28
giu 2018
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 32 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.462

AFFARI D’ORO SUI MIGRANTI

E’ opinione diffusa che con l’accoglienza ai migranti si facciano affari d’oro. Un po’ come con i furbetti del cartellino: basta piazzare una telecamera davanti ad un qualunque ufficio pubblici e li becchi. Così basta un’indagine accurata su come utilizzano i fondi quelli che gestiscono i migranti, nei centri o con l’accoglienza diffusa, a becchi pure loro.

L’ultimo esempio arriva dalla zona a Sud di Latina, dove l’indagine sui alcuni centri di accoglienza si è conclusa con 6 arresti. Tra questi Luca Macaro, che utilizzava i fondi dati dalla prefettura in tre modi: primo, per garantirsi uno stipendio di 4 milioni di euro in due anni; secondo per elargire alla madre 300 mila euro per pulizie mai effettuate; terzo per pagare, sempre coi fondi pro migranti, anche i 2.550 euro del sontuoso banchetto per il battesimo del figlio.

La punta di un iceberg che, magari con picchi meno elevati, rischia di essere diffuso dovunque. Per un semplice motivo: le prefetture che elargiscono i fondi non hanno neanche lontanamente il personale che servirebbe per controllare quotidianamente come vengono impiega i fondi stessi; i famosi 35 euro al giorno.

E, senza controlli, sappiamo che la tentazione rende l’uomo ladro. Quindi tutti noi (o quasi) saremmo tentati di fare come Luca Macaro, cioè di metterci anzitutto i soldi in tasca.

L’altra faccia della stessa medaglia riguarda i migranti. Pura illusione quella di trovare nel nostro Paese migliori condizioni economiche di vita. Forse in altri Paesi, ma nel nostro no. Qui finiscono sfruttati a pochi euro l’ora in agricoltura o indotti ad attività criminali per guadagnare. Non che questo li giustifichi, ma è la realtà.

Conosco vari migranti arrivati dall’Est al crollo del comunismo. Nei loro Paesi erano ingegneri, professori, dirigenti; avevano un ruolo sociale gratificante. Qui sono ridotti a fare i muratori, le colf, le badanti. Nel rapporto tra stipendio, costo della vita e ruolo sociale, stavano meglio a casa loro. Ma sono stati costretti ad abbandonarla. Appena un Paese dell’Est si riprende, come la Polonia, di badanti polacche qui non ne trovi più una; le signore comprensibilmente sono tornate a casa.

Quindi non siamo affatto il Paese del Bengodi per i migranti economici che sperano di trovare migliori condizioni di vita. Gli affari d’oro li fa solo chi li gestisce, sia con l’accoglienza che dando un lavoro o un lavoretto. Loro sono solo lo strumento per guadagni illeciti di noi italiani.

1.462 VISUALIZZAZIONI

32 risposte a “AFFARI D’ORO SUI MIGRANTI”

Invia commento
  1. Marco.com scrive:

    Affari d’oro con i migranti.
    Infatti, tutti gli stati si scannano per accoglierli.

    • Maxhellas scrive:

      Non tutti. L’Italia di Renzi si, però (lo dice la Bonino, non io…). Ripeto: forse che le cooperative, quasi tutte di area PD/CL/ACLI, c’entrano qualcosa nella scelta di Renzi di portarli tutti qua e pagare il forfait giornaliero più elevato d’Europa?????

      Carminati: “con i migranti si fanno più soldi che con la droga”….

      • martello carlo scrive:

        MAXELLAS, mi sembri un FICO qualsiasi: non è di altri tipi ” politically correct ” che abbiamo bisogno: qui si tratta di ricostruire un’ EUROPA DEI POPOLI, non di farsi imbrigliare da discorsi COOPERATIVI.
        Una presa di posizione netta in questo momento è quanto mai indispensabile: tu hai le qualità, le conoscenze per giustificarla, in un senso o nell’ altro.
        E’ ORA CHE TU PRENDA UNA DECISIONE MENO DEMOCRISTIANA.

