25
nov 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 28 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.262

SIAMO SOLO NOI

Il pensiero di (quasi) tutti è inconfessabile: si può anche perdere, anzi forse non è poi un male. Per un giorno  tornare a vincere, ma soprattutto a essere il Verona. Senza di lui. Perché il nostro Verona, non è il suo Verona. Non è questo Verona che lui ha scolorito, annacquato, fino a renderlo una brodaglia indigesta.

Quando un’intera tifoseria si ribella (con intelligenza e civiltà) a te, significa che sei…altra cosa, che hai passato il segno, che hai trasformato un patrimonio (di storia, di sentimenti) di tutti in roba solo tua. E allora è giusto che giochi da solo, che te la canti e te la suoni. E che magari perdi, resti in B, ché prima o poi i paracaduti finiscono e magari si aprono le condizioni per vendere. Ma puoi anche vincere, buon per te, ma è il tuo gioco, solo il tuo, e allora noi lì ci fermiamo, non vogliamo essere coinvolti, non ci interessa più.

Ora l’unica linea della salvezza è l’identità e l’appartenenza della comunità gialloblu. Rimangono solo quelle migliaia di tifosi là fuori, incazzati, ma uniti e consapevoli. Il Verona, il nostro Verona, è quello. Non è morto, lui là in alto lo ha solo momentaneamente messo in soffitta. Ma se la piazza rimane unita, consapevole e incazzata tornerà, eccome se tornerà. In attesa che anche qualcuno là in alto, in città, nel Palazzo della politica, cambi marcia, senza più foto insieme, sorrisi e inaugurazioni.

Una volta si era “soli contro tutti”. Oggi mi viene in mente Vasco: siamo solo noi. Ma non è poco. Accidenti se non è poco.

5.262 VISUALIZZAZIONI

28 risposte a “SIAMO SOLO NOI”

Invia commento
  1. Jordan scrive:

    Ma a Benevento in 3/400 ?? Col Pescara tutti fuori,o dentro a cantar???

    1. schetch scrive:

      Hanno si inquadrato poco, ma non bisogna pretendere chissà che dalle emittenti nazionali. E comunque l’hanno detto più volte nel pre gara e anche durante L’attenzione era sulla partita alla fine.

      1. Denis scrive:

        il 13 dicembre andar in massa a Mantova a tirar Villafranca / Hellas per me sarebbe una gran idea

        • Prebenzia scrive:

          Beh dai me sembra un’ottima mossa!!!!!! Così, tanto par capir, abbonati e non sono chiamati a star fora dallo stadio per boicottare l’infelice e la proposta intelligente l’è quela de andar in massa a Mantova, PAGAR el biglietto alla merdaccia che ha comprato ( anche!!) coi me schei la società e, dulcis in fundo gavemo da tirar Villafranca!!
          A sto punto proponì anca che se vestemo tutti uguali per dare più visibilità all’evento…..ovviamente presso lo store de Manila Grace!?!? Ma, perdinci e perbacco, ma come ca……volo ragionate!!!

          FORZA /=\ HELLAS ( LIBERO!!!)

          • Prebenzia scrive:

            POSTILLA………Forse, e dico forse la cosa potrebbe avere un minimo di senso se in massa si andasse a Villafranca ma NON a Mantova!!!!!!

            FORZA /=\HELLAS (LIBERO!!!)

        • stefano scrive:

          La condivido pienamente. Seguiamo il VIllafranca in massa, cosi finiamo con l’attirare l’attenzione

        1. Leone scrive:

          Bellissima la compattezza del popolo gialloblù, commovente direi. Ma ora?
          Si va avanti ad oltranza?

          Le telecamere di DAZN non hanno mai inquadrato lo stadio e la curva, pochi media ne hanno parlato, temo che poi a Setti poco importi l’Hellas è il suo giocattolino e se lo terrà stretto finchè gli porta soldi ma nel frattempo che si fa?

          Non si va più allo stadio?

          Mettici poi che i giocatori sono con l’allenatore, vuoi vedere che ha intimato loro di correre pena zero stipendi?
          Sto carpigiano tiene tutti per le palle mi pare.

          • stefano scrive:

            ribadisco la proposta: disertare ad oltranza lo stadio e seguire in massa una squadra minore. Magari il Villafranca, cosi si tifa contro il Mantova.

          1. spc scrive:

            Finalmente ci siamo arrivati! Questo non è il mio Verona. E non perdonerò mai chi mi ha privato del mio Verona venendo a casa mia a fare danni ed insultarmi costantemente… A CASA MIA!
            Dobbiamo fare terra bruciata

            • mario scrive:

              Concordo al 100%, privato per tre anni (non uno) dell’Hellas, perché abbiamo assistito a due RETROCESSIONI CINICAMENTE PERSEGUITE, CON IL SOLO OBIETTIVO DI GUADAGNARE DI PIU’ (risparmio sui costi, guadagno da smantellamento squadra già scarsa, a Gennaio). UNO SCHIFO. Secondo me nemmeno vogliono Setti in A, perché falsa il campionato. E ci vorrebbe una inchiesta giornalistica sulle scommesse vs Hellas l’anno delle due “retrocessioni pilotate”. PER FAVORE: PIANTIAMO UN C.ASINO, PERCHE’ BASTA SCAVARE UN PO’ ED ESCE UN GIACIMENTO DI M.ERDA. Siccome ritengo Setti abbia la coda di paglia lunga un chilometro, se ha sentore che la “m.***da sta per venire a galla”, vende subito.

