31
lug 2020
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 26 Commenti
VISUALIZZAZIONI

805

IL REGALONE DEL SENATO A SALVINI

 

Sarà perché i sondaggi davano la Lega in calo che si moltiplicano i doni elettorali, gli aiutini, a vantaggio del partito di Salvini. Prima arriva la signora tunisina che sbarca col barboncino al guinzaglio e il troller in mano a conferma indiscutibile che tutti i migranti fuggono dalla miseria e dalla fame…

Non bastasse, adesso giunge il regalone del Senato che autorizza il processo a Salvini sulla Open Arms. Incredibile come questi politici che dovrebbero essere scafati – quanto meno Pd e Renzi – ignorino come (piaccia o anche no) funzionano le dinamiche elettorali nel nostro Paese.

La larga maggioranza dei cittadini elettori (sempre piaccia o anche no) vogliono lo stop all’immigrazione, invocano la linea dura. In parte perché i migranti, molto difficili da controllare, sono un enorme problema reale. In parte perchè autorizzano un comodo alibi: sono solo loro a commettere illegalità e violenza, non noi cittadini italiani modello. (Come se la baby gang che ha devastato Treviso fossero figli di migranti e non di trevigiani troppo impegnati a godersi il tempo libero per averne anche da dedicare all’educazione e al controllo dei propri figli). Ma tant’è.

A fronte di un governo che non sa che pesci pigliare per fronteggiare la nuova ondata di arrivi, con barconi e barchini, a Lampedusa e dovunque, via terra e via mare. Che si inventa due navi per riprendere gli sbarcati e portarli (sequestrarli?) in quarantena al largo (Solo due navi? Servirebbero almeno cinque porta aerei…). Di fronte a questo inutile balbettio del Conte bis, è inevitabile che i cittadini apprezzino Salvini che aveva bloccato per alcuni giorni lo sbarco dalla Open Arms.

Cosa fu la mossa di Salvini? Pura fuffa. Non risolvi certo così l’enorme problema di difendere “i sacri confini della Patria”. Ma fu un segnale apprezzato da moltissimi.

Oggi mandare Salvini a processo avrà anzitutto un effetto preciso: aumentare i consensi ad una Lega già partito di maggioranza relativa che può puntare alla maggioranza assoluta…

Ma com’è possibile ignorare la ricaduta elettorale dei processi ai politici? Da quando non si parla più di processare Renzi, Italia Viva rischia di scomparire. E Forza Italia, quello che era il primo partito del Veneto, come mai oggi veleggia attorno al 4%? Che sia perché Silvio Berlusconi negli ultimi anni non è più oggetto di quei processi farlocchi che gli garantivano ampi consensi? Cosa dite?

Ultima considerazione che riguarda il nostro Veneto. L’obiettivo evidente di Luca Zaia, presentando la lista col suo nome e quella degli amministratori, era di dimostrare che, almeno qui, conta più lui della Lega di Salvini. Quanto sarà incazzato Zaia con questo regalone fatto dal Senato a Matteo che rischia di mandare in fumo il suo piano e spingere anche i veneti a votare anzitutto Lega…

805 VISUALIZZAZIONI

26 risposte a “IL REGALONE DEL SENATO A SALVINI”

Invia commento
  1. Silvestro scrive:

    Il blog per definizione è un luogo di confronto, dove ciascuno nel rispetto della persona e della decenza esprime il proprio punto di vista. Può essere giusto o sbagliato, condiviso o meno, arrogante o modesto, ma è pur sempre un intervento.
    Ad oggi dopo tre giorni , questo topic è stato visualizzato più di settecento volte, mentre gli interventi sono solo una ventina realizzati peraltro da non più di 3-4 blogghisti.

    Questo significa che la quasi totalità dei lettori si limita ad una consultazione più o meno interessata o magari divertente. Ma allora tanto vale introdurre i like stile FB e la finiamo li.
    Se qualcuno lancia un argomento, personalmente mi aspetto che esprima innanzitutto il suo punto vista, senza attendere esclusivamente la reazione altrui. Non si può alimentare una discussione che nella maggior parte dei casi diventa una disputa personale tra due-tre nickname.

