Torna al blog

EPPURE CI CREDIAMO ANCORA

Il Mantova si sta davvero dimostrando un’autentica e (fin qui) indistruttibile macchina da guerra. Qualche colpo lo ha pure preso lungo il cammino il carrarmato virgiliano (il più recente con l’AlbinoLeffe, sconfitta 2-1 a Zanica) ma ha sempre saputo rimettersi in pista, riparando agevolmente gli ingranaggi manomessi dall’avversario di turno.

Come ha sottolineato, da scafato uomo di calcio, Massimo Paci, l’allenatore della Pro Sesto al termine del match perso con il Padova all’Euganeo, la squadra allenata da Possanzini “ha qualcosa in più, non tanto dal punto di vista della qualità della rosa ma sotto il profilo dell’idea di gioco. Un’idea che negli ultimi anni in Lega Pro si è vista poco”. L’analisi del tecnico è assolutamente condivisibile: i mantovani, riammessi in C dopo essere retrocessi ai playout al termine della scorsa stagione, stanno dimostrando sul campo di meritare la serie B diretta, grazie a numeri da capogiro: 21 vittorie, 3 pareggi e 3 sole sconfitte in 27 gare sono un bottino incredibile, una marcia da categoria superiore, non c’è dubbio alcuno.

Fatta la doverosa premessa però anche Paci ha ammesso che il calcio è strano e che quindi finché la matematica non conforta i verdetti finali tutto può succedere. Considerazione altrettanto condivisibile e peraltro tanto cara alle nostre latitudini. E’ proprio su questo “terreno” che il Padova deve inserirsi. Si tratta di un terreno in cui i biancoscudati storicamente hanno sempre dimostrato di sapersi muovere e destreggiare bene. Se vogliono sovvertire una sentenza che sembra già pronunciata, è l’unico percorribile in questo momento.

E’ tipico del Padova, quando le cose si fanno complicate e difficilmente raggiungibili, estrarre dal cilindro prestazioni, coraggio, continuità di risultati e un’insopprimibile voglia di non mollare mai. E’ quando il percorso può essere lineare e affrontato con una normale gestione che, chissà perché, gli uomini di Torrente hanno alti e bassi e cadono magari contro avversarie sulla carta più deboli.

Proprio per questo, perché conosce troppo bene il suo “pollo”, il popolo biancoscudato ci crede ancora. Eccome se ci crede. Pur sbandierando ai quattro venti che il Mantova è più forte, più continuo e ormai troppo lontano per essere raggiunto, i tifosi sotto sotto coltivano la speranza di essere smentiti, di essere stupiti dai loro beniamini, di doversi prima o poi ricredere su quanto oggi come oggi sembra già scritto. 11 partite sono poche, ma non troppo poche per rinunciare al sogno. Almeno per qualche settimana ancora, facciamoli andare a letto col sorriso.

99 commenti - 4.009 visite Commenta

Massimo

Martina scusa ma non riesco a capire il concetto della tua “analisi” o meglio è talmente innegabile, come in tutte le cose della vita, finché c’è vita c’è speranza ma per essere concreti e soprattutto realisti nel caso del Padova ormai il destino di arrivare secondi e’ certo in quanto il Mantova non è primo per una serie di circostanze favorevoli che possono svanire in qualsiasi momento ma è primo perché ha un gioco stratosferico che in C, ed anche in B, non si vede, hanno schemi, palleggio, padronanza, giocano al gatto con il topo con tutti e quindi forse sbaglieranno una o due partite ( se lo possono permettere noi no nemmeno una) e non succede nulla , quindi anche se sperare e’ umano per il Padova e’ diabolico, specialmente se si gioca come contro l’ Alessandria, la Virtus VR e la Pro Sesto ( squadra di serie D).

Rispondi
Principe

Ma chi crede, realisticamente? Il Mantova non va avanti a colpi di singoli (come per esempio noi almeno a momenti nell’anno di Mandorlini), ma è uno schiacciasassi. Io mi preoccuperei molto di più del vicenza che se rialza la testa è pericoloso ai playoff

Rispondi
fabio.pd

Il Mantova ha messo il suo sigillo sulla promozione diretta nel momento in cui è sceso all’Euganeo contro il Padova: QUELLO era il momento della verità ! quello che è successo dopo è la dimostrazione logica delle cose. Adesso conviene concentrarsi sulle proprie capacità, perfezionandole, costruendo nuovi schemi, ottenendo la forma ottimale per certi giocatori in primis Crisetig, entrando in campo con la mente libera dall’ossessione del Mantova. Occorre puntare diretti ai play off. Lo scontro con il wcenza sarà decisivo sia per un motivo tecnico che per quello emozionale di fierezza e dignità padovana…….

Rispondi
Carletto

Condivido che QUELLO era il momento ma l’abbiamo buttato in maniera assurda non si può NON GIOCARE LA PARTITA a quel modo,bastava ricordare Perugia,Alessandria,Palermo e prepararla di conseguenza.
A Mantova non sono marziani se hanno perso con l’Albinoleffe.

Rispondi
Stefano

Uno che al 21 febbraio si mette a scrivere qui solo per fare l’ebete deve essere veramente messo male nella vita –
Qujndi a me fa pena e lo invito a scrivere ancora – magari così si sente meglio

