Torna al blog

“SI PUO’ FAREEEE”

Toc toc, siamo il calcio Padova. Possiamo entrare? Certo che sì, la porta non è più chiusa a chiave. I biancoscudati, grazie al prepotente 3-1 sul Piacenza, imboccano a tutta velocità l’autostrada della rincorsa, buttandosi lanciatissimi nella corsia di sorpasso, approfittando del SudTirol costretto a fermarsi nella piazzola di sosta a causa della sconfitta in casa della FeralpiSalò maturata al 90’ con un rigore procurato e trasformato da Miracoli.
Tutto si è incastrato perfettamente in questa mirabolante 34esima giornata: il Padova che va in vantaggio con Ronaldo, gli altoatesini che vanno sotto a Salò, il Padova che raddoppia con Chiricò, il fischio finale dello stadio Turina che sancisce la seconda battuta d’arresto degli uomini di Javorcic dall’inizio della stagione e la classifica che ora dice Padova a meno 4 e non più a meno 7 dalla vetta. Una giornata da ricordare, un entusiasmo e una passione da coltivare per continuare a credere in una risalita che pareva impossibile, visto che il SudTirol con il suo ampio margine di vantaggio non perdeva mai, e che invece ora è tornata possibile, realizzabile.
Il calcio è bello perché è imprevedibile, un po’ come la scatola di cioccolatini di “Forrest Gump”, non sai mai quello che ti capita. E ora gli uomini di Massimo Oddo, alla sesta vittoria in 6 partite da allenatore biancoscudato, bravissimi fino a qui a non mollare anche quando tutto questo sforzo sembrava non portasse a nulla, hanno il dovere di continuare a crederci. Sono stati loro a tenere vivo il sogno, vincendo a volte tra mille difficoltà, rimontando contro AlbinoLeffe e Juventus Under 23, non abbassando mai lo sguardo di fronte alla cavalcata dei primi della classe, risvegliando il tifo intorno a loro. Ora che la pressione inizia a soffiare più forte sul collo del SudTirol devono aprire ancora di più le loro ali e volare alto, puntando a vincere tutti gli ultimi 4 incontri. Il Padova dovrà vedersela sabato 2 aprile alle 15 con la Pro Vercelli nella trasferta in più insidiosa di questo rush finale, il SudTirol sempre sabato ma dalle 14.30 tornerà al Druso per affrontare il Lecco che, fatalità, è l’altra squadra insieme alla stessa Feralpi che ha battuto Ronaldo e compagni in questo campionato. Si comincia da qui. Da questo doppio appuntamento che già sabato sera potrà dirci se possiamo continuare a dare da mangiare la nostra folle idea di riuscire ad andare in B diretti o se dobbiamo iniziare a preparare anche quest’anno l’appendice dei playoff. 
P.S.: titolo del blog liberamente tratto dal film “Frankenstein Junior” 🙂

30 commenti - 2.130 visite Commenta

Principe

Il Lecco è la squadra che ha pareggiato meno di tutti in campionato (5 volte), la Pro Vercelli invece è in un grande momento (11 pt nelle ultime 5).
La nostra speranza è che sabato non sia stata una mosca bianca, ma che davvero il sudtirol stia risentendo della fatica accumulata durante la stagione e soffra magari anche un po’ di vertigini. Il prossimo turno sarà decisivo perchè a parte noi dopo dovranno affrontare fiorenzuola e la derelitta triestina in un rocco presumibilmente deserto.
Tra 5 giorni sapremo tutto, nel frattempo ricordiamo con affetto chi spargeva veleno su Oddo perchè era a parlare di champion’s league in tv anzichè bere aperitivi in centro.

Rispondi
Marcantonio

l Lecco è la squadra che ha pareggiato meno di tutti in campionato (5 volte)
… è ora di fare SEI ! 🙂

Rispondi
filippo

risplende il sole dell’avvenire sulle pellicce delle nutrie padovane che escono dalle loro tane in primavera, ai primi caldi, pronte a papparsi trote nostalgiche degli asburgo che risalgono stancamente, affannosamente le riviere della urbs picta

tutti a vercelli a sostenere questa impresa epocale ed epofallica
tutti meno uno, il coccodrillo-chic che resterà in panciolle sulla sua poltrona “signora-teutonica” a guardare Borile, seminando al vento livore e pessimismo, perché sia mai, il Silvio Piola di Vercelli non è palcoscenico degno di cotanta letizia radical-borghese… attenzione che poi sul barchin della lascivia per Marathi non ci sarà più posto.

Sogliano, ti fischiano le orecchie? oink oink
Avessimo esonerato il poro can Pavanel a Novembre ora saremmo già in B

ma a noi piace soffrire, godiamo di più nel tormento
FORZA PADOVA

Rispondi
crestaalta!

Lacoste76 non è meno tifoso degli altri, in questo momento decisivo, tutti uniti nel tifare “Biancoscudo”, e poi (se va tutto bene) consegnare le “chiavi” della Città al Paron franco-armeno.

