Torna al blog

OGGI TANTA SFORTUNA MA QUANTI PUNTI BUTTATI VIA…

Un palo, una traversa, qualche altra occasione nitida. Insomma, tutto quel che serve a comporre gli ingredienti di una possibile vittoria. “Possibile” appunto perché oggi invece il Padova, pur creando più del Sassuolo, si ritrova sul groppone l’ennesima sconfitta, la dodicesima dall’inizio della stagione.

Tante, troppe, 12 sconfitte per una squadra che ha ambizioni di alta classifica. E poi oggi ti puoi anche appellare alla sfortuna, ma quando ti guardi indietro e ti accorgi che hai dilapidato un vantaggio abnorme sulla settima in classifica, e per questo ti ritrovi ora fuori dai playoff, non sei onesto se non ti batti almeno un po’ il petto.

Sì, la sfortuna c’è, ma se gli episodi negativi si moltiplicano forse te li vai anche un po’ a cercare. La prestazione c’è, ma se non vinci pur avendo le occasioni vuol dire che ti manca qualcosa. E questo qualcosa ti manca nella mentalità, nella convinzione e nella determinazione.

Colpa di Dal Canto? Può darsi. Io penso però che i limiti non siano solo e tutti i suoi. Questo Padova ha tante buone individualità ma assemblate in questo modo forse non rappresentano quella Ferrari dipinta quest’estate. Quando poi, come oggi, tanti errori sono individuali (vedi l’espulsione di Portin e Trevisan) difficile dire che è colpa solo di Dal Canto. Mancano comunque 4 partite: a Torino non oso nemmeno immaginare come andremo, visto che siamo senza quattro difensori, poi però contro Gubbio, Nocerina e Ascoli ce la potremo ancora giocare alla grande per i playoff. Visto che, seppur discontinui e a tratti brutti da vedere, siamo comunque riusciti a mettere insieme 60 punti.

Bisogna però a questo punto che il Padova batta un colpo. Ora, subito. Ce la si può ancora fare. Ma bisogna darsi una colossale mossa.

 

132 commenti - 10.625 visite Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code