FAHRENHEIT 451. E DOPO? FAHRENHEIT 451 O GIU’ DI LI’…

Diciamo che a chi detiene il potere politico, il SAPERE, anche la semplice CONOSCENZA, specie se trasmessi ad altri, stanno sulle palle?

Massì diciamolo e penso che a nessuno dei pochi frequentatori di questo spazietto sia necessario spiegarne il motivo (non ho usato il termine “ragione” perchè ragione non c’è o forse chi lo sa “soffiata” nel vento sarà).

Mi ero impegnato a fare un Topic leggerino e manterrò la parola.

Ho dovuto quindi pensare ad un Paese/Nazione dove non esistono più i Cinema, i Teatri, le Biblioteche e i Musei, Internet, Registratori (tranne quelli di cassa n.d.g), dove i programmi scolastici sono tutti uguali e revisionati, la Scuola è unica e i libri di testo devono essere il più possibilmente manuali tecnici, Radio e TV ipercontrollati (alla Orwell).

Tuttavia, ambendo il Paese in questione al titolo di “democratico”, sono ammessi i “giornali” (?!?).

Il “giornale sarà costituito da un unico foglio, formato A3, scritto solo “in bianca” e non “in volta” (retro), con i seguenti vincoli: 3/5 dello spazio dovrà essere cronaca sportiva, 1/5 dedicato ai necrologi (anche se su questo tema si è aperta una forte discussione all’interno della coalizione, perchè qualcuno ha suggerito che nel nostro Paese non si dovrebbe morire, e comunque non in un modo così platealmente documentato).

Il residuo quinto di spazio sarà dedicato tassativamente alla Cronaca di altri Paesi, che potrai conoscere solo alla Radio e alla TV (controllate), dai dai che spazio ce n’è e non cominciamo a fare i piangina

Alla fine è passata una mozione di maggioranza (risicata) che sanciva la necessità di offrire anche “altro” per ambire al titolo di “democrazia”

Ecco la disposizione tassativa:

Ogni nucleo famigliare costituito  – volevano lasciar fuori i single i furbetti, per forzarli a sposarsi e a “cunellare” (licenza poetica che sta per figliare) – potrà possedere esclusivamente QUESTI OGGETTI CULTURALI (definiti pseudo-pornografici)

1) DUE RIPRODUZIONI DI QUADRI (molto suggerito il Teomondo Scrofalo, poi vedi tu);

2) DUE RAPPRESENTAZIONI SCULTOREE (formato mignon, ma chi può permetterselo anche in grandezza naturale);

3)  DUE LIBRI (molto suggerito Biancaneve e i sette Nani anche per un possibile “abbinamento” con le sculture… occhio!)

4) DUE FILM (molto suggerito il Barbarossa di Martinelli che al botteghino è andato malaccio, poi vedi tu)

5) DUE DVD MUSICALI (e qui non sono arrivati suggerimenti per evidente incompetenza, almeno credo),

Molta attenzione va prestata a regole ferree con punizioni da brivido:

a) è fatto assoluto divieto di scambio!

b) divieto assoluto di esposizione a chi non appartiene al nucleo famigliare: arriva l’idraulico, l’elettricista, un amico tutte 10 le “concessioni” vanno velate tipo NIQAB

c) divieto di narrazione, velata descrizione di ciò che ti è stato concesso;

d) divieto del giochino di società durante le feste di mimare i film in tuo possesso;

e) divieto di canticchiare fischiettare fuori casa la tua musica  e comunque anche in casa a bassa bassa voce.

Esiste un NODO IRRISOLTO E IRRISOLVIBILE perchè, tutto quanto sopra premesso, se decidi di metter su famiglia, NON PUOI DISCUTERE su cosa scegliere. Tu puoi mostrare “il tuo gioiello under slip e lei la sua”, ma MAI le concessioni “democratiche” che ti hanno offerto.

Credo che come soluzione non resti che il testa o croce.

E adesso avanti con le vostre scelte o popolo dei colti!

Nonostante tutto IO, IO NON RINUNCERO’ alle mie scelte.