    Questa modalità di intervento mi interessa sempre meno, e onestamente, non ho il pelo sullo stomaco ne la voglia di affrontare continuamente discussioni con deviazioni e temi lontani da quello in esame.

    • martello carlo scrive:

      Ho detto qualcosa che disturba te e il TUO governo? Ho detto qualcosa di giusto o vero? Ho forse deviato dalla discussione che SIMONE ha sollevato ma che non doveva andare verso la denuncia di un’operazione che doveva essere sepolta, silenziata dalla paura del COVID, cioè la ripresa dell’invasione?
      Che poi, alla fine non si capisce cosa esattamente tu voglia: vuoi forse che seguiamo alla lettera il topic di ZWIRNER o che seguiamo la linea dei giornaloni che ci rompono da mesi con la faccenda dei camici di FONTANA mentre non dovremmo parlare dei 15 MLN spariti dalle mani di ZINGARETTI, oppure dobbiamo parlare solo di processi a SALVINI, tacendo su possibili reati, ben più gravi di PRODI e NAPOLITANO e della magistratura che non li ha perseguiti?.
      Forse dobbiamo assistere ai soliti discorsi ipocriti sulla disgrazia del MORANDI senza che qualche amministratore della giustizia abbia anche solo accennato ad una responsabilità di chi doveva controllare? DEL RIO era o no ministro delle infrastrutture immediatamente prima del crollo, c’è un discorso di previsioni di manutenzione straordinaria che è stata spostata? Era la prima cosa da chiedersi quando è successo il disastro: io l’ho fatto, SU QUESTO BLOG, ma non ne ho sentito mai parlare da nessuno, né dai PM, né dai giornaloni: SILENZIO TOMBALE CHE FA ONORE AL NOSTRO GIORNALISMO. Forse sono questi i continui “temi e deviazioni lontani da quello in esame”?
      A me sembrano parte integrante del SISTEMA, o vuoi mettermi su un paio di rotaie al 50% come ITALO?

      FILIPPO FACCI su LIBERO di oggi parla di conferma di PALAMARA: ” I GIUDICI GUIDATI DALLA SINISTRA “.
      CHE SIA VERO?

      • Simone scrive:

        In realtà il mio voleva essere un ragionamento molto più ampio su come la libertà la si intenda sempre più come “possibilità di sfruttare? Ottimo, allora buttiamoci senza pudore!” La prima volta che ho avuto la sensazione di come questi poveri cristi fossero sfruttati e del pericolo che poteva celarsi sotto per il futuro di tutti l’ebbi circa una decina di anni fa quando lavoravo per un’azienda nella quale c’erano alcuni stranieri. Una signora moldava, bravissima persona e ligia al lavoro come pochi, si prese un mese di ferie come tutti gli anni. Mese nel quale sarebbe andata come sempre nel Paese natio. Per il resto dell’anno avrebbe lavorato ininterrottamente (non ricordo da parte sua un solo giorno di malattia). Bene. Dopo 15 giorni che era là, el paron la chiama: “Devi tornare perché manca gente e non ce la facciamo. Ti pagheremo il costo dell’aereo.” Lei non provo’ nemmeno a protestare e tornò. Cosa per me inconcepibile. Le ferie sono e devono restare sacre. Tra l’altro, non contento, el paron le “pagò“ il volo di ritorno facendola lavorare per il corrispettivo della cifra del volo di ritorno in ore extra. Con gli anni ho visto certe situazioni aumentare, anche con l’altro lavoro (ricordo un autista nordafricano pagato miseramente e costretto a dormire per un certo periodo sul camion della ditta. Quando el paron lo venne a sapere gli tirò via dalla busta paga una somma che sarebbe stata l’affitto…). Ma ora vedo che certe situazioni si stanno pian piano (ma neanche tanto) allargando. E mi piacerebbe vedere la gente unita ed incazzata anziché priva di coscienza come generalmente vedo. I capri espiatori dei nuovi poveri… Difficile trovare innocenti in tutto questo.

