Torna al blog

FATICACCIA A TROVARE GRUPPI ITALIANS DECENTI IN QUEL DECENNIO…

… però ci provo ma mi occorre un po’di  tempo.

 

P.S.

Rinnovo la sottolineatura che, com’è avvenuto per i gruppi di livello internazionale, non tratterò i cantanti solisti.

Il motivo?

Mia discutibile opinione, ma furono le Band a tratteggiare  principalmente quel decennio.

Serve evidenziare che l’avverbio “principalmente” non significa “esclusivamente”?

Credo di no.

8 commenti - 669 visite Commenta

do minus gazza

Assaggio:

I Balordi
>> https://www.youtube.com/watch?v=S5Qy9GsFgj8
>> https://www.youtube.com/watch?v=RMyZxlJY2sY
Durarono un anno

I Satelliti
>> https://www.youtube.com/watch?v=-FIMUC0vOvg (una cover di Donovan “Catch the Wind” credo…)
>> https://www.youtube.com/watch?v=w1iI-mHLnBQ (una cover dei Troggs, un gruppo molto originale già citato nel Topic precedente -> https://www.youtube.com/watch?v=3bCGacIl2f0 )
I Satelliti girarono per anni nelle balere, ma non mi risulta che abbiano inciso un LP

Continua…

Rispondi
Gazza

Potreste trovare delle discrepanze tra quanto scrivo io e ciò che si trova su Wikipedia o altri siti che non conosco ma sicuramente ci saranno.
Io uso la mia memoria, le mie raccolte e i miei appunti che sicuramente non sono agiografici come potrebbero esserlo altre fonti.

Rispondi
Padoan

Caro Gazzini sono di Padova e ti seguo da qualche anno.
Conosci il gruppo padovano I Delfini?
In caso affermativo puoi darmi la tua opinione visto che qui a Padova quelli che hanno “vissuto gli anni sessanta” li considerano mostri sacri del beat.
Grazie anticipate.

Rispondi
do minus gazza

Padoan benvenuto.
I Delfini li ho visti dal vivo ai tempi che Berta (non quella mitica degli Squallor) filava.
Diciamo che sul vinile erano più digeribili, ma non molto di più.
Con un discreto giro di basso e un testo in linea col “piagnon saun” (sound piagnone – cfr.Bertoncelli) fecero un pezzo discreto, tenendo conto del livello italiano dell’epoca
>> https://www.youtube.com/watch?v=KxpZ2xoFzl0
Certo che dopo averli ascoltati anche qui, meglio stendere un pietoso velo
>> https://www.youtube.com/watch?v=S5GVf88Krt4
Non volermene.
Ciao

Rispondi
do minus gazza

Proseguendo sulla scia della “zoofilia”, dopo I Delfini, troviamo degli animali più robusti, ma solo in natura.
Nella musica, beh, fate voi
>> https://www.youtube.com/watch?v=Y-1v9MI5M6c
>> https://www.youtube.com/watch?v=sL2Wt4E15XI

Questi invece fecero subito BOOM con un pezzo (in apparenza) “sporco e cattivo”, sempre un po piagnone ma non malaccio
>> https://www.youtube.com/watch?v=rLcOyBQK6J4
Altro pezzo decente
>> https://www.youtube.com/watch?v=pM1wMDb9xqU (una cover degli Electric Prunes)

Un dubbio mi assillò allora (si fa per dire), ma come cacchio ti salta in mente di mettere alla tua band il nome di una piccola gazzella africana, super-monogama.
Per la verità c’era pure un motorino con quel nome
> https://www.google.com/search?q=motorino+dik+dik&client=firefox-b-d&sxsrf=ALeKk00LNneIv1sEQJhZCoDUjKrxE5y6BA:1627518845767&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwiq0aqVhI
Lo so bene perche lo aveva il mio papà e io ne presi un sacco e una sporta perchè a 12 anni (1959) andai a fare tutto il giro di San Bernardino di “nascosto”, ma il quartiere è piccolo, la gente mormora…
Basta ciance, ve li propongo con la premessa che, pur non essendo tra i peggiori e di buon successo, vincitori perfino di un Festival della Canzone Internazionale… a CUBA!, non sono mai riuscito ad ascoltarli con un minimo di piacere (violazione del punto 1) del Topic)
>> https://www.youtube.com/watch?v=81aR0G0iRI4
>> https://www.youtube.com/watch?v=MUkxI_yLV3A

Dai con lo ZOO…
C’erano pure questi, non tra i peggiori
>> https://www.youtube.com/watch?v=Xa5dnhApcLk
>> https://www.youtube.com/watch?v=V4GOXrR7BJo
Onestamente bisogna dire che come imitatori dei mitici “Ragazzi da Spiaggia” californiani non sono da prendere a sberle, anzi.

