Torna al blog

IL PAGELLONE DI VERONA-ROMA

MONTIPO’ 6 Primo tempo inoperoso, con una Roma inesistente, rimessa in partita solo ed esclusivamente dall’errore imperdonabile di Tameze. Nella ripresa bene su Belotti, velenoso in un paio di circostanze. Sui gol poco poteva fare. Forse qualcosa di meglio su Volpato, ma il tiro era angolato e sbilenco.

DAWIDOWICZ 5 E’ l’eroe della giornata fino a quando, con un intervento particolarmente scomposto su Zaniolo, si fa cacciare, dopo la chiamata in causa del Var. Forse era da arancione, ma il rosso non lo trovo scandaloso. Ha la grande colpa di lasciare i compagni in enorme difficoltà. E’ un peccato, perché battezza il ritorno in campo, dopo continui problemi fisici, con un gol che illude

GUNTER 6 Su Abraham con discreta attenzione, è bravo ad anticipare l’inglese spesso e volentieri. Sbaglia qualche diagonale, ma non fa danni. Come tanti suoi compagni, dà tutto e nei minuti finale ce la mette fino al limite per resistere all’assalto romanista. Non basta per portare a casa un punto che avrebbe quantomeno fatto morale.

CECCHERINI 5.5 Praticamente perfetto su Zaniolo, che gli va via solo due volte. In una di queste, però, il fantasista giallorosso segna. La statistica lo bastona. E’ anche vero che l’errore di Tameze coglie impreparata la difesa che, giustamente, non aveva annusato il pericolo, visto che il possesso era del Verona. Ci mette come sempre tanta voglia e tanto impegno. Ma a volte sono le sfumature a condannarti. Dopo l’intervallo rimane nello spogliatoio

HIEN 6 (dal 1’ s.t.) Attento, nonostante non sia bellissimo da vedere. La tecnica è limitata, ma è efficace.

FARAONI 6 Assist gol per Dawidowicz, che illude il Bentegodi griffato di gialloblù. Però c’è un però, perché il vice capitano ci ha abituato a ben altro. Fatica a strappare, là sulla destra, dove ha sempre fatto il bello e il cattivo tempo. Ora non gli riesce. Pensa più a guardarsi le spalle che a dare un occhiata in avanti, anche se ogni tanto bazzica la trequarti giallorossa, come, appunto, in occasione dell’assist per Dawidowicz.

HONGLA 6 Meglio del compagno di reparto Veloso, ha, se non altro, più gamba. Ci mette tanta generosità, ma ha il suo bel da fare con Camara che è un bel martello. Lascia tutto sul campo, anche quando le gambe non girano più. Fino a quando rimane dentro, dà tutta l’anima.

SULEMANA s.v. (dal 41’ s.t.)

VELOSO 5.5 Appiccicato a Cristante, non può, evidentemente, contare sullo stesso passo del centrocampista della Nazionale. Cerca di barcamenarsi con l’esperienza, ma non sempre gli va bene. Tutto sommato, comunque, il suo lo fa. I problemi arrivano nella ripresa quando la benzina comincia a scarseggiare. Diventa poco lucido e sbaglia cose non da lui. Avrebbe bisogno di un turno di stop, per rifiatare.

MAGNANI 6.5 (dal 22’ s.t.) Entra molto bene. Un paio di interventi d’altri tempi.

DEPAOLI 5 Due passi indietro rispetto alle ultime prestazioni, molto positive. Punta raramente l’avversario, che non è un pirla qualsiasi (Karlsdrop). E’ costretto, in particolare nel secondo tempo, a rinculare per tamponare a forza del biondo giallorosso. Dà la sensazione di essere sempre in sofferenza, a mala pena in grado di rimanere a galla.

KALLON 6 Fin da subito si mette in mostra, entrando immediatamente nel vivo della gara e della manovra offensiva gialloblù. Propositivo, sfacciato quanto basta, non se lo fa dire due volte e quando vede lo spazio cerca la conclusione, anche quella più difficile. E’ lui il sacrificato dopo il rosso a Dawidowicz. La scelta di Bocchetti è squisitamente tattica.