    1. Silvestro scrive:

      E’ veramente inqualificabile.
      Gli italiani non fanno più figli e le colpe sono della primitiva sessualità africana.
      La regolarizzazione di 697mila immigrati con la Bossi-Fini del 2002, la più grande regolarizzazione di immigrati della storia della repubblica, fu cosi efficace che ne fu realizzata un’altra orientata esclusivamente a colf e badanti. E’ quella del 2009
      (legge 3 agosto 2009, n.102, articolo 1-ter ). Già perché alle centinaia di migliaia di colf e badanti del 2002 se ne aggiungono cosi altri 294mila. Perché mentre stiamo ancora aspettando che si realizzi il riscatto delle donne italiane, previsto da non so quali esperti, oltre dieci anni fa gli immigrati che pulivano il culo e cambiavano i pannoloni ai nostri anziani erano già mezzo milione. Ma quello che risulta ancora più interessante è l’esito della legge del 2009 ampiamente documentato dallo stesso ministero dell’Interno.

      https://www.meltingpot.org/IMG/pdf/0033_Report_Conclusivo_-_Dichiarazione_di_Emersione.pdf

      Si può verificare il dettaglio delle regolarizzazioni e l’indicazione delle nazionalità: Ucraina, Marocco, Bangladesh, India, Egitto, Pakistan….

      E in definitiva, mentre il centro-destra nell’arco di 7 anni regolarizzava quasi un milione di immigrati di ogni provenienza, oggi gli stessi urlano e denunciano un presunto “negazionismo razziale”.
      Ma con quale faccia!!!

      • martello carlo scrive:

        CON QUALE FACCIA? BASTEREBBE QUELLA DI PRODI… o quella di NAPOLITANO, protagonisti del blocco navale all’ALBANIA: 81 morti e 27dispersi ( compresi donne e bambini) per speronamento della SIBILLA.
        Fabrizio Laudadio, il comandante , venne condannato a tre anni, poi ridotti a due anni e quattro mesi, mentre dei responsabili morali, uno divenne CAPO DELLO STATO per la bellezza di 9 anni e l’altro ha delle buone chances per diventare il prossimo: CHE GHENGA!!!!
        E la MAGISTRATURA? Ah, quella era troppo occupata con i processi a BERLUSCONI…..
        Le regolarizzazioni? Diciamo che erano una minima riparazione agli eccidi del governo PRODI, e SERVIVANO: la disoccupazione era entro limiti fisiologici, in italia straniaeri quasi non esistevano….eppoi COME ERANO FATTE BENE e come ha funzionato la BOSSI FINI: basta guardare il link: diagrammi, istogrammi, suddivisi per categoria, secondo i bisogni e confrontarli con la KAGNARA gestita da delinquenti e profittatori attuali di tutti i tipi per capire cosa sia il 99,9% dei buonisti dell’EURO e del POMODORO.

        Allora non c’era ancora la crisi nera dei subprime, né le manovre per far salire i servi dell’europa al governo, né l’austerità ammazzafamiglie ( come del resto la politica di sinistra ) e non c’erano i 700000 invasori fatti entrare dalle cooperative di POLETTI dopo la riforma del finanziamento ai partiti che vanno a zonzo per il paese a spacciare , occupare abitazioni e a grattarsi a 35 €/die
        Ora la crisi è precipitata addirittura in un BARATRO, c’è il COVID e VOI IRRESPONSABILI INGORDI, ne volete far entrare altrettanti.
        In questi casi rimpiango la riforma BASAGLIA e la chiusura dei MANICOMI.
        VENDUTI UN’ALTRA VOLTA ALL’EUROPA, volete comprare con i soldi del RECOVERY FUND gli UTERI delle povere nere che ci mandano qua i loro figli a fare la leva sotto i CAPORALI MAFIOSI per prendersi la misera DECADE.
        Ma i nostri non vogliono fare il lavoro che fanno loro: cos’è questa se non una scusa, se non RAZZISMO ALLO STATO PURO? Se le paghe fossero eque lo farebbero eccome, ma al sud non succederà mai: lo sfruttamento è endemico. ci sono i fantasmi neri a disposizione.
        Comunque non ho ancora sentito di qualcuno che abbia perso il reddito di cittadinanza perché ha rifiutato il lavoro, e sarebbe ora, altro che divano o piccioneria mafiosa.
        SIETE PROPRIO SICURI CHE LA GENTE CREDA ALLA MISTIFICAZIONE CHE L’INVASIONE, DOPO IL COVID, IL SOMMO E UNICO PROBLEMA ( PER NON FAR CADERE IL GOVERNO ), SIA SCADUTO A PROBLEMA INVENTATO DA SQALVINI?
        VE NE ACCORGERETE.

