Torna al blog

IL PAGELLONE DI LAZIO-VERONA

MONTIPO’ 7.5 Migliore in campo, per distacco. Nel primo tempo un miracolo (aiutato dal palo) su una botta tremenda da fuori di Basic. Nella ripresa, bravo in uscita su Immobile, lanciato verso la porta. Tiene a galla il Verona fino alla fine, salvando su Cancellieri, illuso di trovare il gol dell’ex. Impossibile fare qualcosa di più sul gol di Luis Alberto. Una risposta a chi lo critica sempre e comunque.

CECCHERINI 5 Pomeriggio da incubo per il Cecche, che riesce davvero poco davanti al suo ex compagno, Zaccagni. L’attaccante della Lazio gli va via una volta sì e l’altra pure. In velocità lo scontro è decisamente impari. Sulla qualità è ovvio che non ci sia gara. Questa volta non riesce a limitare i danni con la grinta.

CABAL 5.5 (dal 60’) Come un marziano catapultato di colpo sulla terra

HIEN 5 + Un primo tempo praticamente perfetto. Prende le misure al millimetro su Immobile, al quale non resta che protestare per qualsiasi cosa gli passi per la testa. Sbaglia però nei momenti chiave, ovviamente in occasione del gol del vantaggio biancoceleste. Si fa fare un backdoor da Immobile (decimo gol in carriera contro il Verona) che di testa trova la più facile delle reti. Di lì in poi tanti altri errori forse più di stanchezza che altro.

COPPOLA 6 Bene fino a quando gioca a sinistra. Amministra senza soffrire e aiuta la squadra a rimanere alta. Le cose cambiano, e non poco, quando viene costretto a passare a destra a prendersi cura di Zaccagni. Che, come con Ceccherini, non ha pietà e lo lascia spesso e volentieri sul posto. Si becca un cartellino proprio al primo incontro ravvicinato con Zac e da lì alla fine è costretto a giocare con la paura del rosso.

TERRACIANO 6 Conferma quanto di buono ha fatto vedere sin qui. Personalità a pacchi e capacità di interpretare nel migliore dei modi le indicazioni di mister Cioffi. Questa volta il compito è tenere a bada uno come Marusic. Ci riesce. Forse avrebbe dovuto aiutare un Ceccherini in difficoltà. Tra le altre cose, sfiora l’eurogol da centrocampo.

DEPAOLI 5.5 (dal 60’) Ha sui piedi un paio di palloni interessanti. Non li gestisce come avrebbe dovuto fare.

VELOSO 6.5 Di fronte a un centrocampo tecnico e dinamico come quella laziale lui risponde gonfiando il petto e mettendo insieme, ancora una volta, una grande prestazione. In costruzione e in interdizione. Solo un problema allo stomaco riesce a metterlo ko e a costringerlo a uscire prima che finisca il primo tempo.

TAMEZE 6 (dal 35’) Anche mezzo acciaccato è comunque sempre uno dei migliori. Prende il posto di capitan Veloso e la qualità rimane la stessa.

ILIC 6 Non è facile giocare davanti a un centrocampo come quello della Lazio. Eppure rimane bene in partita, anche se non è esente da errori. Meglio quando di fianco ha Tameze, che gli consente uno scarico di responsabilità difensive. Peccato per la grande occasione per pareggiare. Fa tutto bene in area di rigore, ma il tiro parato da Provedel gli esce troppo centrale.

DOIG 6 Rovina una buona partita, comunque non all’altezza di quanto visto contro la Samp, con un errore che dà il la al gol della Lazio. Peccato, perché fin lì aveva comunque dato buone sensazioni, facendo vedere ottima corsa, ma anche intelligenza tattica. Indubbiamente più attaccante che difensore, deve migliorare soprattutto in questo aspetto. Non molla comunque di un centimetro, seppur stremato, quando nei minuti finale aiuta la squadra a riprenderla.

LAZOVIC 6.5 Questa volta più che inventare viene incaricato di annullare l’avversario. Nella fattispecie Marcos Antonio. Missione, direi, compiuta visto che il centrocampista laziale non vede palla, mandando in frantumi le velleità di palleggio di Sarri. Vero, qualcosa ha sacrificato in fase offensiva, ma per Lazo ancora un’ottima figura.

HRUSTIC 5 (dal 70’) Poca roba, sembra molto indietro di condizione.

LASAGNA 5 Una grande occasione in settanta minuti di partita, sprecata malamente anche se, a sua difesa, va detto che gli capita sul destro. Ma a questi livelli devi fare meglio. Prova a innescarsi, ma gli capita spesso di inciampare da solo, nelle sue intenzioni. Continuo a non capire il suo linguaggio del corpo, che tradisce spesso una passività che non mi piace.

KALLON 6 (dal 70’) Prova a dare la scossa, ma i compagni non colgono.

