Torna al blog

IL PAGELLONE DI SASSUOLO-VERONA

MONTIPO’ 6 Anche oggi due gol subiti, senza aver colpe. Fin dove può, c’è, è attento. Ma a un certo punto gli attaccanti del Sassuolo sembrano venti e sbucano da ogni zolla del campo. Difficile fare più di così.

HIEN 4.5 E sì che non aveva nemmeno iniziato male, attento quanto bastava. Ma è bastato un lampo di Laurientè, che lo ha scherzato con una facilità disarmante, per farlo andare nel pallone più totale. Nella ripresa c’è Traorè a farlo ammattire. Non ci prova nemmeno a fermarlo e così il Sassuolo sorpassa, senza nemmeno grande fatica. Goffo da far paura.

GUNTER 6 Tra tutti i giocatori del Sassuolo, Pinamonti pare quello meno ispirato. Il merito, probabilmente, è anche suo che lo sovrasta in particolar modo nel gioco aereo. Nulla di che, per carità, ma il suo lo fa.

CECCHERINI 7 La sua miglior partita da quando è a Verona. Pronti e via e segna quasi a sua insaputa, mettendo dentro un cross tutt’altro che irresistibile che nessuno tocca e finisce lento lento alle spalle di Consigli. Salva poi un gol già fatto, con un intervento in area piccola, a dir poco miracoloso. Esce con un cartellino giallo sul groppone.

MAGNANI 6 (dal 67’) Salva su Traorè e rimanda la resa gialloblù.

FARAONI 6 Deve dare una grande mano a Hien, che con Laurientè va costantemente sott’acqua. Si vede che pensa più a curare la fase difensiva che altro. Ed è lui, su Frattesi, nel secondo tempo, a fermare un tiro che aveva fatto urlare al gol i pochi tifosi del Sassuolo al Mapei Stadium. Davanti si vede poco, ma la sua occasione se la crea comunque, costringendo la difesa emiliana agli straordinari.

TAMEZE 6 Primo tempo così così. Ripresa migliore. Cresce, ma è giusto dire che è lontano anni luce dal vero Tameze. Le qualità non si discutono e si intravvedono anche a Reggio Emilia. Ma non basta per spiccare. Prima era la confusione del calcio mercato. Ora l’umore sotto i tacchi. Per diventare vero leader deve saper prendere per mano la squadra in situazioni come questa. Deve tornare a correre come si deve. Così non basta, Adrien.

VELOSO 5.5 Prende subito possesso del centrocampo gialloblù, mettendo in soggezione anche un talento come Frattesi. Però c’è un però. Perché l’energia finisce presto. Evidentemente non tirare il fiato incide sulla sua condizione. Sta dando tutto e anche di più, ma le gambe non lo seguono come dovrebbero. Frattesi si scrolla di dosso i timori reverenziali, senza troppo pensarci su. E lui va in affanno senza riuscire a opporre resistenza.

SULEMANA 6 (dal 76’) Ha la voglia giusta, ma non basta.

DEPAOLI 5.5 Bene in partenza, poi anche lui si perde strada facendo. In fiducia dopo un paio di prestazioni importanti, sembra crederci, ma si inceppa col passare dei minuti, così come tanti compagni di squadra. Astuto nel prendersi qualche fallo, raramente riesce, però, a creare la superiorità numerica. Di cross in mezzo ne mette pochi. E la qualità è quella che è.

VERDI 5.5 Migliore in campo contro il Milan, due passi indietro col Sassuolo. Qualche lampo gli riesce, ma poca cosa per uno con le sue qualità. Qualità che deve saper far viaggiare con continuità, non un giorno sì e l’altro no. Non bene sui calci piazzati: lì deve incidere molto di più, non può permettersi di calciare gli angoli rasoterra dai. Verona è la sua grande occasione, deve esserne cosciente. Il treno, altrimenti, rischia di non passare più.

DJURIC s.v. (dall’84’)

PICCOLI 6 Lo spezzone contro il Milan gli dà fiducia e si vede. Sembra più libero mentalmente e questo incide sulle gambe, più sciolte. Bravo a fare spallate davanti, in un paio di situazioni è prezioso anche dietro. Sfortunato, il fisico lo abbandona, ancora una volta.

KALLON 5.5 (dal 30’) Forse il lampo di Empoli ci ha un po’ illuso. Forse era presto per caricarlo di troppe aspettative. Forse. Fatto sta che ha una grande occasione, ma va un po’ in confusione e non è mai pulito nelle sue giocate. Lo vedi che ce la mette, ma “struca struca” di sostanza ce n’è pochina.