1.626 VISUALIZZAZIONI

40 risposte a “FAHRENHEIT 451. E DOPO? FAHRENHEIT 451 O GIU’ DI LI’…”

Invia commento
  1. Gazza scrive:

    Credo che domani ci sranno 2DUE2 nuovi Tipic-Flash.
    So già che non piaceranno e creeranno qualche polemica.
    Pazienza

    1. Cesare Settore Superiore scrive:

      Caro Nino, semo ste in 2 incolladi al monitor tutta notte e par un casso.
      Mi, tra l’altro, con una certa simpatia par i boquensi, dati i colori. E perchè tanti anni fa, alla Bombonera ghe son sta dal bon.
      Non so contro chi casso zugasse el Boca quella sera, non lo ricordo.
      Roberto, el me rappresentante argentino de allora, un fedelissimo con tessera abbonamento alla Doce da oltre 30 anni, el me domanda se me va de andar na sera a veder la partia con lu. Sempre se se pol, el me precisa.
      Allora visto che mi fasea i salti de gioia all’idea, el m’ha dito adesso andemo a parlarghene.
      El m’ha portado di fronte al suo capo area. Presentado, spiegado chi ero, cosa faseo, chi rappresentavo, perchè ero li, ecc.
      El jefe el me domanda: Hablas nuestro idioma? Cierto.
      Bueno. Puedes entrar, con Roberto.
      Ghe domando come la mettemo con el biglietto, non ghe l’ho.
      Ningun tiquete, pero una oferta libre para la barra, lo que quieras (offerta come vuoi tu per gli ultras).
      Nessuno mi chiese nulla, nessun biglietto, nessun controllo, nessun tornello.
      Chi è autorizzato alla Doce entra sempre, tutti si conoscono. Lo straniera era autorizzato dal jefe de zona, esta bien.
      Questo è il sistema calcio in Argentina, altro che il brick di succo di frutta sequestrato al bimbo da uno stronzo con la pettorina fluo al tornello del Bentegodi…
      Ciao Nino, y suerte

      • Gazza scrive:

        Bel post Enrico, anca l’anca gh’è da sperar.

        • Cesare Settore Superiore scrive:

          Caro Nino, per l’anca, tutto bene, finalmente. Dormo senza dolori dopo 8 anni…
          Invece per el resto, preparete a ridar/pianzar.
          Sto per mandarte (in privato) un articoletto dei mei. El se intitola:
          Un alieno sbarcato per sbaglio al CRV di Marzana.
          Stanotte te ghe qualcosa de semiserio su cui riflettar.
          Suerte Nino…

      1. Gazza scrive:

        Mi sarebbe venuta un’idea, direi un’ideuzza.
        E a voi niente?
        Il fatto è che i “Protocolli Gazziani” di un decennio fa proibivano il parlar di calcio se quest’ultimo non si trasformava in cronaca.
        Hoddhjo ci sarebbe la drammatica farsa argentina della Finale della Coppa Libertadores (la loro Coppa dei Campioni),
        Io l’ho “seguita” tutta, se per seguire s’intende aspettare ore, con un monitor fisso che per ore non avvisava di nulla, in seguito, dopo altre ore una comunicazione (??) non ufficiale che la partita era stata rimandata di 24 ore e dopo ore di immagine fissa che “informava” di un ritardo (!!), poi il definitivo annullamento.
        Una pessima immagine per l’Argentina, sì dico Argentina con le sue istituzioni calcistiche e, ahimè, politiche.
        Dite che non ho ancora detto il motivo: beh insomma, la finale è per la prima volta tra le due squadre di Buenos Aires: il Boca Juniors (i xeneizes) e il River Plate (los miliorarios, galinas per gli avversari).
        Andata, alla “Bombonera”, stadio del Boca, il risultato è stato 2 a 2.
        Il ritorno , come scritto sopra, era allo stadio Liberti del River Plate, ma un centinaio di “galinas” tifosi del River hanno distrutto i vetri del pulman del Boca, dove è ovviamente entrato anche il fumo dei lacrimogeni della polizia.
        Cronaca nera.
        Ci sarebbe la “politica”, ma tra i manzoniani “polli di renzI tramacino”, i sovranisti del nulla, e los masaniellos a cavallo di Andromeda, voglia uguale a zero (almeno per ora).
        Ci sarebbe molta cronaca nera che mi fa pensare ad una mutazione sociale psico-antropologica, per quantità, efferatezza e diffusione senza confini regionali.
        Ci sarebbe “X factor” di cui non ho mai visto un minuto, tranne quando i giornali riportano delle beghe e degli scazzi.
        Ci sarebbe anche che devo andare in farmacia a prendere le medicine.
        Ecco, vale l’ultima riga.
        Per ora.

