24
apr 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 61 Commenti
VISUALIZZAZIONI

8.366

SETTI INVESTA O SI FACCIA DA PARTE

Dove siete piccoli giannizzeri del piccolo imperatore Setti? Voi che additavate Pazzini e Bessa come mele marce di uno spogliatoio per il resto lindo e puro? Narrazione semplicistica e furbetta, da veline ufficiali e acritiche. Bene, bravi, bis, per dirla con Franco e Ciccio, dacché è meglio ridere per non piangere.

C’è un senso tristissimo di nemesi in questa vergognosa retrocessione del Verona. Dopo il karma Pazzini (di sicuro consumato, forse bollito, ma mai sostituito, ancora pagato e tutt’ora capocannoniere), il cerchio si chiude con Bessa. Dice Ballardini in sala stampa: “Bessa è un talento puro, ma è arrivato da noi che era indietro, probabilmente non abituato a certi metodi di allenamento. Poi si è messo in pari”. Populista anche lui? Non ottimista anche lui? Anche lui facente parte del famigerato “ambiente ostile”?

Quante cazzate abbiamo sentito. Quante cazzate ci hanno raccontato. E se anche è diventata abitudine togliere l’accredito ai giornalisti critici (decisione partorita da chi giornalista non è) e querelare un blogger passionale e tifoso che ha presentato Sanremo, conosciuto i più grandi personaggi e girato il mondo, le cazzate rimangono cazzate.

La verità è una: Setti non è più credibile. Ha disatteso le promesse (consolidamento in A e centro sportivo), è stato smentito dai fatti nelle sue dichiarazioni su Volpi e – nonostante i ricavi milionari di plusvalenze, diritti tv e paracaduti – da tre anni non è in grado finanziariamente di garantire la serie A al Verona, club blasonato che come ha ricordato stasera anche il radiocronista di Radio Rai “ha vinto una scudetto e ha una grande tifoseria”.

Motivi sufficienti per chiedergli un netto passo indietro. C’è una responsabilità nel guidare e presiedere una società come l’Hellas. E’ necessario un rispetto, sostanziale e formale. Oggi c’è un presidente che senza più un vero investimento non può chiedere realisticamente 70 milioni per la cessione del club.

Oggi Setti è di fronte a un bivio: o investe, o forse è meglio che si faccia da parte. Il Verona deve ripartire.

8.366 VISUALIZZAZIONI

61 risposte a “SETTI INVESTA O SI FACCIA DA PARTE”

Invia commento
  1. avanti i blu scrive:

    BUGANSE Ciao,

    Non mi pare che qualcuno qui abbia invitato I butei ad atti violenti nei confronti di qualche esponente del HV, detto questo Si possono fare diverse cose per mettere in difficoltá il Carpigiano, ma io sono il meno adatto a parlare i butei sanno meglio di me cosa si dovrá fare perché é evidente che il ” lassè fer” oltre al nostro Verona danneggia pure la tifoseria. Una posizione netta si deve prendere secondo Me.

    Non so da quanto tempo frequenti questi blog, bene…. per molto tempo ho invitato il temporaneo padrone ha fare un passo verso i tifosi (anche nei periodi buoni che ci sono stati) ad ascoltarli a parlare con loro…. ADESSO non gli chiedo piú nulla se non lavorare per vendere il Verona ad un prezzo giusto per lui e per chi compra. Non mi sogno di chiedergli conferenze stampa, interviste o video, ho 50 anni e sinceramente non mi va di farmi prendere per i fondelli da uno che non so nemmeno chi sia

    • Parmenide scrive:

      Ciao Campione…. Condivido tutto e, come ben sai, il carpigano ci ha portati dove nessun altro era riuscito a fare: minare il nostro amore. Ma non per tutti, fortunatamente, ed oggi, anche se in A, e’ lo stesso del periodo Pro. Senza una società.
      A nulla e’ valsa la cavalcata in A se ti sei lasciato dietro ( volutamente ) i tifosi ed e’ per questo che considero questa Società la peggiore. Si è’ avvicinata solo per interessi come l’ultima trovata di una mail e video finalizzate solo a rincorrere il pacchetto di soldi se rimani in A.
      A Napoli direbbero ” cornuti e maziati”. Inaccettabile per noi che già odiamo il alta cadute.
      Ed allora? Lo sai come la penso, a malincuore non farò più l’abbonamento, andrò in trasferta, poi ognuno faccia ome crede.
      Visto che in B andiamo dritti, mi auguro che venga anche il Chievo ( non provo ne piacere ne odio ma in differenza) così il paracadute per Setti diminuisce… Mi vergogno a scrivere queste cose ma qualcosa bisogna fare.

    • avanti i blu scrive:

      a fare scusate

    1. Buganse scrive:

      @Avanti Si, frequentavo il Red Patatar. E anche le cene che organizzavamo. Un bel periodo davvero. :)

      1. hellasmastiff scrive:

        nessuno me lo toglierà dalla testa che tutto è stato fatto ad arte per non salvare la stagione………… appositamente fusco con le direttive di setti ha indebolito la rosa ricordo che caceres pazzini bessa e zuculini sono stati sost. da fares punta suprayen terzino sx calvano e valoti in mezzo al campo……….. tra gli arrivi solo vukovic è rimasto titolare e questa la dice lunga…………

        bastava come scrissi più volte a dicembre cacciare pecchia prendere reja o guidolin e aggiustare la rosa che non era più scarsa di crotone spal benevento questo è sicuro……………

        invece il buon setti che ha fatto…….. il solito pistolotto di star vicono alla squadra di tifare e altre menate varie………… solo per far parlare qualchuno che ancora crede alla sue allucinazioni………..

        • Andrea scrive:

          Reja e Guidolin non sarebbero mai venuti con questa società.

          • hellasmastiff scrive:

            ripeto con zuculini bessa pazzini caceres non perdevi col sassuolo col genoa a benevento ecc….. ora stavi a 33-34 punti con 4-5 punti avanti alla spal……….. fusco a gennaio ha fato un vero disastro da cassano alle cessioni dei 4 sopra citati per aver preso il nulla dal mercato di gennaio………….. fusco maiale!!!!!! setti compiacente!!!!! pecchia raccomandato e servilista!!!!!!

        1. Buganse scrive:

          Ciao AVANTI I BLU

          Frequento il blog dai tempi di Roger, Old Boy, Fish eccetera, eravamo ancora in Lega Pro. Avevo un altro nick che non uso più perché questo posto è cambiato molto – e pure io nei confronti di TGGIALLOBLU.
          Ci divertivamo molto, una volta, ma ora non più .

          Leggo spesso e commento poco. Deluso dal fornaio ho sempre però apprezzato gli interventi di alcuni utenti e non mi andava di allontanarmi del tutto.
          Perciò continuo a frequentare queste pagine per continuare a leggerli e un po’ anche per una questione affettiva.
          Ciao!

          • avanti i blu scrive:

            Buganse… se frequentavi il il “red patatar” magari ci siamo pure conosciuti….

            Ciao e Forza il Verona sempre!

          1. jordan scrive:

            Ne Veronesi ne Magrini sono intenzionati a comprare il Verona.

            1. Arnoldfranco scrive:

              Concordo pienamente

              1. Arnoldfranco scrive:

                Concordo pienamente

                1. Zuga scrive:

                  Ciao Francesco,hai qualche news che CALZEDONIA sarebbe interessata a rilevare il Verona a fine stagione?
                  P.s. hai tutta la mia stima!

                  • Francesco Barana scrive:

                    Ciao Zuga, l’interesse di Magrini e di una sua cordata per il Verona non è un mistero. So che Magrini con Veronesi è in stretti rapporti anche lavorativi, ma oggi come oggi non so dirti se da parte di Calzedonia ci sia un interesse e di che tipo. Ma ci torneremo. Il punto per ora è però un altro. Setti chiede 70 milioni e dunque immagino non abbia tutto questo interesse a vendere.

                    • zuga scrive:

                      Grazie per la risposta! speriamo bene!

                    • Bigoloto scrive:

                      Scusa Francesco, ma in questa eventuale polisportiva ci entrerebbe anche il Chievo?

                    • Spc scrive:

                      MAGARI comprasse Magrini supportato da cordata Veronesi, ha una passione incredibile! Io personalmente lo accoglierei a braccia aperte alla grande!

                    • Paolone scrive:

                      Una curiosità: dov’erano Magrini e Veronesi quando Martinelli chiedeva aiuto ed il Verona era messo molto peggio di oggi. Avete presente la situazione dopo la gestione Bonato? Abbiamo finito di pagare Esposito 2 anni fa se non sbaglio. Forse al tempo erano “poveri” ed adesso hanno vinto la lotteria? E quando Martinelli stava per vendere a Setti, non gli hanno fatto nessuna proposta? Il Verona non vale 70 mln, probabilmente neppure 20 mln, ma non è che questi imprenditori coraggiosi sono lì in attesa che la situazione peggiori per poi comprare a basso prezzo? Sono questi i salvatori della patria gialloblù?

                      • Parmenide scrive:

                        A quei tempi Veronesi non aveva interessi così forti nello sport ed oggi sarebbe un sogno facesse una polisportiva unica nel suo genere in Italia. Di sicuro la tua dietrologia non aiuta ma, come si sa, e’ più facile parlar per ovvietà che per buon senso. Cosa cazzo di utile porta la tua osservazione al futuro del Verona? Miserie

                        • avanti i blu scrive:

                          Come se fosse sufficiente comprare una squadra per essere poi a posto e fosse un dettaglio saperla o poterla o VOLERLA mantenere. Magari magari, Magrini e Veronesi (ammesso che abbiano un interesse) non vogliono farsi infinocchiare comprando ad un prezzo assolutamente senza senso, sono imprenditori non dei fessi. Non so perché adesso e non anni fa e nemmeno mi interessa, io farei i salti dalla gioia se imprenditori cosí fossero interessati al Verona. Se non te ne fossi accorto caro Paolone la situazione attuale del Verona é drammatica quasi quanto lo era allora, esiste solo una differenza peraltro non secondaria: l’ASPETTO UMANO, per fortuna oggi non c’é nessuno che stá morendo….

                          A far dietrologie sono “buoni” tutti… qualcuno potrebbe dire: “perché proprio allora Setti?”

                    • Maxhellas scrive:

                      70 milioni per una società sterile (no utili e no flussi di cassa), con un patrimonio netto contabile di 11 milioni circa è fuori dal mondo. Equivale a dire che non vuole vendere.

                      Ovvero che chi compra deve anticipare i 2 paracadute prossimi venturi (25 milioni per questa retrocessione e 15 milioni per il 2° anno consecutivo di B). In effetti, 25+15=40, che +30 (valore reale della società, anche gonfiatello secondo me) fa proprio 70.

                      Ergo: ciò significa che la “programmazione” in salsa carpigiana ha già previsto di stare 2 anni in B prima di vendere, sempre che non trovi qualcuno disposto ad “anticipare” i 2 paracadute.

                      Se resta lui, quindi, 1 anno di B di mezza classifica e 1 di B penosa non ce li leva nessuno!

                      Purtroppo ne ha ancora da portare via e non se ne andrà finché non avrà finito.

                      Però, per incassare tanto, è fondamentale che in B retrocedano con noi Benevento (già fatto) e Spal, perché altrimenti la torta si riduce. Vuoi vedere che domenica con la Spal i “nostri eroi” giocano per davvero e vincono?

                      • stezul scrive:

                        Considerazione che non fa una piega, ma che mi fa rabbrividire… l’unica ancora di salvezza sarebbe una protesta clamorosa della Piazza con campagna abbonamenti fallimentare (roba da vendere non più di un centinaio di abbonamenti, per intendersi)… ma con che vedo ragionamenti di tifosi come qualcuno che scrive anche qui sopra, sempre pronti a difendere Setti o a dire “allora il Verona compralo tu” dove vogliamo andare? Probabilmente abbiamo ciò che ci meritiamo, e lo dico con un senso di profonda tristezza…

                  1. catastrophe scrive:

                    per favore qualcuno può avvertire il buon Osvaldo che non è proprio il caso di farsi usare come vasellina per i tifosi dal piccolo uomo di carpi? amici? parenti?
                    e poi sento galderisi come allenatore…per quanto siamo legati ai bei ricordi dello scudetto, se nel caso di bagnoli è obbligatorio il rispetto per la persona che è ora, beh…in quanto al nanu…ma davvero il magliaro pensa di poterci abbindolare fino a tal punto? un fallito che si circonda di falliti a costo zero per poter continuare indisturbato a farsi gli affari suoi…
                    lo schifo, la rassegnazione e la disaffezione sono i nostri maggiori nemici ed i migliori alleati

