17
mar 2021
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 22 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.272

QUEL CHE CI VOLEVA

Strappare la pagina del quaderno del campionato e fare finta che non fosse mai esistita. Ignorarla. Fare in modo che nessuno avesse più la sensazione che purtroppo era stata scritta.

Ecco quel che in questo inizio settimana era stato chiesto al Padova a proposito della bruttissima figura contro il Matelica. Bisognava cancellarla dalla faccia della stagione e l’unico modo per riuscirci era battere la Feralpi Salò.

Detto, fatto. Non solo contro i Leoni del Garda c’è stata oggi una vittoria, pronto riscatto della precedente sconfitta, ma il successo è arrivato rotondo, esuberante, al termine di una prestazione in cui quelli che avevano deluso in terra marchigiana, sono prepotentemente tornati sui loro consueti livelli, abbattendo il muro dello scetticismo che si era ricreato intorno a questa squadra.

Non si possono che tributare applausi a questi ragazzi, davvero. Una reazione da grande squadra. Quella che il Padova è sempre stato. Con la ciliegina sulla torta della sconfitta del Perugia e del Modena contro il Sudtirol che rimane, per ora, l’unico in scia dei biancoscudati. Ma domenica prossima c’è proprio lo scontro diretto tra il Sudtirol e gli umbri.

Scherzi di un campionato che si deciderà solo all’ultimo. Ma che vede ancora il Padova primo. Avanti Scudati!

1.272 VISUALIZZAZIONI

22 risposte a “QUEL CHE CI VOLEVA”

Invia commento
  1. Stefano scrive:

    Calcio assurdo ! 4 giornate a mandorlini e….. la sambenedettese con un buco clamoroso mei conti rischia di saltare e sparigliare i conti del girone……
    se il wcenza e’ stato promosso com abbuono di parecchie partite, noi rischiamo di non giocare l’ultima partita se la samb salta …….
    Per fortuna sud tirol ha fatto 4 punti con loro e li perderebbe .
    Il,Perugia però che ne ha fatti 2 ci recupererebbe 1 punto….. pazzesco se dovesse essere così . Speriamo bene ma la gestione e’ degna di una baraccopoli …..

    1. Enrico M. scrive:

      Pensiamo alla nostra partita e basta.
      Abbiamo più volte dimostrato come concentrazione e approccio alla partita siamo il nostro limite, soprattutto dopo giornate positive.
      Vinciamo, poi vedremo cosa hanno fatto gli altri.

      1. Lacoste76 scrive:

        Non sono assolutamente d’accordo con acp
        Il risultato più auspicabile sarebbe vittoria del Perugia perché ci darebbe quel punto (almeno pareggiando a Pesaro) che consentirebbe di poterci permettere di perdere una partita contemporaneamente ad una vittoria del Sudtirol.
        Il pareggio sarebbe un risultato discreto.

        Se il sudtirol vincesse, considerato il suo calendario, il morale creatosi e soprattutto la loro solidità, li vedrei favoriti alla vittoria finale

        1. acp scrive:

          il perugia è più forte del sudtirol, è decisamente più discontinuo. il sudtirol invece ha molta continuità, vince facile e ha un calendario estremamente agevole post trasferta a perugia e non ha recuperi da fare. tra le due è la squadra che temo di più.

          sono comunque dell’idea che il pari sia il risultato migliore. guadagneresti 2 punti su entrambe e non 3 solo su una. con l’1 il perugia andrebbe a 60 con una partita in meno quindi 63 potenziali. con X perugia al massimo può arrivare a 61 e sudtirol andrebbe a 63. in entrambi i casi la seconda sarebbe a 63 la differenza è che con sudtirol abbiamo scontro diretto a favore. con perugia no.

          ovvio cosa deve fare il padova. finora nelle partite in cui dovevamo dare un segnale alle avversarie abbiamo stentato a livello di gioco e risultati. a pesaro, campo strettino e lo ricordo con erba alta, si faccia cosa va fatto.
          voglio formazione titolare con in campo i più prestanti atleticamente. pesaro viene da una striscia positiva eccellente,avrà entusiasmo, oltre ad essere eccitato dal fatto di giocare contro la prima. vanno sovrastati dal primo minuto. voglio aggressività e dinamismo, il padova deve imporsi fisicamente, non disdegnerei interventi ruvidi nei primi 10 15 minuti. quindi nicastro,jelenic e saber. NO NO NO NO alfredo. biasci per secondo tempo, santini quarto cambio. tenere in considerazione il figlio dell’allenatore per il secondo tempo.

          • L'altro Stefano scrive:

            Tutto condivisibile, acp. Non mi sorprenderei se confermasse in blocco la formazione di mercoledì, Dini compreso (cosa che io farei ma che ritengo improbabile) non escludendo nemmeno la conferma dei due centrali (e quindi Rossettini in panca pur se al rientro dalla squalifica). Gasbarro in luogo di Curcio, stop.