Rispondi
sauz

Partiamo da una doverosa premessa : questi sono ragazzi eccezionali e un gruppo così non si vedeva a queste latitudini da almeno un decennio . C e un solo però : non ci sono figli di buona donna tali da essere sgamati e vincere il torneo . E L unico appunto ahinoi che si può fare ma che ci costerà anche L anno prossimo la partecipazione alla terza serie . Mancano le uova quelle sode i cosiddetti per sbaragliare la concorrenza , i coglioni che ha avuto il Mantova che ci ha disintegrato e che per Pasqua avrà il biglietto per la cadetteria pronto .Il treno noi L abbiamo perso nello scontro diretto e poi a Legnago e in ultima battuta contro il Trento . È inutile ora che si sbandieri la voglia di rimontare , bisognava farlo a tempo debito . Poi diciamocela franca, non si può fare fatica , se si puntasse alla B , a vincere contro la Pro Sesto . Manteniamo il secondo posto ma cerchiamo di crescere mentalmente perché il rischio di un deja vu dell anno scorso e altissimo .Io mi tocco le palle e spero che a Trieste non venga richiamato Tesser perché se questo accade gli alabardati vanno sparati come un missile in serie B , troppo orgoglioso è permaloso il buon Attilio che farebbe cacao e caricherebbe i suoi giocatori facendo un remake della nostra cavalcata del 2009 con Sabatini . Se non torna li vedo più in difficoltà ma vedo in alternativa il Vicenza quadratissimo e lanciato per tornare tra i cadetti, la loro qualità elevatissima può fare la differenza , per questo non capisco perché a queste latitudini la lingua non viene utilizzata per un buon 69 ma per sparare cagate e prendere per il culo i vicentini quando con la loro storia ci possono defecare in testa a pie sospinto, tasemo femo più bea figura cazzo . In b vanno una di queste o la Triestina o il Vicenza , in alternativa il Catania che vincerà o gli faranno vincere la Coppa Italia e dopo una cosa tira L altra , avete già capito . Noi dobbiamo cambiare radicalmente testa , tempo ce ne sarebbe ma io francamente mi vedo già questa estate con i peri per aria a mangiare al bragosso a sottomarina pronti per L ennesimo anno di terza serie , con manco la soddisfazione di un derby con i ciosoti perché questi xe pexo del campodarsego e me toccara nare a Treviso a ciapare tre bomboloni e a vedere anche i radicchi tome pal cueo .. te ghe voja dopo cantare noi siamo i padovani , ghe sarà prima o poi qualcuno che ci canterà condoglianze… Infine ho letto il fondo di barsotti che parla delle poche presenze: caro Leandro abbiamo il retto sfondato di giocare in un impianto che non augurerei manco alla Murialdina . A Cosenza ci avrebbero messo due mesi a fare una curva è impossibile che qui per le infrastrutture calcistiche siamo messi peggio di vibo valentia. Caro Leandro se leggi qualche consiglio : tampinare fino allo stremo la giunta per chiudere sti cazzo di lavori e fatti bene con i raccordi , fosse successo alla controparte politica al mattino romperebbero gli zebedei ogni due per tre , insistere poi perché si finisca di chiudere quella cazzo di strada verso due palazzi , i tifosi di casa devono avere la priorità è non è possibile metterci mezz ora ad uscire quando siamo in tre gatti . Cominciate a ragionare su togliere le barriere che non servono a una beata fava e per la società aprire uno store permanente in centro nello spazio usato L anno scorso per la mostra del compleanno . Iniziamo così e dopo vedrete che la città risponde . Una volta c era più gente è vero anche ai tempi di Cestaro ma venivamo da un lustro di c non da cinque lustri , già la C e in agonia poi in quella merda di stadio ancora peggio , si coinvolga Zed se sono interessati che possano anche loro fare qualcosa perché non è ammissibile continuare in questo luamaro senza soluzione di continuità , Leandro, Martina , fate qualcosa a livello di risonanza perché ne ghemo i cojoni pieni a buon intenditor…

Rispondi
fabio.pd

Quando leggo Sauz mi sembra di ascoltare l’ “estate” di Vivaldi: inizia piano piano per poi progressivamente esplodere in un crescendo di musica. Praticamente hai detto tutto, in una sintesi molto colorita.

Rispondi
Andrè The Giant

Leandro Barsotti, che farebbe meglio ad occuparsi di Sanremo invece che di Calcio Padova, dia un’occhiata all’articolo odierno dei suoi colleghi del Mattino.
Sauz molto meglio di Vivaldi, se non altro per la faccenda della lingua nel 69…

Rispondi
Emanuele

ben presto verrete proprio cercarci al bar…piuttosto che vedere sto PADOVA penoso.

Ah Martina dato che tutti chiedono il tuo aiuto nel riportare lo sdegno che serpeggia vorrei farlo anch’io e mandare un messaggio al nostro gran capitano de sto…DONNARUMA:…ciccio guarda che fareste bene a ringraziare tutto lo stadio a fine partita non solo la curva perchè porca puttana cantiamo anche noi in tutta la est…che poi che cazzo venite a fare sotto la curva…vergogneve e basta!!!
GRAZIE MARTINA

Rispondi
Massimo

Vengono sotto la curva per atto dovuto, non gliene frega un cazzo dei tifosi, conferma vuole che salutano solo la curva perché è praticamente d’obbligo…

Rispondi
fabio.pd

caro Massimo…- secondo me – quello che tu dici potrebbe essere condiviso da quei tifosi che tengono le sciarpe e le bandiere in naftalina…pronte all’uso quando si respira una potenziale aria di promozione. Quest’anno, a differenza di altre annate, a volte riesco a “toccare con mano” i giocatori in quanto li vedo spesso vicino al mio luogo di lavoro e l’ impressione che sprigionano con i loro atteggiamenti è quella di una forte vicinanza ai padovani in senso ampio, cioè sia ai tifosi-tifosi che ai semplici cittadini che di calcio non sanno niente o quasi. TRADOTTO: io sono convinto che alla fine di ogni partita, giocata in casa, loro vorrebbero abbracciare TUTTI i tifosi, ma essendo difficile (ma non impossibile), puntano sul CUORE del tifo biancoscudato….coccolandolo, magari con tono dimesso in occasione di un pareggio o peggio sconfitta …….

Rispondi
Emanuele

Caro Fabio…se mi permetto fare una considerazione è proprio perchè la mia sciarpa puzza di birra e vin brulet altro che naftalina….
Dopo se si vuole essere contenti anche dopo l’umiliazione in casa col Mantova…avcomodatevi…io no!!!

Rispondi
pinfloi

vabbè ragazzi ma a leggere certi commenti vien davvero da dire andate a seguire il Real e pace.
Siamo secondi con una media punti che in prospettiva ci farebbe finire a 82 punti – quota che di solito vuol dire promozione diretta.
Abbiamo perso una partita sola – male – e siamo ancora (almeno a livello potenziale) in lotta per il primo posto.
Così, nel caso qualcuno non se ne fosse accorto, esistono anche gli avversari; se becchi quel Sudtirol prima, e questo Mantova poi, che vuoi farci? si chiama sfiga, ma il tuo l’hai fatto.
Diverso l’anno del Perugia, lì abbiamo colpe per come abbiamo mollato.

Stadio, stendiamo un velo pietoso

Rispondi
Lacoste76

Vi leggo comunque sempre.
Mi chiedo sempre perché ancora si insegua il risultato sportivo. Il Padova è il Padova. Noi gli vogliamo bene e basta.

Rispondi
Andrè The Giant

Se la prossima settimana andiamo a -4 io sogno eccome. Loro giocano a Vercelli e un altro pareggio è tutt’altro che impossibile.
Avanti ora sotto… scrivete pure che ieri abbiamo vinto di culo, che c’era rigore per l’Arzignano, che Torrente è un mediocre e tutto il resto del rosario che arriva ogni settimana. Ah dimenticavo… che i giocatori devono vergognarsi perchè non salutano tutti, uno a uno, i tifosi in est.

