Torna al blog

TWANG, WHA WHA, SDENG, NO, IL DLIN DLIN PROPRIO NO…

Dopo aver ascoltato e riascoltato per intero e per un paio di volte i suoi 3 (4…) albums, vado a vedere le opinioni del mondo musicale: Le riviste specializzate e il mondo della critica professionista.

Risultato: E’ il più “grande” di sempre.

L’attriburo “grande” è piuttosto complesso – richiede parecchi parametri valutativi – ma da qualsiasi parte io vada a digitare quello è il termine.

Per completezza, doverosa, vado a vedere 3/4 forum-blog sull’argomento e siamo al “delirio” di negatività: Non sa fare la “pentatonica minore” (?), non sa fare le “quinte” (?), non sa fare il “tapping” (?) e, per comcludere in bellezza (?)… NON SA ACCORDARE LO STRUMENTO (!!).

Mbah, andiamo a scoprirlo, si fa per dire.

 

8 commenti - 634 visite Commenta

LUI si presentò così
>> https://www.youtube.com/watch?v=_PVjcIO4MT4 in United Kingdom
e così ai suoi connazionali
>> https://www.youtube.com/watch?v=cJunCsrhJjg
‘Azzo, e le PENTATONICHE MINORI dove sono? Maddai non si può!!
Poi, in quanto era timido, dolce e sofferto, pensò che sarebbe arrivato un angioletto dalle piccole ali
>> https://www.youtube.com/watch?v=BkEPBiMbgxs
E il “tapping”, dove stracacchio è il “TAPPING?!”
Vediamo se il “mio” J.B. lo corregge:
>> https://www.youtube.com/watch?v=WNNkbE6EU3w
Macchè, niente “TAPPING” anche lui. E’ la fine, son disperato…
Allora il “vostro” Jimi decise di confrontarsi (mica vero) con un mostro sacro:
>> https://www.youtube.com/watch?v=TLV4_xaYynY
Maddai, la “CHITARRA SCORDATA!”, vergogna.
Comunque il Gran Menestrello di Duluth (Minnesota), pare, abbia apprezzato l’omaggio.
>> https://www.youtube.com/watch?v=bT7Hj-ea0VE
E lo “scarso”, prima di entrare nell’ultimo anno di sua vita fece un esorcismo
>> https://www.youtube.com/watch?v=qFfnlYbFEiE
Beh, mi alzo di fronte a una montagna
E la butto giù con il palmo della mia mano
Beh, mi alzo di fronte a una montagna
E la butto giù con il palmo della mia mano
Beh, raccolgo tutti i pezzi e faccio un isola
Si potrebbe sollevare un po’ di sabbia
Si
Perché sono un ragazzo voodoo
Il Signore sa che sono un ragazzo Voodoo…

Fu vera gloria?
I posteri hanno parlato e scritto: sì fu gloria vera.

P.s.
Gli intervistati hanno Jimi solo nelle loro compilations.

Rispondi
paperinik

Forse non un asso della teoria, ma il resto basta. Nel suono, più che nell’esecuzione ha influenzato centinaia di migliaia di chitarristi (o forse più…). Senza dubbio per me. Certo che se se ne parla ancora oggi……
Una leggenda del sottobosco racconta che il suo ispiratore e “maestro ideologico” sia stato questo signore qui:
https://youtu.be/KFCpUZVyXgg
https://youtu.be/Fn5hl2IA7_s
https://youtu.be/-zBhViJYO9M
Ho 4 album di questo mezzo indiano dalla mano micidiale e può esserci un fondo di verità. Un grandissimo del rock’n roll strumentale ( e non) e del riff nervoso da botta sullo stomaco.

Rispondi
Janny Guitar

E’ apprezzabile che nell’affrontare una sicurissima pietra miliare del rock Gazzini non si sia soffermato nè sulle classifiche nè sul dualismo “è il più grande o no”.
Jimi Hendrix con 3 album e un live è ancora considerato un “unicum” della musica rock che, ancora concordo con Gazza, non è un genere musicale ma è un “mondo” che racchiude i generi musicali.

Parlare di Hendrix usando i parametri della tecnica chitarristica fa letteralmente ridere.
Non è stato un innovatore “tecnico”, come possono essere stati Fripp, Beck e Van Halen (suo dichiarato discepolo), perchè magari alla fine ne vien fuori che l’acrobatico Yngwie Malmsteen, avete molti suoi disci vero??, è il “piu grande”.
Quando Hendrix si esibiva da solo erano in due a cantare: lui e la sua Stratocaster.
Saluti a tutti.

Rispondi
schetch

Sono d’accordo. Non per nulla lo stesso Fripp che, ricordiamolo, NON è un virtuosista della chitarra ma un ricercatore che ha creato il “Frippertronics” un loop da un registratore a bobine con vari passaggi elettronici e successivamente gli Soundscapes, si è enormemente ispirato, amzi ha spesso dichiarato che tutto gli veniva facile , ma che facile non era…

Rispondi
Gazza

Caro Schetch, hai scritto – a proposito di Fripp – che “tutto GLI veniva facile…”.
Si riferiva a Hendrix?

Rispondi
schetch

Ciao Gazza. Si certo! E’ sempre stato un ammiratore di Hendrix, da tempi memorabili. Lo ammirava quando si incrociavano nei club e lui (Hendrix) si soffermava ad ascoltare i concerti dei KC affascinato da questo modo di fare musica innovativo. C’è un episodio, se non ricordo male, a Londra nel dicembre del ’66 in un club, il Blaises, si esibisce Hendrix; sembra che da lì Beatles, Clapton, Stones, Who, Animals, perdettero tutte le certezze sul come suonare la chitarra appena mise piede sul palco: praticamente tutti i chitarristi inglesi osannati si videro il vuoto sotto i piedi .. Ma visto che si parla di scale penta o tecniche , Fripp ha sempre affermato che ha sempre faticato ad imparare a suonare la chitarra, non gli interessava il bel assolo ( che peraltro a mio gusto ci sta in certe situazioni), il riff continuo era quello che cercava e ad Hendrix quello gli riusciva facile come bere un bicchiere di….fate voi.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code