Torna al blog

IL PAGELLONE DI VERONA-ATALANTA

MONTIPO’ 6.5 Sei parate, un paio difficili non poco su Muriel e Zortea. Il primo tempo è pressoché spettatore, nella ripresa deve partecipare attivamente alla partita. Riguardando il gol subito, più e più volte, non mi è sembrato abbastanza reattivo, al netto della bella botta (incontrastata) di Koopmeiners. Si riscatta nel finale con la bella deviazione sul tiro di Toloi e altri interventi di qualità.

COPPOLA 6 Il ragazzo c’è, non mi pare si possa più parlare di sorpresa. Aiuta spesso Gunter con la pratica Zapata, senza perdere l’occhio, ovviamente, la sua marcatura su Lookman. Le ingenuità sono da mettere in conto, lo ha detto lo stesso Cioffi, ma lui le riduce al minimo sindacale. Nella parte finale della gara, seppur stremato, non cede mai alla tentazione di arrendersi.

GUNTER 6 Contrariamente a quanto ci si potesse aspettare, non soffre le pene dell’inferno con Zapata, anche perché, finalmente, torna a marcare ad uomo. Si aiuta anche con l’esperienza, con qualche spintarella di qua e qualche gomitata di là. Non mancano un paio di sbavature, ma mai determinanti.

CECCHERINI 6.5 Nel primo tempo fa sparire dal campo Malivskyi, non un cretino qualsiasi. Gli si appiccica addosso senza tanti complimenti e gli porta via ogni pallone gli capiti a tiro. Bravo a giocare d’anticipo, bravo a mettercela sempre tutta. Lascia il campo incerottato, metaforicamente parlando.

HIEN 4.5 (dal 20’ s.t.) Gioca abbastanza per sbagliare tutto quello che può sbagliare. Auguriamoci che sia stata solo l’emozione del debutto in uno stadio meraviglioso.

TERRACIANO 6 Primo tempo di enorme personalità. Non ha mai paura, anche di sbagliare. Non spinge tanto quanto Faraoni, ma mi sarei meravigliato del contrario. Pensa a rispettare le consegne e a tenere a bada Toloi. Calano un po’ le forze nella ripresa, ma come successo a Coppola, non arretra. Diciamo che con Faraoni ai box, non c’è l’ansia di dover trovare il sostituto. Lui c’è.

DOIG s.v. (dal 39’ s.t.)

TAMEZE 7 Con un Verona a corto di qualità, lui rimane un faro in mezzo al campo, la stella polare da seguire nel buio più pesto. E’ imprescindibile per questa squadra, tecnicamente, tatticamente, anche umanamente mi viene da dire. Cioffi ha detto che sono finite le zone grigie. Il che mi fa pensare che non sarà l’ennesimo sacrificato sull’altare delle svendite. Mi domando se Setti sia d’accordo col suo allenatore. Qualche dubbio mi viene.

CORTINOVIS s.v. (dal 39’ s.t.)

VELOSO 7 C’è poco da dire, quando la condizione fisica è dalla sua parte, rimane un giocatore preziosissimo per questa squadra. Sia in termini tattici, sia motivazionali. E’ un leader che ha la capacità di farsi seguire. La fa viaggiare con disinvoltura, trovando sempre le linee giuste. Esce acciaccato, purtroppo.

HONGLA 6 (dal 7’ s.t.) Un’altra roba rispetto a Veloso, ma ce la mette se non altro.

ILIC 5.5 Chissà, forse lui si sente ancora in quell’infame zona grigia, che si concluderà solo al termine della sessione estiva del calcio mercato. Per dare il massimo deve avere la testa giusta. Per me non ce l’ha ancora. Da lui è lecito aspettarsi tanto di più, perché ha tanta qualità. Che, mi auguro, possa mettere ancora al servizio di questi colori.

