02
set 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 26 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.754

ERA MEGLIO GIOCARE (ECCO IL PERCHÉ)

Tragicommedia all’italiana. Nel Belpaese succede anche questo, che un club e una città che partecipano al secondo campionato professionistico italiano non abbiano nemmeno il campo pronto alla seconda giornata. Ma di cosa parliamo? Potremmo già fermarci qua, oppure continuare a contare pure gli sbadigli di Cristiano Ronaldo, panacea di tutti i mali.

“Situazione incredibile” è stata definita quella di Cosenza. Definizione scorretta, tutto questo è molto credibile in una serie B che tra fallimenti e ripescaggi ancora oggi non sa quante squadre avrà ed è trasmessa da uno streaming che in certe circostanze ha fatto quasi rimpiangere il Ceccherini che sistemava chirurgicamente e teneva ferma l’antenna della tv ne ‘Il Ciclone’.

A proposito di Dazn, definita sarcasticamente dal comico Luca Bizzarri una Rojadirecta ma senza il brivido del proibito: ci deve essere del pudore in loro. “Partita rinviata causa maltempo” era l’avviso per gli utenti di Cosenza-Verona. Che teneroni…

Pudore invece sconosciuto a sindaco e assessore cosentini, che sembra di capire stanno sulle palle anche a qualche loro concittadino. Invece di nascondere la testa sotto la sabbia della vergogna dell’inefficienza per la figuraccia nazionale hanno l’indecenza di rivoltare la frittata e scaricare le colpe sul Verona e i veronesi. Che simpaticoni…

Ora pare certo che il giudice sportivo decreterà la vittoria a tavolino del Verona e, intendiamoci, sarebbe sacrosanto, il minimo sindacale. Eppure credo che il Verona di Grosso sia stato danneggiato, perché ora come ora per la squadra è necessario giocare per trovare amalgama, conoscenza, solidità e ritmo partita. Specie dopo le sberle di Coppa a Catania e i balbettii alla prima con il Padova.

Per questo, nonostante i tre punti (quasi) sicuri, lo scrivo senza riserva: è stato giusto non giocare, ma era paradossalmente meglio giocare. Il Verona deve ingranare e ora niente è peggio che fermarsi.

5.754 VISUALIZZAZIONI

26 risposte a “ERA MEGLIO GIOCARE (ECCO IL PERCHÉ)”

Invia commento
  1. mir/=\ko scrive:

    onore all'avvocato tifoso Cosentino! per l'onestà intellettuale dimostrata! altro che razzisti a prescindere noi veronesi: siamo iper critici e giustamente offensivi nei confronti di certe "maschere di Pulcinella" che popolano questo paese italico, da nord a sud!!!! gente inetta che inquina la politica e le pubbliche Istituzioni…. RIPETO: DA NORD A SUD, PASSANDO PER IL CENTRO!!!!!!!! Vergogna per costoro e onore a chi riconosce la verità dei fatti anche e soprattutto a proprio discapito!!!

    1. Bruno scrive:

      Per gli dei dell’Olimpo! Dov’è finito lo spirito del 1903? Che cosa direbbe il prof Decio Corubolo? Ci chiamiamo Hellas perché ci ispiriamo ai valori della classicità, tra i quali l’onore e il coraggio si elevano sugli altri.
      Vili !!! Che cosa direbbe di noi Cangrande? Con uno sguardo beffardo guarderebbe il nemico e noi feroci dietro a lui gridando “Scala! Scala!” in mezzo alla mischia pugnando senza timore.
      L’Hellas Verona non è come gli altri, la nostra fede svetta altissima sopra una colonna del Partenone e non resta nascosta sotto un portico di Carpi.
      Quindi io dico rigiochiamo questa partita! La Società H. Verona deve presentare un richiesta di rinvio e non una miserabile richiesta di vittoria a tavolino.
      Onore a noi gialloblu e onore ai tifosi sinceri di Cosenza. Giochiamo! e vinca il migliore!

      1. andrea scrive:

        maxx
        non sono un assolutista anzi. Quando ho torto lo riconosco sempre. tu non mi conosci. Anche tu devi imparare a riflettere prima di rispondere. Hai un pò il vizio di quello che sa tutto..un altra cosa ti dico..secondo me lo 0 a 3 non te lo danno…

        1. schetch scrive:

          Il video dell’avvocato mi pare riassume esattamente i fatti accaduti. Onore alla onestà intellettuale.

          1. andrea scrive:

            maxx
            no voi mia averghe rason …non sono a cosenza quindi so solo quello che posso leggere..ghemo reson tuti due e che se ciava el mondo..ciao maxx

            • Maxx scrive:

              Ok, tutto a posto.
              Ma se posso darti un consiglio, cerca di valutare e capire quello che gli altri vogliono dire. Essere assolutista non aiuta il dialogo.
              Ciao.