    • martello carlo scrive:

      Solo un governo di mafiosi ha interesse a farli, come volevasi dimostrare.

    1. Gatón scrive:

      Dal recente consiglio europeo è emerso che nessuno vuole i clandestini ma l’unico razzista è Salvini.

      1. martello carlo scrive:

        Un tempo i complottisti pazzi sostenevano che SOROS, tramite la sua “OPEN SOCIETY”, finanziava le ONG, università farlocche, partiti immigrazionisti, i CLINTON e gli OBAMA per creare il caos in EUROPA.
        SEEHOFER stanotte si è dimesso da segretario della CSU e da ministro dell’interno: la MERKEL è sul punto di finire la sua carriera e la GERMANIA è sull’ orlo di una crisi, cui seguirà quella dell’ UE.
        Non si può certo affermare che sia colpa di SALVINI, dal momento che l’ ELITE ha stabilito il flop di CONTE in Europa, quindi non resta che affermare che quel PENTAPOLIDE di SOROS stia raggiungendo il suo scopo.
        DIAMOGLI UNA MANO CREANDO DEI TRAGHETTATORI ITALIANI TRA MAROCCO E SPAGNA COSI’ DESIDEROSA, CON LA ADA COLAU IN TESTA DI PRENDERSELI IN QUEL POSTO.
        :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

        1. Marco.com scrive:

          Allora.
          Da Bruxelles X maxHellas
          Bocciata la linea salvini
          Ribadito il principio del porto più vicino
          Ricollocazione? Dobbiamo aprire gli Hot spot.
          Cosa ha ottenuto conte?
          Sperano qualcosa, ci mancherebbe che fossimo qui a gufare e fare la figura dei rosiconi, sicuramente abbiamo poreato tanta roba di propaganda per gli allocchi d’italia.

          • Maxhellas scrive:

            Quello che “dobbiamo” fare non ce lo dice Bruxelles.
            Le ONG spagnole se ne andranno in Spagna, quelle olandesi in Olanda e così via.
            Se qualcuno urlerà, tanto meglio: è il momento di farsi valere.
            Quanto successo all’ultimo vertice europeo dimostra che l’Europa tanto adorata da VOI europeisti al caviale NON ESISTE.
            Bene, anzi benissimo, hanno fatto gli inglesi a scegliere di andarsene. E meglio ancora fecero a scegliere di tenersi la sovranità monetaria. D’altro canto, gli inglesi hanno dimostrato nelle loro storia di saper fare molto bene i propri interessi.

          1. martello carlo scrive:

            Da “il giornale on line “, 2 ore fa: ” LE ONG SONO COME I PIRATI. ECCO IL BUSINESS DEL BUONISMO.
            Dietro i salvataggi la strana alleanza tra finanzieri e sinistra. Obiettivo: riempire l’Europa di nuovi schiavi ”

            http://www.ilgiornale.it/news/politica/ong-sono-i-pirati-ecco-business-buonismo-1547148.html

            Come volevasi dimostrare.

            • Silvestro scrive:

              Non mi sembra ci sia niente di nuovo.
              Sono le stesse scelte di Trump.
               «Le decisioni sulle politiche migratorie devono essere prese dagli americani e solo dagli americani. Siamo noi a decidere come meglio controllare i nostri confini e a stabilire a chi sarà consentito entrare nel paese”. Le sue decisioni sono perentorie, dirette, senza tante giustificazioni. E sull’onda di “America first”, ha imposto dazi di importazione, è uscito dall’UNESCO, ha disdetto l’accordo di Parigi sul clima, se ne va da l’UNHCR, perché hanno osato criticare la politica americana sulla separazione dei figli dei clandestini dai genitori.

              Noi stiamo solo seguendo il medesimo percorso.
              Non siamo ancora al punto di scoraggiare l’immigrazione separando i figli degli immigrati dai genitori, ma c’è una via d’uscita: se li lasciamo morire tutti in mare potremo sempre sostenere che la colpa è solo di Soros che organizza il tutto.