Rispondi
Baldo

Ok!! Giusta la tua speranza

Ma vedendo la partita del Mantova a Novara, direi che l’ho visto tutt’altro che in crisi.
Diciamo che per tutti i 90 minuti ha fatto la partita.
Ha portato a casa un punto(a mio avviso immeritato) come spesso è successo a noi che pur attaccando per tutta la gara, con un unico tiro in porta subito abbiamo preso gol.
Quindi sarei speranzoso se il Mantova fosse in crisi di gioco.. Ma se continua così, la vedo davvero dura

Rispondi
Principe

Questa storia della fede fine a se stessa vale per noi quattro gatti, ma ciò che entusiasma davvero è il pubblico numeroso, la tensione per una partita decisiva, le grandi ambizioni. Andare allo stadio in 3000 fa pena. Senza successi sul campo un po’ alla volta anche quei 3000 diventeranno 1500 e avanti così.
PS il mantova continua a piangere di rigori negati e presunti complotti pro padova. Sappiamo tutti cosa comporterà questo

Rispondi
fabio.pd

…tranquillo Andrè….da parte mia è comprensibile il tuo sentimento. Secondo me i ragazzi hanno giocato con scioltezza e divertendosi come d’altronde dovrebbero sempre giocare, non solo per presenza di Joseph in tribuna. Però è importante, se posso permettermi, liberare la mente da calcoli…a sto punto…come cantava il buon Josè Feliciano … “sarà quel che sarà”…..

Rispondi
Fabio

Molto buona la prova di sabato e anche il fatto di aver sfatato il tabu Oughourlian: è probabilmente stata la prima vittoria in sua presenza da quando è il patron.
Crisetig sta entrando in forma e sabato a dato prova che è un giocatore di altra categoria. Ho paura che Radrezza farà un po’ più fatica ad entrare,
ma la cosa che mi è piaciuta di più è che è stato proprio lui il primo ad andare a festeggiare Zamparo dopo il 3 a 0.
Rigori per l’Arzignagno onestamente non ne ho visti. Probabilmente ci poteva essere fallo e conseguente espulsione nell’occasione di Faedo. In ogni caso le loro occasioni più pericolose,
compresa questa, sono state dopo errori pacchiani nostri in uscita a centrocampo.
-6(-7 reali): sono ancora 3 partite di distanza. La situazione è sempre molto improbabile, ma sempre meglio della scorsa settimana. Bisogna riuscire a recuperare qualche altro punto, sarebbe perfetto
il prossimo fine settimana in modo che loro inizino a giocare con meno tranquillità.

Rispondi
Principe

Bene le riserve, bravo Torrente a scalare un marcia al momento giusto per chiuderla prima dei supplementari.
Peccato per Tordini, gli avrei fatto fare 90 minuti
Benissimo Radrezza, la concorrenza fa bene a tutti

La finale di andata col catania sarei disposto a giocarla in qualsiasi stadio che non sia l’euganeo, a costo di fare 300 km

Rispondi
QuoreSqudato

Bravissimi questi ragazzi e Torrente si conferma una allenatore in gamba che ci può portare lontano.
Purtroppo questa stagione assomiglia maledettamente a quella di due anni fa con il Mantova al posto del Sudtirol e le streghe sono difficili da dimenticare: coppa Italia, un campionato straordinario con una caterva di punti (una sola sconfitta finora!!!) e…

Rispondi
Andrè The Giant

Per noi si è difficile dimenticare ma squadra e allenatore sono tutti diversi. Speriamo bene!
Zanellati è senz’altro sacrificato a fare il secondo ma d’altronde è giusto così finchè c’è Donnarumma.
A Catania sarà una bolgia simile a Palermo ma avremo la riiassatezza di poter giocare senza aver niente da perdere. Anche qui a Padova mi aspetto almeno 3000 tifosi, quindi giocheranno in casa. L’unico motivo per cui varrebbe la pena vincere questa coppa è per non ritrovarseli contro direttamente nella fase nazionale. Insomma era molto più comodo giocare contro il Rimini, che tra l’altro ha fatto un goal regolarissimoa tempo scaduto.

Rispondi
Flavio

In verità, il Padova è più forte del Catania: lo dicono i risultati. Il problema sarà, al ritorno, se l’arbitro sarà condizionato dall’ambiente come con il Rimini a cui è stato negato il goal che li avrebbe portati meritatamente ai supplementari. Comunque, cerchiamo intajto di riagganciare il Mantova, possibile anche se poco probabile

Rispondi
Massimo

Questo è l’anno buono. Vedere giocare il Mantova con la solita supremazia di schemi e gioco ma che non va oltre il pareggio per grande sfiga ( 4 pali e 2 gol mangiati) ed un arbitraggio discutibile e’ un gran segnale.
Quest’anno gira per noi.

Rispondi
tifoso ignoto

Non esaltiamoci troppo il vantaggio è sempre ampio, loro possono sbagliare noi no, abbiamo un bel po’ di partite tra coppa e campionato, loro possono riposarsi, il Padova sempre sotto fino ad aprile. Ci sarà da soffrire

Rispondi
Andrè The Giant

Per 1000 motivi oggi dobbiamo fare risultato pieno, ma sarà durissima.
La prevendita per mercoledì è piuttosto fiacca e solo una vittoria potrebbe accendere veramente gli entusiasmi.

Rispondi
crestaalta!

Grandissima occasione: Liguori da serie A, ora asfaltare i magnagati levargli ogni possibilità di rimonta, e guardare sereni l’avvenire……

Rispondi
Principe

La cosa incredibile è che squadre che viaggiano a +15 e +19 dalla terza siano costrette a giocarsela tra di loro per vedere chi dovrà sfidare la decima
Regolamento che se lo racconti all’estero non ti credono
E il tutto per garantire più partite da trasmettere in tv, anche se non le guarda nessuno

Mercoledì inutile dire che sarà la partita della vita per entrambe
Torrente finora è stato eccellente, ora deve dimostrare di saper preparare e vincere anche gli scontri diretti

Ovviamente bisognerà arrivare allo stadio tre ore prima per evitare di morire incastrati tra i tornelli o nel traffico, sempre grazie

Rispondi
fabio.pd

La partita di mercoledì io la vedo unicamente nell’ottica della classica sfida con i wcentini. Dobbiamo vincere SOLO per batterli ancora una volta. Al resto….. non ci penso.

Rispondi
Fabio

Ottima partita quella di ieri. Speriamo che Valente non abbia niente di problematico e possa rientrare già da mercoledì.
Secondo tempo quasi perfetto dove solo l’imprecisione ci ha fatto vincere solo 1 a 0, ma basta e avanza.
Sotto ai magnagatti adesso, testa bassa e concentrazione.
Sabato scorso abbiamo sfatato il tabù Ourguglian (o come si scrive), adesso vediamo di sfatare il tabù Euganeo pieno.

sauz, per favore non dimenticare il post disfattista per mercoledì.

Rispondi
Stefano

Dura mercoledì con loro in forma come noi ma paradossalmente grazie allo scoppio della triestina , senza alcun assillo giusto per il gusto di romperci le palle e uno
Dei più motivati sarà Ronaldo …..

Rispondi
Andrè The Giant

Prevendita ancora a rilento. Ci sarà meno gente che con Il Mantova e questa cosa mi delude parecchio.

Fusi riuscirà a segnare solo se la squadra avversaria giocherà senza portiere?