Pastorali…
>> https://www.youtube.com/watch?v=Umx3fyAeXD0
>> https://www.youtube.com/watch?v=KCXcf7OnPYk (credo che Luigi Tenco non meritasse una simile bestemmia)

Chiusura del ciclo zoologico…
Questa band attraversa due periodi collegati al cambio di cantante solista.
Prima fase con “lid voiss” Riki Maiocchi più “aggressiva” (sempre per dire)
>> https://www.youtube.com/watch?v=IVYoIeGY02s
>> https://www.youtube.com/watch?v=l-y1Xsl26_s
Insomma un tipo di biit alla LiverpUl saun’
Via Maiocchi che avrà una sua carriera in GB, la band vira progressivamente al melodico con la voce di Mario Lavezzi
>> https://www.youtube.com/watch?v=tiXjr8IHngo
>> https://www.youtube.com/watch?v=ZZoK-sm8hSI (a volendo potete aggiungere 7, 8, 11 cucchiaini di zucchero se la song vi sembra troppo aspra…)
Vendettero un bel tot e il Gazza disse ” è l’Italia bellezza e tu non ci puoi fare proprio niente” (H.Bogart)

Domani probabile pausa per visita alla mostra su Renato Casaro a Treviso.
Chi è Renato Casaro?
E’ quello che ha disegnato questi…
>>> https://www.google.com/search?q=renato+casaro&tbm=isch&chips=q:renato+casaro,online_chips:film:o7glaLrayNU%3D&client=firefox-b-d&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwiK_JjOmofyAhWL47sIHVqgAT0Q4lYoCHoECAEQHw&biw=1903&bih=924#imgrc=50TQIIqm8eRNJM

>>> https://www.google.com/search?q=renato+casaro&tbm=isch&chips=q:renato+casaro,online_chips:film:o7glaLrayNU%3D&client=firefox-b-d&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwiK_JjOmofyAhWL47sIHVqgAT0Q4lYoCHoECAEQHw&biw=1903&bih=924#imgrc=e0vZwnv4wMYYtM

>>> https://www.google.com/search?q=renato+casaro&tbm=isch&chips=q:renato+casaro,online_chips:film:o7glaLrayNU%3D&client=firefox-b-d&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwiK_JjOmofyAhWL47sIHVqgAT0Q4lYoCHoECAEQHw&biw=1903&bih=924#imgrc=X87KCEGpoK11wM

Era un bel po’ che non facevo notte per il Blog, ‘azzo.

Rispondi
lettore antico

Caro Gazza eccomi di nuovo.
Due cose:
La prima è che tornerai o sarai tornato deluso da quel di Treviso.
Non certo per il Maestro Casaro ma per la furbizia, o la disorganizzazione della mostra.
Con amici cinefili fatti e strafatti l’abbiamo visitata mercoledì scorso ma come avrai visto al Museo di Santa Caterina, dove pensavamo di trovare tutti i manifesti di Casaro, come lascia intendere la comunicazione ufficiale su internet, c’era solo una parte modesta di locandine, belle si ma che non danno l’idea dell’opera completa del Maestro.
Gli altri manifesti sono in altri due siti visitabili solo il venerdì, il sabato e la domenica.
Non si fa così e non dico altro.
La seconda è che ormai non mi stupisci più.
Il tuo primo assaggio sulle band italiane è splendido.
Ironia, anedottica e competenza in un mix assolutamente originale.
Basta andare a confrontare il tuo post con quanto scritto in internet.
Non una riga di copia e incolla.
E poi vedere un gestore che offre ai propri lettori ore di qualità del proprio tempo merita solo un grazie.
Ciao.

Rispondi
Gazza

Caro Antico ben ritrovato.
Anch’io 2cose2:

1) Sulla mostra di Treviso, ahimè, è andata proprio come hai scritto tu.
La responsabilità non è certamente di Casaro, ci mancherebbe.
Abbiamo cercato di addolcire la delusione così:
a) Visita alla pinacoteca, di buon livello;
b) Visita al Museo Archeologico di ottima qualità;
c) Strafogata di baccalà in quel di Sandrigo di strepitoso livello qualitativo e a prezzo molto onesto.

2) I riconoscimenti fanno piacere, ma mi raccomando che restino in limiti adeguati al tema trattato.
Ciao e resta sul pezzo.

Rispondi
 

Rispondi a Gazza Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code