        1. lettore attento scrive:

          Caro Conduttore, bisogna darti atto che spesso hai scritto di cose che sono diventate “fenomeni” anni dopo.
          Banksy non lo conosceva nessuno, facesti due topic con i suoi grafiti almeno cinque o sei anni fa anni fa, forse anche di più.
          Oggi è il “fenomeno” del momento.

          1. Amigo scrive:

            Nino, immagino che avrai letto del Kenya, alcune cose le avevi anticipate nei tuoi topic africani, ma li davi tempisticamente più avanti.
            E’ successo qualcosa?
            Salutone

            • Gazza scrive:

              Caro Amigo ciao.
              Ho appena telefonato in Kenya e mi hanno detto che la polizia ha fatto una decina di arresti.
              Di norma “a casaccio”.
              Le due persone con cui ho parlato tendono a negare (?) che si tratti di terrorismo, ma la mia opinione è che lo vogliano esorcizzare, vedremo.
              Io devo prima riparare “il nostro orologio…”, con annessi e connessi, poi il viaggio è già programmato.
              L’unica osservazione che posso fare è che quella zona, che conosco, è “strana” per un atto terroristico.
              Non ricordo di aver scritto tempistiche, ma il Kenya è già “scoppiato” se non interverranno i “pompieri” cinesi che hanno già investito qualche miliardo di Euro e in un anno e mezzo!! hanno già costruito una NUOVA LINEA FERROVIARIA (Mombasa-Nairobi).

            1. Gazza scrive:

              Stasera si chiude, ma avrò qualcosa da dirvi.
              Astenersi non interessati.

              • bradipo scrive:

                E’ vero caro Gazzini, la pigrizia mi ha inibito l’effettuazione delle scelte dei gioielli culturali concesse dal “sistema democratico.
                Questo non toglie il mio apprezzamento per la notevole e immaginifica “creazione” del tuo topic.
                Un modo di fare ironia politica urticante senza eccessi che la vanifichino.
                Cordialmente

              1. ciòfane scrive:

                A me il dott.Gazza è sempre stato simpatico e a una vecchissima cena Gialloblu ne sapeva una più del diaolo, anche se per la strada non mi riconosce mai.
                Ma forse ha dimenticato che ai vostri tempi vi hanno parlato di Orwell, di Bradbury, di Wells e ve li hanno magari spiegati.
                Io il concetto di “società distopica” (????) l’ho letto qui in una recensione del Gazza sul film Metropolis originale e quello colorato e con colonna sonora di Giorgio Moroder e non finirò mai di ringraziarlo.
                Ma questo Topic è difficile, anche se non avrei vergogna di dire che come “libri” mi porterei a casa la collezione completa di ZORA e l’album Panini del nostro scudetto.
                Comunque ben vengano topic così, per ogni vostro post sono andato su internet decine di volte e ho appreso cose sconosciute e non FAKE perchè siete CREDIBILI e anche perchè c’è il Gazza che controllando impara pure lui, almeno lo immagino.
                Ciao butèi, anche se me sa che soto i sinquanta qua si pocheti, ma bei.

                • Gazza scrive:

                  Hhhmm, che tu possa essere giovane non lo discuto, ma dal tuo modo di scrivere, definire “difficile” questo Topic è un’ atto di modestia che non mi convince.
                  Secondo me hai capito tutto e bene.
                  Chiamiamola pigrizia, e io sono il Santo Protettore dei pigri (non lavoranti… ).

                1. Gazza scrive:

                  1) QUADRI:
                  I BARI del Caravaggio
                  https://www.google.it/search?q=chi+ha+dipinto+i+bari&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjhsruLtN7eAhXNy4UKHRomBMgQ_AUIDygC&biw=1920&bih=923#imgrc=JIrIBttD1y_h4M:

                  I GIOCATORI DI CARTE di Cezanne
                  https://www.google.it/search?biw=1920&bih=923&tbm=isch&sa=1&ei=w5jxW-3hNdDMaM_slJAO&q=di+chi+%C3%A8+il+quadro+giocatori+di+carte&oq=di+chi+%C3%A8+il+quadro+giocatori+di+carte&gs_l=img.12…0.0..3772…0.0..0.0.0…….1……gws-wiz-img.zOhr9YGTnY4#imgrc=3-LHP1ogcgkx9M:
                  NOTA: non nego d’essere stato un po’ condizionato dall’attualità

