17
ago 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 75 Commenti
VISUALIZZAZIONI

8.696

RIMOZIONE FORZATA (CHE NON FA BENE)

E l’incantesimo riuscì. Anestetizzati e dimentichi rimuovemmo ogni cosa. Con le solite frasi fatte, con il consueto copione del nulla, con le scontate esclamazioni evergreen con cui additare chi guarda in faccia la realtà e se ne sbatte dei conformismi: disfattisti! Polemici! Critichini!

L’onda dei social (che oggi fa opinione eccome e crea il mood) ha sancito la linea: guardare avanti. Così, a prescindere. E accidenti a chi osa muovere una mezza critica. Le solite penne (cioè lingue) campionesse della libertà di elogio – forse in perenne ricerca di lettori, o probabilmente speranzosi per una volta di indovinarne una e, presumo, con le farfalle sullo stomaco solo all’idea di reggere un microfono per il tale qualunque – poi ci hanno messo il carico: tutto è meraviglia e, figurarsi, Setti ora spende pure. Wow. E via di domande inutili a Grosso & C., di banalità o noiosi cliché estivi alla presentazione di ogni giocatore.

Nel frattempo non si parla della sostanza, cioè di calcio: siamo davvero competitivi? Grosso che calcio ha in testa? Non c’è qualche doppione di troppo a centrocampo e poca qualità in difesa? Il caso Pazzini (non Pazzini in sé), se non dovesse essere risolto con una cessione del giocatore, non è un dèjà vù esiziale?

Il mio timore è che questa nuova e inopinata onda ottimistica rischia di fare più male che bene. Il pericolo è la presunzione. La rimozione forzata di molti tifosi (forzata perché nessuno ha davvero dimenticato le recenti vergogne,  si è solo imposto di farlo) è come un oppiaceo: seda, rilassa, rallenta i riflessi, crea euforia e riduce il dolore. Invece con l’aria che tira tra via Belgio e Peschiera (aria indolente e presupponente) sarebbe meglio rimanere incazzati, vigili e tenere tutti sulla corda. Meno rose e più spine. E’ meno bello, ma più utile. Per questo oggi rompere i coglioni, che vi piaccia o no, è indispensabile. In nome del Verona.

8.696 VISUALIZZAZIONI

75 risposte a “RIMOZIONE FORZATA (CHE NON FA BENE)”

Invia commento
  1. RobyVR scrive:

    El presidente del Mantoa sa diselo dele misèrie viste ieri en campo? Alo za scominsià a darghe la colpa ai tifosi? Tanto l’è na scusa sempre valida visto che no i ga memoria.

    • Maxhellas scrive:

      No te capissi niente: l’era colpa del vento!

      • stefano 50/60 scrive:

        la colpa l era de grosso che là guardà l oroloio vecio avanti de oto minuti e nò quel che gà regalà el giostrar e così sbaiandose là fato entrar Pazzo che par poco nol scombina i piani del robagaline..ciaor adesso ?

    1. Bruno scrive:

      Boh, non mi pare che Francesco abbia scritto cose eclatanti, ha solo rimarcato la sua linea.
      Interpreto il discorso di Francesco come una stilettata ai suoi colleghi giornalisti di altre testate.
      Non ho colto nelle sue parole una volontà di indottrinamento della folla, che qualcuno interpreta addirittura offensivo dell’intelligenza di chi legge.
      Semmai sono molti giornalisti di Verona che dovrebbero sentirsi degli imbecilli, quando si scaldano per quattro prestiti e qualche acquisto di giocatori buoni per la serie B.

      • schetch scrive:

        È così infatti. E soprattutto NON si parla di calcio, soprattutto non sappiamo che squadra abbia in mente Grosso… Si vede che per certi addetti non interessa…

