Torna al blog

FORGOTTEN?! NO KIDDING PLEASE… (continua 3)

Questa escursione nei gruppi/complessi/band non citati come RIASCOLTO dagli intervistati, è tutta e solo una mia responsabilità, sia nelle inclusioni sia nelle – inevitabili – “esclusioni”.

Ciò avverrà con dei post in successione distanziata in alcuni giorni, ma saranno TUTTI in questo penultimo Topic.

L’avvertenza è per coloro che si sentono interessati all’ascolto.

 

NOTA

Le citazioni saranno tutte in forma “random” perchè il sistema informatico del Blog non mi consente di fare un Topic completo e incollarlo con un’unica edizione.

6 commenti - 645 visite Commenta

do minus gazza

Un texano, uno dell’Ohio e due canadesi.
Passeranno come una folgore negli anni sessanta con 3album3, ma non saranno dei casuali comprimari del decennio.
Una canzone “storica” nel primo
>> https://www.youtube.com/watch?v=80_39eAx3z8
Qualcosa sta succedendo qui
Che cosa sia non è esattamente chiaro
C’è un uomo con un fucile in mano laggiù
Che mi sta dicendo di stare attento
Penso che sia il momento di fermarsi, ragazzi, cosa è questo rumore?
Tutti quanti cercano di capire cosa sta succedendo…

Il loro album “capolavoro” è il secondo.
Le virgolette servono perchè si tratta d’una valutazione personale e, come già espresso in altri Topic, l’attributo non può essere dispensato come un bicchiere d’acqua che, in teoria, non si dovrebbe rifiutare a nessuno.
>> https://www.youtube.com/watch?v=yKHY8MXgiz0

Gruppo di folk-rock e country-rock, ma le venature Jazz qui le sento solo io?
>> https://www.youtube.com/watch?v=Vqo-cs4SZUs

Poi arrivano nell’album le contrastate (!) proposte del “Gran Nevrotico”, che diventerà più Grande in seguito, anche se della sua sterminata produzione “in studio” (48 album!) personalmente ne ho posseduti e amati solo 3/4.
Ecco il “primo” contatto col Rock (e i Byrds…)
>> https://www.youtube.com/watch?v=jyc0JSd5q7U
E il pezzo “più avanti” degli altri negli inediti arraggiamenti e nell’abbondante strumentazione, anche se stranamente (??) a Giugno dello stesso anno (1967) era stato pubblicato il… SERGENTE PEPPER della Banda dei Cuori Solitari… una probabile coincidenza temporale che capita ai “genietti”
>> https://www.youtube.com/watch?v=d5b3igkzRhk

Del loro terzo album, pubblicato dopo lo scioglimento del gruppo, non ho trovato nulla da proporvi.
Sorry.

Rispondi
do minus gazza

Era l’Agosto del 1964 e TRE accordi ripetuti, FA-SOL-FA, divennero un pezzo di Storia-Storia del Rock e uno dei più famosi “riff” di sempre e, credo, PER sempre
>> https://www.youtube.com/watch?v=fTTsY-oz6Go
Il gruppo era inglese, ma non molto in sintonia – per testi e musica – col “mainstream” del brit-beat-pop del momento.
Lo si può sentire anche qui
>> https://www.youtube.com/watch?v=fOGMRnKl5co
e parzialmente qui
>> https://www.youtube.com/watch?v=Ua8OsW9bMk0

Poi una “virata”
>> https://www.youtube.com/watch?v=UrxsVlunMkI
e soprattutto qui, anche se ho sempre amato questo splendido pezzo
>> https://www.youtube.com/watch?v=QkBvsBpgGbo
L’autore, Ray Davies, è considerato uno dei migliori autori del decennio ma, suono distorto della chitarra a parte, il pezzo ha “echi beatlesiani” evidenti, si tratta sempre di quella chi io chiamo “l’osmosi dei genietti”

Bisogna osservare che sebbene negli anni sessanta abbiano registrato CINQUE album da studio, UN “concept” album e UN’opera rock, molti dei loro brani più famosi venivano pubblicati come singoli o extended-play rendendo difficile l’indicazione classica di “album di riferimento” (come ben sapete “album” è un termine sia singolare che plurale) come avveniva per altri gruppi/band/complessi.
Come già segnalato da un lettore (Paperinik) tempo fa, Ray Davie and His Band iniziano a ritrarre con ironia il tipo di vita della borghesia inglese con piccoli ritratti quasi “da cabaret”, ed ecco un piccolo gioiello
>> https://www.youtube.com/watch?v=_bQsGiiPVFo
Perche ‘ si alza la mattina,
E va a lavorare alle nove,
E torna a casa alle cinque e mezza,
Prende lo stesso treno ogni volta.
perche ‘il suo mondo e’ costruito intorno alla puntualità.,
Non sbaglia mai.
E lui è oh, così buono,
E lui è oh, così bene,
E lui è oh, così sano…

