Al fischio finale di FeralpiSalò-Padova ho fatto fatica a trovare le parole giuste per commentare e comprendere la sconfitta per 3-1 rimediata sulle rive del lago di Garda. Mi sono sentita come un pugile suonato, incapace di riprendermi dai tre “pugni” sferrati con decisione dalla squadra di Pavanel ai biancoscudati.

Son sincera: di pancia la prima cosa che mi è venuta in mente (e che ho detto in diretta tv) è stato che la modalità del k.o. di Salò è stata molto simile a quella che ha portato due settimane fa alla sconfitta di Perugia. In entrambe le situazioni infatti, una volta sotto, siamo stati incapaci di mettere in campo una reazione degna di tal nome. Con la differenza però che a Salò in vantaggio ci siamo andati noi, facendoci riprendere subito dopo e superare qualche minuto più tardi.

Ad illuminarmi (più delle dichiarazioni dell’allenatore che ho visto in grossa difficoltà) le parole pronunciate da Simone Della Latta, anche oggi, come sempre, straordinario e non solo per il quinto gol in campionato. L’analisi che ha fatto della sconfitta e del Padova in generale è stata impeccabile. Da ascoltare e riascoltare più volte per capire da dove riprendere in mano il filo del discorso per non perderlo più.

Della Latta ha detto chiaro e tondo che “qualcosa manca” a questa squadra. E che, alla luce della battuta d’arresto di oggi, “Perugia non è stata solo un episodio” perché “è evidente che qualche lacuna c’è”. Ha poi aggiunto che il Padova in questo momento “non è in grado di ammazzare il campionato” e che invece dovrà “soffrire insieme ad altre realtà per giocarsela fino in fondo” perché in questo momento non è ancora riuscito a “spiccare il volo”.

Il suo pensiero è sembrato perfino troppo duro nei confronti di sè stesso e dei compagni. Nemmeno sull’oggettiva sfortuna legata al palo di Saber (che poteva valere il 2-2 e quindi risollevare almeno in parte le sorti del match) Della Latta è riuscito ad ammorbidirsi affermando che “se un episodio non ti viene a favore è perché ti manca qualcosa”.

Credo che, nonostante l’eccessiva intransigenza, Simone abbia ragione. Questa squadra sta mostrando purtroppo di avere qualche punto critico importante e la prima mancanza sta proprio in una personalità che dovrebbe essere elemento assodato di una rosa che ha certe qualità e una grande esperienza e che invece in alcune situazioni fa fatica ad emergere. Non può essere che a Perugia, dopo aver preso un solo gol, si crolli e se ne prendano altri due con tanto di rigore plateale provocato.  Non può succedere che a Salò, con le braccia ancora alzate per la gioia del vantaggio, si permetta all’avversario di andare a pareggiare nemmeno un giro di lancette dopo. Provocando poi anche in questo caso un rigore in una situazione francamente evitabile (per quanto l’intervento di Andelkovic sembri sul pallone).

La qualità della rosa quest’anno non è in discussione, in tutti i reparti. Il Padova è in grado di ammazzarlo davvero il campionato. Tre sconfitte sono già tante per una realtà che vuole arrivare davanti a tutte le altre ed è stata costruita per questo obiettivo. All’allenatore il compito di fare in modo che la personalità di questo gruppo diventi una costante e che lo stesso gruppo torni ad esprimersi come sa fare. Anche contro il Perugia, la Feralpi e tutte le altre dirette concorrenti che verranno.