LASAGNA 5 (dal 1’ s.t.) Bocchetti lo mette per sfruttare i contropiede. Non ne sfrutta mezzo.

TAMEZE 5.5 E’ troppo grave l’errore che rimette in partita la Roma per sottovalutarlo. Da lì la partita cambia, cambia eccome. Perché i giallorossi, fino a quel momento sono morti e solo una cappella del genere li resuscita. E’ altrettanto un errore non riconoscere la qualità, se per un istante dimentichiamo l’episodio. Gioca dappertutto, attacco centrocampo e difesa, quasi sempre come lui sa fare. Ma il pensiero torna a quella topica clamorosa.

HENRY 4 Continua a essere un oggetto misterioso, totalmente fuori dal contesto. Non riesce mai a farsi trovare pronto, non tiene un pallone, non aiuta la squadra ad alleggerire la pressione della Roma, quando i giallorossi provano a portarla a casa. Tecnicamente sbaglia cose che un giocatore di serie A non può permettersi di sbagliare. E’ obbligatorio che sia sempre lui il titolare?

DJURIC 5.5 (dal 26′ s.t.) Meglio rispetto al francese, ma non abbastanza per essere pericoloso in area.

ALL. BOCCHETTI 6 Il risultato è clamorosamente bugiardo. Il Verona perde immeritatamente, ma le disattenzioni sono state troppe. Così come sarebbe sbagliato negare la direzione di gara disastrosa di Juan Luca Sacchi. I suoi danno tutto, ma la qualità non la compri al supermercato. A tal proposito, mi domando come mai ostinarsi con Henry, che al momento sembra non c’entrare nulla con questa squadra. Sono sette sconfitte consecutive, la terza per Bocchetti. Così sarà una lenta discesa all’inferno.

12 commenti - 1.064 visite Commenta

Roberto

Henry 2 non può giocare in serie a
Tameze secondo me 4,5 l’errore è stato troppo importante, è vero che a parte quello ha giocato anche bene ma è stato davvero clamoroso.
Comunque ci gira davvero tutto male

Rispondi
Balacherugola

Come al solito il buon montipó continua la sua impeccabile statistica. Tiri in porta Roma 6 goal subiti 3. 50%

Rispondi
ciccio2

5 anche a Bocchetti. Inutile mettere in campo un Henry così. Consiglio di prendere un allenatore con esperienza che faccia rendere al meglio i giocatori che abbiamo.

Rispondi
Celtico

Tameze voto 2.una società con i cogli..i,(e non di cogli..i)lo metterebbe in tribuna fino a marzo.partita persa principalmente per colpa sua.SUA.e al diavolo il politicamente corretto.

Rispondi
RobyVR

Brocheti 4, te sì in diese, restar in 8 parchè te meti drento Lasagna e te tien in campo Henry… anca no

Rispondi
mattia

Gentilissimo Vitacchio,
Ha mai giocato a calcio? L`entrata di Pavel Dawidowiz , si è stata scomposta , ma non era da Cartellino Rosso.
Eh comunque non esiste il cartellino arancione.
ISe una societa amasse veramente i colori e avrebbe un senso di appartenenza tuonerebbe su quanto è successo ieri in campo.
Per non parlare del mancato richiamo del Var sul fallo a Lasagna.

Comunque con questo reparto di attaccanti la serie B è nostra.

Rispondi
Jolly Roger

Ho rivisto gli highlights. Sul gol di Volpato, Montipo’ imbarazzante. Tiro per nulla irresistibile, sul suo palo, comincia a buttarsi in ritardissimo (guardate bene la differenza di reattivita’ con il portiere avversario nella parata su Sulemana alla fine). Voto 5. Errore di Tameze che se lo fai nei giovanissimi non giochi per 3 mesi. Voto 3. Fallo di Davidovicz incredibile, voto 4. Henry un fantasma voto 4. E basta coprire e applaudire i giocatori bisogna cominciare a pungolarli, se vuoi sperare in qualcosa da questa annata ormai compromessa.