HENRY 5 A differenza di Lasagna, di occasioni ne ha due: una si stampa sulla parte della traversa, l’altra la ciabatta goffamente, da posizione ottima. Questa volta gli manca anche la solita grinta vista fin qui. Quando si trova a gestire i palloni bassi, zoppica. A livello del testone non gli arriva nulla.

ALL. CIOFFI 6 Non sono di quelli che buttava via il bambino, con la proverbiale acqua sporca. Perché fino al gol a me il Verona è piaciuto, per voglia di andare a prendere alta la Lazio, con aggressività e senza paura. La differenza l’ha fatta la qualità. Dopo il vantaggio della squadra di Sarri, però, i suoi si perdono. Su questo deve lavorare, parecchio. Forse anche sui cambi avrebbe potuto fare meglio. Ma detto seduto davanti al computer è fin troppo facile.

20 commenti - 1.275 visite Commenta

Andrea ANGELOFAGN

È difficile capire un allenatore che non cambia marcatura ( Ceccherini su Zac)
Poi lascia Lasagna ( per me inutile)

Rispondi
Bruno

Beh come pagella e fin troppo buona a parte Montipo, non abbiamo mai tirato in porta contro c’era la Lazio, ok ma il coraggio che dice Cioffi non l’ho visto vediamo la prossima.

Rispondi
marco

pagella assurda.
Coppola 5 giocatore mediocre
Montipo’ ???
Terraciano ???
Veloso ???
Lazovic ????
siete anche voi aziendalisti.
Se dai 5 a Ceccherini devi dare 4 a Coppola. Ho capito che e’ giovane ma i voti vanno meritati.

Rispondi
ciccio2

commento assurdo: semplicemente hai una visione diversa da chi ha fatto il pagellone. Hai ragione tu? Ha ragione Vitacchio? Che c’entra l’aziendalismo?!

Rispondi
Manto93

Ok, allora con tutte queste sufficienze direi che il messaggio che passa è che le cose vanno bene. Avanti così che andremo lontano con un gioco inesistente e con un attacco da serie B

Rispondi
Hellasebasta

Ilic per me oggi è minimo da 7, Lasagna da 4, oltre che inconcludente è stato anche ridicolo a inciampare 2 volte sulla palla. Doig 5 al massimo, quando è andato in crisi doveva spostare di là Lazovic. Al posto di Cabal avrei messo Gunter. In pratica bel secondo tempo ha perso tutta la chimica di squadra: giocavano Doig, Hien, Cabal, Hrustic, Kallon, Henri, tutti nuovi che non hanno mai giocato assieme.

Rispondi
Kar

Probabilmente non guarderò più la pagella, ma avete visto la partita? Capisco che non bisogna sparare sul pianista, vista la scarsa qualità, ma i voti sono suggeriti male, ultimamente vedo che tra te e Vighini c’è molta “intesa” con $etti.

Rispondi
Stefano

Squadra senza una identità, un’anima, un amalgama. Un insieme di singoli, che a giorni fanno meglio, a giorni fanno peggio. In lecce e cremonese invece, tanto per fare un esempio, vedo un’anima. Non so quanto sia colpa di Cioffi e quanto dello smembramento ad opera della società. Non si é giocato male, la grinta c’è e c’è stata, ma resta la sensazione forte che così non si andrá proprio da nessuna parte.
E dopo la fiorentina la classifica fará molta più paura. E il bel gioco (che ho visto in cremonese lecce e anche monza) porterà i suoi frutti, così come il contrario. Spiace ma in difesa abbiamo perso solo Casali, ma siamo giá a DIECI gol presi. E qui è l’allenatore…..

Rispondi
Stefano

RICHIAMATE PRANDELLI CHE CI SALVIAMO!

Esprimiamo il peggior gioco della serie A! Dove volete andare? E non abbiamo la difesa del Real.

Rispondi
Marco Ronca

Credo che oggi abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla gara con la Samp. Fino a poco prima di prendere gol neanche male, ma da quando ho pensato, ahi, siamo calati, stiamo giocando male adesso, è passato un pugno di secondi e ci siamo trovati 0-1. E non dipende solo dall’errore di uno. Perché gli altri possono rimediare quasi sempre, a meno che gli avversari non abbiamo più voglia di te. Questo è successo… hanno quasi tutti più voglia di noi. Voglia che come per incanto torna negli ultimi 5 minuti . Sembra manchi la condizione, la testa non c’è. Allora finisce che manca anche la qualità…
Io speravo di giocare una gara come quella affrontata dalla Salernitana a Torino stasera…
Invece oggi avremmo perso anche contro di loro. Cisa che per salvarsi, non possiamo permetterci. Forza ragazzi mettiamocela tutta, possiamo fare molto meglio!