            1. vinciocaposhellas scrive:

              Qualcuno sa se il chievo ha superato l’Hellas come quota abbonamenti?

              1. andrea scrive:

                max
                la giunta di cosenza aveva gia deliberato ai primi di luglio l autorizzazione ai lavori e anche la lega era stata informata e dato l ok. Poi hanno chiesto un mutuo al credito sportivo e fatto il bando di assegnazione lavori. Io questo intendevo principalmente. quello dei tre giorni prima e stato un altro sopralluogo fatto per controllare altri lavori tipo spogliatoi e seggiolini.fino ad arrivare al giorno della partita..quindi ripeto era da giorni che lavoravano sulla rizollatura..tu hai detto anche che lo hanno fatto il giorno di sabato ma non e vero.Sabato hanno tirato il rullo per vedere di sistemare meglio

                1. andrea scrive:

                  max
                  me sa che te si ti duro ma de brutto anche. Erano giorni che avevano rizollato. Infatti il campo era gia pronto il venerdi sera. Sei tu che ti inventi dei due giorni dopo i tre prima che ho detto. il benestare con le modifiche glielo avevano gia dato diversi giorni prima. E infatti ripeto era da giorni che lavoravano sul campo zolle che provengono dal lazio. queste pero per attecchire bene avevano bisogno di piu tempo. E comunque l arbitro l e sta aseno perche alle 15 hanno fatto una ricognizione con quelli della lega e hanno dato parere positivo. Poi invece alle 18 l arbitro ha cambiato tutto. Adesso eto capio o te serve na rizollatura al sarvel ???

                  1. andrea scrive:

                    maxx
                    ti te si veramente un fenomeno ma con sete f..gli hanno dato l ok indicando gli interventi che restavano da fare e tra questi il campo..come hanno fatto secondo te a portare i rotoli del campo due giorni dopo se prima hanno dovuto fare la gara per mettere a posto lo stadio?? il campo ERA rizollato solo che l arbitro non l ha ritenuto idoneo in certi punti..servono un altra ventina di giorni dicono per rispettare.la normativa..ma forse ti te eri in diretto contatto con l arbitro via cell….te vol farte vedar che te se tutto ma no te se un caxo

                    • Maxx scrive:

                      Gnente, no te ghe rivi.

                      “Allora se gli emissari della lega tre giorni prima avevano dato l ok…” (cit. andrea – 3 settembre 2018 alle 14:04) : tre giorni prima di Sabato è Mercoledì (puoi controllare tranquillamente sul calendario!).

                      “Hanno dato l’ok al piano di lavoro, ma visto che i rotoli d’erba sono arrivati 2 giorni dopo quell’ok…” (cit. Maxx – 3 settembre 2018 alle 16:41):
                      Due giorni dopo il Mercoledì è Venerdì (ed anche questo lo puoi controllare tranquillamente sul calendario!).

                      Hanno lavorato tutto il Venerdì (fino alle due di notte) e tutto il Sabato.

                      Ma di certo al Mercoledì non potevano dare un ok sul lavoro svolto visto che lo hanno finito 3 giorni dopo. Al limite hanno dato un assenso al piano lavori.

                      Tajà zo bastansa fina o te la màstego ancora?

                    1. andrea scrive:

                      certo che qui ci sono
                      le solite farse italiane.Allora se gli emissari della lega tre giorni prima avevano dato l ok non si capisce perchè i giocatori erano negli spogliatoi e dovevano ancora montare le porte e tracciare le righe.ma se spostavano a bari come hanno fatto altre societa a quest ora avrebbero giocato..e comunque si dice che el strassar non e veri che abbia dato ampia disponibilita per il rinvio o per giocare su altro campo..adesso si vedra cosa decidono..secondo me se c era l ok della lega la rinviano

                      • elcarma scrive:

                        Giocano in seri b dopo anni,minimo te fe el necessario perchè alla pria giornata il pelo dell’erbe sia verde e che ghe sia l’erba, tutto el resto sono chiacchiere. siamo el paese delle proroghe, dei cavilli del si te do reson ma aggiungo, ecco finemola li, altrimenti se non te ghe el stadio adatto non goichi la seria B e non tepol essar promosso.

                      • Maxx scrive:

                        Ma ci arrivi?
                        Se il giorno della gara stavano ancora rizollando il terreno, che ‘azzo di ok potevano aver dato gli addetti di lega tre giorni prima?
                        Hanno dato l’ok al piano di lavoro, ma visto che i rotoli d’erba sono arrivati 2 giorni dopo quell’ok, non hanno di certo dato l’ok all’agibilità del terreno di gioco.
                        Perché non fai un piccolo sforzo e pensi prima di scrivere scemate?