                  SCULTURE:
                  SAN PIETRO progetto Michelangelo
                  https://www.google.it/search?q=souvenir+san+pietro+in+palla+vetro+con+neve&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjXgKCKt97eAhUi-YUKHSRjCEQQ_AUIDigB&biw=1920&bih=923#imgrc=haD2AtO1wTdgIM:

                  GIULIETTA & ROMEO (non e nel mitico “contratto di Governo”, ma l’Ammmore sistemerà tutto)
                  https://www.google.it/search?biw=1920&bih=923&tbm=isch&sa=1&ei=H57xW5H7M9Cwaf3Rk_gF&q=souvenir+giulietta+e+romeo+&oq=souvenir+giulietta+e+romeo+&gs_l=img.12..35i39.36896.42860..45470…0.0..0.76.149.2……1….1..gws-wiz-img.qCXdE6PkEzs#imgrc=xF6vsaLjwYAJjM:

                  LIBRI
                  ZIBADONE + CANTI DI LEOPARDI: Il Gran Maestro mi spiegò che i Canti erano la traduzione poetica (e che poetica!) della Filosofia di Giacomo…
                  MACBETH di Shakespeare (non è nel “programma”, ma la sete e fame di potere esiste ed è palpabile)

                  FILM
                  LA FEBBRE DELL’ORO di e con Chaplin
                  L’INVASIONE DEGLI ULTRACORPI di Don Siegel (questo nel “programma” c’è)

                  DVD Musicali
                  REQUIEM di Mozart (strepitoso in sè, ma anche per esorcizzare il “programma”)
                  BIRTH OF THE COOL di Miles Davis

                  • Gatón scrive:

                    Ti leggo, so che lo sai.
                    Occhio alla prima raccolta del Leopardi.

                    • Gazza scrive:

                      Nel rapporto Filosofia e Poetica nel Leopardi si intreccia una produzione vasta, sebbene scritta in pochi anni di vita.
                      Ma se allo Zibaldone aggiungi le (conseguenti) Operette Morali, è lì che si può trovare la “Filosofia” che da un registro poetico ai Canti.
                      Almeno così mi spiegarono i Dotti e così ho letto per mio conto.

                      P.S.
                      Avevo scritto che al massimo potevi detenere DUE libri, ho sforato aggiungendo lo Zibaldone, andando oltre vanificavo lo sforzo della sempre difficile SCELTA ( difficile e dolente tra le cose che ami).

                      • Gazza scrive:

                        Sarà stato un po’ così per tutti (pochi) che si sono cimentati.
                        Pensa a Chivers, l’unico che conosco personalmente, che omette il suo amato Jazz e l’Opera Lirica, altrettanto amata.

                        • chivers scrive:

                          Anche i Beatles, se l’è par quela, e Joni Mitchell, e i Jefferson Airplane, e Fabrizio de Andrè!!!!

                          E la ragione è semplicemente che per certe cose sono come gli uomini-libro di Fahrenheit 451 (buffa cosa, per il romanzo – del 1954… – la prima pubblicazione è stata a puntate su Playboy!!!), le so a memoria e molte saprei riprodurle, canticchiando, fischiettando, borbottando, strambotando……..

                  1. chivers scrive:

                    Buonasera

                    1) DUE RIPRODUZIONI DI QUADRI
                    Milo Manara: il manifesto per il Consorzio di Tutela del Valpolicella (forse introvabile…)
                    Pellizza da Volpedo: Il Quarto Stato (Museo del Novecento, Milano)

                    2) DUE RAPPRESENTAZIONI SCULTOREE
                    Novello Finotti: Berto Barbarani (bronzo, Piazza Erbe – perché se venisse a casa mia aprirei la bottiglia migliore)
                    Benvenuto Cellini: Il Perseo (bronzo, Loggia de’ Lanzi, Firenze – perché da dietro si coglie un particolare che forse tutti non sanno ed è una sorta di una scultura in più)

                    3) DUE LIBRI
                    Berto Barbarani: Tutte le poesie (pubblicazione moderna che raccoglie i Canzonieri e tutto il resto)
                    Collodi: Pinocchio (perché avere un papà falegname non è mica da tutti!)

                    4) DUE FILM
                    La Donna che visse due volte (perché è come se fossero due film in uno)
                    TAXI DRIVER (perché oltre al filmone, c’è anche una colonna sonora indimenticabile)

                    5) DUE DVD MUSICALI
                    WOODSTOCK (con il meglio della musica rock di quegli anni)
                    THE ROCKY HORROR PICTURE SHOW (perché di sì!)