        • Mario56 scrive:

          Ma allora questi BUONISTI sono pericolosi assassini che speronano le barche dei migranti per fare il blocco navale e non farli arrivare, tanto che gli albanesi naufraghi furono ristorati dal buon Silvio o
          è gente che fa arrivare milioni e milioni di migranti, che rubano il lavoro nei campi ai nostri bravi ragazzi, e sottraggono il lavoro di badante ai volenterosi italiani?

          • martello carlo scrive:

            MARIO, non sottomettere la tua intelligenza alla partigianeria: te l’ho spiegato per filo e per segno: i tempi cambiano, oggi di migranti ne abbiamo fin troppi come i virus… e sono pure violenti data dall’impunità garantita dal 99,9% dei buonisti che loro considerano degli IDIOTI perché non sanno che c’hanno il loro bravo grosso grasso interesse.
            PRODI e NAPOLITANO hanno impartito disposizioni molto pericolose, ma è il caso di sottolineare che nessuno ha INDAGATO, né ha chiesto autorizzazioni a procedere.
            Come volevasi dimostrare, due pesi e due misure.
            Altro esempio: perché non viene indagato DEL RIO per i mancati controlli sul MORANDI? Non era forse ministro delle infrastrutture fino a qualche mese prima del crollo?
            COMUNQUE ADESSO CI PENSA CONTE A TRASFERIRE UN PO’ DI MLD DEL MES A TUNISI E SISTEMARE LE COSE :-D :-D :-(

      • Mario56 scrive:

        Dovresti saperlo ormai che la destra predica in un modo e razzola nel modo opposto.
        Tuttavia convengo che martello non ha più pudore. Un Feltri due locale.

      1. Carlo Morandini scrive:

        il mitico capitolo a Bussolengo dove vidi la prima trilogia di guerre stellari il tempo delle mele grasse ecc ecc ecc

        1. Silvestro scrive:

          Simone 1 agosto 2020 alle 21:10

          Sullo sfruttamento degli immigrati la domanda mi sembra del tutto teorica.
          Gente disperata disposta a farsi sfruttare pur di campare ce n’è tanta, anche senza immigrazione. Certo se c’è qualcuno che puoi sfruttare al punto che non esiste nemmeno anagraficamente è meglio.

          La questione immigrazione da noi ha una lunga storia, con picchi di drammatizzazione politica importanti. Si cominciò con la legge Martelli (1990); segui la legge Turco-Napolitano (1998). Oggi è in vigore la Bossi-Fini (2002) che non favorisce la regolarizzazione degli immigrati. E’ il caso di segnalare che quella legge approvata con entusiasmo, proprio all’insegna del motto “da oggi si cambia musica”, furono regolarizzati, in un solo colpo 700 mila immigrati già residenti sul nostro territorio. Si sostiene che quelli erano già integrati; ma è ovvio, anche l’immigrato di oggi se inserito in qualche attività lavorativa tra dieci anni sarà integrato.

          Il rifiuto ostinato dell’immigrazione è, a mio avviso, una posizione dannosa, e priva di prospettive. Una popolazione come la nostra che invecchia progressivamente e non fa figli ha inevitabilmente bisogno degli immigrati.
          Ho sottolineato altre volte che per avere un figlio socialmente produttivo, devi attendere almeno 18 anni, durante i quali lo Stato deve provvedere al suo mantenimento, alla sua educazione, alla sua crescita culturale, alla sua salute.
          Una immigrazione controllata di persone giovani cui lo Stato dedica risorse per insegnare la lingua, le regole sociali, di convivenza, ed il loro rispetto, nell’arco di qualche anno possono diventare persone socialmente attive, regolarizzate, disposte a svolgere anche quei lavori che i fighetti italiani non vogliono più fare.

