04
giu 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 10 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.453

PARACADUTE E PARACADUTATI

Lieta novella. Il Verona è un fiorente vivaio. Non, sia inteso, il settore giovanile. Lì c’è stata poca… Primavera, ma solo cupo autunno, con la squadra di Porta che per non essere da meno di quella di Pecchia ne ha seguito le orme: retrocessione e alibi (“siamo stati penalizzati dalla formula dei campionati” ha detto Porta). Nel frattempo l’ex Pavanel diventava l’eroe di Arezzo. Parallelismi. O forse il solito karma che si abbatte sul Verona: gli abiurati e gli esiliati diventato re altrove, i prescelti invece falliscono miseramente. Meritocrazia al contrario. Tra gli applausi diffusi di molti media.

Ma no, il vivaio vero, da far invidia ai più, è in via Belgio. Proprio lì negli uffici della sede, dove in punta di metafora è un fiorir di onesti brigadieri divenuti generali. In primis il potente deus ex machina Filippo Fusco, per un biennio più di un ds, l’uomo dalle pesanti deleghe sia tecniche che finanziarie. Eppure il suo curriculum suggeriva che l’avvocato e manager napoletano – per carriera pregressa – direttore lo era stato poco. Sarà un caso, ma non appena il gioco si è fatto difficile il nostro è quasi “evaporato”, tra le sceneggiate di Cassano, le cattive gestioni di Bessa e Pazzini e l’incredibile e grottesca melina su Pecchia, fino alle surreali dimissioni a campionato in corso dopo aver predicato per mesi il modello Crotone.

Be’, tenetevi forte. Pare che il nuovo ds sarà addirittura il collaboratore del poco ds Fusco, cioè Toni D’Amico. Una scelta per certi versi stupefacente e che lascia mille domande in sospeso.

Anche perché non sarebbe il primo assistente promosso. Era un ex assistente Fabio Pecchia, vice allenatore catapultato improvvisamente in un gioco più grande di lui. Come è un ex assistente Francesco Barresi,  già collaboratore di Giovanni Gardini e da un paio d’anni direttore operativo del club. Bravo ragazzo, per carità. Anzi, chi di recente c’ha avuto a che fare me lo descrive come una persona puntuale, precisa, pratica. Ma nel pur rispettabile mestiere dell’esecutore. Può bastare? In quel ruolo non servirebbe una figura di maggiore spessore, anche politico?

Infine da qualche mese pare sia tornato in auge, lontano dai riflettori, come consigliere amico e “suggeritore” di Setti, il multitasking Emanuele Righi, bolognese, 40 anni ma già molte cose (allenatore dilettantistico, speaker radiofonico, scouter, ex consigliere personale di Guaraldi e amico di Setti). Che ci sia  lui dietro ai mirabolanti e interminabili video e alle lettere aperte che non si chiudono mai di Setti? Colpi di teatro, ma non di genio visti gli effetti.

Ma poco male. Il vivaio fiorisce rigoglioso. Ed è solo per amor di provocazione, non certo per diminutio, che lo scriviamo: il Verona del paracadute non poteva che avere i suoi meravigliosi paracadutati.

4.453 VISUALIZZAZIONI

10 risposte a “PARACADUTE E PARACADUTATI”

Invia commento
  1. mir/=\ko scrive:

    ops…. scusate il Francesismo alla Alberto Sordi nel "Marchese del Grillo"…

    1. mir/=\ko scrive:

      Setti è Setti e tutti noi non siamo un cazzo!!!!

      1. duilio scrive:

        Sembra praticamente fatta per D’Amico e Grosso e/o Brocchi per la panchina, a questo punto, tirando due conclusioni, pare che calSetti non voglia fare proprio nulla per ricucire lo strappo con i tifosi. Se era un pelino furbo per riavvicinarsi (o se volete arruffianarsi) alla piazza poteva chiamare alla guida Iachini, invece che fa? Il giusto contrario, dando continuità alla scempio dello scorso anno! Cosa mai gli frulla per il cervello? Risulta quasi difficile addentrarsi nel suo cervello, qua siamo davanti ad un caso per Vittorino Andreoli. Tu Francesco cosa ne pensi in merito? Detto ciò, mai più abbonamento con sta società di saltimbanco.