              Cosi, anche questa volta, ci siamo lavati la coscienza.
              Like, like …LIKE.

              • martello carlo scrive:

                No, niente di nuovo, ho solo voluto evidenziare l’epiteto da me usato ieri, che sta a pennello per gli operatori delle ONG: PIRATI.
                Stesse scelte di TRUMP? Bene, sono scelte OBBLIGATE di fronte al tentativo di distruggere le nazioni, le identità e creare GHETTI etnici, culturali, religiosi interni agli stati per indebolirli e consentire alla grande finanza di BILDELBERG, di farsi le speculazioni proprie.
                Tifo per SALVINI , specie per tutta la gentaglia travestita che ha contro e per i successi che sta ottenendo al di là di tutte le critiche interne ed esterne con il terzo sbarco di migranti fuori dalle scatole: OPEN ARMS, ONG SPAGNOLA SE NE VA A BARCELLONA tra le braccia aperte di ADA COLAU che li vuole tutti in Catalogna.
                Un suggerimento per SALVINI, tacciato da quest’ultima di essere un assassino: vista la buona disponibilità dei socialisti spagnoli, perché non arma una ONG ITALIANA che faccia la spola nello stretto di GIBILTERRA per farli felici come è successo per i “socialisti ” italiani, riempiendoli di nuove risorse?

            • Marco.com scrive:

              È un dato di fatto, non contestabile, che questi argomenti sono recepiti da chi non ha difese culturali adeguate.
              Sono gli argomenti utilizzati dalle forze dominanti.
              Come volevasi dimostrare è il nuovo oppio dei popoli.
              Non resta che catalogarti – once again And definetely – fra gli esagitati utili idioti

              • martello carlo scrive:

                Incontestabile è la tua ignoranza che cerca di intrufolarsi da PARVENU nell’élite morta di fame INTELLETTUALE
                Molti si chiederanno perché continuo a dialogare con uno della tua tacca:
                1) Mi diverto come un torero
                2) Sei l’ immagine di un poveraccio che non è capace di esprimere idee e convinzioni sue e lo
                maschera facendo il bookmaker da fiera paesana chiedendole agli altri
                3) sono un tipo compassionevole.
                Ciao, continua così, altrimenti rimango incontestabile come mi sta succedendo con il FU SILVESTRUS ORPHANUS che ormai si occupa solo di GATTINI.

            1. Silvestro scrive:

              Gaton (30 giugno 2018 alle 13:59)

              La mia risposta da te citata sui gatti ( 5 luglio 2017 alle 19:16) non parla di una mia soddisfazione ne di un mio obbligo a mantenerli, ma del rispetto di regole internazionali universalmente riconosciute ed accettate; ovvero le stesse regole che oggi alle ONG è proibito di applicare.

              Il problema in se quindi è lo stesso ma è cambiato il paradigma. Salvini è il Ministro dell’Interno ed ha ottenuto ampi consensi promettendo proprio sui migranti di ribaltare tavoli, battere pugni, farsi ascoltare. Sull’argomento dopo una notte di trattative ci sono state dichiarazioni trionfalistiche, esclamazioni pompose, salvo poi verificare che ne siamo usciti inchiappettati e più deboli di prima.
              Perché c’era un accordo vincolante di redistribuzione che nessuno ha rispettato ma ci poneva in una posizione di trattativa vantaggiosa;
              Perché ci dichiariamo alleati di quei Paesi che da sempre sono esplicitamente contrari alla ridistribuzione dei migranti e quindi contrari ai nostri interessi;
              Perché quell’accordo è stato sostituito da uno che prevede una ricollocazione su base volontaria, dove chiunque si rifiuti (cioè quasi tutti) lo fa nel rispetto del documento sottoscritto dai 28 membri;
              Perché nel documento è previsto che la revisione dell’accordo di Dublino, origine di tanti scontri, dovrà essere approvata all’unanimità.