            Fatico sinceramente ad immaginare una Vis P. aggressiva e dinamica come il Matelica, per dire. Non penso la butteranno sull’agonismo spinto. Squadra di categoria e di medio cabotaggio sicuramente più compassata.

            Chiaramente determinante il nostro approccio. Sbagliarlo ancora sarebbe mortifero e mortificante allo stesso tempo.

            D’accordissimo con chi sostiene che fa tutta la differenza del mondo tra l’andare in vantaggio e gestire a piacimento, piuttosto che al contrario subire gol e dover recuperare visto che fatichiamo a bestia con squadre strette che si difendono.

            Dopo i recenti gol su iniziative super dei singoli, credo che saranno importanti le azioni da calcio piazzato domenica.

          1. Principe scrive:

            previsione: domenica il sud tirol spazza via il perugia. i trionfalismi sono assurdi perchè siamo a +2 e abbiamo almeno 2 partite da qui alla fine in cui gli avversari faranno la partita della vita. per il sud tirol è più facile perchè è indifferente a tutti e non ha niente da perdere

            • Marcantonio scrive:

              Cosa dici…. rinunciamo? :lol:

              • Principe scrive:

                dico che è tutto apertissimo, che mercoledì l’hanno sbloccata e decisa due giocate individuali e che le inseguitrici volano, soprattutto una delle due. dico che domenica inizierà un mini campionato di 7 partite (9 per il pg) e sarà durissima vincerlo ma abbiamo il vantaggio non trascurabile di partire con 2 pt in più della seconda, che a propria volta ha il vantaggio di non avere pressioni ambientali

            1. tifoso ignoto scrive:

              -Essere in vantaggio già dai primi minuti favorisce non poco, puoi regolare l’avversario e ripartire piu agevolmente
              -I gol non sono nati da azioni corali ma da tiri estemporanei o da una discesa travolgente di quelle che ci
              ha abituato Ronaldo
              -il Padova segna molto quando la partita si mette presto sui giusti binari, ma se prende gol prima si fa molto dura, abbiamo pareggiato a Bolzano praticamente in extremis a Verona si è vinto quasi fuori tempo massimo e abbiamo rischiato piu volte di prenderlo il gol.
              Io non mi esalterei piu di tanto, fare pronostici sulle partite facili o difficili è un esercizio inutile.
              La partita piu difficile è sempre LA PROSSIMA

              1. Stefano scrive:

                Fermo restando che la cosa più importante saranno i 3 punti x noi (al di là del matelica, ricordo l’assurdo pareggio con l’imolese con i, tiro da fuori dopo corner a dimostrazione che tutto può sempre accadere ….
                Io all’ora di pranzo gradirei un bel pareggio …………
                Servirebbe a tenere ferme entrambe evitando soprattutto che il sud tirol punti allo strike…….

                • Marcantonio scrive:

                  No. Anch’io facevo quel ragionamento, ma secondo me ha ragione Filippo, meglio una vittoria del Perugia…. se il Südtiroler Volkspartei non lo ferma il Perugia, chi può? :)

                1. Stefano scrive:

                  Arbitro di Perugia sud tirol designato Gualtieri (quello del recente virtus Verona Padova ‘) . Evidentemente non ha certo fatto così male così come hanno strillato i veronesi …..

                  Il fratello di gualtieri assistente nella ns a Pesaro .

                  1. Marcantonio scrive:

                    Al Padova non piace il calcio a cinque :)
                    Guardando queste ultime partite, la sensazione è che il Padova soffra i campi piccoli, dove è più facile aumentare la densità della marcatura ed “annullare” il divario tecnico. Abbiamo fatto fatica con la VirtusVR e col Matelica due campi che come dimensione si assomigliano.
                    Quando invece abbiamo a disposizione spazio per la manovra la musica cambia e lo si è visto bene ieri.

                    • filippo scrive:

                      l’osservazione di Marcantonio non è peregrina, una squadra che fa gioco sulle corsie laterali in campi stretti farà sempre più fatica. ma il campionato dimostra che in generale quando trovi una squadra che la mette sull’agonismo spinto se non ci sei con la testa la paghi, a Matelica abbiamo preso un’imbarcata solenne, la stessa che ha preso ieri il Perugia a Gubbio. Squadre che poi spendono tantissimo anche in energie nervose per ben figurare in questi incontri, e poi la pagano. Quel signore di Gigi Fresco, per citare Mandorlini, ha voluto fare il partitone contro il Padova e adesso prende ceffoni a destra e manca, e in generale tutti quelli che hanno fatto il partitone contro le grandi squadre arrivano all’appuntamento successivo appagati, vedi lo stesso Matelica ieri.

                      Onestamente mi fa paura il Sudtirol, se prendiamo le ultime 10 hanno fatto solo due punti meno del Padova, che sono poi la distanza in classifica che ci separa. Domenica la cosa migliore sarebbe che vinca il Perugia, e che noi naturalmente si batta la Vis Pesaro. A quel punto le avremmo entrambe potenzialmente a 4 punti, psicologicamente il Sudtirol potrebbe mollare il primo posto e concentrarsi ad arrivare seconda davanti al Perugia, in più noi potremmo permetterci ancora un passo falso da qui alla fine restando davanti. Abbiamo due trasferte insidiose (Trieste e Modena), storicamente per noi campi avari di soddisfazioni.

                      Al Padova servono almeno 5 vittorie nelle prossime 7, quota 77-78 potrebbe essere quella buona, prima ci arriviamo meglio è.

                    • fabio.pd scrive:

                      non voglio contraddirti Marcantonio, ci mancherebbe, ma ieri il Padova ha giocato veramente bene, non ha fatto passaggi accademici, leziosi,offrendo in questo modo il polpaccio al morso dell’avversario come è accaduto in terra marchigiana. Ieri ho visto pressione, gioco, lanci lunghi senza tergiversare tra il duo a centrocampo e i difensori. Ha attaccato anche in vantaggio. La Feralpi ha il migliore centrocampo del torneo e l’abbiamo annullato. Questo per dirti che secondo me….potevamo giocare anche nel campo dell’Arcella. L’importante sarebbe mantenere questo livello qualitativo in ogni partita….Ciao!

                    1. QuoreSqudato scrive:

                      Mi domando se ho assistito a due partite reali… possibile che nel giro di 3 giorni (tre!!) una squadra si trasformi in questo modo?
                      Forse ieri l’avversario era un po’ “mollo”? però di fronte alla bellezza dei gol fatti ci si può solo stupire di come possa essere imprevedibile e fantastico il calcio.
                      Da questo punto di vista meglio che il gol di Nicastro non sia stato visto, perché avrebbe inquinato le 4 perle che hanno deciso la partita.

                      Bho!? col Padova è tutto così pazzesco! campionato da alta tensione e ancora 7 giornata da vivere intensamente

                      1. L'altro Stefano scrive:

                        Volevamo rivedere gli occhi della tigre. Effettivamente li abbiamo visti, perchè li abbiamo aggrediti subito, non gli abbiamo lasciato spazi e tempi, davvero un grande approccio e partita subito indirizzata al meglio. Questa squadra ha bisogno di iniziare sempre così, ha la mentalità per farlo, e piace tantissimo che poi continui ad attaccare anche dopo essere passata in vantaggio, senza che gli venga il braccino.e la voglia di limitarsi a gestirla.

                        Fiducia piena per domenica. Non ripeteranno l’errore. Entusiasmo e grinta ritrovati, assieme alla concentrazione. E poi davvero si può contare su due squadre: quelli che giocano meno, quando chiamati in causa, rispondono alla grande e sono garanzia di affidabilità!

                        Abbiamo dei singoli capaci di grandi colpi, ma anche un bellissimo collettivo. Ottimo l’esordio di Dini, praticamente da s.v. e che pertanto confermerei anche domenica, fosse per me. Spiace per Paponi ma sinceramente mi trovo a pensare che ne possiamo fare anche a meno: irrilevante fin qui e poi tutti questi infortuni fanno pensare a suoi problemi ambientali, uno così recidivo non sta bene neanche di testa. Spazio a Nicastro e a Cissè molto presto.

                        Certamente nulla è scontato, procediamo step by step, ma domenica ci dirà già molto. Pensiamo a vincere con la Vis e poi quella dopo in casa ugualmente da non fallire. E poi riguarderemo verso il basso!!

                        1. fabio.pd scrive:

                          prestazione muscolare e di qualità quella vista ieri sera. Due gol da cineteca, veramente pregevoli!!

                          1. Enrico M. scrive:

                            Molte bene, ci voleva.
                            Anzi quasi bene, per via dell’infortunio di Paponi (si conferma il problema bomber).
                            Anzi attenzione: perché l’espulsione di Curcio è il segno che qualche passaggio a vuoto mentale continua ad esserci. E in fondo aver visto una squadra così stasera è la conferma che col Matelica è stato più autolesionismo che merito dell’avversario.

                            Ora testa fredda e umiltà. e per favore non ricominciamo a tirare fuori minchiate tipo che siamo i migliori d’Italia e d’Europa perché questo ambiente ha bisogno di volare basso e di mantenere la concentrazione altissima fino alla fine.

                            1. Stefano scrive:

                              Vittoria importantissima in una serata in cui se qualcosa fosse andato storto, con un arbitro del genere sarebbero saltati i nervi a tutti.
                              E invece ……… domenica a pranzo vedremo Perugia sud tirol e poi partitaccia (nel senso di complicata ) a Pesaro…….
                              E non dimentichiamo che a Trieste bepi pillon, Sarno e litteri ci aspettano per la partita della vita
                              NON e’ fatta . Per niente

                            Lascia un Commento

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *