27
ott 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 16 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.372

LA PAURA DI PERDERE

Oggi tra il Padova e lo Spezia ha vinto la paura di perdere. I biancoscudati non vincono dalla seconda di campionato in quello che è stato l’unico successo stagionale contro il Venezia ed erano reduci da due sconfitte di fila fuori casa. Lo Spezia ne aveva prese 3 dal Pescara in casa la scorsa partita. Impossibile che all’Euganeo uscisse una gara spavalda, spregiudicata, divertente.

Alla fine Bisoli si è detto contento di non aver preso gol e a ben guardare è proprio questa la bella notizia di cui si deve essere contenti visto che nelle ultime due gare nella porta di Merelli erano finiti 6 palloni. La salvezza in serie B passa anche per queste partite da zero emozioni e da altrettanti tiri pericolosi nella porta avversaria. Ma se si vuol patire meno bisogna passare, nelle prossime gare, dalla modalità “non perdere” alla modalità “provare a vincere”. Tentando di fare qualcosa in più dalla trequarti in su, reparto in cui continuiamo a soffrire parecchio, creando con contagocce e dimostrando poca intesa tra i terminali offensivi.

Già a Perugia si potrebbe sfoderare un pizzico di coraggio in più e tentare di portare a casa 3 punti, in vista anche del derby di sabato prossimo sempre all’Euganeo contro il Cittadella.

Osare qualcosa in più e sbloccare il freno a mano, soprattutto psicologico. Questi sono i compiti per casa da qui in avanti.

 

1.372 VISUALIZZAZIONI

16 risposte a “LA PAURA DI PERDERE”

Invia commento
  1. effebi scrive:

    l errore ci sta io parlerei del primo tempo inesistenti potevano darci 3 gol. fa scaldare giocatori al trentesimo del primo tempo ma scherziamo? vuol dire che hai sbagliato formazoone

    1. Spinoccia scrive:

      Lo riconosco, è il nostro DNA. E’ tornato dopo che ci aveva illusi di essere andato via lo scorso anno.
      Solo il Padova può perdere in questo modo.
      Davvero non è possibile prendersela con Bisoli, nonostante abbia messo in campo una squadra che nessuno ha capito con che modulo giocasse, inventandosi ruoli e rimescolando le carte ormai alla disperata.
      Nonostante tutto potevamo anche sfangarla perchè davanti avevamo una squadra appena un pò meno fragile della nostra.
      Invece la vogliamo perdere a tutti i costi. E non dimentichiamo la palla persa da Pinzi a centrocampo da cui è partito il cross sul quale il bimbominkia è franato.
      Robe da matti… Non voglio un’altra annata come il 2014

      1. Stefano scrive:

        Sarà mica colpa di Bisoli se Merelli fa cagate e poi marcandella fa il bimbominchia con un fallo stupido

        1. effebi scrive:

          ha gia messo le mani avanti "hanno preso vido verre melchiorri' pensa a caricarli nel modo giusto e con serenita senza il patema della prestazione . non siamo gli ultimi arrivati sulla carta

          1. effebi scrive:

            scomettiamo che nonostante la bella partita di serena non sara in campo?

            1. acp scrive:

              c’è solo una cosa da fare. una.

              meritiamo di più

              1. fabio.pd scrive:

                ….”lavoro, lavoro, lavoro”……..ci risiamo ! E’ questo che mi preoccupa….

                1. Lacoste76 scrive:

                  Gli stessi giocatori in campo sono consapevoli di non poter vincere.
                  È una squadra che non crede in sè stessa perché se vedi che un tecnico le tenta tutte alla carlona il messaggio che passa è quello della disperazione.

                  MA IL DOPPIO RITIRO A COSA È SERVITO?? Non era il caso di capire in estate quale fosse modulo e 11 titolare migliore??

                  Intanto, FEDELE AL SUO DNA, il Vicenzabassano vince al 90mo tutte le partite ricordandomi il Venezia di Inzaghi.

                  Noi, fedeli al nostro DNA, ci mangiamo merde come fossero gianduiotti, il tutto da quel settore di merda che è la Fattori ossia il settore peggiore d’Italia quando in Sud avevamo tutt’altra dignità.

                  • Marcantonio scrive:

                    Beh, se la vuoi proprio dire tutta, noi il campionato di C per avere la certezza della B abbiamo dovuto vincerlo!
                    Il Vicenza nemmeno quello perchè a quanto sembra il prossimo anno saliranno almeno sette squadre….
                    Non si può certo dire che i campionati non siano sfalsati!!
                    Lo sono anche in queste cose!! Fatto sta che hanno sfiorato la D e l’anno prossimo saranno in B.

                  1. tifoso scrive:

                    Siamo in linea, zona playout con possibilità di uscirne. Mettetevela via quest’anno va così. Lo Spezia era messo gran bene in campo, qualche occasione l’abbiamo avuta e non abbiamo rischiato niente. Grande la fattori che alla fine li ha incitati mentre in est un continuo lamento:”Dove vutto ndare” “siamo nulli”"mai visto uno schifo del genere”…. criticoni di professione che non conoscevano memmeno i giocatori. Ste casa!!