                    1. Hellas Milano scrive:

                      E’ da anni che lo dico. Meglio fallire, ripartire dalla serie D, mettere a tavolino un progetto di crescita con una cordata d’imprenditori degni di questo nome. Sparare a zero su Pecchia, ormai, è come sparare sulla croce rossa. Il partenopeo ovviamente non si dimette perchè dopo l’hellas la sua carriera sarà morta e sepolta. Qualora cal(setti) decidesse di rimanere e ripartire dalla serie B ancora con catapecchia, beh, sarà un altro anno di lenta agonia con l’obiettivo di una tranquilla salvezza nella serie cadetta. Da tifoso milanese dell’Hellas, una sola parola: tristezza.

                      “Io credooo, risorgeròòò, questo mio corpo vedrà il salvator, sississì!”

                      • erik scrive:

                        aggiungo che nen nemmeno io mi abbonero’ piu’ con questo pezzente di presidente
                        e spero che venda ma per il nostro blasone sotto la serie B non ci dobbiamo piu’ tornare…

                      • erik scrive:

                        scusa ma sai cosa significa serie D?
                        VUOI VEDERE il Verona a Ciliverghe o Levico Terme ?
                        a me la serie C tra Foligno Paganese e Pescina e’ bastata e siamo risaliti dopo anni di agonie……ammesso che si risalga….meglio la B DIGNITOSA altroche’ D……MISERIE

                        • Hellas Milano scrive:

                          LA B con (cal)setti? ma per carità…..io tifo hellas indipendentemente dalla serie…pensa poi che sono stato abbonato quando eravamo in C…il mio amore per l’hellas è spasmodico ed incondizionato…..guarda il Parma per esempio…quanto ci ha messo a venire in B dalla serie D? falliti nel 2015, quest’anno sono secondi in serie B e papabili per una promozione in A…..Con Setti non c’è futuro butei, c’è poco da fare…..e cmq, vi dirò che non vedo nemmeno così impossibile un azionariato popolare in stile grandi club iberici……immaginate se ci fosse la possibilità per i tifosi di essere soci dell’hellas verona? sono pronto a scommetterci che ci sarebbero code chilometriche nelle sedi opportune per comprare quote……….(io sarei tra quelli in fila ovviamente)

                      1. die980 scrive:

                        piccola digressione….
                        ho letto come i tifosi della Juve siano in subbuglio dopo la sconfitta con il Nabule. Con tanto di contestazione etc…ora, la Juve è ancora prima in campionato, è uscita per 30″ dalla champions con il Real, ed è in finale di coppa italia. E i tifosi protestano. Ma come sono messi?? Quelli proprio non Hanno idea di cosa voglia dire tifare per dei colori e non per i trofei e i titoloni in prima pagina.
                        Dall’altro lato della classifica ci siamo noi….che invece fino a poco tempo fa nemmeno si contestava una dirigenza che ha violentato i colori gialloblù con il beneplacito di chi almeno avrebbe dovuto controllare….ogni riferimento a giornalisti etc. è puramente casuale.
                        sempre forsa varona!
                        Diego

                        1. Buganse scrive:

                          Ec: ai ragazzi della Sud

                          1. Buganse scrive:

                            Ho scritto in due volte perché è lunga. Scusate ancora, non è mia intenzione tediarvi.

