Torna al blog

REAZIONE DA GRANDE SQUADRA, ORA EQUILIBRIO

Dopo due settimane di sosta (forzata perché contro la Juventus Under 23 non si è potuto giocare per via del rinvio chiesto dai bianconeri mica perché si sono fermati tutti!) il Padova ha lanciato il segnale che doveva lanciare in terra piacentina. Lo dico subito a scanso di equivoci o di (apparenti) facili entusiasmi: il Piacenza visto all’opera al “Garilli” domenica scorsa ha fatto davvero poco per provare a tirare dalla sua parte l’inerzia della partita. Ma il Padova ha comunque disputato fin dal primo minuto la partita che doveva disputare, stroncando sul nascere qualunque velleità dell’avversario, comportandosi da squadra con gli attributi. Da squadra che, nel momento della critica feroce, non si è indebolita piegandosi ulteriormente su sé stessa ma ha invece sollevato la testa mostrando che sì, qualche problemino c’è stato e c’è ancora da risolvere, ma che la qualità è quella della squadra che merita di sostare nei piani alti della classifica.
Il ciclo di partite che mancano da qui al 21 dicembre (Pro Vercelli in casa, Giana Erminio fuori, Sudtirol all’Euganeo, Virtus Verona al Gavagnin Nocini e Renate all’Euganeo il 21 dicembre) dirà molto (ma non ancora tutto) sulla posizione in classifica che potrà essere occupata dai biancoscudati a fine stagione. Bisogna però affrontarlo con equilibrio. Senza esaltarsi quando si vince, senza deprimersi se si perde, senza intristirsi se arriva un pareggio in una gara in cui ci si aspettava di vincere. Non è facile a Padova far proprio questo concetto, ma bisogna provarci (ed evidentemente lo dico a me stessa per prima!). A fine 2021 poi tireremo le prime somme della stagione.

2 commenti - 585 visite Commenta

tifoso ignoto

Quello di domenica è un Padova già visto in precedenza vedi Renate Trento ecc… ma non cambia il gioco, una squadra che quando si accende Chiricò o Ronaldo allora va a nozze, ma se mancano oppure ciccano la partita allora diventa un problema serio. Appunto perchè ci affidiamo alle individualità piu che a una struttura di gioco che dia garanzie di continuità

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code