>> https://www.youtube.com/watch?v=oxYGOSSj9A0
Lo cercano qui, lo cercano lì.,
I suoi vestiti sono vistosi, ma mai a quadri.
Lo terrà’ o lo distruggerà, cosi ‘dovra’ comprare il meglio.,
Perche ‘ e ‘ un appassionato seguace della moda.
E quando fa i suoi piccoli giri,
intorno alle boutique della città di Londra,
Insegue con entusiasmo tutte le ultime mode e tendenze

Pensa di essere un fiore da guardare,
E quando tira su le sue mutandine di nylon frivole strette,
Si sente un appassionato seguace della moda…

>> https://www.youtube.com/watch?v=TYIl6n_SRCI
Il fisco si è preso tutti i miei quattrini
E mi ha lasciato nella mia maestosa casa
A far niente in un pomeriggio di sole
Non posso navigare con il mio yacht
Si è preso tutto quello che avevo
Tutto quello che ho è questo pomeriggio soleggiato
Salvami, salvami, salvami da questa stretta
Ho una mamma grassa che mi rompe
E amo vivere così piacevolmente
Vivere questa vita di lusso
Rilassandomi in un pomeriggio soleggiato…

E in chiusura, col vostro permesso mai richiesto, il delizioso gioiello che amo ancora oggi
>> https://www.youtube.com/watch?v=N_MqfF0WBsU
Caro vecchio fiume,
devi continuare a scorrere,
scorrere nella notte
Gente così occupata,
mi fanno sentire confuso,
la luce dei taxi brilla così forte
Ma non ho bisogno di amici
Finché guardo il tramonto su Waterloo,
sono in paradiso
Ogni giorno guardo il mondo
dalla mia finestra
Fredda freddissima serata,
il tramonto su Waterloo è bello

Terry incontra Julie,
a Waterloo Station,
Ogni venerdì sera
Ma io sono così pigro,
non voglio camminare,
sto in casa la sera
Ma non ho paura
Finchè guardo il tramonto su Waterloo
sono in paradiso
Ogni giorno guardo il mondo
dalla mia finestra
Fredda freddissima serata,
il tramonto su Waterloo Sunset è bello

Milioni di persone sciamano come mosche
Intorno alla metropolitana di Waterloo
Terry e Julie attraversano il fiume
Dove saranno sicuri
E non hanno bisogno di amici
Finchè guardano il tramonto su Waterloo, sono in paradiso

Io non so trarre delle conclusioni su questo gruppo che ho presentato in modo “casual” quindi, almeno per una volta, vi rimando a Wikipedia, voce The KINKS, capitolo “LASCITO ARTISTICO”.

– Come dici?
– Se io li riascolto?
– Certo, sotto forma di “compilation”
– E allora, ti disturba?

Rispondi
english

Ma che bella “faticaccia” signor Gazzini e da fan dei Kinks non posso che ringraziare.
Una constatazione e una domanda:
1) certo che da autodidatta della lingua inglese la sua apprezzabile “faticaccia” mi sembra quella di correggere alcune inamissibili traduzioni che si trovano su internet
2) terminati i topic su Beatles, Rolling e Led Zeppelin, ho notato che lei non cita mai il nome del gruppo che tratterà prima di aver postato il link di una canzone.
Si tratta di una tecnica giornalistica?
Complimenti e cordiali saluti.

Rispondi
Gazza

Benvenuto English.
Una prima e assolutamente necessaria precisazione: io non sono un autodidatta, ma un (sub) autodidatta.
Riesco a mantenere una (sub) dignitosa conversazione solo con chi NON parla CORRETTAMENTE la lingua inglese.
Mi fa sorridere l’affermazione del giornalista Beppe Severgnini che, in un suo libro, scrive di aver conosciuto un giovane che ha imparato “più che discretamente” la lingua inglese attraverso i testi delle canzoni dei Beatles di cui era un grande appassionato.
See see, vorrei vedere qualcuno che impara la lingua italiana attraverso le canzoni di De Andrè o di Battisti.
E’ vero, spesso i testi delle canzoni “tradotti” (??) in italiano (??) sono disperanti, quindi devo tenere aperti almeno TRE dizionari presenti su Internet (ba.bla, Reverso e Wordreference) e cambio le “traduzioni”con moolta disinvoltura abusiva.
Parte della “faticaccia” è lì.
La seconda precisazione riguarda il fatto… che io non sono un giornalista, nè conosco – se mai esistono – le “tecniche del mestiere”.
Semmai, facendo precedere il primo link della canzone di un gruppo da una breve nota, mi pareva di creare un modestissimo e discutibile “effetto sorpresa”.
Ma in un post come questo, dove saranno menzionate diverse band, rischio di creare disorientamento e fastidio nel lettore.
Quindi cambierò (forse).
Saluti ricambiati

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code