26
giu 2019
CATEGORIA

Par tirar tardi

COMMENTI 8 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.136

SONO A CASA E SONO QUASI TORNATO

Mi scuso un po’ con tutti per l’essermene andato senza salutare.

Anche ora, se dico che sono QUASI tornato è perchè , essendo in condizioni non “ottimali” e vivere per la prima volta il “Deguello” di una giornata nera di un’importante compagnia aerea, con tutti gli aerei in ritardo e con un fracazzo di indicazioni sbagliate, corrette sbagliando ancora e obbligarmi ad una corsa a perdifiato (ma quale fiato?) per andare al mio volo con l’ “on boarding closed!?!” (chi sa può capire…) che han dovuto riaprire, beh è un’esperienza che potrei fare a quarant’anni, con un po’ di euro in tasca, passare la notte in un albergo (a spese loro) e ripartire l’indomani.

Tralascio di parlare dello “show” che poi ho dovuto fare al Marco Polo con la compagnia di trasporto privata che se n’era andata perchè ero in ritardo sul termine ultimo (??) d’attesa, senza aver guardato che il volo era in ritardo di 20 minuti e mancava ancora il rito del “carousel” (ritiro bagagli).

Obbligandolo a ritornare ho salvato alti cinque naufraghi che avevano prenotato con la stessa compagnia.

Poi, al ritorno, rimasti da soli da Vicenza in poi si dimostrò anche persona perbene e assennata, confessandomi che non era la prima volta che a causa di SBAGLIATE indicazioni della sua compagnia si era trovato in grande disagio.

Comunque QUESTO viaggio, di una trentina, che ho fatto, mi ha certamente cambiato “dentro”.

Credo che dormirò una quarantina d’ore nei prossimi tre gioni.

Però un nuovo Topic l’ho già in mente.

1.136 VISUALIZZAZIONI

8 risposte a “SONO A CASA E SONO QUASI TORNATO”

Invia commento
  1. chivers scrive:

    Ero incerto…

    mettere questa
    https://www.youtube.com/watch?v=zid56-uDnrE

    oppure questa?
    https://www.youtube.com/watch?v=VT-SFgkVlno

    Poi ho deciso di mettere questa anche se incompleta… 3 giorni fa in Arena… le DIVE esistono ancora!!!
    https://www.youtube.com/watch?v=WJGH3p7ZhPI

    1. mariino scrive:

      Sapete se è tornato?

      1. civil scrive:

        Non entro nel merito della vicenda tra lo stimato Gazzini e l’altro protagonista.
        Io ho solo la sensazione che stiamo sempre più aaffogando nella società del “fatti i cazzi tuoi”.
        So che Gazzini è appassionato di archeologia e archeoantropologia, quindi e molto semplificando, sa che le comunità primitive hanno cominciato ad ingrandirsi quando smesse le belligeranze hanno cominciato a cooperare, pur con pelli di diverso colore e diversi livelli di sviluppo.
        Lì c’è la chiave del chi siamo oggi, passate, almeno per ora, le vaneglorie imperiali, due follie contemporanere, il nazismo e il comunismo, due guerre mondiali, di cui la Prima frutto di una caduta contemporanea della ratio di molti che se analizzati con i mezzi di indagine mentale odierna, abolirebbero temporaneamente la Legge Basaglia e la ripristinerebbero dopo il loro internamento.
        Sinceri saluti.

        1. Gazzini scrive:

          Per Hellas Show

          Sono francamente disgustato da quello che lei ha scritto.
          Lei dichiara di avermi riconosciuto, NON ero ubriaco se non di una stanchezza indicibile, chiaramente logico nel parlare, in un estremo sforzo di farmi capire dal tassista confuso…
          E LEI SI E’ GODUTO LO “show” SENZA IL MINIMO DESIDERIO DI VENIRE A DARMI UNA MANO: dal controllare le mie leggerissime valige così da potermi muovere liberament, al confrontare con lei se era il tassista a sbagliare o io troppo stanco per capire.
          Ci ripensi e si vergogni.

