12
ago 2017
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 24 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.493

ROSA DA COMPLETARE, POI SI VEDRA’

Ciao a tutti! Non sarò di moltissime parole oggi. Nel senso che, per poter essere una squadra che può puntare ai primi due posti (obiettivo dichiarato chiaramente dai dirigenti), al Padova manca ancora qualcosa. Un difensore centrale d’esperienza, ad esempio, che sarà con ogni probabilità Trevisan (per me non è male come scelta, anzi), ma anche qualcuno di grande valore lì davanti. Mi spiace ma continuo a pensare che la partenza di Altinier sia stata un errore! Arriveranno queste pedine che mancano? Bene, vedremo successivamente che voto dare al lavoro del direttore sportivo.

Intanto io vado in ferie per un po’. E mi auguro che possa risolversi al meglio la faccenda dei ripescaggi prima bloccati e poi in qualche modo riaperti con la decisione del Coni di riammettere il Rende. Su questo ha ragione Bisoli: deve giocare chi ha la capacità (economica) di farlo. Ingiusto dare proroghe a chi è dentro senza aver rispettato le regole ed escludere chi si è sempre comportato in modo virtuoso. Ma tant’è, questo è il calcio. O perlomeno quel che ne è rimasto.

1.493 VISUALIZZAZIONI

24 risposte a “ROSA DA COMPLETARE, POI SI VEDRA’”

Invia commento
  1. Giacomodarecanati scrive:

    Altro allenamento intenso oggi alla Guizza per i biancoscudati, sotto la guida severa di Bisoli. Provato il 3-5-2 con Madonna e Candido esterni

    ? Era il modulo unico di Brevi. Giusto?

    1. tifoso scrive:

      Qualcuno ha qualche notizia sul nuovo socio. Buon ferragosto a tutti!

      • L'altro Maurizio scrive:

        Da Borile, tempo fa’, leggevo di Candeo…sara’ lui?

        • LucaPd scrive:

          Beh i schei no ghe manca di sicuro… a me piacerebbe uno pieno di soldi, ma non perché voglio mercati estivi da milioni e milioni, non me n’è mai fregato più di tanto.. perché con le spalle coperte si possono fare ragionamenti più a lungo periodo.. vivaio, centro per allenamenti, stadio.. tutte cose che richiedono tempo e investimenti con ritorno sicuro, ma ci vuole tempo.. non possiamo pensare che il Padova possa avere un futuro stabile nel calcio di oggi senza queste cose… io vorrei un Padova il più autosufficiente possibile..

      1. Stefano scrive:

        Fosse Candeo potremmo fregiarci di "pecunia non olet" sulle maglie !

        1. Fabio scrive:

          Riporto il mio commento nel post precedente:

          Mettiamo a confronto la rosa della scorsa stagione con quella di quest’anno.

          In porta Bindi quest’anno e lo scorso anno, quindi uguale.

          DIFESA
          E’ praticamente la stessa della scorsa stagione con la differenza che si gioca a 4 e non a 3.
          In questo stesso periodo della scorsa stagione, tutti e ribadisco tutti, dicevano che Emerson poteva andare bene a 3 ma non a 4 perchè vecchio. Oggi tutti a stracciarsi le vesti perchè Emerson non è stato confermato.
          Io onestamente sono ancora della stessa opinione. Certo, Emerson ha fatto una stagione straordinaria l’anno scorso, ma a 4 sinceramente lo vedrei in difficoltà.
          Adesso tutti a sparare su Trevisan per il suo passato. Beh, spero che con i 30anni e una famiglia abbia messo la testa a posto, anzi, ne sono quasi sicuro. Poi avere uno come Trevisan come alternativa onestamente mi va più che bene. Sicuramente il rischio che rompa in spogliatoio se non gioca, secondo me è minore rispetto ad aver tenuto Sbraga.