                            1. Buganse scrive:

                              Le esternazioni di Pecchia, l’unico messo al pubblico ludibrio costantemente, quanto consapevolmente non lo so (qualche volta ci si è messo pure Fusco, è vero, a sigillare le elucubrazioni del mister) l’unico che – attenzione: non sto giudicando l’uomo ma l’orripilante spettacolo di quest’anno coi conseguenti, oggettivi, risultati sul campo – non solo hanno esaltato la sua inadeguatezza, disorganizzazione e incompetenza ad allenare una squadra di serie A, non solo sono state quanto di più assurdo si potesse ascoltare e sorbire ma hanno fatto da contraltare al silenzio organizzato della società che, si voglia ammetterlo o no, è riuscita a mettere in confusione l’ambiente. Di Vighini, Purgato e compagnia bella non parlo, ho già detto sul blog di pertinenza quello che dovevo dire.
                              Ora, come si può chiedere di rimanere in silenzio e ripartire a giugno con questa società?
                              No. Si deve fare pressione su chi ha la possibilità di interloquire con il sig. Setti e che ha il DOVERE di difendere l’Hellas perché è STORIA e PATRIMONIO di una città. L’Hellas non appartiene solo alla curva Sud che quando fa comodo sono invocati come angeli vendicatori ma che, quando fa ancora più comodo perché va tutto ben, sono additati a beceri, razzisti e imbriagoni. Troppo facile. Se, come tutti crediamo, l’Hellas è importante per la città di Verona, è la città di Verona che deve alzare la voce. Ognuno faccia la sua parte perché, anche se ci sono problemi ben più importanti di quello di una squadra di calcio che fa ridere i sassi, questa squadra di calcio ha un valore sociale che va al di lá del rettangolo di gioco e lo é per un sacco di gente “normale”, non solo per quei ragazzi che riempiono la Sud a spese loro, con grandi sacrifici che vanno rispettati da tutti.
                              Scusate il soliloquio che non rileggo. Spero però di essermi spiegato.
                              Forza Hellas

                              1. Buganse scrive:

                                Le “papardele” bisogna continuare a farle perché, oltre che ad essere uno strumento democratico, vengono lette dal sig. Setti o da chi per lui. Qua tutti vorrebbero che i ragazzi della SUD facessero fuoco e fiamme, io invece, osservando come girano le cose, temo che corrano rischi personali non da poco e che, in qualche modo, il gesto violento sia tra le aspettative di chi cerca pretesti per fare la vittima e nascondersi dalle proprie responsabilità, come ha fatto finora. Non sono d’accordo con chi parla di birrette eccetera. Sinceramente, ma è il mio pensiero, confutabile in quanto tale, credo che la stragrande maggioranza di noi sia sempre stata consapevole del l’inadeguatezza – ed uso un eufemismo – della rosa ma che pochi si aspettassero un’insolenza del genere da parte della “società” il cui proprietario dà la sensazione di essere un ectoplasma che si materializza ogni tanto per sparare cose dette apparentemente a caso. Apparentemente, nota bene, perché qui non c’è disorganizzazione e incompetenza da parte della società perché gli eventi stanno dimostrando che tutto é sotto controllo e che il programma in atto non punta ai risultati sportivi ma ad altro.

                                1. Antonio scrive:

                                  Tutto organizzato….tutto programmato…. fin dai tempi della “non
                                  fusione”. I Potenti o Potentati della Città hanno già deciso da tempo
                                  che a Verona debba rimanere una sola squadra di calcio e questo è
                                  solo uno dei vari passaggi che porteranno alla chiusura, entro 3/4
                                  anni, del nostro amato Hellas Verona.
                                  Un personaggio come Setti sta solo eseguendo le direttive che
                                  qualcuno da qualche parte, ma entro le mura cittadine, gli suggerisce per poi avere, statene certi, dei vantaggi economici
                                  sia per lui che per le proprie aziende.
                                  Mettiamoci il cuore in pace perché altre possibilità non esistono
                                  e non esisteranno mai…!

                                  1. Buganse scrive:

                                    Io non voglio che il Verona fallisca. Che Setti se ne vada, si. Con tutto il suo entourage e la sua boria. Credo sia il tempo che le istituzioni si facciano sentire, ma forte. E che se davvero un potenziale acquirente c’è, esca allo scoperto perché non è pensabile che la permanenza di questa proprietà continui ancora, nell’indifferenza di chi è chiamato a difendere un valore della città.

                                    1. hellasmastiff scrive:

                                      31 gennaio 2018
                                      La lista del Verona è completa e definitiva, ma soprattutto senza esuberi fuori rosa.

                                      Questo l’elenco finale:

                                      Giocatori formati nel vivaio del club (1): Simon Laner.

                                      Giocatori formati nel vivaio di altro club nazionale (13): Nando Coppola, Marco Silvestri, Alex Ferrari, Antonio Caracciolo, Deian Boldor, Matteo Bianchetti, Marco Fossati, Mattia Valoti, Simone Calvano, Mattia Zaccagni, Ryder Matos, Bruno Petkovic, Alessio Cerci.