              IL risultato è che i gatti vengono lasciati morire in mare. Peccato che non sono gatti.

              • martello carlo scrive:

                Con questa legge del mare, ormai avete rotto i cabasisi tanto da averla vilipesa e VOLGARIZZATA : quella delle ONG, non è la legge del mare ma è la legge dei PIRATI.
                La legge del mare prevede l’ obbligo della solidarietà tra MARINAI in casi occasionali e dipendenti da fattori naturali o tecnici, tra coloro che vanno per mare per esplicare la loro attività.
                Nel caso di questa tratta degli schiavi, tale legge non vale un piffero e le ONG non intervengono in casi eccezionali ma facendo REGOLARMENTE da intermediari tra MAFIOSI che dovrebbero essere COMBATTUTI.
                Questo dovrebbero fare i i nostri super eroi da quattro soldi, ma evidentemente a loro, come detto, interessa ben altro.
                Tra l’ altro, SILVESTRO, dall’ alto della tua umanità pelosa, mi sai dire perché non viene rispettata la LEGGE DELLA MONTAGNA e le ONG non vanno a soccorrere chi attraverso le Alpi cerca di andare in FRANCIA o in AUSTRIA? Potrebbe essere una buona occasione per te di dare una mano non solo a parole: il BRENNERO sta a due passi dal tuo naso: prendi una motoslitta e vai a fare la tua parte.

              • Gatón scrive:

                Vatti a rileggere tutto, compresa la profetica risposta di Diogene :
                “Detto questo, rivediamo tutto quello che c’è da rivedere.
                E tocca ai nostri rappresentanti politici.
                E se quelli attuali, quelli che sono al governo, OGGI, per forza di cose dovranno essere cambiati.”

              1. martello carlo scrive:

                La storia si sta ripetendo: cercare di sovvertire, da parte dell’ opposizione, l’ ordine democratico sortito dalle elezioni appoggiandosi a dei delinquenti esterni che hanno fatto e fanno i loro sporchi interessi soprattutto economici ed egemonici.
                Dietro a questa schiera di politici ormai ridotti a 4 gatti ( tanto per riallacciarmi ai gatti raccolti ovunque di GATON ), c’ è tutta una schiera di trombati messi nelle redazioni dei giornali, delle televisioni ed in generale dei media che sono la dimostrazione di come l’ Italia sia mandata…. indietro dai raccomandati collusi che vogliono dimostrare con i loro balbettii che l’ attuale governo ha torto, ha perso in europa di fronte ad un mentitore incallito, arrivando persino ad essere NEGAZIONISTI.
                Si sta imbastendo tutta una vomitevole odissea di morti in mare ( naturalmente mettendo sempre in primo piano i bambini ) per darne la colpa a SALVINI e la sua caccia alle ONG.
                Questi negazionisti, dopo aver negato le responsabilità di NAPOLITANO nella destabilizzazione della LIBIA, ora, appoggiando MACRON il FURBETTO DEL QUARTIERINO EUROPEO, negano pure le responsabilità della FRANCIA nell’ averla provocata pur di tacitare GHEDDAFI ed i suoi finanziamenti per determinare il governo di una FRANCIA tanto piccola e fragile da farsi prendere per fondelli da un MAGREBINO.
                Non so da chi sia finanziato MACRON per continuare questa politica mettendo i bastoni tra le ruote ad Al SARRAJ trescando con HAFTAR, in sostanza trattando con tutti, magari anche con i TRAFFICANTI DI SCHIAVI pur di mettere in crisi il nostro paese e farsi gli affari petroliferi suoi.
                Mi viene spontanea quindi la domanda: non saranno questi ultimi i finanziatori del nuovo inquilino dell’ ELISEO?
                Se non fosse così la grande FRANCIA, con la sua portentosa FORCE DE FRAPPE, perché non manda la CLEMENCEAU a farli fuori come ha fatto fuori il RAIS?
                Vediamo se qualche giornalista negazionista avrà il coraggio di imputare le morti in mare a questo PRESIDENTE FRANCESE, ormai conclamato INCIDENTE DELLA STORIA?