25 commenti - 2.058 visite Commenta

Stefano

E’ stata una sconfitta peggiore di quella di Perugia per come e’ avvenuta e per il fatto che ancora una volta siamo stati “passivi” – siamo andati in vantaggio quasi per caso (anche se con un gran goal ) e le squadre grandi a questo punto capitalizzano – noi abbiamo festeggiato salvo prendere un goal di testa da un 175 – dopodiché confusione anche nella gestione dei cambi- poca freddezza nella gestione del recupero – sindrome juve under 23 che si ripete- speriamo di uscire da questa storia altrimenti la mega panchina serve a poco – poi vado fuori tema e parlo del portiere / fisicamente (non parlo dell’altezza ) non lo vedo strutturato per una squadra leader : sembra una mezzala …………

Rispondi
fabio.pd

….quando ho visto la formazione del Padova entrare in campo a Perugia mi è tornata in mente – UN ATTIMO SOLO – la formazione dello scorso anno: l’utilizzo di Soleri dal primo minuto in attacco per esempio.
….quando sento enfatizzare il duo sloveno/croato mi viene in mente – un attimo solo – la formazione dello scorso anno: grandi svarioni in difesa, con calci di rigore annessi…..
I risultati poi si vedono. Aggiungo: la mancanza di Gasbarro si è sentita, la sua presenza è fondamentale per la squadra.
Il campionato è lungo, la squadra saprà tarare le lacune in tempo.

Rispondi
acp

basta è inaccettabile. seconda sconfitta in uno scontro diretto. seconda sconfitta ciapando 3 peri.

il padova deve andare in serie B.

sogliano deve comprare un portiere, due terzini destri e due esterni alti.

Rispondi
L'altro Stefano

Appunto, sugli esterni lo dicevo anch’io. Bifulco l’unico con le giocate e qualche gol in canna, Jelenic non pervenuto, esperienza ma senza freschezza (nè gol), e forse nemmeno motivazioni. E poi? Il nulla. Per me da tentare col doppio centravanti quanto prima, coi 5 cambi ce ne giochiamo 2+2 ad ogni partita (su 6 in rosa). E il portiere francamente non è adatto per vincere un campionato, neanche in C

Rispondi
antonio

siamo troppo lenti e rinunciatari con le grandi,nn si puo giocare per il pari,di sto passo nn andremo mai in b,saber ronaldo sempre in campo dal primo minuto,forti con le piccole piccoli con le grandi

Rispondi
Patrick

Minchia, che parole originali ha detto della latta…minchia, veramente incredibile !!! ma di che parli ??
ha detto cose ovvie, normali, in merito alle sconfitte sinora subite, andatevi a vedere le altre squadre, ma di che parliamo?? siamo tutti lì e il tirol paraculo è primo con 2 vittorie a tavolino…
ma chi ha mai detto che possiamo ammazzare il campionato?? ovvio deformazione mediatica padovana e di qualche tifosotto che di calcio capisce poco…siamo forti, ma nn ammazzeremo nulla, mandorlini lo predica dall’ inizio..
ieri il carpi ha perso a pesaro, ve ne siete accorti? pensa se succedeva a noi….oooooooh il padova che prende 3 peri a pesaro, sia mai??
continuiamo sempre con questa presunzione di superiorita, posso dirvi che avete rotto i coglioni??? spocchia perenne che leggi anche sui social…non si puo’, non si riesce a volare basso senno’ passi per non ambizioso direbbe il genio di la coste in combutto col gigante sauz (…….)..
ieri abbiamo perso in maniera assurda, senza senso, sono rimasto incazzato sino a stamattina, altro che perugia, su questo non ci piove. ma una volta riacquistata la lucidita’ ci ragion sui fatti:
1- come a perugia il risultato giusto era un pareggio, sconfitta ingiusta e risultato bugiardo.
2- episodi determinanti nel bene e nel male, vedi palo e tempistiche del pareggio dove certo abbiamo dormito
3- il padovano medio(cre) ha bisogno sempre di un capro espiatorio senno’ nn è contento, si sega così: ora tocca a vannucchi che ieri ha fatto bene nel primo tempo, sbagliando in parte solo sul terzo dove poteva fare meglio, ma vogliamo dare la colpa a lui per la sconfitta?? siete ridicoli….
4- vero che sul carattere dobbiamo lavorare, ma ieri a quei manovali del garda è andato tutto bene, gli episodi pesano come un macigno, inutile girarci attorno.
5- halfreddson puo giocare un solo tempo al massimo, ora deve farlo riposare e rimettere ronaldo. e saber fisso in campo.
6- ripeto che per me perugia, sud tirol e triestina sono al nostro livello, poco da girarci attorno, accettarlo e lottare con il coltello tra i denti.
7- al putto acp: 2 scontri diretti persi, ma anche uno vinto alla grande. aggiorna le statistiche.