                                      Altri elementi della rosa (8): Nicolas, Samuel Souprayen, Thomas Heurtaux, Rolando Aarons, Romulo, Franco Zuculini, Marcel Büchel, Jagos Vukovic.

                                      Under 21: Gian Filippo Felicioli, Enrico Bearzotti, Mohamed Fares, Daniele Verde, Seung-Woo Lee, Moise Kean.

                                      considerando quanto detto a dicembre e gennaio a furor di post e grida contro un mercato vergognoso basti pensare le liste degli slot over dove compaiono bianchetti mai visto boldor mai visto fossati mai visto in campo fino a ieri aroons da chi voluto non si sa coppola non ne parliamo………. suprayen hertoux non ne parliamo……..

                                      in uscita pazzini zuculini caceres e bessa…………

                                      sostituiti da fares punta danzi o valoti o calvano li in mezzo e suprayen o feliccioli a sx………….. credo che fusco abbia con il consenso di pecchia e setti distrutto una rosa che poteva essere solamente ritoccata in meglo e salvarsi a mani basse…. poi il coniglio di fusco si è dimesso…………… pezzi di miserabili………. han scambiato l’hellas per la pro vercelli o l’empoli………… miserie infami!!!!!!

                                      1. simone scrive:

                                        Paolone le' uno de quei che se merita Setti! (a vita).

                                        1. Andrea scrive:

                                          Setti DEVE andarsene.

                                          Metta sul serio in vendita la società ad un prezzo consono.

                                          A Verona non lo vogliamo.

                                          1. Maxhellas scrive:

                                            Fin troppo buono!

                                            Setti deve solo farsi da parte. E il valore del Verona sta vicino ai 20 milioni, non molto di più, altro che 70!

                                            Quindi mettere il cartello vendesi, please!

                                            • RobyVR scrive:

                                              Par mi el valor l’è più basso, forsi soto ai diese, tira via i prestiti e cossa resta? Suprayen, Nicolas e Fares che de tre no i ghe ne fa uno.

                                            • Maxhellas scrive:

                                              A proposito, invito tutti ad ascoltare l’intervista post partita di Cerci rilasciata al giornalista di Tele Arena: un altro caso Albertazzi?

                                              • duilio scrive:

                                                Puoi fare un riassunto…? Da qualche parte si son sentite voci che chi non voleva spalmarsi gli ingaggi sarebbero stati esclusi…

                                                • Maxhellas scrive:

                                                  Sintesi estrema: accusa il medico del Verona di errata diagnosi (e anche chi ha effettuato gli approfondimenti diagnostici): la lesione muscolare era di 2° grado e non di 1°, con evidente diversità sostanziale nella terapia e nel decorso. Insomma, dopo Albertazzi, sembra recidivo il medico…
                                                  Cerci dice poi che per curarsi è dovuto andare a Roma.

                                                  Fa poi alcune critiche sulla mancanza di un attaccante (ce l’avevamo, ma è stato deciso di cederlo) e di giocatori esperti per la categoria.

                                                • Alberto scrive:

                                                  anche a me interessa. Link?

                                            1. Paolone scrive:

                                              Un paio di appunti per amor di precisione.
                                              Giampaolo Pazzini quest’anno ha segnato 4 goal tutti su calcio di rigore (bravo! non è facile calciare un rigore, chiedere a fior di campioni come Baggio, Totti o Higuain). Moise Kean ne ha segnati 4 alla sua prima stagione completa da professionista senza rigori quindi è anche lui in questa stagione capocannoniere in campionato. Fate voi le opportune considerazioni.
                                              Bessa l’anno scorso è stato protagonista in B (8 goal, 3 assist) dopo che a Como la stagione precedente aveva fatto bene (3 goal, 8 assist) ma la stella, si fa per dire, era Ganz (16 goal, 3 assist). Non c’è bisogno che Ballardini spieghi a Pecchia le qualità di Bessa visto che probabilmente fino a 2 anni fa neppure lo conosceva. Invece se gli prestasse un paio di giocatori a caso della sua ampia rosa probabilmente gli farebbe una cortesia.