      1. Mamo scrive:

        Setti, che a me non piace, è il presidente del Verona, anzi, il padrone. Che piaccia o no, quest’uomo ha comprato una squadra che nessuno qui da noi vuole. Nessuno degli imprenditori veronesi (attivissimi nel mercati finanziari mobiliari e immobiliari) vuole tirar fuori un soldo per l’Hellas, come mai? Forse perchè non vogliono accostare l’immagine di una tifoseria razzista (e non venitemi a dire la cazzata che sono i soliti 20 cretini, chi è andato allo stadio sa benissimo di cosa parlo) o, più semplicemente, non gliene frega niente (ci sta, non è che se uno è ricco deve sputtanarsi il patrimonio per la squadra di calcio della città). Altri imprenditori hanno preso per mano alcuni sport “minori”, che preferisco definire di minor richiamo mediatico. Stanno facendo un lavoro straordinario per Verona con volley e basket. Da tifoso mi duole dirlo, ma ogni volta che passo davanti al bottagisio e vedo tanti ragazzi nei campetti, mi viene da pensare che a verona sia rimasta una sola squadra con il contatto con la città (bestemmiona!). Ma ritorniamo a Setti. L’Hellas è una società privata, la sua. Chi siamo noi tifosi per dirgli quello che deve fare? Tifosi, il cuore della squadra, mi direte voi. Credo che nell’era “dell’internet” tutti vogliano avere il diritto di esprimere la propria opinione. Nulla di più sbagliato. La verità è che da tifosi vorremmo avere sempre di più, vincere, avere soddisfazioni. Verona è una grande piazza, si dice sempre. Ma grande de che? Nella nostra storia abbiamo vinto uno scudetto (grandissimo miracolo sportivo di un gruppo fuori dal comune) e poi il nulla, da oltre cento anni. Non siamo nessuno, mettiamocelo in testa, siamo una squadra che nella sua storia ha galleggiato come uno stronzo. Negli ultimi anni, abbiamo avuto dei giocatori (Suprayene e Nicolas sopra tutti) che erano scarsotti ma erano professionisti pagati per fare il loro lavoro, allenarsi e giocare quando chi gli pagava lo stipendio gli diceva di giocare. Ho assistito ad uno sciacallaggio vergognoso soprattutto dal punto di vista umano. Penso che il tifoso medio, quello internauta, per lo meno, sia un becero ignorante dalla vita privata veramente triste. Questi ragazzi sono stati umiliati dal punto di vista umano, questo è tremendo. Ed è per questi tifosi che il ricco imprenditore veronese dovrebbe aprire il portafogli? Ripeto che Setti mi sta sulle balle ma la squadra è sua, non dei tifosi, a noi spetta il diritto di seguirla o meno, nulla di più, un atto di fede.

        • schetch scrive:

          Secondo te al Chievo non sbotta nessuno tra i tifosi quando le cose si mettono male? A me pare di non basta che vai indietro di qualche mese quando rischiavate la B ( sul campo).
          Per non parlare delle altre, la rube l’altro sabato quando stavano perdendo erano muti tutti i 30.000…eh sai hanno vinto poco e allora…. dai su è una ca@@ata pazzesca quella del ritornello che non siamo nessuno e allora ci arrabbiamo per quello.
          Voglio dire credi che non succeda da nessuna altra parte che offendano via fb o tw degli ossi da brodo come quelli citati….senon sanno fare bene il loro lavoro io pago per vedere un certo spettacolo come un cinema o concerto, se va male fischio, se va bene applaudo..
          Hellas Uber Alles.

        • Mamo scrive:

          ringrazio chi ha analizzato la mia analisi anche contestandone il contenuto, mi fa piacere, non è che bisogna sempre essere d’accordo, giusto che ci siano diversi punti di vista. Per i vari Massi, Bruno, San Zen e Stefano sorvolo, non è mia abitudine offendere gratuitamente, mi limito solo a dire che dimostrano la pochezza che sono. Infine scusate se il mio “nickname” è inedito, perdonatemi davvero se non avevo mai scritto (gravissima colpa). Il ogni caso Mamo è il soprannome con il quale i miei amici mi chiamano da 46 anni, non un nome di fantasia (d’altra parte non mi pare che fi firmiate tutti nome e cognome).

          • san zen scrive:

            mamo ma mo ma… ma va a ca.gar…tristo !!!!!!!
            in quanto a pochezza…. va a ca.gar te vedarè dopo che pochezza che te si… insulso…

        • Massi scrive:

          Pagliaccio. Demente.

        • Bruno scrive:

          un altro nickname inedito.

          • san zen scrive:

            ahhhhh..ahhhhh…el manca naltro come sto illuminato che se firma ..mamo..
            ahhhh…ahhhh…me par fin impossibile delle volte e me chiedo: ma proprio tutti qua ge li avemo sti illuminati fenomeni?…ma…
            che el sia el ciarlatano?… ma..

