Torna al blog

Scusate, ENNESIMA PROVA, voi lasciate perdere…

Dopo questa PROVA per verificare se sia possibile postare dei “link” anche nel testo del Topic, tra oggi e domani uscirà la penultima (…) puntata di immersione nei SEI gruppi degli anni sessanta non ancora trattati.

Il tutto ha origine da una telefonata di un intervistato che mi ha rimproverato di non aver citato un gruppo da lui (solo) segnalatomi, “maestri” nelle armonie vocali in verità, che sono questi:

> https://www.youtube.com/watch?v=nN8KraEvsnc

> https://www.youtube.com/watch?v=It75wQ0JypA

> https://www.youtube.com/watch?v=It75wQ0JypA  … intrecci vocali ad alta complessità…

>> https://www.youtube.com/watch?v=to2cze58R5E   “ai tempi” fu una grande “hit”

“Merseybeat” o beat puro ma oggi non mi verrebbe voglia di riascoltarli.

UNO di loro se ne andrà negli U.S.A. partecipando ad un trio/quartetto che in quanto ad incroci vocali… te li raccomando.

Adesso vediamo cosa ne è venuto fuori.

Pazientate please.

2 commenti - 382 visite Commenta

Appunto, fallimento!
Allora “famo” così, rimane valido lo stringato testo del Topic di prova e le canzoni – diventate quasi tutte delle “hits” – sono queste, in ordine come nel testo:
>> https://www.youtube.com/watch?v=nN8KraEvsnc
>> https://www.youtube.com/watch?v=It75wQ0JypA
>> https://www.youtube.com/watch?v=CQp1IDVZdCg
>> https://www.youtube.com/watch?v=to2cze58R5E
Un certo spazio musicale, per stile e melodie, lo riempirono bravamente, ma non basta.

Rispondi
paperinik

L’ultima che hai inserito rimane tra le mie favorite Gazza, con una bella parte di banjo. Capita di ascoltarli ogni tanto. Sai che forse preferisco i Manfred Mann, ma li trovo ancora abbastanza buoni in certi momenti .

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code