Rispondi
Fabio

L’euganeo non aiuta…e credo nemmeno l’orario.
Continuo a dire che se le partite venissero fatte al primo pomeriggio di domenica di gente allo stadio ce ne sarebbe stata molta di più anche quest’anno.
Poi a Padova la gente è stanca della serie C.

Rispondi
Paolo

A me questo “mantra” che tutti ripetono per cui il Mantova ha virtualmente “un punto in piu’ di vantaggio per via dello scontro diretto vinto” mi sembra un grande abbaglio che smentirei subito con questa semplice osservazione:
– se le 2 squadre arriveranno a pari punti, d’accordo che sara’ primo il Mantova per via dello scontro diretto vinto all’Euganeo (purtroppo).
– se pero’ il Padova fara’ di 1 punto rispetto al Mantova, chi potra’ negare che ad andare su sara’ il Padova?
Ergo, semmai il Mantova e’ virtualmente avanti di solo “mezzo punto”, non di 1 punto intero.
Sbaglio ?

FORZA BIANCOSCUDO !!!!

Rispondi
Paolo

Correggo una frase scritta male nel mio post precedente (scusate) ma il concetto era questo e forse si era capito lo stesso:

– se le 2 squadre arriveranno a pari punti, d’accordo che sara’ primo il Mantova per via dello scontro diretto vinto all’Euganeo (purtroppo).
– se pero’ il Padova fara’ 1 punto in piu’ rispetto al Mantova, chi potra’ negare che ad andare su sara’ il Padova?
Ergo, semmai il Mantova e’ virtualmente avanti di solo “mezzo punto”, non di 1 punto intero.
Sbaglio ?

FORZA BIANCOSCUDO !!!!

Rispondi
QuoreSqudato

Mi sono affacciato nel blog sperando di trovare il post apocalittico di Sauz… niente, non c’è…
Per stasera butta male…
Comunque io vado allo stadio all’80% per fischiare Ronaldo, poi, certo che sì: il Vicenza, la partita, il risultato, rimanere a 4 punti dal Mantova… è il restante 20%

Rispondi
frengo

Vista la partita Mantova – Virtus Verona. Un risultato finale così largo è molto bugiardo … sino al 75 Virtus in partita pur senza avere grandi occasioni (e con due cambi per infortuni già consumati nel primo tempo e un rigore sbagliato). Molti errori in ripartenza e uscita e condizione fisica che non pare ottimale da parte del Mantova, dato che la Virtus a tratti arrivava prima/in anticipo sulle seconde palle.
Tutto questo per dire che il campionato non è finito se il Padova vince.
Oggi partita decisiva da vincere a tutti i costi.

Rispondi
fabio.pd

a sentire Torrente la partita contro i wcentini è stata preparata solo in 1 giorno. Mi torna in mente il ritiro durato una settimana fatto dai mantovani in occasione della partita contro di noi a inizio gennaio in cui ci hanno asfaltati, mentre noi mangiavamo panettoni. Se tanto…mi dà tanto……non vorrei si ripetesse il disastro! Manca a tutti l’editoriale di Sauz……..

Rispondi
Stefano

Scusate – ma quindi sauz e’ convinto di battere il wcenza ? Niente da dire “ai buoni inyenditori ?” “ ???
…..

Rispondi
Fabio

La differenza è che l’altra volta è stata una scelta, stavolta la scelta non l’avevi.
In ogni caso non credo sia stato il non ritiro il problema del 5 a 0 preso in casa.
Sono preoccupato dal non post di sauz…

Rispondi
fabio.pd

..contro il MN a casa mia si chiama: mancanza di concentrazione….contro il WC non l’avrei gestito in 1 giorno o’clock, ma “diluito” un cincineo sia nella scorsa settimana che in questi due giorni accompagnando la parte di studio teorico/tecnico ai normali allenamenti….questa è stata ed è la mia sensazione, poi per carità ognuno è libero di pensarla come vuole. Alla fine quello che conta è il risultato finale!

Rispondi
crestaalta!

Diridindin din siamo arrivati fino qui Padova è forte Padova è forte e VINCERA’!!!

Rispondi
roby14

A caldissimo…….
1 – questa sera ci è andata di lusso e questo m fa ben sperare.
2 – Ronaldo (il traditore) ci ha fatto vedere per 60 minuti cosa significa essere un centrocampista di classe.
3 – Costa sulla sinistra è stato l’ira di Dio: Torrente l’ha mai visto?;
4 – Crisetig ha fatto rimpiangere la “velocità” di Radrezza (battuta);
5 – possibile che non abbiamo un giocatore (Radrezza a parte) che sappia battere punizioni e calci d’angolo?
6 – la difesa sarà anche la meno battuta del campionato ma ad ogni partita fa la sua bella dose di “buchi”. Ci va bene al momento perchè sono svarioni talmente clamorosi da spiazzare anche gli avversari;
7 – possibile che non ci sia nessuno che tiri da fuori (a parte Faedo????? altra battuta…);
8 – Torrente può ringraziare S.Antonio. Sbagliata la formazione iniziale, anemia ed inerzia incredibile fino a metà del secondo tempo. Rischi assurdi per avere ambizioni.
Infine: avevo scritto uno o due mesi fa che la partita della verità sarebbe stata quella odierna. Il risultato ci ha detto bene ma i punti di distacco sono molti. Però bisogna crederci, anche perchè, dovessimo andare ancora ai playoff…..trovando squadre come l’attuale Vicenza sarebbe davvero durissima, direi impossibile.
Dimenticavo: non mi capacito del fatto che le squadre che incontriamo sono sempre caricate a mille mentre invece quelle che incontra il Mantova sembrano appena uscite da terapie di sedazione.

Rispondi
Stefano

4 5 6 perfetto
Quanto al
Mantova : accade così quando e’ il tuo anno

Noi ste cose mai

Rispondi
QuoreSqudato

Ahahaah
Ormai il campionato è andato e ci teniamo (anche ben stretto visto le aspettative iniziali) il secondo posto.
Ma è da stamattina che mi sono svegliato con quel dolce ritornello in testa:
NON VINCETE MAI, NON VINCETE MAI….
ahahahaa godo!!

Rispondi
Massimo

Fabio, mi permetto…
Corretta la tua analisi , tutta, difetti che importanti che non si vedono contro le squadre di patronato ( la prossima è la Giana) ma che emergono contro squadre di livello superiore ( per fortuna solo Mantova e Vicenza le uniche 2 non da patronato) e per quanto riguarda Torrente ( checche’ si dica allenatore molto limitato) in B ci andiamo con lui? ( non arriva alla decima giornata).
Per quanto riguarda l’ultimo punto non è che il Mantova trova sempre squadre da terapie di sedazione( anche se ripeto che sono tutte squadre da patronato) e’ che sono talmente superiori che anestetizzano tutti … noi compresi con 5 banane nel groppone.
Per me ieri sera è come aver perso un po’ per il risultato ma anche per la pochezza di questa squadra in appuntamenti determinati e con squadre con i cog….ni

Rispondi
Principe

Pareggio di culo, va benissimo così in un derby

Discorso campionato archiviato, iniziamo a concentrarci sui playoff partendo dal presupposto che sia Mantova che Vicenza in casa nostra ci hanno dominato sotto ogni punto di vista

Mi sarei aspettato più coraggio da Torrente dopo il vantaggio del VI; per fortuna loro hanno smesso di attaccare.