                    • Gazza scrive:

                      E quindi il Chivers, in una società come quella descritta nel Topic, si porta a casa una parte della sua storia esistenziale.
                      Così che, col piffero, che potranno facilmente condizionarlo.
                      Le mie saranno diverse, ovviamente, ma il “metodo” sarà quello per buona parte (neanche ci fossimo parlati).

                      • chivers scrive:

                        … ho avuto qualche dubbio su sculture, film e dvd… come sculture ne avevo ipotizzato una lignea, poi però scegliendo Pinocchio credo di aver scelto nel contempo libro e scultura, mentre per il film troppi dubbi; poi pensavo ad una bella opera in dvd… ma anca basta opera!!
                        E un bel Vivaldi… il “prete rosso”, un ossimoro forse impossibile nello scenario gazziano; e allora mettiamolo qua, ma molto particolare e (per me) assai elegante!!
                        https://www.youtube.com/watch?v=Z6qXzJT_ooM

                        • Gazza scrive:

                          Ah sì?
                          Impossibile nel mio scenario?
                          Vieni stasera al teatro Modus agli Orti de Spagna e osserva acutamente la mia (non casuale) “mise”:
                          pantaloni rossi
                          maglioncino rosso
                          sciarpa rossa (cashmere, quella da corteo chissà dov’è finita)
                          berretto rosso (bordeaux)
                          occhiali rossi
                          giaccone… NERO (è per l’abbinamento ovviamente)
                          Pace e bene a tutti.

                    1. common sense scrive:

                      Caro Gazzini, rimango convinto che in un certo modo solo tu sappia scievere.
                      Questo tuo ultimo topic “distopico” – grazie per avermi insegnato a suo tempo l’esistenza di questo termine – è di grande fantasia-realistica quindi sto al gioco, dopo essermi ri-immersso nei parametri del testo e faccio le mie, non facili scelte.

                      2 quadri: l’Urlo di Munch
                      l’Ultima Cena di Leonardo

                      2 sculture: un’evidente blasfemia averle ridicolmente in formato ridotto, comunque
                      la Pietà di Michelangelo
                      una riproduzione in gesso colorato di Brontolo (uno dei sette nani)

                      2 libri : Cent’anni di Solitudine di Marquez
                      Antologia di Spoon River di Lee Masters

                      2 film ZELIG di Allen (attualissimo visti i personaggi politici che girano nel “mondo”)
                      Apocalypse Now (vers.completa) di Coppola (molto combattuta con la trilogia del Padrino)

                      2 DVD musicali: Revolver dei Beatles
                      The Times they are a’ Changin’ di Dylan

                      Ho cambiato le scelte quattro volte, ma questa è la definitiva.

                      Ciao Gazza.

                      • Gazza scrive:

                        In questi “giochi” le scelte sono soggettive ed indiscutibili… come tali.
                        Però alcune fanno venire il sanissimo desiderio di discuterne, ma il Blog è strutturato in modo tale che diventa difficile farlo e “penalizzerebbe” altri lettori non interessati.
                        Però la scelta di BRONTOLO… ‘azz se mi incuriosisce.
                        Ciao.

                      1. Cesare Settore Superiore scrive:

                        Un saludo cordial a mi amigo Gazza que tiene el corazon loco. Dale hombre!

                        La mia lista personalissima di cose che non butterei mai?
                        1) DUE RIPRODUZIONI DI QUADRI. La foto di maurizio setti appesa davanti alla tazza del bagno, stimolantissssssima ma solo in certi momenti! E poi la foto dei miei 2 nipotini nel mio rifugio peccatorum (bunker). Stimolantissimi sempre e comunque!
                        2) DUE RAPPRESENTAZIONI SCULTOREE. Il mio vecchio portacenere dei tempi d’oro, a forma di turca. E poi, il tocco da maestro del brivido e dell’assurdo, la fontana dela inioransa situada sora al banco bar del me bunker. Quela che la funsiona solo par i amici fidati, che la zampilla a comando e la spiansa fora el valpolicella ripasso…
                        3) DUE LIBRI. Io uccido di Giorgio Faletti e Biancaneve sotto i Nani (libera riedizione della biografia non autorizzata di Cicciolina).
                        4) DUE FILM. The blues brothers e Arrapaho degli Squallor.
                        5) DUE DVD MUSICALI. Mamma mia degli ABBA. Concerto da Manchester per il 70° compleanno di John Mayall.
                        Perdonami Gazza, non ho saputo resistere…

                        1. Gazza scrive:

                          Mica tanto semplice la scelta dei 10 “tesori culturali” volendo fare una scelta insieme seria e con un po’ di spirito.
                          Ci riproverò.