          Ovviamente siamo molto lontani da questa soluzione.

          • Mario56 scrive:

            Caro Simone, ora stanno dando degli untori ai migranti, oltre ad essere schiavi. Il razzismo non conosce pudore.

          • martello carlo scrive:

            Tutto questo QUAQUARAQUA per nobilitare lo SFRUTTAMENTO DELL’UTERO delle povere donne nere è SPORCA PROPAGANDA DA USURA della NATALITA’. Il nascondere poi il debosciamento del maschio bianco di fronte alla prorompente, primitiva sessualità africana, è il massimo del negazionismo razziale che non durerà a lungo. Per gli esperti, ci penseranno proprio le donne bianche a ripristinare la verità.
            Una delle ragioni secondo me per cui LE FRUGALI ce l’hanno con gli italiani, ex latin lover, è che ora devono prolungare il viaggio della SPERAQNZA fino a MALINDI. :-(

          • Simone scrive:

            Io credo invece che un’analisi andrebbe fatta in questo senso. E non è una critica agli immigrati ma sul sistema che li sfrutta per guadagnarci. Io di italiani disposti a lavorare in campagna per 3/4 euro l’ora non ne conosco, io per primo. O di italiani che dormono sul camion sul e per in quale lavorano perché non riescono a pagarsi l’affitto non ne conosco. Eccetera. Ma il mio ragionamento va oltre. A livello di diritti e di condizioni lavorative eravamo arrivati ad un certo punto. Ora si è andati a capo e il crollo (che vedo quotidianamente nel mio piccolo) sta andando a velocità spinta. Io credo che l’immigrazione in questo senso abbia giocato, purtroppo per loro, un ruolo non secondario. Ma ora la faccenda temo si spingerà oltre e coinvolgerà (già lo sta facendo, il processo è partito, ripeto, lo vedo e lo percepisco in maniera evidente) tutti noi. A quel punto sì che gli immigrati potrebbero davvero non servire quasi più in tal senso. Occhio.

            • martello carlo scrive:

              COINVOLGERA’ TUTTI? Non hai capito ancora con chi stai parlando: SILVESTRO è il mantenuto tipo della parassitaria burocrazia statale ministeriale che ora lavora, volendo, in STREAMING al 100% dello stipendio, che come dicono i sindacati dei fancazzisti deve essere RINNOVATO.
              Come idea non è male: con tutte le task force, le commissioni, i comitati, è giusto che gli incompetenti siano consolati, altrimenti potrebbero aversene a male e votare nel giusto modo..

              Però è giusto riproporre delle domanda in un’Italia così aperta , globalista , altruista:
              perché dobbiamo continuare ad avere un esercito, una marina, una aviazione militare, una polizia e i carabinieri?
              NON BASTA LA GUARDIA DI FINANZA?

            • Silvestro scrive:

              Non credo di aver capito fino in fondo la tua riflessione, ne voglio avventurarmi in interpretazioni che potrebbero essere fuorvianti.

              In termini generali credo di poter sostenere che lo”schiavismo” in senso lato, declinato e interpretato in vari modi per renderlo più accettabile, sia sempre esistito.
              La gravità dipende dal momento politico, dalla vicinanza geografica, dal numero delle persone coinvolte, che riteniamo coinvolte, che temiamo ci coinvolgano.
              Non è certo una giustificazione ma vorrei definirla una constatazione.
              IL “prima noi” che oggi imperversa in molti governi, certamente non aiuta e soprattutto nessuno ne valuta le conseguenze.
              Vorresti “andare oltre” ma oltre cosa.