Rispondi
acp

ovviamente io dico di cambiare modulo e mettere cissè centravanti e arriva il miglior tempo del padova. non mi stupisco. io capisco di calcio come pochissimi eletti.

si riproponga cissè, vero centravanti, adatto a giocare spalle alla porta. ha l’encomiabile pregio di far giocare meglio gli altri, oltre a mantenere meglio il possesso e gestire meglio i tempi. ceravolo invece molto meglio nel secondo tempo con maggiori spazi e difese più affaticate. anche se i due farebbero coppia in modo perfetto. donnarumma senior ha parato meglio del fratellino. fase difensiva sempre tremolante come una gelatina anche se gasbarro sta facendo meglio di curcio. dezi solito palleggio sfavillante, ronaldo più efficiente. bifulco attualmente ha uno scatto superiore a chiunque mentre jelenic è il solito mezzofondista.

a vercelli sarà durissima, poi è sintetico e la cosa mi piace poco.

il nostro anacleto76 ha un potere assoluto.

Rispondi
Stefano

Sembra – sottolineo
SEMBRA – l’annata Sabatini come andamento negli ultimi incontri – mancherebbe un goal decisivo di santini con il ….. didietro per convincermi – comunque già essere vivi fino a qui senza al momento dover già parlare di play off va bene – vedremo dopo Vercelli e oltre sperando di arrivare a bozen a giocarcela per il tutto per tutto – poi quel che sarà sarà : certamente noi a padova non abbiamo le 3 dosi : siamo oltre / : vaccinati per qualsiasi soluzione già da decenni – quindi avanti !!!!! Ps / sono tra quelli che su oddo aveva un miliardo di perplessità – e quindi felice di aver avuto torto

Rispondi
Pietro Smaniotto

Ho sempre creduto alla serie B, ora ci scommetterei un cinquantino, perché? Per il semplice fatto che è scritto e perché ho notato la rabbia dei giocatori che ci credono, a Bolzano vinceremo 1 a 0 con goal di Gssbarro ed il cerchio si chiude. Ah non è detto che il Sudtirol vinca col Lecco in casa.

Rispondi
Mastro Cerilli

Pareva impossibile ma siamo arrivati a -4. Davvero continuate a credere che al Sudtirol non tremino le chiappe? Io penso di si. A Salò non hanno fatto un tiro in porta. Sanno che se sbagliano una delle prossime due dovranno giocarsi tutto nello scontro diretto con una squadra che arriverà con la consapevolezza di essere più forte e supportata da un seguito di tifosi tale da giocare in casa.
Un altro pareggio dei crucchi nelle prossime due partite e il destino passa nelle nostre mani.
Avanti scudati, crediamoci fino alla fine e non molliamo MAI.

Inutile girarci intorno, le scelte della società si sono rivelate giuste. Peccato non siano arrivate un mese prima. La preparazione di Oddo come tecnico non è comparabile al suo predecessore e le scelte di Mirabelli si sono rivelate decisive (Dezi + Oddo stesso).

Rispondi
fabio.pd

il passato, anche recente, deve far riflettere tutti noi: mai pensare di farla facile…di aver già vinto a Vercelli…e che basti vincere 1 a 0 a Bolzano….questo vuol dire rilassarsi e pensare che le cose vadano come immaginiamo che possano andare. L’atteggiamento deve essere quello di pensare all’oggi, di mantenere la stessa tensione, di sperare nel risultato dell’altro campo……Cissè centravanti, Santini in naftalina……..Passato lo scoglio Vercelli….potrebbe essere un altro discorso….dobbiamo SOLO vincere……

Rispondi
Principe

Sabato è stato bello? SI
Abbiamo più del 20% di possibilità di ottenere la promozione diretta? NO
Bisogna sempre tenere i piedi piantati a terra. Vercelli cambio ostico tanto quanto Salò e per di più sintetico. Sarà durissima

Rispondi
Patrick

Povero La Coste, ora ha pure un alibi che tiene….finita l’ epoca delle vacche grasse….
Ma qui in quanti provano imbarazzo davanti ad una situazione del genere? Mesi a dispensare pessimismo incompetente sempre con le mani avanti….roba recente di una settimana fa…
Il SO TUTTO MI…il mantra suicida del tifoso locale, questa spocchia infinita figlia di un’incompetenza calcistica apocalittica…..
andra’ come andra’, piedi per terra, gia’ ieri sera ho trovato completamente fuori luogo la standing ovation a Mirabelli, Barsotti si materializza sempre quando c’è la voglia di salire sul carro?, aspettiamo almeno qualche settimana e voliamo bassi a prescindere….
Borile con la terza elementare ovviamente non ha considerato l’ ACP, ieri sera, visto che la ruota sembra girare…e dove c’è entusiasmo e positivita’ quel grigio figuro perde il suo seguito di starnazzanti avvoltoi….e qui c’è pure qualcuno che ancora lo considera un competente di calcio, vedi il miranesino pane e vino….
Una cosa è restare perplessi e lasciare ai fatti darti ragione. Un’ altra è il mettere le mani avanti e urlare ai 4 ” Ma chi casso zeo Oddo, non se poe deiii”… Ecco la differenza sottile che intercorre tra una critica costruttiva o meno….Padova purtroppo segue la seconda linea quasi sempre….