LAZOVIC 7 Una traversa che ci fa ancora sanguinare il cuore, un miracolo di Musso nei minuti finali, quando il Verona lascia tutto sul campo. Ho guardato tutta la sua partita pensando che hanno anche provato a venderlo. Che bestemmia che sarebbe stata. Che sia a destra o a sinistra, semina indistintamente il terrore e nessuno dell’Atalanta riesce a tenerlo.

LASAGNA 5.5 Un tiro fuori non di molto, su assist di Tameze. Col Verona che ritrova lo spirito piratesco che abbiamo amato negli ultimi anni, lui vede accorciarsi lo spazio da attaccare. Ha bisogno di prateria per dare il meglio. Non le trova e quindi si perde un pochino. La frenesia non lo aiuta e anche l’alchimia con Henry sembra materia sulla quale lavorare ancora molto

HENRY 6 Capisce che per quello che riguarda i cross, non è la serata giusta. Per carità, Lazovic ne mette, ma manco uno che gli arrivi sulla testa. E quindi prova giocare manovrando, tornando indietro a cercarsi il pane per la giornata. A me piace come si muove e come si sacrifica. Pur augurandocelo, non è che possiamo pensare che faccia un gol a partita.

DJURIC s.v. (dal 39’ s.t.)

ALL. CIOFFI 6 Brucia perderla così, parecchio. Soprattutto dopo un primo tempo al termine del quale i suoi ragazzi avrebbero meritato il vantaggio. Ma la differenza, come spesso accade, la fa la qualità. Gasperini guardando la panchina gode, lui, invece, si accontenta. Lo spirito è stato ritrovato, manca ancora tanto, è vero. Ma questo Verona non deve avere paura di salvarsi.

25 commenti - 1.458 visite Commenta

Alessandro

Cappella di montipo che come sempre sui rasoterra non carica per il tuffo, attacco inesistente e Cioffi non se ne accorge

Rispondi
Mir/=\ko

Hongla 6? Per me merita almeno mezzo punto in più! L’ho osservato molto bene e ha dimostrato grande visione di gioco e notevole precisione nelle geometrie dei passaggi, alcuni smarcanti…

Rispondi
Malatosano

Il 7 a Veloso non lo capisco, se c’era Hongla quel gol non lo prendevi (e Hongla prendeva un rosso). Non lo avrei mai detto ma Hongla in questo momento deve giocare.

Rispondi
Bruno

Mi sembra una valutazione buona, sicuramente Ilic deve fare di più e per fargli capire la cosa lo alternerei di più con Veloso per Lasagna spero che non abbia finito già.

Rispondi
ziga

E’ già la seconda volta che Cioffi sostituisce Henry e tieni in campo Lasagna fino alla fine. Sbagliando secondo il mio parere: sia con il Bologna ma soprattutto oggi nella parte finale della partita con Henry e Diuric bastava mettere palle alte in area. Hien piaciuto niente; ha anche rischiato di causare un mezzo rigore appena entrato; speriamo sia stata l’emozione. Migliore in campo Lazovic.

Rispondi
Bepe

Beh, dite quel che volete a me il Verona è piaciuto, secondo me siamo sulla strada giusta. Lazo, Tameze ed Hongla i migliori…. Hien da rivedere anche se, a parte gli errori, mi sembra un gran fisico, ma un po’ macchinoso. Buona serata

Rispondi
Silvano

4,5 a Hien ……che cattivo!
7 a Veoso ……mi sembra veramente tanto,visto che il gol che preso passa dalla sua zona(dov’era Veloso?) infatti poi viene subito tolto

Rispondi
Jp matto

Davvero non capisco dove e cosa guardino nelle partite… montipo prende gola 35 mt su un rasoterra angolature ma non fortissimo…. lasagna sbaglia tutto il giocabile … hien pazienza che sia la prima … ma prova in tutti i modi a far fare gol… veloso 5 … il gol arriva dalla sua zona … i piedi non si discutono ma in questo calcio senza dinamicità non si va da nessuna parte

Rispondi
stefano56

L’ironia di Gasperini. Questa squadra, senza né capo né coda, non ha qualità per la serie A. Nessuno con l’organico più debole del nostro. La qualità è direttamente proporzionale alla forza della società. Qui si erogano stipendi più bassi di quelli dati ai giocatori della SPAL…Io sono il primo che dice che il mondo del calcio è immorale. Ma questa è la realtà. Potremo partecipare a campionati di sport diversi…

Rispondi
NIKE

Hongla ha fatto un partitone per il tempo che è stato in campo. Diamo qualche attenuante a Hein buttato nella mischia appena arrivato

Rispondi
mattia

Il nostro primo tiro in porta è stato al 60mo ma di cosa stiamo parlando.
Ho visto si un’atalanta meno forte rispetto agli anni scorsi, mai io continuo a vedere nel verona un non gioco.
Il nostro non gioco è passaggi orizzontali in difesa e con calma se ci arriviamo andiamo in porta.
Statici , lenti e con poca dinamicità sopratutto nel primo tempo.
Spero di essere smentito e mi auguro che veramente il verona inizi a macinare punti se no sarà veramente dura.
Montipo si avra fatto parate , ma non puoi prendere un gol da 30 metri.
Hien perche metterlo dentro ?
Poi impressione personale , ma con il centrocampo a 5 messo cosi senza un trequartista c’è solamente che confusione li in mezzo, dove spesso si prestano i piedi.

Rispondi
Hellas Gig

Un attaccante (qualsiasi) sbaglia 5 goal fatti, poi fa un goal bellissimo e prende sempre almeno un 7 in pagella.
Ieri Montipò ci salva il c**o 3 volte (“TRE” volte), ma siccome arriva leggermente in ritardo su un tiro (peraltro angolatissimo) di un giocatore che fin dalla metà campo non è stato marcato da nessuno, contrastato da nessuno, nemmeno ostacolato o sbarrato nel tiro da nessuno, si prende tutta la colpa lui e deve meritare un 5.5?
Bravo Vitacchio!

Rispondi
Pietro

Io un 6 a Doig lo darei, è entrato con una voglia di fare notevole e ha un ottimo piede, mi ha davvero impressionato anche se ha giocato poco, sarebbe stato bello metterlo prima. Hien non conosce neanche il nome dei suoi compagni ed è stato buttato in campo, 4.5 è molto severo considerando che comunque non ha nessun goal sulla coscienza e anzi se non ricordo male ha neutralizzato Muriel con un’ottima spallata

Rispondi
Moreno

Darei 4 a Cioffi e non a Hien che è stato mandato allo sbaraglio appena arrivato e forse anche senza allenamento con la squadra!Poi era da sosituire Lasagna e non Henry e inserire prima Doig e Hongla!

Rispondi
RINO

La difesa è ancora debole, debolissima. Mi spiace per Montipo’ è vero ha fatto un paio di buone parate, ma se ogni partita becchi 1 o 2 gol non esattamente imparabili, il voto massimo è 5.
Gunter lo vorrei vedere in qualsiasi altra squadra, purchè non all’Hellas. Anche ieri in ritardo sul proprio uomo che non ha segnato solo per caso. Personalmente me la faccio in braghe tutte le volte che la palla si aggira dalle sue parti, troppo indeciso ed impreciso. Forse sarebbe meglio spostarlo dove non fa danni se proprio lo devi tenere in campo, il piede ce l’ha buono. Ma in difesa è un rischio.
Bene Hongla, e benissimo Lazovic, merita almeno 8, altro che 7, cosa deve fare di più?? Ps: ottimo anche a destra, forse anche meglio che a sinistra.
Ed anch’io darei un 6,5 a Doig che è entrato come prima volta con grande voglia , ha
sbagliato poco o niente e ha già indicato che lui l’uomo lo può saltare.
Lasagna non ha influito, lui deve essere lanciato in corsa, non spalle alla porta. Però il suo l’ha fatto, come Henry. Li davanti non siamo messi male.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code