26
mar 2021
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 111 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.570

DANTEDI’, UN INSULTO A DANTE

 

Il Dantedì è un vero e proprio insulto a Dante Alighieri. Lui, il fondatore da tutti riconosciuto della lingua italiana; e abbiamo celebrato i 700 anni dalla sua morte con un inglesismo dissimulato. Tanto valeva chiamarlo Danteday.

Mai come celebrando Dante avremmo dovuto ricordare quello che ha detto uno che l’inglese lo conosce davvero, non Di Maio né Renzi, ma Mario Draghi che ha esortato a smetterla con questi inglesismi, dal lockdown allo smart working a tanti altri. Inglesismi che non usano né i francesi ne gli spagnoli. Solo noi. E la ragione è evidente: la conferma che amiamo farci colonizzare, invadere, occupare militarmente. A proposito, quando celebriamo i tanti anni di occupazione militare da parte delle basi americane, dalla Ederle di Vicenza a tante altre nel territorio italiano?

Silenzio assordante. Quando la sinistra era la sinistra almeno lo diceva. Adesso nessuno – dalla Meloni a Mattarella, a Bersani  – nessuno che usi l’unico inglesismo appropriato: Yenkee go home! Tornatevene a casa, non siamo i pellerossa Sioux, le vostra squaw; siamo gli eredi di Dante Alighieri!

Il fondatore di quella lingua italiana che, oltre al resto, ha una sonorità stupenda. Un piacere ascoltare un toscano che parla. Mentre quando parlano inglese senti una sorta di squittio, sembra un dialogo tra topolini…E noi, gli eredi di Dante Alighieri, pronti ad usare sempre più una lingua da sorcetti…

L’origine di questa decadenza è evidente. In caduta libera la qualità dei nostri atenei  – ultima a evidenziarlo sul Corriere Milena Gabanelli – da cui consegue la caduta di qualità di tutta la nostra classe dirigente; fino ad arrivare ai tanti cittadini che, in sfregio a Dante Aligheri fondatore della lingua italiana, non esitano ad usare l’inglesismo da bravi rattini.

1.570 VISUALIZZAZIONI

111 risposte a “DANTEDI’, UN INSULTO A DANTE”

Invia commento
  1. marco.com scrive:

    Siamo sicuramente in una situazione di anomalia informatica.

    Ho osservato che ciò che viene presentato a video può variare a seconda della modalità di accesso, in articolare ho trovato 3 differenti risposte del blog a seconda che:
    - ci entro partendo da google, selezionando telenuovo.it ecc. ecc.
    - ci entro seguendo il link proposto dal sistema, tramite il quale vengo indirizzato ad un vecchio post, dal quale navigando sul link “blog successivo” atterro sul presente blog
    - ci entro digitando direttamente nella barra del browser https://blog.telenuovo.it/mario-zwirner/2021/03/26/dantedi-un-insulto-a-dante/

    le domande andrebbero fatte al web master: sono stati fatti interventi recenti ? detto che effettivamente il sito sembra abbastanza in movimento

    mi sento di dire a Silvestro che più che la censura PUO’ la crescente complicazione dei sistemi informatici, in particolare di quelli internet

    • martello carlo scrive:

      Ma quante complicazioni da esibizionista: cerca “telenuovo blog”, lo metti tra i PREFERITI, come è certamente per te, clicchi su ZWIRNER ed è finita lì.
      Non è che sei un consulente di ARIA per caso? :-( .

      Una semplice annotazione che dimostra quanti proletari più o meno scolarizzati ma privi di senso della misura, di senso critico e plagiati ci siano in questo blog: una giornata a correre dietro alle paturnie da vecchia zitella di SILVESTRO, mesi e mesi a cercare le colpe di FONTANA, di ZAIA e delle aperture di SALVINI e nessuno dice una parola sui milioni di MASCHERINE CINESI BUCATE di ARCURI & C su cui bisognerebbe aprire, non una semplice indagine della GDF, ma un processo per genocidio tipo NORIMBERGA all’intero governo CONTE II.
      Se voi rappresentate il popolo della sinistra e dei giornaloni OMERTOSI, beh, mezza italia si merita il disastro COVID.

      • Maxim scrive:

        Diciamo che al processo, senza avvocati difensori e con la sentenza già scritta su dei pizzini, manderei volentieri quelle fecce umane manipolatrici di dati e quindi dolosamente potenziali assassini della nostra cara Sicilia…..altro che arresti domiciliari!!!

        • martello carlo scrive:

          No, dai MAXIM, non puoi liquidare la faccenda mascherine alla stregua dei giornaloni.
          L’Italia a livello mondiale si situa al più alto livello di morti, specie tra gli operatori sanitari .
          Sappiamo bene l’importanza della protezione che rivestono le mascherine: pazienza il piano pandemico non aggiornato, pazienza i ( 500? ) milioni di mascherine inviate graziosamente da DI MAIO alla CINA, ma poi acquistare delle cineserie che lasciano passare il 90% dei virus, per giunta con salatissime tangenti e aver volatilizzato 50 milioni della sanità laziale senza alcun controllo, è una cosa che chiama sul banco degli imputati ( ma a GAETA però ) l’intero esecutivo CONTE II.
          Cosa forse ancor più scandalosa e intollerabile è che l’imbroglio sia emerso da un’inchiesta di network come ” FUORI DAL CORO “, tanto disprezzati dalla STAMPA E DAI MEDIA che vengono definiti da quel fascista di MARIO56 ” DEMOCRATICI ” e che ancora adesso non ne fanno cenno da bravi collusi con governi sospettati di essere stati ” messi su ” dal SISTEMA DELLA TONNARA.
          QUI C’E’ DA PIANGERE SUL LIVELLO PIETOSO DI UN POPOLO PRIDE DI BEN ALTRE QUESTIONI ( a proposito di GOMORRA ).

          • Maxim scrive:

            Carlo, non liquido nulla….bypasso Arcuri e ho già scritto perché, anche se in realtà nulla c’entrava con le mascherine..

            Avrei voluto bypassare anche i buontemponi siculi e infatti avevo scritto un post piuttosto piccato che ho cancellato perché io, con buona pace di Mario, sono fatto così, e non perché sono dalla parte sbagliata…. Ma non ho resistito, pur edulcorando il mio pensiero, perché io credo che Arcuri sia un cogl…e ma non un mistificatore, mentre quelli ‘di laggiu’ han cercato di far figa una regione con un dolo ben più superiore a vantaggio dei siciliani, ma sulla loro stessa pelle!

            Poi è molto probabile che il primo abbia causato ben più danni irreversibili dei secondi e che, secondo la bibbia inquisitoria che vige nel nome di Palamara, ne esca sporco ma dimenticato dalla destrezza della sinistra in tali settori…. Ma, non so come dirtelo, mi disturba molto di più la certezza del dolo siculo i cui responsabili hanno già le spalle al muro, mentre per Arcuri mi sembra vi siano sospetti molto forti (che, ribadisco, sarebbero ben più gravi quando certi….se mai lo saranno) ma gli altri hanno le impronte nella merda ben impresse.

            Sapete, tutti, cos è? Che io ho passato troppo tempo nella politica, pur molto defilato ma soprattutto vedendo all opera persone a me vicine, per vedere la politica come una cosa seria, dove per serio intendo il rapporto politico/elettore, promessa/fattibilità (non fare….il fare non viene quasi mai considerato dai politici dopo un analisi di fattibilità…..è inutile promettere di fare un ottimo impasto se sai di avere acqua e farina ben sapendo che non hai le uova!!)….

            Quindi non me ne alieno completamente, ma è solo perché siamo di fronte a un qualcosa di imponderabile….in un mondo normale se voto A e vince B, per me, ma chi se ne frega!! E se B è nefando, pazienza, e pazienza se i Silvestro, Gaton, Mario e Carlo di turno decidono di denigrare l avversario non governante che molto spesso è derivante dal non trovare motivi di vanto dei propri beniamini al governo

            Quindi seguo l evolversi di quest anno e poco più…..vorrei dimenticare Conte, ma Draghi non ha per ora usato il giusto cancellino…..pazienza, pure qui…

            Ciò che mi svilisce è che sento da 7 mesi dire che la soluzione delle zone colorate è quella che contiene la pandemia….. Il concetto era giusto (vedi Cologno e Vó) laddove alla zonizzazione si fossero applicate misure adeguate (lockdown forte, tracciamento e altro) e una campagna vaccinale, ora, che non porti il Mario di turno, o anche il sottoscritto, a sbertucciare questa o quella regione…..se perde fontana o Giani o il cretino di turno, perde l Italia….e l Italia si è persa dentro le sue convinzioni colorate con il mio idolo Speranza che ha perso se stesso, ma continua ad evocarsi…. Draghi approva, quindi ha ragione lui e torto io, ma io trovo che la svolta draghiana sta nelle parole più che nei fatti….. Per ora è solo un Conte Draghila, più che supermario whatever it takes…. A cui si concedono tempi senza essere incalzato da alcuno…. Cmq tra un m ese inizia la prima scadenza (recovery plan…. Già, 1 anno di sta parola che è tuttora poco più di parola….)
            ….e anche l Europa dovrebbe fare mea culpa se BJ è diventato da ridicolo a fenomeno con buona pace di chi qui l ha preso per il culo ultimamente….e non tanto per i successi, vedremo se davvero tali, di BJ quanto per gli scazzi interni tra nazioni, sui vaccini, sugli ordini, sui paese che ne prendono meno di quelli stabiliti (vero, Italia?) ed altri che se li spartiscono con incredula gioia, sulle somministrazioni paese per paese di ‘questo si, questo no’ in ordine sparso, sulle demonizzazione poi rientrate ma non ben certificate (scusatemi…..a voi basta che uno dica ‘i benefici sono maggiori dei rischi?’….piu che altro non suona proprio rassicurante e non credo di essere un corvo nero…..mi aspetto francamente ben altro da fenomeni del settore, anche in comunicazione…..che forse è il vero punto dolente di tutto ciò)

            E, tornando a bomba, in tutto ciò io mi dovrei accontentare dei domiciliari ai siculi falsari pro virus? Eh no, io qui trovo una malafede omicida ben poco preterintenzionale….. In Arcuri non ho le idee così determinate…. Una cosa non nega di sminuire l altra…..verissimo….ma parto dalle impronte ineludibile dei maledetti

    1. Mario56 scrive:

      Zwirner
      rappresenta sempre al meglio I VERI UMORI DELLA DESTRA ITALIANA E NOSTRANA …
      ANTIEUROPEISMO VISCERALE,
      viva Orban che SE NE FREGA DELLE REGOLE DEL EMA E COMPRA LO SPUTNIK ( poche centinaia di migliaia)
      viva gli inglesi CHE SONO USCITI DAL EURO
      persino…
      W il Messico che vaccina più dell’Europa .

      • martello carlo scrive:

        Mi viene un sospetto atroce: non sarai mica quello che ha stabilito la curvatura dei cetrioli per caso…..

        • Mario56 scrive:

          Del resto per capire LA VERA CONVERSIONE DI SALVINI ALL’EUROPA …
          … guardiamo un po’ dov’è andato …
          … in UNGHERIA la più BESTIALE DEMOTTATURA EUROPEA!
          Dovreste solo vergognarvi!

          • martello carlo scrive:

            BRRRR, che freddo: DEMOTTATURA. Apprezzabile il tentativo di ironizzare alla MAXIM, ma credo che per un fanatico come te, non sia alla portata.
            A volte penso ( seriamente ) di essere dalla parte di SALVINI per non stare con tipi come te e certa magistratura. che fa parte del sistema. questo sì DEMOTTATURICO.
            Vergognarci… si potremmo farlo in quanto la vergogna non è concessa solo ai SERVI, però se ci accosti agli inglesi, dovremmo essere ORGOGLIOSI, tanto da sentirci liberi di comprare lo SPUTNIK, nonostante lo spionaggio a un tanto all’etto di chi tiene famiglia.
            A proposito, ma la delega ai servizi segreti non ce l’aveva fino all’altro giorno SUPERGIUSEPPI?
            BOH……. :-( :-(

          • Maxim scrive:

            @ Mario…… Circa De Luca…… È figlio della sua regione…. Ma a me piace, più che altro perché mi ricorda uno di questi due (se il file risulta visibile)

            file:///storage/emulated/0/Download/image0033.jpg

            :)

          • Maxim scrive:

            hai ragione (sul discorso della parte sbagliata)….su Giani vorrei si esprimessero gli over 80, ma è ovvio che una regione sana fatta di persone toste come la toscana si rifarà….nei numeri (meno nel modo di fare anche quando hanno accelerato non poco) c’è riuscita pure la lombardia, per cui….

            per il resto, compresi i miei posts recenti e futuri, non prendermi troppo sul serio: ho un ironia di basso livello, ma non andrò oltre a quella……per gli scazzi davvero politici (a parte i miei flaccidi pungolii buttati qua e là ;) ) rivolgiti altrove, per gli scanzi basta la tua fonte prediletta di notizie :)

            d’altra parte non seguo piu i dibattiti, i virologi e nemmeno quasi i tg…..siamo governati dalle zone e ascolto queste che sono l’unico apparato che muova l’italia (che muova l’italia è segno di grande generosità, da parte mia) su cosa posso e non posso fare, dove posso e non posso andare, cosa devo o non devo fare in campo lavorativo…..in tal senso rilevo un cromatismo che da 13 mesi segna comunismo a iosa (a te piace la zona in quanto rossa…a me proprio no!), talvolta arancionizzato dalla commistione grillina (e anche li…)…..esultiamo se diventiamo gialli (io no, ma ci sto meglio :D ), verde è indiscutibilmente un colore di liberazione (guarda te…..lo avresti mai creduto? :) ), ma la verità è che tutti saremo felici di ritornare al bianco 8andandoci il meno possibile!!)….alla fine tutto, gira e rigira, riporta alla vecchia “cara” balena bianca…..

            magari voterò dc, ritornasse…..in fondo, non l’ho mai votata….. :D :D se non alla sua estinzione attraverso i suoi discepoli sparsisi qua e la

            sogni d’oro, mario :)

            ps: ‘a te sì ‘n bel drago….

          • Maxim scrive:

            Dopo le Fontana(te) vissute e le ancor maggiori Giani(ate) che manco Fontana Gallera e Moratti messi insieme potevano far della Toscana quel che ora è (ma a differenza tua non ci godo….e non perché la mia compagna è di quelle parti!!), credo che l Ungheria col suo lago Balaton, Buda e Pest, Pecs, I bagni termali, i castelli, Sopron….insomma, mica ci va per Orban, le orge gay, o per le eredi di Cicciolina o Eva Henger…. :-P
            Si chiama depurazione, anche se a te piacerebbe omettere la “D”, salvinianamente parlando…. :-D

            Arriverà anche quella…..stai sereno, è la strada dei Matteo…..il fatto (quotidiano) è che tu non sei sereno al cospetto di quel nome, per cui…. :) :) :)

            • Mario56 scrive:

              Ma a mio modo di vedere il governatore peggiore, a parte Fontana, è De Luca che fa il manipolatore ignorante del popolo. Una specie di Salvini due.
              Spara cazzate dalla mattina a sera.

            • Mario56 scrive:

              Giani ha fatto una cazzata, poi bloccata per tempo: voler vaccinare i magistrati e gli avvocati.
              Tuttavia ha vaccinato moooolto di più gli 80 enni di Fontana, lo zimbello italiano, che con la cariatide della MORATTI e BERTOLASO sono la vergogna a perenne memoria degli italiani.
              Tu MAXIM ti definisci apartitico, apolitico, a…., a…….
              Ma stai da quella parte. QUELLA SBAGLIATA!