Rispondi
caio merlo

3 partite perse su 6,difesa da incubo,attacco di libellule.qui nemmeno a chiamare conte e guardiola si riuscirebbe a raddrizzare l’andazzo.perchè?facilissimo .hien,ceccherini,ilic,terracciano,veloso,doig,lasagna in squadre come salernitana,monza,cremonese non vedrebbero il campo nemmeno per tagliare l’erba e da noi sono considerati la spina dorsale.dove volemo andar…salernitana e cremonese hanno le squadre rifatte completamente e ieri sembravano assemblati da anni

Rispondi
pipphellas

più o meno d’accordo. Purtroppo la fase offensiva è praticamente inesistente e questo fin dall’inizio del campionato. Giocando in dieci comunque non è mai facile (si, numericamente in 11 ma Lasagna non lo conto più).

Rispondi
ciccio2

Cioffi 5. Qualche scelta non condivisibile: es. Cabal? Non c’era qualcun’altro in panca più affidabile? Poi se fai pochi tiri in porta e il tuo portiere è il migliore in campo, direi che perdere ci sta.

Rispondi
pippi gialloblu

Se vogliamo dire che abbiamo giocato bene perchè nel primo tempo abbiamo fermato la Lazio, fate pure ma a me questo Verona non è piaciuto per niente. Attacco inesistente, Palloni giocabili per Henri zero. Lasagna basta per favore, a questo ragazzo l’ho sempre detto MANCANO I FONDAMENTALI ! non sa nemmeno stoppare la palla, ci incespica sopra, come si fa !!!!! L’anno scorso si criticava Tudor perché giocava con Veloso e Ilic e quest’anno invece va bene ?? capisco Tameze non al meglio, però sempre più dinamico di questa coppia anche se non in forma dai . Poi, come se non bastasse, il mister mette Cabal………… (con Gunter in panchina ?) e qui è scesa la notte. Sia chiaro, non do la colpa al giocatore, ma questo sarebbe pronto per il campionato italiano ????? Doig male molto male. Quattro corse non fanno un giocatore. Lazzari gli ha fatto vedere le streghe anche se fisicamente inferiore. Mancano i trequartisti, c’è un totale scollamento tra centrocampo e attacco. Lanci lunghi continui senza manovra. A sto punto visto che dobbiamo sempre giocare con 2 punte, mettiamo Kallon, almeno ha un pò di dinamismo e con la velocità da un pò di brio alla manovra. Terracciano tutti a dire bravo, si il ragazzo s’impegna, bisogna farlo crescere, ma da qui a dire che è il sostituto di Faraoni…. ma dove li mettiamo gli inserimenti del Fara, i suoi goal sul secondo palo, le sue diagonali difensive, gli assist ???? Con lui in campo non so se Zaccagni avrebbe fatto tanta bella figura. Mi spiace, ma la vedo davvero dura. Spera ancora in Verdi, in Hrustic quando entrerà negli schemi,…il resto mi preoccupa non poco. Specie in difesa..dove criticavo Gunter che però adesso in mezzo a questi sembra quasi un fenomeno e questa la dice lunga ! Se noi dell’Hellas dobbiamo sempre soffrire, quest’anno ricalcherà bene il nostro target. In bocca al lupo vecio Hellas.

Rispondi
Moreno

Squadra senza identità! Poche idee di gioco!E scelte sbagliate di Cioffi!Rimettere Lazovic sulla fascia e lasciare Doig in panchina come alternativa e schierare nuovamente Gunther in difesa no Cabal!In più anche De Paoli era meglio lasciarlo dove era!!!!

Rispondi
bardamu

Con la difesa in campo ieri c’è da stupirsi che fino al 90° fossimo sotto solo di un gol. E gran parte del merito va a Montipò che uscendo alla disperata dall’area ha salvato il risultato in varie occasioni. Non discuto sul valore dei singoli ma schierare contemporaneamente un giovane di belle speranze destro di piede a sinistra, un altro giovane con un po’ più di esperienza ma appena arrivato in Italia e Ceccherini mi è parsa una scelta molto azzardata.
Il risultato è molto bugiardo, sì, ma solo perché l’alazie tra errori dei suoi attaccanti e salvataggi del nostro portiere non ne ha segnati almeno altri 2.
Abbiamo giocato con coraggio è vero, ma non abbiamo fatto un tiro vero in porta.
Mi piange il cuore ad ammetterlo ma Lasagna forse è meglio che rimanga in panca. Proverei il giovane Kallon che mi sembra tecnicamente valido e pieno di energia e volontà.

Rispondi
alex85

vorrei sapere che partita ha visto Vitacchio ! Voti a casaccio ma sopratutto il 6 a Cioffi, sbagliata la formazione iniziale, sbagliate le marcature su Zaccagni, sbagliata l’insistenza su Lasagna, incomprensibile lo spostamento di Lazovic in tal modo Herry non ha visto un traversone che è uno …… Evidentemente Vitacchio è impegnato in altre faccende e non vede le partite delle altre squadre, anche se con meno punti (che poi sarebbero quelli di una vittoria) hanno più gioco , creano occasioni, mostrano più grinta e forma fisica per non parlare poi di Udinese e Salernitana

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code