          CENTROCAMPO
          2016/17 avevi 4 giocatori per 3 posti: Mandorlini, Dettori, De Risio, Mazzocco. Gli altri sono state comparse.

          2017/18: Mandorlini, Mazzocco, De Risio, Pulzetti, Tabanelli. Aggiungendo Serena sono 6 e ne giocano sempre 3.
          E’ andato via Dettori, di gran lunga il migliore della scorsa stagione, che però molto probabilmente non sarebbe stata la prima scelta visto l’arrivo di Pulzetti. E questa, dalle sue parole, è stata una delle principali motivazioni per cui ha voluto andare via oltre al contratto.

          Non mi esprimo se sia più forte questo centrocampo rispetto a quello della scorsa stagione, ma posso dirti con certezza che ha più alternative in caso di un epidemia di raffreddore nel periodo invernale.

          ATTACCO
          2016/17: Neto, Altinier, De Cenco, Alfragheme.

          2017/18: De Cenco, Chinellato, Capello, Guidone, Candido e almeno uno dei 2 giovani Marcandella e Cisco.
          Non abbiamo più Neto, che però ha un anno in più. Sicuramente uno dei talenti più cristallini visti da queste parti, ma purtroppo è arrivato troppo avanti con l’età e le regole sugli over non lo hanno agevolato.
          E’ stato venduto Altinier e questa operazione è l’unica che anche a mio modo di vedere è stata gestita male.
          Abbiamo comunque Chinellato che è un buon attaccante per la categoria e Capello, che tutti dicono sia un gran bel giocatore.

          Anche in questo caso la sceltà è più ampia in caso di raffreddori, e sono convinto che non sia del tutto finito il nostro mercato in attacco.

          In conclusione: siamo proprio proprio sicuri che questa rosa sia più debole di quella della scorsa stagione?

          • Enrico M. scrive:

            Favalli, Emerson, Dettori, Neto, Altinier… sono semplicemente andati via i migliori della scorsa stagione. Per ora i nuovi non si possono giudicare, ma la scelta di rivoluzione la squadra è un rischio che la società si assume e che andrà valutato, nel bene o nel male, sulla base dei risultati. Tanto più che, a differenza degli scorsi anni, la dirigenza e la proprietà hanno esplicitamente parlato di promozione, mettendoci la faccia. Personalmente le mie sensazioni sono tutt’altro che positive, ma aspettiamo il campo e i fatti.

          • Marcatonio scrive:

            No.
            Ma siamo sicuri di un’altra cosa, che sentiremo parlare di amalgama, perché c’è, oppure perché manca… :)

            Certamente, dopo il campionato dello scorso anno, il Padova quest’anno non si poteva nascondere, ma spero tanto che le cose vadano bene fin da subito, altrimenti certe dichiarazioni altisonanti potrebbero essere un boomerang micidiale.

          1. Tito Livio scrive:

            Bellissimi quelli di "anima critica" (cosa è? Un partito?) che ora vogliono rimuovere anche i seggiolini dal Plebiscito. Ma chi ha votato questa gente?
            Ah, adesso non li ha votati nessuno…

            1. L'altro Maurizio scrive:

              Carichi o non carichi, questo e’ il dilemma? diciamo allora che il Cittadella ha sbagliato preparazione se batte il Bologna 0-3, no scusate, per loro e’ impresa. Ci sono piu’ frasI fatte nel calcio, che nel resto dell’universo…” non ci sono piu’ le mezze stagioni”, no?
              Ad agosto si vede gia’ la filosofia e l’idea di gioco, se c’e', quindi complimenti al Citta, carichi o non carichi, e si vede dopo due tocchi anche il Felcetzin di turno o il piccolo campione.
              Ognuno vede quello che vuole, ma alle volte sono piu’ sobri quelli che bevono.
              Sul Padova, da fine stagione, ho deciso di non dare piu’ alcun commento tecnico e di limitarmi a fare il tifoso abbonato.