              • julius scrive:

                Hai ragione bisognerebbe segnalare le ” STRANE PARTITE” DI QUESTI TRE ANNI A CHI DI DOVERE.
                Ma forse è il calcio che lascia correre….Miserie

            1. julius scrive:

              Che coincidenza il chievo mette un allenatore appena decente ma con esperienza e ferma addirittura il napoli al san paolo.
              forse che un cambio…TI CAMBIA e allora se Setti decide di tenere lo scarsone vuol dire che a lui va bene cosi e pace per i tifosi.Bravo Francesco hai centrato il problema,,,,bisogna isolarlo da tutto e da tutti,, se lo giochi lui il campionato e anche il prossimo ma poi sarà costratto ad andarsene( basta paracaduti e altre regalie assurde per un fallito( sul campo ovviamente).Noi tifosi si nsoffrirà ma allontanarsi momentaneamente da QUESTE PERSONE è NECESSARIO.

              1. schetch scrive:

                ….e di esonero non si parla, perchè prima o poi bisogna giocare e comunque rientrare dentro, prima o poi..anche restando in B.

                1. MarcoHVR scrive:

                  E POI VENNE IL 23 NOVEMBRE E COMINCIÒ LA RIVOLUZIONE

                  1. francesco scrive:

                    per scelta sia lo scorso campionato che questo non ho fatto l'abbonamento …anche se riuscivo a vedere solo 3/4 partite causa lavoro gli altri anni lo facevo x dare un contributo…amo troppo l'HELLAS ….quindi non darò piu un euro a questo individuo …spero che i politici e chi controlla i conti delle società comincino ad informare ed intervenire x fare scappare il magliaro prima che riesca a vendere anche il simbolo dell' HELLAS…..sempre soli e fieri conto tutti

                    1. maurizio scrive:

                      sono d'accordo con Lona.
                      tutti dentro per insultare il maiale e prendere multe

                      1. Caparbio scrive:

                        Ciao Francesco, ti rispetto perche` sei sempre stato molto critico e battagliero senza essere per forza di cose guerrafondaio. Il tuo post fa male. Sbaglio o hai perso la speranza pure tu? La lenta caduta innarrestabile sembra pilotata. Seriamente, corriamo il rischio reale di 3/4 anni di male figure in giro per poi sparire definitivamente?

                        1. Lona scrive:

                          o tutti fuori o dentro al solo scopo di generare multe.

                          1. Robyz scrive:

                            AVANTI A OLTRANZA!!! Capisco chi ha speso soldi per l’abbonamento ma lasciare solo il carpigiano è un gesto d’amore per il nostro Hellas ed è l’unica arma che abbiamo. Non roviniamo tutto..

                            1. enzo scrive:

                              che dire Francesco, in questo post hai raccolto tutte le mie sensazioni, le mie emozioni degli ultimi tre anni. il mio Verona non é il suo Verona, non é questo Verona e non mi appartiene!

                              1. mario scrive:

                                Caro Francesco,
                                ha ragione, il problema è che un anno senza Hellas (mi viene da dire il terzo anno, senza Hellas)
                                MAI NESSUN PRESIDENTE AVEVA FATTO UNA SIMILE PORCHERIA. Nemmeno Pastorello
                                Organizzate qualcosa: un comitato “Rinascita dell’Hellas Verona” che interessi i politici (il Sindaco, ma anche quelli di livello nazionale, come Fontana) di modo da fare emergere le tante zone d’ombra dell’operato di Setti (in primis in relazione al bilancio, e all’utilizzo dei soldi del paracadute – si potrebbe fare una interrogazione al Ministro dello sport, circa l’utilizzo dei soldi del paracadute). E continuare con le inchieste giornalistiche su chi ha messo soldi nel Verona a inizio operazione (su cui li stia prelevando non ci sono dubbi), sui cartellini dei giocatori pompati ecc. Continuare con le manifestazioni, es: marcia fino davanti al Comune: il Sindaco deve rendere la vita difficile a Setti (ovviamente nei limiti della legalità). E poi cercate di parlare con gli imprenditori Veronesi, di modo da formare una cordata che rilevi l’Hellas.
                                Io sono un tifoso dal Friuli, lavoro anche il fine settimana, ma se posso dare un contributo economico lo do più che volentieri
                                MAI VISTO UNO SCHIFO SIMILE IN 35 ANNI DI TIFO GIALLOBLU: un presidente che “va contro” gli interessi del Club, e ci guadagna. IL SISTEMA CALCIO FA SCHIFO, PREMIA CHI LAVORA MALE

                                1. francesco scrive:

                                  certo non sarebbe male andare a mn e farci sentire…magari stando fuori x non far prendere un'euro al magliaro…

                                    1. stefano scrive:

                                      Bella idea

                                      1. io scrive:

                                        13 dicembre mantova – villafranca 3 marzo mantova -legnago

                                        1. Ruspa62 scrive:

                                          Adesso Setti e c. sono isolati e tali devono restare finché non si decidano finalmente ad andarsene.

                                          1. stefano scrive:

                                            Idea provocatoria. In attesa che l’Hellas torni alla città e allo scopo di scuotere l’opinione pubblica, perché non andare in massa a sostenere una squadra minore di Verona tipo Audace o simili? Migliaia di persone che seguono improv improvvisamente una squadra solo per mantenere la propria identità non credete farebbe notizia?

                                            1. hellaS 8 scrive:

                                              Parole saggie noi tifosi siamo l'hellas non loro

                                            Lascia un Commento

                                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                                            Accetto i termini sulla privacy

                                            *