20
ott 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 38 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.032

SVEGLIA!

Il Padova perde immeritatamente a Crotone. Il pareggio era il risultato più giusto. Il 2-1 dei padroni di casa è nato da una punizione concessa loro poco dopo che non ne era stata concessa una clamorosa al Padova per fallo su Contessa.

E’ corretto sottolinearlo, ad onor di cronaca, ma questo non cambia la realtà dei fatti. I fatti dicono che il Padova ha incassato 4 sconfitte in 8 partite. Troppe anche per una squadra che, come quella biancoscudata, punta ad una tranquilla salvezza e non ha particolari sogni di gloria per la stagione appena cominciata.

Siamo solo all’ottava giornata e la sensazione rimane quella di un gruppo perfettamente in grado di salvarsi senza eccessivi brividi lungo la schiena. Tuttavia la sconfitta di Crotone, seppur immeritata, deve produrre questa volta un effetto scossa immediata. Il Padova non ha disputato una brutta gara, anzi. Dopo il gol preso a freddo dal Crotone ha reagito, ha messo in campo l’atteggiamento giusto, è andato vicino al gol in più occasioni. Purtroppo però ha commesso degli errori e in serie B gli errori, anche se pochi e banali, non vengono perdonati dall’avversario che puntualmente ti castiga.

Ecco perché l’unica parola che mi viene in mente è “sveglia!”. “Sveglia” perché non si può prendere gol dopo 12′ lasciando che un terzino sinistro crossi indisturbato e un attaccante alto sì e no un metro e ottanta salti indisturbato nel cuore dell’area piccola in mezzo a difensori ben più alti e fisicamente corazzati di lui. “Sveglia” perché non si può andare sotto di nuovo per un disimpegno errato che si trasforma in un assist per l’avversario. “Sveglia” perché non si può, una volta segnato a fatica il pareggio, avere la maledetta abitudine di arretrare per difendersi e basta, rinunciando a giocare, a costruire, a essere lucidi.

Certo serviranno rinforzi e a gennaio la proprietà li porterà a casa. Ma certe leggerezze bisogna imparare e si può imparare ad evitarle fin da subito. Prima di tuffarci nel calciomercato considerandolo la panacea dei mali biancoscudati, allora, visto che manca ancora qualche mese, pensiamo intanto a fare quel che si può fare. Sbagliamo meno e diamoci una bella svegliata! Si può fare. E se si farà il cammino verso la salvezza sarà meno tortuoso di quanto sembri adesso.

2.032 VISUALIZZAZIONI

38 risposte a “SVEGLIA!”

Invia commento
  1. svissero scrive:

    vuoi vedere che Zenga ha fatto il miracolo coi capperozoi con un !uno! solo tiro in porta in sto momento stava vincendo a Palermo

    1. Stefano scrive:

      Sei di wcenza se. : quasi fallito,anzi fallito , ti trovi il sig Diesel che ti porta la squadra in casa e al primo anno scopri che le promozioni saranno 7 . Così hai anche l’aiutino . … e vabbè. Loro sono così

      • Cane Pazzo Tannen scrive:

        Chi nasce paraculato rimane paraculato a vita…

        • Marcatonio scrive:

          Potrei anche rassegnarmi ad accettare che loro sono paraculati, quello che non sopporto è che, pur non conoscendo cosa sia merito, si presentino con l’arroganza di chi ha fatto la tua stessa fatica.

          Com’è che diceva la motivazione quella volta per la Fiorentina?
          Ah si, per meriti sportivi

      1. effebi scrive:

        io tifo padova da 50 anni e sono orgoglioso di questa squadra ce la faremo a raggiungere l obbiettivo…bisoli mi va bene ma un esame di coscienza se lo dovra fare prima o poi..un allenatore dovrebbe essere un padre per i giovani e la risposta che ha dato alla gazzetta prima di brescia padova significa molto non allenerei mio figlio perche dovrebbe sentire i suoi colleghi parlar male di me..se fai il tuo dovere nessuno parlera male di te om spogliatoio

        • Marcantonio scrive:

          dovrebbe essere un padre per i giovani
          Secondo me alla fine lo è, certo un buon padre a volte non può essere un “buon amico”.

        1. fabio.pd scrive:

          perfetta la lettera dei tifosi, condivido i pensieri espressi da effebi…da svissero…da marcantonio. Dico solo una cosa: proprio perchè ho vissuto dal 1983 incessantemente le vicende del Padova, dopo essere morti e risorti, mai come ORA ho a cuore le vicende del mio Padova e pertanto mi disturba enormemente vedere la conclusione di queste prime partire (a parte verona e venezia). Se c’è da intervenire….si intervenga: io ho portato sul palmo di mano il buon Bisoli fino a poco tempo fa, ma – per il bene del Padova – se c’è da intervenire si intervenga. Voler bene al Padova è anche esporre delle critiche….se qualcosa non va.