        • bruce scrive:

          Pur essendo rispettabile la tua resta una tesi molto opinabile, secondo la graduatoria delle federazione italiana giuoco calcio l’Hellas Verona è al tredicesimo posto in Italia per blasone che riguarda pubblico e risultati sportivi, nella nostra storia ultracentenaria a quanto mi risulta abbiamo avuto solo due proprietari non veronesi che potevano essere uno se un tragico destino non avesse strappato Giovanni Martinelli a questa vita e per finire vorrei ricordarti che se i giocatori sono ben pagati (e anche i proprietari….) lo si deve al pubblico che riempie gli stadi e che si abbona alle tv, senza i quali tutti i guadagni dei sopracitati sarebbero paragonabili ai giocatori di Hockey su prato.

        • carletto scrive:

          Pur rispettando la tua teoria, non sono così d’accordo con Maxhellas che sia coerente, perché è infarcita di falsi. Il primo, che agli imprenditori veronesi non interessi niente dell’Hellas. L’Hellas, a parte la parentesi Pastorello, è sempre stato di proprietà di imprenditori veronesi. Certo che se chiedi 70 milioni per un catorcio è difficile che trovi un ebete che te li dà. Secondo falso, che lui è il padrone della Società. Supponi per un momento che nessuno vada allo stadio e guardi le partite in TV, di cosa sarebbe padrone Setti ? Terzo falso, che nella nostra storia abbiamo solo vinto uno scudetto e poi il nulla. Dopo lo scudetto abbiamo partecipato ad una Coppa Campioni, quella vera, alla quale partecipavano solo i vincitori degli scudetti e non i quarti classificati. Abbiamo pure partecipato ad alcune Coppe Uefa, quando partecipavano sì le quarte classificate, e non c’erano Andorra e San Marino. Vai a vedere quale Società di provincia ha fatto tanto. Poi, avremmo dovuto applaudire comunque giocatori lautamente pagati ma incapaci di rinviare un pallone ? Colpa di chi li ha comprati, dirai tu, quindi colpa del padrone… Offendi il tifoso medio, becero, ignorante e triste… E tu di quale categoria fai parte, degli eletti ?

          • stefano 50/60 scrive:

            e 3 finali de coppa italia oltre a semifinali.una rubata finale

          • stefano 50/60 scrive:

            fa parte dei bastian contrari sempre….carletto oggi ho scritto ma non m han pubblicato…ha detto un sacco di xcagate…..razzisti? a lazzie invesse iè perfetti ah…dai db mamo un pò de serietà

        • Maxhellas scrive:

          La tua è una teoria che non condivido, ma almeno è coerente.

          Diciamo quindi che, per me, l’attuale presidente del Verona (non eterno, come tutti gli altri) mi sta talmente sulle balle da rendere per me impossibile dargli anche un solo centesimo.

          Quando se ne andrà (spero e credo presto, entro 1 o massimo 2 campionati) tornerò a sostenere la MIA squadra come sempre.

          Diciamo quindi, astraendo, che quanto tu sostieni è vero pro tempore, ma non in assoluto.
          Infatti la scelta di molti tifosi è di dissociarsi fino a quando Setti non se ne sarà andato.
          Ciò dimostra, inoltre, che il Verona è di Setti pro tempore, ma è dei suoi tifosi per sempre.

        1. Danielr scrive:

          Che tristezza de commenti, ma secondo voialtri se va a stadio solo a ber birra e ciaparlo nel cul … se questi ie gli argomenti che ve rimasto andasi in mona tutti

          • stefano 50/60 scrive:

            ho provato più e più volte ad obiettare al post di tale mamo con tanti di quei punti a sfavore che se il Verona l’ anno scorso li avesse fatti Lui si sarebbe salvato con largo anticipo…..ma non mi pubblicano……ps, ma sto qua l’ almanacco calcistico lo legge ?

          1. superciukko scrive:

            bene, quindi per le contestazioni contiamo sul supporto tuo e di migliaia di no-abb. È consentito anche contestare via smartphone visto che ormai si fa tutto via tastiera?

            1. mario scrive:

              Già. Il Verona ha tutti i mezzi per stare stabilmente in A, visto che non ha potenzialità inferiori a Udinese e Chievo, invece abbiamo fatto due campionati di A VERGOGNOSI. Speriamo Setti venda

              • Francesco Barana scrive:

                E c’è chi viene ancora qui a difendere l’indifendibile dopo queste vergogne e adducendo sempre i soliti argomenti (si fa per dire). Ovviamente dietro un nick.

