05
giu 2019
CATEGORIA

Par tirar tardi

COMMENTI 5 Commenti
VISUALIZZAZIONI

770

BEN ALA’ I ME CIAVA DE POCO (Libera Esegesi)

Visto che l’assioma di Murphy ha ennesimamente funzionato  regalandomi febbre, tosse e mocceria varia, scriverei cose insensate e chi lo pensasse sarebbe nel giusto.

Quel motto antico mi intriga molto da quando ho cominciato a pensare a come, dove possa essere nato e chi lo ha pronunciato per primo e in risposta a cosa.

Perchè sono sempre più convinto che più lo si retrodata, non sia stata una persona anziana, o un bello spirito a coniarlo.

Un attor buffon di uno dei tanti Carri di Tespi della tradizione popolare italiana?

O come faceva qualcuno, qualche secolo fa,  sapere se “lo fregavano di poco o di tanto”, mica esistevano le tabelle INPS sul “tempo atteso di vita”?

Un Filosofo? Beh quelli seri possono arrivare anche a riflessioni apparentemente poco serie.

La mia opinione è che il motto provenga da un povero disgraziato, morto di fame, quella vera, e di piccoli o piccolisimi desideri inappagati , con la profonda convinzione che tali sarebbero rimasti.

Gli uomini e le donne “invisibili” al limite della immaterialità da parte delle moltitudini.

In quel caso anche un individuo di trent’anni che sicuramente non è mai stato considerato PERSONA, può pensare che la Grande Sorella lo fregherà di poco.

Direi di niente.

770 VISUALIZZAZIONI

5 risposte a “BEN ALA’ I ME CIAVA DE POCO (Libera Esegesi)”

Invia commento
  1. Cesare Settore Superiore scrive:

    Caro Nino, ieri un amico mi ha spiazzato completamente con una espressione tipicamente Veronese che nonostante la mia non piu’ giovane eta’ non avevo MAI sentito prima.
    Egli stava parlando di una persona inconcludente, senza arte ne parte, senza capacita’ specifiche.
    Insomma uno “tutto strassa e ciacole”.
    Fantastica locuzione, che in sole 4 parole ha riassunto alla perfezione la situazione del tipo.
    La conoscevi? Credo di si, ma in caso contrario sono contento di avertene accennato. I cultori della lingua dialettale stanno scomparendo, e mi dispiace tanto. Ciao

    1. Subcomandante scrive:

      Ciao Nino (posso chiamarti Nino?). Ieri parlavo con amici riguardo al “motto che ti (ormai “ci”) intriga. La disamina infine ha portato ad un risultato unanime: se i te ciava de poco, l’è perchè te gh’è poco da perdar.. Qualificare il “poco”, tuttavia, non è semplice. Il valore di ciò che appaga la nostra esistenza, non solo è soggettivo ma anche fluttuante nel tempo. Ciò che oggi per me è importante, domani può essere che non lo sia. Anche negli affetti. Ho amici che avrebbero dato la vita per la persona che amavano ma, dopo aver scoperto che questa “amava” molte altre persone, la stessa vita, avrebbe voluto cancellarla. Quindi vedo una sorta di marginalità, un valore attribuito in un determinato momento e in determinato contesto. Quindi, tornando al motto, credo che nessuno possa dirci “i te ciava de poco” ma solo noi possiamo dircelo, in tutta onestà.
      Me raccomando, fermenti lattici “a buso” e parti a vele spiegate!

      1. Subcomandante scrive:

        Ciao Nino (posso chiamarti Nino?). Ieri parlavo con amici riguardo al “motto che ti (ormai “ci”) intriga). La disamina infine ha portato ad un risultato unanime: se i te ciava de poco, l’è perchè te gh’è poco da perdar.. Qualificare il “poco”, tuttavia, non è semplice. Il valore di ciò che appaga la nostra esistenza, non solo è soggettivo ma anche fluttuante nel tempo. Ciò che oggi per me è importante, domani può essere che non lo sia. Anche negli affetti. Ho amici che avrebbero dato la vita per la persona che amavano ma, dopo aver scoperto che questa “amava” molte altre persone, la stessa vita, avrebbe voluto cancellarla. Quindi vedo una sorta di marginalità, un valore attribuito in un determinato momento e in determinato contesto. Quindi, tornando al motto, credo che nessuno possa dirci “i te ciava de poco” ma solo noi possiamo dircelo, in tutta onestà.
        Me raccomando, fermenti lattici “a buso” e parti a vele spiegate!

        1. Poe scrive:

          Bellissimo post, umanissimo e intelligente anche se, presumo, storicamente non vero..
          Vorrei averlo scritto io

        Lascia un Commento

        Accetto i termini e condizioni del servizio

        Accetto i termini sulla privacy

        *