          • Hellas scrive:

            Caro Gazzini, ho cominciato a vergognarmi del mio comportamento già sulla via di casa, e non ho ancora finito.
            Abbia le mie più sincere scuse.

          1. chivers scrive:

            SHOW must go on!!!
            Mi soffermo sulle espressioni, usate da Hellas Show, « … c’è un signore anziano », e poi il « chiaramente stremato » e ancora « condizioni penose e traballanti » verrebbe da dire: “Omero ha impiegato 24 libri per narrare le peripezie di Ulisse… quanti ce ne vorrebbero a Omero se dovesse scrivere anche questo tribolato ritorno a casa!!!!!”
            Un grande classico, scarno ed essenziale, voce e chitarra… non serve altro
            https://www.youtube.com/watch?v=An2a1_Do_fc

            Però sappiamo che tra qualche giorno (dove ci sarà riposo, consapevolezza di essere tornato, riavvicinamento alle cose di casa e alle cose quotidiane semplici) non sarà più identificabile con le espressioni sopra riportate, quindi…. stesso pezzo, altra interpretazione, di grande spessore
            https://www.youtube.com/watch?v=38mjw81spec

            1. Hellas Show scrive:

              Abbia il coraggio di scrivere chi, tra noi lettori o amici del Doge Gazzini, non ha mai pensato che nelle sue cronache ci fosse qualcosa di inventato o forzato.
              Non è così, o almeno non lo è in questo caso.
              Io e mia moglie eravamo al Marco Polo, provenienti da Parigi.
              Mia moglie camminando nel corridoio torna al suo posto e mi dice: ” sai che c’è un signore anziano col cappellino dell’Hellas e con l’orologio gialloblu…”.
              Essendo io un Hellas fino al midollo sono preso da curiosità e saltando qualche fila mi avvicino.
              Vedo chiaramente di chi si tratta, ma sta educatamente litigando con vario personale di volo: in francese, in inglese, in franco-inglese e in taliano, ma è lui, è il Gazza!
              Tuttavia tutto il personale che ha avuto la malaugurata sorte di passare dalle sue parti, ripeteva come un mantra: monsieur nous sommes désolés, e lui di rimando: et je suis nervé noir (non conosco il francese…).
              SECONDA PARTE
              Se non la si vede non ci si crede.
              Io e mia moglie avevamo una coppia di amici che ci aspettava in aereoporto e non potevamo essere di nessun aiuto.
              SHOW e DRAMMA
              Gazzini è chiaramente stremato e comincia una serie di giaculatorie perchè non trova il suo taxxi al punto convenuto, chama e nessuno risponde (parole irripetibili in incredibile sequenza, non bestemmie).
              Finchè riceve una telefonata dal suo autista il quale, malcapitato, gli comunica che è già partito perchè alle 00.15 non era all’appuntamento.
              Dovete immaginare che l’aereo è arrivato con 20 minuti di ritardo (00.30) e poi almeno dieci minuti se ne vanno per il ritiro bagagli.
              Se avessi tutto lo spazio mio potrei continuare perchè a quel punto scatta il meglio del peggio del Gazza, in quanto il malaugurato tassista chiede una cosa a cui Gazza risponde: lei mi chiede SE VEDO IL FUNGOOOOOOO?!, non sarà per caso la torre piezometrica dell’acqua? Sì?! e Allora? Come sarebbe se la vedo mi dirigo là? E’ una struttura grande e ROTONDA e (urlando) occorre almeno UN UN UN altro punto di riferimento… stracaz…!!!
              Poi mia moglie, che non può capire il momento, mi ha sollecitato vivamente a entrare in auto.
              Però vedo che il Doge è arrivato.
              Caro Gazza, te lo devo dire, le tue condizioni viste va fuori erano molto “penose e traballanti”, ma come hai fatto in quelle condizioni a mantenere una certa lucidità mentale.
              Con stima

              1. Riccardo scrive:

                ti conveniva la sea watch benquasi tornato

              Lascia un Commento

              Accetto i termini e condizioni del servizio

              Accetto i termini sulla privacy

              *