HENRY 4 Fuori dal contesto, fuori dall’idea di gioco di questo Verona. In questo momento sembra essere il giocatore sbagliato nel posto sbagliato. E il problema non è solo tattico, ma anche di qualità tecnica. Perché non riesce a tenere un pallone che sia uno, sbaglia tutto quello che può sbagliare. Non so se sia un equivoco legato al modulo, ma deve trovare la chiave per diventare parte attiva di questo progetto.

LASAGNA 5 (dal 67’) Sbaglia un’occasione clamorosa, più facile da segnare che farsi parare da Consigli. Poi prova a riscattarsi con un bel tiro, ma il portiere del Sassuolo non ci sente e gli sbarra la strada.

ALL. BOCCHETTI 5.5 L’effetto novità, o meglio, il ritorno al passato, sembra già svanito. Eppure la sua squadra parte tremendamente bene. Si trova in vantaggio dopo due minuti. Passano sessanta secondi e potrebbe essere 0-2. E invece si inchina alla qualità del Sassuolo e alla difficoltà di trovare alternative a partita in corso. Ma chi è in infermeria non può essere una scusante per una formazione che, giocando così, ha poche speranze di salvarsi. Serve il furore. Non so come potrà fare per ritrovarlo nel giro di una settimana.

35 commenti - 1.561 visite Commenta

Stefano56

Voti preconcetti. Non ci sono sufficienze tranne Ceccherini. Henry, Verdi mercenario, Hien e molti altri da estromettere dalla rosa. Si giochi con Terraciano, Solemsana e qualche altro primavera. Game over.

Rispondi
Andrea ANGELOFAGN

Avete detto tutti cose giuste, Henry deve giocare con i primi calci per imparare a stoppare la palla ( ma come può essere così indolente?)
ma aggiungo che l’arbitro è da 3 : tutti i falli in attacco fischiati a sfavore e falli in attacco del Sassuolo a favore
Indecente

Rispondi
Bruno

Siamo già con un piede in B difesa da 3 centrocampo da 4 attacco nulla contratto a Bocchetti di 5 anni forse è il tempo che giocheremo in B se ci va bene sono sconsolato.

Rispondi
Skyfoso

$€tti vergognati, vattene non sei degno di Verona, sanguisuga.
Giocatori scarsoni, ma la colpa è del sanguisuga

Rispondi
Stefano

La serie A si chiama così perchè è spietata, e senza qualità retrocedi.
Cioè, se hai una difesa da serie C, il gol lo prendi invece di evitarlo.
Se hai un attacco da serie C, il gol non lo fai invece di farlo.
Sei hai un centrocampo buono che deve sopperire a tutte le carenze della difesa, e pure dell’attacco, quando si trova a tirare in buone occasioni, è stanco e sbaglia.
Negli ultimi tre anni alle carenze sopperivano campioni, oggi alle stesse non può sopperire più nessuno.
La dea bendata non ha mai aiutato in eterno. Nessuno.
Come nessuno ha mai chiesto di avere benefattori al posto di presidenti. Non ce ne sono nel calcio. Ma qui si va oltre a tutto. Un duo di avidi- incompetenti- schifosi che lucrano su una città. Su gente che paga. Su una passione.

Rispondi
mattia

Aggiungo , che la gente è talmente stanca di prendere diffide che non contesta neanche piu.
Io Ho finito gli aggettivi per descrivere Setti.

Rispondi
pippo gialloblu

Verdi un’eterno incompiuto, se Juric se n’è sbarazzato il motivo c’era. Depaoli come ho sempre sostenuto, farebbe fatica in serie B. Veloso ormai non ce la fa più. Henri….. sarebbe un attaccante? Lasagna non segna neanche a porta vuota, Un unico colpevole comunque, e qui a Verona nessuno lo contesta nemmeno quella che dovrebbe essere la curva sud. Che schifo.

Rispondi
Masaccio

Ho
Letto i vostri commenti!!! 😓😓io non sarei così pessimista!! Abbiamo giocato senza Ilic Lazovic Coppola Doig … tutti titolari!!! Secondo me giocando
Così ci salviamo!! Forza Hellas

Rispondi
Giovanni

La squadra è stata smembrata rispetto allo scorso anno !! Ci sarà senz’altro il bilancio in regola pertanto il prossimo anno iscriversi al campionato di B non sarà un problema..

Rispondi
stefano56

Non sono così convinto che il bilancio sia in regola. Io mi auguro che gli organi competente sempre vigilino su tutto.