                    • Marcantonio scrive:

                      In linea di massima concordo con te, ma mi ronza nelle orecchie l’affermazione di nanan: il presidente Bonetto deve farsi solo una domanda….Bisoli è in grado di far fare alla squadra 14-15 punti da qui alla fine del girone di andata?
                      Già, ma direi io, sarà in grado questa squadra?

                    • svissero scrive:

                      cara amico ma neanche si puo sempre e cmq applaudire dai….. il compitino lo fanno sempre ma la serie B e un esame continuo …senza vittorie non si va da nessuna parte solo in lega pro e purtroppo noi abbiamo solo giocatori da lega pro dunque basta applaudire basta bravobravo e ora che si diano una mossa e sudare questa gloriosa maglia il tempo delle pacche sulla spalla sono finiti

                    1. fabio.pd scrive:

                      emblematico ieri vedere Contessa che alla mezz’ora del secondo tempo se la prendeva con qualcuno (forse Bisoli) e faceva il gesto di fare cadere le braccia. Sono stupito dalle parole di Bisoli a fine partita….manco avessimo giocato fuori casa e dopo un filotto di due/tre risultati utili: in tal caso… SI’ mi stanno bene quelle parole. Invece 1) giochiamo in casa 2) veniamo da pareggi e sconfitte che fanno male. Con tutto rispetto per Guidone….cosa aspettava a cambiarlo un pò prima….NON CI SIAMO….sembra che questo andazzo sia la normalità sperando che le cose cambino. Bisoli chiede di stare uniti: cosa vuol dire ? io non capisco il significato, forse è un modo per pararsi il sedere scaricando sui giocatori quello che sta ai miei occhi diventando un fallimento. Avere pazienza ?? si ha pazienza se qualcosa deve/dovrà avvenire….sì….ma che cosa ? qui non si tratta di avere pazienza si tratta di cambiare un atteggiamento. Diceva bene “effebi”, mi pare fosse lui, che nello spogliatoio volano le offese, FORSE i giocatori hanno paura di sbagliare, hanno troppa pressione verbale e fisica. SE FOSSE questo il problema….si cambia….prima di trovarci all’ultimo posto!!

                      1. mario scrive:

                        Mi sembra che stiamo tenendo una bella media: pareggio in casa e sconfitta fuori; proprio quello che serve per retrocedere con tutta tranquillità

                        1. nanan scrive:

                          il presidente Bonetto deve farsi solo una domanda….Bisoli è in grado di far fare alla squadra 14-15 punti da qui alla fine del girone di andata? poi bisognerà sicuramente intervenire a gennaio per rinforzare la squadra,ma con questa mentalità e questa paura che abbiamo riusciamo a portare a casa qualche vittoria?sinceramente mi sembra che l’allenatore sia un po’ in confusione,speriamo di far punti nelle prossime 2 gare ….pero’ la vedo dura…ma non esiste che torniamo in serie c, probabilmente si aprirebbero scenari inquietanti,altro che stadio nuovo…

                          1. Lacoste76 scrive:

                            A mio umile e modesto avviso…NON SI PUÒ ANDARE AVANTI COSÌ.

                            Non vinciamo dalla seconda di campionato, non proviamo a vincere dalla seconda di campionato.
                            Oggi, in casa, di fronte ad una squadra che non ha fatto nulla di particolare nè da un punto di vista agomistico nè tecnico, non abbiamo mai sfiorato l’idea di poterla vincere.

                            Non c’è un abbozzo di un 11 titolare. Non c’è un modulo fisso.

                            Ci sono palesemente giocatori scontenti.
                            Ci sono contraddizioni evidenti come un Broh o un Minesso che non giocano mai nonostante qualcosa abbiano dimostrato. C’è un Guidone che non può giocare in B. Un Cisco usato a sprazzi in modo poco convincente. Un Pinzi mai provato.

                            Tutto ciò ha un nome a mio parere, Bisoli.
                            Io stimo bisoli, lo scorso anno senza di lui non saremmo mai saliti ma forse è un tecnico più da promozioni (in cui tiene alta la concentrazione) che da salvezze in cui quando perde, perde la bussola e non regala più nessuna certezza e nessuna positività perché i giocatori sono negativi in campo, si vede che hanno paura di fare qualcosa in più del loro compitino.

                            SE NON VINCI PARTITE COME QUELLA DI OGGI…NON TI SALVI. E non ti salvi neppure con giocatori che dichiarano di prendere bebè questo PESSIMO PAREGGIO

                            L’esomero di bisoli arriverá, è nell’aria, ma allora tanto vale cambiare subito, perché qualche parità più abbordabile c’è.
                            IO SONO CONVINTO CHE CI SALVEREMO MA LA ROTTA. A INVERTITA E PURTROPPO IL MODO È UNO SOLO AL MOMENTO.

                            1. svissero scrive:

                              se perugia gioca come a V erona col c…. se vince premesso questo Bisoli e i giocatori si sona accontentati di poco…abbiamo fatto una discreta partita e sopratutto non abbiamo preso gol mah!!!!!! pareggi in casa e perdi fuori e sono tranquilli!!!!!altre 2 partita e penso che dopo bisognera cambiare qualche cosa siamo senza gioco nessuno tira da fuori aria azioni pericolose una UNA no se poe dare avanti cossssssi

                            Lascia un Commento

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *