Torna al blog

SIGNORINELLA… (time out)

Più rovisto negli appunti e nei pezzi (musicali) mi convinco sempre più che anche nelle cose “collaterali” IDEALIZZARE IL PASSATO E’ UN PO’BARARE CON SE STESSI E CON LA STORIA.

10 commenti - 941 visite Commenta

do minus gazza

Senza Titolo

>> https://www.youtube.com/watch?v=ryrEPzsx1gQ

P.S.
Ho scelto i Tornados non a caso, era la terza più importante band Beat -Pop-Rock del periodo “d’oro” del biiit veronese dopo i Kings e i Misfits e alla pari con i Condors (questi ultimi per la stratosferica voce dell’avv. Carlo “charlie” Degani).
Quel gruppo nacque in classe mia: bassista Luciano L. mio compagno di banco, guitar solo Gigi B. cui passavo i compiti in classe, ritmica Paolo Z., tutti passati a miglior vita compreso il carissimo Gian Maria M., il miglior tastierista che Verona abbia avuto.
Sul Gian ho spesso il rimpianto di QUEL giorno.
Aver rifiutato il nostro settimanale giro in bici, dove io ero la guida dei percorsi a causa della sua accentuata miopia, non me lo sono perdonato per molto tempo.
Poi le cose, tutte le cose, vanno collocate nel mosaico della propria esistenza.

Rispondi
giano

Nessuna nostalgia caro Gazza, i cosiddetti “bei tempi” sono ANDATI, consumando naturalmente la nostra dotazione cronometrica.
Torno a terra.
Da grande intenditore della musica di quei tempi hai definito giustamente “stratosferica” la voce di Carlo Degani, tuo estimatore tra le altre, ecco come un settantenne NON professionista sa cantare.
La base ritmica ha qualche falla, la sua voce no e se potete ascoltate un minuto finale dove accenna ai…..Led Zeppelin!

https://www.youtube.com/watch?v=m88rigjZoIE

Rispondi
lettore

Oggettivamente ha una voce incredibile per potenza e intonatura e a quella età.
Fa concerti?

Rispondi
do minus gazza

Un giorno o l’altro proverò a rispiegare ad alcuni miei stimati amici che tifare la NAZIONALE ITALIANA, anche in modo un po’sfegatato come il mio, NON E’ UNA “cosa di destra” e nemmeno un atto in antagonismo con la passione HELLASIANA.
So già che sarà inutile, tuttavia e almeno fino ad ora, le motivazioni addotte per tale atteggiamento fanno francamente sorridere ad occhi alzati.
Pax Vobiscum.
https://www.youtube.com/watch?v=lOWrScjXMRE

P.S.
Un amico inglese mi ha inviato un messaggio musicale molto carino e “british”
>> https://www.youtube.com/watch?v=lOWrScjXMRE

pp.ss.
A presto 🙂

Rispondi
pazienza

Caro Gazzini, non so se la consolerà ma anch’io ho molti amici e conoscenti “di sinistra” che antipatizzano per la nazionale.
Vorrei farle notare che anche molti ultras dell’Hellas, dichiaratamente di destra, sono come minimo indifferenti alla nostra nazionale di calcio.

Rispondi
AIA

Vedo che il tifoso Gazza ha fatto un time out of topic.
Non consolerà lui, come non consola me, sapere che gli “anti nazionale” sono generalmente appartenenti a frange ultrà di poche squadre italiane.
Poi ci sono quelli filo inglesi perchè la curva Hellas sciacquò i loro canti negli stadi inglesi.
Poi ci sono quelli, come ha giustamente evidenziato il dominus, avere UNA passione nazionalista, sebbene di calcio anche se io ne ho anche altre, è “di destra”, cosa al di sotto del ridicolo.

ps
voto a sinistra da vent’anni e sono abbonato in curva Hellas, dove purtroppo non vedo più il grande gazza ciocàr con i buuueggiatori.

Rispondi
paperinik

Io la vedo un un po’ diversa…in generale. La nazionale italiana dovrebbe rappresentare il più possibile la pluralità del calcio italiano (e quindi il blocco dei club della A quantomeno) a rappresentazione dei suoi connazionali. Questo succede raramente ( a differenza di quanto sembra accadere in Spagna nel nuovo corso e da altre parti). Certamente avrebbe più attenzione e forse partecipazione….. Questo sarebbe più importante della vittoria ad un Europeo, sotto più punti di vista.

Rispondi
do minus gazza

Caro Paper, sulla musica ti riconosco una certa competenza venata di fantasia, ma sul calcio… hhmmm latititi e titubi.
La formazione base “titolare” che ha disputato la finale a Wembley, su undici giocatori c’erano solo TRE coppie appartenenti allo stesso club (Juve, Chelsea e Napoli n.d.g.), gli altri cinque erano di club diversi.
Se guardiamo gli altri “titolari”… in panchina, non ho mai visto, a mia memoria, una Nazionale di calcio italiana così rappresentativa della “banda calcistica italiana”.
Hoddio, è vero, non c’era nessun convocato proveniente dalla Serie B.
Ancora a mia memoria (fallace) l’unico giocatore di Serie B convocato in Nazionale è stato Gianfranco Petris quando giocava nella Triestina.
Potrebbe essere che sia stato convocato qualche giocatore del Milan e della Lazio (?) quando scesero dalla A alla B, ma non ne son sicuro.

Rispondi
Gazza

Ricordo vagamente Bertuzzo ma che sia stato convocato nella Nazionale maggiore non mi risulta.
Però… prendo atto.

Rispondi
 

Rispondi a AIA Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code