              • LucaPd scrive:

                Ok Maurizio, io non ho visto la partita, ma se leggo che si è visto un Padova discreto e che di occasioni ne abbiamo create, non tendo a preoccuparmi come l’anno scorso dove di questi tempi si vedevano infiniti giri di palla in orizzontale e di occasioni molto poche.. i goal verranno.. e chiunque abbia giocato a calcio sa perfettamente che i giocatori con fisico più possente ci mettono di più ad entrare in forma.. dico solo di lasciar lavorare Bisoli..

                • L'altro Maurizio scrive:

                  Io del Padova non ho parlato e non lo faro’, lo stai facendo tu. In generale dico che nel calcio non devi avere per forza una squadra di granatieri, ma semmai un mix di velocita’, tecnica e possenza fisica, preferibilemnte sulla prima punta. In tutto questo uno che la butti dentro ed un altro che ti salti l’uomo, Se li hai vinci,altrimenti partecipi, MA e’ l’abc di questo sport. Non ti vanno in forma subito i grossi , ma i piu’ leggere si’, vedi Cittadella.
                  Sul Padova invece dico una sola cosa, Trevisan e’ un acquisto che mi piace molto, un giocatore che serviva e che in questa categoria e’ un altro pianeta

              1. Stefano scrive:

                Ma se noi siamo così X "i carichi di lavoro " quelli tipo Pordenone ma anche il Renate che ieri ha fatto soffrire la spal hanno giocato alla PlayStation tutto luglio e agosto?

                • LucaPd scrive:

                  Dipende da come hanno impostato la preparazione.Stando alle parole di Bisoli(non alla mia fantasia) li sta ancora torchiando..A me di mettere in difficoltà le squadre di serie A o B adesso mi interessa molto poco e ho sempre pensato che i risultati di questo periodo lascino abbastanza il tempo che trovano. Mancano ancora 2 settimane(e che non diventino 3) alla prima di campionato, quindi mi sembra prestino per sparare sentenze su questo o quel giocatore o per far paragoni con altre squadre. Ecco forse mi sarebbe piaciuto passare il turno di coppa col Bs per avere altri 90/120 minuti veri da far giocare alla squadra in vista del campionato.. non per altro..

                1. Stefano scrive:

                  AC Prato 27.11.2015 – 20:00 | FONTE: FOOTBALLSCOUTING.IT
                  Alessandro Capello
                  Prossima Star: Capello illumina Prato

                  TALENTO BOLOGNESE DEL CAGLIARI
                  Predestinato? Probabilmente. Chi segue da sempre il calcio giovanile sa benissimo che Alessandro Capello potrà essere, nell’imminente futuro, uno dei calciatori più importanti dell’intero panorama calcistico nazionale.

                  PROFILO TM
                  Alessandro Capello

                  Il trequartista classe 1995, nel corso della sua brevissima carriera, ha sempre entusiasmato con la maglia del Bologna, società con cui ha svolto quasi tutta la trafila delle giovanili; si tratta di un fantasista vecchio stampo, capace di puntare l’uomo e creare la superiorità numerica giusta oltre che saper svolgere il ruolo di seconda punta e di centrocampista centrale.

                  Fantasia ai piedi del Prato, dunque, in questa sua prima stagione da assoluto Professionista nonché protagonista; Capello, bolognese di nascita, negli ultimi anni ha cambiato diverse casacche lasciando casa per approdare prima alla corte di mister Vecchi con la Primavera dell’Inter e, successivamente, ai piedi di Zdenek Zeman, al Cagliari.

                  ©Getty Images

                  Con il boemo, per il giovanissimo trequartista, un ritiro in cui ha potuto soltanto imparare e un esordio in Coppa Italia, prima del passaggio, avvenuto lo scorso gennaio, alla corte del Varese, in serie B. Quattro presenze in serie cadetta, per Capello una piccola palestra in cui assaporare il calcio dei grandi prima di avventurarsi nella sua vera avventura da grande; in questa estate mister Rastelli lo ha visionato a lungo ma, vista la tanta abbondanza nel pacchetto offensivo, ha preferito mandare il ragazzo a giocare per poter accumulare esperienza utile nel prossimo futuro.