      1. martello carlo scrive:

        Finalmente quel DEMOCRATICO GUERRAFONDAIO di BIDEN, ci ha riportati al tempo di KRUSCEV e dei missili a CUBA: guerra fredda dura e pura. Ora il pentagono si interessa di SPUTNIK pensando si tratti, non di un vaccino, bensì di un nuovo satellite magari marziano.
        Signori il MACCARTISMO anticomunista è ritornato ( evidentemente sulla Russia non sono ancora aggiornati ) e vede spie ovunque, come fossero una novità… e l’italietta da GELATAI ubbidisce ( anzi lecca lecca…. il gelato s’intende ).
        Vabbè moriranno migliaia di altre persone, ma saranno sacrificate sull’altare dell’ america first di BIDEN, CIA, e PENTAGONO che è ben diversa e progressista da quella di quel buzzurro di TRUMP che aspirava a farsi i caxxi propri.
        Adesso magari ci ritroveremo con RENZI a capo della NATO e dovremo intervenire in LIBIA per riparare ai danni della CLINTON, del diversamente colorato e dal NANO DI NOTRE DAME.
        Stamattina in qualche GIORNALONE campeggiava: la RUSSIA VUOLE IL MEDITERRANEO.
        Benissimo, FIGLIUOLO, smetti di vaccinare e vai a programmare un nuovo 1911.
        SALVINI, pure la Russia t’anno fottuto: vedrai che fra poco salterà fuori qualche dossier CIA sui tuoi loschi affari con PUTIN.
        Non è che hai comprato un paio di MUTANDE ROSSE per regalarle allo zar con i contributi elettorali? :-( :-D :-D

        • Maxim scrive:

          Io indagherei più sulla montatura, rossa, degli occhiali di Maroni…..all’epoca erano talmente verdi in tutto che la cosa mi ha sempre fatto pensare male :-)

          • martello carlo scrive:

            Eh eh, hai ragione… in definitiva essendo la Lega il vero partito dei lavoratori, qualche contributo la RUSSIA ha non solo il diritto, ma anche il dovere di finanziarla: non sarà mica un caso se dal 4% degli occhiali verdi è salita al 24% degli occhiali rossi… SOLDI SPESI BENE, IN STILE LUMBARD DOC.
            Quello che ci manca ancora sono gli occhiali d’ORO, in stile RUSPA. :-)

            • Maxim scrive:

              Verrebbero cmq dopo il vibratore d’oro (e diamanti….quelli di Belsito ” ‘n dó sito” :-) ) sdoganato (?!?) in Gomorra che tanto ha acceso le ricerche dell oggetto in rete dei fans…. :D

              Quello dovrebbe entrare in borsa (ocio ai doppi sensi!!), non….Deliveroo :-P

              • martello carlo scrive:

                Buona la prima. I ciac non sono obbligatori e rischi di sembrare uno dei fans: il salto dagli occhiali al vibratore potrebbe sembrare onirico, oppure che tu abbia una certa simpatia per la scianrosa: SCIANEL e MACSIM una bella coppia….. ironicamente parlando s’intende. :-)

          • Mario56 scrive:

            Maroni …
            Un altro di buono!
            Se la Lombardia è ridotta così ha dato anche lui il suo contributo.

        1. Gatón scrive:

          Pfizer.

          • Mario56 scrive:

            ??
            Ti hanno assunto alla PFIZER?

            • Gatón scrive:

              Apri la tua mente !
              Oggi il significato è univoco.

              • Gatón scrive:

                Dato che il topic verte su Dante, mi sono ispirato ad un aneddoto su di lui.
                Un giorno un tale incontrato per caso gli chiese:
                Maestro, qual è il miglior boccone ?
                e Dante rispose:
                L’uovo.
                Dopo un anno la stessa persona aggiunse :
                Con che ?
                ed il Sommo Poeta rispose:
                Col sale.

          1. marco.com scrive:

            I post iniziali, in particolare quelli di Silvestro e grappolo successivo, IO NON LI VEDO PIU’.

            Mario56 dice che li vede.

            quindi qualcosa di strano e anomalo c’è.
            Se Mario56 li vede, vuol dire che i post sono rimasti memorizzati e nessuno li ha cancellati.
            Se io non li vedo, vuol dire che il browser che uso, la cache ecc ecc interviene in qualche modo

            dubito fortissimamente che qualcuno in Telenuovo che cura il sito, sia intervenuto manualmente per rendere selettiva la visualizzazione dei contenuti

            dopo, di che …. chissenefrega.

            Prova: zwirner è un maledetto cornuto pieno di sè , vecchio rimbamito ormai che ripete sempre gli stessi 2 concetti 2 che non sono altro che l’espressione della destra dei ricchi nata negli anni ’70 come resistenza alla occupazione quasi militare della sbornia marxista-leninista operata dagli intellettuali alla Negri e Curcio attuata appunto negli anni ’70.
            In quegli anni, se non pensavi “pubblico è bello e privato è brutto”, la borghesia andava azzerata per far posto alla rivoluzione culturale, avevi grossi problemi ovunque.
            Dopo la sbornia è venuto il reflusso e scoppiarono le discoteche. Le discoteche distrassero le nuove generazioni dai fumi di lotta continua, avanguardia operaia, servire il popolo ecc . oggi sopravvive Lotta comunista, per 2 euro potete comprare il giornalino distribuito fuori dall’Università di Verona.
            zwirner è rimasto ancorato a quel trauma e il resto – ineluttabile – ha fatto il tempo

            comunque grazie a zwirnere di ospitarci qui, con il motto liberale del Laissez faire. In realtà non si tratta di nessun laissez faire, ma si tratta di disinteresse totale da parte sua ma chissenefrega, zwirner ormai effettivamente è un pò rimbambito, ma d0altra parte l’etò ce l’ha questa è una prova questa è una prova

            se oggi leggete questo post e domani non lo trovate più, io non lo trovo più e Mario56 lo trova ancora, allora qualcosa che sarebbe degno di investigazione informatica ci sarebbe, ma questa è solo una prova, ciao Maxim che è il più simpatico che ci sia e ciao Simone che è il più spirituale che ci sia invece zwriner un pò rimbambito lo è

            • Mario56 scrive:

              Non solo l’ho trovato @ Marco.com, ma l’ho pure copiato e incollato.

              • Mario56 scrive:

                Incollo:
                Silvestro
                26 marzo 2021 alle 13:20
                parole vuote, inutili e ignoranti

                https://www.treccani.it/vocabolario/di/

                Rispondi
                marco.com
                26 marzo 2021 alle 16:09
                sottoscrivo

                parole vuote, inutili e ignoranti

                ormai ripete sempre le stesse 4 cazzate: statali contro privati, privati contro statali, il lombardo-veneto che era l’Eden, la lingua iglese che è per i ratti.

                E’ davvero uno scandalo inaudito, una incomprensibile sopercheria che negli aeroporti di tutto il mondo, che se tutti gli aerei oltre alla lingua domestica si traduca in inglese

                E’ davvero uno scandalo inaudito, che in in alcune università italiane si tengano le lezioni in inglese.

                Già che ci siamo, perchè non in latino ? E perchè non in greco classico, la lingua di Omero, di Aristotele, di Pericle, di Pitagora (Platone NO perchè mi sta sulle palle)

                Rispondi
                Mario56
                26 marzo 2021 alle 13:41
                L’inglesismo dissimulato sarebbero DI’
                Certo che peggiora sempre di più Mario Zwirner.
                Un po’ come martello e gaton…

                Rispondi
                Gatón
                26 marzo 2021 alle 21:08
                Meno male che ci sei tu a sollevare la media.

                Rispondi
                Mario56
                27 marzo 2021 alle 00:15
                Pensavo ieri @gaton,
                se tu fossi nato Marocchino o Siriano …
                … saresti orgoglioso di esserlo e lo riterresti un privilegio?

                Rispondi
                Gatón
                28 marzo 2021 alle 14:08
                Alternativamente potrei andare in italia e ottenere il reddito di cittadinanza.

                …ecc

            1. Simone scrive:

              Credo che le analisi non possano prescindere da alcuni dati statistici. Ho già detto dell’età (elevata) e dell’organizzazione spesso poco o per nulla efficiente (burocrazia ma non solo). Ma se vogliamo entrare ancor più nei numeri della PA, eccone un po’: le regioni che hanno il rapporto più alto tra popolazione e impiegati nella PA in Italia sono, secondo i dati ufficiali, la Valle d’Aosta, Bolzano, il Trentino Alto Adige, Trento, il Friuli-Venezia Giulia, poi la Sardegna, il Lazio e così via.
              Per misurare la qualità della pubblica amministrazione, i principali sotto indicatori presi in considerazione sono: qualità dell’offerta di servizi pubblici locali, imparzialità dell’agire pubblico e assenza di corruzione. Bene, secondo questi parametri le migliori provincie italiane sono, nell’ordine, Bolzano, Trento e Valle d’Aosta. Poi, a livello di regioni, questi territori sono seguiti da Friuli, Emilia Romagna e Veneto. Ultimi tre posti per Sicilia, Calabria e Campania.
              Interessante notare poi, allargando lo sguardo, come però le nostre migliori regioni siano tutte sotto, sempre a livello di qualità, tutte le macro zone del centro nord Europa.
              Le domande che farei a qualche analista serio, alla luce di questi dati, sono: 1. quanto l’età media incide sulla qualità dei servizi offerti? 2. Quanto invece può incidere in negativo il sottodimensionamento della PA italiana rispetto a quasi tutti gli altri Stati europei, tenendo anche conto che, non credo sia un caso, le regioni che da noi offrono un servizio migliore sono quelle in cui il rapporto tra numeri di abitanti e numero di impiegati nella PA sono più elevati? Quanto il retaggio e la mentalità incidono nella qualità del lavoro svolto, considerando che, al di là del pur importante rapporto numerico e delle relative differenze, in Italia le regioni che offrono i servizi migliori nella pubblica amministrazione sono nel nord e le peggiori sono a sud? E, allargando lo sguardo all’intero mondo del lavoro, come si colloca l’Italia tenendo conto delle condizioni lavorative e il relativo rapporto che le stesse hanno con la qualità dei servizi erogati anche a livello di realtà private? E qual è il rapporto di efficienza e di qualità del lavoro (sia riservato ai dipendenti sia erogato dagli stessi) in Italia tra settore pubblico e privato?
              Ecco, se passasse di qui in un analista serio sarei molto curioso di leggere la risposta.

              1. martello carlo scrive:

                @ Simone 31 marzo 2021 alle 18:54

                Bene, allora facciamo il punto:
                - allora secondo te la PA italiana funziona male perché, nonostante l’informatizzazione, gli statali sono sottodimensionati
                - a questo punto tu affermi che le ragioni a statuto speciale ( del NORD però, non certament5e la SICILIA ad esempio ), funzionano meglio perché hanno personale in sovrabbondanza…..
                - poste: tu vedi la cosa dalla parte dei dipendenti che, come mia cognata andavano in pensione a 40 anni e buttavano nei fossi la corrispomdenza, mentre io la vedo… e molto positivamente dalla parte dell’utente e delle sue giuste aspettative
                - i servizi non sono sevizie e le attività della PA sono tutte volte a favorire le attività dei cittadini.

                Io ti ho fatto una domanda cui tu hai risposto capovolgendola: non è lo stato che deve fare concorrenza al privato, ma il privato dovrebbe essere trasformato in pubblico: non avremmo così un trattamento uguale per tutti senza discriminazioni e con evasione fiscale = 0?
                Avresti qualcosa in contrario o temi la catastrofe?

                .

                • Simone scrive:

                  A volte ho l’impressione che quello che vedo e sento ogni giorno io tu lo veda in parte. La PA funziona male? Allarghiamo lo sguardo e chiediamoci: il mondo del lavoro nel complesso funziona bene in Italia, comprendendo tutti i punti di vista? Quello privato compreso? Direi di no. E l’escalation che sto vedendo in questo senso nel mondo delle ditte private è assolutamente preoccupante, almeno nei settori che conosco, per via diretta e per sentito dire.
                  Della PA. Per esempio: l’età media dei dipendenti pubblici supera i 50 anni, e il 17 per cento i 60. Vogliamo dire per esempio che questo fattore e la mancanza di riciclo di certo non aiuta? Sotto media a livello numerico rispetto agli altri paesi europei e con l’età media più alta. A logica, come aspettarsi piena efficienza, date le premesse?
                  Le politiche di pensionamenti baby, tra l’altro, non hanno certo aiutato tra l’altro questi tipo di percorso, nonché le casse dello Stato. Io se riuscirò ad andare in pensione lo farò dopo i 70 e con un importo mensile ridicolo. La mia è una generazione letteralmente fregata. Perché si ritrova a lavorare in condizioni sempre peggiori e senza prospettiva di andare in pensione ad un’età decente e dignitosa.
                  Il privato dovrebbe essere trasformato in pubblico: personalmente questa visione mi vede d’accordo. Perché eliminerebbe i tentativi di guadagni spropositato da parte di singoli gestori e si arriverebbe a responsabilizzare davvero l’intero mondo del lavoro sulla sua dimensione, che dovrebbe essere per l’appunto pubblica e a servizio del pubblico. Anche se, per arrivare pienamente a questo, io credo che non basti l’impostazione socialista da te auspicata, bensì una mentalità sospinta da una presa di coscienza vera da parte di tutti. E in questo periodo storico in particolare in questo senso vedo uno scoramento che francamente faccio fatica a vedere capovolto. Mi chiedo quanto stia pesando in questo senso un certo retaggio, e quanto, per tornare ad un punto toccato sopra, l’età media non solo della PA italiana ma proprio del cittadino italiano pesi. Per esempio, ti assicuro che dove lavoro io (ma la cosa ti assicuro che si può allargare), quando arrivano giovani stagionali, indipendentemente dall’organizzazione lavorativa per certi versi e settori approssimativa, vedi una differenza coi vecchi che è lampante.

                • Mario56 scrive:

                  Sarebbe ora DI FINIRLA!
                  PUBBLICO = INEFFICIENZA
                  PRIVATO = EFFICIENZA
                  Ci sono nel caso e nell’altro esempi positivi e negativi .
                  10 anni fa venne una nota impresa privata a sistemare il mio condominio e hanno tutti lavorato da cani. L’unico obiettivo era il risparmio, nonostante il prezzo non fosse poi basso.
                  Capitolati disattesi: venivano indicati modelli e marchi di materiale edile e installavano altri prodotti più economici.
                  Stiamo attenti anche alla SANITÀ PRIVATA,
                  ci sono spesso professionisti in pensione che ormai hanno ottant’anni, rincoglioniti e non più aggiornati, oppure ragazzi appena laureati con esperienza scarsissima. Il BOSS con NOME fa spesso da specchio per le allodole, poi non lo vedi più.
                  Laboratori e radiologie private SIAMO SICURI CHE ABBIANO TUTTA LA QUALITÀ ED IL CONTROLLO DEL PUBBLICO?
                  Inoltre…
                  banche, burocrazia a non finire per carte ritenute nei bancomat per guasti loro, oppure carte di credito non attivate correttamente dall’impiegato di turno e poi te la dovrai vedere col n verde.
                  Vogliamo parlare dei pacchi postali dei corrieri privati?
                  Che poi la illecenziabilita del dipendente pubblico gravi e non poco NON POSSO NASCONDERLO.

                1. Silvestro scrive:

                  Per evitare malintesi o vittimismi mi interessa essere molto chiaro.
                  E’ una giornata normale dove non ci sono problemi di rete, l’accesso al web è regolare; posso collegarmi normalmente ad ogni portale, intervengo attivamente ovunque, utilizzo sempre il medesimo computer. Mi è consentito entrare regolarmente anche al sito di Telenuovo ed ai singoli blog; mi viene accettata anche l’inoltro del post, ma poi non viene pubblicato. Non si tratta di un contrattempo occasionale o di una carenza temporanea, ma si verifica in continuità per più giorni, solo per la mia utenza perché vedo che gli altri scrivono regolarmente.
                  Il tutto si verifica guarda caso, a ridosso del commento sul topic “DANTEDI”.

                  Da ex informatico ho tratto la mia conclusione.
                  Non c’è niente di illegale, è nel pieno diritto del blogger; è solo una questione di trasparenza e onestà intellettuale: commenti e/o utenze non gradite, vanno dichiarati esplicitamente.