Rispondi
Patrick

Non sfiorare determinate categorie che non ti si addicono.
Vai a contestare alla Guizza, genietto ?
Ottimo, poi dimmi come argomenti.
Pero’ fa qualcosa, porta avanti la tua posizione.
Non stare a 90.

acp

se qualcuno avesse ascoltato bozzi ora saremmo ancora in serie b.

minelli ancora libero. robe da matti.

Bozzi85

Ma dai, fai anche il permaloso?
Fatti due risate e ricordati che sei solo “ chiacchiere e distintivo “.
Senza di te che noia Padova ed il Padova.
Comunque non capire nulla di calcio giocato non è mica un offesa.
Pensa se dovesse leggere questo blog il povero Bonaiuti.

Rispondi
L'altro Stefano

A Della Latta diamo tutti ragione, te compreso visto il tuo punto 4. Il limite di cui parla lui, che non è così scontato ammettere, e di cui tutti ne abbiamo percezione, si definirebbe “mentalità vincente”. Se riuscissimo a costruire anche questa, non mancherebbe nulla a questa squadra affinché questo possa essere l’anno della risalita, anche senza ammazzare il campionato. Le potenzialità già espresse in alcune partite fanno intravedere per me una superiorità tecnica rispetto alle squadre che citi al punto 6. Il Perugia non ha la promozione in tasca solo perchè è una retrocessa, lo sappiamo come abbiamo perso là (carattere) e ovviamente dopo quella partita non hanno neanche più segnato (due 0-0, uno col Gubbio in casa). Su Vannucchi: nessuno mi pare stia dicendo che abbiamo perso partite per colpa sua. A me non pare del tutto affidabile, viene da molta naftalina e penso che prenderemo più di qualche gol che sarebbe evitabile con un altro portiere. Se lo metti sotto pressione va in bambola: il primo tempo di Firenze mi ha detto questo, pareva in tilt anche se, ad onor del vero, lo era tutta la squadra. Ma non dà sicurezza…Lieto di ricredermi se dovesse crescere col tempo, ritrovando feeling e personalità

Rispondi
acp

basta con questo prono basabanchismo di provincia.

padovano svegliati, padovano pretendi, padovano prendi coscienza della grandezza della tua tifoseria e piazza. padovano smetti di essere medio.

Rispondi
Patrick

Ma non dire troiate.
porta argomenti allora dalla tua parte, invece delle solite sparate..
oggi ho voglia di perdere tempo e quindi ti offro questa possibilita’…
attendo riscontro REALE, no minchiate quali esoneri, ecc…..
A FIRENZE ERAVAMO TUTTI IN BAMBOLA NEL PRIMO TEMPO e sappiamo bene perche’, ma come si fa a prenderla da esempio???? mah…….
sinora nn ha fatto male, è un portiere alla bonaiuti, molto esplosivo.
ha fatto una bella parata anche nel primo tempo domenica, ma tutti se lo sono scordati.

Rispondi
filippo

non vedevo un portiere così scarso a Padova dai tempi di Pellizzoli. Metterlo subito in panchina.
Storicamente, non abbiamo mai fatto risultato pieno a Salò. Ci sarà un perchè.

La cosa più ridicola di domenica che Mandorlini si faccia mettere in scacco con i cambi da Pavanel. Mr. scarpette trendy. Uno che va in panchina pensando di essere un influencer da instagram. Di cosa stiamo parlando?