                • Maxhellas scrive:

                  Questo dimostra quanto già sappiamo: c’è chi pagherebbe pur di essere servo….

                  Felice di essere nel coro dei rompicoglioni!

                  • Simone scrive:

                    Max, te pol esser felice decquwl chevte vol, ma prima de dar del “carpigiano al 100 per 100” a qualcuno vedi de leser ben nel complesso cosa el scrive quel qualcuno. Perché a volte l’esaltazione da pro e contro la fa evidentemente perdere la sufficiente lucidità.

                    • Simone scrive:

                      Max, ma sito sicuro de aver letto quello che ho scritto nel complesso su de lu? Da quel che te scrivi no me par.

                    • Maxhellas scrive:

                      Simone, scusa se vado ogni tanto sopra le righe, ma non riesco a capire quelli che, come te, sicuramente in buona fede, danno sempre immancabilmente ragione al “capo” e quando ne individuano gli errori, cercano tutti i modi per giustificarlo.

                      Magari è un’impressione sbagliata la mia, ma è quella che traggo leggendo i tuoi commenti e quelli di qualche altro tifoso.

              1. Venus scrive:

                Adesso spero di non vedere articoli su mobbing a Cappelluzzo o Cherubin. Certo è un loro diritto rifiutare destinazioni non considerate ma lasciamo alla società il diritto di far giocare o no. Che non esca un altro caso Albertazzi.

                • Maxhellas scrive:

                  Il caso Albertazzi è già stato giudicato dalla giustizia sportiva (a favore di Albertazzi…) ed è ora pendente in sede civile per risarcimento danni.

                1. Robyz scrive:

                  Ma l’importante l’è farse l’abbonamento, par bear le birrette e cantar con gli amici!!
                  Che dopo tutto il contorno sia vergognosamente da vomito poco importa…. andar a casa spolpi e senza voce è l’unico movente. Contestare in mudandaro neanche a parlarne… lesa maestà!
                  Finché c’è il carpigiano al bentegodi non ci vado più… mercenario senza scrupoli e senza passione. Gobbo e basta

                  1. claudio scrive:

                    I responsabili sono stati allontanati dal delin…..ovvio che qualcosa doveva dare in pasto alla pubblica piazza, lui ha voluto queste persone perché già sapeva come finiva il lieto fine (per lui), poi della delusioni della piazza, delle figure di cacca fatte in tutta italia, lui aveva già messo tutto in conto, tanto per lui l’Hellas e solo un bancomat dove attingere…………e ovvio che poi il porcellino dorato non lo divide con nessuno, non per niente ha messo l’Hellas in vendita a 70 milioni…..

                    1. andrea scrive:

                      caro Barana
                      adesso vorrei romperli io un pò i coglioni. Nel blog precedente io e un altro tifoso ti avevamo chiesto un parere sull azionariato pololare e sai xche?? perche ormai e inutile stare qui a farsi sfrangere gli zebedei nel commentare le eroiche gesta della setti & c. Allora ti ripeto la domanda..cosa ne pensi di un azionariato popolare..? fattibile e fattibile su questo non ci sono dubbi..

                      • Francesco Barana scrive:

                        ti ho risposto sui commenti del precedente articolo andrea.

                      • ciccio2 scrive:

                        per me l’azionariato è pura illusione.. non si può fare, almeno qui da noi. Troppo piccoli.

                        • mario scrive:

                          Andrea: io sono socio di Verona col cuore. Siamo 4 gatti. L’azionariato popolare è fallito. Un esempio vincente è quello dei Green Bay Packers, nella NFL, ma lì c’è tutta una città COESA che si identifica nel Club. A Verona non c’è. Nonostante questo il Verona avrebbe tutte le potenzialità per rimanere stabilmente in A, ma ci vorrebbe un presidente che voglia guadagnare PRODUCENDO CALCIO (come Pozzo a Udine), e non collezionare paracaduti

                      1. Francesco scrive:

                        Fetente gialloblu e Claudio
                        credo di interpretare correttamente il pensiero di fetente se dico che dovremmo giudicare dal campo se la squadra allestita ci darà soddisfazioni o meno. Il che non significa dare fiducia a setti o dimenticarsi improvvisamente degli ultimi due campionati di A, ma semplicemente cercare di essere oggettivi tenendo distinto l'aspetto sportivo da quello aziendale e dei rapporti società-tifosi. leggo spesso questo blog, spesso mi trovo d'accordo con Barana, però in questo caso condivido il pensiero di Fetente che quanto scritto da Francesco è offensivo per l'intelligenza di chi legge. Ci crede forse tutti stupidi?