Rispondi
Gnanfo

Purtroppo (o per fortuna) il campionato non dura in eterno, siamo quasi ad un terzo e stiamo ancora parlando del nulla cosmico.
E zó bire (pagàe dal merd@ magari…)

Rispondi
mattia

Se non la chiusi con tameze , e sbagli un gol davanti alla porta con Lasagna è chiaro che vieni punito alla lunga perché il sassuolo ha qualità.
Purtroppo questi siamo.!
Sarà un’agonia fino a maggio.

Rispondi
alex85

Otto sufficienze in una prestazione negativa sono troppe; se i voti vanno da 0 a 10 occorre utilizzarne più di tre: qui vanno da 4 a 6, qualcuno avrebbe meritato 2 o 3 e purtroppo nessuno più di 6. Non c’è reparto che non sia esente da scarsa qualità: difesa con 2 gol a partita subiti, attacco che non segna (ultimi gol segnati da difensori), centrocampo che filtra poco, copre ancor meno e non contribuisce a segnare; un disastro completo cui nessun allenatore potrebbe porre rimedio.

Rispondi
Guglielmo

Giusto il 5,5 a Bocchetti perchè:
– la squadra ora ha un gioco ed una sua identità, seppur con interpreti scarsi
– preparazione atletica insufficiente per sostenere questo tipo di gioco, con pressing a tutto campo per 90 minuti
– Veloso, il nostro miglior regista, con questi ritmi regge solo un tempo: occorreva inserire Sulemana prima
– Hien, a tutto campo su Laurientè, dopo un tempo era spolpo: non è in condizione, ha le gambe dolenti e imballate, doveva uscire prima assieme al suo avversario, dovevamo sostituirlo subito con Dawidowiz o Cabal. Questo errore ci ha fatto perdere la partita (ci è costato 2 gol)!! Era evidente anche a me (ma non a Bocchetti) che si trascinava malamente in campo
– Henry non sa tener palla, se non crossi è un disastro, senza Lazovic e Doig che crossano è inutile schierarlo. Al suo posto per questo tipo di lavoro meglio Djuric, e se lo vedo io ma non lo vede Bocchetti ……..
– Morale della favola: ora abbiamo un gioco, ma abbiamo pochi interpreti e per giunta scarsi, atleticamente impreparati per questo tipo di gioco.
Bocchetti meglio di Cioffi, ma non ha l’occhio e la sagacia di Juric nello scegliere di volta in volta i migliori interpreti.
LA SOSTA CI FARA’ BENE!
…..forse ci salviamo…

Rispondi
scaletta

Ti quoto un po’ su tutto. Hien a mio avviso è totalmente fuori ruolo, non è un problema di condizione fisica. E’ un centrale (come tanti altri in rosa) che non ha il passo per contenere esterni veloci e tecnici. Questa falla del destro di difesa ci sta costando una marea di gol.. Se analizziamo lucidamente, le ultime 4 perse con un gol di scarto subito sempre negli ultimi 15 minuti. Vuol dire che se aggiusti la tenuta atletica (oltre che la mira9 lungo tutti i 90 minuti i punti arrivano

Rispondi
Hellasebasta

La penso come te, ma non c’era nemmeno bisogno di aspettare la partita col Sassuolo per capirlo, perchè a Firenze Sottil lo aveva visto col binocolo e gli andava via sempre. Le sue gambe gli permettono una grande progressione, ma non gli consentono la rapidità nello stretto; Hien non potrà mai tenere l’uno contro uno sui laterali d’attacco, a meno che non abbia un raddoppio sistematico. Abbiamo anche capito che Cabal è un’altra mezza figura di questo mercato estivo che ci ha regalato solo tanta chincaglieria, perchè se è stato presentato come braccetto di difesa veloce e lo si lascia in panchina in partite come questa vuol dire che è l’ennesima Marroccata.
A proposito, l’avidità senza limiti e ritegno di Setti era ormai arcinota, ma forse si poteva pensare che ormai avesse un pò capito che per sopperire alle partenze serve un DS con uno scouting di un certo livello, e invece si è fatto bellamente raggirare da questo insopportabile politicante sardo, che il coolo al posto della faccia. Altrochè “Farà la fortuna del Verona nei prossimi anni….” caro Setti, ti sei portato in casa l’Armageddon…

Rispondi
pipphellas

il Milan ci aveva illuso…temo che la qualità della squadra sia quella. Se non si inventa qualcosa Verdi siamo a zero. E ieri Verdi è stato da 4,5.
Montipò 6 Hien 4,5 Ceccherini 6,5 Gunter 6 Faraoni 5,5 Veloso 5 Tameze 5 Depaoli 5,5 Kallon 5,5 Henry 4 Lasagna 3 Piccoli 6
Ho visto giocare tutte le squadre di serie A. Peggio di noi, in quanto a gioco, c’è solo la Doria.

