Torna al blog

UNA “STRANA” CONTRADDIZIONE

Durante le conversazioni con coloro che si sono gentilmente prestati a farsi rompere le scatole da me, per alcuni ero un perfetto sconosciouto “accreditato” da amici comuni, mi è capitato di porre questa domanda:

“Quali gruppi/complessi/band ti piacevano negli anni sessanta?”.

E subito dopo questa:

” Quali ti capita o ti è capitato di riascoltarli con piacere in questi ultimi anni?”.

Ebbene, in alcuni casi, anche “eclatanti”, non vi era corrispondenza e io ne ho solo preso atto.

Comicerò da questi (in un paio di puntate).

2 commenti - 452 visite Commenta

do minus gazza

Il caso più eclatante, a mio esclusivo giudizio, riguarda i BYRDS.
Ascoltato e ben valutato “ai tempi” ma praticamente assente nei riascolti.
Eppure i Byrds furono un laboratorio per dare linfa, con qualità, a vari generi: il Folk-Rock, Il Rock-Psichedelico e il Country-Rock

>> https://www.youtube.com/watch?v=tIEV1OanDGY
>> https://www.youtube.com/watch?v=MOHYq2KNlHY
E “Mr. Tambourine Man!?!”
Storia complicata, la trovate su Wikipedia.

>> https://www.youtube.com/watch?v=J74ttSR8lEg
Otto miglia in alto e quando tocchi il suolo
Ti accorgi che è più strano di quanto ti saresti aspettato
vedere segni sulla strada che dicono dove sei stato
tu sei da qualche parte dove sei proprio solo…

>> https://www.youtube.com/watch?v=D5XuMWRHGU8
Oh, com’e ‘ che potrei venire qui?
Ed essere ancora galleggiante
E non ho mai colpito il fondo e continuare a cadere attraverso
Solo rilassato e prestando attenzione
Tutti i miei confini bidimensionali erano spariti…

Sì, insomma, si canta di “viaggi” non propriamente tustico-culturali.
Ma QUANTI tra noi “peones” italici conoscevano a tal punto l’Inglese da capirli?
Piacevano, anche molto, il sound “jingle jangle” di McGuinn e i cori…
I viaggi?
Per quanto mi riguarda erano quelli in progetto verso i paesi Nord Europei, magari di prospettive culturali ne avevano poche, ma non erano nemmeno “monotematici” come qualche malpensatore potrebbe insinuare.

Ai Byrds deve essere riconosciuto che con il loro album “Sweetheart of the Rodeo”, sputtanato dai puristi “vaqueros”, vabbè, dai “cow-boys”, furono i primi a gettare le basi per quello che in seguito sarà un nuovo “genere musicale” non marginale: il Country Rock.
>> https://www.youtube.com/watch?v=hLvWdrLAkc0
>> https://www.youtube.com/watch?v=nAekNYSKigU

(continua…)

Rispondi
Gazza

Nello scusarmi per l’uso del termine “eclatante”, sarebbe bastato “sorprendente”, vi sono altri quattro gruppi/complessi fuori dai riascolti, uno dei quali è dei miei FAVORITI…
Non volendo metterli in un semplice elenco con qualche link, mi occorre un po’ di tempo per ascoltare la loro produzione e azzardare qualche ipotesi.
Comunque tre sono statunitensi ed uno inglese.
A presto (mercoledì?).

Rispondi
 

Rispondi a Gazza Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code