                      1. paperinik scrive:

                        Io avrei fatto in altra maniera.Avrei fatto giocare che so…nella vicina Catanzaro e avrei imposto al Cosenza il pagamento trasferta dell’ intera squadra ospite, compresa l’intera spesa di trasferta della tifoseria che siano 100,500,1000 o più persone.E così finché tutto sia a posto.Vedi che si attivano quanto prima.Se falliscono o altro pace..Se la vedano squadra e comune.

                        • Maxx scrive:

                          A Fà… E con cosa pensi ti avrebbero risarcito? Con i pagherò?
                          Hai visto che “siére” hanno?
                          Hai letto a chi dànno la colpa?
                          Conosci la regola del “Tutto in cavalleria” quando in itaglia qualcuno non prende una decisione forte?

                          Il provvedimento preso dall’arbitro era l’unico modo perché il bubbone scoppiasse e per inchiodarli alle proprie responsabilità.
                          Tuttavia su fèisbuc i commenti che parlano di razzismo, di poteri forti veronesi, di scelte pilotate contro il sud, etc. si sprecano.

                          o——————–o

                          In calabriasaudita ci sono 10.700 e passa guardie forestali pagate da noi. Ci costano oltre 240 mln di euro l’anno.
                          Avevano 2 mesi di tempo per rizollare un prato 100×60. Si sono ridotti a lavorare negli ultimi 4 giorni come nel più tipico copione meridionale. Ma, come nel più tipico copione meridionale, se non ce l’hanno fatta a raggiungere un risultato decente la colpa è di qualcun altro.

                          Come dice Francesco, a noi serve giocare. Ma a TUTTI questi personaggi servono come il pane le figure di kakka (vedi kiakkiere…).Non risolveranno nulla, ovvio. Ma che almeno se ne parli e si sappia.
                          Il provvedimento preso dall’arbitro era l’unico modo perché il bubbone scoppiasse e per inchiodare i responsabili alle proprie responsabilità. Se n’è accorto perfino qualche (raro) cosentino.

                          • paperinik scrive:

                            Certo Maxx, l’arbitro ha valutato coerentemente il campo e ha fatto bene.Ste robe non stupiscono più di tanto purtroppo.Io gli darei una punizione esemplare al di là che giochi il Verona o qualcun’altro.

                            • Maxx scrive:

                              Non sei stato attento! :)
                              Le punizioni SERVIREBBERO, ma è inutile punire con una mano ed elargire con l’altra. Al di là dello 0-3 a tavolino che “colpisce” i tifosi cosentini, se facessi rimborsare la società Hellas Verona dal comune di cosenza, chi credi pagherà alla fine della fiera?
                              Da 10.700 guardie forestali, passeranno a 10.800 guardie forestali; perché 10.700 guardie forestali non sono sufficienti a rizollare un prato 100×60!
                              La soluzione sarebbe far pagare chi sbaglia, ma in politica (soprattutto in sud itaglia) è sacrilegio.

                        1. giampi scrive:

                          certo se il campo fosse stato almeno presentabile……..

                          1. avanti i blu scrive:

                            Tra parentesi: spero ci diano il 3-0 …. adoro vincere cosí con chi mi sta sugli zebedei, adoro vederli inscenare le loro merolate, i loro piagnistei, adoro vedere frati che si prestano a benedire campi di giuoco, trasformando la religione in superstizione (I piú veci i se ricorderá de Anconetani e del so dal butá in campo), adoro vederli recitare la parte dei poveri sempre “incul@ti” , loro le vittime sacrificali di un nord sfruttatore e cattivo…. Magari non ci fossero i veronesi brutti sporchi e cattivi che li mantengono .

                            Patetici

                            1. avanti i blu scrive:

                              Per me sarebbe stato peggio averla persa , non per la classifica (comunque non é bello dover rincorrere) ma per il morale l’ambiente i processi le scuse eccetera… la partita di ieri non era facile non per gli avversari ma per la situazione in cui ci troviamo; abbiano una settimana in piú per migliorare senza avere (ancora) l’acqua alla gola

                              1. andrea scrive:

                                robyvr
                                hai colto perfettamente il senso..par mi el strasar fara di tutto per rigiocarla però con congruo indennizzo…che naturalmente confluira nei elastici dele mudande sbaila disgrace…una società senza futuro è una società morta per i tifosi…io credo risorgerò !!

                                1. stefano 50/60 scrive:

                                  viscidi loschi moccicosi sornioni furbastri……..gorgogliano invettive contro gli altri…..fottono denaro pubblico…..assomigliano però ad una persona di carpi……così per par condicio……..Dio mio in che mani siamo………

                                  1. RobyVR scrive:

                                    Seti l’è inveriná, secondo la so tabela par incassar diese milioni de euri, doveene èssar a 1 ponto no a 4…

                                  Lascia un Commento

                                  Accetto i termini e condizioni del servizio

                                  Accetto i termini sulla privacy

                                  *