                        • Francesco Barana scrive:

                          Ma che stai a dire??? Leggi, discerni e poi commenta. Grazie. Che poi “dovremmo giudicare il campo” è una frase fatta, quindi non adatta a questo blog.

                        1. stezul scrive:

                          Caro Francesco, condivido ogni parola tranne una: la rimozione forzata tra i tifosi del Verona non è come un oppiaceo, ma come un fiume di birra, che, volenti o meno, oramai annebbia la lucidità di troppi butei…

                            1. DAVIDE69 scrive:

                              Post ridicolo

                              1. RobyVR scrive:

                                La cultura che “el paron el ga sèmpre reson” l’è fadiga tirarla via dale teste.

                                1. claudio scrive:

                                  FETENTE GIALLOBLU.
                                  Ogni tanto mi è capitato di leggere tuoi post , ho notato correggimi se sbaglio, che la tua visione sia sempre filo aziendale , tesa sempre a vedere il bene nelle cose che accadono, nei giocatori che arrivano, nella gestione dell’azienda , etc .

                                  Ci sta ci mancherebbe , la tua opinione e la mia valgono sempre uno a testa.
                                  però , almeno in me , qualche dubbio appare su chi tu sia veramente.

                                  Sai quando leggo che non vuoi essere “indottrinato o che cverchino di indottrinare gli altri ” mi viene da sorridere perchè quanto affermi è corretto , ma pensa e guarda se tu analizzi dall’altra parte cosa fanno invece quelli dell’azienda/finanziaria hellas con tutti noi.
                                  Se dici cose errate , ti querelano –
                                  del pietro e le sue trasmissioni ci raccontano sempre di un mondo meraviglioso , chiamato pianeta hellas -
                                  il gruppo Athesis , teleareana . il quotidiano, sono sempre straordinariamente allineati
                                  il sindaco ….. le istituzioni ..
                                  se dici una mezza parola contro, non puoi nemmeno svolgere la tua professione di giornalista -
                                  mi fermo ma potrei proseguire con molti altri esempi su chi fa opinione e non sempre ce la racconta “giusta” , ma tende a farci vedere un mondo diverso.
                                  Vedi fetente gialloblu, ci sono dati inconfutabili su come viene gestito l’hellas e la sua storia, su come siano state pianificate operazioni che hanno di fatto umiliato , ma non puoi nemmeno pensare che si possa accettare supinamente tutto .
                                  a me personalmente quando accade a verona mi ricorda dinamiche che accadono o si manifestano in alcune regioni d’italia.
                                  sono felice se un giorno capirò di aver sbagliato io.

                                  1. andrea scrive:

                                    caro Mario
                                    infatti non ho piu sentito niente di verona col cuore. Personalmente non ho quasiai tempo ma vorrei sapere da te xche e fallito..io credo che bisognerebbe partire con convinzione e coinvolgere personaggi pubblici a fare da traino..l aspetto meramente burocratico e organizzativo non dovrebbe essere un problema..basta creare una cooperativa intanto..serve solo trasparenza e onesta..il contrario del strassar..sarei contento di una tua risposta

                                    1. superciukko scrive:

                                      la gente è libera di decidere come passare il week end. il centro commerciale può essere una valida alternativa per molti. si può tifare Hellas, Settese, Soglianese, FC TG Gialloblù o Tezenis. A chi spetta il titolo del vero tifoso? io la mia opinione ce l'ho e non pretendo che gli altri facciano come me. ci mancherebbe altro. la coerenza non si compra al mercato, le giravolte spaziali rimangono agli atti. Abbiamo un campionato davanti.. vedremo alla fine chi sarà stato più coerente.

