Torna al blog

NE RESTA UNO SOLO…

Per “completare” il decennio 1960/69 mi è rimasto da trattare l’ultimo gruppo.

Mi ripeto, l’ultimo di quelli segnalati nelle 16 interviste/colloqui.

Ovviamente mancano altri gruppi che avrebbero meritato almeno una segnalazione come ad esempio: Yardbirds, Them, Canned Heat, Manfred Mann, Lovin’ Spoonful, Small Faces.

In attesa di poter svolgere nei prossimi giorni il mio ultimo compito in classe, con un SEI di autostima, e che qualcuno cerchi d’indovinare quale sarà l’ultimo gruppo che verrà trattato (bene? male?), proporrò un brano di ciascuno dei gruppi sopra elencati.

7 commenti - 712 visite Commenta

crew under 30

Sono bravi davvero, specialmente il cantante dei Them, un gruppo di cui molto onestamente non avevo alcuna nozione.

Rispondi
Gazza 75

Ciao Crew e bentornato.
Il “cantante”(?) dei Them è Van Morrison, voce e testi superbi, superbissimo e un tantino arrogante – a sentire alcuni suoi collaboratori – lui.
Ma qui dei “behaviors” dei molti fuori di testa dei ’60 interessa poco.
Ho letto che non si fece mai accreditare come “cantante” del suo gruppo, boh?!
A guardar bene, con la mia fallace memoria, mi pare che sia il primo cantante che pur avendo (?) un gruppo incideva in parallelo degli album da solista.
E qui è quello che ci interessa, infatti “ASTRAL WEEKS”(1968) e “MOONDANCE”(1970) sono due straordinari albums “without time”.
>> https://www.youtube.com/watch?v=4ech6pZoBJ4
>> https://www.youtube.com/watch?v=V3ZY7HfCPxI
Poteva cantare TUTTO.

Rispondi
Janny Guitar

Se c’è stato un filo logico del master blog nel viaggio degli anni sessanta, azzarderei che mancano all’appello i Pink Floyd….
Tuttavia, dopo aver visto il trattamento riservato ai Doors, che parzialmente condivido, non mi sorprenderei che il Gazza tirasse fuori un gruppo di nicchia.
E Van Morrison ha il suo posto comodo nella storia della musica.

Rispondi
Gazza

Janny, ma quale filo logico?!
Io ho seguito le indicazioni degli intervistati.
Nicchia?
Ma va che l’hai imbroccata, ma non era così difficile, non Gazzarti!
ciao

Rispondi
paperinik

Beh Gazza, la carrellata viaggia…
Non so quante band con discreta buona/ottima qualità artistica si possono enumerare. Ma probabilmente non meno di 300-400 in tutto il decennio (comprese band al di fuori dell’asse anglo americano).

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code