                  • martello carlo scrive:

                    Hai la coscienza sporca evidentemente, e te lo posso confermare: se io fossi ZWIRNER ti avrei già buttato fuori da un pezzo come d’uso con i maleducati, contro i quali, ZWIRNER non si comporterebbe mai allo stesso modo: è uno dei motivi per cui affermo che questo è il blog più bello del mondo: nessuno, dico nessuno ti rompe le palle, per le fesserie che scrivi, manco se sono grosse come le tue.
                    Tutti i tuoi post ( come dice MARIO ) sono pubblicati; se c’è stato qualche disguido, e l’ho subito anch’io, è stato occasionale, oppure per errore tuo nel ridigitare le credenziali di accesso, oppure ancora hai digitato più link nello stesso post.
                    Vai tranquillo, continua pure con il tuo atteggiamento maleducato nei confronti del nostro ospite: LUI HA CAPITO CHI SEI, ED E’MOLTO DIVERSO DA TE QUINDI NON CAMBIERA’ CERTO LA SUA LIBERALITA’ E APERTURA A CAUSA TUA.

                  • Gatón scrive:

                    Visto che adesso stai scrivendo, prova a sottomettere nuovamente i tuoi post.
                    Altra possibilità di errore occasionalmente rilevato è che il post venga aggiunto a topic pubblicato in altra data.

                  1. marco.com scrive:

                    Sarei sinceramente commosso e stupito se questo blog di Zwirner venisse letto da qualcuno con fini di censura.
                    Ma quando mai (questa è la mia opinione).

                    E’ un blog anomalo, perchè è da tantissimo tempo che il dominus non interviene e se non interviene la deduzione logica è che non legge. In effetti: che gli frega. Mica gli portiamo soldi.

                    Convintissimo che siano problemi tecnici, incrocio fra il sistema informatico del blog ed il dispositivo personale utilizzato dagli utenti-blogger.

                    Si può sempre provare, ognuno di noi blogger può provare a scrivere insulti tipici degli hater e vedere l’effetto che fa

                    1. Silvestro scrive:

                      Con questo intervento segnalo che IL SOTTOSCRITTO E’ RIMASTO ESCLUSO DALLA POSSIBILITA’ DI POSTARE SUL BLOG DA GIORNO 26-3 FINO AD OGGI.
                      Sarei orientano a pensare che si è trattato di un inconveniente tecnico, anche se ha coinvolto solo il sottoscritto. Senonché nel momento in cui scrivo, risultano cancellati anche il mio commento sul topic “DANTEDI” (26-3), la replica di Mario, il commento analogo di Marco, e perfino la commovente difesa di Martello. In pratica tutti gli interventi che per Zwirner si possono considerare ‘imbarazzanti’ sono spariti: come mai postati.

                      Allora quello che poteva sembrare un semplice contrattempo, diventa un AVVERTIMENTO SOTTINTESO, UN BAVAGLIO OCCULTO, UNA CENSURA MAI DICHIARATA. Tutto questo senza richiami e/o comunicazioni, ne ufficiali, ne riservate.
                      Si tratta di un atteggiamento sconcertante, contrario allo spirito del confronto e della natura stessa del blog, che non viene praticato nemmeno dai più importanti social network, i quali, prima di bannare qualcosa o qualcuno mandano dei warning ed avvisi ripetuti ed in modo del tutto trasparente.
                      Se TELENUOVO non gradisce determinati commenti ed un certo linguaggio, faccia accettare a tutti gli utenti un codice di comportamento cui tutti si devono attenere ma che l’editore stesso si impegna però a far rispettare.
                      Questo infine non significa che il blogger si senta esonerato da critiche quando pubblica fesserie come se si rivolgesse a degli analfabeti.

                      SONO CURIOSO DI VEDERE SE ANCHE QUESTO POST SARA’ RIMOSSO COME GLI ALTRI.

                      • Mario56 scrive:

                        Silvestro
                        26 marzo 2021 alle 13:20
                        parole vuote, inutili e ignoranti

                        https://www.treccani.it/vocabolario/di/

                        Rispondi

                        Comunque c’è tutta la discussione. Non è stata rimossa.

                      • Gatón scrive:

                        È capitato anche a me di verificare che alcuni miei post, apparentemente accettati, non siano mai stati pubblicati.
                        Mi collego da tablet o desktop, in ogni caso usando lo smartphone come collegamento alla rete.
                        Poiché il problema si è verificato esclusivamente per post da tablet ritengo si tratti di problemi tecnici.
                        Altro aspetto da verificare è la presenza di link alla rete, spesso ne viene richiesta la conferma via e-mail.
                        Non credo che il gestore applichi alcuna censura, in ogni caso in questo aspetto ti sono totalmente ed incondizionatamente solidale.

                        • Mario56 scrive:

                          Posso confermare che più volte mi è capitato che per un giorno e più di tempo non riuscivo nella pubblicazione di post.
                          Al contempo notavo che i campi user, mail ecc, venivano sempre azzerati.
                          Concordo con gaton che dovrebbe trattarsi di un problema tecnico.

                      1. rino scrive:

                        Non tanto tempo fa una ricerca di economisti aveva indicato che in Italia ci sono circa 3 milioni di dipendenti statali. e che in realtà, anche considerando le medie degli altri Stati, ne basterebbero 2 Milioni. Considerato che ognuno costa circa 3.000 Euro al mese, un milione di dipendenti “inutili” in più costa allo Stato circa 3 MILIARDI in più, ossia 36 MILIARDI all’anno. In 6-8 anni azzereremmo il debito pubblico e diverremmo la nazione più solida del mondo…
                        ps: Mario56, hai idee aberranti, scusa che te lo dico, non ti si riesce a leggere. “Peccato “non esista più l’Unione Sovietica, potresti andarci.

                        • martello carlo scrive:

                          Ah Ah, il più bel post che abbia mai letto su questo blog
                          L’URSS non c’è più, ma potremmo mandarlo in CINA, oppure in quel posto…..
                          Tu sei troppo educato… e chiedi perfino scusa per aver denunciato una cosa che solo gli IDIOTI non capiscono… e gli altri fanno finta di non capire, MAGARI SCRIVENDO PER ” IL SOLE 24 ORE “.
                          Come giustamente detto nel link, il conto che hai fatto va come minimo raddoppiato, infatti ci sono altri 30 MLD buttati in scartoffie per adempimenti CREATI SOLO PER GIUSTIFICARE LA PRESENZA DI GENTE COME MARI69 ( quando faceva finta di lavorare ).
                          GRETA THUNBERG dovrebbe denunciare questo spreco di incartamenti. cui va coimputata la distruzione dell’AMAZZONIA.
                          E pensare che la Costituzione afferma che l’italia è repubblica basata sul lavoro: se dovessimo riscriverla secondo realtà dovremmo dire che è basata sul FANCAZZISMO DISTRUTTIVO DI MOLTI STATALI ed equiparati che IMPEDISCE OGNI ATTIVITA fino a farla SPROFONDARE ( la repubblica s’intende ).
                          Bisognerebbe mandarli ( selettivamente ) per un po’ in LOCKDOWN a stipendio zero per aiutare chi è forzatamente chiuso: ci si accorgerebbe in pochissimo tempo quanto staremmo meglio senza quel milione di cui parli.

                        • Simone scrive:

                          Ecco a tal riguardo numeri e percentuali precise dei principali Paesi europei: https://www.truenumbers.it/quanti-dipendenti-pubblici/. Direi che messa giù così, è decisamente un falso problema.

                          • martello carlo scrive:

                            Una conclusione così, fuori dal contesto, francamente da te non me l’aspettavo ( a parte che anche tu odii il lavoro, senza capire che sei sfruttato da uno stato mezzo comunista che succhia il sangue all’altra metà che deve sottostare, per questo, al più becero dei capitalismi ).
                            Che poi tu dia fiato ad un trombone di latta come MARIO56, ti squalifica inesorabilmente.

                            • Simone scrive:

                              Le percentuali sono chiare, suvvia. Il discorso interessante dovrebbe andare in tutt’altra direzione piuttosto. Per esempio, quanto è schiavizzante il lavoro nel contesto pubblico e privato? E come questa situazione è cambiata nel corso degli anni? Io credo che questo sia il punto che umanamente si dovrebbe approfondire. E dato che la realtà l’ho vista peggiorare in modo sensibile negli ultimi anni, magari fare delle analisi ben fatte (dubito sua questo il luogo) a riguardo.

                              • Simone scrive:

                                Nei Paesi scardinavi la percentuale dei dipendenti pubblici è molto più alta che da noi. E sono Paesi in cui si vive bene (al di là del clima e degli effetti inevitabili che ha sul morale), in cui non ci si ammazza di lavoro (ma si lavora bene) e in cui la forbice tra chi ha tanto e cui ha poco è tra le più ridotte. In Italia le regioni che hanno maggiori dipendenti pubblici sono quelle a statuto speciale, specie (apparentemente strano a sentirlo ma è così) quelle del nord. E negli ultimi dieci anni i dipendenti pubblici in Italia sono calati dell’8,1 per cento (la percentuale di calo più alta del vecchio continente tra i Paesi “più importanti”). Poi ci sono settori in cui i dipendenti non sono più considerati di fatto pubblici (esempio Poste, a cui a proposito invito a chiedere come sono cambiate le cose da quando non lo sono più e da quando per esempio sono entrati in “affari” con Amazon… ) e si può ragionare (concordo) sulla qualità di tali servizi (in tutti i sensi). Ci sono settori d’altra parte in cui ne mancano (esempio realtà sanitarie e nell’istruzione), ma a mio avviso il problema è che se lo Stato decidesse di entrare in competizione col privato (per di più globalizzato come quello attuale) ne verrebbe fuori un disastro. Ma se la tendenza non si ferma, come temo, credo sarà inevitabile. E i primi segnali (ma pure i secondi) già si vedono.

                              • martello carlo scrive:

                                Post fuori del contesto, ho detto, che detto così autorizzerebbe a far pensare che va bene così, ANZI….
                                E invece no, non va bene. L’altro giorno parlavi di SVEZIA e paesi nordici: credo, anzi sono certo che la differenza con noi stia proprio nella PA.
                                Là è al servizio del cittadino, qui lo sfrutta e taglieggia.
                                Io dico: o tutti statali o nessuno statale parassita.
                                LA FINE? E’ già stata scritta con la caduta del MURO.

                          • Mario56 scrive:

                            Difatti. Io certamente sono PARTIGIANO …
                            … ma Rino, NON LO È DA MENO

                        • Mario56 scrive:

                          @ Rino ( lavoratore unico)

                          https://24plus.ilsole24ore.com/art/ci-sono-davvero-troppi-dipendenti-pubblici-italia-ADVemJKB

                          Si potrebbe proseguire coi altre migliaia di link …

                        • rino scrive:

                          Si certo, lo cerco e te lo mando. Io sono uno dei poveri idioti che lavora quindi non ho molto tempo, come sicuramente hai invece tu. Ma siccome è una cosa vera e a cui tengo anch’io, vedrai che la trovo (in ogni caso penso che chiunque possa cercarla e trovarla, era una ricerca piuttosto ufficiale). Adesso scusa ma la mia pausa è finita, vado a produrre. Sennò se nessuno lavora, nessuno paga le tasse, come li manteniamo i fancazzisti ed anche i dipendenti pubblici? che sia chiaro NON sono la stessa cosa, semplicemente i dipendenti pubblici sono TROPPI e MALE organizzati, magari non per colpa loro.

                        • Mario56 scrive:

                          Potesti @ Rino
                          … postare il link dello studio di QUESTI ECONOMISTI… NON BEN PRECISATI?
                          Magari c’era il prof. Rinaldi?

                            • Mario56 scrive:

                              Non avevi dubbi?

                              • Gatón scrive:

                                Copio-incollo da FB, scritto da un noto militante di destra.
                                Puoi verificarne la veridicità confrontando con la foro ufficiale diffusa dalla Polizia di Stato, vedi articolo del mio link precedente.
                                In effetti c’è da pensare.
                                .
                                Perquisizione ieri presso la sede del Mastino. A seguito di un decreto emesso dalla Procura di Verona, concernente la “ricerca di armi ed altri oggetti atti ad offendere”, gli uomini della digos locale hanno provveduto al sequestro di:
                                1) n. 12 bandiere tricolore, con annesse asticella di plastica vuota, per sventolarle nelle pubbliche manifestazioni;
                                2) n. 6 bandiere del movimento giovanile del partito che non si può nominare, con annesse asticella di plastica vuota;
                                3), n. 6 asticelle di plastica vuota, rinvenute nello stesso spazio ove erano custodite le bandiere;
                                4) n. 2 caschi per motorino, non integrali, modello anni ’70
                                5) n. 1 manico di scopa, rinvenuto nello sgabuzzino.
                                6) n. 2 asticelle di plastica vuote, di colore verde
                                7) n. 1 bastoncino di legno, necessario per mescolare la vernice.
                                Hanno omesso di sequestrare n. 1 “mocio vileda”, presente nello sgabuzzino di cui al punto 5; n. 1 spazzolone per il water, presente in bagno, n. 2 ombrelli (si rappresenta che inizialmente volevano sequestrare anche questi).
                                Infine, non hanno sequestrato le uniche armi presenti nella sede: i tanti libri depositati sulle librerie presenti.
                                Ovviamente, la “stampa libera” ha subito parlato di sequestro di “mazze e bastoni”, senza specificare nulla.
                                Ma questa volta, tutti hanno sbagliato i propri conti.
                                Andremo avanti fino in fondo per tutelare il nostro diritto di fare politica.
                                Senza sosta e senza timore.
                                Se volete le nostre armi, venite a sequestrare i nostri libri.
                                Ne abbiamo tanti

                          1. Silvestro scrive:

                            prova di collegamento

                            1. Mario56 scrive:

                              Dice un ristoratore tedesco:
                              “L’Italia non può risarcire i ristoratori in modo soddisfacente, perché ha un enorme debito pubblico
                              CAUSATO DA UNA SPAVENTOSA EVASIONE FISCALE …
                              fatta guarda caso DA QUELLE STESSE CATEGORIE CHE ORA PRETENDONO
                              I RISTORI.”
                              Quindi, dico io, smettiamola.

                              1. Silverstro scrive:

                                SANITA’ NAZIONALE: decisioni centralizzate; vincolanti o indicative; con supporto esterno obbligatorio oppure no.
                                ASTRA ZENECA: sequestro vaccini; blocco export; possibili ritorsioni.
                                SPUTNIK: importazione anche senza approvazione.
                                NO VAX: obbligo si-no per sanitari / insegnanti; iniziative per limitare i contagi (spostamento; sospensione; ferie obbligatorie etc)
                                INAIL: riconoscimento di infortunio anche per covid a prescindere.
                                RESPONSBILITA’ PENALE MEDICI: anche nel caso di danni a pazienti vaccinati con allergie.
                                PASSAPORTO VACCINALE EUROPEO: condivisibile o no, con quali informazioni.

                                Ognuno di questi titoli potrebbe attivare dibattiti interessanti superando i tradizionali schieramenti; e questo prima che il governo intervenga sulla materia.
                                Per ZWIRNER dovrebbero essere tutte prerogative ambite, ma se aspettiamo la sua evoluzione dal DANTEDI, temo che sarà una attesa inutile.

                                1. Mario56 scrive:

                                  Salvini ritiene che sia impensabile chiudere tutta l’Italia per aprile.
                                  Arriva la mazzata di Draghi: “ Ciò che sia pensabile o impensabile dipende dal virus e non dai nostri desideri…”
                                  Salvini tenta ancora la carta del partito di lotta (lui) e di governo ( Giorgietti)
                                  Quanto potrà durare ancora?

                                  • martello carlo scrive:

                                    Il filosofo BONAGA dell’università di BOLOGNA ( quindi di sinistra sinistra) ha ammesso di sentirsi a disagio nei confronti di chi non ha alcuna tutela da parte dello stato, nonostante questo obbligo di non guadagnarsi il pane e si dice ,non solo a ridursi lo stipendio, ma che sarebbe giusto che ciò diventasse obbligatorio, almeno per le fasce alte dei dipendenti pubblici.
                                    E’ una linea che sostengo da tempo, ma estesa a quei dipendenti pubblici non necessari o nocivi al funzionamento della macchina statale, recuperando i fondi per sostenere chi è sfavorito.
                                    Si otterrebbe automaticamente un equilibrio salutare nella gestione del lockdown, con riduzione di coloro che vogliono rimanere chiusi e di chi vorrebbe riaprire a tutti i costi.