                                      1. stezul scrive:

                                        @andrea: io la penso come altri. Anche per me siamo troppo piccoli e troppo divisi, e la dimostrazione sono il Chievo e i tanti e tanti (troppi) veronesi che conosco anch’io che tifano strisciate (Juve e Inter in primis). Sono questi i primi a fare il male dell’Hellas, spesso non solo ignorandolo ma anche tifandoci contro…

                                        • mario scrive:

                                          Io non ce l’ho con i Veronesi che tifano altri Club (oltretutto come convincere un bambino a tifare Hellas, dopo le figure di **** che abbiamo fatto?)
                                          Nonostante la presenza del Chievo e i tifosi locali delle strisciate, il Verona ha comunque: numeri, tradizione sportiva e potenzialità economiche per stare stabilmente in A, il problema è che abbiamo un presidente che considera l’Hellas una sorta di salvadanaio. Il Conte e Martinelli ci mettevano il cuore, e i pochi schei che i gavea, Setti ci vuole lucrare (lucrare = guadagnare il massimo possibile anche a discapito dei risultati sportivi, lucrare = schei, SOLO schei, tanti schei)

                                        1. enzo scrive:

                                          fatica sprecata Francesco. alla gente interessa essere al tempio a bere e cantare. ci vorranno anni ed un'altra proprietà per dimenticare tutte le recenti prese per il c…
                                          buon campionato a tutti
                                          ci sono tante altre belle cose da fare nel weekend per quanto mi riguarda

                                          1. julius scrive:

                                            Buongiorno Francesco
                                            probabilmente non hai torto ma ,considerando che il padrone è sett e decide lui cosa farei, io ,come tifosonon piu giovanissimo,aspetto di vedere la squadra in campo alle prime partite se sarò contento e mi ridaranno entusiasmo bene altrimenti farò dell’altro….hai soluzioni laternative? però anche voi di tg gialloblù fate una tregua…e cercate di analizzare piu la squadra che la società.
                                            grazie

                                            1. spc scrive:

                                              Si si dai spetemo, spetemo ancora, e dopo ancora, e dopo ancora na olta, seitemo spetar… E intanto vaselina a nastro, che bello!

                                              1. EvoDevo scrive:

                                                Il principale responsabile è ancora saldamente in sella, dopo due anni di serie A a dir poco vergognosi e con un budget a disposizione di oltre 20 milioni di euro quanto fatto mi sembra il minimo.
                                                Non vedo francamente nessun motivo per esaltarsi, vedremo i risultati del campo.
                                                Io non dimentico le promesse fatte, la credibilità di Setti è pari a zero.

                                                1. mario scrive:

                                                  Il problema è Setti, non il Verona
                                                  Mi riempie di rabbia sentire Setti giustificare le sue speculazioni sportive con la frase “tanto il Verona è stato anche in lega pro”. Secondo la classifica stilata dalla FIGC, per tradizione sportiva, il Verona è la TREDICESIMA squadra d’Italia, potete leggere la classifica qui http://www.tuttocalcionews.it/classifica-squadra-piu-importante-italia-in-testa-linter/ NONOSTANTE SETTI.
                                                  Quindi mi auguro che al più presto qualcuno si decida a comprare, per guadagnare con il calcio. Ma facendo calcio, non vivendo di sussidi (paracadute), e vendendo tutto il vendibile per fare profitto, A DISCAPITO E IN SPREGIO, dei risultati sportivi.
                                                  Comunque inorgoglisce il fatto che siamo 13 simi in Italia, e dimostra che IL PROBLEMA NON E’ IL VERONA. Casomai il contrario: il Verona, avendo questa tradizione, attira i peggiori speculatori.

                                                  1. spc scrive:

                                                    D’accordo con te Francesco

                                                    1. andrea scrive:

                                                      ciccio2
                                                      qui invece sarebbe l ideale x farlo secondo me..abbiamo tanti abbonati come l atalanta e una citta che secondo me risponderebbe bene..basterebbe cominciarlo il progetto..

                                                        1. Danielr scrive:

                                                          Tutta questa onda ottimistica sinceramente io non la vedo … vedo tante onde incazzose e insultanti ( sui social ) e tante altre onde che non hanno dimenticato niente ma che sono ancora al loro posto (a torto o ragione) senza scappare

                                                          1. bastian scrive:

                                                            si si venus lasciamo fare alla società,,,dai che agosto è quasi finito e con settembre arriva la paghetta del tuo presidente tien duro!!!

                                                            1. Gian Paolo Ranocchi scrive:

                                                              D’accordo nel midollo.