                1. Silvestro scrive:

                  SULL’IMMIGRAZIONE è chiaro il motivo per cui tutti sono soddisfatti dei risultati.
                  Perché l’accordo è in termini cosi generici e vaghi che tutto si regge su base volontaria dei singoli Paesi (questo si che è chiaro) e quindi che ben poco cambierà.

                  https://www.huffingtonpost.it/2018/06/29/quello-che-non-ho-il-consiglio-ue-fissa-solo-principi-sui-migranti-senza-concretezza-ne-soldi_a_23470930/?utm_hp_ref=it-homepage

                  L’euforia di Conte (ma anche dei suoi fans) quindi non solo è inopportuna, ma addirittura ingannevole per l’opinione pubblica perché ad oggi il risultato è ZERO.

                  Ma c’è già qualche conseguenza concreta. I divieti di export dell’Europa verso la Russia che ancora oggi ci danneggiano nell’agroalimentare per quasi tre miliardi, sono stati raccontati per anni come un oltraggio a nostro esclusivo danno. Per questo nel G7 Conte, da solo, si è schierato con TRUMP per una rapida revoca delle restrizioni. Ma per dare un senso concreto a cosa significa ‘avere la schiena dritta’, proprio ieri, in sordina, Lo stesso Conte ha approvato con tutti gli altri il rinnovo delle sanzioni a Putin.

                  Ma non è finita. Oggi in consiglio si parlerà anche di fiscalità e finanza, argomenti ben più importanti, sui quali non possiamo vantare molte ragioni come sull’immigrazione.

                  Ogni ulteriore commento è rinviato alla conclusione dell’assemblea.

                  • Gatón scrive:

                    Quindi tu per primo dovresti esserne contento.
                    Ricordi cosa hai detto quando ti ho fatto l’esempio dei gatti raccolti ovunque e portati tutti a casa tua ?

                    • Silvestro scrive:

                      Non ho capito. SPIEGA!!

                      • Gatón scrive:

                        Tu non capisci mai niente quando non ti fa comodo.
                        Topic del 5 luglio dello scorso anno, vaI a vedere.
                        Ti ho chiesto “Ergo, io posso raccogliere tutti i gatti randagi del Veneto, azione assolutamente meritoria specialmente per quelli della provincia di Vicenza (zona di guerra), portarli a casa tua ed obbligarti a mantenerli.”
                        Vai a vedere come hai risposto.
                        .

                  • martello carlo scrive:

                    La debolezza dell’Italia è sempre stato un vostro vanto e le tue servili considerazioni ne sono una ulteriore e pervicace dimostrazione.
                    Capisco leccare STALIN, comprendo la sudditanza nei confronti del premio NOBEL diversamente colorato e persino della MERKEL, ma prostituirsi di fronte a SATANON dimostra che avete proprio venduto l’anima al DIAVOLO, e tutto l’odio ed il disprezzo che avete sempre nutrito per gli italiani

                  1. martello carlo scrive:

                    Altro che affari d’ oro sui migranti: quello dell’immigrazione è stato, prima che il più grande affare dal dopoguerra ad oggi, il più grande SCANDALO GIUDIZIARIO e POLITICO perpetrato con il lasciapassare dell’ urgenza e della crisi umanitaria che ha consentito ai PREFETTI la gestione senza obbligo di rendiconto alcuno neanche fossimo stati invasi dagli unni o dai cartaginesi.
                    Qui non c’entra niente la capacità di controllo dei PREFETTI, qui c’entrano i pieni poteri loro conferiti da uno dei ministri dell’ interno peggiori di uno dei governi peggiori della storia repubblicana.
                    Ma forse la GUARDIA DI FINANZA è stata in ferie, come la GIUSTIZIA per tutto il periodo successivo a MAFIA CAPITALE: niente arresti, nessuna indagine, nessuna condanna; sotto la punta sembra non ci sia stato alcun iceberg.
                    UN SILENZIO ASSORDANTE CHE CONTINUA TUTTORA, salvo qualche furfantello preso con le mani nella marmellata, tanto per continuare poi a non cambiare nulla.
                    Il bello è che c’è ancora qualcuno che ha il coraggio di parlare di umanità, di accoglienza, di integrazione, e lo fanno pur di continuare a sbaffare sulle nostre spalle e su quelle degli stessi migranti, a dare ragione ad un presidente, quello francese che dovrebbe fare schifo al PEGGIORE DEI DELINQUENTI ed al più incallito dei BARI e dei BUGIARDI.
                    MINNITI, ah MINNITI, quello sì che ci sapeva fare e ci ha salvato dall’ invasione, altro che SALVINI che continua ancora con la campagna elettorale ( che poi cosa vuol dire? ) nonostante si sia trovato la pappa fatta.
                    Più che pappa si è trovato una FRITTATA di 400000 clandestini in giro per l’ Italia senza alcun controllo, e, se non ci fossero state le elezioni, o le avesse vinte il PD, MINNITI L’AVREBBERO MESSO A FARE IL CAPITANO DI QUALCHE BARCAROLA DELLE ONG PER RICOMINCIARE DACCAPO O PEGGIO DI PRIMA.
                    Spero che SALVINI, oltre che combattere contro questa europa che ha la facciaccia falsa di MACRON, porti finalmente alla luce quell’ ICEBERG che viene, e si sa da chi, tenuto ancora sott’acqua.
                    Nel frattempo, come dice MAXHELLAS, tagliare il foraggio ai trafficanti di schiavi, diciamo del 50%, risolverebbe da solo il problema della tratta, indipendentemente dalle panzanate che si svolgono a BRUXELLES da parte di una classe politica, più che squalificata, RIDICOLA.

                    1. Silvestro scrive:

                      29/06/18 – CARI “INTELLETTUALI” IGNORANTI …

                      MA CHE CAZZO STA DICENDO!!!!!!!
                      Secondo i suoi parametri allora anche tutte le guerre coloniali del XIX secolo in Africa erano migrazioni; le guerre inglesi di colonizzazione delle Indie erano migrazioni. Lei sta mistificando fatti storici che in realtà erano vere e proprie guerre di invasione, di dominazione territoriale, compiute da Stati sovrani per fini strategici, politici ed economici. Azioni belliche cruente con stragi sanguinarie della popolazione.

                      Le sembra che ci sia qualcosa in comune con l’immigrazione di oggi?
                      Su l’IGNORANZA personale, prima di quella altrui, suggerisco una severa riflessione. E lo dico al Direttore, al giornalista ed anche a l’uomo.

                      1. diogene scrive:

                        l’Italia farà parte degli stati “volonterosi” a creare gli hot spot ?
                        e ci metteremo anche quelli che adesso sono in hotel ?
                        li teniamo negli hot spot e tenerli per anni ?

                        1. Marco.com scrive:

                          Si si sui migranti questo governo è partito a razzo e sta ridicolizzando i precedenti governi
                          Tutti vero : i governi precedenti non hanno agito neppure davanti alle schifezze più evidenti
                          Speriamo che sappiano fare la stessa cosa anche con l’economia
                          Il PIL infatti sta rallentando e anche questo è un segnale di evidenza da guardare
                          Il Job acts fa schifo? Vediamo le proposte alternative

                          1. Maxhellas scrive:

                            Vero tutto, signor Zwirner.

                            Ma allora, perché NESSUNO dei governi precedenti a questo ha agito contro il business migranti?
                            Forse che il fatto di avere l’area ex PCI (quindi PD) e quella ex DC (ripartita tra PD e FI/Casini/Follini/Alfano) una miriade id cooperative dedite a questo business c’entra qualcosa?
                            Forse che il fatto che Lega e M5S NON abbiano cooperative dedite a questo business c’entra qualcosa?