Perugia + Salò dovevano essere 6 punti, altro che pareggini. Mandorlini non fare il Sullo o il Bisoli, te l’ho già detto.
Bisoli che per altro perse 5 partite in tutto il campionato, l’anno della B. Qui siamo già a tre.

E non si vincono i campionati prendendo 6 peri in 60 minuti in due scontri diretti, uno per giunto essendo andati in vantaggio.

Fuori i coglioni.

Rispondi
Principe

perugia e salò partite imparagonabili, a perugia potevamo vincere e invece abbiamo perso per colpa totale di mandorlini. a salò abbiamo perso perchè siamo stati sfigati e perchè gli altri sono molto forti. occhio al sudtirol che abbiamo battuto quando era senza l’attacco titolare. paponi deve guarire altrimenti siamo spacciati, jefferson basta per piacere, halfreddson è finito

Rispondi
Patrick

Mi sembri il gemello down di Barile che è tutto dire…..spiegami la logica del ragionamento: le altre quante partite hanno perso?? siamo tutti li ? ma di che cazzo state parlando? mi par di capire che questo campionato nn lo vince nessuno? ovviamente battiamo la prima attualmente ma gli mancava l attacco titolare (hai copiaincollato da canello??), ma è possibile che in sta citta’ di merda bisogna sempre pensare male, vedere negativo, tutta una serie di considerazioni da sapientini prive di fondamento?
elencatemi gli errori di vannucchi sinora quest’ anno e che hanno inciso ai fini del risultato.
io ricordo il gol preso col legnago e il terzo domenica dove poteva fare meglio.
Dai, riscontri, non parole.
ma quali 6 punti, ma qui pensate tutti che dovevamo ammazzare il campionato ?? siete fuori strada, mettetevelo in testa. Certo tra perugia e salo’ almeno due pareggi si potevano portare a casa, erano alla portata e soprattutto domenica c’è da recitare il mea culpa.
aprire penosi processi alla 12esima giornata pero’ non merita commenti.

Rispondi
acp

umiliati a perugia e salò. non essere prono. non essere medio. il coccodrillino in questo periodo ha l’atteggiamento giusto. impara da lui.

Rispondi
Patrick

ti chiedo per una volta, nn puoi rispondere seriamente ?lo so benissimo che non credi all umiliazione sui campi di perugia e salo’ poiche’ di sicuro di quello nn si è trattato.
ma pensate veramente che siamo cosi piu’ forti rispetto alle altre nostre concorrenti? a parte che siamo nemmeno a un terzo del campionato….ad oggi i valori sono ancora in equilibrio..
ma quindi parteggiate per pseudo premio pulitzer Barile megalomane che dovrebbe provare a leggere almeno un libro in vita sua o trottola oversize Edel che ora indora la pillola ai tifosi dopo aver spalato merda ad inizio torneo e post perugia?
Sigh…………

Rispondi
Enrico M.

Nessuno pretende di dominare il campionato. Si continua a discutere di questo e cioè del nulla.
Il punto è invece che il campionato lo si vorrebbe vincere, anche con mezzo punto di vantaggio, ma vincere. Perché ci si è onestamente frantumati le palle di una squadra senza ambizioni (anno scorso) o disastrosa (anno della B). E perdendo partite come le abbiamo perse primi non si arriva.
Sono solo incidenti di percorso? Per me no. C’è un problema di mentalità e c’è un problema di qualità. Quindi basta menarla con sta storia che vogliamo vincere facile. Qui vogliamo vincere. Punto. Nessuno sa meglio del tifoso biancoscudato che per farlo bisogna soffrire. Ma perdere così non significa soffrire, significa rischiare di arrivare di nuovo terzi, quarti, quinti e pregare nel miracolo ai playoff. Film già visto troppe volte.

Enrico M.