Rispondi
DM

Al di là della soddisfazione di restare imbattuti contro il Vicenza, ieri vale come una sconfitta e con questa abbiamo chiuso ogni velleità di primo posto. Il derby ci dice che non solo siamo inferiori al Mantova ma anche al Vicenza, che se avesse iniziato con Vecchi (miglior allenatore della C) sarebbe tranquillamente primo. Per vincere il campionato ci vuole qualità, forza fisica, gruppo e l’istinto spietato del predatore. Noi quest’ultimo non lo abbiamo. Inizio anche a farmi qualche domanda sull’allenatore, perché il suo track record nelle partite che contano è negativo: sconfitta con la Virtus ai playoff, 0-5 dal Mantova in casa, ieri pareggio. Su 4 partite campali ne ha vinta solo una, a Trieste. Al contempo è anche vero che se Palombi e Fusi non avessero sbagliato l’impossibile avremmo pure potuto vincere (ma il Vicenza ha preso due traverse).
In ogni caso allenatori migliori liberi non ce ne sono quindi avanti così. Non facciamoci nessuna illusione ai playoff, non siamo attrezzati, quando conta stecchiamo sempre.

Rispondi
Fabio

Credo che la partita a scacchi tra gli allenatori ieri sera l’abbia vinta di gran lunga Vecchi, almeno per 60 minuti.
Il Vicenza era messo molto bene in campo, giocava praticamente a uomo a tutto campo. Ha schermato Crisetig, e chiuso molto ben l’uscita nelle fasce dalla quale il Padova solitamente riparte.
Quel modo di giocare però è molto dispendioso, infatti dopo 60 minuti non ne avevano più.
Ecco che sbagliare 2 occasioni come quella di Palombi e Fusi è stato deleterio: avessimo pareggiato prima, la probabilità di vincere la partita sarebbero state molto buone.
In ogni caso la condizione fisica è buona, e lo è sempre stata per tutta la stagione: spesso abbiamo visto la squadra correre fino ed oltre il 90esimo mentre gli avversari avevano la lingua di fuori.
Dal mio punto di vista Torrente deve rendersi conto di avere praticamente 2 squadre a disposizione, e iniziare a fare qualche rotazione, anche nei titolari, quando ci sono partite così ravvicinate. Con la finale della coppa Italia abbiamo 2 partite in più degli avversari.

Rispondi
Fabio

Ronaldo ti fa una partita su 10 da fenomeno e le altre 9 da prendere a calci, lo conosciamo fin troppo bene.
Credo che le carriere di Ronaldo e Crisetig parlino da sole.

Rispondi
fabio.pd

Ronaldo è un giocatore inaffidabile. Bravo, molto bravo quando vuole esserlo, ma inaffidabile per costanza e per umore!
Ieri arbitraggio non all’altezza della partita.

Rispondi
tifoso ignoto

Vecchi sta valorizzando il potenziale del WC, gente come Ronaldo Della Morte Ferrari sono da squadroni (in B però sarebbe tutta un’altra cosa). Mi aspettavo cmq una partita del genere, loro sono in crescita, hanno trovato il gioco, fanno una partita alla settimana, freschi riposati e motivati. Il pareggio ci sta bene anche perchè il WC andrà a MN e voglio proprio vedere se quest’ultima vincerà facile. Chiaro che chi è in testa da 30 partite il logorìo si fa sentire, ma anche chi ha due competizioni in corpo(campionato e Coppa Italia) non può andare sempre al massimo. Quindi non fasciamoci la testa, il Padova ha questo trend, con partite abuliche alternate ad altre piu convincenti. La continuità è quello che serve. Il WC non l’ha avuto e ora si trova a 12 punti dal Padova, tutto il resto sono pippe mentali

Rispondi
sauz

Ieri reazione di cuore che ci ha portato a casa un punto buono per assestare il secondo posto . Per la promozione diretta direi che è ora di accantonare qualsivoglia velleità. Le prossime partite del Mantova sono tutt altro che irresistibili e dubito sia che i virgiliani facciano tre passi falsi sia che noi azzecchiamo tutto . Questo è il miglior gruppo che abbiamo da quasi due lustri a questa parte ma ci manca la garra per poter solamente pensare di andare in serie B . Ai playoff siamo condannati a fare la comparsa perché mancano i coglioni ragazzi mancano in una maniera impietosa . Ieri siamo stati letteralmente sbertucciati per un ora capendo poco o niente , rispetto alla sconfitta con il Mantova dopo siamo stati quadrati e ci abbiamo messo criterio e cuore ma non si possono affrontare sfide di alto livello con il pannolino come facciamo noi . Ad andare in cadetteria sarà il Vicenza ( a meno che a Trieste non torni Tesser ) e noi resteremo con il pampano in mano come ogni estate alle staffe a ridere dei vicentini che sono boari e abitano nel paesello che intanto nea mette in cueo e mentre loro prepareranno la trasferta di Brescia noi ci faremo un panino con lo stracchino del nonno Nanni per andare a Gorgonzola dove magari tanto per gradire ciaparemo do banane. Paesello come cittadella che tra un po’ ci supererà come presenze in B avanti di sto passo eh ma noi abitiamo nella metropoli , per la B me basta anche abitare so on buso del cueo ma avere soddisfazioni altro che noi . Io francamente no n auguro ad alcun cristiano di nascere o vivere qui se ha la passione calcistica , stadio di stra merda con picchi di quaranta minuti per uscire quando sei in 8mila soettatori mica quarantamila , squadra che è un eterna incompiuta ( e che quest anno i ragazzi sono straordinari nulla da dire ) abbiamo visto più noi terza e quarta serie che fave Milly d abbraccio . Due finali perse e sia mai che la profezia di Vecchi si avveri e perdiamo la terza con il Vicenza , il rischio c è . Difatti certe volte io mi domando se ci siamo o ci facciamo e purtroppo ci siamo quando cantiamo ai vicentini non vincete mai , mai mettere il carro davanti ai buoi soprattutto tifando per la squadra più sgangherata del pianeta , tasemo femo più bea figura che dopo i ne ride drio fin nadae. Siamo senza speranza e sono convinto che i nostri ragazzi che stanno fuori dieci anni al loro ritorno saremo sempre e comunque in questa merda di dimensione .Venezia da sette anni è stabile in cadetteria e ha fatto un salto in serie A , il Verona non ne parliamo , il Vicenza si barcamena ma tanta cadetteria L ha fatta , persino i ferraresi hanno goduto più di noi , mi manca solo di vedere la Romea inondata di Ravennati che salgono in B e dopo è ghemo viste tutte , addirittura i Mantovani morti e sepolti I me toe pal cueo , basta ne ghemo i ovi più pieni di quelli di Rocco prima di girare un film e tutti ieri a godere del pareggio . Si perché perdere un derby brucia ma ragazzi questi qui ai playoff ci cagano in testa , squadra quadrata matura con tanti pezzi da novanta , mai un pallone sbagliato . Prepariamo mettiamoci le palle e non continuiamo a pensare a un primo posto perché non è nelle corde di questo gruppo . Qualche pillola sui singoli : Donnarumma su certe palle ga da svejarse ieri sera il pallone di Ferrari andava ai due all ora si poteva prendere , Crisetig mi pare Tullio De Piscopo in andamento lento , non vedo questa miglioria rispetto a Igor anzi , L unico dei nuovi che incide e Faedo al momento , mentre proverei maggiormente Tordini che ha un piede di qualità . Speriamo nel derby con la Clodiense L anno prossimo unica consolazione alla nostra condizione subumana , bastava un ora a ovest e la nostra vita sarebbe stata roses and flowers invece xe soeo merda e scorese a buon intenditor..

Rispondi
fabio.pd

Ohh……finalmente Sauz ! Oltre che Tordini, giustamente, io punterei molto anche su Zamparo. Nel primo tempo Bortolussi ha fatto ben poco. Inviterei Torrente ad intervenire PRIMA con i cambi, il primo tempo poteva terminare già sotto di qualche gol. I giocatori ci sono, basta capire gli inserimenti giusti. E qui mi torna in mente il fatto che – per me – questa partita è stata preparata male, in poco tempo…..come contro il MN.

Rispondi
Massimo

Esatto Fabio.pd , allenatore inadeguato.. le uniche partite degne di questo nome ( con Mantova e WC ) le ha cannate , una siamo stati ridicolizzati la seconda se nel primo tempo ci davano 2 palloni nel secondo ci davano il resto. Domenica torniamo a fare i fenomeni con i formaggiari di Gongorzola ma se non arriviamo primi con questo allenatore ( che ha in pratica 2 squadre di potenziali titolari) i playoff li vedo molto duri.

Rispondi
Baldo

Torrente fa il fenomeno, solo perché quest anno nel girone, ha trovato avversari che tolti Noi, WC, Mantova ed in parte TS, fanno no pena..peggio

Gli piace vincere facile..

Questa è stata la sua forruna,oltre al fatto che se Vecchi avesse allenato il VI fin da subito, avrebbero già vinto il campionato e se Tesser non fosse stato ESONERATO, la TS sarebbe sopra di NOI.

Rispondi
Massimo

Baldo sottoscrivo ( anche se non sono nessuno) tutto quello che hai scritto… se non ci porta in B quest’anno se ha dignità dia le dimissioni immediate e chieda scusa.
E comunque sia non da gioco e schemi alla squadra che vive e vince ( escluso con le grandi) solo su improvvisazione e giocate dei singoli.

Rispondi
Andrè The Giant

pazzesco… due vittorie e nessuno scrive. Basta un pareggio (visto che sconfitte per fortuna non ne arrivano) ed ecco che si riaccende il ventilatore spara-merda

Rispondi
fabio.pd

scusa Andrè….le due vittorie contro il NULLA, qui il pareggio ha un altro spessore. Si scrive in base a ciò che accade: se avessimo perso mercoledì altro che ventilatore……sarebbe intervenuto Candeo Spurghi…… Il fatto è che si invitano i giocatori a tirare fuori gli attributi…quando qualcun altro dovrebbe dare l’esempio.

Rispondi
Baldo

André, sembrerò poemico o rompi scatole,ma la realtà sta sotto gli occhi di tutti.
Contro le due squadre forti (2 /2 e mezzo) che abbiamo incontrato, abbiamo dimostrato di non essere nessuno… Altro che fenomeni

Che piaccia o no… È così.

Rispondi
Sandro 1975

BASTA! Possibile che per qualcuno aspetti un pareggio per scrivere tutte se cagate? Non esistono vittorie contro il nulla, le vittorie sono vittorie e di solito proprio con le piccole (il vostro nulla) abbiamo perso campionati! Torrente è uno dei mister meno battuti della storia del calcio Padova, lo sapevate? Questi sono fatti, le vostre chiacchere isteriche. Un po’ di rispetto e positività non guasterebbe da voi tuttologi!

Rispondi
Baldo

Ovvio che Torrente é meno battuto.. Tutti ci arriviamo.
Ma bisogna sempre vedere da come é composto il girone attuale e da come erano quelli passati.
È vero che con le piccole abbiamo perso punti, ma comunque un punto lo abbiamo sempre fatto.
Se le piccole fossero tutte a livello del Mantova o del WC non avremmo fatto nemmeno quello

Rispondi
Massimo

Ma è possibile che non si voglia ammettere che Torrente è un allenatore solo da terza serie mediocre?
Con questa rosa dovrebbe essere primo senza se e senza ma, cosa vuol dire aver perso una sola volta ed alla fine sei a 7 punti dal primo posto, sei solo un perdente!!
Ed in B con questo allenatore cosa ci andiamo a fare? AIUTO!!
Solo il Mantova può mangiarsi la B diretta e se nel playoff troviamo il Vicenza siamo rovinati!

Rispondi
Baldo

Quindi io posso dire che la tua teoria é esatta, ma tu non puoi dire che la mia é sbagliata..

Rispondi
Il vecchio Max

Le teorie sbagliate sono quelle che non si basano sui numeri, ma sull’immaginazione. Spari la tua bordata: con De Vecchi dall’inizio il Vicenza avrebbe già vinto il campionato. I numeri dicono : 21 punti in 11 partite , che significano neanche 8 punti in più rispetto agli attuali. La media probabilmente salirà, perché pare abbia trovato la quadra, ma da qui a dire quello che dici tu, ne passa! Non solo. Rincari la dose: con Tesser la Triestina ci sarebbe davanti . I numeri dicono: anche se Tesser, dopo la sua sesta sconfitta su 24 gare ( tra l’altro in casa contro il NULLA), spinto dalla tua fervida immaginazione , fosse riuscito magicamente a vincere TUTTE le altre 6, avrebbe ancora un punto in meno di noi e il Padova sarebbe addirittura a meno 3 dal Mantova, pensa un po’ . La lista potrebbe continuare, ma non voglio tediarvi ulteriormente. Per quanto mi riguarda , le critiche gratuite non servono a nulla.

Rispondi
Baldo

Perfetto…ok…magari avrai anche ragione..

