Torna al blog

IL PAGELLONE DI VERONA-MILAN

MONTIPO’ 6.5 Impietrito sull’autogol di Veloso, nel primo tempo non è chiamato a grandi cose. Nella ripresa, il Milan, pur lasciando campo al Verona, riesce a costruire un paio di occasioni interessanti con Rebic prima, con Theo dopo e ancora con Rebic. Lui c’è e non si fa sorprendere. Davanti a Tonali soccombe, privo di difese.

HIEN 6.5 Ha il pericolo pubblico numero uno da tenere, Leao. Gli riesce quasi sempre, tranne in un paio di occasioni nel quale il portoghese si accende. Ma è poca roba rispetto a quello che potrebbe fare e non fa. Il difensore gialloblù ci mette fisico, corsa ed esperienza. Forse la sua miglior prestazione, di grande personalità, da quando è a Verona

GUNTER 6.5 A sinistra, su Diaz, potrebbe soffrire la velocità dell’attaccante milanista, ma è bravo a puntare tutto sul gioco d’anticipo. Non deve faticare nemmeno più di tanto per portarsi a casa la pagnotta. Si gratifica con il gol del pareggio e va vicino alla doppietta con un tiro uscito di un soffio sopra la traversa di Tatarusanu. Mezzo voto in meno perché in occasione dell’1-2 avrebbe potuto stringere per contrastare Tonali, ma è arrivato troppo tardi.

MAGNANI 6.5 Guarda un po’ chi si rivede. Messo ai margini da Cioffi, costretto ad allenarsi a parte, viene ripescato da Bocchetti, anche per le tante assenze dietro, e il risultato è decisamente positivo. Forte come sempre nel gioco aereo, perde solo una volta Giroud, che sbaglia un gol clamoroso. Per il resto, anche quando entra Origi, lascia poca roba ai milanisti.

CABAL 6 (dal 25’ s.t.) Il suo lo ha fatto.

FARAONI 6 Mancava come l’ossigeno a questo gruppo e anche solo averlo in campo è positivo. Poi, certamente non è ancora il Faraoni che a Verona è diventato un giocatore importante. Ma c’è stato, come tutta la squadra. Avanti così.

TAMEZE 6 + Andamento lento per il francese che più che costruire pensa a difendere su Adli, di fatto annullandolo. Manca il suo dinamismo, sempre prezioso nell’accendere l’ardore della squadra, ma le consegne tattiche sono chiare, guardare dietro, non davanti. Gli manca un po’ di gamba, però c’è tanto di lui nel gol del pareggio, con quel bel passaggio, spizzato poi da Depaoli per Gunter. Esce zoppicante, si spera solo per un indolenzimento.

HONGLA 6 (dal 20’ s.t.) Ordinato.

VELOSO 6 C’è lui nei due episodi chiave che, a conti fatti, hanno deciso la partita. E’ sfortunato, ma anche goffo in occasione dell’autogol. Lì serviva più attenzione da uno come lui. Non si fa comunque scalfire e riprende a giocare come sa, dispensando palloni a go-go. E’ sempre lui il cervello del Verona, ma alla tecnica affianca anche una corsa leggera e libera. Le gambe lo lasciano quando Tonali, che potrebbe essere suo nipote, gli va via per il più classico degli inserimenti solitari. Lì è mancato, ahimè.

DEPAOLI 6.5 Conferma di essere in fiducia, aiutato anche dall’ottima prestazione di Salerno, dove ha anche segnato. Ha altre qualità rispetto a Lazovic, ci mancherebbe, però è concreto e ordinato, meno fantasioso ma non meno efficace. E’ bravo, col tacco, a deviarla quanto basta per far arrivare l’assist decisivo per il gol del pari.

VERDI 7 Che bravo sto ragazzo, che partita di qualità. Destro, sinistro, per lui non c’è alcuna differenza. Davanti inventa calcio e raramente fa cose banali. La qualità è alta e finalmente anche le gambe lo aiutano. Certo, fisicamente non è un colosso e qualche contrasto lo perde, ma ci sta. Tutto il resto gli riesce con grandissima facilità.

KALLON 5.5 (dal 25’ s.t.) Deve creare scompiglio nella difesa milanista, ma si inceppa.