Io questa squadra di fenomeni in grado di ammazzare il campionato non l’ho mai vista e faccio fatica a capire su che basi qualcuno la possa definire così. Non vedo, onestamente, nemmeno una squadra in grado di vincerlo il campionato. Abbiamo in rosa un paio di top player per la categoria, alcuni buoni giocatori, alcune vecchie glorie in fase calante (razza pericolosissima), 2-3 ruoli su cui siamo carenti in modo evidente. È di nuovo una squadra da medio-alta classifica che se assemblata bene, se tutto le gira nel modo giusto e se arriva qualche innesto giusto a gennaio può giocarsi un piazzamento sul podio. Difficilmente lotterà fino in fondo per il primo posto. Poi nel calcio, nel bene e nel male, tutto può succedere. Ma per me questi sono i valori. Non è questione di pretendere di dominare o dare per scontato di arrivare primi, è questione che mancano mezzi e forse mentalità per arrivare primi.

Rispondi
tifoso ignoto

Secondo me Vannucchi è un buon portiere anche se fisicamente dà la sensazione del contrario, nelle uscite ha i tempi giusti, ha salvato il risultato a Fermo, è abbastanza reattivo nei tiri ravvicinati, forse le palle alte all’incrocio non ci arriverà agilmente ma c’arriva. Analizziamo i gol presi a Perugia e Salò, parlo dei gol iniziali che poi sono quelli fatali, per il Padova,nella sua incapacita di reagire adeguatamente. Il primo gol a Perugia è stato un rimbalzo fortuito sullo stinco di un perugino trovatosi li per caso, se non è sfiga quella. A Salò il primo gol di testa dei metalmeccanici ha sfidato tutte le leggi della fisica, con le spalle rivolte alla porta l’ha presa non si sa come con la nuca e gli ha fatto un giro a palombella che neanche Jashin l’avrebbe presa.

Rispondi
sauz

Patrick non voglio star qui a sciorinare statistiche scolpite su pietra ma domandi perché a Padova si vede sempre negativo. Gli ultimi venticinque anni magnifici ti dicono qualcosa? Ricordo che i buoni vicentini per un decennio di vacche magre con Cassingena (sempre in B faccio notare) erano esausti e noi invece? Non è lecito, civilmente averne, i coglioni pieni o dobbiamo avere pazienza? Sono 5 lustri che abbiamo pazienza e cosa abbiamo portato a casa in questo tempo in cui li abbiamo sempre coccolati? Lo sai anche tu non serve che lo ripeta. Ti rammento solo che in Veneto a parte i derelitti trevigiani nessuno è messo peggio di noi e in Emilia qualche anno fa almeno c’era la Spal capofila nell’essere sfigata ma anche li’ è cambiata l’aria e hanno una certa stabilità. La Lega Pro poi non e’ mica la bubbana di anni fa con due promozioni a girone che in un modo o nell’altro la puoi sfangare, qui o vinci il campionato o voglio vederci magari a Bari (Sperando nel ritorno del pubblico ) nei playoff che figure fai. Bisogna cercare di vincere il campionato, le carte ci sono, giochiamocele cazzo se anche in terza serie dobbiamo andare a fari spenti ..beh dopo non mi si dica che i padovani sono freddi lo sarebbe chiunque. A Perugia hai fatto un primo tempo alla pari ma nel secondo al loro goal ti sei sciolto come neve al sole, a Salò fino al vantaggio avevano fatto meglio loro e dopo abbiamo visto cos’e’ successo…se ci facciamo infinocchiare da una squadra allenata da Pavanel ragazzi miei la vedo agra..Speremo ben su Vannucchi non mi sbilancio ma Merelli per me era peggio..avanti che domenica c’e’ un altra sfida speriamo che i ns. eroi facciano il loro dovere anche se ho già capito che nenia inizia ora fino a Natale. E dopo ti chiedono perchè siamo pessimisti ma se tifi per sta cazzo di squadra e sei ottimista sei solo un visionario quella e’ la verita.

Rispondi
 

Rispondi a Patrick Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code