Io, come la maggior parte dei padovani abbiamo visto che due squadre (e mezza) del nostro livello, ci hanno UMILIATO e ripeto UMILIATO a livello di gioco.
Mantova ci ha asfaltati con il risultato.
A TS il gol di Liguori é stato fortunoso (una rovesciata spettacolare, ti entra una volta su dieci).
Mercoledì abbiamo pareggiato all ultimo secondo con un tiro da fuori area con due diviazioni(anche lì nella maggior parte delle volte non ti entra)
Quindi la mia non è critica gratuita, ma semplicemente realtà accaduta sotto gli occhi di tutti.

Questo è il calcio. Si vince con bravura, testa e fortuna.
Ma da qui a dire che siamo fenomeni NO
Bisogna essere onesti

Rispondi
fabio.pd

…Sandro75….ma tu leggi quello che si scrive ? “abbiamo giocato contro il nulla” è riferito a due squadre affrontate dal Padova con evidente tasso tecnico inferiore. Tu scrivi che…… grazie a queste squadre piccole, “il vostro nulla”, “abbiamo perso campionati”, io ti rispondo: ecchisenefrega! Noi, qui, oggi, parliamo di una squadra con una panchina lunga, abbiamo a disposizione due squadre volendo! La situazione è completamente diversa rispetto a quegli anni a cui ti riferisci. Non può esistere un confronto! Lo capisci o no?? Torrente deve metterci del suo, mai come quest’anno ha a disposizione tanti e bravi giocatori, pensa all’attacco, al centrocampo! Ancora…scrivi cheTorrente è il meno battuto: certo, proprio per quello che ho appena detto e soprattutto proprio perchè è un girone SCADENTE, al nostro livello abbiamo solo MN WC e TS……..e guarda caso abbiamo perso con MN e con il WC potevamo tranquillamente perdere. Il vero campionato se lo giochiamo queste tre squadre anche ai play off. Qui siamo tutti tranquilli, esprimiamo le nostre opinioni in libertà e mi pare in sintonia. Se tu hai visto qualcosa altro, se ti dà fastidio quello che si scrive, sei invitato a rispondere senza parlare tanto di cagate degli altri!

Rispondi
tifoso ignoto

Chissà perchè quello che chiamate il nulla ha sconfitto il Mantova per ben due volte(trento e albinoleffe) e pareggiato con Pvercelli e Novara. Troppo comodo dire che se si vince e solo per il nulla che si ha di fronte o perde perchè non vale come Mn e Wc. Il Padova è inferiore solo al miracolato Mantova che quest’anno gli va di lusso(meritatamente) il Vicenza ha ritrovato se stesso da qualche partita per il resto ha fatto pena e panico. Adesso poi abbiamo due squadroni, e sarà anche vero dato che si va in finale di coppa Italia, ma all’inizio campionato ci davano tutti da 5/7 posto. E poi i rinforzi di gennaio che differenza hanno fatto? Non certo gli attaccanti e i centrocampisti. Solo Faedo , un difensore ci ha salvato il culo da due disfatte.
Se riuscissimo a vincere sempre contro il nulla saremmo primi in classifica

Rispondi
Baldo

Devo ammetterlo e rimangiarmi tutto quello che ho scritto

TORRENTE GRANDISSIMO ALLENATORE..

Buona serata a tutti, dall’
Isterico
Critco
Tuttologo

Rispondi
Stefano

Ok
Direi che il
Momento di cambiare titolo e’ arrivato …….

Adesso portate a casa il
Secondo
Posto perché …… non e’
Mica detto giocando dosi

Rispondi
Massimo

C’è ancora qualcuno che dice Torrente un buon allenatore? a parte Baldo? 😉😉😄😉
Preparare bene i Playoff si inizia con ingaggiare Bisoli o Javorcic ( Vicenza insegna).

Rispondi
fabio.pd

Beh….mi pare che quelle che hanno sconfitto il MN non abbiano creato problemi a noi. Ripeto: per me esiste un divario tecnico evidente tra alcune squadre ed altre. E’ tutto in divenire: non facciamo come Sandro che guarda ancora a gli anni scorsi, non ragioniamo ancora che dovevamo essere tra le prime 5/6 del girone, le sorprese positive ci sono state! Io fino a una settimana fa non ho mai giudicato Torrente: ho iniziato ad esprimere una critica con la partita del WC, che per me è statta preparata male. Oggi mi sento di criticarlo perchè ha parlato di un turnover in pre partita e poi……mi ritrovo Bortolussi e perfino Dezi !! le novità le ha aggiunte con le sostituzioni, ma mi pare che sia stato in confusione! Purtroppo non ho seguito la partita in TV, ma a sprazzi sul cellulare…..Come tu sostieni: abbiamo due squadroni, ne sono convinto anch’io…ma allora perchè utilizzi sempre i soliti. Ho il sospetto che Torrente punti a vincere la Coppa Italia, che io reputo INUTILE come la coppa del nonno. Solo per avere conquistato un “trofeo”. Oggi il NULLA siamo stati noi. E non sottovalutare il WC: ha sempre gli stessi giocatori di quando faceva pena, come scrivi, tu….e allora da cosa dipende questo cambiamento positivo ? dal cambio allenatore e da un ritrovato Pompeo che durerà finchè durerà……..

Rispondi
Stefano

Definisci congiunzione astrale :
Verona : salvo
venezia : serie A promosso
Vicenza: vince play off serie C

Possibilità / elevata –

Rispondi
Baldo

E magari
Venezia; promosso in A come seconda
Cittadella : vince i play off e va in A
😂😂

Rispondi
Stefano

Non ci crederai ma essendo diversamente giovane x me il cittadella nemmeno esiste e le sue perfomances mi interessano quanto quelle della pergolettese –
Le
Altre squadre che ho citato invece mi da fastidio godano

Rispondi
Flavio

Bene, ora meno stress del tifoso. Cmq, il Mantova era pressoché imprendibile. Spero che lo stress non ricompaia perché i nostri mollano e il Vicenza attacca il secondo posto. In questo senso, ben venga la Coppa Italia. Ieri: spompati, demotivati, tattica sballata. Sulla sx si pestavano i piedi e Palombi non è un’ala. Gli attaccanti , tutti, continuano a ricevere palla spalle alla porta; i tiri sono sballati (Cretella sopravalutato); i cross alti, lenti, spesso fuori misura (imparare dal cross del primo goal loro); i nostri centrali si sono beati del titolo di miglior difesa. Voglio bene a Radrezza ma Crisetig fa correre di più la palla e dribbla solo se è costretto …e perde meno palle. Insomma, ridimensionati e da ricostruire per j playoff

Rispondi
frengo

A mio avviso gli innesti di gennaio e il cambio modulo possono aver creato malumori nello spogliatoio e Torrente mi sembra abbastanza in confusione nella gestione.
Radrezza da titolare inamovibile è sparito per un Crisetig appena discreto.
Villa estromesso per Favale. Crescenzi da titolare a desaparecido.
Aggiungiamo Valente infortunato; Capelli fuori posizione (esterno alto); Bortolussi fuso; Fusi e Varas fusi (!); Delli Carri in difficoltà perchè sempre presente (pure si è mangiato due gol abbastanza facili); Kirwan discreto ma nulla più….; attaccanti che si sbattono sempre spalle alla porta…. oltre alla cronica incapacità di gestire le partite importanti.
Ieri si poteva avere il coraggio di cambiare tutta la squadra facendo giocare tutti quelli che hanno giocato di meno (come se fosse stata la coppa italia) … tanto il campionato è andato definitivamente da tempo ma con Vicenza si è chiuso.