          • patrick scrive:

            Lettera impeccabile, a parte questa frase che proprio non mi va giu’ e non comprendo. A volte percepisco quasi un gusto ed un piacere nel ricercare un presunto elitarismo che non fa il bene di questa citta’. L’ ACP è amato da moltissimi padovani, una buona fetta magari non partecipano direttamente, ma la citta’ sta con la sua squadra, al netto dei doppifedisti… il renderla una sorta di passione elite credo che piaccia a piu di qualcuno…io non lo capisco..e non lo accettero’ mai.

            “Diciamoci la verità, non siamo poi in molti a seguire questa squadra.

          • Marcantonio scrive:

            Concordo, discussione, evidenziare i problemi, dialogo, ma spero non contestazione. Quest’ultima crea sempre un clima difficile e porta a decisioni affrettate e spesso senza buon senso.
            Penso che interrompere il progetto in corso, svoltando repentinamente, debba essere una decisione da ponderare bene. Io darei ancora un po’ di tempo all’allenatore e a questi giocatori, a me la partita di Crotone non è dispiaciuta e considero il risultato eccessivamente penalizzante per noi e non veritiero nel dire cosà si è visto in campo.

          1. Marcantonio scrive:

            Io sto con Bisoli. Forza Padova!!

            1. svissero scrive:

              vorrei ricordare a tutti che non si vive di ricordi ……. la lettera dei ultras e verita ma alla fine potevano scrivere ” PERO DATEVI UNA MOSSA”

              • svissero scrive:

                e pio non trovo giusto che se la prendono con chi scrive sui social compreso questo blog credo che noi tutti che dgt sapiamo bene la storia del Padova cio non vuol dire che va sempre tutto bene tutto quello che fa la societa e oro ecc..ecc…. esiste la parola e la liberta d espressione e ogni uno la pensa e SCRIVE quello che vuole nel limite della decenza ma cio non vol dire che non ama il Padova anzi…..

              1. effebi scrive:

                non e certo un mister che rasserena e da tranquillita ai giocatori anzi …quante volte l anno scorso dopo 10 minuti mandava a scaldare giocatori della panchina per qualche errore fatto in campo e chi sa di aver sbagliato come fa a giocar sereno sapendo che puo esser sostituito dopo un errore d inizio partita

                1. effebi scrive:

                  di una cosa siamo sicuri i giocatori sputano sangue anche in allenamento e da un po che seguo allenamenti partite etc..hanno una pressione adosso che non immaginate nemmeno..ma questo e da agosto non solo ora che le cose vanno malino..infatti gli infortunati ci sono durante amichevoli e allenamenti..e questo e un po demerito di bisoli. pensate a mandorlini per rompersi il crociato avra dato il 110 % per guadagnarsi un posto con 30 giocatori a disposizione sono tutti tirati a parte quelli che devono giocare per contratto..pinzi anche l anno scorso in allenamento non da il massimo ma questo un po per l eta in serie c bastava esperienza quindi posizione secondo me anche in b dovrebbe giocare ma mettendo capelletti fuori ruolo pinzi non gioca allora la scusa e non si allena bene non condivido. credo che l aver rinnovato contratti per premio abbia infoltito una rosa ampia creando insicurezza e rivalita tra giocatori

                    1. Marcatonio scrive:

                      LETTERA AL POPOLO BIANCOSCUDATO

                      “Ma ancora il Padova segui?”

                      Chi più, chi meno,ognuno di noi ha dovuto sorbirsi la consueta domanda, magari dal burbero di turno al bar o in piazza. E diteci un po’, dopo aver fatto cinque sei sospiri, quale risposta avete dato? Fateci indovinare “cosa vuoi capire tu, le emozioni che si provano”.
                      Tutte le emozioni sia esse positive o negative, fanno sempre parte dei sentimenti, quelli di rabbia e frustrazione provati solo 4 anni fa quando SPARIMMO letteralmente dal calcio, o quelle entusiastiche degli esodi in serie D, quelle fatte di pazienza e tenacia nel risalire la china in serie C, o ancora quelle di onnipotenza in seguito all’ UNICO campionato vinto dalla nostra compagine. Diciamoci la verità, non siamo poi in molti a seguire questa squadra, forse perché in pochi sappiamo amare davvero, incondizionatamente, a prescindere dal burbero trovato in bar o in piazza,a prescindere da chi ci chiede “ma ancora il Padova segui?”. Per arrivare al sodo, ci troviamo per l’ennesima volta a dover soffrire, a trovare dei colpevoli, a mangiarci il fegato perché a Padova per ogni cavalcata corrisponde, ahi noi , sempre un momento per riportare i piedi ben saldi al terreno. Siamo però solo ad OTTOBRE appunto, il campionato sarà lungo e dovremo lottare per la SALVEZZA, unico obiettivo da agguantare con i denti (sia ben chiaro a tutti, sabato a CROTONE non c’è stata alcuna contestazione!). In un ‘epoca digitale che ci sta mangiando vivi, un cui tutti hanno accesso e utilizzo ai social, invece che commentare a più non posso su ciò che non va, perché non andate a “rispolverare” l’ album dei ricordi?! quelli della coppa alzata giusto pochi mesi fa, quelli dei settori ospiti strapieni in serie D, o magari quelli della marcia orgogliosa in 2500 per la città più bella del mondo, a ribadire che niente e nessuno ci avrebbe portato via la NOSTRA dignità. Ecco, al posto di prestare il fianco al burbero di turno che continuerà a chiedervi “ma ancora il Padova segui?” perché non cercate di rimembrare lo spirito audace con il quale dalla melma e dallo sconforto siamo ripartiti, Indossate di nuovo la vostra sciarpa e rialzate la testa da tifosi veri?! .

                      E poi, diteci un po’ anche a noi, che emozioni provate?

                      Siamo i Padovani, avanti uniti, tutti assieme, ora piu che mai!

                      UPD

                      • Marcatonio scrive:

                        Questa lettera è bellissima.

                        C’è una riga che mi interessa particolarmente, nel senso che mi rincuora: sabato a CROTONE non c’è stata alcuna contestazione!.
                        Ma è veramente così? Perche i media riportano diversamente.

                        Io spero che nonostante il periodo nero si resti tutti uniti nel sostenere squadra, allenatore e società, atteggiamento che è risaputo ha sempre condotto a risvolti positivi…. anche se qui a Padova è stato applicato raramente e spesso ne abbiamo pagato le conseguenze.
                        Spero che non venga, come avveniva per il passato, buttato nel cesso tutto il progetto in corso

                      1. Il vecchio Max scrive:

                        Non mi preoccupa il numero di sconfitte,ma il numero di vittorie in 8 gare.
                        Si va in campo per pareggiare?
                        Forse l’eccesso di consapevolezza dei propri scarsi mezzi rispetto alla concorrenza gioca brutti scherzi ,perche’ spegne la voglia di osare,di voler andare oltre all’ostacolo che ti si para davanti ed oltre i propri limiti.
                        Mi piace ricordare che il primo anno della nostra serie A ,per poter salvarci all’ultimo secondo (non dell’ultima giornata,ma dello spareggio con il Genoa) abbiamo dovuto andare a vincere a Torino con la Juve e battere Inter,Milan Napoli e via dicendo.
                        Ieri non ha vinto la squadra che ha creato piu’ occasioni e che piu’ ha complessivamente meritato,ma quella che aveva piu’ voglia di vincere. Partendo dalle cose positive espresse ieri,che ci autorizzano a sperare in un cambio deciso di marcia,sembra necessario far scattare quel “click” nella testa che ti porti alla voglia di battere il Golia di turno,anche se ha fatto il miglior mercato,anche se ha l’attacco piu’ forte della B,anche se si gioca in campo infuocato,anche se e’ una corrazzata che viene dalla A.Se non scatta quella molla, sara’ dura alla fine del torneo trovare 5 squadre che abbiano fatto peggio di noi…

                        • svissero scrive:

                          concordissimo

                        • Marcatonio scrive:

                          Al solito disamina perfetta.

                        • sergio scrive:

                          per fortuna che -quest’anno- di squadre ne bastano solo 4, anzi 3!!!

                          • Cane Pazzo Tannen scrive:

                            A quanto pare, il numero di retrocessioni (per avere l’anno prossimo una B a 20 squadre) rimarrà uguale, mentre ci sarà una promozione in più dalla serie C.
                            Quindi bisogna mettersi dietro 3 squadre per non andare giù diretti e 5 per evitare i play-out (4 se arriviamo quintultimi, ma a patto di avere, mi pare, almeno 5 punti di vantaggio sulla quartultima)… Ad oggi la vedo molto dura considerando anche il fatto che al momento tra le pericolanti c’è il Foggia (che è lì solo perché è partito con la penalizzazione e siamo ancora nella prima parte del torneo): squadra con una rosa che non c’entra nulla con la bassa classifica…

                          • Marcatonio scrive:

                            Già attaccati a questo? Spero proprio di no!

                        1. acp scrive:

                          non ci siamo e non siamo manco vicini all’esserci

                          1. nanan scrive:

                            uscito pulzetti siamo scomparsi,panico totale .anche a brescia l’imbarcata l’abbiamo presa dopo che era uscito.ci vuole pinzi in campo ,troppi giocatori non hanno attributi per giocare in b in questo momento,Ceccaroni e’ l’esempio disastro totale e non ditemi che e’ un giovane ….un po’ di testoterone basta con questi giocatori senza palle.prendiamo gol assurdi,ci sta che per 10-20 minuti ci si abbassi e si debba difendere e soffrire, ma qui si fanno errori da patronato con una rilassatezza ,per salvarsi ci vuole rabbia e cattiveria e noi lasciamo fuori pinzi perche’ non si allena ad alta intensita’?? .sull’allenatore mi astengo per il momento,anche se non esiste al mondo che ti presenti a lens con l’11 titolare e li massacri poi in allenamento , abbiamo avuto 5-6 infortunati con risentimenti o affaticamenti e non puoi pretendere che gente che abbia superato i 30 si alleni ad altissima intensità ,gente come pinzi ,pulzetti,dellla rocca vanno gestiti…per me alla fine non siamo cosi’ scarsi,basta che l’allenatore si metta in testa alcune cose e scrolliamoci sta paura e giochiamo con rabbia.a gennaio arrivera’ sicuramente qualcuno.

                            1. acp scrive:

                              questo è quello che succede quando non si considera per mesi e mesi quello che dico.

                              1. Spinoccia scrive:

                                Un peccato che i primi segnali di bufera arrivino proprio dopo la miglior prestazione esterna, forse anche migliore di quella di Verona. D’altronde la contestazione dei valorosi arrivati fino a Crotone è sacrosanta.
                                La cosa che più fa incazzare è il solito arretramento che avviene dopo aver segnato. E’ successo il tutte le gare finora disputate: a Verona ci è andata bene soltanto perchè Merelli è riuscito a deviare il tiro di Pazzini ma negli ultimi 20 minuti c’era da farsela sotto. Ieri sono bastati 12 minuti per buttare nel cesso tutta la fatica fatta per arrivare al meritatissimo pareggio. Bisogna sottolineare però che in quei 12 minuti il Crotone aveva già creato altre due palle goal enormi e il goal imminente si annusava nell’aria. Ormai il copione è noto, cambia solo il minuto in cui arriva il goal avversario ma la certezza che arrivi non viene messa in discussione.
                                Di chi è la colpa di questa debolezza cronica? DI una squadra priva di personalità incapace di imporre il proprio gioco e perennemente aggredita dall’avversario quando questo deve recuperare? DI giocatori scarsamente dotati tecnicamente? DI un allenatore che propugna un gioco speculativo basato sul trova-il-golletto-e-poi-difenditi?
                                Secondo me ci sono tutte tre le componenti. A ben guardare l’anno scorso il gioco del Padova è stato propositivo ed autorevole solo ad inizio campionato, dopodichè è iniziata l’era degli 1-0 e 2-1. Si trovava il goal e poi ci si difendeva portando a casa la vittoria grazie ad un tasso tecnico degli avversari molto inferiore e alla nostra difesa solida. Sul finale del campionato poi sappiamo bene tutti come è andata e ringraziamo S. Antonio che non c’erano avversarie serie.

                                1. tifoso ignoto scrive:

                                  ti sbagli , mai osannato e mai criticato l’attuale, forse ti confondi
                                  con una altro che ha rubato il mio nick(Tifoso Ignoto)

                                  1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                    Ormai l’andamento delle partite del Padova è sconcertante…
                                    Ieri fino al gol dell’1-1 si meritava ampiamente la vittoria (4 occasioni più o meno clamorose nel 1° tempo e altre 2 buone nel 2° prima del gol del pari). Poi, come al solito, fatto un gol ci facciamo schiacciare e il Crotone (che fino a lì aveva ampiamente fatto vedere perché era in crisi di risultati…) in soli dieci minuti ha creato 5 o 6 palle gol (di cui alcune clamorose) finché, ovviamente, hanno giustamente trovato il 2-1.
                                    Questa cosa ormai, lo ripeto, è sconcertante… Non capisco se è un problema solo psicologico, se è colpa di Bisoli che chiede di rintanarsi o una combinazione di questi fattori a cui aggiungerei l’amara constatazione (ma lo si era già capito da agosto) che questa rosa è obiettivamente scarsa per la serie B e che, quindi, appena gli avversari decidono di spingere seriamente andiamo in crisi, ovvero proprio non ce la facciamo a reggere l’urto con gli avversari quando questi fanno veramente sul serio perché siamo oggettivamente limitati…