                  E così, all’ultimo giro di lancetta di calciomercato, Capello ha sposato il progetto Prato; fin qui, scelta a dir poco azzeccata in virtù dei sei gol messi a segno oltre alla partecipazione, in via diretta con un assist, a un’altra marcatura.//// adesso vedremo : o si e' "perso" oppure……

                  1. LucaPd scrive:

                    In questo momento penso che possa andare bene così.. ho letto di un buon secondo tempo e di almeno 4 occasioni abbastanza nitide non sfruttate..probabilmente manca sempre qualcosa davanti, ma è anche vero che sarebbe corretto dare il tempo ai nuovi di crescere. Penso che con la forma fisica migliorerà anche la lucidità di certi giocatori e sarei molto più preoccupato se facessimo fatica a creare occassioni.. è normale che uno come Guidone(190 cm per 80Kg) soffra un po’ in questa parte della stagione, così come Chinellato che è quasi 190 cm anche lui, a maggior ragione con la preparazione dura che dice Bisoli.. io davanti mi muoverei solo se fossi sicuro di portare a casa un giocatore che ti fa fare veramente il salto di qualità.. prendere tanto per prendere non ha senso, piuttosto mi terrei il budget che avanza per gennaio..

                    1. effebi scrive:

                      acp sei ridicolo bevi manco

                      1. Stefano scrive:

                        Borsino favorite primo posto: Pordenone, wcenza, feralpi, / poi : varie eventuali noi compresi e per tutto il resto ci sono i play off .

                        • Cane Pazzo Tannen scrive:

                          Con la società sgangherata che ha non posso credere a un WCenza favorito. Per il resto attendo la fine del mercato. Ad oggi, sulla carta, siamo nel lotto delle migliori, ma non certo i favoriti assoluti.

                          • Lacoste76 scrive:

                            Cane Pazzo, loro sono il Vicenza

                            Loro se sono 6 rendono 9
                            Noi se siamo 8 rendiamo 6

                            La stampa li ama. Non parla del Cittadella ( che è più vicina a Vicenza che a Padova)
                            La tifoseria ha negli occhi ancora ricordi nobili per quanto affievoliti

                            Il calcio è un Mix di fattori, ed Vicenza a livello ambientale è una città ove è più agevole fare calcio. Parere mio.

                        • Lacoste76 scrive:

                          Continuo a NON CREDERE AL PORDENONE di Colucci

                          Favorite Feralpi, Vicenza e Reggiana (quest’ultima per lunga militanza)

                        1. acp scrive:

                          cosa c’è di più biancoscudato del complicarsi la vita da soli?

                          serve urgentemente un trequartista. candido va ceduto il prima possibile. marcandella mandatelo da parlato. molto bene serena. chinellato punta moderna e di grande qualità, capello ravanelli talenti assoluti.

                          giocare con 2 terzini(che in realtà sono esterni da 352) sempre alti e 2 centrali poco veloci e poco agili è insostenibile. becchi 45-50 gol.

                          ottimi numeri in campagna abbonamenti. avanti così

                          1. mario2 scrive:

                            Impressioni dopo la partita di ieri: chinellato deve giocare perché c’è sempre per buttarla dentro; molto bene serena e madonna; a volte ci prendono di infilata dietro perché abbiamo due terzini che spingono molto (anche zambataro e zvikov); un po’ alla volta il gioco di bisoli sta venendo fuori, poco giro palla e tante verticalizzazioni anche di prima. All’inizio comunque faremo tanta fatica, bisogna portare a casa punti anche giocando male

                          Rispondi a Fabio

                          *