                            Allora perché, dopo aver fatto le peggiori ipotesi sull’azione di questo governo, non cominciamo ad ammettere che sul tema immigrazione sta agendo molto bene? Perché non ammettere l’evidenza dei fatti, vale a dire che Germania e Francia, dopo anni in cui ci hanno sbertucciato come volevano, stanno finalmente piegando la testa davanti al nuovo atteggiamento dell’attuale governo?

                            Quanto renderebbe meno vantaggioso questo business la proposta (assolutamente condivisibile) del governo di portare il contributo alle coop per ogni migrante in linea con la media europea, cioè a 20 €, invece degli attuali 35?

                            Cominciamo a dire che il governo ha iniziato non bene, ma benissimo, su un tema spinoso, ottenendo buoni risultati con un atteggiamento finalmente dotato di spina dorsale davanti ai cosiddetti “partner” europei. E che porterà anche un po’ di chiarezza sul modus operandi di sedicenti ONG che assomigliano più a gestori di servizi traghetti che a organizzazioni di salvataggio (vedi caso Lifeline).

                            Chiudo dicendo che il razzismo non c’entra nulla: trattasi di gestire un paese per il bene del paese, non per far fare soldi agli amici degli amici…

                            1. Lona scrive:

                              Grosso modo post da condividere ,ma ho alcune puntualizzazioni.
                              1 sul fenomeno badanti dell est dire più che altro vi è un intreccio tra badanti dell est non troppo corrette nel fare il loro mestiere e di molte italiane che si accingono a fare questo lavoro perché soldi non ci sono o che magari lasciano il loro lavoro da sfruttate in fabbrica e soprattutto magari da molti anni hanno fatto lavori che impediva loro una vita sociale normale cioè lavoro a turni con una domenica di riposo al mese se va bene. E ti posso garantire che il cambio è tutto a vantaggio delle colf …soprattutto se non in regola. 2 Lavoratori istruiti dell est…..per favore. non raccontarlo a me. Dopo aver vissuto più di qualche anno in Siberia per lavoro a dirigere cantieri,ti posso garantire che un ingegnere capo di una azienda russa non vale la preparazione tecnica di mio padre avendo frequentato la quinta elementare ed essendo stato per parecchi anni titolare di impresa edile……..appunto come dicevi te, posso venire in Italia solo per fare i muratori, perche quello è i loro livello. Ovviamente le eccezioni ci possono essere per carità……..ma ne ho trovate ben poche. 3 Come ormai ovunque ,nel mio ridente paesello sono arrivati un bel gruppetto di finti profughi per gentile regalo della coop virtus…quella del buon gigi fresco e della sua virtus calcio con un discreto numero di aitanti muscolosi e giovanotti con tanto di occhiali a specchio alle 21.00 di sera in un incontro-presentazione provenienti da senegal e giu di li…….e mi son detto….fantastico mondialismo……due miei amici e compaesani ,tra l'altro molto mingherlini, sono stati costretti a cercare lavoro ,dopo averlo perso per quella putt…di crisi, su pescherecci in Senegal…….FANTASTICO MONDO.Per il resto concordo.

                              1. Bouazizi scrive:

                                Wow che scoop! La scoperta dell’acqua calda caro Zwirner. Il problema è la mentalità italiana, che purtroppo non cambierà mai. Affidare la gestione dell’accoglienza ai migranti alle coop è sintomo di uno stato che si arrende. Per quantomento limitare il fenomeno dell’arricchimento sulla pelle dei disperati, dovrebbe essere lo stato, direttamente con i suoi uomini (e non tramite le coop o tramite associazioni) a garantire una permanenza dignitosa per chi scappa da situazioni di guerra, fame e povertà.

                              Rispondi a martello carlo

                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                              Accetto i termini sulla privacy

                              *