                                    1. fabio.pd scrive:

                                      E’ pazzesco. Non riconosco più la squadra delle prime partite…. c’è qualcosa che non gira per il verso giusto…..attaccanti che fino allo scorso anno segnavano…. adesso non più, difensori con sbavature decisive…Bisoli che insiste nel dire di fare giocare quelli che meritano e ad ogni partita giocano sempre gli stessi…….Aspetto di sentire qualcosa da parte di Bonetto. Ho il malevolo sospetto che finchè eravamo in campagna abbonamenti tutto filava liscio, bel gioco e risultati….adesso invece che i buoi sono entrati nel recinto….si può chiudere il cancello…..

                                      • Marcatonio scrive:

                                        Aspetto di sentire qualcosa da parte di Bonetto

                                        Io invece spero che Bonetto rimanga in silenzio, nel senso…. beh, hai capito.

                                      • tifoso ignoto scrive:

                                        è la serie B questa, e se la fai con l’ossatura della squadra di C e punti solo alla
                                        salvezza il passo per la retrocessione è breve. Se vuoi almeno salvarti devi
                                        puntare più in alto, magari mancherai il bersaglio ma almeno ti salvi. Troppa sicurezza
                                        puntare molto sui giovani(c’entrano i soldi forse) e gli acquisti dei veterani sono
                                        per lo piu di giocatori che si sono accontentati di un modico ingaggio.
                                        Certo la speranza di salvarsi non muore mai, ma ho come l’impressione che
                                        stiamo facendo la stessa fine del Wcensa di due anni fa, con lo stesso allenatore
                                        tra l’altro

                                        • Marcatonio scrive:

                                          c’entrano i soldi forse

                                          Forse!

                                          con lo stesso allenatore tra l’altro

                                          Rapido, rapido…. dicono gli spagnoli!
                                          Cosa c’entra l’allenatore?
                                          E’ lo stesso che osannavi a Giugno!!!!!

                                      1. Maxebasta scrive:

                                        Ma che pensavate? Che la serie b fosse na passeggiata? Ve le ricordate le mi pare 8 sconfitte di fila l’ultimo anno di serie b.? O siete diventati come i vicentini/bassanesi che tutto VI è dovuto per il nome che portate? Bisoli avrà tutti i difetti di sto mondo ma è persona onesta e ha detto fin dal ritiro che ci sarà da sputare sangue ma che ci salveremo e io gli credo ,,,, non ha promesso come dice Martina una salvezza tranquilla e d’altra parte noi siamo il Padova e da noi tranquilla è una parola sconosciuta … entrando nel dettaglio dico che se si giocasse dimmerda sarei pessimista anche io ma vista la partita di ieri anche il telecronista di parte crotonica ha detto che si meritava la vittoria noi …. e contro una squadra costruita per vincere…. oppure anche noi possiamo contare sui nomi letti ieri? E a tal proposito … quante squadre che si devono solo salvare abbiamo incontrato fino ad oggi? Ve lo dico io … zero perché anche il Foggia punta come minimonai play off …. quindi tanta calma, prendetevi una confezione di maalox contro il mal di stomaco che quest’anno ne avremo tanto bisogno e pensiamo solo a salvarci tutti assieme e per le cose tranquille o sogni di gloria magari se ne riparla il prossimo anno

                                        1. Enrico M. scrive:

                                          Avversario diverso, partita diversa, ma soliti problemi.
                                          Abbiamo costruito buone occasioni mentre eravamo sotto ma facciamo molta fatica a concretizzare (manca un finalizzatore).
                                          Dopo il meritato pareggio, abbiamo smesso inspiegabilmente di giocare (il solito arretramento a sperare di non prenderle).
                                          Commettiamo ingenuità inaccettabili per la categoria (espulsione di Della Rocca).
                                          Bisogna cambiare atteggiamento.

                                          1. svissero scrive:

                                            purtroppo cara martina non e tortuoso ma diretto non alla salvezza ma alla serie C Si pensa allo stadio a come sara o a quanti posti ma ci basta anche l Euganeo se si continuera a perdere in trasferta e a parregiare in casa SVEGLIAAAAAAA

                                          Lascia un Commento

                                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                                          Accetto i termini sulla privacy

                                          *