                                              1. mir/=\ko scrive:

                                                Setti non se ne andrà prima di 2 anni e fa benissimo a starsene in sella al Verona!!! può ancora far soldi facilmente senza neppure essere contestato… unico caso in Italia!! una sorta di giardino dell'Eden… il tifoso stolto preferisce contestare il ds Napoletano e il mister amico del ds… i giornalisti locali poi osservano inermi mentre il simpatico carpigiano riesce nella titanica impresa di riabilitare agli occhi della storia calcistica scaligera l'antipatico e odiato Vicentino Pastorello… ma si sa, il carpigiano fa simpatia!!!

                                                1. bacci scrive:

                                                  sento parlare di corrent…
                                                  Ma ragazzi stiamo parlando di uno che fino a qualche anno fa spinava birre al terzo grado e che la massima esperienza avuta come tecnico è stato l alba ronco. Anche questo evidenzia il presidente pezzente che abbiamo…

                                                  1. duilio scrive:

                                                    Che poi Francesco, tu giustamente speri che Setti investa o se ne vada (io di tutto cuore mi auguro che levi le tende), ma chiedo: se a Novembre, quando tutto faceva presagire l’attuale situazione non ha esonerato Pecchia (per non spendere altri soldi in uno stipendio in più) che lungimiranza può avere un presidente simile…? Lo vedeva persino in cieco che se avesse fatto questa mossa forse, ora, avremmo quei miseri punti in più per poter essere salvi. Perché sarebbe veramente bastato poco per parlare di un altro epilogo. Dico, forse, anche con le risorse interne ce l’avremmo fatta, magari con il solo Corrent, a questo punto era meglio tutto di Pecchia. Come dire piutosto de niente le meio piutosto….! Miserie…

                                                    1. RobyVR scrive:

                                                      … mi no credo nela bontà del’essere umano, uno come Seti el continuarà a prelevar dal bancomat finché el spua fora schei… Bisogna isolarlo e l’unica l’è no andar più al stadio e gnan ale conferense stampa, basta abonamenti a Scai, basta majette, più niente…. Basta schei…e puff el svanisse. Tanto è finio anca i paracaduti.

                                                      1. Tomhv scrive:

                                                        Dopo anni e anni de abbonamento è giunta l’ora di abbandonare ,a malincuore ma è l’unica strada percorribile.. solo trasferte !!! Finché ghe setti mi no vegno più al binti ..

                                                        • duilio scrive:

                                                          E come darti torto, abbonarsi vorrebbe dire essere complici del “signore” da Carpi. Sarebbe bello dare un segnale forte e che tutti (non solo la curva) trovassero la forza farlo. Pure io dopo anni e anni di fedeltà mi sento perso in giro. Abbonarsi, vorrebbe dire finanziare chi, di fatto è l’artefice di una delle retrocessioni peggiori della centenaria storia del Verona Hellas.

                                                        1. die980 scrive:

                                                          Che serva da lezione..a tutti…tifosi e giornalai (ovviamente non parlo di Francesco ma dal Vigo non posso scrivere). Il verona, l’Hellas, deve essere considerato un patrimonio e come tale preservato e controllato. Il Verona “più talentuoso di sempre” (cit.) è in B da Novembre. Venitemi a dire il contrario. Ora ripartire dalla B con dignità. Dell’attuale parco giocatori ne terrei forse solo 4-5. gli altri via, tutti. Portano addosso le scorie di una storia brutta, iniziata male e destinata a finire peggio. Setti primo colpevole e gli altri a seguire. E i giocatori non si sentano esenti da colpe. Chi zittisce il pubblico, chi si lamenta della troppa pressione, chi entra per farsi notare con colpi di tacco. Via…tutti. E Pecchia con loro. Serve serietà, basso profilo e tanto lavoro.

                                                          Diego

                                                          1. Spc scrive:

                                                            Il suo tempo qui è finito, ma bisogna farglielo capire tutti insieme e con forza, chi non rispetta Verona non avrà il rispetto di Verona.

                                                            1. Nessuna Resa! scrive:

                                                              Dato che non investirà mai i “i suoi 30…pardon 25 denari”, l’unica e sola cosa da fare è andarsene con le tasche piene e prima che sia troppo tardi…(leggi portare i libri in tribunale, sempre ammesso gli importi qualcosa anche di quello).
                                                              A.A.A. CERCASI SOCIETÀ PER TORNARE (E RESTARE) IN SERIE A!

                                                            Lascia un Commento

                                                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                            Accetto i termini sulla privacy

                                                            *