Rispondi
Fabio

Con gli eventuali malumori in spogliatoio possono tranquillamente pulirsi il deretano.
In tutte le squadre c’è gente che gioca e gente che va in panchina, se si vuole vincere i ricambi dei titolari devono essere all’altezza.
Ricordiamoci che prima del cambio modulo eravamo già diventati lenti e prevedibili e che sostanzialmente è stato fatto per far giocare Valente (che è un arma in più) nel suo ruolo. La sua mancanza in queste ultime 2 partite si è vista. E nonostante da molti sia denigrato, quando manca Fusi in mezzo al campo si vede e molto. Tra i 3 probabilmente è il giocatore più importante li in mezzo.
Il campionato lo hai perso con lo 0 a 5 in casa, e il fatto che dopo aver recuperato 4 punti il Mantova vince 2 partite consecutive 4 a 0 ti ha ucciso mentalmente: sabato al termine di Pergolettese Mantova i ragazzi, e credo anche Torrente, hanno smesso di credere al primo posto, e ieri si è visto.
Bisogna essere onesti: il Mantova si merita la vittoria per mentalità e gioco espresso, e se avesse perso il campionato sarebbe stata una ingiustizia sportiva.
Resto basito dal fatto che a settembre, alla chiusura del mercato, la maggior parte dei “tifosi” ritenevano la squadra da tra il 5/8 posto e adesso che sia il fallimento peggiore della storia non aver vinto il campionato.

Rispondi
Il vecchio Max

Esatto. Qualcuno ha la memoria molto corta, chiamiamola selettiva. Chi pensava ad agosto :”ragazzi, abbiamo uno squadrone” alzi la mano. Non uno, nemmeno tra gli addetti ai lavori. Quando leggo che ora abbiamo addirittura due squadroni , mi viene da sorridere. 24 titolari? Beh, ad inizio campionato la Triestina e il Vicenza ne avevano 27-28. Non è che a Tesser e Diana abbiano dato 4 brocchi, come sembra . Ora chiedo: se Tesser avesse ottenuto 29 punti in 24 gare( con sei sconfitte) con il Padova, cosa avreste detto? Che Lescano, Radan, D’Urso, Finotto,Amirante, ecc ecc sono scarsi o che lui è un bollito? Un unico appunto sul tuo intervento: un campionato è come una maratona: merita di vincere chi arriva primo ALLA FINE, non chi è stato primo per 40 km. Le ingiustizie sportive sono perdere un campionato perché un avversario ti batte con un gol segnato con la mano…

Rispondi
Fabio

Intendevo una ingiustizia al gioco del calcio.
Ovvio che ho sperato fino all’ultimo (e una piccola brace di speranza è ovvio che ci sia ancora) che perdesse punti, anche per rigori inesistenti o gol in fuorigioco.
Quello che intendevo è che per il gioco espresso e che sta continuando ad esprimere si merita la B.

Rispondi
Principe

Finalmente l’agonia è finita e la squadra può concentrarsi sui playoff; fondamentale arrivarci con le gambe riposate

Considerando magari che se falliamo di nuovo, l’anno prossimo all’euganeo non ci sarà nessuno proprio

Rispondi
Flavio

Sono d’accordo con Fabio che ad inizio campionato, vista la rosa, avremmo tutti firmato per un quarto posto (Lane, Trieste e la solita sorpresa, diventata sorpresona …poi, noi se fossimo stati bravi); eppoi, la finale di Coppa Italia che, comunque, significa 2 su 60 che arrivano alla fine. Il problema è che siamo rapidi ad illuderci e altrettanto a deprimerci, sparando a zero su tutti. Il Padova è questo. Sicuramente i due 4-0 del Mantova hanno ridimensionato le aspettative e possono in parte possono spiegare ieri al di là dei proclami “noi ci crediamo fino alla fine; vediamo a fine stagione cosa abbiamo combinato. Comunque, sempre FORZA PADOVA

Rispondi
fabio.pd

possiamo fare diecimila elucubrazioni……se quea volta…..se a inizio campionato…..se me nona…..quello che conta è qui e ora! La situazione che vedo è questa: buoni giocatori, buona squadra, ma allenatore in confusione. Punto. Sabato ha detto: il pareggio con il WC ha caricato i giocatori, e ieri: li ho visti scarichi. Fatto sta che teniamo e terremo il secondo posto, pregare che qualche giocatore non si infortuni con la finale A/R della coppa del nonno. Prepararsi – in tutti i sensi – ai play off: se si gioca con la testa ci saranno sorprese positive, altrimenti sarà un deja vù anca sto ano.

Rispondi
Andrè The Giant

L’articolo di Viafora su Padovasport a mio avviso è perfetto. Equilibrato (cosa non scontata in quel sito) e oggettivo, mi trova perfettamente d’accordo.Consiglio a tutti di leggerlo, specialmente chi non perde l’occasione per invocare Bisoli.
Aggiungo solo una cosa, unendomi a quanto detto da Principe, meglio che sia successo ora che non all’ultima partita come due anni fa. Arrivare in fondo scarichi e dopo aver fatto una interminabile rincorsa sarebbe stato decisamente peggio. Abbiamo 7 partite per fare tutte le prove possibili e ritrovare un assetto stabile.
Torrente, ieri visibilmente abbattuto e disorientato, ritrovi la grinta di quando giocava con il Genoa (non ho dubbi che lo farà) e cerchiamo di preparare i playoff come si deve, anche facendo tesoro delle esperienze passate.

Rispondi
Principe

Esatto, molti non si rendono conto della fortuna di essere sicuri del secondo posto a due mesi dalla fine del campionato, evitandosi rincorse folli fino all’ultima giornata.
Mi aspetto di vedere molto più spesso Tordini, finora oggetto misterioso
In più Crisetig potrà trovare la giusta forma con calma

Rispondi
Stefano

Non siamo affatto SICURI del secondo posto –
Il
Wcenza e’ a -9 (do per scontato vittoria del recupero ) e se dovessimo toppare venerdì contro l’’albinoleffe potrebbe accadere l’incredibile ….. (a padova questo ed altro )

Rispondi
acp

ogni volta che vedo gioca crisetig eiaculo copiosamente.

di calcio non posso parlare con nessuno. posso predicarlo però

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code