Rispondi
Principe

Ogni volta che leggo Borile mi stupisco che esista gente che lo segue in tv. lo striscione su di lui e ammazzagatti dice più di qualsiasi spiegazione
Comunque io dico solo piedi per terra, la scorsa settimana avevamo un distacco enorme dalla prima, questa settimana abbiamo un distacco enorme dalla prima. 7 è diverso da 4 ma è comunque enorme considerando i punti in palio
Sabato partita più importante dell’anno

Rispondi
filippo

Mirabelli non s’è per nulla imbrodato, anzi buttava acqua sul fuoco e ha ribadito più volte che ancora non abbiamo fatto nulla. Mirabelli TOP, a differenza del grigio e depresso Sogliano.
Borile imbarazzante, due ore a parlare del nulla assoluto, nel momento topico della stagione del Padova e senza la scusa di dover parlare del Cittadella… agghiacciante.

Ancora Lacoste76 non si palesa, lo trovo INACCETTABILE.

Rispondi
acp

i gufi sono notturni, anacleto76 non si espone al sol dell’avvenire. grazie al suo assoluto potere di menagramo potrebbe portarci in B ma preferisce trastullarsi a bordo di un barchino al largo di marathi pensando a quelle sue sadomasochistiche teorie genetiche.

tutti a vercelli. il dna non esiste.

Rispondi
tifoso ignoto

Preoccupa Ronaldo in diffida di ammonizioni, quasi gli conviene prenderne una a vercelli e saltare Giana c’è bisogno della miglior squadra a BZ

Rispondi
martinello ettore

cara Martina, sud tirol – seregno 1 a 0 goal di casiraghi andava annullato perché il pallone sbatte sul palo e lo riprende Casiraghi e segna e non poteva farlo.
regola n.15 del regolamento .

Rispondi

Ha ragione Massimo: il portiere la tocca appena, ma quanto basta per rendere il pallone nuovamente giocabile dallo stesso Casiraghi. Un caro saluto Martina

Rispondi
martinello ettore

ho un dubbio , cara Martina, il goal su rigore segnato due settimane fa dal Sud Tirol , andava annullato perché se non ho visto male il pallone batte sul palo e lo riprende Casiraghi e segna.

Rispondi
Marcantonio

Bestia che entusiasmo in questo blog!!
˂b˃Il Padova vince a Vercelli e si rimette in corsa per la B… e sembra proprio non sia successo niente.˂/b˃
Qualcuno vuole un ˂i˃flagellum ˂/i˃ ? 😆
…siete per caso in attesa del programma di Borile? 😆

Rispondi
Principe

Finale di campionato totalmente folle e imprevedibile. Oddo sarà decisivo nei prossimi 20 giorni perchè dovrà lavorare sulla testa dei giocatori mantenendo la tensione altissima, con l’aggravante dell’inutile partita di mercoledì in mezzo.
La giana erminio non la regalerà, serve arrivare a sabato carichi e in forma al 100%. Loro hanno il fiorenzuola che va bhe
Ronaldo doppia squalifica, servirebbe Busellato come il pane o almeno recuperare Saber.

Rispondi
Patrick

C’ hai ragione, ma troppi qui sono imbarazzati per la figura barbina in corso dopo questo ultimo filotto….cosa vuoi che dicano…guidati da mr. depressione La Coste che ovviamente il 16 non avra’ impegni familiari, che caso!, e presenziera’ al Druso, trascinato da un entusiasmo che ha lasciato sotto il divano a 17 anni…
poaretti i padovani grigi e negativi….sempre lì a cercare la magagna……
vada come vada a prescindere.
il tifo, quello vero, passa anche per una determinata irrazionalita’ di fondo, sognare deve restare un obbligo imprescindibile per ogni tifoso che si rispetti…senno’ avete le sembianze agghiaccianti di un Edel quasi triste ai microfoni del poareto Borile l’ altro giorno…sprizzavano gioia….. ma come si suol dire loro sono “addetti ai lavori”.. noi no….

Rispondi
acp

ma se manco c’eri a vercelli. dov’eri? a cercare entusiasmo sotto il divano insieme al tuo agognato coccodrillino76? a vedere la ternana? a fare un sit-in per la pace nel mondo?

trasferta meravigliosa, grande passione.

Rispondi
Patrick

Eh mio caro, motivi di forza maggiore, rilassati che quest’ anno ne hai fatte col contagoccie….;-)

Rispondi
fabio.pd

probabilmente stiamo aspettando (io in primis…) l’editoriale di Martina per esplodere nei commenti, di solito arriva nel pomeriggio. Il sentimento di euforia sta aumentando partita dopo partita, ma soprattutto adesso ……adesso che il nostro futuro dipende solo da noi: si deve solo vincere, continuare a vincere. Penso in cuor mio a Cesena 15 giugno 1994, a Firenze 10 giugno 1995, a Busto Arsizio 21 giugno 2009……….

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code