                                                              1. Hellasebasta scrive:

                                                                Purtroppo questo è ciò che succede quando si scommette. A volte ci si azzecca, a volte no. Setti tratta il calcio come un’enorme panno verde da Roulette su cui giocare e cercare di vincere con una manciatina di fiches. Toni stesso all’inizio era una scommessa, a 36 anni quali erano le garanzie che poteva dare? Scommessa vinta. Bis allora con Rafa Marquez. Scommessa persa. Poi sono venute le vacche magre e le scommesse non erano più legate all’età dei giocatori, ma sul fatto che dei semisconosciuti potessero generare sorprendenti plusvalenze. Qualche volta 2 soldini sono entrati, spesso e volentieri erano giocatori tristi e basta. E via così anche quest’anno, un enorme punto di domanda campeggia sul prossimo campionato; è logico allora che in questo regime si trovino le più disparate considerazioni, mai come con Setti non si riesce a capire che tipo di campionato sarà. Perfino 2 anni fa con una squadra ottima e con poche rivali per poco la scommessa Pecchia ci faceva restare giù…(col senno di poi sarebbe stato meglio)…..Quest’anno con tutti i nuovi giocatori che ci sono ci vorranno almeno 2-3 mesi per capirci qualcosa sulle nostre potenzialità. Boh, staremo a vedere, incrociamo le dita e rien va plus…..

                                                                1. LucaF scrive:

                                                                  A me tutto questo entusiasmo è sfuggito…

                                                                  1. Lona scrive:

                                                                    …..per non anestetizzarmi … ma son anni che non guardo telarina e i vari tavelin ecc…é più forte di me.. ps per cristiano….non ti preoccupare dei leoni da tastiera sono solo 2 3 persone che moltiplicano i loro nikename….preoccupiamoci piuttosto del mutandaro…

                                                                    1. Nicola Benato scrive:

                                                                      L'è vera…te si un po troppo duro….però nella sostanza te ghé delle ragioni. Piuttosto de "scodinzolare" come i varii Tavellin ( questo l'è anni che el fa el ruffiano) preferiso sempre chi va anche un po sopra le righe

                                                                      1. Fabio scrive:

                                                                        Bravo Cesco….
                                                                        intanto Souprayen è "scumparito".
                                                                        Per il resto rimango seduto sulla riva del fiume… prima o poi passerà! Oooohhh se passerà…..

                                                                        1. Cristiano71 scrive:

                                                                          Ciao Francesco, in questi mesi ho solo letto e mai commentato tutti i blog inerenti al Verona pubblicati su questo sito. Certi belli ed utili, altri discutibili. Quello che però mi fa più specie (e male!) sono i commenti con relativi insulti gratuiti “scritti” dai classici “leoni da tastiera”. Io sono uno dei 6000 “coglioni” “invertebrati” e chi più ne ha più ne metta che si sono abbonati. Personalmente non dimentico niente delle ultime tre stagioni (magari ho rimosso il nome di qualche giocatore) ma non vedo perché al momento in cui ho deciso di seguire la mia squadra del cuore mi debba sentire apostrofare da miei concittadini…
                                                                          I social sotto questo punto di vista mi fanno vomitare ma tant’è, questa è la società odierna.
                                                                          Giusto per non sbagliarmi mi sono prenotato per Cosenza, attendo insulti dai benpensanti…

                                                                          1. Silvio Burro scrive:

                                                                            Davide 69 prova a sentirte le interviste dei vari tavelin e company e te vedare' che sta volta Barana el ga reson par non parlar dei commenti nei vari social par che tutti i se sia desmentega cosa è successo l' anno scorso…Mi no!!!

                                                                            1. DAVIDE69 scrive:

                                                                              Ho qualche anno di Hellas piu di te..tranquillo.
                                                                              Non ho bisogno di rappresentanza…
                                                                              /=\ 1971

                                                                              1. Alex scrive:

                                                                                Per quanto mi riguarda non basta l’acquisto, o ancora meglio prestito con obbligo di riscatto, qualche buon giocatore da serie B per rimuovere il risultato dell’ultima stagione e piu’ in generale i non-investimenti degli ultimi anni in giocatori, giovanili, professionisti assunti in societa’, infrastrutture, etc.
                                                                                Inoltre, e questa e’ la parte che nel lungo periodo pesera’ di piu’, non dimentico come la societa’ e’ riuscita a far perdere la passione a migliaia di tifosi.

                                                                              Lascia un Commento

                                                                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                              Accetto i termini sulla privacy

                                                                              *