                          1. Gazza scrive:

                            Adesso non posso, ma visto che i lettori pensano che probabilmente il Topic sia uno scherzo, domani posterò le mie 10 cose da recluso di quello che appare un immaginario regime autoritario, ma provate a prendere una tesserina del mosaico da una ventina di Paesi del mondo e poi, fatta la tara della doverosa abnormità dell’ironia dichiarata, altrimenti che ironia sarebbe, e ditemi se il mosaico che ne risulterà è fantascientifico o più vicino alla realtà (democraticamente dico: ALMENO DA QUELLA PERCEPITA, come nella temperatura).

                            • paperinik scrive:

                              Ricordo che nella Cina del post mao..nel 95 con precisione, da straniero non potevi essere ospite a casa degli indigeni, c’era un controllo ferreo sulla salute (con pene accessorie nel caso di dichiarazione falsa) già prima di sbarcare sul loro territorio, c’era circa un militare o poliziotto ogni dieci abitanti, c’era la condanna a morte per un furto oltre i 1000 dollari, c’erano un sacco di altre cose pazze e chiaramente non ci si poteva istruire o aggiornare con quel che si voleva.Ricordo perfettamente che nella decina di ospitate da gente teoricamente istruita, ho visto massimo 3-4libri sugli scaffali.Giusto un paio di volte…

                              • Gazza scrive:

                                Grazie Paper, questa è una tessera del mosaico.
                                Adesso mi aspetto l’elenco dei tuoi DIECI cimeli da custodire in casa. (sorriso beffardo)

                            1. Gazza scrive:

                              Caro Riziero, sinceramente il maggior tempo me lo hanno portato via l’elenco dei “tesori culturali” (malignamente stavo pensando a quelli che avrei scritto io) e le “regole”.
                              Il resto è una fotografia dell’attualità con la VOLUTA deformazione dell’ironia.

                              1. paperinik scrive:

                                Vista l’ orrida performance del Verona, non riesco a dirla con “scherzo”.Ma direi che la pur fervida immaginazione e fantasia del monsieur Gazzini’ non supera certe realtà in cui mi è capitato di incontrare lungo il cammino di nostra vita…

                                1. Gazza scrive:

                                  Ho l’impressione che il Topic sia stato preso come uno scherzo.
                                  Pazienza.
                                  Di scherzoso, ma non necessariamente, ci può essere solo l’eventuale scelta dei dieci “oggetti culturali concessi”.
                                  HO DIMENTICATO DI DIRE CHE SONO VIETATI I VIAGGI FUORI DALLA PROPRIA PROVINCIA.

                                  1. Gatón scrive:

                                    Se togliamo dal kit oggetti culturali gli oggetti definiti ai punti 1 e 2, rigorosamente proibiti, e diciamo che uno dei due libri deve essere tassativamente imparato a memoria e recitato più volte al giorno, viene fuori il tipo di società e cultura (?) verso la quale ci stiamo supinamente indirizzando, con lo stimolante e fattivo beneplacito delle istituzioni europee.

                                    1. perplesso scrive:

                                      Gazzini, perchè lei palesemente odia le stelle?

                                      1. lettore antico scrive:

                                        Caro Doc Holiday, amato “bastard” dei Western, e questo sarebbe un topic leggero e facile?
                                        In attesa di riflettere se si tratti di uno scherzo politico o di una cosa seria, e quindi cadere nella trappola delle scelte, vorrei sottolineare la genialata del “giornale democratico” formato A3, ma dove le pesca ste robe?
                                        Cordiali saluti

                                        1. Riziero scrive:

                                          Egregio dott.Gazzini. io scrivere le mie scelte culturali più avanti, vorrei comunque sapere cortesemente quanto tempo ha usato per elaborare un topic folle e geniale come questo (dove sono dichiarati i richiami a Orwell, Wells e Bradbury).
                                          Appare chiaro che la sua visione consolidata di una società e un mondo distopici deve averla imprintata non poco nei suoi studi.

                                        Lascia un Commento

                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                        Accetto i termini sulla privacy

                                        *