          1. martello carlo scrive:

            E’ interessante la considerazione LEGA PER SALVINI vs LEGA ZAIA..
            Non voglio fomentare dualismi, ma ormai è il caso di fare alcune considerazioni che vanno aggiornate.
            - La Lega per SALVINI ha i passi contati. Si basava su un’apertura al sud per risollevarsi dalla conduzione mafiosa dell’economia e della società. Era una scommessa che ha esaltato tutti noi: l’Italia che finalmente cambia.
            - Così non è stato: alla prima occasione in cui il Nord aveva bisogno del sostegno, se non altro morale del sud, si è rinfocolato il dualismo, il revanscismo sputtanatore dei meridionali con tutta la potenza di fuoco della SUA BUROCRAZIA MALEDETTA, come si fossero sollevati dei loro problemi e complessi atavici peraltro meritatissimi.
            Ora da primitivi esorcisti delle malattie esaltano la efficientissima sanità meridionale che ha sconfitto i l COVID perché semplicemente non l’ha avuto.
            SE FOSSI CATTIVO…. la prossima volta… e ci sarà, statene sicuri…
            Però il divieto di curarsi al nord per i pazienti esteri dovrebbe essere OBBLIGATO.
            QUANDO MAI 50 MLD di residuo fiscale non dovrebbe essere considerato come il MES ed il RECOVERY FUND?
            I CITTADINI LOMBARDI E VENETI DOVREBBEREO CONTROLLARE E SANCIRE EVENTUALMENTE IL MALIMPIEGO DEI DENARI SOTTRATTI AI LORO BILANCI: NON SIIAMO FORSE EQUIPARABILI AGLI OLANDESI?
            - Le armate del sud che non sono certo quelle produttive, si sono mosse con tutti gli apparati: dalla FINANZA ai CARABINIERI, dalla MAGISTRATURA alla MAFIA EDITORIALE E NON.
            - la LEGA rischia di perdere la LOMBARDIA per il SECRETAMENTO del TAR degli errori dell’esecutivo.
            - con i migranti positivi che hanno invaso il Veneto, la vittoria e l’esempio della Serenissima rischia di essere buttato nel cesso di CRISANTI mentre SALVINI E’ SOTTO PROCESSO AL POSTO DELLA LAMORGESE
            - l’inquinamento meridionale/mafioso rischia di trasformarci in picciotti di seconda categoria del tipo polentone.
            - bisogna valutare seriamente se non sia il caso di tornare alla LIGA, dato che i lumbard non hanno mai dato spazio alla MACROREGIONE e al governo non hanno portato che 4 BAUSCIA.

            Caro ZWIRNER, ci dobbiamo entrambi aggiornare. “difendere i sacri confini della Patria” è passibilile di codanna per 2 motivi.
            -il concetto di PATRIA
            - e i confini definiti SACRI .
            Nei lunghi anni trascorsi in mezzo agli internazionalisti comunisti PAPALINISTI, molte LIMITAZIONI NON HANNO PIU’ SENSO
            - FRANCIA, GERMANIA, ITALIA che senso hanno?
            - e lo stesso concetto di EUROPA che senso ha?
            - quando vedo tutte quelle BANDIERE che rappresentano altrettanti CONFINI, non sarebbe ora di bruciarle?
            - la porta di casa tua ha un senso ancora più EGOISTA. Perché non la devi lasciare aperta al mondo ed ai suoi viandanti?
            - il matrimonio implica regole, possesso non più sopportabili. Perché non lasciarlo alla libera interpretazione selvaggia dei contraenti anche nei confronti dei figli?
            - il GENDER, costituisce una differenza e come tale va eliminato? NON DEVONO PIU’ ESISTERE I SESSI?

            A questo punto a che cazzo serve il PDR, L’ESERCITO, LA MARINA, GL APLPINI, LA STESSA POLIZIA, I CARABINIERI, i VIGILI, i SINDACATI E QUELLA BUONA DONNA DI MIA MADRE?