        1. Betty68 scrive:

          post tggialloblu 2016 polemica Righi diamanti, andate a cercarla.questo figuro è già conosciuto x comportamenti distruttivi (A livello societario) e ho paura sia al momento l'uomo di riferimento di setti. Se fosse così siamo rovinati andate ad informarvi su internet, you tube etc questo è personaggio dal quale guardarsi bene. E se questo va i giro a parlare a nome del verona la situazione è davvero catastrofica …siamo nelle mani del nulla io da imprenditrice mi domando solo come si faccia a circondarsi di tali e tali incompetenti tutti insieme…sara' una nuova strategia aziendale?

          1. catastrophe scrive:

            Fatemi capire
            Pazzini rappresenta uno dei problemi, anzi il problema, per via degli altri 2 anni di contratto e dell’ingaggio, tanto che sarà difficile trovargli una sistemazione in altre squadre.
            E Fusco che fa? Lo stesso Fusco che si dice non se ne sia mai realmente andato dall’hellas? Dichiara pubblicamente che Pazzini è bollito. E lo fa con toni che non ammettono repliche, della serie questa è la mia versione e gli altri si devono adattare perché lo dico io.
            E a Setti sta bene così? Ma la vendita di Pazzini (o almeno l’accollo dell’ingaggio da parte di qualche altra squadra disposta a credere in lui) non era di vitale importanza per le casse dell’hellas? (tra l’altro perché sta faccenda possa pesare così tanto nonostante il paracadute e gli incassi previsti dalle altre cessioni dio solo lo sa)
            A Setti sta bene così, continua ad elogiare l’operato dell’ex DS, anzi decide di premiare il suo fido braccio destro.
            Veramente non capisco…un’unica parola mi gira per la testa…
            Poi rileggo il comunicato della sud ed il commento sui noti personaggi; e rileggo la replica di Setti che si preoccupa più di difendere Fusco che di rispondere concretamente alle domande che tutti i tifosi si stanno ponendo.
            Continuo a non capire…e un’unica parola continua a girarmi per la testa…
            E quella parola è ricattabilità

            1. Flower scrive:

              Comunque i continui articoli del sig. Vighini che danno fiato all’amico Fusco e disonorano il nostro capitano Pazzini (continue allusioni a ingaggio alto, presenze al Levante, contratto lungo, età, etc.) sono a mio parere vergognosi.
              Francesco tu cosa ne pensi in merito?
              Il Pazzo è stato oggetto di mobbing dalla prima giornata di questa sciagurata stagione… come si fanno a giudicare le prestazioni di un giocatore in queste condizioni ambientali?

              1. Flower scrive:

                Meno male che c’è Francesco Barana a rendere giustizia alla verità oltre che alla lingua italiana in questo sito

                1. k scrive:

                  tantissimi auguroni di buon compleanno al ns amatissimo setti:altri 55 anni con tutte le soddisfazioni e le gioie che te ne dà nei ultimi du de serie A

                  1. RH scrive:

                    Intanto quando te verzi i blog ghe la pubblicità de Boscomantico..

                    1. mir/=\ko scrive:

                      UNA SOLA PAROLA CHE INQUADRA LA SITUAZIONE AL MEGLIO: "MISERIA"!! peccato che piovano soldi sull'hellas e tanti. dove sono?? come vengono investiti?? che direzione prendono??

                      1. giordano fedrigo scrive:

                        a22 del brennero uscita carpi

                      Rispondi a stefano 50/60

                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                      Accetto i termini sulla privacy

                      *