                                    • Simone scrive:

                                      Strano, perché non sembravi così d’accordo quando riportai proprio qui l’esempio di un mio amico che dovette andarsene dal suo posto di lavoro e criticava il fatto che trovava insopportabile che ci fosse chi prendeva da quello stesso ente per consulenze varie decine di migliaia di euro al mese. Aggiungendo il logico concetto secondo cui se la sua azienda, che vive molto di contributi pubblici, avesse messo pesantemente mano a quella situazione, lui ed altri magari avrebbero avuto maggiori possibilità di restare. Questi per me sono “le fasce alte dei dipendenti pubblici” intese dal Bonaga.

                                      • martello carlo scrive:

                                        Ma quando mai ho affermato una cosa del genere……..

                                        • Simone scrive:

                                          Diciamo pure, per completezza di informazione, che quei consulenti hanno collegamenti politici con le varie giunte comunali e regionali. E che quindi meglio tenerseli buoni evidentemente.. tutto il mondo (Italia) sotto sotto (ma neanche tanto) è paese.. Cvd

                                        • Simone scrive:

                                          Mesi fa. Secondo te il problema non erano quelli che prendevano un sacco di soldi in consulenze ma i dipendenti normali che magari lavoravano pure in Smart working.

                                  1. Mario56 scrive:

                                    Gatón
                                    28 marzo 2021 alle 14:08
                                    Alternativamente potrei andare in italia e ottenere il reddito di cittadinanza.

                                    Mi pare legge VOTATA ANCHE DALLA LEGA
                                    come quell’altra legge QUOTA CENTO che ha allargato il divano dei fancazzisti.
                                    Probabilmente invece i muratori, i turnisti e tutti quelli che si usurano realmente non accedono.
                                    Bel governo…
                                    … il governo del cambiamento…

                                    • martello carlo scrive:

                                      Su quota 100, mi pare che sia ormai assodato che sia indispensabile gettare al macero la pletora di raccomandati incapaci invecchiati male nel fancazzismo assoluto che hanno paralizzato l’Italia, per sostituirli con rimpiazzi giovani e svegli….. ma non illicenziabili e possibilmente del nord, anzi LOMBARDI :-D :-D

                                      Come sempre alla fine ha ragione il MAGNIFICO CAPITANO.

                                    • Gatón scrive:

                                      È il direttore INPS che avete nominato voi che lo vorrebbe estendere ai diversamente italiani.

                                      1. Silvestro scrive:

                                        parole vuote, inutili e ignoranti

                                        https://www.treccani.it/vocabolario/di/

                                        • marco.com scrive:

                                          sottoscrivo

                                          parole vuote, inutili e ignoranti

                                          ormai ripete sempre le stesse 4 cazzate: statali contro privati, privati contro statali, il lombardo-veneto che era l’Eden, la lingua iglese che è per i ratti.

                                          E’ davvero uno scandalo inaudito, una incomprensibile sopercheria che negli aeroporti di tutto il mondo, che se tutti gli aerei oltre alla lingua domestica si traduca in inglese

                                          E’ davvero uno scandalo inaudito, che in in alcune università italiane si tengano le lezioni in inglese.

                                          Già che ci siamo, perchè non in latino ? E perchè non in greco classico, la lingua di Omero, di Aristotele, di Pericle, di Pitagora (Platone NO perchè mi sta sulle palle)

                                        • Mario56 scrive:

                                          L’inglesismo dissimulato sarebbero DI’
                                          Certo che peggiora sempre di più Mario Zwirner.
                                          Un po’ come martello e gaton…

                                          • Gatón scrive:

                                            Meno male che ci sei tu a sollevare la media.

                                            • Mario56 scrive:

                                              Pensavo ieri @gaton,
                                              se tu fossi nato Marocchino o Siriano …
                                              … saresti orgoglioso di esserlo e lo riterresti un privilegio?

                                              • Gatón scrive:

                                                Alternativamente potrei andare in italia e ottenere il reddito di cittadinanza.

                                              • Gatón scrive:

                                                Ho ben parlato di orgoglio e privilegio.
                                                Se fossi nato altrove sarei comunque orgoglioso delle mie radici.
                                                Quanto al privilegio mi darei da fare per poterlo asserire.
                                                Se oggi sono quel che sono il merito è dei miei genitori, della comunità in cui sono vissuto ma anche MIO.

                                        1. Mario56 scrive:

                                          Zaia:
                                          Annunci solo di ieri:
                                          Nuovo portale per prenotazioni
                                          Giorni dli libero afflusso a Treviso per over 80. I nati in gennaio ore 8.30, febbraio 9,30 …
                                          Ulss 9 scaligera: nuovo link over 80 , vaccino 27,28,29 marzo
                                          Chi viene dimesso dal ospedale e avrà più di 65 anni verrà vaccinato.
                                          Chi non può muoversi per condizioni di salute DEVE AFFIDARSI ALLA PROVVIDENZA
                                          Accompagnatori degli over 80 se sono over 65 saranno vaccinati. Si faranno tutti accompagnare da amici, parenti, paganti.
                                          Non vi sembra un CAOS??
                                          Ma nessun centro vaccinale Veneto tiene aperto fino a mezzanotte.

                                          1. Gatón scrive:

                                            Mario, riesci qualche volta ad evitare gli stereotipi ?
                                            I Maya bevevano, eccome, ben prima dell’arrivo di Colombo.
                                            Aztechi e Inca non erano certo astemi.
                                            Adesso non dirmi che sono stati i vichinghi…

                                            • martello carlo scrive:

                                              A me non risulta. Dalle ricerche che ho fatto, ad esempio gli indiani americani usavano una gran quantità di piante, ma solo per entrare in contatto con il mondo degli SPIRITI.
                                              Le “erbe” servivano solo per creare legami di amicizia e di lealtà ( specie tra le varie tribù ) : niente coca, ma solo “SOSTANZE PSICOTROPE”.
                                              Ti ritenevo meno politicamente scorretto……

                                            1. martello carlo scrive:

                                              Trovo i tre proletari prima di tutto dei gran maleducati, irrispettosi di chi li ospita con tanta pazienza e sopportazione e quel che più conta storditi da un PRIDE del tutto ingiustificato e preconcetti fasulli.
                                              INNANZITUTTO trovo la lingua inglese una lingua da PUB, le cui sonorità, se così si possono chiamare, sono da strafatti di birra ed il cui unico pregio è la praticità che forse è uno dei motivi per cui è la più parlata al mondo (la vittoria spesso passa per la velocità degli ordini ). Che poi in molti casi bisognai fare lo spelling la dice lunga sull’umile origine della lingua.
                                              Un’altra osservazione mi corre: non si sa per quanto durerà, visto che gli anglosasoni stanno perdendo la supremazia sui desperados LATINOS, quindi studiate lo spagnolo se volete conservare i vostri vantaggi nel curriculum.
                                              Tanto per uscire dal conformismo dei 3 handicappati politici, sbandati e approfondire i concetti che ZWIRNER, CONTROCORRENTE vuole esprimere, voglio far rilevare che:
                                              - il fatto che sia inopportuno usare continuamente termini inglesi non significa essere contro la conoscenza e lo studio dell’inglese
                                              - l’uso di questi termini è spesso una furbizia politica per nascondere provvedimenti negativi introdotti da una sinistra BOLDRINIANA che in modo fasullo vuol sembrare di una statura internazionale come è, NELLA REALTA’ MARIO DRAGHI.
                                              - l’apertura a tutto ciò che viene da fuori è tipica degli antenati dei tre proletari che quando vedevano una macchina arrivare in piazza ( immagini di gioventù ) le correvano dietro per tutto il paese e dimostra una subalternità tipica del popolo italiano, in particolare della sinistra.
                                              - quanto alla EDERLE è pur vero che in tempi sospetti, la sinistra non usava tanti inglesismi per MANDARE FUORI DEI COXXXXNI, rompendo i COGXXXNI a tutti peggio degli americani stessi, nè manifesta oggi all’insegna di “YANKEE GO HOME”.

                                              MENTALITA’ PROLETARIA DA DNA SERVO.

                                              • Silverstro scrive:

                                                Cominciamo col dire che “handicappati politici” sono termini che puoi tranquillamente usare con i tuoi figli che poi sono i tuoi discendenti diretti.
                                                Non ce l’ho con la tua famiglia; sto solo considerando l’ipotesi per te più favorevole, ovvero che questi linguaggi e questi toni li usi abitualmente anche a casa tua. Perché se cosi non fosse, saresti un grande stronzo che solo sul questo blog sfoggia aggressività e disprezzo per chi non la pensa come te, senza altri argomenti. Qualunque sia la lettura, come ho già scritto più volte, è un problema di intelligenza.