Rispondi
ak47

Ciao Giovanni. Come si dice i mussi non possono diventare cavalli, al massimo massimo buoni asini o ronzini ma non purosangue arabi. questa squadra ha già nei titolari poca qualità e quando li devi cambiare è finita perchè qualità non ce n’è più ma il problema era cioffi per cui adesso i settiani chiedano anche la testa di bocchetti. Miserie db
p.s.
Peggio del laido o signor male al Verona può capitare solo una Superga

Rispondi
alex85

condivido pienamente, da tre mesi sostengo questo, aggiungi poi che la rosa oltre ad essere di scarsa qualità è male assortita con vuoti evidenti in certi ruoli.

Rispondi
pippo gialloblu

Ma, il pessimismo ci sta sopraffando. Qualcuno invoca Ilic e quando c’era volevamo Veloso. Siamo andati a prendere Verdi che gioca si e no 15 minuti a partita. Poi il nulla assoluto. Abbiamo preso 3 paracarri davanti e neanche un terzino veloce che tamponi quando di là gioca un esterno veloce, vedi il primo goal del Sassuolo. Ma quello che più mi fa imbestialire è la totala ASSENZA DELLA SOCIETA’ !!! il direttore sportivo anche in queste occasioni dovrebbe farsi vedere, dare coraggio a squadra e allenatore anche in tv , infondere ottimismo. Lo avete visto più visto dopo le baggianate del mercato e tutte le sue contradizioni ? Ma chi è il consigliere personale del presidente ?????? topo Gigio ????? Fusco ? Come li va a scegliere ??? perché errare è umano ma ………………. Credo che ormai questa società abbia finito ogni credito, andremo in serie B ma spero con gente che ha un’anima gialloblu , si può ripartire con dignità e coraggio ma ci vuole passione e amore altrimenti anche i soldi non servono a nulla. Forza vecio Hellas !

Rispondi
stefano56

Non tutto il male viene per nuocere. E’ necessario un reset profondo, leggi “fallimento”. Via i mercanti da Verona! A calcio si gioca anche in quarta serie. La Storia non si cancella. MA LA STORIA NON SI VENDE. Auspico il fallimento. E’ l’unico modo per liberarsi dai mercanti, dai profittatori, dalle bugie, dai brand, dalle maglie di colore indefinito, dai negozi in via Oberdan ( i centri sportivi non contano..), da peschiera e dalle porte chiuse, ma anche permettetemi, dalla stampa compiacente ed asservita.

Rispondi
mattia

Concordo.
Da tifoso è brutto dirlo perche noi tutti amiamo l’Hellas, ma penso che sia la soluzione migliore, perché di porcherie siamo stanchi.

Rispondi
RINO

SI è dovuto vendere per ragioni logiche, però era anche logico (e conveniente) NON smembrare la squadra a questo modo, e rimpiazzando i partenti con pedine, vedi Sassuolo che ha preso Laurientè. Ma io mi chiedo, adesso che ha venduto tutti i meglio ricavando tra l’altro non molto (ok che una parte li ha presi in nero), cosa farà l’anno prossimo Setti se per puro caso restiamo in A? Come finanzierà la squadra? Vendendo il paracarro Henry? o l’ex-giovane Djuric? o il misterioso Hrustic? o il deprezzato Ilic (dopo questa stagione lo sarà) ??
L’anno scorso avevamo fior di giocatori ma alla fine di quest’anno avremo solo degli ossi da brodo per il mercato, quindi, se non succede qualcosa è davvero game over!
A gennaio sarà indispensabile prendere un attaccante VERO e un difensore FORTE.

Rispondi
teo_el teo

unici sufficienti, a mio parere, il Cecca, Depaoli e Piccoli…tutti gli altri insufficienti, 4 tutto l’attacco, 3 Henry, indisponente…ma purtroppo meglio non c’è!

Rispondi
Bruno

Io penso che la difesa deve cambiare arretrando Faraoni sulla destra e doig a sinistra lo possono fare giocare come centrali di difesa

Rispondi
Masaccio

Io penso che sarà dura .. anzi Durissima … ma che ce l a oossiamo fare con il recupero dei tanti infortunati, con la lunga sosta e con almeno un buon acquisto K in attacco e in difesa…. Dai !! Siamo ad un terzo del campionato!! Un po’ di ottimismo… Grazie 🙏 🇺🇦🇺🇦.

Rispondi
ciccio2

Piccoli sfortunato. Nel calcio però il fisico è tutto. Se ti infortuni troppo, dove vuoi andare? E soprattutto: come fa una squadra fare affidamento su di te?! Acquisto-scommessa, come tanti ma, almeno per ora, persa.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code