            GLI USA HANNO UN SISTEMA DAMOCRATICIO PERFETTO: la libertà di armarsi per combattere ogni usurpazione del potere.
            CHISSA’ COSA SUCCEDEREBBE IN ITALIA CON QUESTA FACOLTA’ IN SETTEMBRE/OTTOBRE

            -

            • Silvestro scrive:

              Questa narrazione su Salvini che “Si basava su un’apertura al sud per risollevarsi dalla conduzione mafiosa dell’economia e della società. Era una scommessa che ha esaltato tutti noi: l’Italia che finalmente cambia”.
              Ha esaltato chi? Tu eri forse entusiasta; eri euforico per questa presunta iniziativa? Hai mai manifestato apprezzamento, su questo blog, hai mai incoraggiato questa nuova apertura?.
              Ma a chi credi di rivolgerti. Un po’ di dignità personale, anche dietro un nickname mi sembra doverosa.

              http://www.facemagazine.it/25-anni-di-insulti-leghisti-che-il-sud-non-dimentica/

              Ma era solo il 22-12-2019 che Bossi sosteneva “Mi sembra giusto aiutare il Sud, mi sembra giusto, sennò se non li aiutiamo ‘a casa loro’ straripano e vengono qui. È un po’ come l’Africa”. (da “Il giornale”)
              E Questo durante il congresso federale che ha mandato in pensione la Lega Nord per dare vita al partito nazionale.
              E’ una mossa strategica straordinaria, degna proprio per quelli come te.

              • Mario56 scrive:

                Più o meno con la stessa filosofia, la Lega con Zaia e Salvini uniti, vogliono far credere che tutti i nuovi contagi siano d’importazione e arrivino solamente attraverso i migranti o le badanti rumene, quando invece il ISS stima che il 75% siano invece contagi autoctoni.
                Sempre colpa DEGLI ALTRI, DEGLI STRANIERI, DEI TERRONI, DEI MIGRANTI, DEGLI SCAFISTI.
                Si fa notare che i richiedenti asilo di Treviso erano da due, tre anni in Italia e molti di loro lavoravano nelle campagne venete e si saranno infettati da Veneti, probabilmente da leghisti i.

                • martello carlo scrive:

                  Mi sa che tu sei più fack delle news che dai.
                  Una cosa è evidente: CONTE ci ha venduti in Europa in cambio dei migranti: non è le prima volta, anzi è una costante del CAPORALATO DI SINISTRA: POCA VOGLIA DI LAVORARE, ma una grande abilità di nobilitare lo schiavismo con il QUAQUARAQUA.
                  Ora è venuto fuori che all’italia sarebbero spettati solo 85 miliardi dal RFe il “MERITO” del resto è dovuto al sud perché pieno di disoccupati: il solito chiagne e fotte da fancazzisti nati con cui sono riusciti a vivere alla grande, magare facendo passare per tali i cugini tunisini.
                  Quanto al veneto, non mi risulta che viga la legge terrona del caporalato: se hai nomi, segnalameli che provvederò a far cessare lo sconcio in una regione stracontrollata dalla FINANZA
                  LE COLPE SEMPRE DEGLI ALTRI? NOO, SONO SEMPRE DI FONTANA, PERO? PRIMA DI CONTINUARE A ROMPERE I CABASISI, TIRATE FUORI I 15 MILIONI DI QUEL FINTO PACIOCCONE DI ZINGARETTI…. E POI VEDREMO

              • martello carlo scrive:

                Tu che sei una persona intelligente ancorché sovranista siculo, dovresti rispondere ad una sola domanda: il popolo siciliano è libero o sottomesso? Tutti i soldi che sono stati profusi con la cassa del mezzogiorno e con tutti i provvedimenti presi in suo favore, compresa l’autonomia siciliana, sono stati messi a frutto o hanno contribuito a farci diventare un paese sempre più sottomesso alle MAFIE?
                INSOMMA, LA MAFIA CI SGUAZZA NELLA MAGISTRATURA E NELLA BUROCRAZIA?

            1. Simone scrive:

              Ma se non arrivassero più immigrati dai Paesi poveri, i nostri imprenditori di sistema comincerebbero a sfruttare senza ritegno noi al loro posto? Intendo, più di quanto già stanno facendo ora? E poi, il fatto che un politico vada o meno a processo dipende dalla volontà del Senato, suona male solo a me? Così, giusto per buttare giù alcune questioni da una prospettiva di partenza un pochino diversa…

              • Silvestro scrive:

                Partiamo dal fondo. Se ti “suona male” che un politico vada a processo su AUTORIZZAZIONE (non per volontà) del Senato dovresti però dirci cosa ti suonerebbe meglio.
                Dopodiché La costituzione prevede per i parlamentari una “immunità” che riguarda l’esercizio delle loro funzioni (art.68 costituzione) che comunque non può prevalere sulla legge.
                Nel caso specifico si parla di reato ministeriale, ovvero di presunto reato con rilevanza penale commesso da un Ministro nell’esercizio delle sue funzioni (art.96 costituzione). Il rinvio a processo non è ne una sentenza ne una condanna e proprio perché Ministro o ex Ministro è richiesta l’autorizzazione specifica della assemblea di appartenenza. Negli altri casi l’autorizzazione parlamentare è necessaria solo quando è richiesto l’arresto.

                Non sono certo io a scoprire che queste situazioni sono sempre più politicizzate e cariche di polemiche e tifoserie. L’esito favorevole o contrario ha permesso e permette tuttora agli interessati di fare la vittima o rafforzare i propri consensi. Le lungaggini della magistratura poi, (come pure immunità e autorizzazioni parlamentari) come al solito fanno comodo a tutti.

                Sulla prima parte della domanda ti rispondo domani.

                • Simone scrive:

                  Sì, autorizzazione che sa di volontà. Che io sappia, quando hanno fatto la costituzione era appena finito il fascismo, e per paura della possibilità che qualcuno potesse rifare il giochino hanno fatto una legge che impedisse ai parlamentari di essere arrestati. Adesso la situazione è molto diversa, ma la legge rimane. E credo che per l’appunto sia un’arma che rende i parlamentari “più uguali degli altri”. Sulle lungaggini della magistratura, sulle intromissioni e leggi varie che col tempo l’hanno “regolata” eccetera potremmo parlare a lungo. Ma non è questo ora che mi interessa. Partendo dal presupposto ideale di una giustizia che funzioni a meraviglia, e un sistema serio deve avere questo presupposto, io non concepisco giusto alcun veto parlamentare a riguardo. Ma leggerò volentieri anche la risposta alla prima questione. Grazie.

              1. martello carlo scrive:

                LA PANDEMIA SEGRETA
                Questo è il titolo di un articolo di fondo di RICCARDO LUNA su REPUBBLICA: “abbiamo il diritto di conoscere la verità sull’epidemia? ….RICORSO del CONSIGLIO UI STATO contro l’ORDINANZA del TAR di pubblicare i verbali del comitato tecnico scientifico…..
                A fianco c’è la vignetta di SALVINI al telefonino che gli risponde ” SPIACENTE, IL POPOLO DA LEI CHIAMATO E’ PER IL MOMENTO IRRAGGIUNGIBILE”
                Questa dicotomia del VANGELO DELLA SINISTRA, mette in confusione i poveri sinistrati del BLOG che da soli non riescono ad elaborare autonomamente un pensiero benché ELEMENTARE.
                Il loro silenzio è indice di estrema difficoltà, direi VERGOGNA se non sapessì che hanno una faccia di tolla da riti WOODU e delle idee fondamentalmente omertose ed antidemocratuiche.
                NON SONO DEI DEFICIENTI, ma sanno benissimo che il MURO DI GOMMA è meglio di reazioni perse in partenza:: l’OBLIO letargico IN SCATOLA.
                NON CONFIDIAMO CHE CI DIANO UNA RISPOSTA QUESTI MINUS HABENTES: LORO SI AFFIDANO A PALAMARA E COMPANY. :-D F :-D :-D ….. :-(

                PS. inviti più spesso la ELISABETTA GARDINI: è MUSICA PER intenditori che compensa e ciò rende ancora più grande TELENUOVO, la COMPARSATA DI BERNARDD HENRY LEVY SU RETE 4 MEDIASET.
                LA SUA RETE DEVE DIVENTARE UN PUNTO DI RIFERIMENTO NAZIONALE PER LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE: tutte3 le mie rimostranze su MEDIASET SONO RISULTATE SPAM per aver definito PORRO un PORO CAN, cioè la pura e semplice verità.
                UN CORDIALISSIMO E RICONOSCENTE SALUTO.

              Lascia un Commento

              Accetto i termini e condizioni del servizio

              Accetto i termini sulla privacy

              *