14
gen 2019
AUTORE Mariobasket
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 4 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.577

LA PAROLA D’ORDINE E’ UNA SOLA

“Io i giocatori li metto bene in campo, ma dopo loro si muovono” (Bruno Pesaola, allenatore di calcio)

La sfida con la Fortitudo ha illuso i tifosi gialloblù per pochi minuti poi ha confermato che i bolognesi stanno giocando un campionato a parte, un po’ come quello che sta succedendo con la Juventus nella serie A di calcio.
Il punteggio finale è stato però ingeneroso per la Tezenis che alla fine del terzo quarto era sotto ancora di 9, di 11 a 8 minuti dalla fine, prima di sprofondare al -25 della sirena.
La superiorità della capolista di fatto apre un campionato a parte e Verona ha dimostrato di avere le carte in regola per lottare per la piazza d’onore, quel secondo posto che garantirebbe il miglior schieramento nella griglia dei playoff.
Intanto una cosa è certa, il k.o. del Paladozza con può lasciare il segno sul morale dei giganti gialloblù: “La parola perdere deve essere è sconosciuta” ha detto LDM.
E’ vero che la difesa della coppia Amato-Ferguson ha lasciato molto a desiderare, Dalmonte ha cercato di seminare trappole partendo con la box and one su Hasbrouck, ma è stato Cinciarini – uscendo dalla panchina – a marchiare la prima fuga. Nella ripresa Hasbrouck e Venuto hanno segnato ogni volta che hanno alzato la mano, mentre nella Tezenis nessuno – a parte Candussi – ha giocato una partita almeno sufficiente.
E mai come al Paladozza si è sentita l’assenza di Udom, che resterà fuori dai giochi almeno fino a dopo le Final eight di Coppa Italia. Il sogno di riportare in gialloblù Mitch Poletti cozza contro la ferma volontà della Mens Sana Siena di non liberare il giocatore, nonostante i problemi economici del club toscano.
Per un innesto italiano c’è tempo fino al 28 febbraio, ma è evidente che è necessario andare sul mercato prima possibile, fino all’ultima opzione in ordine di priorità: il ritorno di Dane DiLiegro, fermo dopo la stagione a Forlì.

2.577 VISUALIZZAZIONI

4 risposte a “LA PAROLA D’ORDINE E’ UNA SOLA”

Invia commento
  1. Maria scrive:

    Ciao a te

    Il mio nome è SIRINGUO MARIA e sono originario dell’Italia e attualmente vivo in Francia, e lavoro come segretario esecutivo in un istituto di credito e aiuto finanziario in partnership qui in Francia, con la Banca (Banque Boursorama) . Facciamo prestiti tra individui a un tasso del 3%. Un prestito non è un regalo, deve essere guadagnato e rimborsato al momento giusto Il primo pagamento viene effettuato in 3 mesi dopo l’ottenimento del prestito e l’anticipo è esattamente il 2% dell’importo del prestito, obbligatorio e inagibile Quindi, sono le nostre condizioni e gettare un’occhiata al mio profilo prima di contattarmi, questa è la mia professione da 2 anni, efficiente e garantita. Il mio aiuto è valido solo per le persone di buona fede. E tu, vuoi un prestito? In tal caso, contattami tramite il mio servizio di messaggistica di Facebook per contattare la nostra gestione dei prestiti. Grazie e buona giornata a te . Watsaap: 0033753475310

    1. Caio0505 scrive:

      Complimenti x la tua influenza!!!sei stato prorio ascoltato!!!!

      1. Gino scrive:

        No, Diliegro noooo!

        1. Armix66 scrive:

          Non credo sia necessario andare sul mercato il prima possibile, considerato che il primo posto è già della F e che la qualificazione ai PO oggi non è in discussione, la squadra non ha rotazioni corte e in ruolo 4 possono giocare Maspero, Dieng e Ikangi. Se poi le alternative sono Poletti o Di Liegro, nessuno dei 2 con le caratteristiche di Udom, credo proprio si possa aspettare. Piuttosto muoversi piu avanti per un innesto di esperienza (uno alla Amoroso) o di prospettiva (es. Akele) per porre le basi, rispettivamente, o per una promozione dai PO o per migliorare la qualità anche della panchina una volta rientrato Udom. Poi chiaro bisogna vedere se ci sono i soldi per farlo, credo che questa squadra abbia pero’ dimostrato di meritare un innesto di peso.

        Lascia un Commento

        Accetto i termini e condizioni del servizio

        Accetto i termini sulla privacy

        *