HRUSTIC 5.5 Un suo alleggerimento sciagurato e senza senso spalanca un’autostrada per il vantaggio del Milan. Fatica tremendamente a entrare nel gioco e a trovarsi la posizione. Piano piano migliora, sembra più a suo agio, aiuta anche dietro. Va vicino al gol nella ripresa, ma sono sicuro che possa fare molto meglio di così.

PICCOLI 6 + (dal 10’ s.t.) Dentro da un paio di minuti, prende subito una traversa, a Tatarusanu praticamente mummificato. Poi ancora un paio di occasioni interessanti, ma non è fortunato

HENRY 5.5 Un po’ meglio rispetto alle ultime, più voglioso e determinato nell’andare a cercare un posto al sole. Ma sono tanti i palloni che fatica a tenere per dare una mano alla squadra a portare su il baricentro e rifiatare. Una cosa è giusta dirla, di cross non gliene arriva mezzo di decente per il suo testone.

DJURIC 5.5 (dal 20’ s.t.) Si butta nella mischia, ma ne prende poche.

ALL. BOCCHETTI 6.5 Una cosa ha fatto, ha tolto ogni equivoco tattico. Quello che aveva dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione, lo ha mantenuto: uomo contro uomo, corsa, agonismo e cuore. Ha toccato le corde giuste dei suoi ragazzi, più da un punto di vista motivazionale, non poteva fare molto altro. Ha ripreso un discorso che Cioffi aveva provato a fare suo, ma non sempre con convinzione. Questo Verona, con questo atteggiamento, può assolutamente salvarsi e non deve avere paura di farlo.

22 commenti - 1.600 visite Commenta

BOMBOLO

BELLO IL VERONA COMBATTENTE DI BOCCHETTI!
VELOSO FA CAGAR CO LE SFRANSE
MEJO I ZOVENI

S E T T I /=\ B U F F O N E

Rispondi
Stefano

Verdi insufficienza piena! Non parliamo di due palle perse clamorosamente a metâ campo. Mi chiedo chi dia i voti, in tanti ci chiediamo sempre se ha visto la partita!!!
Per il resto, ottimo verona, un affiatamento ad attaccare ritrovato! Tameze IMMENSO, voto otto, ovunque!
Henry mediocre, a parte un numeto a smarcarsi a metà campo fantastico.
Difesa male, Milam stasera pressoché assente e ha vinto col minimo sforzo la partita.
Siamo sulla strada giusta. Io proverei Cortinovis, a me Verdi non è piaciuto. Grazie a tutti.

Rispondi
Masaccio

Verdi è L’unico giocatore che inventa gioco e salta l’uomo!! Che partita hai visto !!!?? Forza Hellas 🇺🇦🇺🇦

Rispondi
Ricky

Forza il Verona /=\
Squadra e gioco mille
Volte meglio che con cioffi .
Siamo senza attacco grazie a setti , la salvezza passa solo dagli scontri diretti

Rispondi
Stefano56

Purtroppo lza statistica non ci da’ appeĺo. Sette sconfitte su dieci non lasciano appello. Oggi reazione nervosa e basta. Davanti no c’e’ nessuno e poi ci sono dei brocchi senza fine, su tutti hrustic e piccoli, indisponente

Rispondi
Balacherugola

Se per te Verdi ha giocato male devi cambiare sport perché il calcio non è cosa tua… ma non sto scherzando perché o te si cieco o imbriago… ce ne sono tanti.. prova le bocce al bar ma magari bei anca manco che ne par te fassa mal!

Rispondi
mattia

Concordo .
Verdi ieri sera era ovunque .
Come ho gia detto, peccato per una sola cosa,che mon abbiamo niente in attacco eccetto verdi, perche con un po di qualità in più questa partita la vincevi.

Rispondi
Stefano

Purtroppo senza attaccanti decenti è dura salvarsi. Idem senza difensori decenti. Hurstic sesto mistero di fatima come direbbe Vighini. Però a volte il gruppo se ben guidato può far miracoli. Marroccu peggio di un brutto male. Se penso agli attaccanti che ha preso…. che societâ orribile.
Forza hellas, dai che ci proviamo!