                                                Per ultimo sottolineo ancora che Zwriner cerca di stimolare un dibattito su un termine, sbagliato nella definizione etimologica, quindi fondato sull’ignoranza, e di conseguenza insulso nelle riflessioni linguistiche che ne derivano.
                                                Considero il topic un oltraggio all’intelletto degli interlocutori cui si rivolge.

                                              • Silverstro scrive:

                                                Cominciamo col dire che “handicappati politici” sono termini che puoi tranquillamente usare con i tuoi figli che poi sono i tuoi discendenti diretti.
                                                Non ce l’ho con la tua famiglia; sto solo considerando l’ipotesi per te più favorevole, ovvero che questi linguaggi e questi toni li usi abitualmente anche a casa tua. Perché se cosi non fosse, saresti un grande stronzo che solo sul questo blog sfoggia aggressività e disprezzo per chi non la pensa come te, senza altri argomenti. Qualunque sia la lettura, come ho già scritto più volte, è un problema di intelligenza.

                                                Per ultimo sottolineo ancora che Zwriner cerca di stimolare un dibattito su un termine, sbagliato nella definizione etimologica, quindi fondato sull’ignoranza, e di conseguenza insulso nelle riflessioni linguistiche che ne derivano.
                                                Lo considero un oltraggio all’intelletto degli interlocutori cui si rivolge.

                                              • Silverstro scrive:

                                                Innanzitutto cominciamo col dire che “handicappati politici” sono termini che puoi tranquillamente usare con i tuoi figli che poi sono i tuoi discendenti diretti.

                                                In secondo luogo c’è un problema di educazione e di intelligenza nell’uso dei termini che ho già citato più volte, ma evidentemente confermano le considerazioni del punto precedente.

                                                Terzo ed ultimo Zwriner cerca di stimolare un dibattito su un termine sbagliato nella definizione etimologica, quindi fondato sull’ignoranza, e di conseguenza insulso nelle riflessioni che ne derivano.
                                                Lo considero un oltraggio all’intelligenza degli interlocutori cui si rivolge.

                                              • Simone scrive:

                                                Il fatto che per lottare allo scopo di avere una condizione più umana e sostenibile, i milioni di proletari nel mondo abbiano dovuto aspettare la spinta e i ragionamenti di un filosofo-economista squattrinato sorretto da un ultra borghese figlio di papà, qualcosa in effetti dovrebbe far riflettere.
                                                Pensare che i nativi americani invece debbano gioire per i vari anniversari del 12 ottobre 1492, mi pare una burla di cattivo gusto e/o una provocazione oggettivamente irricevibile.

                                                • martello carlo scrive:

                                                  Non ho parlato di NATIVi e il riferimento a COLOMBO era casuale.
                                                  Comunque i nativi non furono creati per viver come BRUTI, ma per ” seguir virtute e conoscenza ” doti nella quale l’uomo bianco eccelle.
                                                  PS: anche le SQUAW, alla fine, non hanno gioito?

                                                  • Simone scrive:

                                                    Già il fatto che nell’uso in lingua inglese (giusto per stare in argomento post) la parola “Squaw” ha spesso connotazione di derisione e che le comunità di nativi la considerano offensiva, dovrebbe darti un’ulteriore informazione che sa di risposta..
                                                    I “Bruti” da quelle parti tra l’altro erano i “visi pallidi”, tra erano generalmente sporchi, puzzavano, spesso ubriaconi, violenti e”leggermente” invasivi…

                                                    • Mario56 scrive:

                                                      @ GATON
                                                      Gatón
                                                      27 marzo 2021 alle 20:17
                                                      Senza nulla togliere alle responsabilità dei colonizzatori.
                                                      Se non fossero stati “scoperti”, oggi a quale livello di sviluppo sarebbero i popoli nativi delle americhe

                                                      CERTAMENTE non avrebbero conosciuto l’alcolismo.

                                                    • Simone scrive:

                                                      Fermo restando che non possiamo sapere il livello delle loro reali conoscenze dell’epoca per il semplice motivo che gli invasori li misero fuori gioco e fuori dalla storia nel giro di pochi secoli, e non coltivarono mai alcun interesse “massificato” nello scoprire e vivere la loro cultura, ma la domanda è: ne avevano bisogno del nostro sviluppo? Perché la verità della storia è che furono annientati da esso quando prima di incrociarlo vissero per millenni senza sentirne la benché minima mancanza. Dubito fortemente ci sia un nativo che non scambierebbe la sua esistenza odierna (per chi è rimasto) con quella dei loro avi presenti prima dell’arrivo dei visi pallidi.

                                                    • Gatón scrive:

                                                      Senza nulla togliere alle responsabilità dei colonizzatori.
                                                      Se non fossero stati “scoperti”, oggi a quale livello di sviluppo sarebbero i popoli nativi delle americhe ?

                                              • martello carlo scrive:

                                                Quanto alle critiche tedesche, se ne può discutere a parte, ma non sono poi del tutto ingiustificate, senz’altro meno della distruzioni delle statue di COLOMBO e della furia iconoclasta dei primitivi.

                                              1. Maxim scrive:

                                                quindi yenkee è un….mezzo italianismo??? infatti sono offesissimo dallo storpiamento da tifoso quale sono dei new york yAnkees di baseball (e non è una battuta)…..forse zwirner farebbe meglio a studiare un po di inglese, che fa meno male (alle orecchie) di un dialogo tra razzi e scilipoti oppure tra due scledensi di mia conoscenza! che poi l’inglese a me (e credo a moltissimi) non ha fatto male….anzi….e non ha ammazzato il mio italiano nonostante gli inglesismi io li usi (anche i veronesismi…..dalla pearà a chelacheta…à)

                                                certo, la lingua italiana ha sonorità eccezionali, piu dell’inglese che peraltro non può essere battezzata offendendo i fans di renato zero….ed è ugualmente positiva all’orecchio

                                                diciamo che io (un po tutti qui dopo i primi 8-10 posts…ops….meglio scrivere commenti, opinioni….) non mi curo molto della traccia zwirneriana, ma da giornalista (ello) semmai mi aspettavo un’opinione (ops….post :) ) sullo scazzo in corso italo-tedesco circa Dante…..troppo banale forse….ma dopo questo assunto mariano (e sottolineo che non mi riferisco a 56) difficile trovare maggiori banalità.

                                                non credo che se scuole e università risultano scadenti vi sia un problema correlato….poi se zwirner sente la necessità di sostituire l’ex grande grillo (quello comico di 20 anni fa) tra ratti, squaw e occupazioni militari….beh….è sulla buona strada, ma non per fare il sold out nei palazzetti…..manco nel soggiorno di casa di 20 mq…..mi scusi, ma dovevo dire il tutto esaurito….giusto.

                                                peraltro, cercando un minimo di serietà che il buon zwirner non genera e da animo bergonzoniano che ho, avrei chiamato il giorno in questione il “dìDante”, con quel mix semplice tra 2 parole omofoniche che avrebbero reso suo, di dante, quel dì dell’anniversario (con buona pace della notte di cui il dì non si cura…)

                                                • martello carlo scrive:

                                                  Complimenti, un piccolo capolavoro, con molta sostanza stavolta ben concentrata ….. anche se ritengo che DANTEDI si associ molto bene con MARTED e GIOVEDI….
                                                  Una critica forse un po’ troppo dura, ma dietro le quinte di una forma eccellente, molto distante da quella di quei tre buzzurri proletari, così maleducati in casa d’altri.

                                                1. Gatón scrive:

                                                  Su questo argomento c’è ben poco da dire.
                                                  Molto probabilmente l’etimo dell’inglese day viene dal latino dies.
                                                  Anche il tedesco tag potrebbe avere la stessa origine, vista la ben conosciuta idiosincrasia fonetica dei tetteschi.
                                                  Da parte mia trovo più misero l’aver storpiato un verso del sommo poeta riportato sulla copertura del monumento in fase di restauro.

                                                Lascia un Commento

                                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                Accetto i termini sulla privacy

                                                *