Rispondi
Liuk

Scrivi di Roma inesistente fino al regalo di Tameze, non ci ricordiamo più del clamoroso gol sbagliato di Abraham? E del colpo di testa poco dopo ? Partita sarebbe già finita li con l’attacco inesistente nostro.

Rispondi
alex85

Mi risulta che nelle pagelle i voti vadano da 0 a 10, i voti di Vitacchio sembrano quelli di una squadra che ha pareggiato. Roma inesistente, rimessa in partita solo ed esclusivamente dall’errore imperdonabile di Tameze ????? Faccio presente che prima del gol fortunoso di Dawidowicz la Roma ha avuto due clamorose occasioni.
Dawidowicz è uno scarpone, anche in passato ha lasciato la squadra in 10, un fallo del genere non si fa nella metàcampo avversaria con un giocatore non ancora in possesso della palla; arrivato in regalo dal Palermo retrocesso è l’antitesi del giocatore di calcio: scoordinato, lento, impacciato con la palla fra i piedi, per lui difendere vuol dire spingere, aggrapparsi all’avversario, calciare quello che gli capita a tiro: palla o avversario.
Henry non è un campione ma non viene messo in condizione di far valere le poche doti che ha, in fin dei conti l’anno scorso qualche gol lo ha pur fatto, comunque ieri più di 3 non meritava.
Tameze per colpa di Dawidowicz è stato arretrato in difesa se fosse rimasto a centrocampo l’errore, che uno può anche fare, non sarebbe stato così determinante.
Kallon, Lasagna, Depaoli più di 4 non hanno meritato, Hongla non più di 5 ha corso , ha contrastato ma di positivo come si chiede anche ad un centrocampista non ha fatto nulla.
Hien cosa ha fatto per meritarsi 6 ? Ceccherini 5,5 praticamente perfetto ????? a me sembra che Zaniolo gli sia andato via più di una volta e che più di qualche volta l’abbia fermato con falli.

Rispondi
pipphellas

togliere Kallon (6,5), fino a quel momento uno dei migliori, per giocare in 10 (leggasi inserire Lasagna) è da folli. Insistere con Henry in questo momento è peggio che essere folli. La coppia davanti merita, come sempre, un simpatico 3, perchè fanno male alla squadra.
Secondo me qualche nota positiva è arrivata da Gunter (6,5), Ceccherini (6,non condivido il giudizio dato) e soprattutto l’entrata di Magnani (7), un leone. Hongla (6,5) ha fatto bene e Sulemana potrebbe essere una buona alternativa. Depaoli (5)non mi è mai piaciuto…tantomeno ieri sera. A tratti irritante…ma non è manco colpa sua..è solo scarso. Putroppo l’errore di Tameze (4,5) è gravissimo…temo abbia la testa altrove (probabilmente sirene milionarie mai sopite dopo il calciomercato) e lo stesso Faraoni (5,5) non è più lui. Veloso (6), ha un tempo, troppo poco per la serie A. La Salernitata si è salvata con Djuric-Verdi in attacco…un pensierino??

Rispondi
Balacherugola

Terracciano che fine ha fatto? Quando ha giocato è stato sempre tra I migliori, ora è sparito e nessuno me parla… Misteri…

Rispondi
Dragan Piksie

Caro Vitacchio queste pagelle sono un po’ cannate… Veloso forse il miglior in campo. Montipo’ forse qualcosa poteva fare e poi non tiene un tiro, respinge sempre in due tempi e di piedi ha fatto qualche rinvio direttamente in out. Kallon 6 molto generoso e Lasagna 5 che ha creato un po’ di vivacità almeno. Henry altra brutta partita ma da 5 stavolta non da 4. De Paoli non certo da 5 ha fatto la partita che doveva fare con tutti i suoi limiti (non fa un cross neanche a pagarlo) almeno 6 lo meritava

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code