Rispondi
Stefano56

Il non licenziamento di marroccu conferma come il futuro sara’ drammatico, attenzione, drammatico per i risultati sportivi. Ultima preoccupazione di questa societa’ . Non mi sorprenderebbe se cellino diventasse presidente dell’ hellas. Stanno arrivando tempi cupissimi. Stasera grande intervento di Vighini. Stoico

Rispondi
Skyfoso

Purtroppo non avendo attaccanti validi (Piccoli Hurstic 4 veramente delle chiaviche) Henry e Djuric scarsi 4,5 e Kallon?… inesistente, sarà dura salvarsi. Grazie all’infame si $€tti e al peggior ds di sempre Marrokulo

Rispondi
Carletto

Montipo decisivo come al solito: non imbrocca un’uscita neanche a pagarlo. Piccoli 6+ ? Ma che partita hai visto. Bisogna rispedirlo a Bergamo domani in giornata. Hien 7,5 ha annullato il terrore del campionat

Rispondi
Diego

Ho visto un Verona con un altro atteggiamento rispetto al passato, mi
è piaciuto , qualche errore come sul primo gol e sul gol mancato di Giroud ma la squadra ha dimostrato sul campo di esserci, ricordiamoci che l’altra squadra era il Milan , aventi i blu Forza Hellas

Rispondi
alex85

Hrustic non ha meritato più di 4, nessuna azione degna di nota salvo gli errori. I centrali dov’erano nell’azione gol di Tonali ? Preoccupante la scarsità totale della panchina, chi è subentrato si è rivelato inferiore a chi ha sostituito, i cambi ieri ma quasi sempre non hanno apportato nulla a differenza di altre squadre che con i cambi cambiano l’andamento della partita.

Rispondi
Ak47

Hongla 6 è una bestemmia. Entra e perde un pallone sanguinoso si fa ammonire per una entrataccia su pobega. Con tameze in comune ha solo il colore della pelle per il resto non ci siamo

Rispondi
Masaccio

Non sono d’accordo…. Hongla è un bel giocatore che però ha bisogno di giocare e di fiducia…👍🏽

Rispondi
pipphellas

ho dei seri dubbi su Hrustic….non è che si potrebbe provare Cortinovis? Prima Lasagna..ora Hrustic..perchè dobbiamo sempre giocare in uno in meno??
Verdi è davvero una spanna sopra gli altri…quanto è mancato un giocatore così sin dall’inizio (complimenti Marroccu, orrido figuro).
Temo che davanti si sia davvero leggeri…Henry da solo non ce la fa. Djuric, Piccoli, Lasagna…sacrificabili senza lacrime a Gennaio per una punta vera.
Peccato che Veloso non abbia i 90 minuti. Ilic torna tra noi 🙂

Rispondi
Masaccio

Temeze 6+!!??? Ma che partita hai visto??? È stato il migliore in campo…speriamo non si sia fatto male!

Rispondi
Ghost3

Ieri FINALMENTE si è visto l’Hellas giocare con la squadra corta (difesa alta e pressing davanti) e difatti abbiamo messo in difficoltà il Milan (campione d’Italia). Nel primo tempo molto bene anche il gioco palla a terra con fraseggi brevi e veloci. I problemi restano sempre 2 e cioè: A – Manca qualità in attacco (anche ieri abbiamo segnato con un autogol) B – Il nostro gioco è molto dispendioso e, non avendo una panchina di rincalzi da serie A, subiamo gol negli ultimi 20 minuti. A ciò si aggiunga che alcuni acquisti sono come minimo preoccupanti (Hrustic ha fatto una partita pessima regalando palla al Milan sul 1° gol e sbagliando poi moltissimi passaggi incluso un tiro in porta a girare sul fondo) mentre Veloso che ha tecnica ha però l’autonomia di un solo tempo di gioco (forse per l’età).
Tuttavia mi è piaciuto molto il fraseggio veloce del 1° tempo a centrocampo ed in particolare la prestazione di Verdi che ritengo essere il giocatore più tecnico che abbiamo. Ho sempre pensato che cambiando allenatore sarebbe comunque stato difficile salvarsi però ieri Bocchetti mi ha stupito per la disposizione tattica dei giocatori dell’Hellas. Credo che sia molto positivo questo approccio alla partita anche se dobbiamo migliorare tanto in tenuta fisica e soprattutto in qualità di gioco offensivo. Onestamente non parlerei di sfortuna per la sconfitta di ieri anche se in una bella azione Piccoli, con un colpo di testa, ha colpito la traversa.

Rispondi
Celtico

Io proverei Verdi e Cortinovis trequartisti..
Le qualità le hanno..!!ma ieri Cortinovis non era neanche in panca…mah..

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code